Nuova Zelanda, avere un filtro e non sentirlo

Un gruppo per le libertà civili ha scoperto che il governo avrebbe filtrato all'insaputa dei cittadini già da un mese. La blacklist sarebbe limitata ai contenuti pedopornografici, ma conterrebbe già 7 mila URL

Roma – Il governo neozelandese non aveva comunicato l’istituzione, da oltre un mese, di un sistema di filtro sulla Rete . Questo è quanto sostiene la Tech Liberty , gruppo neozelandese che difende i diritti civili in Rete.

“È un giorno triste per l’Internet neozelandese – ha dichiarato il portavoce del gruppo Thomas Beagle – e siamo molto dispiaciuti che il filtro sia stato già adottato”, oltretutto “in maniera così silenziosa”. Il rischio, spiega, non è solo relativo alla compressione della libertà in Rete e ai rischi di un intervento censorio da parte dello Stato, ma riguarda anche la stabilità di tutta la Rete nazionale : creare un unico punto di passaggio per tutti i siti, strettoia per effettuare il controllo, significa far reggere l’intera struttura su un unico pilastro.

Il Governo, da parte sua, respinge la accuse – non sul filtro ma sulla segretezza – dichiarando che il mese in questione rientrasse semplicemente nel periodo di sperimentazione del sistema (in atto da due anni e mai tenuto nascosto al pubblico).

Per il momento Tech Liberty ha rivelato che gli ISP ad aderire al sistema di filtri di stato sono Watchdog (sic) e MaxNet. Il primo ha aggiunto nelle tariffe le spese necessarie all’adozione del filtro, mentre il secondo non ha pubblicizzato in alcun modo la novità. Ai due presto si uniranno gli altri ISP Telstra Clear, Telecom e Vodafone, mentre Slingshot e Natcom hanno già negato la collaborazione, e Orcon ha chiesto maggiori informazioni per quanto riguarda l’impatto del filtro sul servizio offerto alla clientela.

Il sistema della Nuova Zelanda adotta il Netclan Whitebox svedese: un filtro per cui l’accesso ai siti passa attraverso un Border Gateway Protocol che li screma in base ad una lista nera contenuta in un server centrale gestito dal Ministero competente . La lista è controllata mensilmente per eliminare falsi positivi, ogni URL censurata deve essere giustificata e, attualmente, sembra essere limitata alle pagine che contengano materiale pedopornografico .

Secondo le statistiche del governo neozelandese, la lista attuale sembra contenere più di 7mila URL censurate, circa il doppio, per esempio, dei siti bloccati in Turchia. A differenza delle misure censorie eventualmente adottate su altri media la blacklist resta, tuttavia, segreta.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Nome e cognome scrive:
    Ancora con sta storia?
    HTML5 e ActionScript sono due cose completamente differenti e contrapposte che fanno cose diverse e non sono complementari.Voglio proprio vedere come riescono a produrre giochi in HTML5 come quelli fatti con ActionScript (Flash è il nome per chi non sa di cosa si tratta...)Questo non avverrà mai, perchè HTML5 è un'altra cosa.Dai basta con sti articoli.
    • Alan Turing scrive:
      Re: Ancora con sta storia?
      Parole sante.Tanti parlano per sentito dire o per fare bar sport.Basta leggere il blog di Zeldman o qualche post di Ars Technica dove questa cosa
  • pergolo scrive:
    altri articoli?
    qualcosa di più sensato da cercare in rete e pubblicare?grazie
  • Shu scrive:
    OK per le prestazioni
    abbiamo più o meno definito che non c'è un vincitore assoluto ma sono praticamente pari. Ma...Flash è proprietario: dipendi da un produttore di software sia per crearlo che per visualizzarlo. Hai una sola implementazione del player, e una sola azienda che ci lavora per migliorarlo.HTML5 e Javascript sono standard aperti: ogni produttore di browser implementa un player, e la concorrenza li porta a migliorarli continuamente. Puoi usare diversi tool, sia proprietari che open source, per generare il contenuto, che si basa sempre su standard aperti (svg, xml, json, ecc.)Per quanto detto sopra, flash su molti dispositivi e sistemi operativi non è disponibile, mentre HTML5 sì, perché integrato nel browser. Sto pensando a cellulari, palmari, ma anche a AmigaOS e AROS, Haiku, ecc.Per Silverlight valgono le stesse cose di Flash.Tenendo conto che HTML5 è solo "in beta" e che le reali potenzialità le vedremo implementate nei browser e sfruttate probabilmente verso la metà/fine del 2011, a me basta questo per farmelo preferire a flash/silverlight.Bye.
    • Steve Robinson Hakkabee scrive:
      Re: OK per le prestazioni
      anche il flash è alla prima relase da accelerato hw, quindi anche per quel formato siamo ai primi passi. Bisognerà aspettare e vedere l'evoluzione.Sono cmq convinto che sarà un bene per noi perchè avere una concorrenza spietata tra flash / silverlight /html 5 non potrà che far spingere il mercato nel senso dello sviluppo sia in prestazione che in basso conumo risorse. E vinca il migliore.
    • ziovax scrive:
      Re: OK per le prestazioni
      A metà/fine 2011 (e la tua previsione è molto rosea) mancano 15-20 mesi......nel frattempo adobe e microsoft non staranno a guardare, pensa: mentre per i codec da utilizzare nei tag video ancora non si è deciso nulla, flash ha cominciato a supportare le GPU e silverlight si appresta a debuttare sui dispositivi mobile.
    • Sgabbio scrive:
      Re: OK per le prestazioni
      Supporto nativo, questo sconosciuto...
  • Giuseppe scrive:
    Ma html 5 è solo un formato
    Ciao a tutti,secondo me non ha molto senso paragonare html 5 a flash, l'articolo e la prova comparativa li trovo alquanto superficiali.HTML5 è solo un formato, naturale evoluzione dell'html, le sue prestazioni dipenderanno esclusivamente dal browser che che eseguirà il codice (come javascript), mentre flash è il plugin che esegue l'applicazione. Inoltre flash può benissimo coesistere con html5, il quale non è solo un plugin di visualizzazione video, ma avrà tante nuove features interessanti.
    • ruppolo scrive:
      Re: Ma html 5 è solo un formato
      - Scritto da: Giuseppe
      Ciao a tutti,
      secondo me non ha molto senso paragonare html 5 a
      flash, l'articolo e la prova comparativa li trovo
      alquanto
      superficiali.

      HTML5 è solo un formato, naturale evoluzione
      dell'html, le sue prestazioni dipenderanno
      esclusivamente dal browser che che eseguirà il
      codice (come javascript), mentre flash è il
      plugin che esegue l'applicazione.E il motore JavaScript esegue l'applicazione JavaScript compresa nell'HTML 5, che ha molte più possibilità di prima.Come vedi sempre di applicazioni si tratta.
      Inoltre flash
      può benissimo coesistere con html5, il quale non
      è solo un plugin di visualizzazione video, ma
      avrà tante nuove features
      interessanti.Certo che può coesistere, di fatto coesiste: per me che uso Safari e Mac, è già così.
      • Giuseppe scrive:
        Re: Ma html 5 è solo un formato

        Certo che può coesistere, di fatto coesiste: per
        me che uso Safari e Mac, è già
        così.Non ho capito niente di quello che volevi scrivere,anche per me che uso chrome è già cosi, ma che centrava con il resto del discorso?
        • ruppolo scrive:
          Re: Ma html 5 è solo un formato
          - Scritto da: Giuseppe

          Certo che può coesistere, di fatto coesiste: per

          me che uso Safari e Mac, è già

          così.

          Non ho capito niente di quello che volevi
          scrivere,
          anche per me che uso chrome è già cosi, ma che
          centrava con il resto del
          discorso?Al resto del discorso è stato riposto in altro paragrafo.
    • rianna scrive:
      Re: Ma html 5 è solo un formato
      il punto è che in molti credono che html5 abbia supporto nativo ai video, mentre invece dietro c'è sempre la solita libreria codec installato nel browser. Quindi niente di nuovo sotto al sole
      • Sgabbio scrive:
        Re: Ma html 5 è solo un formato
        Ovvero ?
        • Alan Turing scrive:
          Re: Ma html 5 è solo un formato
          Che adesso i browser developers stanno litigando ferocemente su chi vuole usare H.264 moderno e potente (ma si deve pagare royalty pesanti) e chi vuole usare Ogg Vorbis P3, obsoleto e pesante ma free (apparentemente da royalty). La seconda posizione è di Mozilla, Opera e di tutto il gruppetto della FSF. In ogni caso oggi se voglio creare un player video per il web non c'è proprio partita: si fa con Flash. Ci metti tre - dico tre - minuti, e hai ua soluzione universale, totalmente crossbrowser e perfino crossplatform. Ma sopratutto hai una soluzione end-to-end pronta (perché poi lato server qualcuno deve mettere inisieme un sistema di gestione). Per il momento sul fronte grafica, video e animazione AS è varie spanne superiore a JS, e perifno più leggero per il client da eseguire, perché è compilato.HTML 5 è decisamente molto interessante ma deve ancora crescere.
          • Sgabbio scrive:
            Re: Ma html 5 è solo un formato
            - Scritto da: Alan Turing
            Che adesso i browser developers stanno litigando
            ferocemente su chi vuole usare H.264 moderno e
            potente (ma si deve pagare royalty pesanti) e chi
            vuole usare Ogg Vorbis P3, obsoleto e pesante ma
            free (apparentemente da royalty). La seconda
            posizione è di Mozilla, Opera e di tutto il
            gruppetto della FSF.Ogg Theorea che è diverso dal Ogg Vobis :D Che tra l'altro non è pesante come dicono, da quel che ho visto ovviamente :D
            In ogni caso oggi se voglio creare un player
            video per il web non c'è proprio partita: si fa
            con Flash. Ci metti tre - dico tre - minuti, e
            hai ua soluzione universale, totalmente
            crossbrowser e perfino crossplatform. Ma
            sopratutto hai una soluzione end-to-end pronta
            (perché poi lato server qualcuno deve mettere
            inisieme un sistema di
            gestione).Si, su questo è innegabile, grazie alla grande diffusione che ha flash, purtroppo però tale plug in su sistemi diversi da windows, lascia molto a desiderare.
            Per il momento sul fronte grafica, video e
            animazione AS è varie spanne superiore a JS, e
            perifno più leggero per il client da eseguire,
            perché è
            compilato.Il problema è come lo usa il plug in, che spesso mangia risorse a tradimento in maniera ESAGERATA.
            HTML 5 è decisamente molto interessante ma deve
            ancora
            crescere.Appunto, il paragone fatto dal tizio dell'articolo è praticamente stupido. HTML 5 è ancora in fase di bozza, ci stanno lavorando tutti.
  • gerry scrive:
    HTML5? Tempi lunghi
    Considerato che IE7 è uscito nel 2006 e youtube ha interrotto il supporto per IE6 nel 2010, quando vedremo abbandonato flash? Nel 2014, credo :)
    • Andreabont scrive:
      Re: HTML5? Tempi lunghi
      Se guardi Internet Explorer anche mai... dato che Microsoft e W3C si odiano per definizione stessa di "standard".Se continua così Flash non morirà soltanto perchè sarà necessario per IE, mentre tutti gli altri browser avanzeranno di tecnologia (che ripeto, adesso è solo sperimentale)Guardato cosa è in grado di fare l'abbinata HTML5 + CSS3 + JavaScripthttp://www.chromeexperiments.com/L'esecuzione dipende dal browser usato, se avete Internet Explorer non aprite nemmeno il sito, rischiate semplicemente il crash XDXDXD
      • gerry scrive:
        Re: HTML5? Tempi lunghi
        - Scritto da: Andreabont
        Se continua così Flash non morirà soltanto perchè
        sarà necessario per IE, mentre tutti gli altri
        browser avanzeranno di tecnologia (che ripeto,
        adesso è solo
        sperimentale)Possono avanzare quanto gli pare, ma intanto io (come molti altri web developer, penso) mi devo far venire ancora il mal di testa perché c'è una fetta consistente di web che non supporta position:fixed sui css.
      • gerry scrive:
        Re: HTML5? Tempi lunghi
        - Scritto da: Andreabont
        Guardato cosa è in grado di fare l'abbinata HTML5
        + CSS3 +
        JavaScript

        http://www.chromeexperiments.com/Anyway, è carino (W opera :D), ma mi piacerebbe vedere qualcosa di un po' più "utile" e meno dimostrativo.
      • ruppolo scrive:
        Re: HTML5? Tempi lunghi
        - Scritto da: Andreabont
        Guardato cosa è in grado di fare l'abbinata HTML5
        + CSS3 +
        JavaScript

        http://www.chromeexperiments.com/Notevole!Con Safari e Mac nessun problema ;)
        • rb1205 scrive:
          Re: HTML5? Tempi lunghi
          Mio dio, Ruppolo, capisco essere fan di un marchio o azienda, ma tu decisamente esageri... Ho come l'impressione che, qualora facessero un post che parla di videogiochi, anche lì riusciresti a dire che col tuo mac con safari vai da dio....
          • ruppolo scrive:
            Re: HTML5? Tempi lunghi
            Nel post c'era un link, ho cliccato, ho provato, ho visto che funziona, ho postato il risultato.Qualche problema?
          • rb1205 scrive:
            Re: HTML5? Tempi lunghi
            Nessun problema nello specifico, dico più generalmente. Supporti e sponsorizzi la Apple troppo esageratamente per essere semplicemente un utente soddisfatto come chiaramente sei.
          • zuzzurro scrive:
            Re: HTML5? Tempi lunghi
            E' perchè cerca di ampliare il numero di clienti ;)Vabbè, però in effetti che Safari supporta bene html5 è vero. io, per il momento, sono contento di Chrome e di come "procedono i lavori". Soprattutto della presa di coraggio di Google di rischiare una tecnologia consolidata come google gears a fronte di uno standard come html5. non l'avrebbe fatto chiunque :)
        • Sgabbio scrive:
          Re: HTML5? Tempi lunghi
          pure con Opera :D
      • nome e cognome scrive:
        Re: HTML5? Tempi lunghi
        con FF 3.6 va da schifo
  • Andreabont scrive:
    Confronto prematuro.
    E' prematuro per questi motivi:- HTML5 non è ancora uno standard ufficiale.- HTML5 è ancora in definizione (il tag video non specifica un codec particolare, ma decide chi fa il browser)- HTML5 deve essere supportato dal browser, quindi se non sfrutta bene l'hardware è semplciemente colpa del browser, che non lo fa.ecc...In generale l'HTML5 è SPERIMENTALE, mi sembra prematuro confrontarlo con una tecnologia così largamente utilizzata e con una esperienza considerevole come flash...Per il resto, da quanto ho capito, in molti casi HTML5 riesce a tenere il passo, nonostante la sua posizione tutt'altro che stabile...Quindi promette bene, vediamo per il fututo....
  • Enjoy with Us scrive:
    Unica certezza...
    ... che intanto iPhone e cosa più grave iPad non supportano flash e quindi visualizzano in modo scorretto una gran quantità di pagine internet... hai voglia di dire che iPad è bello e meraviglioso per navigare su internet, se poi manco supporta le estensioni principali!
    • harvey scrive:
      Re: Unica certezza...
      Ma flash non e' di apple, quindi va bene cosi' per i macchettari
    • Marsh scrive:
      Re: Unica certezza...
      Tanto tra poco M$ lancia il suo ipad, ovvero courier (no, non il font xD) che avrà già magicamente tutto =)
    • Mr. X scrive:
      Re: Unica certezza...
      - Scritto da: Enjoy with Us
      ... che intanto iPhone e cosa più grave iPad non
      supportano flash e quindi visualizzano in modo
      scorretto una gran quantità di pagine internet...
      hai voglia di dire che iPad è bello e
      meraviglioso per navigare su internet, se poi
      manco supporta le estensioni
      principali!e meno male che non lo supportano
    • GoldenBoy scrive:
      Re: Unica certezza...
      Con la % di cpu che usa flash su osx, non mi stupisco che non l'abbiano messo, anzi!Ho un mbp col core2duo 2.5ghz ed un video in hd di youtube mi manda i core al 90%...mentre su windows passa tutto via gpu.Alla fine in apple fan bene a non mettere flash: adobe non ottimizza il sw per la nostra piattaforma? allora fuori dai nostri prodotti. Mi sembra abbastanza chiara la cosa...se poi non ci arrivate non è colpa mia...
      • Enjoy with Us scrive:
        Re: Unica certezza...
        - Scritto da: GoldenBoy
        Con la % di cpu che usa flash su osx, non mi
        stupisco che non l'abbiano messo,
        anzi!
        Ho un mbp col core2duo 2.5ghz ed un video in hd
        di youtube mi manda i core al 90%...mentre su
        windows passa tutto via
        gpu.
        Alla fine in apple fan bene a non mettere flash:
        adobe non ottimizza il sw per la nostra
        piattaforma? allora fuori dai nostri prodotti. Mi
        sembra abbastanza chiara la cosa...se poi non ci
        arrivate non è colpa
        mia...Ha ha ha... se su Windows qualche cosa non funziona la colpa è di M$, se non va su Mac la colpa non è di Apple....
        • Sgabbio scrive:
          Re: Unica certezza...
          Senza offesa ma è noto che Adobe non sviluppi per niente bene il plug in flash su piattaforme diverse da windows.
        • ruppolo scrive:
          Re: Unica certezza...
          - Scritto da: Enjoy with Us
          Ha ha ha... se su Windows qualche cosa non
          funziona la colpa è di M$,Ovvio, Windows lo fa Microsoft.
          se non va su Mac la
          colpa non è di
          Apple....Ovvio, Flash lo fa Adobe.
        • GoldenBoy scrive:
          Re: Unica certezza...
          Immagino che tu non abbia un mac, ma solo un pc, altrimenti avresti scritto un commento più utile invece della solita monnezza "enjoy style".Se tu fai un plugin di XXXXX non ottimizzato, la colpa è di chi lo sviluppa o di chi lo fa girare? Giusto per chiarire se continuare a leggerti o ignorarti...A parità di sistema è lapalissiana che la versione per osx sia ottimizzata come un paio di scarpe rotte, altrimenti non si spiegherebbe come mai su osx la cpu va al 90% e su windows un 20%. Ah si, si spiega, la versione per windows sgrava in gpu, quella per osx no...grazie adobe!
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: Unica certezza...
            - Scritto da: GoldenBoy
            Immagino che tu non abbia un mac, ma solo un pc,
            altrimenti avresti scritto un commento più utile
            invece della solita monnezza "enjoy
            style".
            Se tu fai un plugin di XXXXX non ottimizzato, la
            colpa è di chi lo sviluppa o di chi lo fa girare?
            Giusto per chiarire se continuare a leggerti o
            ignorarti...
            A parità di sistema è lapalissiana che la
            versione per osx sia ottimizzata come un paio di
            scarpe rotte, altrimenti non si spiegherebbe come
            mai su osx la cpu va al 90% e su windows un 20%.
            Ah si, si spiega, la versione per windows sgrava
            in gpu, quella per osx no...grazie
            adobe!Ma certo come no, mica può essere colpa del SO e delle librerie di sistema! Ma come mai se qualche cosa non và sotto windows la colpa allora è sempre del SO e mai del plugin o dei driver sviluppati da terzi rispetto a M$?E guardati bene i miei post, Io non sono mai stato tenero con M$!
          • Sgabbio scrive:
            Re: Unica certezza...
            - Scritto da: Enjoy with Us
            Ma certo come no, mica può essere colpa del SO e
            delle librerie di sistema! Ma come mai se qualche
            cosa non và sotto windows la colpa allora è
            sempre del SO e mai del plugin o dei driver
            sviluppati da terzi rispetto a
            M$?
            E guardati bene i miei post, Io non sono mai
            stato tenero con
            M$!Va bene che abbiamo un fanboy di apple come ruppolo che spara idiozie a nastro, ma tu che fai da mega detrattore non sei da meno.Adobe è molto criticata di come la qualità dei suoi software fuori di windows faccia veramente a desiderare. Il Flash da quando ci ha messo le mani lei, ha cominciato a fare sempre più schifo verso le altre piattaforme. Ad esempio su Linux aveva un bug che non riconosceva bene i browser su chi girava, non funzionando su Opera perchè lo vedeva come Firefox.... E' non si sono degnati a correggere il bug se non dopo mesi e mesi (quelli di Opera hanno dovuto fare un artificio).Impuntare colpe ad OSX per la scarsa qualità del plug in Flash sotto quest'ultimo è una cosa al quanto assurda.E' scarsamente ottimizzato ed è vero, qualsiasi persona SANA DI MENTE che ne sa più di te, direbbe la stessa cosa....
          • GoldenBoy scrive:
            Re: Unica certezza...
            ma cosa vuoi che interessi a me chi parla male di cosa!Qui si sta parlando di flash, flash lo fa adobe e non è capace di ottimizzarlo per osx, questo è il punto.Non penso che sia un problema per un'azienda come adobe "interfacciarsi" con apple per ottimizzare, ma evidentemente gli interessa il giusto(cioè zero).Basta vedere silverlight, pesa meno della metà di flash, quindi non è la piattaforma che fa schifo, ma i programmatori di flash per osx che dovrebbero andare a zappare la terra.
          • Sgabbio scrive:
            Re: Unica certezza...
            bisogna vedere in che condizioni sono messi. Ad esempio su Linux ci lavora una sola persona...
    • Sgabbio scrive:
      Re: Unica certezza...
      Da quanto tutti i siti internet sono fatti in flash ?
      • ruppolo scrive:
        Re: Unica certezza...
        - Scritto da: Sgabbio
        Da quanto tutti i siti internet sono fatti in
        flash
        ?Si vede che lui frequenta perlopiù siti XXXXX...
        • Sgabbio scrive:
          Re: Unica certezza...
          Hmmm non è nemmeno corretta la cosa, siti come youporn non sono in flash, hanno solo il lettore dei video che lo è :DIo intendo dire siti fatti interamente con quella tecnologia.
      • Enjoy with Us scrive:
        Re: Unica certezza...
        - Scritto da: Sgabbio
        Da quanto tutti i siti internet sono fatti in
        flash
        ?Beh una buona parte... a partire ad esempio da quello di molte banche on line (no flash... no grafici delle azioni ecc...) a quello di molti giornali (corriere della sera ad esempio)...
  • rianna scrive:
    anche HTML5 richiede i codecs installati
    anche HTML5 richiede di avere dei codec installati, quindi alla fine è lo stesso principio di Flash, con la differenza che i codec sono installati a default, quindi i browser risulteranno a default vulnerabili da possibili exploit di questi codec. Si passa quindi dalla padella alla brace
    • ruppolo scrive:
      Re: anche HTML5 richiede i codecs installati
      Immagino tu sia a conoscenza dei problemi di sicurezza legati ai PDF e Acrobat. Su Mac i PDF sono supportati nativamente (sia la creazione che la visualizzazione), mentre su Windows anche per la sola visualizzazione è richiesta l'applicazione Adobe Reader (e relativo plugin per il browser). Come avrai capito, il Mac non ha tali problemi di sicurezza. E non ha nemmeno il problema della compatibilità, visto che il supporto PDF fa parte del sistema operativo. La stessa cosa vale per un codec implementato a livello di sistema operativo.
      • rianna scrive:
        Re: anche HTML5 richiede i codecs installati
        - Scritto da: ruppolo
        Come avrai capito, il Mac non ha
        tali problemi di sicurezza. FALSISSIMO, le falle di Adobe sono sempre multipiattaforma
        • krane scrive:
          Re: anche HTML5 richiede i codecs installati
          - Scritto da: rianna
          - Scritto da: ruppolo

          Come avrai capito, il Mac non ha

          tali problemi di sicurezza.
          FALSISSIMO, le falle di Adobe sono sempre
          multipiattaformaSulle altre piattaforme si tende a non usare Adobe, mica e' l'unica che sa leggere i pdf...
        • ruppolo scrive:
          Re: anche HTML5 richiede i codecs installati
          - Scritto da: rianna
          - Scritto da: ruppolo

          Come avrai capito, il Mac non ha

          tali problemi di sicurezza.

          FALSISSIMO, le falle di Adobe sono sempre
          multipiattaformaCiò che non hai capito è che su Mac non c'è bisogno di un software Adobe per gestire i PDF.
          • Momento di inerzia scrive:
            Re: anche HTML5 richiede i codecs installati
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: rianna

            - Scritto da: ruppolo


            Come avrai capito, il Mac non ha


            tali problemi di sicurezza.



            FALSISSIMO, le falle di Adobe sono sempre

            multipiattaforma

            Ciò che non hai capito è che su Mac non c'è
            bisogno di un software Adobe per gestire i
            PDF.Neanche tu hai capito che pure su PC non c'è bisogno di un software Adobe per gestire i PDF.Potenza edi formati Open... tanto per tornare On Topic :D
        • Sgabbio scrive:
          Re: anche HTML5 richiede i codecs installati
          Le falle del software della adobe, non certo del formato PDF :D
        • alexjenn scrive:
          Re: anche HTML5 richiede i codecs installati
          - Scritto da: rianna
          - Scritto da: ruppolo

          Come avrai capito, il Mac non ha

          tali problemi di sicurezza.

          FALSISSIMO, le falle di Adobe sono sempre
          multipiattaformaIl tuo assunto è vero ma il contesto è errato.Riprova.
      • Palmipedone scrive:
        Re: anche HTML5 richiede i codecs installati
        esattamente come su ubuntu
      • Sgabbio scrive:
        Re: anche HTML5 richiede i codecs installati
        Ovvio che su windows non c'è il supporto nativo dei PDF! La microsoft deve sfruttare la sua posizione dominate per imporre il suo formato simil PDF :D
        • ruppolo scrive:
          Re: anche HTML5 richiede i codecs installati
          - Scritto da: Sgabbio
          Ovvio che su windows non c'è il supporto nativo
          dei PDF! La microsoft deve sfruttare la sua
          posizione dominate per imporre il suo formato
          simil PDF
          :DCerto che per gli utenti è una vera in**lata. E poi hanno il coraggio di confrontarlo con OS X...
          • Sgabbio scrive:
            Re: anche HTML5 richiede i codecs installati
            Bhe Infatti XPS c'erca d'imporlo cosi, mi risulta che il PDF sia un formato Standard e ben documentato, non si può soppiantare cosi di punto in bianco.Ma microsoft fa sempre sti giochetti, pure con bing in defult su IE :D
    • Sgabbio scrive:
      Re: anche HTML5 richiede i codecs installati
      il codec che farà parte dello standard, sarà implementato nel browser, credo...
      • Momento di inerzia scrive:
        Re: anche HTML5 richiede i codecs installati
        L'ideale sarebbe che lasciassero stare tutta 'sta guerra e facessero decidere ai web designer che codec usare (del resto il tag img non è che fa lo schifiltoso se gli passi una gif, una jpg o una png).Basterebbe poi prevedere qualcosa simile a quella dei tag object o embed: un attributo tipo "codecbase" che farà comparire un riquadro con il link per lo scaricamento del codec necessario in caso in cui il codec richiesto non fosse presente sul SO oppure supportato nativamente dal browser.A quel punto sarebbe il mercato a decidere.
  • Loris Batacchi scrive:
    Apple html 5 e css3 a gogo...
    Giusto ieri provavo a fare una web app per l'iphone, rettangolo con gli angoli rotondi?-moz-border-radius: 5px; -webkit-border-radius: 5px; Finito e va.gli altri browser? chi se frega tanto e' una webapp per l'iphone
    • Sgabbio scrive:
      Re: Apple html 5 e css3 a gogo...
      oddio esistono dei tag "proprietari" nei css3 ?
      • irolav scrive:
        Re: Apple html 5 e css3 a gogo...
        No, esistono delle implementazioni temporanee da parte dei principali motori di rendering di quelle funzioni css3 ancora non definitive nello standard.A regime diventeranno border-radiusVale anche per diverse altre funzioni.
        • Sgabbio scrive:
          Re: Apple html 5 e css3 a gogo...
          Si è vero, ho notato che Wikipedia usa quello temporaneo che gira solo su gecko...
  • Nome e cognome scrive:
    Francamente, mi pare una min****nata.

    According to Ozer, the differences between HTML5 and Flash playback on a Mac could be virtually eliminated if Flash could make use of GPU acceleration.Che cosa impedisce ad Adobe di usare l'accelerazione della scheda grafica?Quake Live è fornito sotto forma di normalissimo plugin di Safari, al pari di Flash, eppure sfrutta certamente la GPU. Quali "vincoli" avrebbe trovato Adobe?O forse lasciamo che gli articoli vengano scritti da gente faziosa (hurr durr faccio corsi di Flash) e incompetente?
  • harvey scrive:
    Ma perchè si parla sempre di codec?
    Non lo mai capito, me perche' su queste tecnologie si parla sempre di codec vide e mai quanto e' facileveloce l'implementazione di un sito?Onestamente mi pare solo la cosa più facile da vedere, ma anche la più inutileChi deve far applicazioni web va a vedere altre cose ....
    • Momento di inerzia scrive:
      Re: Ma perchè si parla sempre di codec?
      Dal mio punto di vista il problema è che al cliente (o a te stesso che ti fai il tuo sito) devi spiegare che i video devono essere compressi con un certo codec per poterli visualizzare con una certa tecnologia in voga adesso (flash) ed essere al sicuro per quella del futuro (HTML5 o quello che verrà).In altre parole, devo comprimere i video nel codec che sopravvive al web del futuro (perché di certo non mi metto a ricomprimere tutto) e che sia supportato da un qualche video player flash, dato che se dico al cliente "non si preoccupi, le faccio il sito in HTML5 e tra qualche anno il 100% degli utenti potrà vederlo, mentre adesso solo il 48% è attrezzato", lui mi caccia a calci in q-lo.Esiste un video player flash che supporti OGG Theora?
    • panda rossa scrive:
      Re: Ma perchè si parla sempre di codec?
      - Scritto da: harvey
      Chi deve far applicazioni web va a vedere altre
      cose
      ....Chi deve pagare pero' si'.E' meglio una applicazione web che costa solo il lavoro del programmatore o un'altra che costa il lavoro del programmatore piu' royalties per l'eternita' con il rischio che un bel giorno chi detiene i diritti sulla tecnologia decida di non concedertela piu'?In altre parole: preferisci avere tu le chiavi di casa tua, oppure che le abbia un portiere, che paghi, e che ti apre lui la porta, fintanto che c'e', e quando non ci sara' piu' non entri piu' in casa tua?
      • harvey scrive:
        Re: Ma perchè si parla sempre di codec?
        Ma qua stiamo discutendo su quanto entri veloce dentro la porta, mica chi devi pagare..A me interessa quanto mi costa innanzitutto fare la porta, e' inutile che mi vanno al doppio la gente quando entra, se poi ho la sala d'attesa, ma mi serve sapere se devo pagare il doppio o no uno per costruirla
  • 00101010 scrive:
    Mah...
    Questo articolo mi perplime e non poco, in quanto si confronta la tecnologia flash (basata sui plugin) con una tecnologia quale HTML5 che ha diversi principi (Parsing Based) e che è ancora sperimentale e indefinita.Un altra cosa che mi lascia abbastanza l'amaro in bocca è che dall'articolo sembra che solo safari e chrome implementino (parte di) HTML5 mentre invece anche altri browser lo implementano (leggasi firefox o opera a seconda delle preferenze), la differenza sta nei codec supportati, che non essendo stati definiti possono essere vari; e per i troll che salteranno su a sostenere il contrario perchè "youtube usa h264 quindi è quello il codec" ricordo che: H.264 è stato scelto da google per youtube in quanto è utilizzabile su flash, era uno dei candidati (a torto viste le richieste per i formati date da w3c) per HTML5.
    • Sgabbio scrive:
      Re: Mah...
      Inizialmente doveva essere Ogg Theroea ad essere il formato video usato, però apple e google hanno volevano l'altro codec, quindi si sono formate queste due fazioni.Comunque faccio notare che Chorme supporta entrami i codec contendenti.
      • Nome e cognome scrive:
        Re: Mah...
        Theora è peggiore di H.264, non ha vantaggi a parte la sua "gratuità".
        • Momento di inerzia scrive:
          Re: Mah...
          Spesso "gratis" è la caratteristica più amata dai clienti ^^;;
          • ruppolo scrive:
            Re: Mah...
            - Scritto da: Momento di inerzia
            Spesso "gratis" è la caratteristica più amata dai
            clienti
            ^^;;Si, dai tordi che non hanno ancora capito come funziona il mondo.
          • Mr. X scrive:
            Re: Mah...
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: Momento di inerzia

            Spesso "gratis" è la caratteristica più amata
            dai

            clienti

            ^^;;
            Si, dai tordi che non hanno ancora capito come
            funziona il
            mondo.Non c'è questa enorme differenza che volete far credere tra i 2 codec, e il problema non è nella gratuità o meno, ma nella libertà d'uso (uno non ha problemi, l'altro ha un brevetto)
          • ruppolo scrive:
            Re: Mah...
            - Scritto da: Mr. X
            - Scritto da: ruppolo

            - Scritto da: Momento di inerzia


            Spesso "gratis" è la caratteristica più amata

            dai


            clienti


            ^^;;

            Si, dai tordi che non hanno ancora capito come

            funziona il

            mondo.

            Non c'è questa enorme differenza che volete far
            credere tra i 2 codec, e il problema non è nella
            gratuità o meno, ma nella libertà d'uso (uno non
            ha problemi, l'altro ha un
            brevetto)Anche il tappo corona è brevettato, ma non mi pare che questo abbia creato problemi alla sua diffusione.Mi meraviglio dell'ignoranza della gente: tantissime cose che ci circondano sono brevettate, dov'è il problema?
          • 00101010 scrive:
            Re: Mah...
            - Scritto da: ruppolo
            Anche il tappo corona è brevettato, ma non mi
            pare che questo abbia creato problemi alla sua
            diffusione.Perché i produttori pagano il licensing del brevetto; nel campo dei browsers quanti potrebbero pagare per l'utilizzo di H.264? Firefox? Forse Dillo2? Sicuramente no; Miranda? tanto meno....
            Mi meraviglio dell'ignoranza della gente:
            tantissime cose che ci circondano sono
            brevettate, dov'è il
            problema?Il problema è che il web dev'essere da tutti fruibile indipendentemente dalla natura filosofica dietro al software utilizzato; come un progetto open potrebbe pagare i millioni richiesti dal licensing una volta che l'mpeg group si decidesse a mietere il raccolto?Le linee guida W3C sono chiare in questo, il codec deve essere libero da possibili claim di brevetto, avere almeno un implementazione opensource, essere gratuitamente disponibile.Per quanto riguarda la qualità di theora, essa è si inferiore a quella di H.264, tuttavia non di molto dall'implementazione di thurnselda a questa parte, inoltre sarebbe più adatto al web per il semplice fatto che non ha quella pesantezza, che forza i produttori a supportarlo in hw per avere una visione decente.Detto ciò c'é una possibilità che ancora in pochi hanno esplorato: Dirac, codec opensource della BBC sviluppato per la codifica delle loro trasmissioni in altissima risoluzione.
          • alexjenn scrive:
            Re: Mah...
            - Scritto da: 00101010
            - Scritto da: ruppolo

            Anche il tappo corona è brevettato, ma non mi

            pare che questo abbia creato problemi alla sua

            diffusione.

            Perché i produttori pagano il licensing del
            brevetto; nel campo dei browsers quanti
            potrebbero pagare per l'utilizzo di H.264?
            Firefox? Forse Dillo2? Sicuramente no; Miranda?
            tanto
            meno....


            Mi meraviglio dell'ignoranza della gente:

            tantissime cose che ci circondano sono

            brevettate, dov'è il

            problema?

            Il problema è che il web dev'essere da tutti
            fruibile indipendentemente dalla natura
            filosofica dietro al software utilizzato; come un
            progetto open potrebbe pagare i millioni
            richiesti dal licensing una volta che l'mpeg
            group si decidesse a mietere il
            raccolto?

            Le linee guida W3C sono chiare in questo, il
            codec deve essere libero da possibili claim di
            brevetto, avere almeno un implementazione
            opensource, essere gratuitamente
            disponibile.
            Giusto, ma di questo ne parlerei direttamente con Microsoft, che con il suo "standard" web ha chiuso troppe porte, per le quali l'unica chiave è avere Windows.
          • ruppolo scrive:
            Re: Mah...
            - Scritto da: 00101010
            - Scritto da: ruppolo

            Anche il tappo corona è brevettato, ma non mi

            pare che questo abbia creato problemi alla sua

            diffusione.

            Perché i produttori pagano il licensing del
            brevetto;Appunto.
            nel campo dei browsers quanti
            potrebbero pagare per l'utilizzo di H.264?Penso chiunque. Non credo costi più di 1 dollaro a licenza.Qualcuno sa quanto costa?
            Firefox? Forse Dillo2? Sicuramente no; Miranda?
            tanto
            meno....Chi non può si può accomodare fuori dalla porta.

            Mi meraviglio dell'ignoranza della gente:

            tantissime cose che ci circondano sono

            brevettate, dov'è il

            problema?

            Il problema è che il web dev'essere da tutti
            fruibile indipendentemente dalla natura
            filosofica dietro al software utilizzato;Hai ragione, a me utente non interessa la filosofia, interessa che lo strumento funzioni.
            come un
            progetto open potrebbe pagare i millioni
            richiesti dal licensing una volta che l'mpeg
            group si decidesse a mietere il
            raccolto?Questo è un problema suo, non glielo ha ordinato il dottore né di essere "open" né di essere "free".
            Le linee guida W3C sono chiare in questo, il
            codec deve essere libero da possibili claim di
            brevetto, avere almeno un implementazione
            opensource, essere gratuitamente
            disponibile.Non mi pare ci sia scritto nulla di simile.Anche il semplice GIF, ad esempio, non è open né gratuito. E nemmeno l'mp3. E nemmeno il PDF. Anzi, praticamente il 99% di quello che utilizziamo non è open e/o gratuito.
            Per quanto riguarda la qualità di theora, essa è
            si inferiore a quella di H.264, tuttavia non di
            molto dall'implementazione di thurnselda a questa
            parte, inoltre sarebbe più adatto al web per il
            semplice fatto che non ha quella pesantezza, che
            forza i produttori a supportarlo in hw per avere
            una visione
            decente.Ma gli acceleratori hardware sono fatti per H.264, quindi si tratta solo di digerire la pillola, la strada è quella.
            Detto ciò c'é una possibilità che ancora in pochi
            hanno esplorato: Dirac, codec opensource della
            BBC sviluppato per la codifica delle loro
            trasmissioni in altissima
            risoluzione.Rimane la questione dell'accelerazione hardware. L'industria ha già scelto.
          • Sgabbio scrive:
            Re: Mah...
            - Scritto da: ruppolo

            Penso chiunque. Non credo costi più di 1 dollaro
            a
            licenza.
            Qualcuno sa quanto costa?Il punto è questo: Non si sa! Quanto può costare la royalty ? Verrà applicata ad ogni singola copia ? Varrò anche per chi lo utilizza per codificare i video su un sito ? Come vedi ci sono un sacco di nubi legali su questo formato, che fa diventare titubanti.
            Chi non può si può accomodare fuori dalla porta.Qui praticamente non capisci la gravità del problema. Se per supportare uno standard W3c, uno si deve svenare per dar soldi a chi a creato quel codec, prima di tutto il tag video morirebbe sul nascere, rischiando di avere sul groppone mattoni come Flash.Seconda cosa, se prenderebbe piede il tag a queste condizioni, taglierebbe fuori nuovi concorrenti che non hanno certo dei capitali enormi come i browser più famosi, questo danneggerebbe il settore dei browser web, dove solo degli ultimi anni si è un pò ripreso grazie a firefox. Perfavore non facciamo i fanboy.

            Hai ragione, a me utente non interessa la
            filosofia, interessa che lo strumento
            funzioni.Tu non hai capito quello che ha detto il tizio sopra...tipico da fanboy ottenebrato.Intende che deve essere tranquillamente fruibile anche dagli sviluppatori di un browser web. Se ci sono enormi spese d'affrontare per via delle royalty, stai tranquillo che succederà un disastro sotto gli aspetti detti sopra...
            Questo è un problema suo, non glielo ha ordinato
            il dottore né di essere "open" né di essere
            "free".Questa è una risposta cieca e ignorante: Ci sarebbero ripercussioni un pò ovunque, sopratutto se un tale mezzo è largamente usato un pò ovunque... Apri gli occhi, Fanboy.
            Non mi pare ci sia scritto nulla di simile.
            Anche il semplice GIF, ad esempio, non è open né
            gratuito. E nemmeno l'mp3. E nemmeno il PDF.
            Anzi, praticamente il 99% di quello che
            utilizziamo non è open e/o
            gratuito.Mp3 non è uno standard w3c..... Il PDF è uno standard ISO con documentazione aperta...... Vabbè lasciamo perdere che tanto non capisci le cose diverse da una mela mangiucchiata malamente.
            Ma gli acceleratori hardware sono fatti per
            H.264, quindi si tratta solo di digerire la
            pillola, la strada è
            quella.Non è perchè ci sono gli acceleratori HW per quel codec, per forza bisogna andare di li. Se ci sono ostacoli di tipo legale per il supporto nativo di quest'ultimo su un browser web, non è detto che lo standard diventerà quello (E' come standard intendo quello w3c).
            Rimane la questione dell'accelerazione hardware.
            L'industria ha già
            scelto.Questa è una non risposta, come al solito. Se lo standard è un'altro l'industria si attacca.
          • ruppolo scrive:
            Re: Mah...
            - Scritto da: Sgabbio
            - Scritto da: ruppolo





            Penso chiunque. Non credo costi più di 1 dollaro

            a

            licenza.

            Qualcuno sa quanto costa?

            Il punto è questo: Non si sa!TU non lo sai, IO non lo so, Apple Google lo sanno perfettamente, visto che pagano!
            Quanto può costare
            la royalty ? Verrà applicata ad ogni singola
            copia ? Varrò anche per chi lo utilizza per
            codificare i video su un sito ?OVVIO! Compri il software di compressione e nel prezzo è compresa la licenza per codec, come avviene da decenni!
            Come vedi ci sono
            un sacco di nubi legali su questo formato, che fa
            diventare titubanti.Non c'è nessuna nube, c'è solo il problema di FireFox che essendo gratuito (e sottolineo GRATUITO) non ha i soldi per pagare una QUALSIASI royalty per-copia.Ebbene, qui vediamo un LIMITE OGGETTIVO dell'open source utilizzato direttamente dagli utenti (e non è l'unico, i vari Linux desktop sono un altro esempio). Se l'open source viene invece utilizzato, COME È GIUSTO CHE SIA, dalle aziende informatiche, il problema non si pone: tali aziende aggiungono il costo della licenza del codec insieme ai mille altri costi.
          • 00101010 scrive:
            Re: Mah...
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: Sgabbio

            - Scritto da: ruppolo









            Penso chiunque. Non credo costi più di 1
            dollaro


            a


            licenza.


            Qualcuno sa quanto costa?



            Il punto è questo: Non si sa!

            TU non lo sai, IO non lo so, Apple Google lo
            sanno perfettamente, visto che
            pagano!Ehm .... NO!!!!!L'MPEG group non richiede denaro per il licensing e non lo richiederà fino al 2012; allora se la loro tecnologia sarà diffusa come standard potranno chiedere ciò che vogliono, da 1 euro a 1*10^27 euro....

            Quanto può costare

            la royalty ? Verrà applicata ad ogni singola

            copia ? Varrò anche per chi lo utilizza per

            codificare i video su un sito ?
            OVVIO! Compri il software di compressione e nel
            prezzo è compresa la licenza per codec, come
            avviene da
            decenni!Vedi non è così semplice, infatti devono pagare i proprietari del sito, per codificare in tale formato, e i produttori dei browser per fruirne.

            Come vedi ci sono

            un sacco di nubi legali su questo formato, che
            fa

            diventare titubanti.

            Non c'è nessuna nube, c'è solo il problema di
            FireFox che essendo gratuito (e sottolineo
            GRATUITO) non ha i soldi per pagare una QUALSIASI
            royalty
            per-copia.
            Ebbene, qui vediamo un LIMITE OGGETTIVO dell'open
            source utilizzato direttamente dagli utenti (e
            non è l'unico, i vari Linux desktop sono un altro
            esempio). Se l'open source viene invece
            utilizzato, COME È GIUSTO CHE SIA, dalle aziende
            informatiche, il problema non si pone: tali
            aziende aggiungono il costo della licenza del
            codec insieme ai mille altri
            costi.La nube deriva dal fatto che non si sa quanto ne se si pagerà, non si sa se il licensing sarà applicato al solo decoder al solo coder o ad entrambi; la nube riguarda il fatto che nonostante i mac-fanboy esaltino safari il web deve essere aperto, neutrale ed interoperabile; altrimenti non avrebbe senso piantare lì flash (nonostante quello che il messia Steve Jesus Jobs dice).
          • Momento di inerzia scrive:
            Re: Mah...
            Piccola precisazione: l'MPEG Group non c'entra niente con il licensing dell'h.264Tanto per semplificare le cose, la licenza è in mano a una società che si chiama MPEG LA(che credo siano questi qua http://www.mpegla.com/main/default.aspx )
          • Sgabbio scrive:
            Re: Mah...
            - Scritto da: ruppolo

            TU non lo sai, IO non lo so, Apple Google lo
            sanno perfettamente, visto che
            pagano!Fino al 2012 0 2015, non si sà nulla a dire il vero.
            OVVIO! Compri il software di compressione e nel
            prezzo è compresa la licenza per codec, come
            avviene da
            decenni!Guarda che non ci sono più browser a pagamento da un bel pò, Opera è pure Firewall.... Chi comprerebbe la licenza per usufruire di una standard web che dovrebbe essere in realtà accessibile per chiunque senza barriere di sorta ? Credo in pochini... Tra l'altro chi dovrebbe pagara la licenza non sarebbe l'utente finale, ma chi fa il browser e chi fa il sito da quel poco che si sa.
            Non c'è nessuna nube, c'è solo il problema di
            FireFox che essendo gratuito (e sottolineo
            GRATUITO) non ha i soldi per pagare una QUALSIASI
            royalty
            per-copia.Hmmmm La mozilla fontadion ne ha di soldi (tra l'altro google era tra i maggiori finanziatori...). Hai idea di quante copie vengono in giro di un software gratuito via download ? Quando dovrebbe pagare ? Un eneormità se quantifichi che un software è copiabile all'infinito....
            Ebbene, qui vediamo un LIMITE OGGETTIVO dell'open
            source utilizzato direttamente dagli utenti (e
            non è l'unico, i vari Linux desktop sono un altro
            esempio). Se l'open source viene invece
            utilizzato, COME È GIUSTO CHE SIA, dalle aziende
            informatiche, il problema non si pone: tali
            aziende aggiungono il costo della licenza del
            codec insieme ai mille altri
            costi.Mamma mia che limitazione mentale la tua... Tralasciando la tua filippica anti opensource (tralasciando che apple ne è in mezzo), non si chi, come si dovrà pagare è se si dovrà pagare....
          • ruppolo scrive:
            Re: Mah...
            - Scritto da: Sgabbio
            - Scritto da: ruppolo




            TU non lo sai, IO non lo so, Apple Google lo

            sanno perfettamente, visto che

            pagano!

            Fino al 2012 0 2015, non si sà nulla a dire il
            vero.http://www.mpegla.com/main/programs/avc/Documents/AVC_TermsSummary.pdf
            Guarda che non ci sono più browser a pagamento da
            un bel pò,Safari e IE? La maggior parte di quelle copie viene data insieme al sistema operativo.
            Hmmmm La mozilla fontadion ne ha di soldi (tra
            l'altro google era tra i maggiori
            finanziatori...). Hai idea di quante copie
            vengono in giro di un software gratuito via
            download ? Quando dovrebbe pagare ? Un
            eneormità se quantifichi che un software è
            copiabile
            all'infinito....Ecco un bel problema per l'open source.
            Mamma mia che limitazione mentale la tua...
            Tralasciando la tua filippica anti opensource
            (tralasciando che apple ne è in mezzo), non si
            chi, come si dovrà pagare è se si dovrà
            pagare....No no, la questione è: come farà l'open source a pagare?Semplice: non pagherà. E quindi? Quindi tanti saluti ai browser distribuiti gratuitamente.Finirà che li prenderemo su un "AppStore" a 79 centesimi (visto che la licenza per il decoder H.264 costa 10 centesimi di dollaro).
          • Momento di inerzia scrive:
            Re: Mah...
            - Scritto da: ruppolo
            (visto che la licenza per il decoder
            H.264 costa 10 centesimi di
            dollaro).All'anno...Se ne vendi più di 5 milioni di pezzi.Che fa una cifra variabile tra 500mila e 5 milioni (cap previsto per il biennio 2009-2010)All'anno...E senza nessuna garanzia che domani non diventi 10 dollari a pezzo.
          • Sgabbio scrive:
            Re: Mah...
            - Scritto da: ruppolo

            http://www.mpegla.com/main/programs/avc/Documents/Ti ha già risposto momento di inerzia.
            Safari e IE? La maggior parte di quelle copie
            viene data insieme al sistema
            operativo.Ah parte che non esiste solo IE è Safari, tra l'altro Safari è scaricabile su windows, su varie versioni di quest'ultimo, L'ultima versione di IE è disponibile anche per vecchie versioni di win, quindi quando dovrebbero pagare ? :D

            Ecco un bel problema per l'open source.Ma anche no :D
            No no, la questione è: come farà l'open source a
            pagare?
            Semplice: non pagherà. E quindi? Quindi tanti
            saluti ai browser distribuiti
            gratuitamente.Anche Opera è distribuito Gratuitamente... guarda che Open Soruce non vuol dire gratis a prescindere, eh ? Tra l'altro un balzello da pagare per uno standard web, ucciderebbe anche eventuali nuovi concorrenti.Open o non Open.
            Finirà che li prenderemo su un "AppStore" a 79
            centesimi (visto che la licenza per il decoder
            H.264 costa 10 centesimi di
            dollaro).Cosac'entra appstore ??? Tra l'altro per la storia del costo ti ha già spiegato tutto Moento d'inerzia.
          • zuzzurro scrive:
            Re: Mah...
            Ecco, vedi, è quando fai così che non si capsice tanto il perchè devi avercela per forza di cosa contro tutto ciò che non è Apple...Guarda che se il mondo dell'informatica avesse fatto a meno dell'open nemmeno apple sarebbe al livello che è.Che tristezza, scusami tanto!!!
          • 00101010 scrive:
            Re: Mah...
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: 00101010

            - Scritto da: ruppolo


            Anche il tappo corona è brevettato, ma non mi


            pare che questo abbia creato problemi alla sua


            diffusione.



            Perché i produttori pagano il licensing del

            brevetto;

            Appunto.


            nel campo dei browsers quanti

            potrebbero pagare per l'utilizzo di H.264?

            Penso chiunque. Non credo costi più di 1 dollaro
            a
            licenza.
            Qualcuno sa quanto costa?Non è ancora stato definito un prezzo; quando sarà definito potrà anche essere di un zettagliardo, e nessuno può impedirlo..

            Firefox? Forse Dillo2? Sicuramente no; Miranda?

            tanto

            meno....
            Chi non può si può accomodare fuori dalla porta.



            Mi meraviglio dell'ignoranza della gente:


            tantissime cose che ci circondano sono


            brevettate, dov'è il


            problema?



            Il problema è che il web dev'essere da tutti

            fruibile indipendentemente dalla natura

            filosofica dietro al software utilizzato;

            Hai ragione, a me utente non interessa la
            filosofia, interessa che lo strumento
            funzioni.Appunto se la filosofia dietro al software è quella open tu devi poter fruire lo stesso del web, come anche se la filosofia è quella "closed come le gambe di una suora" di apple o quella "mungiamo gli utenti come fossero vacche" di microsoft

            come un

            progetto open potrebbe pagare i millioni

            richiesti dal licensing una volta che l'mpeg

            group si decidesse a mietere il

            raccolto?
            Questo è un problema suo, non glielo ha ordinato
            il dottore né di essere "open" né di essere
            "free".Sveglione guarda che la fee può essere decisa in seguito; e può anche essere fuori dalla portata di molte aziende commerciali; come ti sentiresti se un giorno il tuo safari non potesse aprire i video perché il costo di licensing mette h264 a disposizione solo di chi ha il monopolio dei pc?

            Le linee guida W3C sono chiare in questo, il

            codec deve essere libero da possibili claim di

            brevetto, avere almeno un implementazione

            opensource, essere gratuitamente

            disponibile.
            Non mi pare ci sia scritto nulla di simile.
            Anche il semplice GIF, ad esempio, non è open né
            gratuito. E nemmeno l'mp3. E nemmeno il PDF.
            Anzi, praticamente il 99% di quello che
            utilizziamo non è open e/o
            gratuito.Infatti negli standard W3C non sono presenti ne PDF (Standard ISO a documentazione aperta) ne GIF; ma PNG (Libero da brevetti e con implementazione libera (http://www.libpng.org/))

            Per quanto riguarda la qualità di theora, essa è

            si inferiore a quella di H.264, tuttavia non di

            molto dall'implementazione di thurnselda a
            questa

            parte, inoltre sarebbe più adatto al web per il

            semplice fatto che non ha quella pesantezza, che

            forza i produttori a supportarlo in hw per avere

            una visione

            decente.
            Ma gli acceleratori hardware sono fatti per
            H.264, quindi si tratta solo di digerire la
            pillola, la strada è
            quella.Ehm ... ancora una volta ... NO!!!Gli acceleratori hw sono delle estensioni nei drivers che sfruttano le convoluzioni di matrici tridimensionali e la gestione dei colorspace (operazioni schede grafiche) per renderizzare i video h264; ciò implica che se si volesse sarebbe un giochetto implementare anche un altro codec; inoltre il fatto che theora non usi tali estensioni ma giri unicamente su cpu e ottenga le stesse prestazioni in riproduzione implica che è decisamente più leggero e quindi più adatto ad un utilizzo web.

            Detto ciò c'é una possibilità che ancora in
            pochi

            hanno esplorato: Dirac, codec opensource della

            BBC sviluppato per la codifica delle loro

            trasmissioni in altissima

            risoluzione.
            Rimane la questione dell'accelerazione hardware.
            L'industria ha già
            scelto.Peccato; dico davvero che i tipi del w3c non hanno ancora scelto, e che l'industria potrebbe ritrovarsi un toro infilato in un certo orifizio...
          • ruppolo scrive:
            Re: Mah...
            - Scritto da: 00101010
            Sveglione guarda che la fee può essere decisa in
            seguito; e può anche essere fuori dalla portata
            di molte aziende commerciali; come ti sentiresti
            se un giorno il tuo safari non potesse aprire i
            video perché il costo di licensing mette h264 a
            disposizione solo di chi ha il monopolio dei
            pc?http://www.mpegla.com/main/programs/avc/Documents/AVC_TermsSummary.pdf

            Ma gli acceleratori hardware sono fatti per

            H.264, quindi si tratta solo di digerire la

            pillola, la strada è

            quella.

            Ehm ... ancora una volta ... NO!!!
            Gli acceleratori hw sono delle estensioni nei
            drivers http://en.wikipedia.org/wiki/H.264/MPEG-4_AVC_products_and_implementations#Prominent_hardware_implementations
          • 00101010 scrive:
            Re: Mah...
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: 00101010

            Sveglione guarda che la fee può essere decisa in

            seguito; e può anche essere fuori dalla portata

            di molte aziende commerciali; come ti sentiresti

            se un giorno il tuo safari non potesse aprire i

            video perché il costo di licensing mette h264 a

            disposizione solo di chi ha il monopolio dei

            pc?

            http://www.mpegla.com/main/programs/avc/Documents/Forse non ti è chiaro; sai che tecnica usò una certa azienda per elimiare i concorrenti dal mercato anni fa? Esatto diede a basso prezzo i suoi prodotti (oltre che diffonderli nel sottobosco pirata), sicché una volta divenuti indispensabili i suoi sistemi ha alzato il prezzo delle licenze in modo esponenziale...Il bello (ed il brutto) di concedere in licensing un brevetto o un prodotto software in modo commerciale è che posso cambiare le regole di licensing quando voglio: oggi si paga 3 euro domani 10 dopodomani 300 fra una settimana 2 e fra un mese 6000...


            Ma gli acceleratori hardware sono fatti per


            H.264, quindi si tratta solo di digerire la


            pillola, la strada è


            quella.



            Ehm ... ancora una volta ... NO!!!

            Gli acceleratori hw sono delle estensioni nei

            drivers

            http://en.wikipedia.org/wiki/H.264/MPEG-4_AVC_prodDimenticavo i chip dedicati! Già ero focalizzato sulle impelmentazioni su pc che ho dimenticato i chip dedicati... se non fosse che per buona parte sono semplici chip programmabili sui quali è possibile flashare anche altri codec...
          • gerry scrive:
            Re: Mah...
            - Scritto da: ruppolo
            Mi meraviglio dell'ignoranza della gente:
            tantissime cose che ci circondano sono
            brevettate, dov'è il
            problema?Che l'MPEG group non ha detto "pagatemi". Ha detto "mah, oggi no, domani chissà".Non puoi mettere in piedi un business senza sapere se e quanto dovrai pagare in un prossimo futuro, diventi un ostaggio dell'MPEG group.Evidentemente Apple e Google hanno buoni rapporti o buoni motivi per non temerli più di tanto.
          • Sgabbio scrive:
            Re: Mah...
            Se google non li temesse, non supporterebbe anche l'altro codec concorrente :D
          • gerry scrive:
            Re: Mah...
            - Scritto da: Sgabbio
            Se google non li temesse, non supporterebbe anche
            l'altro codec concorrente
            :Dsupportarlo non gli costa niente, ma gli da il vantaggio di esibire una bella faccia open. :)
          • Sgabbio scrive:
            Re: Mah...
            Più che altro google si è comprata l'azienda che aveva donato un codec per il progetto Theorea :DComunque Google preferisce tenere i piedi in due staffe, non si sa mai :D
          • ruppolo scrive:
            Re: Mah...
            - Scritto da: gerry
            - Scritto da: ruppolo


            Mi meraviglio dell'ignoranza della gente:

            tantissime cose che ci circondano sono

            brevettate, dov'è il

            problema?

            Che l'MPEG group non ha detto "pagatemi". Ha
            detto "mah, oggi no, domani
            chissà".
            Non puoi mettere in piedi un business senza
            sapere se e quanto dovrai pagare in un prossimo
            futuro, diventi un ostaggio dell'MPEG
            group.Capirai che problema, siamo già "ostaggi" di migliaia di tecnologie.
            Evidentemente Apple e Google hanno buoni rapporti
            o buoni motivi per non temerli più di
            tanto.Evidentemente pagano il brevetto, come migliaia di altri brevetti.
          • Sgabbio scrive:
            Re: Mah...
            Fingiamo di non capire...
          • Funz scrive:
            Re: Mah...
            - Scritto da: ruppoloCongratulazioni per il tuo traguardo delle 9000 stupidaggini postate:p
          • ruppolo scrive:
            Re: Mah...
            - Scritto da: Funz
            - Scritto da: ruppolo

            Congratulazioni per il tuo traguardo delle 9000
            stupidaggini
            postate
            :pVedo che anche tu sei riuscito a postarne qualche migliaio... :p
          • Funz scrive:
            Re: Mah...
            - Scritto da: ruppolo

            Congratulazioni per il tuo traguardo delle 9000

            stupidaggini

            postate

            :p
            Vedo che anche tu sei riuscito a postarne qualche
            migliaio...
            :pPerò tu posti dal 26/3/2007, io dal 2/12/2002http://punto-informatico.it/cerca.aspx?s=nick%3a%22funz%22&t=0&o=0&p=463:p
          • Momento di inerzia scrive:
            Re: Mah...
            Si, bravo, ripetiamo il papocchio GIF e rimettiamo i gioielli di famiglia in mano a qualcuno che può strizzarceli come vuole e quando vuole...
          • Sgabbio scrive:
            Re: Mah...
            A proposito ma gli Apng nessuno li usa ?
        • Sgabbio scrive:
          Re: Mah...
          Il confronto lo regge, il problema dell'altro è la poca chiarezza sulle royalty.
  • hp suck scrive:
    2 cose importanti
    come già detto nell'articolo, 1) si sta comparando una tecnologia matura e proprietaria, con una in via di svilupppo, e in via di standardizzazione2) sin quando non si risolverà sta cosa delle licenze sul codec .. difficilmente si vedrà uno standard per l'html5
    • MAH scrive:
      Re: 2 cose importanti

      1) si sta comparando una tecnologia matura e
      proprietaria, con una in via di svilupppo, e in
      via di standardizzazioneE quando HTML5 sarà maturo,Flash sarà ancora più maturo,e probabilmente perfino meno proprietario.
      • Sgabbio scrive:
        Re: 2 cose importanti
        Quando tutto lo standard sarà messo a posto, direi che i tempi di liberarsi di flash, saranno maturi.
        • Homo Penis scrive:
          Re: 2 cose importanti
          Visti i tempi biblici del W3C, ci saranno già i motori a curvatura e Flash lo conosceranno solo gli archeologi.
          • Sgabbio scrive:
            Re: 2 cose importanti
            Se alcuni non si impuntavano sul codec video da usare, non si allungavano i tempi.
          • 4.3BSD scrive:
            Re: 2 cose importanti
            - Scritto da: Sgabbio
            Se alcuni non si impuntavano sul codec video da
            usare, non si allungavano i tempi.Anche in V elementare ogni tanto usano congiuntivi e condizionali.
    • Sgabbio scrive:
      Re: 2 cose importanti
      Si, invece di impuntarsi sul H.264, potevano puntare su OGG, oppure potevano contribuire a dare una chiarezza legale sul codec che apple spinge tanto.
  • FinalCut scrive:
    Jan Ozer è come Umilio Fede
    Il report è fatto da un certo Jan Ozer, che per vivere scrivi libri e fa seminari sulle tecnologie di Adobe....l'articolo originale è anche interrotto dalla pubblicità di Ozer stesso: Streaming Production and Flash Delivery Workshop....http://www.roughlydrafted.com/2010/03/11/fraud-science-used-to-promote-flash-performance-over-web-standardsInsomma è come chiedere ad Umilio Fede se Berlusconi è innocente...(linux)(apple)
  • MAH scrive:
    Flash vs HTML5? Vince Silverlight
    Come evidenziato nell'altro articolo di oggi,tra i due litiganti M$ gode.
    • Sgabbio scrive:
      Re: Flash vs HTML5? Vince Silverlight
      Che gioia avere sempre dei plug in sul groppone quando si potrebbe fare a meno di queste cose :D
      • MAH scrive:
        Re: Flash vs HTML5? Vince Silverlight
        C'e' da dire che, come al solito,una soluzione targata M$funziona meglio di ogni altra.
        • Sgabbio scrive:
          Re: Flash vs HTML5? Vince Silverlight
          Qui si nota la trollata fin da subito :D
        • ruppolo scrive:
          Re: Flash vs HTML5? Vince Silverlight
          - Scritto da: MAH
          C'e' da dire che, come al solito,
          una soluzione targata M$
          funziona meglio di ogni altra.Sarebbe una battuta?
          • Shiba scrive:
            Re: Flash vs HTML5? Vince Silverlight
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: MAH

            C'e' da dire che, come al solito,

            una soluzione targata M$

            funziona meglio di ogni altra.

            Sarebbe una battuta?Piuttosto oscena, anche. :D
        • GoldenBoy scrive:
          Re: Flash vs HTML5? Vince Silverlight
          Diciamo che un plugin meno esoso di flash non è stato difficile crearlo.alla adobe sono stati troppo sugli allori di flash, con il suo finto multipiattaforma quando poi funziona "bene" solo su windows.Fosse per me flash non esisterebbe in alcun sito.Silverlight non è male, ma se si potesse usare qualcosa di più standard come i video in html5, preferirei di gran lunga...anche ms prima ti da la carota e poi il bastone...
        • alexjenn scrive:
          Re: Flash vs HTML5? Vince Silverlight
          - Scritto da: MAH
          C'e' da dire che, come al solito,
          una soluzione targata M$
          funziona meglio di ogni altra. :|
    • pabloski scrive:
      Re: Flash vs HTML5? Vince Silverlight
      se lo dici tu :D
      • MAH scrive:
        Re: Flash vs HTML5? Vince Silverlight
        Ho dimenticato silverlight in questo leggendario posthttp://punto-informatico.it/b.aspx?i=2782046&m=2782093Peccato, o forse l'anno di silverlight sarà il prossimo :P
        • 2881 scrive:
          Re: Flash vs HTML5? Vince Silverlight
          Cos'e' silverlight?
          Peccato, o forse l'anno di silverlight sarà il
          prossimo
          :P
          • MAH scrive:
            Re: Flash vs HTML5? Vince Silverlight
            http://www.microsoft.com/silverlight/
          • Homo Penis scrive:
            Re: Flash vs HTML5? Vince Silverlight
            http://www.rai.tv/L'hanno fatto con Silverlight :'(
        • pabloski scrive:
          Re: Flash vs HTML5? Vince Silverlight
          cos'è quel post? una tua raccolta di sparate senza sensol'anno di microsoft? sarà ma io vedo solo trend negativisilverlight? si d'accordo, ma il 95% del web è ancora flash
          • harvey scrive:
            Re: Flash vs HTML5? Vince Silverlight
            Sarebbe da capire se il 95% e' fatto da flash solo perche' chi fa siti sa usare flash, o per un reale motivoOnestamente flash mi fa piuttosto schifo, preferisco la programmazione di silverlight, ma purtroppo fino a quando non sarà multipiattaforma, la vedo dura
        • Funz scrive:
          Re: Flash vs HTML5? Vince Silverlight
          - Scritto da: MAH
          Ho dimenticato silverlight in questo leggendario
          post
          http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2782046&m=278
          Cavolo, me l'ero perso :|(rotfl)
    • Andreabont scrive:
      Re: Flash vs HTML5? Vince Silverlight
      Da quanto so, silverlight si sta facendo strada, ma sarà limitata indubbiamente dalla bassissima compatibilità delle piattaforme non sottomesse a M$....
    • Bisco scrive:
      Re: Flash vs HTML5? Vince Silverlight
      Obiettivamente il player di Microsoft è - veramente - il migliore sotto tutti gli aspetti. Stabilità: non si vede un "click", che sia uno.Scalabilità: c'è una demo da qualche parte che dimostra come riesca a modificare la qualità dell'immagine run-time, in base alla connessione.Qualità: è un parere personale, ma il codec MS è molto più simile ad un xVid, con una migliore resa grafica.
      • okok scrive:
        Re: Flash vs HTML5? Vince Silverlight
        - Scritto da: Bisco
        Obiettivamente il player di Microsoft è -
        veramente - il migliore sotto tutti gli aspetti.

        Stabilità: non si vede un "click", che sia uno.
        Scalabilità: c'è una demo da qualche parte che
        dimostra come riesca a modificare la qualità
        dell'immagine run-time, in base alla
        connessione.
        Qualità: è un parere personale, ma il codec MS è
        molto più simile ad un xVid, con una migliore
        resa
        grafica.lol, lo streaming scalare lo fanno tutti, anche il realplayer di 15 anni fa, è una XXXXXta che continuano a mostrare per venderti il server streaming ... Silverlight è appena alla v3 ed è già un carrettone, a metà strada tra flash e un applet java. Comunque I suoi video sono mpeg4 come tutti gli ultimi codec, con l'aggiunta di qualche incapsulamento MS. Tutto dipende da come ti mandano il sorgente. Se ad esempio paragoni la rai.tv con il nuovo la7.tv il video flash pare 10 volte meglio, ma l'unico merito del plugin è di essere più snello.
    • Funz scrive:
      Re: Flash vs HTML5? Vince Silverlight
      - Scritto da: MAH
      Come evidenziato nell'altro articolo di oggi,
      tra i due litiganti M$ gode. :-o
  • Descent scrive:
    Le palle di Jobs
    "su piattaforme Mac, HTML 5 va decisamente meglio di Flash in Safari mentre la differenza si assottiglia con Chrome e Firefox;"Per fortuna che era tutta colpa di flash, eh?"su PC Windows la versione 10.1 di Flash (quella in grado di sfruttare la GPU per l'elaborazione dei contenuti multimediali) distanzia HTML 5 (Chrome) di un notevole 58 per cento in quanto a efficienza nell'utilizzo delle risorse hardware."Per fortuna che flash era una vera schifezza senza speranza, eh?Poveri macachi, adesso che scuse si inventeranno?
    • ruppolo scrive:
      Re: Le palle di Jobs
      - Scritto da: Descent
      "su piattaforme Mac, HTML 5 va decisamente meglio
      di Flash in Safari mentre la differenza si
      assottiglia con Chrome e
      Firefox;"

      Per fortuna che era tutta colpa di flash, eh?Certamente!
      "su PC Windows la versione 10.1 di Flash (quella
      in grado di sfruttare la GPU per l'elaborazione
      dei contenuti multimediali) distanzia HTML 5
      (Chrome) di un notevole 58 per cento in quanto a
      efficienza nell'utilizzo delle risorse
      hardware."

      Per fortuna che flash era una vera schifezza
      senza speranza,
      eh?Esatto, una schifezza senza speranza.


      Poveri macachi, adesso che scuse si inventeranno?Scuse? vediamo... accelerazione hardware h.264?Scherzi a parte, adobe ha trattato di XXXXX Apple (e continua a farlo), quindi ora ne pagherà le conseguenze.Per la cronaca, quel XXXXX di plugin di Flash, su Mac consuma il 7% di risorse in idle!
      • JJletho scrive:
        Re: Le palle di Jobs
        il XXXXX è apple che ormai fa software per telefoni , orologi e radiosveglie...spero che la prossima release di flash non ci sia per mac, ne plugin ne softwarevediamo se qualche mac user poi si lamenterà o inizierà a programmare in html 5
        • Sgabbio scrive:
          Re: Le palle di Jobs
          Sarebbe un mossa idiota, perchè farebbe un favore a silverlight.Che poi la questione del HTML 5 va ben lontano da queste insipide trollate anti apple.
      • Ulisse scrive:
        Re: Le palle di Jobs
        Uh uh, in realtà è stata Apple a incasinare Adobe (nessuno ricorda quando ha detto che supportava Carbon 64bit, e poi ha deciso veloemente di rimouoverlo completamente?
        • Mr. X scrive:
          Re: Le palle di Jobs
          - Scritto da: Ulisse
          Uh uh, in realtà è stata Apple a incasinare Adobe
          (nessuno ricorda quando ha detto che supportava
          Carbon 64bit, e poi ha deciso veloemente di
          rimouoverlo
          completamente?Già e nessuno si ricorda che disse 2 anni prima che avrebbe tolto il supporto a codewarrior e carbon in favore di xcode e cocoa e adobe si svegliò all'ultimo lamentandosi?
        • alexjenn scrive:
          Re: Le palle di Jobs
          - Scritto da: Ulisse
          Uh uh, in realtà è stata Apple a incasinare Adobe
          (nessuno ricorda quando ha detto che supportava
          Carbon 64bit, e poi ha deciso veloemente di
          rimouoverlo
          completamente?Uhm, no.Quando sarebbe sucXXXXX?
      • Steve Robinson Hakkabee scrive:
        Re: Le palle di Jobs
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: Descent

        "su piattaforme Mac, HTML 5 va decisamente
        meglio

        di Flash in Safari mentre la differenza si

        assottiglia con Chrome e

        Firefox;"



        Per fortuna che era tutta colpa di flash, eh?
        Certamente!


        "su PC Windows la versione 10.1 di Flash (quella

        in grado di sfruttare la GPU per l'elaborazione

        dei contenuti multimediali) distanzia HTML 5

        (Chrome) di un notevole 58 per cento in quanto a

        efficienza nell'utilizzo delle risorse

        hardware."



        Per fortuna che flash era una vera schifezza

        senza speranza,

        eh?

        Esatto, una schifezza senza speranza.






        Poveri macachi, adesso che scuse si
        inventeranno?

        Scuse? vediamo... accelerazione hardware h.264?

        Scherzi a parte, adobe ha trattato di XXXXX Apple
        (e continua a farlo), quindi ora ne pagherà le
        conseguenze.
        Per la cronaca, quel XXXXX di plugin di Flash, su
        Mac consuma il 7% di risorse in
        idle!Dai su ruppolo la prossima versione di flash player vedrai che andrà a bestia"Mac users don't despair, however, since other Mac-related enhancements, like support for Core Animation, should boost Mac performance"http://www.kaourantin.net/2010/02/core-animation.html
        • ruppolo scrive:
          Re: Le palle di Jobs
          - Scritto da: Steve Robinson Hakkabee
          Dai su ruppolo la prossima versione di flash
          player vedrai che andrà a
          bestiaOrmai non conta più nulla.iPhone ha dimostrato che quando un web device interessa alla gente, soprattutto alla gente che conta, il web si muove in quella direzione: i siti più importanti del mondo hanno tutti il supporto specifico per iPhone.Flash è finito.
      • Shu scrive:
        Re: Le palle di Jobs
        - Scritto da: ruppolo
        Scherzi a parte, adobe ha trattato di XXXXX Apple
        (e continua a farlo), quindi ora ne pagherà le
        conseguenze.Se Adobe abbandona Apple, Apple sul desktop chiude baracca e burattini, perché i Mac si vendono, in buona parte, per Photoshop e Illustrator.Quindi, se fossi Apple, me la terrei stretta, o mi installerei in casa un team di programmatori in grado di rifare almeno quei due software, prima di mandarli a donnine allegre.Bye.
        • alexjenn scrive:
          Re: Le palle di Jobs
          - Scritto da: Shu
          - Scritto da: ruppolo


          Scherzi a parte, adobe ha trattato di XXXXX
          Apple

          (e continua a farlo), quindi ora ne pagherà le

          conseguenze.

          S e Adobe abbandona Apple,. ..allora perderà una grande e importante fetta di mercato a favore di Silverlight.Pensa, prima di agire ;)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 16 marzo 2010 12.59-----------------------------------------------------------
        • ruppolo scrive:
          Re: Le palle di Jobs
          - Scritto da: Shu
          Se Adobe abbandona Apple, Apple sul desktop
          chiude baracca e burattini, perché i Mac si
          vendono, in buona parte, per Photoshop e
          Illustrator.Una volta.Oggi i Mac si vendono nel mercato professionale della post produzione video cinematografica, animazione 3D cinematografica e produzione musicale, ambiti in cui Adobe è out.Nel settore consumer i prodotti Adobe non hanno rilevanza.Il settore DTP è l'unico che ne soffrirebbe, a breve termine. Ma quello è un settore destinato a modificarsi a livello di strumenti utilizzati, da strumenti per la carta stampata a strumenti per la pubblicazione elettronica. E Adobe in questo campo è uno dei tanti attori.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 16 marzo 2010 14.03-----------------------------------------------------------
          • Momento di inerzia scrive:
            Re: Le palle di Jobs
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: Shu

            Se Adobe abbandona Apple, Apple sul desktop

            chiude baracca e burattini, perché i Mac si

            vendono, in buona parte, per Photoshop e

            Illustrator.

            Una volta.

            Oggi i Mac si vendono nel mercato professionale
            della post produzione video cinematografica,
            animazione 3D cinematografica e produzione
            musicale, ambiti in cui Adobe è
            out.Photoshop, After Effects e Premiere li fa ancora Adobe, vero?:D
    • Sgabbio scrive:
      Re: Le palle di Jobs
      Perchè i troll ignoranti devono sparare sentenze senza manco sapere di quel che parlano ?
      • lammar scrive:
        Re: Le palle di Jobs
        - Scritto da: Sgabbio
        Perchè i troll ignoranti devono sparare sentenze
        senza manco sapere di quel che parlano
        ?Già, perché parli?
        • Sgabbio scrive:
          Re: Le palle di Jobs
          Battuta da circo da trolletto anonimo :DPrima di tutto la questione va oltre a APPLE, perchè hanno fatto in confronto su uno standard che non è stato ancora reificato del tutto, visto che c'è una contesta tra il codec da usare, H.256 contro OGG theorea
    • Mr. X scrive:
      Re: Le palle di Jobs
      - Scritto da: Descent
      "su piattaforme Mac, HTML 5 va decisamente meglio
      di Flash in Safari mentre la differenza si
      assottiglia con Chrome e
      Firefox;"

      Per fortuna che era tutta colpa di flash, eh?


      "su PC Windows la versione 10.1 di Flash (quella
      in grado di sfruttare la GPU per l'elaborazione
      dei contenuti multimediali) distanzia HTML 5
      (Chrome) di un notevole 58 per cento in quanto a
      efficienza nell'utilizzo delle risorse
      hardware."

      Per fortuna che flash era una vera schifezza
      senza speranza,
      eh?


      Poveri macachi, adesso che scuse si inventeranno?Nessuna scusa, falsh resta una schifezza, anche se tra 10 anni adobe si sveglierà e deciderà magnanimamente di rilasciare una beta rappezzata che supporta l'accelerazione hardware anche su mac e linux
    • alexjenn scrive:
      Re: Le palle di Jobs
      - Scritto da: Descent
      "su piattaforme Mac, HTML 5 va decisamente meglio
      di Flash in Safari mentre la differenza si
      assottiglia con Chrome e
      Firefox;"

      Per fortuna che era tutta colpa di flash, eh?Sai, Flash sarebbe scritta da Adobe; prova a chiedere a loro come mai succede questo.


      "su PC Windows la versione 10.1 di Flash (quella
      in grado di sfruttare la GPU per l'elaborazione
      dei contenuti multimediali) distanzia HTML 5
      (Chrome) di un notevole 58 per cento in quanto a
      efficienza nell'utilizzo delle risorse
      hardware."

      Per fortuna che flash era una vera schifezza
      senza speranza,
      eh?
      Se per andare bene Flash, oltre a usare la CPU, deve usare anche la GPU, allora è davvero una schifezza.

      Poveri macachi, adesso che scuse si inventeranno?Nessuna; anzi, lo sai che dovresti mangiare più pesce? Il fosforo fa bene ;)
      • ruppolo scrive:
        Re: Le palle di Jobs
        - Scritto da: alexjenn
        Nessuna; anzi, lo sai che dovresti mangiare più
        pesce? Il fosforo fa bene
        ;)Illumina :D
  • Nedanfor non loggato scrive:
    HTML6
    Perché non fare dei test del genere anche su HTML6? E perché invece del plugin Adobe non hanno usato Gnash? HTML5 non è standard e nessun browser può interpretarlo bene. I browser che lo "supportano" in realtà supportano solo alcune funzionalità che sono fondamentalmente in beta, nulla è ancora definitivo. Questi test sono solo ed esclusivamente FUD .
  • Ruppella scrive:
    Safari sempre primo
    Ormai e' chiaro come il sole come ciò che Eppl crei sia primo in tutto. Notare some safari sia uno degli sparuti browser a supportare questa nuova tecnologia, che, se giobs, lo vorrà, potrà sostituire in tutto e per tutto questo vetusto flesc.
    • Andreabont scrive:
      Re: Safari sempre primo
      Precisazione: HTML5 è supportato da TUTTI i browser più importanti TRANNE Internet Explorer....Safari è uno dei tanti, senza infamia nè gloria....
      • Bisco scrive:
        Re: Safari sempre primo
        Meno male che l'hai detto.Aggiornate sto articolo, ragazzi di PI!
      • okok scrive:
        Re: Safari sempre primo
        - Scritto da: Andreabont
        Precisazione: HTML5 è supportato da TUTTI i
        browser più importanti TRANNE Internet
        Explorer....

        Safari è uno dei tanti, senza infamia nè
        gloria....Si, ed è già implementato in maniera diversa da browser a browser, cheXXXXXta!
      • Sgabbio scrive:
        Re: Safari sempre primo
        Oddio, monta il miglior motore di rendering open source esistenti...alla faccia del senza infamia e senza gloria :D
      • ruppolo scrive:
        Re: Safari sempre primo
        - Scritto da: Andreabont
        Precisazione: HTML5 è supportato da TUTTI i
        browser più importanti TRANNE Internet
        Explorer....

        Safari è uno dei tanti, senza infamia nè
        gloria....Di gloria ne ha avuta e ne ha tanta, iniziando dal punteggio 100 sugli Acid Test fino al motore JavaScript più veloce di tutti.Per non parlare dell'analizzatore di codice HTML, uno strumento potentissimo.
        • p4bl0 scrive:
          Re: Safari sempre primo
          ...che con HTML5 non c'entrano una beneamata fava...
        • The_GEZ scrive:
          Re: Safari sempre primo
          Ciao ruppolo !
          Di gloria ne ha avuta e ne ha tanta, iniziando
          dal punteggio 100 sugli Acid Test fino al motore
          JavaScript più veloce di
          tutti.E per essere quello bucato in minor tempo ... 2 secondi netti ed il MacBook era nelle mani dell' haker ... un vero record !http://www.downloadblog.it/post/9289/pwn2own-2009-cade-subito-safari-seguito-da-firefox-e-ie8
          • Sgabbio scrive:
            Re: Safari sempre primo
            Tra una balla è l'altra. Sei quel software è stato bucato in 2 secondi, ma non è che ha trovato la falla e ha scoperto come farlo in quel lasso di tempo. L'autore di quella azione aveva DETTO che ha fatto MESI DI RICERCHE PRIMA.Cerchiamo di raccontare come sono veramente i fatti.
          • jackoverfull scrive:
            Re: Safari sempre primo
            - Scritto da: The_GEZ
            ?????????????????????????
            Ma stai vaneggiando, che cavolo stai scrivendo ?
            Che cavolo centra quanto tempo ha impiegato a
            mettere insieme quel link che cliccandoci sopra
            ha fatto cadere l' "invulnerabile" machitosh in
            tempo zeroMagari c'entra per il fatto che una volta trovata una falla e sviluppato un sistema per sfruttarla, su qualsiasi os, non è che ci si impieghi molto ad avviare tale sistemaQuello che conta è il lungo lavoro di ricerca e di sviluppo che c'è stato dietro. Lavoro che, una volta sistemata la falla, è da rifare da zero.
Chiudi i commenti