Nuove norme sulla privacy per Google?

Almeno così ne parla il re dei motori di ricerca che ritocca i regolamenti sul trattamento dei dati personali. Le critiche: niente di nuovo, mancano tutele reali. BigG: lo facciamo per dovere di trasparenza


Mountain View (USA) – Google rinnova il regolamento sulla privacy dopo appena 15 mesi dall’ultimo ritocco ed i portavoce aziendali declamano: “più sicurezza, più trasparenza”. Gli amministratori del motore di ricerca hanno reso noti dettagli finora mai svelati , che rivelano, anche se solo in parte, gli arcani del potere celati negli ingranaggi di questa instancabile macchina macinadollari.

“I dati personali che vengono registrati durante l’uso dei nostri servizi”, si legge nel testo del regolamento , “sono utilizzati per visualizzare contenuti e pubblicità personalizzate, sviluppare nuovi servizi ed eseguire test sul funzionamento dei sistemi informatici”. Pratiche molto comuni nella cosiddetta new economy . “Attenzione”, allertano i portavoce di Google: “siti affiliati e partner potrebbero non utilizzare le nostre stesse regole”. Affermazione che stride con il fatto che non vi è una definizione chiara, da parte di Google, su cosa effettivamente sia un sito affiliato o partner, il che non è da poco se si considera l’oceano di siti che, soprattutto sul fronte della pubblicità, hanno a che fare quotidianamente con BigG.

L’impero di Google si basa sul trattamento di informazioni e la sua esplosiva crescita nel settore dei servizi gratuiti – dal mapping satellitare fino alla posta elettronica – è dovuta al trattamento dei dati di registrazione o, come maligna qualcuno, alla monetizzazione degli utenti. Fin qui, niente di veramente inatteso.

Ma c’è un piccolo particolare nella nuova policy che ha fatto storcere il naso agli amanti della riservatezza: nessun limite temporale all’archiviazione di dati sensibili.

I bassissimi prezzi dei dispositivi d’archiviazione di massa sembrano poi distruggere ogni possibilità d’oblio telematico . Una prospettiva che ha fatto sobbalzare Preston Gralla, esperto di nuove tecnologie ed autore di numerosi libri divulgativi sull’informatica: “Questo aumenta le possibilità che Google crei profili individuali superdettagliati”, sostiene Gralla, “con il conseguente aumento di rischi legati alla sicurezza”.

I dati registrati da Google sono destinati alla vita eterna , come ha da tempo ipotizzato Marco Calamari del Progetto Winston Smith , sommersi dentro archivi interminabili? Anche Christ Hoofnagle di Electronic Privacy Information Center è di questa opinione e scuote la testa: “La mole di dati che Google immagazzina tramite blog, mappe, foto, messaggistica personale ed email è impressionante”, dichiara Hoofnagle, che ha emesso un netto giudizio negativo sul nuovo regolamento, giudicato non sufficientemente trasparente, della grande multinazionale di Mountain View. Il punto più oscuro e polemico, secondo Hoofnagle, è la mancanza di tutele sostanziali che salvaguardino realmente la privacy degli utenti, nonostante l’approvazione da parte dell’Unione Europea delle politiche di Google sul trattamento dei dati.

Tommaso Lombardi

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Ma in Italia....
    In Italia si sono fatte tante sperimentazioni, peccato che su Internet (sito di CNIPA e Ministero) non si parli se non di generiche sperimentazioni? Come mai nessun dettaglio tecnico?Vi ricordo che il buon il buon Bruce Schneier dimostra che l'unico sistema di votazione elettronica con garazie serie e' computazionalmente inpraticabile... a meno che di cadere in un protocollo con un Truster... ma di chi vi fidereste voi in Italia? :-) Io di nessuno!
  • EverythingYouKn scrive:
    voto elettronico: forse tra mille anni!
    Voto elettronico: forse tra mille anni!Ancora troppi troppi malintenzionati si trovano sulla Terra!!!P.S. Forse gli svizzeri potrebbero fare qualche piccola prova di voto elettronico, visto che sono passati circa 300 anni dall' ultima guerra svizzera.....
  • Anonimo scrive:
    votare on line? come no!!!
    specie dopo aver visionato questo video, mi viene proprio da credere nel voto elettronico e sui vantaggi che ne ritrae chi fa politica, in special modo un certo tipo di politica...visionatelo perchè è veramente interessante.http://www.luogocomune.net/site/modules/news/article.php?storyid=787
    • nattu_panno_dam scrive:
      Re: votare on line? come no!!!
      - Scritto da: Anonimo
      specie dopo aver visionato questo video, mi viene
      proprio da credere nel voto elettronico e sui
      vantaggi che ne ritrae chi fa politica, in
      special modo un certo tipo di politica...

      visionatelo perchè è veramente interessante.
      http://www.luogocomune.net/site/modules/news/articMi spiace, io faccio parte dell' italia digital divided by troncazzo provera, mi fate un sunto veloce?
      • Anonimo scrive:
        eccotelo
        Nel 2000 Bush vinse le elezioni grazie alla Florida, lo stato che era rimasto in bilico fino all'ultimo, e che valeva appunto un numero sufficiente di delegati per assicurarsi la Casa Bianca. Una cosa simile si è ripetuta nel 2004, con l'Ohio a fare da ago della bilancia, finendo anch'esso per una manciata di voti - 51% a 49% - nelle tasche dei repubblicani. In ambedue i casi si è vociferato, nemmeno tanto sommessamente, di frodi elettorali. Nella Florida soprattutto, sono ancora in corso decine di cause intentate da interi quartieri di neri che, vuoi perchè la scheda non gli è mai arrivata, ...... vuoi perchè i loro seggi obbligavano a disagi di ogni tipo, non sono riusciti a votare (contro Bush, ovviamente).In Ohio invece la vox-populi ha parlato di macchinette truccate, visto che si era passati al sistema computerizzato, ed in effetti il distacco negli exit-poll, che davano Kerry ormai sicuro vincitore, con quel miracoloso sorpasso all'ultimo minuto da parte di Bush, non è mai stato spiegato da nessuno. Almeno non fino ad oggi.Massimo MazzuccoScarica qui il filmato.nel filmato si vede il programmatore che sotto giuramento dichiara alla corte di aver costruito un programma che ribalta, ovviamente a favore del candidato Bush, i voti destinati a Kerry.°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*Da notare invece che da noi, in caso di voti destinati a prodi poi convertiti per berlusconi, in qualsiasi caso se non ci si da una vigorosa svegliata unanime, si riamalgama la merda che già da 5 anni puzza...
        • Anonimo scrive:
          Re: eccotelo

          °*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*
          Da notare invece che da noi, in caso di voti
          destinati a prodi poi convertiti per berlusconi,
          in qualsiasi caso se non ci si da una vigorosa
          svegliata unanime, si riamalgama la merda che già
          da 5 anni puzza...Cosa cambierebbe: tu voti per uno str0nz0 ed il software lo converte a favore di un p3zz0 di m3rd4....e secondo te un tale software sbaglierebbe?Io dico che a sbagliare sono quei 4 c0gli0n1 che sono andati a votare per mortazza alle primarie: che popolo di buoi siamo!
          • Anonimo scrive:
            Re: eccotelo
            - Scritto da: Anonimo

            °*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*

            Da notare invece che da noi, in caso di voti

            destinati a prodi poi convertiti per berlusconi,

            in qualsiasi caso se non ci si da una vigorosa

            svegliata unanime, si riamalgama la merda che
            già

            da 5 anni puzza...

            Cosa cambierebbe: tu voti per uno str0nz0 ed il
            software lo converte a favore di un p3zz0 di
            m3rd4....e secondo te un tale software
            sbaglierebbe?
            Io dico che a sbagliare sono quei 4 c0gli0n1 che
            sono andati a votare per mortazza alle primarie:
            che popolo di buoi siamo!guarda che erano convinti di scegliere chi buttare fuori dalla casa del grande bordello...
        • nattu_panno_dam scrive:
          Re: eccotelo
          - Scritto da: Anonimo
          Nel 2000 Bush vinse le elezioni grazie alla
          Florida, lo stato che era rimasto in bilico fino
          all'ultimo, e che valeva appunto un numero
          sufficiente di delegati per assicurarsi la Casa
          Bianca. Una cosa simile si è ripetuta nel 2004,
          con l'Ohio a fare da ago della bilancia, finendo
          anch'esso per una manciata di voti - 51% a 49% -
          nelle tasche dei repubblicani. In ambedue i casi
          si è vociferato, nemmeno tanto sommessamente, di
          frodi elettorali.

          Nella Florida soprattutto, sono ancora in corso
          decine di cause intentate da interi quartieri di
          neri che, vuoi perchè la scheda non gli è mai
          arrivata, ...

          ... vuoi perchè i loro seggi obbligavano a disagi
          di ogni tipo, non sono riusciti a votare (contro
          Bush, ovviamente).

          In Ohio invece la vox-populi ha parlato di
          macchinette truccate, visto che si era passati al
          sistema computerizzato, ed in effetti il distacco
          negli exit-poll, che davano Kerry ormai sicuro
          vincitore, con quel miracoloso sorpasso
          all'ultimo minuto da parte di Bush, non è mai
          stato spiegato da nessuno. Almeno non fino ad
          oggi.

          Massimo Mazzucco

          Scarica qui il filmato.

          nel filmato si vede il programmatore che sotto
          giuramento dichiara alla corte di aver costruito
          un programma che ribalta, ovviamente a favore del
          candidato Bush, i voti destinati a Kerry.Thanks

          °*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*
          Da notare invece che da noi, in caso di voti
          destinati a prodi poi convertiti per berlusconi,
          in qualsiasi caso se non ci si da una vigorosa
          svegliata unanime, si riamalgama la merda che già
          da 5 anni puzza...Già
  • Anonimo scrive:
    VOTERESTI COL SOFTWARE DI MR.GATES?
    No, grazie. Non sono scemo. Credo che la democrazia debba essereconsiderata ancora una cosa seria.Voto digitale solo se fatto con sistemi aperti,trasparenti, sicuri, tutte cose che nonappartengono al dizionario della microsoft.Piuttosto di votare col sw di mr gatesfaccio mille km e torno al paesello.
    • Anonimo scrive:
      Re: VOTERESTI COL SOFTWARE DI MR.GATES?
      - Scritto da: Anonimo
      No, grazie. Non sono scemo.
      Credo che la democrazia debba essere
      considerata ancora una cosa seria.
      Voto digitale solo se fatto con sistemi aperti,
      trasparenti, sicuri, tutte cose che non
      appartengono al dizionario della microsoft.

      Piuttosto di votare col sw di mr gates
      faccio mille km e torno al paesello.
      Anche se in maniera trollosa, hai espresso comunque un comune sentire. Se sapessi che il sistema bancario, ad esempio, si reggesse su piattaforme Windows, mi tremerebbero le ginocchia. E se sapessi che la democrazia e affidata agli stessi sistemi che si craccano con un grissino, smetterei di dormire la notte.
      • Anonimo scrive:
        Re: VOTERESTI COL SOFTWARE DI MR.GATES?
        - Scritto da: Anonimo
        smetterei di dormire la notte.Per così poco? Proprio adesso che fra qualche mese cambiamo Baffino con Baffone?
      • Giambo scrive:
        Re: VOTERESTI COL SOFTWARE DI MR.GATES?
        - Scritto da: Anonimo
        il resto (sportelli
        bancomat inclusi) sono Windows.Ed ecco le prove:http://www.drbrad.org/img/img_0112.jpghttp://www.windowscrash.com/albums/Business/sparbanken1.sized.jpghttp://www.windowscrash.com/albums/Business/Barcelona_windowsNT_ATM_2.sized.jpghttp://www.windowscrash.com/albums/Business/drWatsonNT.sized.jpghttp://www.windowscrash.com/albums/Business/atmcrash.jpg:)
      • Anonimo scrive:
        Re: VOTERESTI COL SOFTWARE DI MR.GATES?

        sistemi che si craccano con
        un grissino, smetterei di dormire la notte.e' tua? bellissima.
        • Anonimo scrive:
          Re: VOTERESTI COL SOFTWARE DI MR.GATES?
          - Scritto da: Anonimo

          sistemi che si craccano con

          un grissino, smetterei di dormire la notte.

          e' tua? bellissima.Grazie, grazie (inchino) :D Dallo stesso autore delle ripassate alle pubblicità MS.http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1153270&tid=1153251&r=PI&p=1http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1164405&tid=1164328&r=PI&p=1
      • Anonimo scrive:
        Re: VOTERESTI COL SOFTWARE DI MR.GATES?

        parte quelle...OpenOffice è ovunque...

        per quello che ci riguarda, ovviamente.E bravo l'illuminato cantinaro che diffonde il cancro (open offis) anche nella P.A.
      • nattu_panno_dam scrive:
        Re: VOTERESTI COL SOFTWARE DI MR.GATES?
        - Scritto da: Anonimo

        [..] agli stessi sistemi che si craccano con
        un grissino, [..]Questa è ottima... Rio Acaro?
    • Giambo scrive:
      Re: VOTERESTI COL SOFTWARE DI MR.GATES?
      - Scritto da: Anonimo
      No, grazie. Non sono scemo.
      Credo che la democrazia debba essere
      considerata ancora una cosa seria.
      Voto digitale solo se fatto con sistemi aperti,
      trasparenti, sicuri, tutte cose che non
      appartengono al dizionario della microsoft.

      Piuttosto di votare col sw di mr gates
      faccio mille km e torno al paesello.Il backend e' basato su Linux:http://www.statesman.com/business/content/business/stories/10/17estonia.html
    • Anonimo scrive:
      Re: VOTERESTI COL SOFTWARE DI MR.GATES?
      - Scritto da: Anonimo
      No, grazie. Non sono scemo.
      Credo che la democrazia debba essere
      considerata ancora una cosa seria.
      Voto digitale solo se fatto con sistemi aperti,
      trasparenti, sicuri, tutte cose che non
      appartengono al dizionario della microsoft.

      Piuttosto di votare col sw di mr gates
      faccio mille km e torno al paesello.
      io si, votereise dovesse succedere un imprevisto almeno sai chi ha fatto il software
      • avvelenato scrive:
        Re: VOTERESTI COL SOFTWARE DI MR.GATES?
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        No, grazie. Non sono scemo.

        Credo che la democrazia debba essere

        considerata ancora una cosa seria.

        Voto digitale solo se fatto con sistemi aperti,

        trasparenti, sicuri, tutte cose che non

        appartengono al dizionario della microsoft.



        Piuttosto di votare col sw di mr gates

        faccio mille km e torno al paesello.



        io si, voterei

        se dovesse succedere un imprevisto almeno sai chi
        ha fatto il softwaree poi? ti fai risarcire 5$?
    • nattu_panno_dam scrive:
      Re: VOTERESTI COL SOFTWARE DI MR.GATES?
      - Scritto da: Anonimo
      No, grazie. Non sono scemo.
      Credo che la democrazia debba essere
      considerata ancora una cosa seria.
      Voto digitale solo se fatto con sistemi aperti,
      trasparenti, sicuri, tutte cose che non
      appartengono al dizionario della microsoft.

      Piuttosto di votare col sw di mr gates
      faccio mille km e torno al paesello.
      Io voterei subito, cosi' non occorre nemmeno che faccia la foto .
Chiudi i commenti