Nuovi arresti di pirati a Catania

Sotto la cenere dell'Etna nuova operazione contro lo spaccio di CD e altri materiali riprodotti illegalmente. 22 arresti. Dietro, la Mafia


Catania – Nelle ore più difficili per la città ricoperta dalle finissime ceneri dell’Etna, Catania è ancora teatro di una operazione di polizia tesa allo smantellamento di attività di contrabbando di materiale pirata, in particolare CD contenenti materiali riprodotti illegalmente.

In un blitz effettuato dai Carabinieri del Nucleo Provinciale e della Compagnia di Taormina, sono stati arrestati 22 pirati e posti sotto sequestro molti materiali di riproduzione illegale.

Le operazioni – si legge in una nota diffusa ieri dalla Federazione contro la Pirateria Musicale – erano gestite da “una banda di senegalesi, che avevano messo in piedi una centrale di duplicazione, capace di sfornare fino a 3000 falsi al giorno, ma i Carabinieri del Nucleo Provinciale e della Compagnia di Taormina sospettano che dietro al business vi siano le famiglie catanesi”.

Le macchine del laboratorio di via delle Finanze, a Catania, erano state piazzate in quelle che un tempo erano celebri “case” usate dalle prostitute. Luoghi dove si vendevano sesso e sigarette di contrabbando, tutto sotto il controllo dalle gang malavitose etnee. “In uno di questi locali – si legge nella nota – era stata piazzata la centrale per la produzione e contraffazione di Cd musicali, giochi per playstation e musicassette. Il tutto era organizzato in maniera imprenditoriale, con corrieri, agenti e venditori abusivi attivi in mezza Sicilia”.

Immagazzinati e pronti a essere messi in vendita c’erano oltre 15mila CD e musicassette, merce per un valore che viene stimato in circa 80mila euro. Secondo gli investigatori, i senegalesi avevano trovato una qualche forma d’intesa con la mafia catanese, che riscuoteva una percentuale sul business illegale.

Come si ricorderà, solo pochi giorni fa una grossa operazione antipirateria era stata condotta a Catania e Napoli e anche in quell’occasione erano scattati arresti e denunce.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    piattaforma *nix super sicura ehehheheheeh
    e da na vita che i *nixari c'è spacciano i loro so come strasicuri ed invece puntualmente ecco il sito bucato (e dati di utenti che prendono il volo), server con sw di sviluppo bucati, ecc....Qualcuno potra obiettare che tra i sever + bucati ci sono i server win, ma tenete conto che in genere sono siti usati solo per pubblicare pagine html, amministrati dal solito grafico web che non sa un tubo di sicurezza.quando si tratta di fare cose serie allora win2000 iis sono òaccoppiata vincente per la sicurezza, basta gestirli al meglio e sono delle fortezze, nel caso di *nix puoi gestirli come vuoi passarci le notti ma prima o poi il er buco se apre, la sicurezza in ambito *nix e troppo aleatoria per essere controllabile.
    • Anonimo scrive:
      Re: piattaforma *nix super sicura ehehheheheeh
      Oooops! scusate...mio errore nel leggere troppo in fretta le statistiche di Zone-H.Tutte le versioni di Windows ammontano al 45.3%Tutte le versioni Unix-Linux ammontano al 29.2%Se si considerano solo quelle di Windows 2000 (incluso IIS, quindi) sono il 19.1%.
  • Anonimo scrive:
    Ancora su Unix?
    Risultato della ricerca su www.netcraft.com del sito www.nttdocomo.co.jp:The site www.nttdocomo.co.jp is running Apache/1.3.26 (Unix) PHP/3.0.18-i18n-ja-2 on Solaris.quindi a tutti i pinguini all'ascolto fate attenzione a dire che UNIX & LINUX sono la soluzione a tutti i problemi!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Ancora su Unix?
      - Scritto da: expinguin
      Risultato della ricerca su www.netcraft.com
      del sito www.nttdocomo.co.jp:

      The site www.nttdocomo.co.jp is running
      Apache/1.3.26 (Unix) PHP/3.0.18-i18n-ja-2 on
      Solaris.

      quindi a tutti i pinguini all'ascolto fate
      attenzione a dire che UNIX & LINUX sono la
      soluzione a tutti i problemi!!!!ah, ecco. la soluzione quale sarebbe, spostare tutto su un server NT?
      • Anonimo scrive:
        Re: Ancora su Unix?
        Non ho parlato di Windows ma di non prendere tutto per partito preso.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ancora su Unix?
          - Scritto da: expinguin
          Non ho parlato di Windows ma di non prendere
          tutto per partito preso.perché invece?
          • Anonimo scrive:
            Re: Ancora su Unix?
            - Scritto da: Lamberto


            - Scritto da: expinguin

            Non ho parlato di Windows ma di non
            prendere

            tutto per partito preso.

            perché invece?giallo o verde? (ti sto seguendo?)
    • Anonimo scrive:
      Re: Ancora su Unix?
      - Scritto da: expinguin
      ...
      quindi a tutti i pinguini all'ascolto fate
      attenzione a dire che UNIX & LINUX sono la
      soluzione a tutti i problemi!!!!Di norma chi *SA* non e' smaffiatamente a favoredi un s.o. e totalmente contrario ad un altro ma,a prescindere dai propri gusti personali, riescead utilizzare tanto Windows quanto Linux o Solariso altri *nix (perche' no, anche MacOs).Essere talebani giova a nessuno tanto meno a chilo e'.Personalmente, comunque, anche se prediligo 1.000volte Linux (Slackware), qui in ufficio uso WinXp.Permettimi 1 chiosa finale pero': sentire chi sausare solo Win deridere chi usa *nix mi ricordatanto il bue che da' del cornuto all'asino ^_^
    • Anonimo scrive:
      Re: Ancora su Unix?
      - Scritto da: expinguin
      Risultato della ricerca su www.netcraft.com
      del sito www.nttdocomo.co.jp:

      The site www.nttdocomo.co.jp is running
      Apache/1.3.26 (Unix) PHP/3.0.18-i18n-ja-2 on
      Solaris.

      quindi a tutti i pinguini all'ascolto fate
      attenzione a dire che UNIX & LINUX sono la
      soluzione a tutti i problemi!!!!già , è vero.Infatti la microsoft allo smau ha fatto una bella figura col wireless...
      • Anonimo scrive:
        Re: Ancora su Unix?
        Circa questo problema leggi l'articolo "Wi-Fi bucato-bucabile allo Smau" pubblicato da punto informatico e vedrai che c'é stato un "tentativo" e non "un'intrusione" e per di più il problema non è il sistema operativo, ma la rete "Wi-Fi".
Chiudi i commenti