Obbligo di rettifica, riparte l'emendamento

Torna la proposta d'emendamento già presentata un anno fa dall'on. Roberto Cassinelli (PdL). Ai blogger verrebbe concessa una settimana per adempiere all'obbligo di rettifica. Con multe decisamente meno salate

Roma – “Non c’è nessuna volontà di soffocare la libertà della rete, ma forse poca sensibilità nei confronti del fenomeno col quale vogliamo rapportarci”: così ha parlato l’onorevole del Popolo della Libertà (PdL) Roberto Cassinelli, intervenuto sul suo blog per commentare il ritorno del famigerato articolo 1 comma 29 del DDL Intercettazioni.

“La squallida iniziativa di listaouting , che considero avvilente per chi utilizza il blogging come strumento di informazione e non di diffamazione, ha riportato l’attenzione su una tematica dimenticata per oltre un anno”, ha continuato Cassinelli. Che ha dunque ricordato la grande mobilitazione degli internauti italiani nell’estate del 2010, contro l’obbligo di rettifica imposto a blog e siti informatici.

Era stato proprio Cassinelli a presentare un emendamento al comma 29 del DDL, innanzitutto per diminuire la sanzione pecuniaria a carico di tutti quei siti non registrati presso la cancelleria del tribunale o il Registro degli Operatori della Comunicazione. Ai blogger – opportunamente differenziati dai grandi quotidiani in versione elettronica – veniva offerto un periodo di 7 giorni (e non 48 ore) per adempiere all’obbligo di rettifica .

“Ripresenterò pertanto quell’emendamento – ha concluso Cassinelli – certo che il Parlamento italiano non tratterà con superficialità un tema degno della massima attenzione, anche alla luce dei principi costituzionali che impongono una seria riflessione. Avendo già avuto occasione di confrontarmi con la rete, personalmente preferisco portare a termine quel lavoro mantenendo un tono più pacato e concentrandomi sulla necessità, incontestabile, di modificare un testo potenzialmente dannoso”.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Funz scrive:
    Tassiamo Facebook
    Un centesimo per ogni post da un cittadino italiano.Ci ripagheremmo il debito pubblico :p
  • PIETRO brovedani scrive:
    TASSE,IMPOSTE,TASSE,IMPOSTE
    E tu onorevole grazie alla mia " fame" riesci a vivere felice.Almeno non chiedere che io ti riconfermi.
  • monica lusso scrive:
    facebook
    è giusto che sia a pagamento poichè anche i bambini ormai giocano col computer e magari anche all'insaputa dei genitori
  • Davide Forte scrive:
    non ci credevo prima ; ma neanche ora!
    Non ho mai creduto in questa voce di corridoio, perchè ha più Sponsor Facebook che tutte le emettenti televisive messe assieme!
  • maurizio lLongo scrive:
    ormai nn ci sono piu parole
    vuol dire che con quello che ogni giorno succede, e che sento. nn ci resta che fare le valigie e ritonare alle vecchie origine acqua terra grano e panee va fanXXXX va fanXXXX ripeto va fanXXXX. ,
  • mi faccio gli affari miei scrive:
    faccialibro è droga pura
    MAGARI !! 1 euro ad acXXXXX con limite di 60 minuti e poi ti butta fuori !Peccato sarà sempre gratis
  • lupi massimilia no scrive:
    facebook
    mi auguro che quello che ho letto ,sia una bufala.altrimenti mi vedro costretto a,cancellarmi da,facebook
  • Pau scrive:
    Facebook
    La cosa bella è che c'è anche gente che ci crede ahahhahahahahha
  • hffhgffk hhujml scrive:
    risposta
    se intende farsi pagare ,facebook in un miente si spopolera'
  • DOMENICO DIMASE scrive:
    Facebook a pagamento
    Un'infinità di utenti abbandonerebbero Facebook se solo si ipotizzasse un prezzo da pagare per il social network
  • Jacopo Monegato scrive:
    ma basta con queste XXXXXXX
    peggio delle catene di sant'antonio... e prima internet a pagamento (non paghi solo la connessione AD internet, pure internet paghi!)e poi messenger e poi hotmail e poi myspace e poi google e poi facebook... ma andate a fa....
    • Funz scrive:
      Re: ma basta con queste XXXXXXX
      - Scritto da: Surak 2.0
      In fondo in rete ne trovi tanti.
      Dalle scie chimiche, al blocco d'internet per
      decreto, dalla Cura di Bella, all'E-Cat, dalle
      rinnovabili competitive (fv), ai morti per
      radiazioni vicino alle centrali nucleari,
      dall'inquinamento elettromagnetico... e mille
      altri.Eh no, stai mettendo insieme bufale a verità appurate.
  • Tok scrive:
    Il giusto prezzo
    Io sarei anche disposto a pagare, purche non sia piu di un centesimo l'anno :P
  • Sandro Marco Oddis scrive:
    correzione luogo di nascita
    Mi sono registrato a Facebook, quando vado a scrivere il mio luogo di nascita mi registra "PIETRANSIERI, LAZIO, ITALY", questa dicitura non è esatta, quella corretta è "PIETRANSIERI, ABRUZZO, ITALY",vi è possibile fare detta correzione grazie.
    • Mark Zuckerberg scrive:
      Re: correzione luogo di nascita
      Spett.le cliente,Facebook e' gratuito e sempre lo sara'. Alcune operazioni sono pero' molto difficoltose e richiedono costi aggiuntivi. L'aggiornamento manuale di un database altamente automatizzato e' una di queste manovre che richiede personale altamente qualificato. Un solo bit incorretto causerebbe il collasso dell'intera rete.Mi auguro dunque che capisca che per effettuare la correzione da Lei richiesta, occorre un versamento di euro 500 al conto corrente postale 4552563FCBK, menzionaldo nella causale il codice "I0AM0DUMB". Al ricevimento del denaro inizieremo la rischiosa operazione.Cordiali Saluti,Mark Zuckerberg
      • Mela avvelenata scrive:
        Re: correzione luogo di nascita
        - Scritto da: Mark Zuckerberg
        Spett.le cliente,

        Facebook e' gratuito e sempre lo sara'.
        Alcune operazioni sono pero' molto difficoltose e
        richiedono costi aggiuntivi. L'aggiornamento
        manuale di un database altamente automatizzato e'
        una di queste manovre che richiede personale
        altamente qualificato. Un solo bit incorretto
        causerebbe il collasso dell'intera
        rete.
        Mi auguro dunque che capisca che per effettuare
        la correzione da Lei richiesta, occorre un
        versamento di euro 500 al conto corrente postale
        4552563FCBK, menzionaldo nella causale il codice
        "I0AM0DUMB". Al ricevimento del denaro inizieremo
        la rischiosa
        operazione.

        Cordiali Saluti,
        Mark Zuckerberg(rotfl)(rotfl)(rotfl)
  • Sandro Marco Oddis scrive:
    correzione luogo di nascita
    Mi sono registrato a Facebook, quando vado a scrivere il mio luogo di nascita mi registra "PIETRANSIERI, LAZIO, ITALY", questa dicitura non è esatta, quella corretta è "PIETRANSIERI, ABRUZZO, ITALY",vi è possibile fare detta correzione grazie.
  • Metal_neo scrive:
    Sarebbe solo controproducente
    Se diventasse a veramente a pagamento sarebbe solo festa per google+. Però c'è sicuramente gente che ci casca e magari finisce col pagare qualche "canone" a qualche scammer per usare facebook.PSMi ricorda molto le catene che giravano su messenger :), cambia servizio ma la canzone è sempre la stessa.
Chiudi i commenti