Obiezioni sui nuovi domini gTLD

Preoccupazioni da tutto il mondo per l'imminente adozione dei nuovi domini generici di primo livello. L'India teme per lo sfruttamento di .islam. Gli States per .army. ICANN deve pelare qualche gatta

Roma – Una lista di oltre 250 obiezioni inviata all’attenzione della Internet Corporation for Assigned Names and Numbers (ICANN), l’organismo statunitense che supervisiona i domini del Web. I vertici della Governmental Advisory Committee (GAC) hanno espresso numerosi dubbi sulla imminente adozione di nuovi gTLD, indirizzi generici con suffissi tipo islam, bible o movie .

Dai governi dell’India e degli Emirati Arabi (UAE), timori sulla proprietà commerciale del dominio generico .islam , che potrebbe portare ad un clima di tensione e “creare effetti negativi sul benessere di milioni di cittadini musulmani e non”. Il nuovo gTLD sarebbe gestito dalla società Asia Green IT System Bilgisayar, che secondo gli Emirati Arabi ha ricevuto numerosi finanziamenti dal governo iraniano .

Anche gli Stati Uniti non sembrano affatto contenti della richiesta inviata da Demand Media – content farm che gestisce il portale eHow oltre che il rivale di GoDaddy, eNom – per la registrazione dei domini airforce, navy e army . I federali a stelle e strisce hanno chiesto a Demand Media di ritirare entro 21 giorni la richiesta inviata alla ICANN, per evitare uno scontro a fuoco che potrebbe uccidere i gTLD in questione.

Problemi di concorrenza nel mercato digitale per il governo australiano, preoccupato per le richieste inviate dal colosso Amazon per i domini .shop e .video . Il retailer di Jeff Bezos potrebbe sfruttare questi domini per tagliare le gambe ai vari competitor, distorcendo la stessa natura aperta e libera della Rete . Le obiezioni inviate dai governi del pianeta potrebbero ora far slittare la prima introduzione dei domini prevista per il prossimo maggio.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Agnello Captioned scrive:
    ...
    ma che me ne frega a me della jella
  • Bancai scrive:
    Server x
    Utilizza il server x o usa le qt in altre modalità?
  • Quelo scrive:
    La storia delle piastrelle
    Il concetto originale di "piastrelle", prende spunto da un libro sul comportamento umano dello psicologo russo Vygotsky e questo fu alla base del progetto di Harmattan, una interfaccia per Maemo 6.La storia dei vari prodotti Nokia, l'ha pubblicata taskumuro :http://taskumuro.com/artikkelit/the-story-of-nokia-meegoPersonalmente l'ho trovata molto interessante da leggere dal punto di vista didattico, perché si vedono gli errori grossolani di marketing che hanno disperso fiumi di denaro in opere assurde, benché estremamente innovative. Diciamo che hanno fatto per anni esattamente ciò che non si doveva fare, nemmeno nelle aziende più piccole : partiva una idea, veniva sviluppata dai creativi, passava ai tecnici che si dannavano per realizzarla, poi appena arrivata al marketing, la cestinavano o ne facevano pochi esemplari e poi passavano a qualcosa di completamente diverso, distruggendo il patrimonio economico e morale.Non stupisce quindi che ora Ex dipendenti cerchino di riprendere quei progetti, anche se sinceramente non so quale percentuale di sucXXXXX possano avere.
    • MacGeek scrive:
      Re: La storia delle piastrelle
      Te la faccio semplice: la rivoluzione dell'interfaccia grafica stile Mac (o Xerox, se preferisci) è che è "discoverable". Cioè tutti i comandi sono sui menu, widget, icone, ecc A PORTATA DI MOUSE. Vai in giro con il mouse e li scopri da te.Prima di questo dovevi leggerti il manuale e impararti i comandi a MEMORIA.Beh, con le piastrelle torniamo al passato: le funzionalità sono NASCOSTE e per sapere cosa devi fare devi leggerti un manuale. È progresso questo? NO. Tanto semplice.
      • panda rossa scrive:
        Re: La storia delle piastrelle
        - Scritto da: MacGeek
        Te la faccio semplice: la rivoluzione
        dell'interfaccia grafica stile Mac (o Xerox, se
        preferisci) è che è "discoverable". Cioè tutti i
        comandi sono sui menu, widget, icone, ecc A
        PORTATA DI MOUSE. Vai in giro con il mouse e li
        scopri da
        te.

        Prima di questo dovevi leggerti il manuale e
        impararti i comandi a
        MEMORIA.Quindi col metodo mac, se non sai che una certa funzionalita' esiste, non provi neppure a cercarla, e non la userai mai, nonostante tu l'abbia pagata.Col vecchio metodo del RTFM vieni a conoscenza di tutte le funzionalita' del sistema e come si raggiungono.E siccome il manuale non lo butti, ma lo consulti quando ti serve, non devi imparare a memoria proprio niente.Manuale batte Mac 3-0
        • krane scrive:
          Re: La storia delle piastrelle
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: MacGeek

          Prima di questo dovevi leggerti il manuale e

          impararti i comandi a MEMORIA.
          Quindi col metodo mac, se non sai che una certa
          funzionalita' esiste, non provi neppure a
          cercarla, e non la userai mai, nonostante tu
          l'abbia pagata.Infatti il tipico utente mac clicca a vanvera e spera che succeda quello che vuole lui (rotfl)
        • daniele_dll _rosica scrive:
          Re: La storia delle piastrelle
          E' parzialmente errato pensare che il progresso rende inutili gli esperti!Il progresso non è rendere "inutili gli esperti" perché un'esperto non potrà mai essere reso "inutile" dal progresso durante la sua generazione, piuttosto è corretto dire che il progresso può essere visto come "rendere utili gli inesperti": il progresso permette a mia madre di realizzare un sito web con word, ma il sito web fatto con word non potrà mai essere paragonato al mio lavoro "artigianale".Se, ovviamente, non ci limitiamo a guardare la generazione ove il progresso si sviluppa ma guardiamo un raggio più amplio di centinaia e centinaia di anni di storia possiamo dire che alcune categorie di mestieri sono stati eradicati ma l'essere "esperto o meno" non c'entra comunque- Scritto da: pietro
          C'è vero progresso solo quando i vantaggi di una
          nuova tecnologia diventano per tutti. (Henry
          Ford)

          L'interfaccia a icone/finestre (mac, win, linux,
          non importa) ha permesso a centinaia di milioni
          di persone di utilizzare un computer,
          l'interfaccia testuale avrebbe limitato l'uso ai
          soli
          "esperti"
          Lo stesso vale per le App.
          Il progresso è rendere inutili gli "esperti"
          • pietro scrive:
            Re: La storia delle piastrelle
            non hai notato le virgolette?"esperti" non sono realmente degli esperti, sono quelli che potremmo chiamare i power users, è chiaro che gli esperti, quelli veri serviranno sempre, quelli per esempio che scrivono un programma, ma poi il vero progresso è proprio non avere bisogno di un utente esperto, chiunque ( grazie al lavoro dei veri esperti) è in grado di fare anche le cose più complesse, diventate ormai semplici.
      • Quelo scrive:
        Re: La storia delle piastrelle
        In realtà non volevo entrare nella polemica Windows-Mac-Linux ecc... Volevo solo dire che non è Nokia o chi gestisce il progetto ora, ad avere copiato in qualche modo da Windows ma che come dice il link il progetto dell'interfaccia a "piastrelle" cioè di aree ATTIVE e non passive come le iconcine di XEROX, faceva parte del progetto Harmattan di MAEMO 6:[img]http://plaza.fi/s/f/editor/images/X-2012101022373516696.jpg[/img][img]http://plaza.fi/s/f/editor/images/X-20121010223738021100.jpg[/img]
        • Quelo scrive:
          Re: La storia delle piastrelle
          e aggiungerei questo :[img]http://plaza.fi/s/f/editor/images/X-20121010223740579127.jpg[/img]Che sembrava troppo complicato e allora l'hanno ripensato così :[img]http://plaza.fi/s/f/editor/images/X-20121010223744245137.jpg[/img]e purtroppo non è uno scherzo.
          • tucumcari scrive:
            Re: La storia delle piastrelle
            - Scritto da: Quelo
            e aggiungerei questo :

            [img]http://plaza.fi/s/f/editor/images/X-201210102

            Che sembrava troppo complicato e allora l'hanno
            ripensato così
            :

            [img]http://plaza.fi/s/f/editor/images/X-201210102

            e purtroppo non è uno scherzo.Un raro post intelligente e sintetico che dice le cose essenziali in poche parole..Volevo farlo io ma quando ho visto che diventava troppo lungo ho rinunciato...Tu hai fatto meglio.
      • Emoticon scrive:
        Re: La storia delle piastrelle
        - Scritto da: MacGeek
        Te la faccio semplice: la rivoluzione
        dell'interfaccia grafica stile Mac (o Xerox, se
        preferisci) è che è "discoverable". Cioè tutti i
        comandi sono sui menu, widget, icone, ecc A
        PORTATA DI MOUSE. Vai in giro con il mouse e li
        scopri da
        te.

        Prima di questo dovevi leggerti il manuale e
        impararti i comandi a
        MEMORIA.

        Beh, con le piastrelle torniamo al passato: le
        funzionalità sono NASCOSTE e per sapere cosa devi
        fare devi leggerti un manuale.


        È progresso questo? NO. Tanto semplice.Ma che discorsi del XXXXX fai??Allora W l'ignoranza, diventiamo tutti macachi e clicchiamo a caso in giro come scimmie senza sapere cosa succede....I macachi sono proprio ridicoli.
    • bubba scrive:
      Re: La storia delle piastrelle
      - Scritto da: Quelo
      Il concetto originale di "piastrelle", prende
      spunto da un libro sul comportamento umano dello
      psicologo russo Vygotsky e questo fu alla base
      del progetto di Harmattan, una interfaccia per
      Maemo
      6.

      La storia dei vari prodotti Nokia, l'ha
      pubblicata taskumuro
      :

      http://taskumuro.com/artikkelit/the-story-of-nokia

      Personalmente l'ho trovata molto interessante da
      leggere dal punto di vista didattico, perché si
      vedono gli errori grossolani di marketing chenon l'ho letto tutto, ma pare ESATTAMENTE quello che dico qui su P.I. da anni... piu che di marketing sono (e|o)rrori di management... io li riassumevo in "troppa carne al fuoco dell' R&D"(1) e "panico da trimestrale"(2)Il (1) e' tutta quella roba un po folle partita dalla CATTIVA fusione tra maemo e moblin, intrecciata con symbian^N e "symbian opensource"... troppa carne al fuoco con focus e linee diverse, impegnative e talvolta contraddittorie. E pensare che il Nokia 770 era un buon tablet. Ancora la buzzword non era stata masticata dai media e non c'era il battage della Chiesa di Cupertino... Il (2) e' il panico conseguente allo sviluppo & commercializzazione ondivago e contradittorio & (ovviamente) al fatto che l'iphone ha iniziato a vendere molto. Gli omini che guardano solo la trimestrale sono andati in panico ,invece di spingere e consolidare. Poi vabbe, hanno venduto le chiappe a M$, e li' il gioco e' finito.
      • Quelo scrive:
        Re: La storia delle piastrelle
        Hai ragione, io ho detto Marketing ma intendevo in realtà Management, essendo un tecnico tendo a confondere le cose, visto che di solito vanno a braccetto a spese di chi poi le cose le inventa e le realizza.
        • bubba scrive:
          Re: La storia delle piastrelle
          - Scritto da: Quelo
          Hai ragione, io ho detto Marketing ma intendevo
          in realtà Management,sisi beh la mia non voleva essere una bachettata cmq... anzi, nel mare di troll di P.I. , hai postato un BEL linkPoi l'ho letto tutto, e, a parte le scelte sulla gui o meno (che in questo contesto non mi interessavano), l'unica cosa che non ricordavo (o non sapevo), era il progressivo ritirarsi di Texas per il SoC OMAP (che nokia usava nel 2005 sul 770). Dettaglio in piu che puo far capire perche la scelta cadde su intel (=grande chipmaker). Rimane cionondimeno la pessima lungimiranza dei management, visto che poi intel e' ok nel desktop ma certo non nei soc Arm... e amalgamare 2 os & team diversi (mobiln e maemo) doveva essere facile capire che fosse foriera di rogne... e invece..
          essendo un tecnico tendo a
          confondere le cose, visto che di solito vanno a
          braccetto a spese di chi poi le cose le inventa e
          le realizza.eheh beh si pur io sono un tecnico.. e si, il mgmt si fonde troppo spesso con marketing facendo XXXXXX doppi.
  • Luca scrive:
    Ottimo
    Sailfish e' derivato da Meego e non credo sia la copia proprio di neinte.Tra l'altro consiglio a tutti di provare l'N9 prima di sparare sentenze... e' il miglio telefono che abbia mai utilizzato!Peccato che Nokia sia passata dalla parte del nemico... :-)
  • iRoby scrive:
    Così così
    Tecnicamente ottimo. C'è il miglior sistema operativo e kernel del mondo.Le migliori librerie di widget del mondo (le qt). Pieno multitasking e opensource.L'interfaccia, beh insomma... Usabilità così così. Ma è una prima preview...Il nome poi, Jolla (o Ciolla) in Sicilia non è sinonimo di "XXXXXXX"?Non importa quanta innovazione abbia, se è ben fatto è da preferire ad Android, che si sta pigliando tutto nonostante le sue idiocincrasie causate più dai produttori che dal sistema in se...E poi le qt le so programmare, sono ottime librerie, ci si fa del buon software.
  • nano.ano scrive:
    LINUX AMALGAMA SCONVENIENTE
    tutte le volte che linux vuole proporre qualcosa sul mercato, riesce solo a copiar male le idee altrui. La cosa peggiore e' che sono sempre remix malriusciti.Meglio investire sul'originale
    • sbrotfl scrive:
      Re: LINUX AMALGAMA SCONVENIENTE
      - Scritto da: nano.ano
      tutte le volte che linux vuole proporre qualcosa
      sul mercato, riesce solo a copiar male le idee
      altrui. La cosa peggiore e' che sono sempre remix
      malriusciti.
      Meglio investire sul'originaleChi è che propone cosa? (newbie)
      • iRoby scrive:
        Re: LINUX AMALGAMA SCONVENIENTE
        Me lo chiedevo anch'io. Non ho ben capito chi sia il soggetto... Linux propone? E da quando un kernel propone?Mah, quando si vuole commentare solo per criticare e non si sa neppure chi criticare...Piove, governo ladro... :-)
    • krane scrive:
      Re: LINUX AMALGAMA SCONVENIENTE
      - Scritto da: nano.ano
      tutte le volte che linux vuole proporre qualcosa
      sul mercato, riesce solo a copiar male le idee
      altrui. La cosa peggiore e' che sono sempre remix
      malriusciti.
      Meglio investire sul'originaleNon sapevo che linux avesse una propria vonta', tale da proporre...
      • Dig Dug scrive:
        Re: LINUX AMALGAMA SCONVENIENTE

        Non sapevo che linux avesse una propria vonta',
        tale da
        proporre... questo post mi ricorda il film Terminator dove Skynet acquisisce autocoscienza e fa scoppiare la terza guerra mondiale
        • krane scrive:
          Re: LINUX AMALGAMA SCONVENIENTE
          - Scritto da: Dig Dug

          Non sapevo che linux avesse una propria vonta',

          tale da proporre...
          questo post mi ricorda il film Terminator dove
          Skynet acquisisce autocoscienza e fa scoppiare
          la terza guerra mondialeLui segue il programma: e' stato programmato per distruggere i nemici, e i suoi "padroni" erano di ostacolo in questo.
        • sbrotfl scrive:
          Re: LINUX AMALGAMA SCONVENIENTE
          - Scritto da: Dig Dug

          Non sapevo che linux avesse una propria vonta',

          tale da

          proporre...

          questo post mi ricorda il film Terminator dove
          Skynet acquisisce autocoscienza e fa scoppiare la
          terza guerra
          mondialeIl pinguino malvagio ci ucciderà tutti!!!!!I Maya avevano ragione!!!!! Questo è l'anno di Linux!!!
    • giulio scrive:
      Re: LINUX AMALGAMA SCONVENIENTE
      peccato che meego è nato qualche anno prima di windows piastrelloso e che le piastrelle non sono altro che widget compattati presenti in linux dal 2008
      • yupa scrive:
        Re: LINUX AMALGAMA SCONVENIENTE
        Ehm.. così a memoria: l'active desktop di win98 nell'intenzione originale era una roba simile alle piastrelle animate di oggi. Inusabile allora.. quasi inusabile oggi (ma io non faccio testo: mi sono innamorato dello Z10).
    • Fesion scrive:
      Re: LINUX AMALGAMA SCONVENIENTE
      Sì, e io volevo proporre a linux di andare a bere un caffè...per piacere eh...
    • vghg scrive:
      Re: LINUX AMALGAMA SCONVENIENTE
      - Scritto da: nano.ano
      tutte le volte che linux vuole proporre qualcosa
      sul mercato, riesce solo a copiar male le idee
      altrui. La cosa peggiore e' che sono sempre remix
      malriusciti.
      Meglio investire sul'originalesei riuscito a trollare linux nonostante i nokia serie n 7xx lo usassero prima di ios e android. bravo.
Chiudi i commenti