Office 2010 incontra le aziende

Microsoft ha messo a disposizione la sua suite ai clienti aziendali di tutto il mondo, anticipando di circa un mese il debutto nei negozi. Rilasciato anche Office Mobile 2010 per Windows Mobile 6

Roma – Microsoft ha ufficialmente lanciato sul mercato business le edizioni 2010 di Office, SharePoint, Visio e Project, rendendone disponibili le licenze ai clienti enterprise di tutto il mondo: BigM parla di un potenziale bacino d’utenza di 90 milioni di aziende.

“I programmi beta di Microsoft Office 2010 e Microsoft SharePoint 2010 hanno avuto una diffusione senza precedenti, con il triplo dei partecipanti rispetto ai programmi beta delle precedenti versioni di Office” ha dichiarato l’azienda di Redmond. “Per questo motivo, 8,6 milioni di persone utilizzano già Office 2010 e i prodotti correlati. Più di 1.000 partner sono inoltre già impegnati nella creazione di soluzioni per il set di prodotti 2010”.

Insieme alle tradizionali edizioni di Office 2010, Microsoft ha messo a disposizione dei clienti con contratto Volume Licensing anche Office Web Applications , la versione web-based della nuova suite per l’ufficio made in Redmond . Le aziende potranno acquistare un abbonamento a Office Web Apps come parte di Microsoft Online Services, la costellazione di applicazioni Microsoft basate su cloud.

Il big di Redmond sostiene che Office 2010 migliora la produttività aziendale grazie a nuovi strumenti per la collaborazione e la condivisione, alla capacità di rendere i documenti facilmente accessibili da qualsiasi luogo e con qualsiasi dispositivo, e all’integrazione di nuove funzioni per la business intelligence.

Per quanto riguarda la programmazione e lo sviluppo di applicazioni, Office 2010 si integra a Visual Studio 2010 , ed offre agli sviluppatori di Windows strumenti a loro già familiari per creare, assemblare ed eseguire il debug delle soluzioni SharePoint. Microsoft afferma poi lo sviluppo delle applicazioni è reso più veloce grazie all’adozione di API più complete e al supporto a tecnologie quali Open XML, Silverlight, REST e LINQ. “Gli sviluppatori possono scrivere applicazioni in grado di connettere dati line-of-business, utilizzare workflow personalizzati e fornire dashboard e dati di business intelligence a un’intera organizzazione” afferma Microsoft.

Nella reclamizzata possibilità di accedere ai documenti ovunque ci si trovi un ruolo chiave è svolto dal nuovo Office Mobile 2010 , lanciato contestualmente alle versioni desktop e cloud. La nuova versione di Office per smartphone sarà disponibile tramite Windows Phone Marketplace come aggiornamento gratuito per tutti i telefoni Windows Mobile 6.x (e in futuro Windows Phone 7) che includano una versione precedente di Office Mobile.

Office Mobile 2010 porta con sé novità quali un client per l’accesso a SharePoint , la possibilità di controllare le presentazioni via Bluetooth, funzioni per la condivisione dei documenti via social network, una funzione per visualizzare le presentazioni PowerPoint come video stream (anziché come versioni semplificate del documento) e un miglior supporto all’uso delle dita. Una panoramica delle novità di Office Mobile 2010 viene fornita qui , insieme a vari screenshot delle applicazioni che compongono la suite, da Ars Technica .

Microsoft ha pianificato l’introduzione di Office 2010 sul mercato retail a partire dal prossimo 15 giugno: a partire da questa data gli utenti consumer e le azende prive di contratti Volume Licensing potranno acquistare il nuovo Office nei negozi o insieme ad un nuovo PC.

Su Office 2010 si veda anche la FAQ “Quale versione installare? 32 bit o 64 bit?” e questo post contenente il link a video, articoli e altre risorse sul prodotto, entrambi apparsi sul Blog Team TechNet Italia .

Alessandro Del Rosso

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Giocher scrive:
    Dov'è l'eugenetica?!
    Questi test permettono (se funzinano) di stabilire se una persona è portatrice di geni che la predispongano ad alcune malattie. Non vedo quali applicazioni eugenetiche possano avere. Mica ti permettono di decidere quali geni passerai ai tuoi figli e quali no.Bah, i soliti titoli/sottotitoli sensazionalistici/ignoranti.
  • Luther_Blissett scrive:
    GATTACA....
    Meglio così (per adesso).Poter conoscere la propria salute futura può avere vantaggi (prevenzione) ma soprattutto grossi svantaggi: niente assicurazioni sanitarie, niente assicurazioni sulla vita, niente lavoro, niente famiglia... Chi ha alte probabilità di ammalarsi per tare genetiche diventerebbe un ghettizzato.A volte nell'ignoranza si vive meglio.
    • Wolf01 scrive:
      Re: GATTACA....
      Certo, e si tornerebbe alla selezione naturale che l'uomo ha quasi completamente ingannato.Teoricamente non sarebbe una brutta idea in quanto si laverebbero via dal DNA molte schifezze e tare genetiche, moralmente, bhe, moralmente è questione di gusti e di fortuna.
      • koteko scrive:
        Re: GATTACA....
        o piu' facilmente, alcune grosse aziende comincerebbero a impegnarsi piu' seriamente per la modifica "in vivo" del codice genetico, cosa che sarebbe assolutamente fantastica ;)Al San Raffaele gia' lo fanno per curare la SCID-ADA:http://www.sanraffaele.org/60980.html"La terapia genica, infine, si propone di modificare l'informazione genetica delle cellule inserendo il gene normofunzionante, che produce lenzima ADA, nei linfociti periferici, nelle cellule staminali midollari e nei progenitori da sangue di cordone ombelicale."
        • Wolf01 scrive:
          Re: GATTACA....
          - Scritto da: koteko
          Al San Raffaele gia' lo fanno per curare la
          SCID-ADAChe però ha qualche effettino collaterale in quanto non si sa ancora benissimo a cosa servono tanti geni, tocchi quello sbagliato e ti ritrovi Blanka di Street Fighter, tocchi quello giusto e diventi uno SpartanCon ciò non dico che non funzioni la cura, anzi, però ha qualche piccola controindicazione.Sinceramente preferisco un'iniezione di nanocosi piuttosto a lasciarli giocare col mio DNA.
    • Undertaker scrive:
      Re: GATTACA....
      - Scritto da: Luther_Blissett
      Meglio così (per adesso).
      A volte nell'ignoranza si vive meglio.tu vivrai benissimo, allora.Se l'analisi del mio codice genetico mostra una predisposizione a certe malattie preferisco saperlo per poter fare della prevenzione.Tra vent'anni vedremo i comportamenti odierni, politicamente corretti e contro l'eugenetica e la scienza come vere e proprie malattie mentali
      • Luther_Blissett scrive:
        Re: GATTACA....
        Sei arrogante e ignorante.Ho solo espresso il mio punto di vista, se non sei d'accordo puoi anche spiegarti argomentando in modo intelligente ed esaustivo.Se rileggi bene quello che ho scritto (ma forse è più facile sputare sentenze che LEGGERE), ho detto che "Poter conoscere la propria salute futura può avere vantaggi (prevenzione)".Ma ho anche detto che questa cosa ha un possibile, deleterio rovescio della medaglia.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 17 maggio 2010 17.47-----------------------------------------------------------
  • Giorgio Grammatico scrive:
    USA, stop al DNA fai da te
    Per il momento la genetica è a basso livello ma tra 10 anni avrà fatto grandi progressi.Stica
Chiudi i commenti