Office, ci sono dei campioni

Esiste un campionato mondiale della suite per ufficio di Microsoft. Partecipano e vincono adolescenti di tutto il mondo

Roma – 228mila partecipanti da 57 diversi paesi, una finalissima che si è tenuta a San Diego e un premio di 5mila dollari: questi, schematicamente, i numeri del campionato mondiale di Microsoft Office .

I partecipanti, tra i 13 e i 22 anni, a questo torneo diviso in categorie (Word 2007, Word 2010, Excel 2007, Excel 2010 e PowerPoint 2007) sono stati selezionati nelle scuole per i migliori risultati conseguiti negli esami di certificazione, impiegando il minor tempo possibile.

Alla fine, risultata vincitrice con uno score perfetto nell’utilizzo di Excel è stata la quindicenne britannica Rebecca Rickwood, studentessa specializzata di matematica e informatica che tiene lei stessa un corso extracurricolare per imparare ad utilizzare la suite per ufficio di Microsoft. Nella categoria Microsoft Word 2010 si è aggiudicato il premio Clement Ng Chwin Chiat dalla Malaysia, per Microsoft Excel 2010 ha vinto Chen Xing, Cina, Mizuki Terao, giapponese, è stata la prima nella categoria Microsoft Word 2007, mentre il premio per Microsoft PowerPoint 2007 è stato assegnato alla taiwanese Liao Yu-Xuan. ( C.T. )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Pigro scrive:
    Beh, anche "finestre" è termine generico
    Eppure Bill usa Windows come Steve usa la mela...
    • collione scrive:
      Re: Beh, anche "finestre" è termine generico
      e infatti Steve nella causa legale riguardo uno dei suoi marchi ( non ricordo quale ) portò proprio questo esempioil fatto che sia stato conXXXXX come marchio windows è un'altra delle abominazioni made in USAse continuano così, il prossimo rating che riceveranno sarà ZZZ :D
      • lul scrive:
        Re: Beh, anche "finestre" è termine generico
        - Scritto da: collione
        e infatti Steve nella causa legale riguardo uno
        dei suoi marchi ( non ricordo quale ) portò
        proprio questo
        esempio

        il fatto che sia stato conXXXXX come marchio
        windows è un'altra delle abominazioni made in
        USA

        se continuano così, il prossimo rating che
        riceveranno sarà ZZZ
        :Dbeata ignoranza, il marchio registrato non è windows ma microsoft windows infatti steve jobs è un coniglione che racconta caxxate, appstore è un termine generico, zukemberg è un altro coniglione e facebook è un termine generico
        • yoghi scrive:
          Re: Beh, anche "finestre" è termine generico
          Tra l'altro se non erro il termine 'facebook' dovrebbe avere origine proprio nel libro degli iscritti dei college made in USA...
Chiudi i commenti