OkCupid ammette la sperimentazione sugli esseri umani

Un intervento sul blog con un tono sarcastico per riallacciarsi alla polemica sulle pratiche analoghe di Facebook. C'è di che scandalizzarsi?

Roma – Nessun utente è stato maltrattato nel corso dei test A/B di OkCupid: almeno è quanto sostiene sul blog aziendale Christian Rudder, uno dei fondatori del servizio, nel passare in rassegna ben tre casi diversi nei quali l’azienda che si occupa di flirt e incontri organizzati online. Per una sola circostanza analoga, solo qualche settimana fa , Facebook era stata bersaglio degli strali di mezza Internet (e aveva attirato l’attenzione dei regolatori d’Oltremanica ): le reazioni alle confessioni di OkCupid paiono invece più tiepide.

Rudder ha raccontato di tre diverse circostanze nelle quali il sito da lui fondato ha provato ad approfondire la bontà e la qualità delle relazioni instaurate attraverso OkCupid rispetto ad alcune caratteristiche del servizio. In un caso, per lanciare una modalità “appuntamento al buio”, erano state rimosse tutte le foto dai profili per vedere l’effetto che fa; in un altro si era provato a fare a meno delle descrizioni dei profili; in nessuno dei due casi, par di capire , i dati hanno fornito indicazioni particolarmente differenti da quelle intuibili a priori, ovvero che le foto contribuiscono in modo decisivo nella scelta di un potenziale partner . Si tratta per queste due circostanze di azioni tutto sommato inoffensive, visto che OkCupid non ha manipolato in modo significativo i dati e ha semplicemente per alcune ore osservato il comportamento dei suoi clienti durante l’equivalente di un disservizio del sito.

Il terzo caso è più interessante: una parte del modello di business di OkCupid consiste in un algoritmo di “qualità” dell’abbinamento tra due potenziali partner, elaborato sulla base delle informazioni fornite sul proprio profilo, e in questo esperimento l’azienda ha deciso di presentare ad alcuni utenti la cui percentuale di compatibilità era bassa un valore opposto, e viceversa. In altre parole, OkCupid ha fornito informazioni volutamente alterate ai suoi utenti e osservato cosa sarebbe successo per confutare, o confermare, i propri algoritmi: il risultato definitivo ha confermato la bontà dell’approccio, ma nel farlo OkCupid ha replicato esattamente l’approccio sperimentale di Facebook, provando a suggestionare i navigatori per comprenderne l’infuenzabilità.

Quale che siano le ragioni per le quali le reazioni al gesto di trasparenza di OkCupid sono per ora decisamente più benevole rispetto al caso Facebook non è dato (ancora) saperlo. Potrebbe c’entrare il ruolo differente svolto da Facebook nelle vite dei navigatori rispetto a un servizio di incontri come OkCupid, potrebbe darsi che il messaggio sia stato veicolato in modo più diretto e quindi accattivante, potrebbe darsi che i risultati non abbiano preoccupato i navigatori. Sia come sia, alcuni osservatori sottolineano come non sia accettabile essere oggetto di sperimentazioni di questo tipo, non palesi, senza consenso preventivo.

C’è solo un piccolo particolare, che pare sfuggito ai più ma non a tutti , tra le parole di Rudder. Secondo le sperimentazioni di OkCupid ci sono dei casi in cui i dati personali (nome, numero di telefono) vengono scambiati prima che in altre circostanze: vuol dire questo che OkCupid ha indicazioni utili in tal senso? Come potrebbe conoscere informazioni di questo tipo se non leggendo tutti i messaggi scambiati sulla piattaforma ?

Luca Annunziata

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • iRoby scrive:
    Inutile
    Di un'inutilità, ma di un'inutilità da fare ribrezzo.Se una board del genere viene sui $30-$35 completa (poi sui 40 al dettaglio in EU), fino a $299 dollari che sono le licenze Microsozz per Wincag8 + tool di sviluppo?Arduino e Raspberry con tutti i loro cloni coprono veramente tutto ciò che c'è nel mondo embedded, anche tablet. Ok questa è rivolta a tablet e applicazioni touch, ma serve davvero una roba del genere se con molto meno ci sono board mini-itx fanless?Ma anche le Atom CE53xx sono dei quad core da 1,2-1,6Ghz ottime ed ampiamente usate per i NAS multimediali perché c'è anche il deconding hardware audio/video full hd.Via via, pollice verso, altra cag8ata di Microshit, l'azienda del "vorrei ma perché la gente mi snobba dove non ho il monopolio?"
  • lorenzo scrive:
    Windows 8 ?
    Nemmeno se me la regalano... Con quei soldi mi faccio una miniitx di tutto rispetto con un bel linux che non si blocca mai ... Oppure un bel cluster di raspberry tipo B :)
    • nome e cognome scrive:
      Re: Windows 8 ?
      - Scritto da: lorenzo
      Nemmeno se me la regalano...
      Con quei soldi mi faccio una miniitx di tutto
      rispetto con un bel linux che non si blocca mai
      ...


      Oppure un bel cluster di raspberry tipo B :)Guarda con quei soldi ti compri 299 fermaporte e hai l'equivalente di un linux che non si blocca mai o di un cluster di raspberry.
      • collione scrive:
        Re: Windows 8 ?
        - Scritto da: nome e cognome
        - Scritto da: lorenzo

        Nemmeno se me la regalano...

        Con quei soldi mi faccio una miniitx di tutto

        rispetto con un bel linux che non si blocca
        mai

        ...





        Oppure un bel cluster di raspberry tipo B :)

        Guarda con quei soldi ti compri 299 fermaporte e
        hai l'equivalente di un linux che non si blocca
        mai o di un cluster di
        raspberry.ma chi sei? il maxsix del mondo winaro (rotfl)
      • lorenzo scrive:
        Re: Windows 8 ?
        Si si proprio equivalente ... ma se non ci lavorate con le cose perche' parlate a vanvera ? Ho un server DNS su raspberry che fa da backup ad un server DNS su windows ... uno dei due sistemi non si e' mai bloccato :) C'e' bisogno di dire quale dei due ?
  • kruks scrive:
    Integrators se la acquistate siete dei c
    Fortunatamente i caratteri nel titolo sono limitati.Microsoft gioca la carta (di marketing) della compatibilità con Windows, ma compatibilità con cosa?Avete notato che non c'è ethernet? Solo usb.Poi occupa il doppio di una raspberry. È più potente, quindi consuma di più, e il suo uso ...I suoi possibili usi sarebbero una regia video o roba del genere, e di commerciali, a quel prezzo, ne trovate già belle e fatte senza sbattervi a programmarle.Ma qualcuno la comprerà lo stesso.Capoccioni, intendevo, se la acquistate siete dei capoccioni.
    • nome e cognome scrive:
      Re: Integrators se la acquistate siete dei c

      Avete notato che non c'è ethernet? Solo usb.

      Poi occupa il doppio di una raspberry. È più
      potente, quindi consuma di più, e il suo uso
      ...

      I suoi possibili usi sarebbero una regia video o
      roba del genere, e di commerciali, a quel prezzo,
      ne trovate già belle e fatte senza sbattervi a
      programmarle.The primary target usage of the Sharks Cove board is for development of subsystems for Intel® ATOM based Tablets and Mobile devicesQuanti tablet o dispositivi mobili conosci con una porta ethernet?
  • mai fatto scrive:
    il problema di fondo
    ma a che serve? Chi voglia sviluppare per x86 su windows non ha bisogno di una board di sviluppo, basta e avanza un pc qualunque.Nell'ecosistema windows il problema di fondo non è la mancanza di hardware ma la mancanza di strumenti di sviluppo: le versioni express dei vari compilatori e gli SDK microsoft risolvono la questione solo parzialmente e se una persona vuole iniziare a programmare secondo i canoni che microsoft impone, deve comprarsi un pacchetto software che costa un sacco di soldi.Microsoft dovebbe rilasciare gratuitamente questi strumenti in un unica soluzione, non 50 dvd di SDK volutamente limitati e di difficile utilizzo.Forse mi sbaglierò ma è così che la vedo io.
    • bradipao scrive:
      Re: il problema di fondo
      - Scritto da: Fun TIme
      Nonono. Express non e ne di difficile utilizzo ne
      limitato.Il primo e più grande fail è che si tratta di un tool mono-piattaforma.
      • 2014 scrive:
        Re: il problema di fondo
        - Scritto da: bradipao
        - Scritto da: Fun TIme

        Nonono. Express non e ne di difficile utilizzo
        ne

        limitato.

        Il primo e più grande fail è che si tratta di un
        tool
        mono-piattaforma.Quella che conta? :D
  • ... scrive:
    solita XXXXXXta fuori dal vaso
    citare la raspberry in questo caso serve a un XXXXX, come dire che un granchio ha a che fare con una gru.a maru', meno birra!!!!
Chiudi i commenti