Facebook, UK e Irlanda indagano sull'esperimento

Ad attirare le attenzioni delle autorità, le notizie sullo studio con cui il social network ha messo ala prova la sua capacità di contagiare le emozioni dei suoi utenti

Roma – Facebook rischia di dover affrontare i tribunali britannici ed irlandesi per la ricerca condotta all’inizio del 2012 su un ristretto gruppo di suoi utenti.

Lo studio , effettuato dai ricercatori di Facebook Adam Kramera, Jamie Guillory e Jeffrey Hancock ha di fatto manipolato i contenuti visualizzati sulla cronologia dei profili coinvolti, con lo scopo di verificare se gli stati emotivi si possono trasmettere ed influenzare le persone attraverso un social network, in una sorta di “contagio emotivo”.
Il problema è che i circa 700mila utenti coinvolti non sono stati affatto informati di tale manipolazione.

Ora, dunque, l’ Information Commissioner’s Office (ICO) britannico ha riferito di star pensando di chiedere al social network maggiori informazioni sullo studio ; allo stesso modo l’ufficio irlandese per la protezione dei dati ha detto di essere all’opera per contattare l’azienda di Zuckerberg.

D’altronde, nonostante abbia cercato di spiegare di essersi limitata al minimo impatto possibile e nonostante abbia dichiarato che nessun dato è mai stato associato specificatamente con una persona, Facebook sembra mostrare di avere la coda di paglia: quattro mesi dopo aver condotto il contestato esperimento ha aggiunto alla sua licenza d’uso la possibilità di utilizzare i dati dei propri utenti per fini di ricerca interni , motivazione che si aggiunge alla risoluzione dei problemi, all’analisi dei dati, ai test, ed al miglioramento del servizio.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • wavettore scrive:
    Wavevolution
    Tutto quello che sta accadendo nei nostri giorni e il preludio di enormi cambiamenti ma prima ancora di discutere al proposito di possibili rimedi uno dovrebbe aver ben chiaro come siamo arrivati a questo punto riconoscendo entrambi fisionomia ed origine della minaccia. Sin da quando George H. Bush era direttore della CIA, le agenzie segrete di Stato USA hanno svolto un duplice ruolo per arrivare fino ad oggi quando ogni persona e costantemente monitorata da NSA ed altre agenzie non per riportare queste informazioni al governo Americano ma per alimentare con ogni dato lembrione di una nuova superpotenza tenuta ancora nascosta. Qui' e' in breve la storia di come arrivo' a possedere ogni mezzo ed a sapere tutto di ognuno. Nel 1988 lex direttore della CIA fu eletto presidente sebbene questo fu' un presidente USA come nessun altro. La sua attenzione si rivolse subito in Kuwait ed Arabia Saudita da cui beneficio' personalmente di immensi patrimoni in cambio della protezione di quei tiranni e del loro petrolio mentre negli Stati Uniti invece il presidente osservava il figlio, Neil, essere l'autore della piu grande rapina di quei tempi, lo scandalo Savings and Loans. Dopo qualche anno, la successiva rapina piu' grande della storia fu' Enron che allora finanzio' la campagna elettorale di un altro suo figlio, George. Una volta divenuto anche lui presidente, il figlio pianifico' il piu infame attacco su suolo Americano, lundici Settembre, per iniziare il piu' vasto sistema di monitoraggio mai concepito e consolidare per 8 anni le fortune di una singola famiglia al di sopra di tutti. Nei nostri giorni, un gruppo di Sionisti, come fosse un governo parallelo nascosto, con George Bush ancora oggi a capo dei servizi segreti in USA, UK ed Israele e' la forza destabilizzante alle spalle delle piu' grandi stragi di terrore e con informazioni classificate a disposizione ed un suo esercito privato ha in serbo quello che per molti adesso sembrerebbe impensabile. Il portavoce di questo gruppo nel congresso USA e John Mc Cain che influenza lamministrazione Americana riportando gli ordini impartiti. Una Guerra Mondiale ed il caos ovunque sono gia pianificati perche le genti esasperate presto invochino un Nuovo Ordine del Mondo senza neanche sapere cosa sia. Non le proteste ne la violenza per le strade potranno mai opporsi ad una tale minaccia per lintera Umanita. Servira' una nuova coScienza per formare un Fronte alternativo da opporre al dettagliato Piano Sionista che giustifica ogni mezzo in base al suo Credo che l'Uguaglianza non esista. Quando Jeb Bush sara' il presidente USA, la prossima Guerra sara' inevitabile ed avverra' anche di sorpresa. Sara' la scusa per abolire totalmente il concetto di Uguaglianza ed ogni diritto umano associato con essa celebrando l'ascesa di un "popolo scelto" e poter cosi' intrecciare la Religione con una trama di potere. Come fosse la Rapina di tutti i tempi in nome di un Nuovo Ordine del Mondo che e' per l'appunto quel Grande Stato di Israele gia' descritto nella Bibbia. L'unica possibilita' di opporsi alla minaccia Sionista e' che l'Umanita' faccia cadere ogni suo confine e che diventi come Un unico Paese. Aldila' di ogni possibile scusa di Religioni od altro, il Conflitto dovra' essere definito sin dall'inizio solo pro o contro l' Uguaglianza. http://www.wavevolution.org
  • prova123 scrive:
    Gli States negano ...
    "qualsiasi forma di comportamento illecito" ... osteeeee!!!! Com'è il vino??Oste: mai così buono come quest'anno!!!Domanda: ci sono o ci fanno?
Chiudi i commenti