Olanda, stretta sul P2P

I cinque principali provider del paese hanno accettato un'intesa con le major per avvertire e diffidare i propri utenti che utilizzano i sistemi di file sharing. Ma XS4ALL resiste


Amsterdam – Ridurre la quantità di file scambiati illegalmente sui grandi network del peer-to-peer ed andare incontro alle sollecitazioni dell’industria dei contenuti, che in altri paesi già si sono tradotte in pesanti inchieste sull’operato dei provider. Questo il senso dell’ intesa annunciata ieri tra l’Istituto olandese Brain , che rappresenta i produttori, e gli operatori Internet olandesi.

I cinque maggiori provider olandesi si sono dunque impegnati a trasmettere diffide formali ai propri utenti coinvolti in attività di file sharing che l’industria ritenga illegali, per esempio lo scambio di film, di musica o di software. Anche in Olanda, come altrove, i produttori tengono d’occhio le reti peer-to-peer per individuare, nei limiti del possibile, chi condivide grandi quantità di materiali protetti dalle leggi sul diritto d’autore.

Gli operatori di accesso hanno dunque spiegato che inoltreranno ai propri utenti le lettere di avvertimento provenienti dall’istituto Brain, spiegando così agli abbonati che lo scambio di materiale protetto non è legale.

Quella che da qualcuno viene letta come una sorta di accondiscendenza alle volontà dell’industria è in realtà il frutto di un laborioso compromesso scaturito dal fatto che i provider non ne vogliono sapere di fornire alle major e agli altri produttori i nomi dei propri clienti che sono ritenuti coinvolti in attività illegali di questo tipo. Stando alle attuali normative olandesi, perché Brain ottenga quei nomi oggi dovrebbe necessariamente ricorrere alla denuncia contro ignoti, similmente a quanto accade negli USA.

“Questo – ha spiegato un portavoce degli operatori – è un servizio, un avviso agli abbonati che alcune delle cose che stanno facendo vanno contro le legge”. In questo modo, sostengono i provider, è forse possibile evitare che decine o centinaia di utenti vengano denunciati.

Ad ogni buon conto, Brain ha fatto sapere che con questo nuovo strumento intende chiedere agli utenti che verranno diffidati una compensazione per quanto da loro scaricato. “Vedremo – ha spiegato il direttore dell’Istituto, Tim Kuik – cosa accadrà loro se non pagheranno”.

Di interesse segnalare che un provider da sempre in prima linea sul fronte delle libertà digitali, lo stesso che sta sollevando polvere sul fronte delle intercettazioni Internet , XS4ALL , ha già dichiarato che non intende aderire allo schema.

“Non ce l’hanno nemmeno chiesto – ha spiegato una portavoce – Immagino che conoscano la nostra posizione in merito”. La portavoce ha spiegato che il nome stesso del provider, che si legge “Access for All”, indica che non intende porsi come “braccio armato dell’industria dell’intrattenimento”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    ma dov'e' quello di / ?
    Quello che dice che ieri questa stava su Slashdot
  • Anonimo scrive:
    Diamogli un calcio... a questo calcio
    Basta con il calcio... chissenefrega...io ho smesso di tifare e sono schifato.Uno scatolotto nato solo e solo per il pallone. Per cuccare soldi. Con le nostre agevolazioni!!Appendete la sciarpa al chiodo.... basta ciulare i soldi ai poveri cristi.
  • Anonimo scrive:
    Famiglie giovani? no meglio la tv
    nella finanziaria 2005 il governo ha stanziato110 milioni di euro per il digitale terrestre10 milioni di euro per le giovani coppie.Basta questo per dire tutto il dicibile e l'indicibile
    • Anonimo scrive:
      Re: Famiglie giovani? no meglio la tv
      - Scritto da: Anonimo
      nella finanziaria 2005 il governo ha stanziato
      110 milioni di euro per il digitale terrestre
      10 milioni di euro per le giovani coppie.

      Basta questo per dire tutto il dicibile e
      l'indicibile:-oAzz...ora capisco perché nascono sempre meno italiani ed aumentano anno dopo anno gli zombi.....
      • Opera scrive:
        Re: Famiglie giovani? no meglio la tv
        cosi non potro mettere su famiglia se vivo in italia!!!che tristezza Y_Y
        • Anonimo scrive:
          Re: Famiglie giovani? no meglio la tv
          - Scritto da: Opera
          cosi non potro mettere su famiglia se vivo in
          italia!!!Non vorrei stroncare le tue speranze, ma probabilmente non potevi "a prescindere", ti faccio il mio esempio:Se non volete vivere coi genitori/suoceri (e quindi rischiare il divorzio :D ), per comprar casa ci vuole il mutuo o tanti bei soldini cash (1 mono/bilocale in periferia = 300 milioni), la tua ragazza deve lavorare (no casalinga) perché 1 solo stipendio non basta, entrambi non dovete essere lavoratori precari (no maternità, no mutuo etc... ma vorrei sapere dove, che a 30 anni suonati qua continuano a proporre stage di formazione...), dovete avere i genitori in salute (lavorando entrambi dove mettere il pupo? Con quello che costano gli asili solo i nonni ci salvano), inoltre se volete la prole e potete permettervela (ebbene sì, è quasi un lusso!) tutto questo va fatto entro i 35 anni per limitare la probabilità di anomalie genetiche al pupo, e cmq entro i 40-41 che poi arriva la menopausa e buonanotte...evviva l'italia! :(
          • HIFI scrive:
            Re: Famiglie giovani? no meglio la tv
            E dopo guardi la TV digitale terrestre che il nostro caro ministro ci ha organizzato per passare una vecchiaia felice con due soldi di pensione. Forse è per questo che Mediaset Premium si fa pagare 3? a partita?
    • Anonimo scrive:
      Re: Famiglie giovani? no meglio la tv
      Però vuoi mettere i bilanci dell'elettronica industriale come vanno su :-((
    • b-b scrive:
      Re: Famiglie giovani? no meglio la tv
      Per i mutui, www.mutui.com, per il resto, www.fininvest.it !!!O.
  • Anonimo scrive:
    Che fregatura
    Contratto Fastweb (ora in corso di disdetta) ho acquistato la videostation venduta e pubblicizzata quale digitale terrestre. L'ho pagata 25 euro e Fastweb ha incassato il contributo statale. Ora si scopre che senza Fastweb il mio digitale terrestre va a farsi benedire unitamente al contributo statale che non potrò usufruire nuovamente. Ma perchè non si costringe chi ha incassato con una promessa a mantenerla?Ossia perchè la Videostation non può essere usata come digitale terrestre senza Fastweb? Ma...!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Che fregatura
      Da utente fastweb ti dico (almeno in base alle indiscrezione che sono riuscito a sapere) che sono previste 2 possibilità per implementqare il digitale terrestre su vs fastweb:1) la meno probabile: aggiornare il software delle vs esistenti in modo da rendelrle mhp compatibili, ma a quanto pace ci sarebbero dei problemi di compatibilità con la piattaforma utilizzata da questj'ultima che é basata su un kernel linux 2,4;2) la più probabile: sostituire (sicuramente a pagamento come da politaica fw) tutte le vs atttualmente installate con un particolare modello, già esistente (e visibile sul sito della kreatel) di videostation compatibile sia con i servizi dvb/ip di fastweb che con le emittenti in tecnologia DTT. L'unica cosa che, però non sono riuscito a capire dal sito di kreatel (www.kreatel.com) é se questo apparecchio sia compatibile ANCHE con i servizi a standare MHP.Ne sapremo di più certamente entro luglio-agosto quando inizierà la fase 2 della sperimentazione del digitale terrestre.
  • Anonimo scrive:
    T-gov anno zero?
    Veramente in Italia il T-government c'è già da 10 anni, dal 1994 per la precisione ...
  • Anonimo scrive:
    io spero non decolli, meglio il WI-FI
    io spero non decolli, meglio il WI-FI
    • sigsegv scrive:
      Re: io spero non decolli, meglio il WI-F
      - Scritto da: Anonimo
      io spero non decolli, meglio il WI-FIIo invece preferisco la zuppa inglese.
  • XavierX scrive:
    Delusioni
    A casa mia ho il ricevitore DTT: nonostante le mie remore, mio papà lo ha acquistato per evitare che mia madre ci spappolasse i maroni perchè non si vedeva bene rai2 e qualche altro canale.Devo ammettere che sicuramente è un'evoluzione della tv tradizionale, non tanto per l'interattività, ma per la qualità del segnale e i servizi accessori come la guida tv e gli approfondimenti sui programmi. Praticamente la tv terrestre incontra quella satellitare.Nonostante i proclami molti servizi non sono ancora partiti (ad es. i video richiesta di MTV) e alcuni canali dalle mie parti non si vedono. Ma che fine faranno le tv locali?Quello che non mi va giù è che questa tecnologia è stata spinta così massicciamente a discapito di altre solo ed esclusivamente per gli interessi economici di poche persone che hanno il potere in mano. Come solito accade in Italia...
  • Anonimo scrive:
    DTT =
    canone Rai
    Il DTT è anche un modo per incrementare il pagamento del canone RAI, dal momento che è una tassa sul possesso del ricevitore televisivo.Per altro sono d'accordo che il grande business attualmente legato al DTT è la trasmissione dell campionato di calcio / oppio del popolo italiano...PS: ma esiste ancora la cosiddetta "bassa frequenza" della RAI?
    • Anonimo scrive:
      Re: DTT =
      canone Rai
      - Scritto da: Anonimo
      Il DTT è anche un modo per incrementare il
      pagamento del canone RAI, dal momento che è una
      tassa sul possesso del ricevitore televisivo.
      Forse invece no.Perche' nel 2007 solo chi sara' in possesso del decoder potra' ricevere i canali rai e quindi tutte le apparecchiature che oggi in teoria sono considerate ricevitori di segnale televisivo (videoregistratori, schede tuner, schermi al plasma, telefonini di terza generazione) non lo saranno piu', e quindi il canone dovra' essere corrisposto solo da chi possiede un decoder.
  • Anonimo scrive:
    [OT] Errore (x redazione)
    "ma il Dtt può molto di più" ?
  • Anonimo scrive:
    E io che non ho la TV ?
    Dopo aver rottamato la tv, sono riuscito anche a disdire l'abbonamento e ora mi dite che dovrei ricominciare per questa cavolata tramite DT ?Se lo scordano, non se ne parla proprio...Clipper
    • Anonimo scrive:
      Re: E io che non ho la TV ?
      - Scritto da: Anonimo
      Dopo aver rottamato la tv, sono riuscito anche a
      disdire l'abbonamento e ora mi dite che dovrei
      ricominciare per questa cavolata tramite DT ?Attento! per la legge basta un PC per dover pagare il monitor.Leggiti bene cosa dice del canone.Ciao.R2
      • Anonimo scrive:
        Re: E io che non ho la TV ?
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Dopo aver rottamato la tv, sono riuscito anche a

        disdire l'abbonamento e ora mi dite che dovrei

        ricominciare per questa cavolata tramite DT ?

        Attento! per la legge basta un PC per dover
        pagare il monitor.
        Leggiti bene cosa dice del canone.

        Ciao.
        R2Devono però dimostrare che è installata la scheda per ricevere e decodificare il segnale radiotelevisivo, altrimenti è e resta un abuso da parte della RAI.....
        • Anonimo scrive:
          Re: E io che non ho la TV ?
          Occhio la legge dice atto o adattabile per ricevere le radiotrasmissioni.Di più.... basterebbe l'impianto dell'antenna.Se vogliono rompere le balle ti possono contestare anche il cellulare oggi come oggi....Io ho risolto con l'accoppiata distruggi-documenti (per la carta) + pitbull (per gli ominidi).
  • postmaster scrive:
    P.A. no internet ??? ai ai ai ai ai ai
    come da subject ..
  • lonehawk scrive:
    Era necessario il digitale terrestre?
    Sinceramente non ho capito ancora la necessità di spingere così fortemente il digitale terrestre per l'amministrazione pubblica...E' vero, solo il 42% delle famiglie italiane ha un computer collegato ad Internet, ma questo vuol dire che il 42% delle famiglie ha la possibilità di avere una persona in casa che più o meno su Internet ci sa almeno navigare. Se a quella persona si insegna come fare le principali operazioni online (faccio un esempio: il pagamento dell'ICI) significa che abbiamo quasi dimezzato le code agli sportelli per il pagamento dell'ICI in Italia! Vi sembra poco?Ammettendo che, con qualche aiutino statale, la percentuale di connessi aumenti anche di un paio di soli punti percentuali all'anno, nel giro di 10 anni la coda agli sportelli per il pagamento dell'ICI diventerebbe veramente minima... nel giro di una ventina sparirebbe totalmente...E tutto con la sicurezza di una comunicazione protetta su Internet, invece di una comunicazione dei dati personali che può intercettare chiunque...Non so, mi sa che il cosiddetto T-Gov sia solo uno specchietto per le allodole per vendere le partite del milan a 3 Euro... poi magari mi sbaglio...
    • Anonimo scrive:
      Re: Era necessario il digitale terrestre
      Assolutamente necessario, vitale direi!in Fede,Emilio
    • Anonimo scrive:
      Re: Non era necessario un bel niente
      Certo è così l'hanno fatta proprio sporca con sto digitale terrestre. Manco ce ne fregasse qualcosa.Un modo facile per venderci la partita senza stare a montare, orientare parabole e aggeggi vari. E la cosa bella che ti fa venir voglia di picchiarli è che paghiamo pure i contribuiti !!!!!!!!!
  • Anonimo scrive:
    Inutile duplicazione
    Pagata con soldi anche miei.Perché disperdere gli sforzi di digitalizzare la PA con questo schifo di DTT...Esiste già Internet, a che cavolo serve il DTT? Perché non concentrano invece tutti gli sforzi sul miglioramento e la creazione dei servizi offerti dalla PA su Internet piuttosto che buttare soldi in queste cazzate?
  • matteo.moro scrive:
    Il sogno della P.A. online
    "[...] Se Internet ha portato gli sportelli degli uffici pubblici fin dentro le case dei possessori di PC [...]""[...] Cosa si potrà fare da casa?Pagare le tasse, il bollo auto, richiedere certificati, fare domande, avere consulenze e notizie sulla propria posizione previdenziale, prenotare visite mediche, monitorare l'attività scolastica del figlio, più tutto quello che già è possibile fare attraverso la Rete (compresi i pagamenti) ed anche qualcosa di più, tutto grazie alla Tv. [...]"E tutto questo (che non è neanche molto, rispetto al potenziale della rete internet) sarebbe disponibile ADESSO da parte delle pubbliche amministrazioni? Vorrei vedere qualche esempio che sia la regola, e non un'eccezione..."[...] Dal punto organizzativo interno agli enti, infatti, il grosso del lavoro è già stato fatto al tempo dell'allestimento dei portali Internet, per la parte strettamente tecnologica ci si affida a società specializzate. [...]"Se i "portali" degli enti sono "il grosso del lavoro" non oso pensare a cosa sia il resto. Si tratta spesso e volentieri di sitarelli che non rispettano nessun genere di standard, che non forniscono servizi (o quasi) e vengono definiti "il grosso del lavoro"?Dire che sono dubbioso è un eufemismo.ciao.Matteohttp://www.matteomoro.net
  • Anonimo scrive:
    Sicurezza DTT?
    sarà + sicuro di internet consultare il conto corr,via Tv?
    • Anonimo scrive:
      Re: Sicurezza DTT?
      piu' sicuro forse no, ma meno pericoloso per l'utente si; l'aggiornamento del software lo fa il provider via etere; se ci sono problemi puoi prendertela, forse, con lui; se usi internet, la sicurezza dal lato pc sono cavoli tuoi
      • Anonimo scrive:
        Re: Sicurezza DTT?
        A qualcuno forse sfugge che i dati vengono trasmessi a tutto l'universo....- Scritto da: Anonimo
        piu' sicuro forse no, ma meno pericoloso per
        l'utente si; l'aggiornamento del software lo fa
        il provider via etere; se ci sono problemi puoi
        prendertela, forse, con lui; se usi internet, la
        sicurezza dal lato pc sono cavoli tuoi
        • Anonimo scrive:
          Re: Sicurezza DTT?

          A qualcuno forse sfugge che i dati vengono trasmessi a tutto l'universo....ovvio che non è cosìi dati ad personam dovrebbero essere trasferiti via modemQuindi la sicurezza sarebbe pari a quella della telefonata,peccato che praticamente nessuno abbia il box collegato alla linea telefonica...
  • Anonimo scrive:
    il vero volto del digitale terrestre....
    ..miliardi di soldi PUBBLICI investiti per far acquistare i decoder....per permettere a MEDIASET di trasmettere le partite in pay-per-view con la card....
    • Anonimo scrive:
      Re: il vero volto del digitale terrestre....
      davvero ...... roba da mat
      • Anonimo scrive:
        Re: il vero volto del digitale terrestre....
        Il vero problema è che NoN si sono accorti che con internet l'informazione gira + LIBERA che altrove, e più abbonati ci sono piu se lo prendono in **** perchè la gente capisce(spero) la truffa, e nessuno se lo fa il digitale. Anche se con leggi balorde vengono sovvenzionate per vie trasverse le reti del " MI CONSENTA.... " . Alle prossime elezioni statevi sicuri che si faranno i conti.Qualunque governo vorra toglierci la Libertà, perderà...le elezioni
        • Anonimo scrive:
          Re: il vero volto del digitale terrestre
          - Scritto da: Anonimo
          Il vero problema è che NoN si sono accorti che
          con internet l'informazione gira + LIBERA che
          altrove, no..no... se ne sono accorti eccome.Ecco perche stannol cercando di affossarla.
    • Anonimo scrive:
      Re: il vero volto del digitale terrestre
      In america il DTT arriva via cavo, ad alta definizione e in dolby digital, in italia ... beh fa pena dopotutto si trattava solo di un espediente per salvare Emilio Fido (FEDE) dal satellite. Ma in fondo che ci facciamo noi con l'alta definizione? Ci vediamo i peli del culo di Costazo e consorte? Contiamo i fili d'erba dei campi di calcio?
  • Anonimo scrive:
    Gateway DT-WEB
    salve,ho provato a cercare un po' in rete ma senza risultato.mi interesserebbe capire la fattibilità di un gateway tra Digitale Terrestre e Web. Mi piacerebbe capire se è possibile instradare sul web i contenuti del digitale terrestre mantenendone eventualmente anche l'interattività.È un'idea tanto strana?Qualcuno ha qualche opinione in merito?giovanni
  • Anonimo scrive:
    Meraviglioso!
    Finalmente abbiamo un mezzo che rende il televideo non "vetusto" ma addirittura "recente".In pratica abbiamo un televideo con possibilità d'interazione basate sull'emissione (in broadcast) di pacchetti destinati all'unicast.In parole brevi se io chiedo l'estratto conto o il mio stato di famiglia il pacchetto con queste informazioni viene mandato a tutti (beh, probabilmente a tutti quelli della mia zona), magari criptato (che sicurezza), in tempi brevi (si spera)...E posso avere questo al semplice prezzo di una telefonata (= telefono occupato + prezzo della telefonata).Per lo meno il mezzo è poco macchinoso così sicuramente diventerà "pratico" in tempi ragionevoli (che comunque saranno superiori a quelli necessari per un ricambio generazionale che, di per sè stesso, eliminera buona parte dell'attuale e-divide facendo sì che la popolazione si orienti comunque verso internet).A quando il Digital Journal (ovvero compri i fogli di carta bianca, premi il bottone, paghi, e ti stampa sui fogli il quotidiano preferito) ? anche quello è Innovativo, Semplice, On demand, Cospicuo e non nuoce agli interessi del Presidente del Consiglio.
    • Anonimo scrive:
      Re: Meraviglioso!
      Domanda: quando il "box interattivo" fa un numero di telefono, come fai a sapere quale numero sta facendo mentre guardi TeleTettona?Indovina un po'...
      • Anonimo scrive:
        Re: Meraviglioso!
        - Scritto da: Anonimo
        Domanda: quando il "box interattivo" fa un numero
        di telefono, come fai a sapere quale numero sta
        facendo mentre guardi TeleTettona?

        Indovina un po'...899?Penso che si parlerà presto di DIALER TELEVISIVI,,,,gam
      • Anonimo scrive:
        Re: Meraviglioso!
        - Scritto da: Anonimo
        Domanda: quando il "box interattivo" fa un numero
        di telefono, come fai a sapere quale numero sta
        facendo mentre guardi TeleTettona?Puoi mettere un interfaccia in uscita dal modem del decoder che legge i toni DTMF e li scrive su un display, così se chiama in Australia fai in tempo a streappare la spina dal muro e anche questa è una grande innovazione possibile grazie al DTT e al governo.
      • Anonimo scrive:
        Re: Meraviglioso!
        - Scritto da: Anonimo
        Domanda: quando il "box interattivo" fa un numero
        di telefono, come fai a sapere quale numero sta
        facendo mentre guardi TeleTettona?

        Indovina un po'...Senza tirare in ballo TeleTettona, che scucira' molti euro a POCHI imbecilli, il vero business del digitale terrestre sara' su Controcampo, quando il Piccinini di turno, dopo aver fatto vedere quel pallone di Chievo-Juve da tutte le angolazioni possibili proporra' il sondaggio:"Era dentro o fuori?" votate pigiando il tasto rosso o verde sul vostro telecomando del DT-Mediaset.E in quel caso l'interattivita' scucira' un euro a TANTI imbecilli.E poi i sondaggi diverranno sempre piu' "volonta' popolare" "vox populi"Tutti potranno dire la loro al modico prezzo di un euro a sondaggio.Viva la democrazia televisiva.
  • Anonimo scrive:
    Domanda
    Ma lo standard per la TV digitale terrestre è stato completato?
    • Anonimo scrive:
      Re: Domanda
      MHP 1.0.X è del 1999...
      • Anonimo scrive:
        Re: Domanda
        Peccato che l'1.0.2 non preveda (ad esempio) l'uso delle smart card (esiste una versione prototipo SOLO per l'italia che sarà così incompatibile col resto dell'universo). I decoder sono stati fatti uscire in qualche modo dai produttori per non perdere il treno del mercato italiano e infatti ogni applicazione gira in modo diverso su tutti i decoder.L'MHP 1.1 è uscito il mese scorso o giù di lì e c'è scritto (in sostanza) "buttate tutto lo stardard e rifatelo da capo". Il che significa che o tutti i decoder si buttano nel cesso fra le risate del resto del mondo oppure che ci terremo uno standard vecchio e inutilizzato, fra le risate del resto del mondo.- Scritto da: Anonimo
        MHP 1.0.X è del 1999...
        • Anonimo scrive:
          Re: Domanda
          - Scritto da: Anonimo
          Peccato che l'1.0.2 non preveda (ad esempio)
          l'uso delle smart card (esiste una versione
          prototipo SOLO per l'italia che sarà così
          incompatibile col resto dell'universo). I decoder
          sono stati fatti uscire in qualche modo dai
          produttori per non perdere il treno del mercato
          italiano e infatti ogni applicazione gira in modo
          diverso su tutti i decoder.
          L'MHP 1.1 è uscito il mese scorso o giù di lì e
          c'è scritto (in sostanza) "buttate tutto lo
          stardard e rifatelo da capo". Il che significa
          che o tutti i decoder si buttano nel cesso fra le
          risate del resto del mondo oppure che ci terremo
          uno standard vecchio e inutilizzato, fra le
          risate del resto del mondo.

          - Scritto da: Anonimo

          MHP 1.0.X è del 1999...La solita figura italiana o sbaglio?:-s:-s:-(:-( :'-( :'-( :'-(
  • Anonimo scrive:
    WEB TV
    CI hanno provato tempo fa con le web tv (chi ricorda ancora freedomland di Virgilio De Giovanni?)Secondo me la scarsa interazione con la tv e la scadentelettura del testo sullo schermo rendono obbligata la scelta del pc (basta pensare solo alla stampa/momorizzazione dei documenti!)Certo, con un modulo WIFI una scheda di rete aggiuntiva, il discorso sarebbe più interessante (senza passare per forza per un mediacenter)
    • Anonimo scrive:
      Re: WEB TV
      - Scritto da: Anonimo
      CI hanno provato tempo fa con le web tv (chi
      ricorda ancora freedomland di Virgilio De
      Giovanni?)era intuibile il fallimento, me la proposero a dic. 99 ma l'ho rifiutata.Anche telecomm ci provò con il Play Web.
      Secondo me la scarsa interazione con la tv e la
      scadentelettura del testo sullo schermo rendono
      obbligata la scelta del pc (basta pensare solo
      alla stampa/momorizzazione dei documenti!)questo si risolve con una chiave usb e stampante dedicata magari bluethoot (come si scrive). POI chi usa la tv naviga di solito (come fa un utente di televideo), non si mette a memorizzare e stampare.
      Certo, con un modulo WIFI una scheda di rete
      aggiuntiva, il discorso sarebbe più interessante
      (senza passare per forza per un mediacenter)anche questo è ok.Ma gli utenti tv sono meno attivi di quelli di Rete.
      • Anonimo scrive:
        Re: WEB TV
        - Scritto da: Anonimo
        bluethoot (come si scrive).bluetoothMa gli attuali decoder hanno il bluetooth? o almeno la porta usb per collegare la chiavetta (e relativo driver/supporto/possibilità di installarlo?)
Chiudi i commenti