OLPC, fratellanza con il tablet indiano

Offerta di collaborazione da parte del chairman Negroponte. Il governo indiano non dovrebbe vedere XO come un competitor, ma condividere i risultati per il bene del Pianeta. Con un consiglio: non imitare troppo iPad

Roma – Le porte sono state aperte, quasi spalancate dal chairman Nicholas Negroponte per far entrare gli esperti del governo indiano. Ed è una mano tesa quella mostrata dall’organizzazione non profit One Laptop Per Child (OLPC) al locale ministro dello Sviluppo delle Risorse Umane Kapil Sibal, in vista di un dispositivo necessario alla crescita tecnologica dell’intero Pianeta.

Si parla nello specifico del tablet basato su Linux annunciato alla fine di luglio dallo stesso Sibal, un dispositivo con schermo touch capace di fare le cose basilari che ci si può aspettare da un computer. Un tablet che dovrebbe entrare in produzione entro il 2011, diretto inizialmente agli istituti educativi superiori dell’India .

Il mondo avrebbe dunque bisogno di un tablet da 35 dollari – questo il prezzo annunciato dal governo indiano – che secondo Negroponte sarebbe perfettamente in grado di coesistere con l’XO, ovvero il dispositivo low-cost di OLPC. Come sottolineato dal chairman , i tablet dell’organizzazione non profit statunitense dovrebbero raggiungere il territorio indiano entro il 2012, al prezzo di 100 dollari l’uno .

E non ci sarà nessuna competizione tra i due dispositivi, dal momento che si ritroverebbero ad avere un obiettivo comune: promuovere l’educazione in paesi come l’India . “Ripeto la mia offerta – ha spiegato Negroponte – avrete accesso gratuito a tutta la nostra tecnologia. Vi invito ad inviare qui una squadra affinché possiamo condividere i risultati raggiunti”.

Il chairman di OLPC ha quindi sottolineato come le autorità indiane possano rischiare di sentirsi soddisfatte del proprio lavoro, in un’ottica di competizione con XO. Ma il tablet da 35 dollari non rappresenterebbe né una risposta né un’alternativa ai dispositivi di OLPC. Infine un monito: il governo di Nuova Delhi non dovrebbe pensare troppo ai paragoni con iPad. Il tablet dovrebbe servire solo per imparare, non per divertirsi .

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • anonymous coward scrive:
    tacchi a spillo e unghie lunghe???
    L'hacker in questione è quantomeno eccentrico...
  • antani ablindico scrive:
    IMSI o BTS
    IMSI (International Mobile Subscriber Identity) è un numero non di un apparato... volevate forse intendere BTS (Base Transceiver Station) che indica la "cella"??
    • antani ablindico scrive:
      Re: IMSI o BTS
      refuso: leggi ***non un apparato***
    • markoer scrive:
      Re: IMSI o BTS
      Sì, se l'articolista capisse di cosa sta parlando, direbbe BTS.Niente di nuovo sotto il sole, e il GSM non andrebbe spento, andrebbe semplicemente upgradato ad A5/3 o alla nuova proposta A5/4.E il GSM non è nato per essere comunque inviolabile.Cordiali saluti
      • ullala scrive:
        Re: IMSI o BTS
        - Scritto da: markoer

        E il GSM non è nato per essere comunque
        inviolabile.Appunto!Anzi è nato per esserlo altrimenti come farebbero con le intercettazioni?diciamo cosi.... "di soppiatto"... (non mi riferisco solo a quelle "autorizzate" , come sarebbe obbligatorio, dalla magistratura) ;)
      • cognome e nome scrive:
        Re: IMSI o BTS
        nulla e inviolabile cmq, e solo questione di tempo del resto
  • nodo scrive:
    Novita' ?
    Non ho capito quale sia la novita' mah ...
    • JoCKerZ scrive:
      Re: Novita' ?
      - Scritto da: nodo
      Non ho capito quale sia la novita'


      mah ...Amen :)
    • kmtnck scrive:
      Re: Novita' ?
      - Scritto da: nodo
      Non ho capito quale sia la novita'


      mah ...e vabbè un pò di acqua calda ogni tanto è figo reinventarla :|allora se per questo chiudiamo il protocollo tcp/ip perchè è pericoloso e facciamone un'altro!non voglio aizzare niente... ma stà cosa chiamata defcon mi sembra più una grande fiera per strumentazioni rubate alla cia o kgb durante una bourne identity!parliamo di cose serie... atermac :D :|
    • Ruzzolo scrive:
      Re: Novita' ?
      - Scritto da: nodo
      Non ho capito quale sia la novita'


      mah ...Certo, per te che sai già tutto, non lo è....Quindi per proprietà transitiva, secondo te, siccome lo sai tu, tutti devono già saperlo...
  • bubba scrive:
    mah...
    bello "bullarsi" al defcon, con un lavoro fatto al 90% da altri.. sia hw che sw (tra l'altro per piu' nobili motivi)...E' tre anni suppergiu' che si lavora a un "mini gsm network" praticamente opensource...
    • ullala scrive:
      Re: mah...
      - Scritto da: bubba
      bello "bullarsi" al defcon, con un lavoro fatto
      al 90% da altri.. sia hw che sw (tra l'altro per
      piu' nobili
      motivi)...

      E' tre anni suppergiu' che si lavora a un "mini
      gsm network" praticamente
      opensource...Sono i limiti comprensibili (anzi ovvi) di un appuntamento come il defcon.Sono "utili sintesi dimostrative" non di più è ovvio che il lavoro vero stia da un altra parte no?
      • bubba scrive:
        Re: mah...
        - Scritto da: ullala
        - Scritto da: bubba

        bello "bullarsi" al defcon, con un lavoro fatto

        al 90% da altri.. sia hw che sw (tra l'altro per

        piu' nobili

        motivi)...



        E' tre anni suppergiu' che si lavora a un "mini

        gsm network" praticamente

        opensource...
        Sono i limiti comprensibili (anzi ovvi) di un
        appuntamento come il
        defcon.
        Sono "utili sintesi dimostrative" non di più è
        ovvio che il lavoro vero stia da un altra parte
        no?per la verita' ,no. Normalmente non capita cosi'...E' chiaro che non ha senso il reinventarsi la ruota... cioe se uno va al defcon con un nuovo exploit remoto per Windows (sic!) ,non avrei certo detto la stessa cosa... mica si puo reinventare il C,windows,IDA,tcp/ip :)Ma qua imho e' differenteE tra creare un USRP + il sw per gestire/simulare un network GSM e trovare un nuovo exploit per windoze ,c'e' una bella differenza di complessita' (fatta da tanti fattori, anche sopratutto documentali... visto che un sacco di roba rimane ben stretta ai 4-5 chipset manufacturer e per altri versi alle telco) che e' quella che passa tra il Kernal del vic20 e OpenBsd...Cio detto, non intendo, per contro, dire che Chris sia un lamer... sa' certamente il fatto suo... e' che mi fa brutto che tutti i siti pseudotecnici/giornalistici non abbiano neanche cacato i veri autori di questa robba, fatta per altro per ben altri motivi che un imsi catcher..
        • ullala scrive:
          Re: mah...
          - Scritto da: bubba
          - Scritto da: ullala

          - Scritto da: bubba


          bello "bullarsi" al defcon, con un lavoro
          fatto


          al 90% da altri.. sia hw che sw (tra l'altro
          per


          piu' nobili


          motivi)...





          E' tre anni suppergiu' che si lavora a un
          "mini


          gsm network" praticamente


          opensource...

          Sono i limiti comprensibili (anzi ovvi) di un

          appuntamento come il

          defcon.

          Sono "utili sintesi dimostrative" non di più è

          ovvio che il lavoro vero stia da un altra parte

          no?
          per la verita' ,no. Normalmente non capita
          cosi'...
          E' chiaro che non ha senso il reinventarsi la
          ruota... cioe se uno va al defcon con un nuovo
          exploit remoto per Windows (sic!) ,non avrei
          certo detto la stessa cosa... mica si puo
          reinventare il C,windows,IDA,tcp/ip
          :)
          Ma qua imho e' differente

          E tra creare un USRP + il sw per gestire/simulare
          un network GSM e trovare un nuovo exploit per
          windoze ,c'e' una bella differenza di
          complessita' (fatta da tanti fattori, anche
          sopratutto documentali... visto che un sacco di
          roba rimane ben stretta ai 4-5 chipset
          manufacturer e per altri versi alle telco) che e'
          quella che passa tra il Kernal del vic20 e
          OpenBsd...

          Cio detto, non intendo, per contro, dire che
          Chris sia un lamer... sa' certamente il fatto
          suo... e' che mi fa brutto che tutti i siti
          pseudotecnici/giornalistici non abbiano neanche
          cacato i veri autori di questa robba, fatta per
          altro per ben altri motivi che un imsi
          catcher..Ripeto (se vuoi posso anche dire purtroppo) che mi pare "normale" che sia così .Universal Software Radio Peripheral (USRP) può interessare pochi (a proposito sono riuscito ad averne uno... lo ho trovato già fatto... mettersi lì di saldatore era troppo per me) e certo non è un classico esempio di roba da "defcon"...A proposito io lo ho usato per implementarci sopra anche 802.11 (wifi) è funziona pure! ;)
Chiudi i commenti