OLPC, la CPU la fa Intel

Dopo la stretta di mano tra le due entità arriva il prevedibile annuncio: dall'anno prossimo il motore del laptop di Negroponte lo fornirà sua maestà il chipmaker

Roma – Qualcuno lo aveva previsto, altri lo avevano annusato, altri ancora non lo credevano possibile: ma ora è chiaro che lo scetticismo di Intel verso il laptop super-economico di matrice negropontiana che va diffondendosi nel mondo in via di sviluppo è del tutto svanito. Alle infauste prese di posizione del passato si sostituisce ora un’alleanza di sicuro interesse per entrambe le entità.

L’annuncio di di queste ore , infatti, conferma che la futura CPU del portatile sarà made in Intel.

Le premesse ormai da qualche tempo c’erano tutte e ora Intel spiega che se inizialmente il chipmaker aveva pensato di agire modificando le attuali CPU di OLPC , le richieste di contenimento dei consumi per i futuri sviluppi del dispositivo impongono invece un completo re-design dell’architettura. Il prossimo aprile dovrebbe essere “svelato” il nuovo “cuore” del laptop.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Tara Keen scrive:
    il sito non esiste più
    Oggi il sito di cui si parlava in questo articolo non esiste più.La potenza del potere si fa notare più sul digitale che sul cartaceo.Per quanto censurato e fatto chiudere un giornale di carta uscito anche 10 anni fa , avendone acquistata una copia al tempo d'uscita, oggi si sarebbe potuto consultare in originale senza problemi.Internet mette in pratica il tipo di censura della quale si occupava per lavoro Winston Smith, il protagonista di "1984" di George Orwell, scritto nel 1948.Oggi la storia può essere riscritta secondo ciò che viene stabilito da qualcuno.
  • francesco attolico scrive:
    disastro del vajont 1963
    mi vergogno di essere italiano,ci hanno tolto anche la speranza,ma questavita finira'un giorno e saremo noi a ridere...
  • Mario Rossi scrive:
    Sito pieno di odio profondo
    Vajont.info è un sito che offende molte persone, senza dar loro spazio di replica.
    • Tiziano Dal Farra scrive:
      Re: Sito pieno di odio profondo
      - Scritto da: Mario Rossi
      Vajont.info è un sito che offende molte persone,
      senza dar loro spazio di
      replica.Allora...Dò per scontato che "Altro querelante" e "Mario Rossi" siano un parente stretto di un avvocato delinquente bellunese, che ci facciano soldi, insomma.. ma non importa.Veniamo al nocciolo della presunta 'critica'.E' perfettamente inutile (da dei mafiosi delinquenti, e plurimentitori) aspettarsi "dialogo", come dimostrano essi stessi, querelando. Grazie alle "vigenti leggi", derivate direttamente dai Codici fascisti e mantenute nel nostro ordinamento "repubblicano" da un infame di nome Leone - che poi si distinse da par suo anche nel "dopoVajont" - oggi chiunque può querelare chiunque altro, in qualsiasi momento e per qualsiasi motivo. Ci pensa poi il GIP a fare da filtro e scremare le fisime dai reati concreti.La faccio breve.Io, per "presunta diffamazione" rischio da venti giorni a UN anno.Il querelante e ex-sindaco mentitore, colluso, mafioso e *delinquente* (il presunto onesto, il "danneggiato") non ha trovato di meglio che mettere a verbale TRENTOTTO menzogne TRENTOTTO - su un totale di 52 domande di Giudice, PM (che dovrebbe "aiutarlo"), avvocati di P. Civile (suo) e della difesa (mio).Fantastico, no??Morale della favola: http://www.vajont.info/querMafiaDeCeseroPierluigi.jpg(e fate caso alla DATA)Per l'associazione mafiosa (voto di scambio) che ne emerge, la pena la decide il Giudice, può arrivare all'ergastolo ma non è questo il caso, PURTROPPO.Per il "Falso in atto pubblico", e non c'è nulla di più pubblico e 'sacro' di un Tribunale, andiamo malissimo: =========Art. 476 Falsita' materiale commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici- Il pubblico ufficiale, che, nell'esercizio delle sue funzioni, forma, in tutto o in parte, un atto falso o altera un atto vero, e' punito con la reclusione da uno a sei anni. - Se la falsita' concerne un atto o parte di un atto, che faccia fede fino a querela di falso, la reclusione e' da tre a dieci anni.http://www.diritto-penale.it/falso-in-atto-pubblico.htm=========Siamo in pieno nel SECONDO comma, essendo lo sventurato *sindaco* nel pieno delle sue funzioni. Ne bastavano due o tre, ne ha snocciolate TRENTOTTO, che ovviamente io (l'imputato SBAGLIATO) posso documentare, per finire nei pasticci.Ora, domandatevi che COSA spinge un onesto, irreprensibile amministratore a rischiare carriera, faccia e vita MENTENDO.Ciao, Mario Rossi. Salutami l'Altro querelante.E il meglio, deve ancora venire.E' una *promessa*Tiziano Dal Farra, Belluno, 3396503360 - tiziano@vajont.infohttp://www.vajont.info----------http://www.vajont.info/onagroPaniz.htmleccetera.....http://www.vajont.info/panizfake.html
    • Tiziano Dal Farra scrive:
      Re: Sito pieno di odio profondo
      - Scritto da: Mario Rossi
      Vajont.info è un sito che offende molte persone,
      senza dar loro spazio di
      replica.Dimenticavo.Pochi mesi fa, ho ricevuto questo video e ho potuto metterlo in rete. E' del 2008, e non ricordavo nemmeno quella specie d'intervista, essendo i "cineasti" impegnati in tutt'altro lavoro. Ma sono 9 minuti che val la pena di sentire, a braccio.http://www.youtube.com/vajont2003#p/u/0/5-AXkC8M-n8Ne approfitto per indicate una paginina densa di info, sul "Vajont".http://www.vajont.info/indexTestimoni.html=========Nel sito "sotto sequestro" (sono riflessi pavloviani della cosca)si può entrare da qui:http://www.vajont.info/welcomeX2.htmlBuone riflessioni
    • Tara Keen scrive:
      Re: Sito pieno di odio profondo
      - Scritto da: Mario Rossi
      Vajont.info è un sito che offende molte persone,
      senza dar loro spazio di
      replica.Oggi non esiste più. E' stato zittito con la forza ... della giustizia?
  • tizianodf scrive:
    Com'è andata a finendo... (update2_2009)
    Salve.Dopo aver mentito a verbale a Ferrara (il sindaco "solo" 14 volte, e il suo teste "a favore" Renato Migotti "solo 6 volte" (Art. 372 CPP) ottobre 2008), nel verbale d'udienza del 2009 in tribunale a Udine il Nostro mente 38volte38 (leggasi trentotto) su un verbale da 55 (cinquantacinque) domande.E qui siamo al falso ideologico (Art. 467 CPP): da tre a dieci anni.STAY TUNED!!Tiziano, UD.(ma sono come tutti oramai dovrebbero sapere, di BELLUNO)(tiziano@vajont.info, 339 6503360)
  • tizianodf scrive:
    Com'è andata a finire... (update_2009)
    Ciao.Dove eravamo rimasti???Ah, già: http://www.vajont.info/proXXXXX1Udine09PCiv.html (eventualmente, copia/incolla)Altre info, http://www.vajont.info/ (ora in USA, per possibilità di farsi almeno un'opinione).Canali video: A) http://www.youtube.com/vajont2003B) http://www.youtube.com/vajont1963Per amatori (facendo info antimafie, càpita):http://vincenzoozito.blogspot.com/http://www.stefanosalvi.it/ChannelVideos.aspx?id_channel=12http://helenebenedetti.blogspot.com/Buon Natale.... ;-))( tiziano@vajont.info )
  • tizianodf scrive:
    Spiegazione antefatti "condanna"
    Ops!!Dimenticavo: Il Sindaco De Cesero ha mentito a verbale 14 volte, contro di me. "Solo" 6 volte il suo compagno di merende Arch. Renato Migotti.I due sono rispettivamente a) il presidente della Fondazione Vajont ONLUS "per la Memoria" e b) (Migotti) il presidente della Assosuperstiti del Vajont e vice-presidente della Fondazione.L'allora sindaco e Presidente Fondazione della "Memoria", eletto il 18 ottobre 2004, il mattino seguente non trova di meglio che sfrattare (abusivamente) il Comitato Sopravvissuti del Vajont, da una stanza comunale DA LUI affidata loro in via ufficiale, ma MAI protocollata come tale:http://www.vajont.info/la_XXXXXta_del_sindaco.htmlIo mi indigno, scrivo nel Forum longaronese e parte (2004, novembre) questa "querela" (quella SENZA ESTREMI DI REATO)...Due settimane dopo, il sindaco colleziona questa:http://www.vajont.info/interrogazione.html2007, settembre, il sequestro...Eccetera, fino a Ferrara, dove si svolse un proXXXXX tre volte - tecnicamente - fasullo (intendo, l'avvio: NON c'erano gli ingredienti minimi). A cui NON ho voluto comunque sottrarmi.Punto.Ad maiora...Ogni altra info, 'at mane et semper' su http://www.vajont.info/
  • tizianodf scrive:
    Testo sentenza di "condanna"...
    Estratto sentenza Ferrarese del 19 dicembre 2008.Procedimento coatto dopo una doppia richiesta di archiviazione da due distinti GIP ("NON ci sono estremi di reato"). E una doppia opposizione all'archiviazione, ex Art. 410. Grave, per un "Addetto ai lavori" e LEGISLATORE: si notano da parte inosservanza del dettato dell'Art. 410 e l'uso di una palese calunnia fatta ai miei danni per supportare la querela per "diffamazione" del sindaco longaronese Pierluigi De Cesero; l'avvocato patrocinatore di entrambi (n.b.: querelanti a rischio zero!) è appunto l'On. Maurizio Paniz. Il capo d'imputazione indicava come "frasi offensive, e diffamanti":"... Mafie del NordEst?...","... il sindaco di Longarone dott. Pierluigi De Cesero, rampante giovinastro di una generazione fasulla...","... novello Maramaldo...","... un bulletto inconsistente E BUGIARDO, senza storia e senza cervello...",e - ATTENZIONE! - "... è il primo cittadino che rappresenta la collusione dei poteri pubblici e la protervia degli interessi privati".Sentenza & motivazioni: http://www.vajont.info/sentenzaFEmov19dic08.html#Quadro generale: http://www.vajont.info/proXXXXX1Udine09PCiv.html Canzone in OMAGGIO: http://blog.vajont.info/2009/09/11/la-canzone-del-vajont-taz-burroughs.aspxCiao!
  • Mauro Vincenzina scrive:
    Rispondo ad Angela Imbriaco
    Cara Angela,da quando mi hai raccontato la tua storia, soffro molto per la tua situazione.Sono convinta che tu sia una madre amorevole e onesta e che prima o poi,troverai un pò di serenità e sollievo per questa situazione dolorosa che affligge te e i tuoi figli.Dio non ti abbandonerà. Forse qualcuno rifletterà riguardo la tua storia e ti aiuterà,e chissà non è detto che tuo marito non ripensi a tutto ciò che è accaduto e sul fatto che ha tre bellissimi figli e che sei stata tu a darglieli, e forse si renderà conto che voi meritate,sia dal punto di vista economico che affettivo.Forse si renderà conto di possederre una grande ricchezza.Spero che,qualche persona autorevole che conosce la tua storia si adoperi per te e per i tuoi figli! Un abbraccio, non sei sola! VINCENZINA
    • Scala40 scrive:
      Re: Rispondo ad Angela Imbriaco
      Un saluto a tutti voi :-DCiao Vicenzina , scusami se ti ho risposto ora ma non riuscivo a leggere ciò che mi avevi scritto per poterti rispondere , anche se ciò che mi avevi scritto una mia amica sapendo che avevo rotto il compiuter di mia figlia me lo aveva stampato il tuo messaggio .Per quanto credere in DIO , tu lo sai che lo porto nel cuore a Dio insieme ai miei veri valori , che sono la ricchezza più bella che si possa avere .Poi per quanto riguarda il padre dei miei figli , se i miei figli avrebbe00ro un padre vero , non si comporterebbe come si comporta , che a elencare tutto non basterebbe un mese a scrivere .Poi ti ho fatto leggere anche cosa ha combinato sul libretto che era intestato a mè e a lui , dove io avevo messo dei soldi che i figli avevano avuto , attraverso amici e parenti , per battesimi , comunioni e cresime , erano soldi dei miei figli , di cui io inizialmente avevo aperto il libretto con 3.000,00 milioni , poi 2.500,00 milioni , li avevo investiti in enel che il guadagno e capitale doveva tornare sul libretto dei figli , lui dopo si è tenuto tutto e non bastando quello si è preso anche le 500,00 milalire del libretto dichiarando che lo aveva perso , se legge il padre dei miei figli , che vada a riaprirgli il libretto dei miei figli e gli metta tutto ciò che avevano inizialmente e per punirlo del gesto che ha tatto mentendo gli unisca come punizione e educazione di insegnamento per i figli che chi sbaglia deve pagare 30.000,00 euro , diecimilaeuro per figlio .in modo che i figli capiscano che gli sbagli vanno puniti e non premiati .poi che porti tutto ciò che appartiene alla casa coniugale di cui due sentenze me li hanno assegnati ma mai avuti , gentile avvocato che vuole ancora i soldi dopo che lo ho pagato , gli scriva al mio ex marito che per quelle due sentenze gliele avevo pagate e faccia rispettare ciò che le ha detto il giudice di farmi riavere tutto ciò che appartiene alla casa coniugale , per questo lo pagavo e non per altro .Ciao Vincenzina ti invio un abbraccio :-):-)dalla tua amica Imbriaco Angela Scala40 ..... per i veri valori che si portano nel cuore e nessuno ha il diritto di calpestare i diritti di figli minori a una madre , che questo vi rimanga a tutti voi senza coscienza e dignità e moralità WWWWW PER LA MAGISTRATURA ONESTA E PER TUTTI I CITTADINI ONESTI DI TUTTO IL MONDO WWWWW
  • Altro querelante scrive:
    Il webmaster condannato
    Già uso alla pratica della diffamazione il buon webmaster è stato condannato.http://gazzettino.quinordest.it/VisualizzaArticolo.php3?Luogo=Belluno&Codice=3722856&Data=2008-3-19&Pagina=1
    • Tiziano Dal Farra scrive:
      Re: Il webmaster condannato
      Salve."La verità è in cammino, e nulla la fermerà..."(Emile Zola)==================(trascrizione della sentenza del 19/12/2008)«In nome del popolo italiano, il Tribunale di Ferrara, procedimento penale nei confronti di Dal Farra Tiziano e Trevisani Loredana. Il giudice [Dott. Francesco Maria Caruso] ha pronunciato la seguente sentenza.- Visti gli articoli [533 e seguenti ...] dichiara Dal Farra Tiziano responsabile del reato ascrittogli limitatamente alle espressioni «bulletto inconsistente senza storia e senza cervello» e riconosciute le attenuanti generiche, nonché l'attenuante per motivi di particolare valore morale [art. 62, n. 1...], prevalenti sull'aggravante, lo condanna a euro 500 di multa oltre le spese processuali. - Visti gli artt. [538 e seguenti], dichiara detta pena INTERAMENTE CONDONATA.- Visti gli artt. [538 e seguenti CPP...], condanna Dal Farra Tiziano al risarcimento dei danni in favore della parte civile De Cesero Pierluigi da liquidarsi in SEPARATO GIUDIZIO. Condanna Dal Farra Tiziano al pagamento delle spese di costituzione a difesa della parte civile che indico in 3.830 per esborso e anticipazioni per onorario e diritti, oltre spese generali, nella misura del 12,5%, imponibile IVA e CPA.Le motivazioni a 60 giorni.»Ad maiora.Tiziano Dal Farra, Udine.Ciao.
      • Tiziano Dal Farra scrive:
        Re: Il webmaster condannato
        - Scritto da: Tiziano Dal Farra
        Salve.
        "La verità è in cammino, e nulla la fermerà..."
        (Emile Zola)

        ==================
        (trascrizione della sentenza del 19/12/2008)
        «In nome del popolo italiano, il Tribunale di
        Ferrara, procedimento penale nei confronti di Dal
        Farra Tiziano e Trevisani Loredana.

        Il giudice [Dott. Francesco Maria Caruso] ha
        pronunciato la seguente
        sentenza.(snip)
        Ad maiora.
        Tiziano Dal Farra, Udine.

        Ciao.Ho in mano i verbali del mio "proXXXXX" (un proXXXXX *coatto*, dopo due richieste di archiviazione da due distinte Procure, e svolto ugualmente, in barba all'Art. 410 del codice penale. Il giudice se n'è accorto in aula)- Ma non importa.Importa invece che la persona "offesa" (il sindaco De Cesero Pierluigi) ed il suo "teste a favore" (il Presidente dell'Ass. Superstiti di Longarone, arch. Renato Migotti) hanno MENTITO a VERBALE, innanzi ai magistrati, rispettivamente 14 (quattordici) e sei (6) volte. Carta canta.In ordine agli articoli 371bis e 372 del codice penale (false dichiarazioni al PM e falsa testimonianza) ora dovranno risponderne nella stessa sede, su mio esposto/querela.Sono teoricamente da due a quattro anni di reclusione.Domanda (fatevela): a parte la mia trascurabilissima persona, cosa spinge due teoricamente rispettabii cittadini, (eletti!!!) a mentire nei miei confronti come l'ultimo dei miserabili??? Che cosa c'era mai, nel mio archivio, che gli italiani tutti (e i giudici) NON DEVONO sapere???Facciamocene un'idea qui (copia/incolla):Leggi e fai leggere:http://deastore.com/libro/vajont-l-onda-lunga-quarantacinque-anni-lucia-vastano-ponte-alle-grazie/9788879289702.html#tophttp://www.PetitionOnline.com/mod_perl/signed.cgi?vajont05&1===Tiziano Dal Farra339 6503360 / 0432 650068via Colloredo, 52/4 33010 Pagnacco (Udine)=======Non finisce qui, naturalmente. Per ora, ciao.
    • tizianodf scrive:
      Re: Il webmaster condannato
      - Scritto da: Altro querelante (amico del "sindaco")
      Già uso alla pratica della diffamazione il buon
      webmaster è stato
      condannato.
      http://gazzettino.quinordest.it/VisualizzaArticoloGiustissimo, VERO (in mia assenza)A Ferrara, invece (io presente):http://www.vajont.info/sentenzaFEmov19dic08.htmlE solo avessi detto "No, non è vero, non ne so nulla" - come scritto in sentenza - mi avrebbero assolto per isufficienza di prove. E questo la dice lunghissima sulle "indagini occorse" e sulla consistenza probatoria dello "illegale" proXXXXX coatto.Ma certi "processi" si qualificano da soli, e così i "querelanti"...;-))
  • Imbriaco Angela scrive:
    non sono daccordo
    Un saluto a tutti voi :-DScrivo a tutto il mondo :-D Cari amici io la penso così , quando una persona scrive ha il diritto EDUCATAMENTE di dire ciò che pensa ..... vuol dire la sua opinione il suo pensiero ..... poi se il suo pensiero porta a far riflettere scrivendo le verità , e qualcuno si sente diffamato , SAREBBE GIUSTO PRIMA ACCERTARSI SE SONO DIFFAMAZIONI OPPURE VERITà E POI ACCERTATO CHE SONO SOLO DIFFAMAZIONI ALLORA DENUNCIARE CHI FA LE DIFFAMAZIONI , MA AVERE PRIMA LE PROVE CHE SONO DIFFAMAZIONI e non che prima si usa rovinare una persona e poi magare scoprime che tutto ciò che aveva scritto ERA VERO . Allora prima ci vogliono le prove che esista veramente la DIFAMMAZIONE . La legge Italiana dovrebbe dire se non mi sbaglio , che finchè uno non dimostra il contrario di ciò che uno scrive , vuol dire che ciò che scrive è tutta verità . Invece sono daccordo che se si scrivono verità andare indagare su chi scrive e su ciò che viene scritto , allora si scopre subito chi ha mentito . Comunque sono perchè i cittadini abbiano il diritto di scrivere VERITà di scrivere il loro PENSIERO , portando rispetto per tutto il Mondo , anche da dietro un monitor . Cordialmente saluto tutti inviandovi un cielo di sorrisi :-D ...... Imbriaco Angela ..... ..... scala40 ..... la vita è preziosa in tutto il mondo
  • alex164 scrive:
    Non è giusto
    Che i siti vengano oscurati in questo modo è una vera ingiustizia. Oltretutto quando leggo una notizia del genere ho sempre la bisogno di conoscere cosa ha provocato l'oscuramento del sito.Fortunatamente c'è www.archive.org :-)
  • Ale scrive:
    Che triste notizia. Che scandalo.
    Che triste notizia. Che scandalo.
    • Tiziano Dal Farra scrive:
      Re: Che triste notizia. Che scandalo.
      Ciao.Già, già. Ma io credo che lo scandalo maggiore (il più urgente, voglio dire) non è il mio caso, ma quello di DUE (2) distinti "Vajont" in corso di costruzione nei Pirenei spagnoli.Decine di migliaia di persone a rischio, danni incalcolabili e perfino una centrale nucleare sul percorso dell'onda.Nel sito "oscurato" trovavate anche http://www.itoizstop.orgcome anche il caso di http://www.yesano.com (se sapete un po' di spagnolo, cercate i filmati).Due bacini quattro volte (4) il Vajont CADAUNO, stessi preavvisi (frane, acqua torbida localizzata, centinaia di scosse, una frana già caduta) e il Ministero... non ferma i "lavori".Sulla pagina "sequestro", troverete il link a "Una frana imbullonata".... ma non vuol capire di star ferma.Questo, è lo scandalo. Non riuscire a fermare due bombe a orologeria ampiamente annunciate, neanche con il "Vajont" in archivio (Storia, letteratura, processi).Se ne deduce che qui, senza alcun dubbio, si cerca cinicamente la catastrofe, puntando - come al Vajont, più che come al Vajont - al capitolo (estremamente remunerativo) della "ricostruzione". Una o due altre stragi, che vuoi che sia?chissenefrega???Questo, e ben altro, ...nel sito "oscurato". Leggi di Itoiz, in italiano:http://www.vajont.org/vajont_static/itoiz1gigante.html
      • tizianodf scrive:
        Re: Che triste notizia. Che scandalo.
        - Scritto da: Tiziano Dal Farra
        Ciao.
        Una o due altre stragi, che vuoi che
        sia?chissenefrega???
        Questo, e ben altro, ...nel sito "oscurato".
        Leggi di Itoiz, in italiano:
        http://www.vajont.org/vajont_static/itoiz1gigante.ERRATA CORRIGE: http://www.vajont.info/itoiz1gigante.htmlOvviamente, tutti i link che prevedevano http://www.vajont.org/vajont_static/devono essere ri-digitati come http://www.vajont.info/ ecceteraSaluti....
  • Angelone scrive:
    Libertà di parola
    Qualcosa mi fa pensare che quest'anno ci sarà una vero "crollo" di posizione nella classifica sulla libertà di parola in Italia che è già bassa.http://www.rsf.org/rubrique.php3?id_rubrique=639
  • nordest scrive:
    fa bene a pubblicare chi manda censure
    uno manda censure?benissimo, il sito chiude ma tutti devono sapere chi voleva censurare il sito
    • Nico Tina scrive:
      Re: fa bene a pubblicare chi manda censure
      - Scritto da: nordest
      uno manda censure?
      benissimo, il sito chiude ma tutti devono sapere
      chi voleva censurare il
      sitoseh, come no.hai visto citare il nome?
  • No al nucleare? scrive:
    Chissa' cosa avremmo combinato...
    Noi italiani siamo riusciti a combinare un disastro producendo energia elettrica con le dighe, pensate cosa avremmo combinato se avessimo comniciato a costruire centrali atomiche :|
    • Loris Batacchi scrive:
      Re: Chissa' cosa avremmo combinato...
      In realta' le abbiamo fatte, alcune sono perfettametne funzionanti e mai utilizzate.Per perfettamente funzionanti intendo anche che sono ancora "accese" infatti non si puo' spegnere le centrali come si fa con un tostapane.Ah, i nostri ing. nucleari sono tra i migliori di europa e li esportiamo che e' una meraviglia...+ nucleare- boiate
      • rino scrive:
        Re: Chissa' cosa avremmo combinato...
        + nucleare e - boiate?nulla da dire sulla preparazione degli italiani, nulla da dire ..................ma ho tanto da dire sulle scorie radioattive.Pigliatele tu!!!!!!!!!!!! a casa tua. io preferisco le boiate......................ps e scommetto che all'epoca non c'era nulla da dire neanche sulla preparazione degli italiani a costruire dighe.....e chissà quanti sono andati all'estero. E lavorano bene.Il problema dell'italia non è la preparazione tecnica ma la politica dei partiti (che se qualcosa lo fa "qualcuno" l'autorizzazione arriva sempre alla faccia di qualunque controllo) e le politiche aziendali (che pensano solo a costruire al risparmio).Anche se inventassero una centrale nucleare senza scorie radiattive (e sarei favorevole nonostante i rischi di una esplosione) tremerei al pensiero di quello che possono combinare la politica e le aziende italiane nella sua costruzione (i rischi diventerebbero una quasi certezza).Questa è l'italia di sempre (qualunque partito sia al comando).
        • pippo75 scrive:
          Re: Chissa' cosa avremmo combinato...
          - Scritto da: rino
          + nucleare e - boiate?

          nulla da dire sulla preparazione degli italiani,
          nulla da dire ..................ma ho tanto da
          dire sulle scorie
          radioattive.se non vuoi i lati negativi, allora rinuncia anche al nucleare che compri dalla Francia.Vuoi la corrente, allora prendi anche gli aspetti negativi.La pappapronta....

          Pigliatele tu!!!!!!!!!!!! a casa tua. io
          preferisco le boiate......................Le prendo io, pero' tu rinunceresti alla corrente......
          Anche se inventassero una centrale nucleare senza
          scorie radiattive (e sarei favorevole nonostante
          i rischi di una esplosione) tremerei al pensiero
          di quello che possono combinare la politica e le
          aziende italiane nella sua costruzione (i rischi
          diventerebbero una quasi
          certezza).vuoi la corrente, accetta i rischi.In francia, cosa combinano? non mi risulta che ogni giorno esploda una centrale.
          • Anonimo scrive:
            Re: Chissa' cosa avremmo combinato...

            se non vuoi i lati negativi, allora rinuncia
            anche al nucleare che compri dalla
            Francia.
            E aggiungo... la si paga di più ed i rischi sono gli stessi che avere una centrale in Italia... la Francia non è "abbastanza" lontana da non coinvolgerci in un eventuale problema (basta vedere Chernoybl). Quindi: paghiamo di più ed abbiamo gli stessi rischi... ne vale la pena?
        • anonimo01 scrive:
          Re: Chissa' cosa avremmo combinato...

          Anche se inventassero una centrale nucleare senza
          scorie radiattive (e sarei favorevole nonostante
          i rischi di una esplosione)nella storia umana, non è MAI esplosa un centrale nucleare.
          • Gatto Selvaggio scrive:
            Re: Chissa' cosa avremmo combinato...

            nella storia umana, non è MAI esplosa un
            centrale nucleare.Sì, attacchiamoci ai dettagli! Infatti Chernobyl è solo bruciata.
          • anonimo01 scrive:
            Re: Chissa' cosa avremmo combinato...
            nulla e nulla e nulla (di devastazione) per kilometri + radioattività diretta liberata nell'aria, nelle rocce, nell'acqua, disturbi elettromagnetici, micro, nano polveri radioattive, isotopi che decadono per mesi/anni e Diosasolo quanti morti.non è mai esplosa una centrale, MAI.(con questo, non voglio dire che l'Italia sarebbe pronta ad averle - ma solo per come sarebbero gestite e per il problema scorie - anche se effettivamente averle qualche metro in la del confine o in "casa" più di tanto non cambia, IMHO)
          • Gatto Selvaggio scrive:
            Re: Chissa' cosa avremmo combinato...

            non è mai esplosa una centrale, MAI.Ovvio, non sono mica bombe!
          • TheB scrive:
            Re: Chissa' cosa avremmo combinato...
            Ad essere corretti, a Cenrobyl e' successo che sia "saltato il tappo" del reattore (mettendola giu' molto terra-terra) per un duplice errore dei tecnici che stavano facendo un collaudo di un sistema di emergenza ma dov, parafrasando, la mano destra non sapeva cio' che stava facendo la mano sinistra. ENTRAMBI avevano alzato una parte di barre di controllo, relativamente alla propria parte del collaudo, causando l'impennata della reazione e la conseguente "stappatura" del nocciolo a causa della pressione del vapor acqueo prodotto dalla evaporazione del liquido di raffreddamento.Mai visto cosa succede ad una normale pentola a pressione se la valvola non sfoga il vapore? Ecco li' e' successo lo stesso, tranne che il "tappo" erano circa 200 blocchi di piombo da 300 kg l'uno...
        • skywalker scrive:
          Re: Chissa' cosa avremmo combinato...
          - Scritto da: rino
          ps e scommetto che all'epoca non c'era nulla da
          dire neanche sulla preparazione degli italiani a
          costruire dighe.....e chissà quanti sono andati
          all'estero. E lavorano
          bene.Effettivamente... all'epoca i migliori ingegneri civili in dighe al mondo erano italiani. Una su tutte la diga sul Nilo.Ed in effetti la diga, in quanto opera di calcestruzzo, mica è venuta giù.I francesi invece fecero la diga del Frejus, che crollò perché costruita male. Però i francesi, oltre alle centrali atomiche, hanno fatto anche il sito di stoccaggio delle scorie e i giornalisti e gli abitanti del luogo ci possono fare gite turistiche.Io non ho nulla sulle centrali in se, ma temo la loro gestione in italia. Se proprio dobbiamo fare centrali sul suolo italiano, che siano dichiarate zone extraterritoriali e siano gestite dai francesi o dagli svizzeri.Le nostre, da quando sono state chiuse, non sono state mai smaltite. Sono ancora li, ognuna sul suo posto, magari vicino a qualche fiume che ogni tanto va anche in piena (cfr. Trino Vercellese: alluvione del Po del 1994 e del 2000).Tra l'altro mi sono sempre chiesto: il costo di gestire un sito di stoccaggio per come minimo 500 anni, è compreso nel costo di una centrale nucleare?
      • bandg4p scrive:
        Re: Chissa' cosa avremmo combinato...
        Bravissimo! Più nucleare e meno boiate. + ingegneri e meno ingnoranti.
      • Gatto Selvaggio scrive:
        Re: Chissa' cosa avremmo combinato...
        Sì infatti: a Saluggia (VC) c'era un reattore sperimentale con annesso deposito di scorie radioattive. L'alluvione del 1994 ha inondato il deposito - se ne è parlato nei primi anni del 2000 - e non mi è noto che fine abbia fatto l'acqua contaminata, cosa si pensi di fare, che soluzione si ritenga di adottare.Meno nucleare, e più boiate!
        • anonimo01 scrive:
          Re: Chissa' cosa avremmo combinato...

          Meno nucleare, e più boiate!bah, io per l'Italia direi:un po' di nucleare, un po' meno boiate ma tanta tanta attenzione! (e magari una gestione "interno/estera" della situazione, così, tanto per mettergliela in c*lo alla mafia che troverebbe sennò il modo di lucrarci sopra)
      • Gaglia scrive:
        Re: Chissa' cosa avremmo combinato...
        Mi dispiace ma direi che questo punto di vista e' davvero miope.Non contesto l'abilita' degli ingegneri italiani. E neanche la sicurezza delle centrali nucleari (che, ricordiamolo, si guastano molto meno delle centrali normali). Chernobyl e' stato UN caso isolato e il disastro e' stato causato da imperizia umana. Inoltre una centrale nucleare ha una discreta efficenza, il costo al kilowatt e' il piu' basso in assoluto, e non produce inquinamento atmosferico. Nel breve periodo e' convenientissima.Ma le scorie?I costi di gestione?I costi di SMANTELLAMENTO quando la centrale finira' il suo ciclo?Analizziamo questi punti.Le scorie: quando smetteremo di guardare al futuro come se si riducesse all'anno prossimo? Che mondo lasceremo ai nostri figli? Quando capiremo che sfruttando fino all'osso la poverta' in Africa o in Asia (si', le scorie le diamo a loro...) alla lunga non otterremo altro che disastri anche per noi? Il mondo e' UNO, i confini nazionali hanno senso fino a un certo punto. Causando fame, inquinamento e miseria nel terzo mondo ecco quello che abbiamo ottenuto: orde di immigrati, terrorismo, guerra. Queste cose che cerchiamo di contrastare le abbiamo create NOI con la nostra societa' occidentale. SOPRATTUTTO noi almeno. Pensare alle centrali nucleari anche in termini di scorie radioattive che impiegano milioni di anni per esaurirsi potrebbe essere un passo in avanti no?I costi di gestione. Nulla da dire, percarita'... ci sono ma sono accettabili (senno' in Francia non costruirebbero le centrali). Ma avete pensato anche alla SICUREZZA? Mi spiego: quando sono andato a visitare un impianto nucleare in Germania mi e' sembrato di entrare in una base militare. Cannoni anticarro e mitragliatrici ad ogni angolo, pattuglie, filo spinato... A parte che dovremmo scegliere se mandare i nostri militari a morire in Iraq in nome del Dio Petrolio o farli restare a casa a difenderci dal terrorismo interno/estero (scelta ardua per la nostra indipendentissima classe politica...). Ma poi avremmo i mezzi per garantire effettivamente questa sicurezza? O dovremmo chiedere agli USA , come al solito, di fare i padroni di casa sul NOSTRO territorio in nome della sicurezza e della collaborazione internazionale?I costi di smantellamento. Nessuno ci pensa ma sono un GROSSO problema. Non si possono semplicemente mandare le ruspe a buttare giu' tutto. E in Italia non abbiamo i soldi neanche per piangere. Tant'e' vero che le nostre centrali sono ancora la'... non per pigrizia ma perche' MANCANO I SOLDI per smantellarle.Tutto cio' detto voglio precisare che e' vero che nel 90% dei casi l'italiota medio e' contrario al nucleare a causa dello "spauracchio Chernobyl". Ma cio' non significa che il nucleare a fissione sia conveniente.Quando i Tokamak diventeranno efficaci ne potremo riparlare... Fino ad allora... solare + eolico + idroelettrico + maree + geotermico + ...Le possibilita' ci sono. Alcune sono costose, ma nel lungo termine sono l'unica scelta valida.IMHO
        • Number 6 scrive:
          Re: Chissa' cosa avremmo combinato...
          E dagli col "pensiamo alle generazioni future". Che accidenti hanno fatto le generazioni future per noi?Ca##o, ogni volta che vedo qualche minorenne decerebrato emo con l'iPod che spippola sullo smartphone, gli auguri 10, 100, 1000 Chernobyl.Andate tutti affanmadmax, minorati!:D
  • anonimo scrive:
    leggere la storia dell'informazione
    chi si vuole dilettare a ricostruire la situazione dell'informazione in quei tempi (e in questi) troverà che la senatrice e giornalista merlin, comunista, nota solo per la legge sulla chiusura dei casini (in reltà una legge che non voleva tanto impedire la prostituzioe quanto restituire libertà civili alle prostitute che non potevano avere residenza fissa nè possedere beni immobili)"Per i suoi articoli di denuncia della situazione pericolosa che si era andata manifestando con la costruzione della diga, pubblicati sullUnità già nel 1959, è processata e assolta dal tribunale di Milano per "diffusione di notizie false e tendenziose atte a turbare lordine pubblico"."Le sue denunce a nulla servono: la parola di una giornalista, per giunta comunista, non può che essere 'falsa e tendenziosa'. Di più: viene accusata di essere portatrice di una cultura economica conservatrice rispetto al modello di sviluppo che l'Italia adotta in quegli anni, e che avrebbe portato 'senza dubbio posti di lavoro e benessere per tutti'."vi ricorda qualcosa ?e dopo il patatrac purtroppo uno scivolone di un altro ottimo giornalista, montanelli, che in sostanza diceva che era una catastrofe della natura e accertare le responsabilità era sciacallaggio
    • sharking scrive:
      Re: leggere la storia dell'informazione
      Una semplice considerazione su quanto riportato:La fautrice della 'famosa' legge era la senatrice Lina Merlin (nata a Pozzonovo-PD nel 1887), mentre la giornalista era Tina Merlin (nata a Trichiana-BL nel 1926).Saluti, Christianops... stessa idea, ma preceduto nella tempistica-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 16 ottobre 2007 10.23-----------------------------------------------------------
    • Renato Fornasar scrive:
      Re: leggere la storia dell'informazione
      Storia della DISINFORMAZIONE!L'informazione VERA e di qualità ha da sempre il dovere di verificare l'attendibilità e le fonti, in primo luogo e di documentarsi in secondo. Al di là della sostanza del tuo commento, hai riportato una notizia piena di confusione che di conseguenza rende grottesco il titolo del tuo post!Hai confuso la senatrice Lina Merlin con la giornalista / scrittrice Tina Merlin. Due persone e due storie completamente diverse! (anche wikipedia te lo potrà dimostrare). p)
      • anonimo scrive:
        Re: leggere la storia dell'informazione
        - Scritto da: Renato Fornasar
        Storia della DISINFORMAZIONE!

        L'informazione VERA e di qualità ha da sempre il
        dovere di verificare l'attendibilità e le fonti,
        in primo luogo e di documentarsi in secondo. Al
        di là della sostanza del tuo commento, hai
        riportato una notizia piena di confusione che di
        conseguenza rende grottesco il titolo del tuo
        post!

        Hai confuso la senatrice Lina Merlin con la
        giornalista / scrittrice Tina Merlin. Due persone
        e due storie completamente diverse! (anche
        wikipedia te lo potrà dimostrare).
        p)azz! fra 2 merlin ho fatto la figura del merlo, così imparo a fare copia incolla con i dizionari biograficicomunque il psot non aveva la pretesa di fare informazione, del resto alcuni articolisti fanno peggio e non riconoscono gli errori, abbiate pietà! però "Al di là della sostanza del tuo commento"non mi sembra una risposta adeguata, il dito è sporco ma la luna c'é
        • Nico Tina scrive:
          Re: leggere la storia dell'informazione
          - Scritto da: anonimo
          - Scritto da: Renato Fornasar

          Storia della DISINFORMAZIONE!



          L'informazione VERA e di qualità ha da sempre il

          dovere di verificare l'attendibilità e le fonti,

          in primo luogo e di documentarsi in secondo. Al

          di là della sostanza del tuo commento, hai

          riportato una notizia piena di confusione che di

          conseguenza rende grottesco il titolo del tuo

          post!



          Hai confuso la senatrice Lina Merlin con la

          giornalista / scrittrice Tina Merlin. Due
          persone

          e due storie completamente diverse! (anche

          wikipedia te lo potrà dimostrare).

          p)


          azz! fra 2 merlin ho fatto la figura del merlo,
          così imparo a fare copia incolla con i dizionari
          biografici

          comunque il psot non aveva la pretesa di fare
          informazione, del resto alcuni articolisti fanno
          peggio e non riconoscono gli errori, abbiate
          pietà!


          però "Al di là della sostanza del tuo commento"
          non mi sembra una risposta adeguata, il dito è
          sporco ma la luna
          c'éassolutamente no. anzi, proprio per gente come te esiste il reato di diffamazione. Se qualche parente della Merlin (quella giusta) volesse, ad esempio...
          • anonimo scrive:
            Re: leggere la storia dell'informazione
            [confusione tina /lina merlin]
            assolutamente no. anzi, proprio per gente come te
            esiste il reato di diffamazione. Se qualche
            parente della Merlin (quella giusta) volesse, ad
            esempio...Un capo d'imputazione stringente, con la motivazione di retrodatare la nascita del cattocomunismo ;)Da chiarire:1) Qual' è la Merlin "giusta"? 2 denunce in arrivo?2) Dov' è la diffamazione nell'accorpamento di 2 biografie con azioni diverse ma altrettanto meritorie (manifestazione d'ignoranza a parte)?
          • Nico Tina scrive:
            Re: leggere la storia dell'informazione
            - Scritto da: anonimo[...]
            Da chiarire:

            1) Qual' è la Merlin "giusta"? informati ;)ecco perchè il giornalismo non si improvvisa ed ecco perchè ci si documenta e si pensa prima di parlare e scrivere :)
            2 denunce in
            arrivo?da me no di certo ;)credo che anche LE Merlin non siano molto interessate...
            2) Dov' è la diffamazione nell'accorpamento di 2
            biografie con azioni diverse ma altrettanto
            meritorie (manifestazione d'ignoranza a
            parte)?è la persona a sentirsi diffamata e a dare la motivazione :)ad esempio un omosessuale non si offende se gli dai del gay.leggi il tuo intervento e pensaci tu ;)e la prossima volta... pensaci PRIMA :D
          • anonimo scrive:
            Re: leggere la storia dell'informazione
            - Scritto da: Nico Tina
            - Scritto da: anonimo
            [...]


            Da chiarire:



            1) Qual' è la Merlin "giusta"?

            informati ;)intendevo giusta per la querela, non giusta per il fatto...
            ecco perchè il giornalismo non si improvvisa ed
            ecco perchè ci si documenta e si pensa prima di
            parlare e scrivere
            :)qualcuno ha preteso con i suoi post di fare giornalismo?tutti i giornalisti lo fanno sempre? (vedere diari di hitler, confusione di parentela con omonimia storace ecc)

            2 denunce in

            arrivo?

            da me no di certo ;)
            credo che anche LE Merlin non siano molto
            interessate...


            2) Dov' è la diffamazione nell'accorpamento di 2

            biografie con azioni diverse ma altrettanto

            meritorie (manifestazione d'ignoranza a

            parte)?

            è la persona a sentirsi diffamata e a dare la
            motivazione
            :)

            ad esempio un omosessuale non si offende se gli
            dai del
            gay.pensavo che neanche se per ignoranza lo consideri etero, dato che nel senso comune non costituisce offesa"Tre sono, dunque, gli elementi necessari perché si possa configurare il delitto in esame: l'offesa all'onore o al decoro di taluno, la comunicazione con più persone e, infine, l'assenza della persona offesa."http://it.wikipedia.org/wiki/Diffamazione
            leggi il tuo intervento e pensaci tu ;)

            e la prossima volta... pensaci PRIMA :Drendo onore alla competenza giuridicapraticante in studio di taormina ;) ?
    • Loris Batacchi scrive:
      Re: leggere la storia dell'informazione
      Owned!
    • Gatto Selvaggio scrive:
      Re: leggere la storia dell'informazione

      "Per i suoi articoli di denuncia della situazione
      pericolosa che si era andata manifestando con la
      costruzione della diga, pubblicati sullUnità già
      nel 1959, è processata e assolta dal tribunale di
      Milano per "diffusione di notizie false e
      tendenziose atte a turbare lordine pubblico".

      "Le sue denunce a nulla servono: la parola di una
      giornalista, per giunta comunista, non può che
      essere 'falsa e tendenziosa'. Di più: viene
      accusata di essere portatrice di una cultura
      economica conservatrice rispetto al modello di
      sviluppo che l'Italia adotta in quegli anni, e
      che avrebbe portato 'senza dubbio posti di lavoro
      e benessere per tutti'."

      vi ricorda qualcosa ?

      e dopo il patatrac purtroppo uno scivolone di un
      altro ottimo giornalista, montanelli, che in
      sostanza diceva che era una catastrofe della
      natura e accertare le responsabilità era
      sciacallaggioProgressisti.Chi fa suo il concetto di progresso finisce per adottare una singolare indifferenza alla disgrazia altrui, quando essa avviene "per il progresso". I morti per progresso sono meno morti degli altri.In confronto al Progresso i dogmi delle religioni sono robetta, se non altro perché è chiaro che sono dogmi. Invece il dogma progressista è "obiettivo" e "scientifico" e perciò antidogmatico per definizione, quindi difficile da individuare come tale.
    • Tiziano Dal Farra scrive:
      Re: leggere la storia dell'informazione
      (Tina, Lina, Dina)Ciao.Qualcuno nel thread mi ha preceduto.Ma da tempo esiste una pagina "cazzate Vajont" dove ho già infilato un'inesattezza come la tua.Sta a metà pagina:http://www.vajont.org/vajont_static/cazzatevajont.htmlBuona lettura.Pace.
  • aghost scrive:
    Prevenzione de che?
    questa storia del "preventivo" dovrebbe essere affrontata una volta per tutte. Si può impedire a qualcuno, preventivamente, di dire la sua, solo perché qualcuno ti denuncia?Anche il blog di Ricca è stato chiuso preventivamente dopo la denuncia di Fede. Ma come si può censurare un sito a priori, prima ancora che un tribunale abbia stabilito l'oggetto del contendere e quindi chi ha torto e chi ha ragione?Stiamo attenti perché con la scusa della censura preventiva si finisce su una brutta china...http://www.aghost.wordpress.com/-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 16 ottobre 2007 09.29-----------------------------------------------------------
    • anonimo01 scrive:
      Re: Prevenzione de che?

      Stiamo attenti perché con la scusa della censura
      preventiva si finisce su una brutta
      china ...
      quoto.(e complimenti per l'intelligente giro di parole!)
    • picchiatello scrive:
      Re: Prevenzione de che?
      - Scritto da: aghost

      Stiamo attenti perché con la scusa della censura
      preventiva si finisce su una brutta
      china...

      quoto !
  • anonimo01 scrive:
    Umh, c'è un però...
    umh, mi è capitato di andare in quel sito, prima dell'autocensura, e devo dire che personalmente me l'aspettavo .senza nulla togliere all'innegabile utilità e nececessità di chiarire i fatti prima-durante-dopo quei giorni, tutto ha il suo modo di esser esposto.nella fattispecie, devo dire che il webmaster spesso attacca "a testa bassa" chi non la pensa come lui, con una violenza (virtuale, s'intende) non da poco......io ad esempio avevo trovato il commento ad un post di un altro forum che frequento: nel post si toccava appena l'argomento (con superficialità, magari, ma non era il punto del discorso). per tutta risposta, è comparso un commento molto acido, senza nemmeno riportare autore o link originale (tanto per rendersi conto che magari non si stava parlando di vajont)oppure in un'altra pagina, se la prende pure con i banner pubblicitari su di un sito, che a suo modo di vedere sono fuori luogo (i banner adsense cono contestuali all'utente, questo lo sa anche un ragazzino di 8 anni. se lui si interessa solo di vajont vedrà solo libri di dighe e santini di padre quelcheè) questi i banner (in fondo):[img]http://www.vajont.org/vajont_static/cazzate/vitaeternaBig.jpg[/img]questo il commento: "Dal lato longaronese, peraltro, ho la conferma che lo staff della Memoria è composto da decerebrati, inetti figli di puttana o quant'altro. Non saprei come definire altrimenti l'inserimento, nelle pagine del SITO diciamo UFFICIALE del Vajont, dei banner di Google." (da http://www.vajont.org/vajont_static/cazzatevajont.html)ripeto, senza nulla togliere alla giusta causa (che non mi sognerei nemmeno di mettermi a discutere) c'è modo e modo di presentarsi al pubblico.capisco che chi sia stato toccato direttamente dal problema abbia un bel po' di livore nei confronti delle istituzioni (che sono -tanto per cambiare- immobili), dei giornalisti (che spesso sono -tanto per cambiare- sparapalle automatici) e della comune gente (che è -suo malgrado- ignorante in argomento), ma un modo simile di presentarsi potrà solo che ottenere l'effetto di esser mandati affarein_ piuttosto che comprensione e curiosità(insomma, manca di marketing )imho, obviously :s
    • picchiatello scrive:
      Re: Umh, c'è un però...
      - Scritto da: anonimo01
      (insomma, manca di marketing )

      imho, obviously :sDevi tener conto di una cosa c'e' gente in questi paesi che ha perso tutto casa, terreno, lavoro e' stata spostata di parecchie centinaia di km in terreni sassosi che non potevano essere lavorati e messa in case di ethernit.In quanto alle bestemmie chi va su quei luoghi sa gia' che la "bestemmia" e' usata sin dalle mamme con i loro pargoli...Ci dobbiamo porre casomai la domanda dice cose vere si o no ? perche' alla fine e' quello che conta...io ho notato che tante cose combaciano alla perfezione con la realtà di quei luoghi...
      • anonimo01 scrive:
        Re: Umh, c'è un però...
        - Scritto da: picchiatello
        - Scritto da: anonimo01


        (insomma, manca di marketing )



        imho, obviously :s

        Devi tener conto di una cosa c'e' gente in questi
        paesi che ha perso tutto casa, terreno, lavoro e'
        stata spostata di parecchie centinaia di km in
        terreni sassosi che non potevano essere lavorati
        e messa in case di
        ethernit.questo lo capisco, e capico anche che dev'essere orribile non avere giustizia...
        In quanto alle bestemmie chi va su quei luoghi sa
        gia' che la "bestemmia" e' usata sin dalle mamme
        con i loro
        pargoli...bhe non esageriamo, è vero da queste parti (in queste regioni) si bestemmia parecchio (e mi fa schifo, non tanto per la bestemmia in se, ma perchè è proprio mancanza di stile e una cosa da grezzi) ma almeno le mamme non bestemmiano davanti ai pargoli...almeno qui, magari nelle zone montagnose il livello è peggiore...
        Ci dobbiamo porre casomai la domanda dice cose
        vere si o no ? perche' alla fine e' quello che
        conta...io ho notato che tante cose combaciano
        alla perfezione con la realtà di quei
        luoghi...ma che abbia ragione, non lo metto minimamente in dubbio!per fare un esempio (totalmente staccato da questo contesto), metti che hai parcheggiato con le 4 freccie in seconda fila, devi prelevare al bancomat.ovviamente, per la legge di murphy, spunta un tizio che hai bloccato con la macchina; sei in fila e si avvicina, saresti più disponibile (sapendo di aver torto) con:uno che chiede "scusate, di chi è questa macchina? che se me la sposta di 20 cm me ne vado..." o con uno che esordisce con "chi è quel figlio di p*****na, decerebrato incapace che mi ha bloccato con la sua mer***sa macchina?" capito cosa intendo? ;)
    • kinto scrive:
      Re: Umh, c'è un però...
      Anche a me era capitato più volte di leggere quel sito essendomi appassionato in passato alle vicende del Vajont grazie allo spettacolo di Paolini. Beh, non mi era proprio piaciuto il modo di scrivere e di presentare i fatti del tenutario. Anche a me le offese erano sembrate a volte gratuite e le tesi esposte in maniera confusa. Il materiale pare esserci ma sul modo credo proprio che si possa fare di meglio.
  • Cavallo GolOso scrive:
    si attaccheranno ai "toni"
    sicuramente si attaccheranno ai toni eccessivi, come ben spiega Marco Travaglio nel suo "la scomparsa dei fatti".Lui l'ha pagata cara e ora fa molta attenzione persino ai termini... si è scottato con queste sottigliezze e ora è diventato ancora più accorto.Ce la puoi fare anche tu Tiziano. Forza!
    • anonimo01 scrive:
      Re: si attaccheranno ai "toni"
      - Scritto da: Cavallo GolOso
      sicuramente si attaccheranno ai toni eccessivi,
      come ben spiega Marco Travaglio nel suo "la
      scomparsa dei
      fatti".

      Lui l'ha pagata cara e ora fa molta attenzione
      persino ai termini... si è scottato con queste
      sottigliezze e ora è diventato ancora più
      accorto.

      Ce la puoi fare anche tu Tiziano. Forza!sarebbe ora.una giusta causa merita attenzione per esser portata avanti, sennò si rischia di esser eliminati, e di portarsi dietro il lavoro fatto.consiglierei al webmaster un bel corso di PNL, marcketing e dinamiche sociali...(anonimo)
      • Nico Tina scrive:
        Re: si attaccheranno ai "toni"
        - Scritto da: anonimo01
        - Scritto da: Cavallo GolOso

        sicuramente si attaccheranno ai toni eccessivi,

        come ben spiega Marco Travaglio nel suo "la

        scomparsa dei

        fatti".



        Lui l'ha pagata cara e ora fa molta attenzione

        persino ai termini... si è scottato con queste

        sottigliezze e ora è diventato ancora più

        accorto.



        Ce la puoi fare anche tu Tiziano. Forza!

        sarebbe ora.
        una giusta causa merita attenzione per esser
        portata avanti, sennò si rischia di esser
        eliminati, e di portarsi dietro il lavoro
        fatto.

        consiglierei al webmaster un bel corso di PNL,
        marcketing e dinamiche
        sociali...
        (anonimo)ma per favore.dal farra è una persona onesta, altro che PNL
        • anonimo01 scrive:
          Re: si attaccheranno ai "toni"
          disonesto ???saper comunicare è importante, saper comunicare meglio è piùutile ancora.peraltro, una persona che ha ragione (come lui) non ha bisogno di usare un tono scorbutico, pena il passare automaticamente nel torto (nella "sensazione" del prossimo).we, pnl è un insieme di tecniche, e in quanto tali neutre. buono o cattivo è l'uso che se ne fa...
          • Nico Tina scrive:
            Re: si attaccheranno ai "toni"
            disonesto ???
            saper comunicare è importante, saper comunicare
            meglio è piùutile
            ancora.la comunicazione che desidera farsi comprendere è una cosa, altre finalità sono ... altro.
            peraltro, una persona che ha ragione (come lui)
            non ha bisogno di usare un tono scorbutico, pena
            il passare automaticamente nel torto (nella
            "sensazione" del
            prossimo).sei uno che pensa che CREDIBILE è più importante di VERO.io no, e credo (ma non lo so) che nemmeno Dal Farra sia uno di quelli.
            we, pnl è un insieme di tecniche, e in quanto
            tali
            neutre.certo
            buono o cattivo è l'uso che se ne fa...ok, mi hai convinto.
          • anonimo01 scrive:
            Re: si attaccheranno ai "toni"


            la comunicazione che desidera farsi comprendere è
            una cosa, altre finalità sono ...
            altro.ma pnl è appunto il far arrivare diritto diritto il messaggio all'altra persona, attraversando incolume i pregiudizi (mentali,che ci sono sempre e sono la base della cultura di un popolo - ma "pregiudizi" come parola fa schifo) e fare in modo che siano compresi appieno...poi quelli che ti vendono qualsiasi cosa con queste tecniche, sono un'altra cosa....

            peraltro, una persona che ha ragione (come lui)

            non ha bisogno di usare un tono scorbutico, pena

            il passare automaticamente nel torto (nella

            "sensazione" del

            prossimo).

            sei uno che pensa che CREDIBILE è più importante
            di
            VERO.no no, io penso che tantopiù se un fatto E' VERO, merita di essere diffuso e compreso a/da tutti, nel minor tempo possibile.
            io no, e credo (ma non lo so) che nemmeno Dal
            Farra sia uno di
            quelli.anch'io la pensavo così, sai?consideravo queste tecniche il male più assoluto, un qualcosa di diabolico...poi ho conosciuto alcuni nuovi contatti , e devo dire che sono rimasto affascinato dai concetti (non solo pnl, quella è solo l'antipasto, insipido anche IMHO)...il poter spiegare con schemi il funzionamento umano, e per la prima volta capire il senso del perchè le persone agiscono in certe maniere...bhè, è affascinante a dir poco.certo, esattamente come un jedi bisogna stare avezzi nel non cadere nel lato oscuro della forza 8) , altrimenti si diventa un robot-sociale, e questo è triste...

            we, pnl è un insieme di tecniche, e in quanto

            tali

            neutre.

            certo


            buono o cattivo è l'uso che se ne fa...

            ok, mi hai convinto.ne sono lieto :)
      • Tiziano Dal Farra scrive:
        Re: si attaccheranno ai "toni"
        Ciao.Grazie del consiglio.Contraccambio: leggiti (tutto) questo malloppo.http://www.vajont.org/vajont_static/libri.htmlPoi, riparliamo di "marketing". Quando vuoi.
  • Paperoliber o scrive:
    Sequestro preventivo ??!!!??
    Dunque , come al solito si guarda al dito ma non dove punta, dove sta la giustizia, sicuramente il sindaco ha diritto di denunciare ciò che per lui (vero o meno lo deciderà il giudice) è diffamante come è giusto che chi gestisce il sito si possa difendere e possa difendere la libertà di parola ed espressione. Quindi cosa fare oscurare il sito finché chiarezza non sia fatta, pregiudicando le libertà d'espressione di chi scrive, oppure lasciarlo in chiaro facendo torto a chi difende la propria reputazione.Se la giustizia italiana non fosse un dinosauro lento e farraginoso si potrebbe adottare il primo visto che con un procedimento veloce non si pregiudicherebbe più di tanto la libertà d'espressione di uno e la reputazione dell'altro. Purtroppo in Italia si cerca di chiudere delle falle grandi come trafori con delle toppe da bicicletta. E' purtroppo una storia vecchia che si ripete e non sembra finire mai.......
    • ruppolo scrive:
      Re: Sequestro preventivo ??!!!??
      - Scritto da: Paperoliber o
      Dunque , come al solito si guarda al dito ma non
      dove punta, dove sta la giustizia, sicuramente il
      sindaco ha diritto di denunciare ciò che per lui
      (vero o meno lo deciderà il giudice) è diffamante
      come è giusto che chi gestisce il sito si possa
      difendere e possa difendere la libertà di parola
      ed espressione.Il problema è solo uno: con la nostra attuale Legge (sbagliata, a mio avviso) non si può dare del ladro al ladro, nemmeno se certificato.L'ironia è che se il ladro ha la fama di essere ladro, dirlo pubblicamente è diffamante, come a dire che intaccherebbe la sua fama di ladro.Divertente, non trovate?
  • Peter scrive:
    La diffamazione non deve essere reato
    Serve una legge per abolire il reato di "diffamazione a mezzo sito" e forse servirebbe anche per la stampa. Anche i giornali sono pieni di balle anche quando non fanno diffamazione; non esiste altra garanzia della verifica di attendibilità che può fare il lettore incrociando opinioni e fonti. Serve solo dare obbligatoriamente il diritto di replica alla controparte vicino all'articolo ritenuto diffamatorio e tutto resta visibile e trasparente. In questo modo invece magistrati (ma forse la responsabilità prima è del parlamento che fa le leggi) si permette un discutibile atto di censura che toglie visibilità su cose che dovrebbero invece poter essere visibili e discusse. Anche se forse sono ipotesi o non hanno al momento pezze d'appoggio. Solidarietà per il webmaster.
    • Herduk scrive:
      Re: La diffamazione non deve essere reato
      Esulando un attimo dall'articolo, ii rendi conto di quello che dici?Domani apro un sito in cui dico che sei un molestatore di bambini e violentatore folle, senza nessun dato o documento ufficiale.Come la prenderesti?
      • ruppolo scrive:
        Re: La diffamazione non deve essere reato
        - Scritto da: Herduk
        Esulando un attimo dall'articolo, ii rendi conto
        di quello che
        dici?
        Domani apro un sito in cui dico che sei un
        molestatore di bambini e violentatore folle,
        senza nessun dato o documento
        ufficiale.
        Come la prenderesti?La tua parola contro la sua.Niente di più, niente di meno.
        • amedeo scrive:
          Re: La diffamazione non deve essere reato
          Piccolo problema: una volta che sia stata messa in giro la voce che sei un maniaco, non basta la tua parola contro la sua a far rientrare la diffamazione, nel paese qualcuno continuera' a considerarti come un appestato. Vedi cosa succede per quanto riguarda certi paesi, asili ed insegnanti calunniati (?) dove nonostante il proscioglimento da parte dell'autorita' giudiziaria, alcune persone hanno continuato ad essere considerate molestatori.
      • crimbo scrive:
        Re: La diffamazione non deve essere reato
        - Scritto da: Herduk
        Esulando un attimo dall'articolo, ii rendi conto
        di quello che
        dici?
        Domani apro un sito in cui dico che sei un
        molestatore di bambini e violentatore folle,
        senza nessun dato o documento
        ufficiale.
        Come la prenderesti?senza contare che la "massa" crede ciecamente a tutto quello che legge, per il semplice fatto che "sta scritto"
      • Nachos scrive:
        Re: La diffamazione non deve essere reato

        Domani apro un sito in cui dico che sei un
        molestatore di bambini e violentatore folle,
        senza nessun dato o documento
        ufficiale.
        Come la prenderesti?Nessun dato o documento ufficiale? Ahi ahi ahi.http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2088913&m=2089431#p2089431
      • gionni scrive:
        Re: La diffamazione non deve essere reato
        non so, forse esagera. però è il momento di finirla coll'utilizzo della querela, soprattutto quella per diffamazione, come atto intimidatorio. qualcosa deve cambiare.
    • Giorgio Orsi scrive:
      Re: La diffamazione non deve essere reato
      Abolire il reato di diffamazione a mezzo stampa significa innanzitutto dare un potere illimitato a chi possiede tali mezzi di informazione. Rimuoveresti il diritto di un individuo a essere risarcito se danneggiato. Il diritto di replica non serve a nulla se non hai lo stesso peso "politico" di chi ti diffama.
      • ruppolo scrive:
        Re: La diffamazione non deve essere reato
        - Scritto da: Giorgio Orsi
        Abolire il reato di diffamazione a mezzo stampa
        significa innanzitutto dare un potere illimitato
        a chi possiede tali mezzi di informazione.
        Rimuoveresti il diritto di un individuo a essere
        risarcito se danneggiato. Il diritto di replica
        non serve a nulla se non hai lo stesso peso
        "politico" di chi ti
        diffama.I mezzi di informazione sono disponibili a chiunque. Il sito in questione lo dimostra.
        • Lilith scrive:
          Re: La diffamazione non deve essere reato
          infatti il tutti noi abbiamo accesso a qualunque mezzo di informazione e propagandacavoli posso diventare anch'io presidente del consiglio!?chi mi presta un attimo 3 televisioni,il quotidiano più letto in italia, una società di pubblicità e un paio di società editoriali?(ogni riferimento a fatti, persone e sentenze giudiziarie è puramente voluto)
          • anonimo01 scrive:
            Re: La diffamazione non deve essere reato
            - Scritto da: Lilith
            infatti il tutti noi abbiamo accesso a qualunque
            mezzo di informazione e
            propaganda

            cavoli posso diventare anch'io presidente del
            consiglio!?
            chi mi presta un attimo 3 televisioni,il
            quotidiano più letto in italia, una società di
            pubblicità e un paio di società
            editoriali?

            (ogni riferimento a fatti, persone e sentenze
            giudiziarie è puramente
            voluto)scordi il 90% della pubblicità e una ditta prodruttrice di format televisivi a livello mondiale
    • Nico Tina scrive:
      Re: La diffamazione non deve essere reato
      - Scritto da: Peter
      Serve una legge per abolire il reato di
      "diffamazione a mezzo sito" e forse servirebbe
      anche per la stampa. no.se dici il falso, diffami.il problema semmai, come in tutte le contestazioni, è che chi ha soldi spesso riesce a portare le proprie ragioni più avanti di chi non ne ha. QUESTO deve cambiare.
      Anche i giornali sono pieni
      di balle anche quando non fanno diffamazione; non
      esiste altra garanzia della verifica di
      attendibilità che può fare il lettore incrociando
      opinioni e fonti. certo, come dire che non si devono scriv4ere gli ingredienti sul cibo perchè tanto il consumatore può andare in un lab di analisi
      Serve solo dare
      obbligatoriamente il diritto di replica alla
      controparte vicino all'articolo ritenuto
      diffamatorio e tutto resta visibile e
      trasparente. su un sito la parola "vicino" ha senso.su un giornale... non molto. Ma imporre almeno lo stesso numero di pagina si.
      In questo modo invece magistrati (ma
      forse la responsabilità prima è del parlamento
      che fa le leggi) si permette un discutibile atto
      di censura che toglie visibilità su cose che
      dovrebbero invece poter essere visibili e
      discusse. no, il giornale non è un luogo di discussione, se non pone le cose in forma di discussione.quando un giornale AFFERMA un falso, fa diffamazione, così come le persone.anche le insinuazioni forse meritano una attenzione simile a quella delle affermazioni.quando invece si ipotizza, si chiede, si pongono questioni, allora non si afferma nulla. Se si verifica un fatto scomodo, ma è UN FATTO, allora si deve poter senza alcun dubbio affermare. Non, ad esempio, come chiedono detereminate aziende che dicono che "è lesivo della nostra immagine"... e chi se ne importa? Sei TU agendo in modo scorretto a ledere (creandola) la tua immagine: sei così. Niente diffamazione, ma semplice affermazione .
      Anche se forse sono ipotesi o non hanno
      al momento pezze d'appoggio. Solidarietà per il
      webmaster.Se ha detto il vero, se non ha offeso o affermato il falso, sicuramente solidarietà.Ma non diciamo che non deve esistere il reato di diffamazione, altrimenti basta aprire www.diffamadalfarra.com e poi chi è che ha ragione? il fatto che ci sia decadenza, non significa che il miglioramento sia tornare alla barbarie.
  • Perplesso scrive:
    Elenco siti sequestrati ed oscurati
    Esiste un elenco dei siti sottoposti a sequestro od oscuramento ?mi sembra un trend preoccupante..
    • R.M.S. scrive:
      Re: Elenco siti sequestrati ed oscurati
      - Scritto da: Perplesso
      Esiste un elenco dei siti sottoposti a sequestro
      od oscuramento
      ?
      mi sembra un trend preoccupante..basta che cerchi su google "sito sottoposto a sequestro"e poi preoccupati pure..........
  • Urla Nel Silenzio scrive:
    Orrori vari...
    Vajont, Brescia, Bologna, Ustica, Genova... Fatti cheDEVONO essere scritti nei libri di storia dei nostrifigli, per non dimenticare, affinchè non restino solole lapidi piene di nomi e tanti perchè siano statiscolpiti sul marmo.VERGOGNA ITALIA, VERGOGNA!
    • styx scrive:
      Re: Orrori vari...
      - Scritto da: Urla Nel Silenzio
      Vajont, Brescia, Bologna, Ustica, Genova... Fatti
      che
      DEVONO essere scritti nei libri di storia dei
      nostri
      figli, per non dimenticare, affinchè non restino
      solo
      le lapidi piene di nomi e tanti perchè siano stati
      scolpiti sul marmo.
      VERGOGNA ITALIA, VERGOGNA!il bello e' che la' non restano neanche le lapidi!!!!! hanno "ristrutturato" il tutto con un nuovo penoso anonimo cimiterone .. vedere il servizio delle iene please. agghiacciante la TOTALE mancanza di decenza di certa gente.
      • Iro scrive:
        Re: Orrori vari...
        c'era un sito (forse proprio vajont.org) che, tra le altre cose, aveva una documentazione fotografica (abbastanza ricca direi) del cimitero prima e dopo.con immagini commentate.
      • nec scrive:
        Re: Orrori vari...

        il bello e' che la' non restano neanche le
        lapidi!!!!! hanno "ristrutturato" il tutto con un
        nuovo penoso anonimo cimiterone .. vedere il
        servizio delle iene please. agghiacciante la
        TOTALE mancanza di decenza di certa
        gente.Ciò che hanno fatto con quel nuovo cimiterò è aver voluto cancellare la storia.Chi ha propostoapprovatoeseguito ciò , SECONDO ME, dovrebbe essere giustiziato con la pena di morte. (e io sono contrario alla pena di morte..)
    • Fedora 7 scrive:
      Re: Orrori vari...
      - Scritto da: Urla Nel Silenzio
      Vajont, Brescia, Bologna, Ustica, Genova... Fatti
      che
      DEVONO essere scritti nei libri di storia dei
      nostri
      figli,Certo! nella storia contemporanea! ... che in questi anni NON studiano più!l'anno scorso mio figlio faceva 5^elem., e non ha studiato nulla sulla storia degli ultimi 60 anni! ora fa 1^media ... e studia i dinosauri (i nostri politici?) ... la storia contemporanea la studierà in 3^media ... solo un annoLa storia contemporanea va studiata ogni anno un po'!!!La classe dirigente Italiana (anche mondiale) ha interesse che si sappia poco dei pasticci che combina....Ma magari mi sbaglio.Ciao.
      • Loris Batacchi scrive:
        Re: Orrori vari...
        - Scritto da: Fedora 7
        l'anno scorso mio figlio faceva 5^elem., e non ha
        studiato nulla sulla storia degli ultimi 60 anni!
        ora fa 1^media ... e studia i dinosauri (i nostri
        politici?) ... la storia contemporanea la
        studierà in 3^media ... solo un
        annoSaro' io tonto, ma un ragazzo di 5^a elementare cosa vuoi che capisca della storia degli ultimi 60 anni? Impara a memoria quello che dice il libro/l'insegnante. Meglio aspettare la terza media imho. Mi ricordo ancora i temi che ci facevano fare su falcone e borsellino... Solo un anno?!?! Ma pensa te! Certo, tremila anni di storia e mi dedichi "solo un anno" agli ultimi 60? Sei proprio un mostro! Molto meglio come dici tu, ogni anno un po', cosi' mandiamo all'aria ogni consequenzialita' in prima elelmentare "studi" un po' di dinosauri e poi u po' di resistenza... ottimo metodo.
    • Banana Joe scrive:
      Re: Orrori vari...
      Aggiungerei che il Vajont è ancora più tabù delle stragi di stato.Mi spiego. Per chi non se ne fosse accorto, a comandare sono le banche. Le megaditte sono le emanazioni delle banche.Ustica, Genova, etc. vanno a toccare l'aspetto politico e militare, ma la funzione dei politici ormai è quella di segnaposto che si prendono la colpa di tutto quanto viene deciso a livello più alto. Se fossero veramente i politici, per quanto corrotti, a decidere in base al consenso elettorale, per quanto mafioso, fenomeni come l'immigrazione assomiglierebbero al modello americano del secolo scorso (vieni qui a lavorare o stai a casa) e non a quello attuale (vieni qui senza documenti e paga la mafia per il viaggio o stai a casa).Bhopal, il Vajont, lo scandalo dell'eternit, quelli toccano le megaditte, quindi si vanno ad avvicinare ai veri detentori del potere.
  • Michele scrive:
    Sono sdegnato
    Siamo in un paese di poverelli, una brava persona come questa che da anni si batte per mettere luce su una serie incredibili di ingiustizie viene trattata in questa maniera. Se erano le Iene però, coperte da avvocati su avvocati, nessuno chiudeva nulla. Che il sindaco si vergogni e tutte le autorità con lui.
    • Number 6 scrive:
      Re: Sono sdegnato
      Cosa ti aspettavi? Il forte prevale sul debole, lo distrugge, lo annienta, e defeca sulla sua tomba.Sempre stato così, sempre sarà così.
  • Cow scrive:
    Peggio per il sindaco
    Ha perso l'occasione di dimostrare le sue ragioni, se veramente ciò che era scritto sul sito era falso poteva ribattere e pretendere la pubblicazione, in questo modo dimostra soltanto l'arroganza del "potente" che tenta di chiudere la bocca agli altri. Chissà cosa ne pensano gli abitanti di Longarone? Se ne ricorderanno alle prossime elezioni?
    • Elipo scrive:
      Re: Peggio per il sindaco
      - Scritto da: Cow
      Ha perso l'occasione di dimostrare le sue
      ragioni, se veramente ciò che era scritto sul
      sito era falso poteva ribattere e pretendere la
      pubblicazione, in questo modo dimostra soltanto
      l'arroganza del "potente" che tenta di chiudere
      la bocca agli altri. Chissà cosa ne pensano gli
      abitanti di Longarone? Se ne ricorderanno alle
      prossime
      elezioni?Cosa faresti tu se ti diffamano su un sito?Vorresti fare lo stesso, deuncia e cancellazione dei contenuti diffamatori.Solo che anzicche' dire che la tua e' arroganza, parleresti di difesa della dignita' della persona.
      • Speriam ben scrive:
        Re: Peggio per il sindaco

        Cosa faresti tu se ti diffamano su un sito?
        Vorresti fare lo stesso, deuncia e cancellazione
        dei contenuti
        diffamatori.
        Solo che anzicche' dire che la tua e' arroganza,
        parleresti di difesa della dignita' della
        persona.Ok, ma il sindaco amministra la cosa pubblica, e se viene chiamato in causa per la sua gestione deve rispondere pubblicamente giustificando le sue scelte come fosse un dirigente davanti all'assemblea degli azionisti.Puo' anche aver preso delle decisioni che non piaccino allora si provvedera' a non votarlo la prossima volta, l'importante e che si sia mosso nell'ambito della legalita'.
    • Nico Tina scrive:
      Re: Peggio per il sindaco
      - Scritto da: Cow
      Ha perso l'occasione di dimostrare le sue
      ragioni, se veramente ciò che era scritto sul
      sito era falso poteva ribattere e pretendere la
      pubblicazione, in questo modo dimostra soltanto
      l'arroganza del "potente" che tenta di chiudere
      la bocca agli altri. Chissà cosa ne pensano gli
      abitanti di Longarone? Se ne ricorderanno alle
      prossime
      elezioni?sicuramente non ne sanno un cazzo; i giornali della zona cosa faranno? di chi sono?
    • Number 6 scrive:
      Re: Peggio per il sindaco
      - Scritto da: Cow
      l'arroganza del "potente" che tenta di chiudere
      la bocca agli altri. l'arroganza del potente che *CHIUDE* la bocca gli altri.Ecco, l'ho corretto per te.
  • abdul scrive:
    censura preventiva
    come al solito sequestro preventivo per un reato che _SECONDO LA MIA PERSONALE OPINIONE_ non dovrebbe nemmeno esistere.Non dico altro per non cadere a mia volta nell'apologia di reato...W la libertà di opinione, di stampa, di parola ...heehhe.. peccato non esista.
    • Elipo scrive:
      Re: censura preventiva
      - Scritto da: abdul
      come al solito sequestro preventivo per un reato
      che _SECONDO LA MIA PERSONALE OPINIONE_ non
      dovrebbe nemmeno
      esistere.Non dovrebbe esiste il reato di diffamazione?Sarebbe davvero bello. Pensa quante belle cose potrei inventarmi su tua madre, o raccontare quante ville hai intestate a prestanomi, per non pagare tasse e ici. Senza scordare di inventarmi le tue attenzioni sessuali verso i bambini.Ci verrebbe su un bel sito web. Ma non posso. Sara' mica perche' sarebbe reato?
      • nec scrive:
        Re: censura preventiva
        - Scritto da: Elipo
        - Scritto da: abdul

        come al solito sequestro preventivo per un reato

        che _SECONDO LA MIA PERSONALE OPINIONE_ non

        dovrebbe nemmeno

        esistere.

        Non dovrebbe esiste il reato di diffamazione?
        Sarebbe davvero bello. Pensa quante belle cose
        potrei inventarmi su tua madre, o raccontare
        quante ville hai intestate a prestanomi, per non
        pagare tasse e ici. Senza scordare di inventarmi
        le tue attenzioni sessuali verso i
        bambini.
        Ci verrebbe su un bel sito web. Ma non posso.
        Sara' mica perche' sarebbe
        reato?Ho scritto: "_SECONDO LA MIA PERSONALE OPINIONE_" proprio perchè io, in nome di una liubertà più importante, quella di PAROLA e PENSIERO, ritengo che sia troppo limitante.Poi, come detto, è una cosa personale, magari non tutti sopporterebbero gli insulti la verità detta in facciaCmq in Italia puoi dire ad un assassino "ASSASSINO" e lui può denunciarti perchè la diffamazione c'è a prescindere dal fatto che ciò che dici sia vero o falso.
        • Loris Batacchi scrive:
          Re: censura preventiva
          - Scritto da: nec
          Cmq in Italia puoi dire ad un assassino
          "ASSASSINO" e lui può denunciarti perchè la
          diffamazione c'è a prescindere dal fatto che ciò
          che dici sia vero o
          falso.Lo dici tanto per dire o ne hai le prove?
          • memedesimo scrive:
            Re: censura preventiva
            ma con la diffamazione son daccordo... se scrivi in un articolo "memedesimo e' un deficente" riferendoti a me a me giran le palleE' la censura preventiva che e' una gran cazzata. La presunzione di innocenza l'abbiam messa nel secchio della mondezza?
          • Epimenide scrive:
            Re: censura preventiva
            - Scritto da: Loris Batacchi
            - Scritto da: nec

            Cmq in Italia puoi dire ad un assassino

            "ASSASSINO" e lui può denunciarti perchè la

            diffamazione c'è a prescindere dal fatto che ciò

            che dici sia vero o

            falso.

            Lo dici tanto per dire o ne hai le prove?Oh, mica ci vuole tanto, basta una piccola ricerca:http://italy2.peacelink.org/diritto/articles/art_9826.htmlIn particolare, l'Art.2, comma 3, riporta:[omissis]Chiunque, fuori dei casi indicati nellarticolo 594, comunicando con più persone, offende laltrui reputazione, è punito con la multa da euro 1.500 a euro 6.000. La pena è aumentata se loffesa consiste nellattribuzione di un fatto determinato.[omissis]Come vedi, non è in discussione se quanto attribuisci è vero o falso, ma solo se 'offende la reputazione': certo, se un fatto è vero e notorio si potrebbe obiettare che la reputazione non può essere peggiorata, ma1) Devi dimostrarlo, e intanto ti citano2) Se è solo vero, ma non noto, la reputazione è in pericolo!
      • Tiziano Dal Farra scrive:
        Re: censura preventiva
        Ciao.Ma infatti, io me la prendo (tutta) la MIA responsabilità. Ma finora (la Repubblica italiana è fondata, secondo me, sull'EQUIVOCO più che sul "lavoro") rimaneva nei cassetti degli avvocati. E tu, intanto muori, e "morivi".Oggi, invece, i panni sporchi DEVONO essere lavati (e soprattutto CONDIVISI) alla luce del sole. A maggior ragione, "certi".Tutto qui.Ciao.Tiziano (tiziano@vajont.org)
      • Non authenticat scrive:
        Re: censura preventiva
        - Scritto da: Loris Batacchi


        La diffamazione e' e deve rimanere un reato, se
        scrivi qualcosa te ne devi prendere la
        responsabilita'.Nessuno dice il contrario... ma come tutti i reati deve essere PROVATO non è (come tutti i reati) che possa essere emessa una sentenza di colpevolezza "per default"!Nella fattispecie è più che sufficiente a scoraggiare i diffamatori un bel risarcimento (tipo ti tolgo il 50% del reddito e lo do per un tot di anni al diffamato)...Scommettiamio caro mio che anche se il processo è lungo il diffamatore ci pensa un pochino prima di diffamare?
        • Epimenide scrive:
          Re: censura preventiva
          - Scritto da: Non authenticat
          Nella fattispecie è più che sufficiente a
          scoraggiare i diffamatori un bel risarcimento
          (tipo ti tolgo il 50% del reddito e lo do per un
          tot di anni al diffamato)...Guarda che è già così, esiste il concetto di risarcimento (L. 3176/2004, Art. 1, comma 3)
          Scommettiamio caro mio che anche se il processo è
          lungo il diffamatore ci pensa un pochino prima di
          diffamare?La nota dolente, come ho illustrato in un altro thread, è che la legge prevede solo secondariamente (anche se, spero, un giudice potrà dargli la dovuta importanza) la veridicità o meno dei fatti, se "ledi la mia reputazione" commetti già diffamazione, punto.
          • Tiziano Dal Farra scrive:
            Re: censura preventiva
            Ciao.Sono d'accordo al 100%. Appunto. Adesso sarà interessante vedere (lo vedrà il giudice di merito) chi "diffama "chi".Purtroppo, mi sa che ci vorrà un tot.Che dire?? Pazienza.Quanto ai documenti, etc. vi assicuro: NON vi preoccupate.
Chiudi i commenti