OMS e gaming disorder: qual è la reale portata?

L'OMS ha inserito la dipendenza da videogiochi tra le patologie mentali elencate nell'International Classification of Diseases, ma non c'è alcun allarme.

La notizia è questa: l’OMS ha aggiornato la International Classification of Diseases inserendo nuove patologie tra le quali figura anche il cosiddetto gaming disorder . In altre parole, alla dipendenza da videogiochi viene attribuito lo status di disturbo mentale.

È bene come prima cosa capire cosa sia l’ICD. Ricorriamo a Wikipedia per comprendere che si tratta di uno “standard di classificazione per gli studi statistici ed epidemiologici, nonché valido strumento di gestione di salute e igiene pubblica”. Introdotto alla fine del XIX secolo, viene regolarmente aggiornato e integrato dall’Assemblea Mondiale della Sanità. Quella resa pubblica in questi giorni è un’anteprima dell’undicesima revisione – ICD-11 – che sarà poi presentata nel maggio del prossimo anno per divenire ufficiale e operativa a partire dal 2022. Le tempistiche sono tanto dilatate in modo da consentire ai singoli paesi di lavorare per tempo alla traduzione del testo e pianificarne l’adozione. La classificazione, che attualmente conta complessivamente circa 55.000 voci, mette dunque a disposizione degli operatori sanitari di tutto il mondo un linguaggio comune e univoco per identificare malattie, infortuni e cause di decesso , favorendo la condivisione e la circolazione delle informazioni.

Torniamo all’oggetto dell’articolo, quel gaming disorder che non sta mancando e non mancherà di far discutere. Rientra tra i disturbi di dipendenza così come quello relativo alla ludopatia . Nel caso specifico, sono stati definiti segnali utili in fase di diagnosi, dei veri e propri sintomi da intercettare e valutare:

  • mancanza di controllo sulle sessioni di gioco (frequenza, intensità, inizio, durata, contesto);
  • priorità attribuita al gioco rispetto ad altri interessi e alle attività quotidiane;
  • crescente utilizzo degli strumenti di gioco nonostante l’evidente manifestarsi di conseguenze negative.

L’OMS sta quindi affermando che i videogame fanno male? No, non si commetta l’errore di leggere la notizia in modo tanto superficiale. Ciò che fa l’Organizzazione è prendere coscienza dell’ esistenza del problema e codificarlo, affinché i soggetti colpiti dal fenomeno possano essere correttamente identificati e aiutati ad affrontare la situazione, anche sulla base di una letteratura sanitaria che andrà via via arricchendosi con il passare del tempo.

L’attenzione non è focalizzata su chi si lascia prendere la mano durante una serata di sfide in solitaria o con gli amici, condividendo lo stesso schermo oppure online. Per capire quale sia la reale portata del disturbo possiamo fare affidamento alle parole del dottor Vladimir Poznyak, membro dell’Organizzazione Mondiale della Sanità e più precisamente attivo nel dipartimento che si occupa di salute mentale e abuso di sostanze. Questo un estratto dal suo intervento sulle pagine del sito CNN : “Milioni di giocatori a livello globale, anche se riconducibili a intense fasi di gioco, non riceverebbero mai una diagnosi di gaming disorder” .

Il numero di soggetti affetti dalla patologia è dunque molto basso. Poznyak aggiunge: “Voglio sottolineare che si tratta di una condizione clinica e una diagnosi clinica può essere effettuara solamente da personale professionista appositamente istruito” . Attenzione dunque a creare falsi allarmismi o ad appiccicare etichette con leggerezza. Il problema esiste, così come esistono scompensi causati da un utilizzo eccessivo di qualsiasi strumento tecnologico – smartphone, TV e computer inclusi -, ma demonizzare una forma di intrattenimento non è certo un buon punto di partenza per intavolare una discussione sul tema o per trovare una soluzione anche preventiva affinché non si verifichino condizioni tali da favorire l’insorgere del disturbo.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • collione scrive:
    Re: tra gli ICD manca il Incel !
    - Scritto da: bubba
    hanno catalogato 2183 disorder e manca l'Incel
    aka Involuntary Celibacy... ossia quando le
    XXXXXXX non te la danno mai, e alla fine ti
    ammali/ti vendichi... ma quello è un diritto...dicono le femministeormai è quasi più di un anno che sto pensando seriamente di trasferimenti in Iran o in un Paese del sud est asiatico
  • ... scrive:
    Re: tra gli ICD manca il Incel !
    - Scritto da: bubba
    ma e' un alternativa che piace solo a maxsix e al
    coprofago di animali... quello che si eccita coi
    panda pelosi.. come si
    chiama..Ti aiuto io: <b
    bubba </b
    Un nick una garanzia
  • ... scrive:
    Re: allarme in futuro
    - Scritto da: il tuo psichiatra
    Accidenti, PI è proprio pieno di XXXXXXXX.Se ci sei tu ne siamo pienamente certi che ...
  • ... scrive:
    Re: allarme in futuro
    - Scritto da: dirigente asl
    Ah, dunque è qui che perdi tempo invece di
    lavorare coi pazienti
    eh?

    Licenziato!Ma perché spari queste frasi davanti allo specchio?
  • bubba scrive:
    Re: tra gli ICD manca il Incel !
    - Scritto da: il tuo psichiatra
    - Scritto da: bubba

    hanno catalogato 2183 disorder e manca l'Incel

    aka Involuntary Celibacy... ossia quando le

    XXXXXXX non te la danno mai, e alla fine ti

    ammali/ti vendichi...

    Su, non fare così. Se non te la danno, hanno un
    buon motivo. Vendicarti dopo aver fatto victim
    blaming non ti aiuterà.

    Prova con il nuovo profumo allo xanaxscherzi? favorire le bigpharma e rimbambirmi di psicocrap? la soluzione e' gia presente, e molto piu' sana. solo che i vari Giovanardi la vogliono tenere illegale ..


    E dire che la terapia

    sarebbe molto semplice

    :D

    Esattamente :) In alternativa vedo che qua su PI
    vanno di moda i
    cetrioli.ma e' un alternativa che piace solo a maxsix e al coprofago di animali... quello che si eccita coi panda pelosi.. come si chiama..:D
  • dirigente asl scrive:
    Re: allarme in futuro
    Ah, dunque è qui che perdi tempo invece di lavorare coi pazienti eh?Licenziato!
  • il tuo psichiatra scrive:
    Re: tra gli ICD manca il Incel !
    - Scritto da: bubba
    hanno catalogato 2183 disorder e manca l'Incel
    aka Involuntary Celibacy... ossia quando le
    XXXXXXX non te la danno mai, e alla fine ti
    ammali/ti vendichi... Su, non fare così. Se non te la danno, hanno un buon motivo. Vendicarti dopo aver fatto victim blaming non ti aiuterà. Prova con il nuovo profumo allo xanax
    E dire che la terapia
    sarebbe molto semplice
    :DEsattamente :) In alternativa vedo che qua su PI vanno di moda i cetrioli.
  • il tuo psichiatra scrive:
    Re: allarme in futuro
    Accidenti, PI è proprio pieno di XXXXXXXX. Deve avere dei mutandoni maggiorati :)
  • il tuo psichiatra scrive:
    Re: allarme in futuro
    - Scritto da: classe

    I video giocatori la classe più scemunita dopo i

    macachi.

    anche quella che cambia continuamente nick non
    scherzaMa guarda un po' cosa abbiamo qui? Ma che bel disturbo ossessivo che hai. Ti sei accorto di come gli altri ridono e di come tu continui a rosicare, ripetendo sempre le stesse frasi? Prova a togliere la lingua dalla presa della corrente prima di prendere i tuoi psicofarmaci, vedrai che andrai meglio :)
  • tipo scrive:
    Re: allarme in futuro
    - Scritto da: classe

    I video giocatori la classe più scemunita dopo i

    macachi.

    anche quella che cambia continuamente nick non
    scherzatipo te insomma. Almeno gli altri hanno le loro ragioni e sono coerenti, tu neanche quello. Il tuo solito fail, complimenti.
  • Thomas scrive:
    Una malattia come altre inventate
    Mi sembra giusto che si inventi l'ennesima nuova pseudomalattia per dare lavoro a migliaia di giovani strizzacervelli che scelgono psicologia anziche fare i chirurghi o infermieri di cui c'è carenza ma son mestieri più difficili e meno aleatori, dopotutto così va il mondo con la nostra predilezione per l'inutile con cui alimentare i consumi e false problematiche con cui riempire i palinsesti.
  • bubba scrive:
    tra gli ICD manca il Incel !
    hanno catalogato 2183 disorder e manca l'Incel aka Involuntary Celibacy... ossia quando le XXXXXXX non te la danno mai, e alla fine ti ammali/ti vendichi... E dire che la terapia sarebbe molto semplice :D
  • bubba scrive:
    Re: allarme in futuro
    - Scritto da: Guggio duccio
    L' allarme lo dirameranno in futuro, quando farà
    comodo tramite usl, fare trattamenti di forza per
    i
    psicoRoboticiGamerz.
    TSO a base di pelatura di patate e lavori in altoforno...
  • Gazzetta dello sporc scrive:
    Mondiali, fiasco Colombia
    Mondiali, Colombia sbatte contro Giappone
  • ... scrive:
    Re: allarme in futuro
    Guggio duccio l'altro XXXXXXXX di p.i.
  • classe scrive:
    Re: allarme in futuro

    I video giocatori la classe più scemunita dopo i
    macachi.anche quella che cambia continuamente nick non scherza
  • Guggio duccio scrive:
    allarme in futuro
    L' allarme lo dirameranno in futuro, quando farà comodo tramite usl, fare trattamenti di forza per i psicoRoboticiGamerz.I video giocatori la classe più scemunita dopo i macachi.
Chiudi i commenti