Open source, modello di democrazia ideale

Secondo il gran capo di Red Hat, il buon governo è quello basato sui principi dell'open source. E lo dice a chiare lettere al presidente USA Barack Obama, che più volte ha evocato quei principi prima e dopo la sua elezione

Roma – Barack Obama, il presidente open source che ha costruito il suo consenso dal basso grazie alle tecnologie di rete e alla partecipazione da esse mediata, ha a sua disposizione la rara opportunità di cambiare realmente le cose, cominciando dall’architettura di governo che regna nella burocrazia di Washington D.C. e trasformandola in qualcosa di molto più permeabile al contributo dei cittadini e di chiunque voglia parteciparvi.

Dopo la lettera della lobby dell’open source spedita a Obama nei mesi scorsi, Jim Whitehurst, presidente e CEO di Red Hat torna a rivolgersi al combo-breaker della storia presidenziale statunitense per invitarlo ad applicare per davvero quanto promesso in campagna elettorale e anche dopo l’inaugurazione della presidenza.

“Red Hat è felice che l’amministrazione Obama riconosca il valore dell’open source oltre il software” sostiene Whitehurst sul sito aziendale di Red Hat, evidenziando come “i principi dell’open source stanno cambiando il modo in cui impariamo, condividiamo le informazioni, come gli sviluppatori creano e come le aziende fanno affari. Ora hanno l’opportunità di cambiare il nostro governo”.

“Quando l’informazione è aperta” e condivisa e i cittadini hanno i mezzi per contribuire, continua Whitehurst, “tutti concorrono alla responsabilità comune del miglioramento. I cittadini informati diventano cittadini impegnati, i quali contribuiscono con opinioni, idee e lavoro”. Si crea così una nuova voce dal basso , di democrazia partecipativa le cui idee e proposte il nuovo governo ha promesso di ascoltare.

Vanno costruite le strutture adeguate per spingere al massimo questa partecipazione, suggerisce il CEO della principale azienda del mercato open source, rendendo aperte e accessibili a tutti “sia l’informazione che l’infrastruttura” del governo, “dai più alti livelli del governo alle amministrazioni locali”. Adottare un approccio open, assieme a soluzioni software (e magari hardware ?) open source porta indiscutibili vantaggi, dice Whitehurst, a partire dalla netta riduzione dei costi sino all’accessibilità dei formati aperti come ODF.

Lo standard Open Document Format , che secondo l’executive è già stato adottato da più di 15 governi nazionali, rappresenta una scelta di importanza cruciale in un’ottica di accessibilità sul lungo periodo delle informazioni pubbliche, perché col passare del tempo i formati proprietari diventano obsoleti mentre la stessa natura aperta di ODF permetterà di superare agilmente questo scoglio.

I principi dell’open source stanno cambiando tutto, commenta Whitehurst, la pubblicazione e l’accesso ai contenuti non ha più “barriere architettoniche” digitali grazie a progetti quali YouTube e Wikipedia, il modello di partecipazione aperta “crea un ambiente meritocratico, dove chiunque può portare il suo, e le idee vengono adottate e ricompensate sulla base del merito”.

“Crediamo che l’amministrazione Obama abbia un’opportunità senza precedenti di usare l’open source per innovare e avviare un cambiamento positivo – continua il dirigente – Non succederà dalla sera alla mattina, ma tutti i livelli di governo possono far sì che un tale cambiamento si realizzi se collaborano tra di loro e seguono il richiamo di Obama secondo cui Yes, we can “.

In conferma alle parole di Whitehurst sull’ adozione crescente dell’open source da parte dei governi nazionali , infine, il governo ungherese ha recentemente annunciato la volontà di spendere il 50% del denaro destinato al software della pubblica amministrazione per pacchetti e applicazioni FOSS. In questo caso si parla di 40 milioni di euro, una cifra non clamorosa ma certamente un buon inizio, come sottolineano le parole di apprezzamento del presidente di ULX Open Source Consulting Gábor Szentiványi.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • burx scrive:
    Cd musicali
    Una selva, ciò potrebbe descrivere la marea d'info intricate sull'argomento "bollino sì/bollino no".Ovviamente è per me una questione di principio, ma spiego brevemente:Ho registrato un cd e intendo diffonderlo, i diritti d'autore sono depositati e codificati tramite Copyzero, la licenza sarà Creative Commons, lasciando libero utilizzo non commerciale di tutto il materiale contenuto nel disco, compreso scaricamento/duplicazione/diffusione etc... ciò detto, la siae non c'entra assolutamente, se non come obbligo e imposizione, appunto.In queste condizioni... devo o meno apporre il bollino Siae?La sentenza europea e successivamente quella di III grado della cassazione non sosteneva che seppur l'obbligo sussiste tecnicamente l'omissione non è punibile?Questa legge in soldoni reinserisce coattamente l'obbligo "lo metti e basta"?Grazie e scusate per l'ignoranza.
  • Francesco Bandini scrive:
    CD Premium
    buongiorno,l'applicazione dei bollini è dovuta anche per cd musicali, (i cui diritti sono stati regolarmente licenziati dagli aventi diritto ai produttori)anche nel caso questi cd vengano distribuiti gratuitamente? grazie
  • uomo comune scrive:
    Non è vero che il bollino è obbligatorio
    Nel caso del software il bollino non è obbligatorio!E' sempre possibile fare una DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA GRATUITA che descrive il software e l'autore e viene spedita alla SIAE assieme ad un CD con software in oggetto.(comma 3 art 181-bis lg 633/1941 e rinnovato nel nuovo decreto del 23/02/2009 art. 6 comma 3).Forse prima di lanciare allarmi infondati... è meglio leggere attentamente la legge! Mi stupisce che il redattore sia un legale... andiamo bene...
    • Saverio Pielli scrive:
      Re: Non è vero che il bollino è obbligatorio
      ecco il nuovo che avanza!comma 3 art 181-bis lg 633/1941 e rinnovato nel nuovo decreto del 23/02/2009 art. 6 comma 3.che fantasia! cosa usavano nel 1941 come CD? i fasci littori?dalle mie parti si dice che "alla gallina ingorda crepò il gozzo" : aspetto con ansia il botto!e lei "uomo comune",chi è? l'estensore della legge,per caso?faccia come me,perdio:nome e cognome!!
  • cercolavoro scrive:
    causa disoccupazione svendo varie
    http://cgi.ebay.it/ws/eBayISAPI.dll?ViewItem&ssPageName=STRK:MESELX:IT&item=260390914325
  • CCC scrive:
    soluzione per la crisi economica!
    eureka!!!ho la soluzione per la crisi economica su scala mondiale!!!basta che SIAE, FIMI, RIAA, e compagnia bella smettano di vivere di rendite e sfruttamento e da domani inizino tutti a lavorare i campi!!!
  • Fabrizio scrive:
    Che ci dobbiamo ridimensionare?
    Non so che dire. Del fatto in sé non farei colpe a destra e sinistra senza avere ben chiaro il problema. Una cosa é certa: noi che giriamo in internet siamo alieni al pagamento di qualsiasi cifra ... anche la più miserevole. Io per primo se devo pagare uno share da 25 $, non so perché, lo ritengo un vero e proprio salasso! Poi, la sera, vado in pizzeria e spendo di più per una pizza ed una birra! Mah, misteri di chi gira per la rete e vuole sempre tutto gratis! Poi, ormai, scoraggiati da politica veramente scadente (di tutti ... sia chiaro!), vilipesi da un sistema ormai cronicizzato di furti più o meno autorizzati con ratti prelievi nelle tasche dei cittadini, vediamo tutto nero intorno a noi e ogni volta che ci viene richiesto qualcosa o applicata una tassa, un balzello, una tangente (sic!) ebbene ci sentiamo vittime tartassate e gridiamo allo scandalo! Dove sta la giusta metà ?
    • piripillo scrive:
      Re: Che ci dobbiamo ridimensionare?
      Cerca di trollare in topic per favore.E ripassa gli accenti acuti e gravi se no si capisce tutto.- il tuo alias di sopra
  • Andrea Botteghelz scrive:
    Come la mettiamo con l'antitrust?
    Con la decisione antitrust IP/08/1165 del 16/7/2008 la Commissione Europea vieta espressamente qualsiasi clausola di restrizione territoriale negli accordi tra società di raccolta dei diritti d'autore.Che cosa accadrebbe se una società non italiana, a ciò legittimata dalla decisione antitrust, cominciasse a operare sul territorio italiano?A rigor di logica non sarebbe obbligata a emettere e far apporre alcun bollino, poiché la citata legge italiana nomina una sola specifica società, la SIAE, non qualsiasi società di raccolta del diritto d'autore...
    • rockroll scrive:
      Re: Come la mettiamo con l'antitrust?
      - Scritto da: Andrea Botteghelz
      Con la decisione antitrust IP/08/1165 del
      16/7/2008 la Commissione Europea vieta
      espressamente qualsiasi clausola di restrizione
      territoriale negli accordi tra società di
      raccolta dei diritti
      d'autore.
      Che cosa accadrebbe se una società non italiana,
      a ciò legittimata dalla decisione antitrust,
      cominciasse a operare sul territorio
      italiano?
      A rigor di logica non sarebbe obbligata a
      emettere e far apporre alcun bollino, poiché la
      citata legge italiana nomina una sola specifica
      società, la SIAE, non qualsiasi società di
      raccolta del diritto
      d'autore...Questa osservazione mi piacw, e per me non fa una grinza... e ci godo proprio se qualche società estera concorrente farà vedere i sorci verdi alla nostrana S ocietà I taliota A utorizzata all' E storsione...
  • Le Chuck scrive:
    Nessun supporto!
    Ebbene, mandiamoli 'affanc**** e smettiamo di usare i supporti fisici. Va beh che prima o poi tasseranno la banda in qualsiasi sua forma.
  • piripillo scrive:
    pensate che la siae sia così sprovveduta
    La siae non è sprovveduta, se è riuscita a far fare il nuovo decreto si sarà informata e, nel caso c'erano ostacoli nella commissione europea li avrà tolti....Non comprendo perchè volete tutto gratis: la musica da internet, i cd ecc. ecc.La siae lo fà per il bene del paese...
    • fra Peppino scrive:
      Re: pensate che la siae sia così sprovveduta
      chi sei? un dipendente siae?
    • BindiBondiB u scrive:
      Re: pensate che la siae sia così sprovveduta
      "La siae lo fà per il bene del paese" ahahahah ah ah uh uhuhuh ghahaha uhah ahah ghaaagh LLLOOOLLL! MA STAI SCHERZANDO?
  • francososo scrive:
    e di cosa vi meravigliate ?
    Tanto per i nostri cari politici la Corte Europea non conta una ricca XXXX: guardate il caso di Europa 7, per la Siae che cosa vi aspettavate ? Bene , così se l'Italia dovrà pagare una multa per aver introdotto un dl contrario alle direttive europee anche questa andrà a finire sulla collettività!Che schifo ! :s :s :s
    • quoto scrive:
      Re: e di cosa vi meravigliate ?
      - Scritto da: francososo
      Tanto per i nostri cari politici la Corte Europea
      non conta una ricca XXXX: guardate il caso di
      Europa 7, per la Siae che cosa vi aspettavate ?
      Bene , così se l'Italia dovrà pagare una multa
      per aver introdotto un dl contrario alle
      direttive europee anche questa andrà a finire
      sulla
      collettività!
      Che schifo ! :s :s :sMa che dici... i soldi del bollino andranno comunque ai privati, quindi i conti tornano ... tu paghi loro prendono... per fortuna ora faremo il ponte di messina!!
  • Lallo scrive:
    Re: Caro (si fa per dire) Berlusca...
    - Scritto da: LuckyH
    ma lascia stare berlusconi, i politici sono TUTTI
    uguali lo vuoi capire o
    no?No, mi dispiace per te, ma io le banane davanti agli occhi le ho tolte da un pezzo. I politici NON sono tutti uguali. Vedi Bersani, che nel poco tempo a disposizione ha fatto più liberalizzazioni che Berlusconi in 15 anni. Se non mi credi, pensa a chi ti ha tolto i 5 euro per ogni ricarica del cellulare, o a chi ha abolito le spese per il cambio (surroga) del mutuo...
    svegliatevi gente! quando un politico va al
    potere non gliene frega niente di nessuno,
    illusi!Svegliati tu.
    • disgustato scrive:
      Re: Caro (si fa per dire) Berlusca...
      - Scritto da: Lallo
      - Scritto da: LuckyH

      ma lascia stare berlusconi, i politici sono
      TUTTI

      uguali lo vuoi capire o

      no?

      No, mi dispiace per te, ma io le banane davanti
      agli occhi le ho tolte da un pezzo. I politici
      NON sono tutti uguali. Vedi Bersani, che nel poco
      tempo a disposizione ha fatto più
      liberalizzazioni che Berlusconi in 15 anni. Se
      non mi credi, pensa a chi ti ha tolto i 5 euro
      per ogni ricarica del cellulare, o a chi ha
      abolito le spese per il cambio (surroga) del
      mutuo...


      svegliatevi gente! quando un politico va al

      potere non gliene frega niente di nessuno,

      illusi!

      Svegliati tu.Ma berlusconi non diceva di essere per il liberismo?!lol
    • Sathack scrive:
      Re: Caro (si fa per dire) Berlusca...
      Proprio la surroga del mutuo a zero spese ti dovrebbe far pensare. Nonostante ci fosse stato un decreto legge che prevedeva il passaggio a 0 spese, per almeno 2 anni le banche hanno chiesto cifre esagerate, e tuttora non tutte si sono adeguate alla normativa. Un giro su altroconsumo e potete informarvi meglio. Il punto è che non basta far le leggi, ma occorre anche farle rispettare. Di contro continuando a emettere leggi e leggine ci ha portati allo stato attuale in cui con un bravo avvocato ed un po di soldi riesci a sfruttare il marasma di leggi per fare impunemente qualsiasi cosa. Ah...dimenticavo...qualsiasi cosa 'seria e grave' perchè se provi a non pagare un bollo sono dolori, ma se rubi soldi pubblici per anni ti fanno i decreti per tirarti fuori di galera. che schifezza
    • waporfx scrive:
      Re: Caro (si fa per dire) Berlusca...
      - Scritto da: Lallo
      - Scritto da: LuckyH
      Vedi Bersani, che nel poco
      tempo a disposizione ha fatto più
      liberalizzazioni che Berlusconi in 15 anni. Se
      non mi credi, pensa a chi ti ha tolto i 5 euro
      per ogni ricarica del cellulare, o a chi ha
      abolito le spese per il cambio (surroga) del
      mutuo...tutta fuffa per poppanti ideologizzatidetto questo credo che la troppa concorrenza a medio e lungo periodo fa dannifar scannare le banche tra di loro non è necessariamente un bene (tranne appunto per i poppanti ideologizzati)
      • Gaberiele scrive:
        Re: Caro (si fa per dire) Berlusca...
        A me risulta che l'idea di abolire i costi di ricarica è partita da un ragazzo, al quale non è stato poi riconosciuto neanche il merito...Sbaglio !?
        • picard12 scrive:
          Re: Caro (si fa per dire) Berlusca...
          bravo e di milioni di firme raccolte e mandate alla corte EUROPEA che aveva chiesto cosa erano i costi di ricarica..oltre minacciato l'italia di sanzioni..Se avete decenza non considerate Bersani come uno che ha fatto le liberazioni perchè diverse ne ha fatte per le sue coop vedi i farmaci...etc...
      • rockroll scrive:
        Re: Caro (si fa per dire) Berlusca...
        Vaporfx, proprio non riesco a capire cosa dici e da che parte stai...
    • fra Peppino scrive:
      Re: Caro (si fa per dire) Berlusca...
      bersani? hahahahaha, simpatico.che liberalizzazione avrà mai fatto? quella dei tassisti? urca. strategica.quella dei mutui? già. peccato che le banche ora si ti fanno un fisso, si puoi rinegoziare, si te ne puoi andare via prima. però un anticipo versato per un mutuo, grazie all'intervento della bersani, ora non è più in conto capitale, ma in conto interessi. perchè ci brucia il popò? (e pensare che facciamo il bidet)grazie bersani. 1, 100, 1000 bersani!
  • Rododendro scrive:
    grazie silvio, grazie destrorsi
    un paio di anni fa, in questo stesso sito, c'era chi diceva male della sinistra, colpevole, a suo dire, di aver introdotto il bollino SIAE.Era finalmente stato tolto e il governo dei nani e delle ballerine lo ha rimesso di prepotenza. Fra poco lo stesso governo di destrorsi varera' un bel provvedimento che impedira' anche di lasciare QUESTI commenti su internet, oltre che dare una stretta peggio di quella francese allo scambio di files.Questa e' la LIBERTA' nella quale oggi viviamo e vivremo grazie al Popolo delle Liberta'. Quest'italia mi da il vomito.
    • XDC scrive:
      Re: grazie silvio, grazie destrorsi
      Non sono pro silvio, ne di un particolare orientamento .... mi sforzo di ragionare con la mia testa e di essere obiettivo; quindi:Cosa hanno fatto gli "altri" ??nulla, anzi ... non ci vedo molte differenzail problema è il "sistema Italia", da che parte parte la guardi !
      • francososo scrive:
        Re: grazie silvio, grazie destrorsi
        Da qualsiasi parte la guardi : i nostri politici non recepiscono bene le direttive europee !E meno male siamo in "Europa"! : :perchè per un momento mi sembrava fossimo più vicini all'Africa che all'Europa ! (anonimo)(anonimo)
  • il signor rossi scrive:
    votate, votate...
    votate il berlusca, sì....
  • Dani scrive:
    E' sufficiente il decreto?
    Magari qualche giurista puo' chiarirmi questo punto: dato che il bollino era considerato fino a ieri "inopponibile", se domani qualcuno richiama in causa SIAE non e' certo di vincere? Quali condizioni sono cambiate per rendere ora il bollino obbligatorio e opponibile?
    • pabloski scrive:
      Re: E' sufficiente il decreto?
      il decreto basta perchè non si tratta di una legge ordinaria bensì di un regolamento di pubblica amministrazioneriguardo l'inopponibilità era stata espressa in sede UE e l'UE rimane convinta che le cose stiano cosìil risultato sarà che SIAE farà una razzia di 5-6 mesi, si fregherà il bottino, noi pagheremo una multa e qualcuno si riappellerà alla Corte UE che ribadirà l'inopponibilità del bollinoa questo punto mi chiedo: "ma a cosa serve l'UE se non ha il potere di imporre regole certe?"
      • nicknack scrive:
        Re: E' sufficiente il decreto?
        - Scritto da: pabloski
        a questo punto mi chiedo: "ma a cosa serve l'UE
        se non ha il potere di imporre regole
        certe?"A questo punto mi chiedo: " ma a cosa servono leggi, norme e regolamenti (italiani o europei non importa) se nemmeno il governo sente di doverli rispettare?"votate, votate...
      • fra Peppino scrive:
        Re: E' sufficiente il decreto?

        a questo punto mi chiedo: "ma a cosa serve l'UE
        se non ha il potere di imporre regole
        certe?"è ovvio. a nulla.
  • Ricky scrive:
    Che schifo...
    Inutile qualsiasi commento, sono profondamente schifato per il modo e per quanto fatto.Vomitevoli le persone che hanno appoggiato tutto questo.Siamo in mano a gente ignobile,la SIAE dovrebbe pagare salato questo colpo basso,spero che da adesso la gente si unisca compatta per tagliare loro le gambe.Devono patire per questo, devono capire che non siamo disposti a farci prendere per il XXXX.
    • LuckyH scrive:
      Re: Che schifo...
      purtroppo la maggior parte della gente e' cretina e quindi stara' zitta e subira' come ha sempre fatto, non illudiamoci possa cambiare qualcosa
  • ciliani scrive:
    un appello per tutti
    Per favore, smettiamo tutti di comprare musica, e smettiamo tutti di piratare musica. L'industria musicale deve chiudere e fallire, ma senza illegalità da parte nostra. Poi, una volta sgombrato il campo da queste major, vedremo cosa si potrà ricostruire.La musica si va a sentire ai concerti, oppure alla radio (o alle tante radio internet, youtube, ecc.). Oppure si ascoltano i dischi che uno ha già comprato: se non ti va di risentire un disco tre o cinque anni dopo che lo hai comprato, vuol dire che non valeva nulla e hai fatto male a comprarlo (o a piratarlo). Io riascolto ELP e Gentle Giant, Genesis prima maniera e ci ritrovo ancora spunti nuovi di riflessione, mi sembra una musica inesauribile. Esattamente come Bach, un disco di Gould lo puoi ascoltare per vent'anni e ancora ti da' sensazione nuove e fresche.La musica non morirà per questo, chi suona lo fa per passione e non ci ha mai guadagnato nulla, è meglio sgomberare il campo da questi "artisti" che non sono in grado neanche di scrivere un giro di do senza il ritorno economico. Sgombriamo il campo per gli artisti veri che suonano dal vivo e campano di quello - oppure di altro: insegnanti di musica, arrangiatori, creatori di jingle, ecc. - come è sempre stato da secoli ad oggi.
    • carlo scrive:
      Re: un appello per tutti
      Già fatto, io ormai non acquisto/scarico più niente. Ho scoperto la musica Creative Commons e ascolto quella su jamendo.com
      • antonio montemurro scrive:
        Re: un appello per tutti
        Siamo in 2 :)Jamendo.com a vita!
        • picard12 scrive:
          Re: un appello per tutti
          no tre e forse anche 5-6.... è veramente bello jamendo e magnatune.comOgni tanto acquisto un album al prezzo che decido io..Amarok è fantastico..
    • p4in scrive:
      Re: un appello per tutti
      C'è parecchia gente che ha cominciato a suonare per passione e ci ha guadagnato parecchio, ma non c'è niente di male in questo - come del resto non c'è niente di male a voler essere pagati per il proprio lavoro. Quando cominci a incidere sotto contratto, a fare i tour etc. diventa *lavoro* e presumibilmente devono poterci campare, visto che non gli lascia granché di tempo per fare altro.Il problema piuttosto è che dei 20 euro del prezzo di un cd gli artisti vedono ben poco, e questo rende ancor più intollerabili quei prezzi.
    • Ubunto scrive:
      Re: un appello per tutti
      - Scritto da: ciliani
      Per favore, smettiamo tutti di comprare musica, e
      smettiamo tutti di piratare musica. L'industria
      musicale deve chiudere e fallire, ma senza
      illegalità da parte nostra. Poi, una volta
      sgombrato il campo da queste major, vedremo cosa
      si potrà
      ricostruire.Scommetti che se dovesse accadere una cosa del genere verrebbe fatto un "decreto salva-major"?Coi soldi nostri ovviamente. Poi ci diranno che se le cose vanno male è perché non c'è flessibilità, o che dobbiamo lavorare siano a 90 anni, o che il problema sono le pensioni (in realtà le pensioni sono la truffa più grande per chi lavora e le paga).
      • pippo scrive:
        Re: un appello per tutti


        Per favore, smettiamo tutti di comprare musica,
        e

        smettiamo tutti di piratare musica. L'industria

        musicale deve chiudere e fallire, ma senza

        illegalità da parte nostra. Poi, una volta

        sgombrato il campo da queste major, vedremo cosa

        si potrà

        ricostruire.

        Scommetti che se dovesse accadere una cosa del
        genere verrebbe fatto un "decreto
        salva-major"?Stavi forse pensando alitalia?
        Coi soldi nostri ovviamente.OVVIO :D
    • rockroll scrive:
      Re: un appello per tutti
      - Scritto da: ciliani
      Per favore, smettiamo tutti di comprare musica, e
      smettiamo tutti di piratare musica. L'industria
      musicale deve chiudere e fallire, ma senza
      illegalità da parte nostra. Poi, una volta
      sgombrato il campo da queste major, vedremo cosa
      si potrà
      ricostruire.

      La musica si va a sentire ai concerti, oppure
      alla radio (o alle tante radio internet, youtube,
      ecc.). Oppure si ascoltano i dischi che uno ha
      già comprato: se non ti va di risentire un disco
      tre o cinque anni dopo che lo hai comprato, vuol
      dire che non valeva nulla e hai fatto male a
      comprarlo (o a piratarlo). Io riascolto ELP e
      Gentle Giant, Genesis prima maniera e ci ritrovo
      ancora spunti nuovi di riflessione, mi sembra una
      musica inesauribile. Esattamente come Bach, un
      disco di Gould lo puoi ascoltare per vent'anni e
      ancora ti da' sensazione nuove e
      fresche.

      La musica non morirà per questo, chi suona lo fa
      per passione e non ci ha mai guadagnato nulla, è
      meglio sgomberare il campo da questi "artisti"
      che non sono in grado neanche di scrivere un giro
      di do senza il ritorno economico. Sgombriamo il
      campo per gli artisti veri che suonano dal vivo e
      campano di quello - oppure di altro: insegnanti
      di musica, arrangiatori, creatori di jingle, ecc.
      - come è sempre stato da secoli ad
      oggi.Condivido completamente e ti quoto. Ho espresso tante volte questo punto di vista, e mi fa piacere vedere che qualcuno comincia a vederrla nello stesso modo.
  • ZioTano. scrive:
    Caro (si fa per dire) Berlusca...
    Vabbè che consideri il parlamento "inutile", ma l'Europa si deve ascoltare altrimenti ci sodomizza, mica vogliamo pagare altri 300.000 euro al giorno per le tue lecchinate. (leggasi decretosalvaretequattro).Ma lui è così...che gli frega...http://www.youtube.com/watch?v=ZaEw_9ph6BU-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 08 aprile 2009 10.30-----------------------------------------------------------
    • pabloski scrive:
      Re: Caro (si fa per dire) Berlusca...
      tanto paghiamo noi :(sai cosa sarebbe utile? imporre la responsabilità penale per gli amministratori pubblici....vorrei vedere a quel punto se avranno ancora voglia di giocare con i nostri soldi
      • ZioTano. scrive:
        Re: Caro (si fa per dire) Berlusca...
        cosa che non faranno mai perchè sarebbe darsi la zappa sui piedi
      • picard12 scrive:
        Re: Caro (si fa per dire) Berlusca...
        c'era ed è stata depenalizzata con l'indulto... ridotta al codice civile ovvero una multa..
    • LuckyH scrive:
      Re: Caro (si fa per dire) Berlusca...
      ma lascia stare berlusconi, i politici sono TUTTI uguali lo vuoi capire o no?purtroppo e' per gente cretina come te che crede che il male e il diavolo sia tutto a destra e che il salvatore sia a sinistra che va tutto male.svegliatevi gente! quando un politico va al potere non gliene frega niente di nessuno, illusi!cosi' mentre noi siamo qui a scannarci per dire se e' meglio berlusconi o prodi loro si arricchiscono alla faccia nostra, sveglia!
      • fra scrive:
        Re: Caro (si fa per dire) Berlusca...
        brillante analisi, ma poi? cosa suggerisce uno sveglio come te?Fino a prova contraria, tu decidi chi votare, lui decide che fare, tu giudichi e decidi se rivotarlo. La democrazia rappresentativa sta qua. Se parti dall'assunto che chiunque voti e' lo stesso allora vattene in qualche simpatica dittatura che ti troverai benissimo. Se pensi che non si possa giudicare allora mi spieghi in base a cosa puoi decidere chi votare o rivotare?O forse le tue osservazioni sono solo la foglia di fico che copre certe XXXXXXX in cabina elettorale? ;-)
  • fabianope scrive:
    Titoli dei nuovi poster elettorali...
    ***PIU' BOLLINI PER TUTTI*******MENO MALE CHE IL BOLLINO C'E'******IL BOLLINO DELLE LIBERTA'******FORZA BOLLINO******OGNI MATTINO IL MIO BOLLINO******BOLLINO E NANETTO MUSICISTA PERFETTO******BOLLINO & SONDINO...NON CONOSCO DECLINO***...si apre un grande sondaggio su quale di questi usare...sigh!fabianope
  • Kari Eskola scrive:
    Ma fatemi capire
    "reintroducendo, di fatto, nel nostro Ordinamento l'obbligo di apposizione del contrassegno su tutti i supporti contenenti opere dell'ingegno."Questo significa che se io incido un cd e voglio regalarne copie per strada devo metterci il bollino SIAE?
    • fred scrive:
      Re: Ma fatemi capire
      Non sono sicuro di rispondere correttamente, mi baso su cio' cheho letto:Se lo regali no e non contiene opere dell'ingegno oppure contiene sistemi operativi non devi metterlo, negli altri casi devi apporlo escludendo comunque la vendita di sistemi operativi, e infine sembra che devi apporlo anche nei supporti allegati all'hardware che compri, esempio cd dei drivers, esclusi quelli che contengano solo il sistema operativo (con o senza drivers domando io?)E' l'ennesima XXXXXta....
    • p4in scrive:
      Re: Ma fatemi capire
      Sì, c'era il bollino apposta per i supporti non destinati alla vendita. Se non erro costava sui 2 centesimi o qualcosa di più.Insomma, devi pagare anche per regalare roba *TUA*.
    • Trillomoro scrive:
      Re: Ma fatemi capire
      Se distribuisci il CD senza scopo di lucro il bollino non va messo. Se alleghi il CD ad una confezione messa in vendita il bollino è obbligatorio.
      • Sathack scrive:
        Re: Ma fatemi capire
        Ma cosa centra siae se io vendo un cd contenente un so tutto gpl? Cosa c'entra questo con il diritto d'autore? Tutt'al piu sono daccordo col dichiarare sul 730 le eventuali entrate ma...cosa centra un so con la siae!?!?!
  • Mauro G scrive:
    Saremo sempre gli ultimi
    Il "nostro Paese - solo in Europa assieme a Portogallo e Romania" ...Amici italiani, non preoccupatevi, grazie ai nostri politici, al nostro retaggio culturale e nonostante l'operosità di molti di noi saremo sempre gli ultimi.
    • z f k scrive:
      Re: Saremo sempre gli ultimi
      - Scritto da: Mauro G
      Il "nostro Paese - solo in Europa assieme a
      Portogallo e Romania"
      ...
      Amici italiani, non preoccupatevi, grazie ai
      nostri politici, al nostro retaggio culturale e
      nonostante l'operosità di molti di noi saremo
      sempre gli
      ultimi.Ma daaai, italia si vive bene, si mangia bene, c'e' il sole e l'aria buona, la spiaggia...Hm, la spiaggia l'hanno edificata e lottizzata...hmm, mozzarella di bufala... pane della camorra... frutti di mare inquinati mescolati a quelli buoni...Hmmm...CYA
      • Utonto scrive:
        Re: Saremo sempre gli ultimi
        Benvenuto in itaglia... :(
      • Sathack scrive:
        Re: Saremo sempre gli ultimi


        Ma daaai, italia si vive bene, si mangia bene,
        c'e' il sole e l'aria buona, la
        spiaggia...

        Hm, la spiaggia l'hanno edificata e lottizzata...
        hmm, mozzarella di bufala... pane della
        camorra... frutti di mare inquinati mescolati a
        quelli
        buoni...
        Hmmm...

        CYASi verissimo. Si vive bene se lavori in nero, se metti i soldi in svizzera e se ti fai la casa abusiva a Lamezia terme con i soldi dell'assegno di disoccupazione. Se sei un maneggione e conosci qualcuno un po inmafiato vivi bene...altrimenti no.
  • Paolo Marani scrive:
    Ucci Ucci....
    Ucci Ucci, sento odore della Carlucci.E anche del suo amante di UNIVIDEO....Non c'è dubbio che ci sono sotto loro!
  • atamata scrive:
    e i bambini
    visto che :nel nostro Ordinamento l'obbligo di apposizione del contrassegno su tutti i supporti contenenti opere dell'ingegno.Anche tutti i nostri figli rientrano in questa categoria quindi devo richiedere il bollino siae?
    • Kiavik scrive:
      Re: e i bambini
      Vuoi dire che tu hai pianificato, programato e geneticamente ingegnerizzato tuo figlio?
    • pippo scrive:
      Re: e i bambini

      visto che :
      nel nostro Ordinamento l'obbligo di apposizione
      del contrassegno su tutti i supporti contenenti
      opere
      dell'ingegno.
      Anche tutti i nostri figli rientrano in questa
      categoria quindi devo richiedere il bollino
      siae?Solo se li vendi via internet :@Se no diventi un pericolosissimo pedoXXXXXterrorista :|
  • Simo PISA scrive:
    In breve?
    Quanlcuno che riassume la vicenda in parole povere?
    • doc allegato velenoso scrive:
      Re: In breve?
      te (ce) lo hanno messo nel cubo ancora una volta.E lo stanno facendo per il tuo bene.Quindi sorridi, vai a lavorare e poi, soprattutto a spendere i soldini dove hanno deciso che devi spenderli.Sii contento e riconoscente.Ciao e auguri per il futuro
      • Utonto scrive:
        Re: In breve?
        - Scritto da: doc allegato velenoso
        te (ce) lo hanno messo nel cubo ancora una volta.
        E lo stanno facendo per il tuo bene.
        Quindi sorridi, vai a lavorare e poi, soprattutto
        a spendere i soldini dove hanno deciso che devi
        spenderli .
        Sii contento e riconoscente.

        Ciao e auguri per il futuroAllora con me cadono molto male: spendo per ciò che mi serve, non per quelo che loro ritengono possa servirmi...in verità la pubblicità con me non funziona e non ha mai funzionato neanche quando ero bambino, grazie a due meravigliosi genitori che mi hanno inXXXXntyo ad usare l'unica arma in mio possesso: il cervello .
        • rockroll scrive:
          Re: In breve?
          - Scritto da: Utonto
          - Scritto da: doc allegato velenoso

          te (ce) lo hanno messo nel cubo ancora una
          volta.

          E lo stanno facendo per il tuo bene.

          Quindi sorridi, vai a lavorare e poi,
          soprattutto

          a spendere i soldini dove hanno deciso che
          devi

          spenderli .

          Sii contento e riconoscente.



          Ciao e auguri per il futuro

          Allora con me cadono molto male:
          spendo per ciò che mi serve, non per quelo che
          loro ritengono possa servirmi...in verità la
          pubblicità con me non funziona e non ha mai
          funzionato neanche quando ero bambino, grazie a
          due meravigliosi genitori che mi hanno inXXXXntyo
          ad usare l'unica arma in mio possesso: il
          cervello .Sante parole, condivido, ma vallo a spiegare ai figli di papà ed ai niubbi che vengono plagiati di continuo dalla pubblicità e che si credono fighi ed alla moda..., alla faccia dei soldi che spendono da stupidi...
    • z f k scrive:
      Re: In breve?
      - Scritto da: Simo PISA
      Quanlcuno che riassume la vicenda in parole
      povere?Lo ha gia' fatto l'avv. Scorza nell'articolo, rileggilo con calma (vedi le parti "fuor di giuridichese").CYA
  • BSD_like scrive:
    È solo questione di tempo
    Il decreto non può scavalcare la sentenza della corte di giustizia EU.Il prossimo cittadino che vi farà ricorso, otterrà l'abrogazione del decreto, la similitudine di questo con il precedente e la nullità dei 2 art. qui citati.La SIAE ha solo guadagnato tempo.
    • 01234 scrive:
      Re: È solo questione di tempo
      speriamo
    • santo licheri scrive:
      Re: È solo questione di tempo
      - Scritto da: BSD_like
      Il decreto non può scavalcare la sentenza della
      corte di giustizia
      EU.
      Il prossimo cittadino che vi farà ricorso,
      otterrà l'abrogazione del decreto, la
      similitudine di questo con il precedente e la
      nullità dei 2 art. qui
      citati.
      La SIAE ha solo guadagnato tempo.Con la chiusura di Rete 4 il trucco di guadagnare tempo funziona da una vita...
    • vaffa scrive:
      Re: È solo questione di tempo
      - Scritto da: BSD_like
      Il decreto non può scavalcare la sentenza della
      corte di giustizia
      EU.Stai scherzando vero ? Sai cosa fa la Corte di Giustizia Europea se tu li scavalchi ? Semplice ... ti propinano una multa !E sai chi la paga la multa ?Ancora TU insieme al Bollino SIAE ;)
    • pabloski scrive:
      Re: È solo questione di tempo
      hai ragione, però vedi il problema è che stiamo sempre a fare questi balzelli del cavoloun investitore estero secondo investirà mai in Italia, sapendo che non c'è la certezza di cosa si può e cosa non si può fare?avevamo l'opportunità di attirare i soldi del gioco d'azzardo in Italia e l'hanno fatta sfumare per difendere quei 4-5 oligopoli ben notinon è possibile che un individuo avvii un'attività e continuamente sia costretto a fermarsi, a rivolgersi all'UE, processi, avvocati, soldi che se ne vanno, attività che si fermanoè così che Berlusconi interpreta il liberismo? mi dispiace ma qui se c'è un comunista quello è lui
      • disgustato scrive:
        Re: È solo questione di tempo
        - Scritto da: pabloski
        hai ragione, però vedi il problema è che stiamo
        sempre a fare questi balzelli del
        cavolo

        un investitore estero secondo investirà mai in
        Italia, sapendo che non c'è la certezza di cosa
        si può e cosa non si può
        fare?

        avevamo l'opportunità di attirare i soldi del
        gioco d'azzardo in Italia e l'hanno fatta sfumare
        per difendere quei 4-5 oligopoli ben
        noti

        non è possibile che un individuo avvii
        un'attività e continuamente sia costretto a
        fermarsi, a rivolgersi all'UE, processi,
        avvocati, soldi che se ne vanno, attività che si
        fermano

        è così che Berlusconi interpreta il liberismo? mi
        dispiace ma qui se c'è un comunista quello è
        luiQuoto, purtroppo l'Italia è un paese anomalo.Ma proprio per questo penso che l'"anomalia" Italianon abbia un grande futuro, penso che gli altri paesiinevitabilmente premeranno, anche solo indirettamente, verso un cambiamento. Per esempio Obama ha incontrato tutti i leader del G8 tranne Berlusconi.Pensare che gli altri paesi tollerino quest'ultimo e le anomalie italiane è secondo me al di fuori della realtà.Già si è deciso di interrompere la commessa di Finmeccanica per l'elicottero presidenziale.
        • serge scrive:
          Re: È solo questione di tempo
          la storia dell'elicottero era uno scandalo, piu americano che italiano, ma credo che se insistono troppo a lamentarsi gli americani tirino fuori come bush li aveva ordinati e noi avevamo ricevuto l'ordine..credo sia vero che il tempo gioca a favore, prima o poi dovrebbe morire sto qui e gli anziani che lo votano, le tv digitali si stanno rivoltando contro che le aveva messe solo per tenersi R4, chi vive di rendita lasciare un po di ossigeno a chi lavora, ecc, prima o poi...
          • pabloski scrive:
            Re: È solo questione di tempo
            purtroppo finchè avranno l'arma della politica ti fregheranno sempreuno lavora, c'ha un'idea, si fa il XXXX, poi arrivano loro e con un cavillo impongono un certo requisito che tu non puoi avere per qualche ragione e sei fregato...e il bello è che poi ti rubano l'idea e ci fanno i miliardi
    • the45dildos scrive:
      Re: È solo questione di tempo
      Il problema è che credete che sia colpa di Berlusconi.Non importa chi ci sia al governo, chi c'è c'è, ha il potere e lo esercita a suo piacimento e tornaconto.Il decreto della corte di giustizia europea non può essere scavalcato?Vedrai che appena qualcuno farà ricorso, otterrà l'abrogazione del decreto, 10 minuti dopo verrà fatto un nuovo decreto che impone la presenza del bollini ed annulla i precedenti contenziosi come è stato fatto adesso.Ad libitum....
      • Lallo scrive:
        Re: È solo questione di tempo
        - Scritto da: the45dildos
        Il problema è che credete che sia colpa di
        Berlusconi.No guarda, il problema non è cosa noi crediamo. E' lui.
        Non importa chi ci sia al governo, chi c'è c'è,
        ha il potere e lo esercita a suo piacimento e
        tornaconto.Può darsi. Ma l'etica di ciascuno è differente, e purtroppo quella del nano discende direttamente dal craxismo.
        Il decreto della corte di giustizia europea non
        può essere
        scavalcato?
        Vedrai che appena qualcuno farà ricorso, otterrà
        l'abrogazione del decreto, 10 minuti dopo verrà
        fatto un nuovo decreto che impone la presenza del
        bollini ed annulla i precedenti contenziosi come
        è stato fatto
        adesso.

        Ad libitum....Mi sembra che Europa7 stia ancora aspettando le sue frequenze......
  • alex.tg scrive:
    Forse siamo vecchi?
    Non e` che il problema alla radice e` un popolo mediamente troppo vecchio per inca__arsi come si dovrebbe per certe prese di c__o? Ecco, possibile che ci si debba autocensurare sull'uso di parole che chiunque userebbe ovunque tranne qui, nei commenti alle notizie di una testata online? Non viene il nervoso gia` per quello? Uno si sente frustrato dal vedere come certi nobili valori in cui gli era stato chiesto - in teoria - di credere siano ignorati, chiaramente, alla luce del sole, per ovvi motivi di interesse. E non puo` neanche scrivere qualche parola che esprima un po' di rabbia. Calmo, tranquillo, stai fermo e lascia fare. Tanto sei il solo a sentirti cosi`, domani da mangiare c'e` lo stesso, e un letto per dormire ce l'hai, di che ti lamenti? E` tutto qui, ovvio, quel che basta a farti contento, ingrato! Quale giustizia? nah, e` un assoluto, lascia perdere... questa del bollino SIAE e` una sciocchezza, chi vuoi che se ne importi? Non ne parla neanche il TIGGI`, piu` impegnato a seguire problemi veri, quelli degni di essere seguiti, quelli che minano l'esistenza e la sussistenza dello status quo di cittadino che sopravvive, disilluso, demoralizzato. Spegniti, non criticare, che critichi a fare? Tanto non ascolta nessuno. Proteste? E a che servono? Pensi che cambiera` qualcosa protestando? nah, niente cambia, finche` c'e` pane c'e` speranza e queste sono quisquilie. La SIAE e i bollini, che sara` mai? Come fai a preoccupartene?Siamo una maggioranza di innocui vecchietti, rassegnati a vivere il resto dei propri giorni ringraziando finche` ne avremo. E tutto quel che mi viene in mente, di lecito nel rispetto di leggi che prevedono reati per quel che potresti dire (non fare, solo dire, perche` mi hanno insegnato anche che certe cose non si dicono e non si pensano nemmeno), e` un commento fatalistico come questo. In Italia non ci crede piu` nessuno a certe cose che boh... pensavo dovessero esistere. Io non sono fisicamente vecchio, anzi, pero` appunto ora comincio a confermarmi il sospetto che segue: comincio a pensare di vivere in un ospizio lungo mille chilometri. Va be', meglio rendersene conto tardi, che mai... altri l'avevano gia` pacificamente accettato, io ancora no, troppo giovane probabilmente, o troppo ottimista e speranzoso.Be', l'ottimismo e` finito... abbiamo i governanti che meritiamo, e che facciano un po' quello che gli pare, in onore della loro liberta`, tanto e` inevitabile, ma devo ricordarmi di prendere un provvedimento, almeno: non cercare piu` notizie. Ci rimango solo male...Comunque, penso sempre piu` di abbandonare il campo: il Paese e` morto, mummificato, ammuffito, irrecuperabile.
    • 01234 scrive:
      Re: Forse siamo vecchi?
      aiuto...ps: grande postpps: aiuto....
    • doc allegato velenoso scrive:
      Re: Forse siamo vecchi?
      Molto triste.Molto vero.Mentre gli altri paesi e popoli bene o male progrediscono, l'italia e' tornata al medioevo con il re, i vassalli, i valvassori, i valvassini e i servi della gleba.Del resto quando il tempo e' totalmente assorbito dal tentativo di sopravvivere e il poco rimasto lo si passa a rinXXXXXXXXrsi davanti ad una tv che spaccia propaganda per informazione obiettiva...Per dare uno scossone all'ultimo neurone non ancora in coma e smetterla forse di raccontarsi le balle puo' essere illuminante capire come ci vedono gli altri... quelli che non devono leccare il XXXX a nessuno e liberamente scrivono quello che e' sotto gli occhi di tutti.http://italiadallestero.info/Una realta' che gli italiani ostinatamente e masochisticamente si continuano a nascondere pur di non dover reagire.Un popolo che ha paura, un popolo che non c'e' piu'.PSRivedetevi "V per vendetta"... sostituite qualche nome e... voila'...eccoci in itaglia
      • supu scrive:
        Re: Forse siamo vecchi?
        Non siamo un paese di vecchi ma siamo purtroppo un paese di rinXXXXXXXXti dalla TV di regime.
      • gibrovacco scrive:
        Re: Forse siamo vecchi?

        Una realta' che gli italiani ostinatamente e
        masochisticamente si continuano a nascondere pur
        di non dover
        reagire.Una realtà che gli italiani non vedono perchè gli viene ben nascosta.."Non ne parla neanche il TIGGI`, piu` impegnato a seguire problemi veri"Quando il governo controlla tutti i mezzi di informazione diventa regime.. Presto riscriveranno anche i libri di storia.
        • Utonto scrive:
          Re: Forse siamo vecchi?
          Fin che potete imparate a memoria i veri libri, quelli che contengono le cose vere, tanto per intenderci, poi lascateli pure bruciare e ricordatevi di Montag...
          • Utonto scrive:
            Re: Forse siamo vecchi?
            NoP.S. Non ho citato il titolo appositamente per non dover pagare oboli a chichessia...(rotfl)
          • KaysiX scrive:
            Re: Forse siamo vecchi?
            - Scritto da: Utonto
            NoP.S. Non ho citato il titolo appositamente per
            non dover pagare oboli a
            chichessia...(rotfl) Bastava tradurlo in Celsius ;)
          • panda rossa scrive:
            Re: Forse siamo vecchi?
            - Scritto da: KaysiX
            - Scritto da: Utonto

            NoP.S. Non ho citato il titolo appositamente per

            non dover pagare oboli a

            chichessia...(rotfl)

            Bastava tradurlo in Celsius ;)Tanto chi volete che la colga la citazione dotta?
          • alex.tg scrive:
            Re: Forse siamo vecchi?


            Bastava tradurlo in Celsius ;)Non suona bene... "Celsius 232,7 periodico" :D
          • KaysiX scrive:
            Re: Forse siamo vecchi?
            - Scritto da: alex.tg


            Bastava tradurlo in Celsius ;)

            Non suona bene... "Celsius 232,7 periodico" :DHai ragione, poi la gente lo scambierebbe per una storia a puntate ed andrebbe ad assillare l'edicolante di turno per farsi raccontare il seguito a memoria :D
    • vaffa scrive:
      Re: Forse siamo vecchi?
      Eh .. .e hai ragione ... aggiungerei anche che invecchiando si rinXXXXXXXXsce !!!Benvenuto anche tu nel club di quella che Gaber chiamava la "Razza in Estinzione"Si fa in fretta a dire vecchi ... del resto il nostro modello di gioventù è un tizio plurisettantenne con la faccia di gomma che gioca a fare il Duce.Chiariamo il vero problema non è lui che potrebbe benissimo essere preso a calci, sono l'ignoranza e l'ipocrisia degli italiani che sono sempre stati lo strumento prediletto del potere.Rousseau diceva più o meno : "Il popolo non è mai in malafede ma può essere ingannato ed in quel caso decide per il proprio male" ecco nel nostro caso anche il popolo sa essere in malafede, qindi abbiamo battuto tutti i record.L'Italia NON È un paese democratico e forse non lo è mai stato, è lo specchio del paese mafioso di qualche anno fa solo più imXXXXXXXXto, in cui la Costituzione è stata sostituita dal "Piano di rinascita" della P2.È un paese di paradossi che prima almeno se ne stavano nascosti tra le pieghe del potere e oggi invece sono ostentati come modello da INVIDIARE e seguire nell'indifferenza generale.L'"Ombrello di Altan" prima era qualcosa di spiacevole, oggi con la modernità lo vendono a caro prezzo in TV e tutti lo vogliono anche perché è l'unica cosa che gli italiani possono avere.Auguri.
      • LuckyH scrive:
        Re: Forse siamo vecchi?
        il problema, ricordatelo sempre non sono i governi o chi ci comanda, il problema siamo noi!purtroppo aveva ragione Costanzo quando diceva che l'80% degli italiani e' cretino.Quindi abbiamo il governo che ci meritiamo.finche' l'italiano sara' stupido e XXXXXXXX com'e' adesso, sara' sempre peggio.
        • the45dildos scrive:
          Re: Forse siamo vecchi?
          Bhà, non è che solo chi si informa su internet che è intelligente e gli altri sono cretini.... internet come mezzo di comunicazione è abbastanza recente e non tutti sanno utilizzarlo, ed anche chi sa farlo e si lamenta NON VIENE ASCOLTATO da chi ci governa, destra o sinistra che sia, nessuna distinzione.Ora che internet è più diffuso e molta gente si sta "emancipando" dai tg del potere, cosa fa il governo?Risposta: una serie di leggi che limita la libertà di pensiero e di comunicazione attraverso internet.
          • the45dildos scrive:
            Re: Forse siamo vecchi?
            ...ritornando al bollino siae:mi sembra evidente che fanno come gli pare, il bollino siae è una zozzata, ci sono sentenze che ne evidenziano l'illeggittimità e cosa fanno?Risposta: una bella legge che dice, non solo che il bollino è leggittimo, ma tutti i contenziosi di prima sono nulli e che se non lo apponi sei un delinquente.Il problema grave è che il bollino è nulla... fanno così su tutto, ma proprio tutto: anche sui beni di prima necessità come l'acqua.
      • alex.tg scrive:
        Re: Forse siamo vecchi?
        Bel post! Grazie per l'approfondimento, dai riferimenti ancora piu` deprimenti ma, temo, tragicamente attinenti. :(
        • vaffa scrive:
          Re: Forse siamo vecchi?
          - Scritto da: alex.tg
          Bel post! Grazie per l'approfondimento, dai
          riferimenti ancora piu` deprimenti ma, temo,
          tragicamente attinenti.
          :(Grazie a te per avere cominciato la discussione, almeno so di non essere l'unico a pensarla così.
    • aPenguin scrive:
      Re: Forse siamo vecchi?
      Straquotone!Bravissimo!Sono curioso di vedere come andranno le prossime elezioni..
    • fra Peppino scrive:
      Re: Forse siamo vecchi?
      che fai il fighetta che si autocensura le parolacce? XXXX si scive qulo, XXXXXXXrsi XXXXXXXrsi. è che sarà mai?
  • amon scrive:
    Il Bere e il Diavolo
    Quello che era stato perso, venne ritenuto irrecuerabile...L'estrema e assoluta insicurezza di vivere e sostenersi senza un lavoro...fece si che l'ecXXXXX diventasse necessario e le rotture definitive... Per citare Stevenson: il suicidio ne portò via parecchi... Il Bere e il Diavolo si occuparono del resto.
  • Mario Busana scrive:
    Re: Tutti a denunciare
    - Scritto da: Ale
    Secondo me ora come ora , si potrebbe intasare la
    guardia di finanza sulla violazione del bollino
    siae a tutti quei cd , es. del telefonino che non
    hanno il
    bollinoHahahahah, sei un grande !! Bisognerebbe farlo sul serio. Prenderebbero la cosa a cuore certamente, e scatterebbe qualche sanzione.Poi ti ritrovi i ladri in casa... li prendono ed il giorno dopo sono fuori.W l'itaGLiaP.S.: Colpa delle leggi e dei giudici, non delle forze di polizia, di ogni genere.
    • Utonto scrive:
      Re: Tutti a denunciare
      - Scritto da: Mario Busana..

      P.S.: Colpa delle leggi e dei giudici, non delle
      forze di polizia, di ogni
      genere.Più che dei Giudici direi delle leggi che sono obbligati a far rispettare per ovvi motivi di utilità al legislatore... @^
  • MaurizioB scrive:
    Carattere di sistema operativo?
    Che diamine vorrebbe dire? Ammetto di non aver consultato il decreto, ma questa era una citazione dallo stesso, quindi mi fido. Non è un po' troppo "vaga" come descrizione?E sto sorvolando su altre questioni che mi lasciano talmente basito che sono senza parole. Questo nostro fantomatico governo ogni giorno che passa dà sempre maggior sfoggio di ignoranza.
  • Pax scrive:
    Società Italiana Avvoltoi ed Estorsori
    ma perché non la aboliamo questa SIAE? è un'associazione a delinquere, serve solo a proteggere le tasche dei manager dalla gente normale, non si può fare una bella petizione?
    • Markus scrive:
      Re: Società Italiana Avvoltoi ed Estorsori
      Un bel Referendum per abolire la SIAE! Perche' non si organizza la raccolta delle firme tramite PI?
    • 01234 scrive:
      Re: Società Italiana Avvoltoi ed Estorsori
      grande acronimo :-Dme lo posso rivendere (senza rivendicarne la paternità) o c'è un CR sopra? :-D
      • N.C. scrive:
        Re: Società Italiana Avvoltoi ed Estorsori
        Concordo con te ... un bel referendum ed aboliamo la Siae ... se non altro mentre ne discutono in parlamento non fanno altri danni ...
  • Diogene scrive:
    ... e l'informazione
    che qualche telegiornale avesse dato la notizia, veramente un branco di servi del potere.giornalisti VERGOGNA
    • dunderbagh scrive:
      Re: ... e l'informazione
      - Scritto da: Diogene
      che qualche telegiornale avesse dato la notizia,
      veramente un branco di servi del
      potere.
      giornalisti VERGOGNAquelli di PI sono giornalisti. Dunque?
      • Ale scrive:
        Re: ... e l'informazione
        - Scritto da: dunderbagh
        - Scritto da: Diogene

        che qualche telegiornale avesse dato la notizia,

        veramente un branco di servi del

        potere.

        giornalisti VERGOGNA

        quelli di PI sono giornalisti. Dunque?Non era diretto ai giornalisti che si appoggiano solo su internet
        • Ast scrive:
          Re: ... e l'informazione
          Giusto,parliamo della tv e degli organi di informazioni canonici, ovvero la tv e i giornali piu' diffusi.Nessuno che si sia preso la briga di spiegare le novita' riguardo al pacchetto telecom (la maggoranza della gente non sa nemmeno di cosa si tratta), in pochi sanno del forum del comitato antipirateria, nessun tg parla di questo.Però, l'Assemblea in Francia approva la risposta graduale (che peraltro non è ancora legge ma deve passare alla corte costituzionale) e la notizia viene data in pompa magna persino in prima pagina sul sito della ansa e su tutti i tg.Diciamocelo francamente, internet è scomodo, internet è l'impersonificazione di tutti i mali per molti, internet fa paura.Faranno di tutto per renderlo il meno libero possibile (dove libero non vuol dire "liberta' di piratare" come molti pensano), e la cosa piu' ributtante è che diranno che lo faranno per il nostro bene.Spero vivamente che ci si organizzi, perchè va bene per la pirateria (anche se comunque attendo di sapere chi fara' i controlli ed in che modo verranno svolti), ma che siano gli altri a decidere quello che io devo pensare e vedere non mi sta bene.Ho un libero arbitrio, e se faccio qualcosa di sbagliato ne pago le conseguenze, ma nessuno decidera' per me.
        • Undertaker scrive:
          Re: ... e l'informazione
          - Scritto da: Ale
          - Scritto da: dunderbagh

          - Scritto da: Diogene


          che qualche telegiornale avesse dato la
          notizia,


          veramente un branco di servi del


          potere.


          giornalisti VERGOGNA

          quelli di PI sono giornalisti. Dunque?
          Non era diretto ai giornalisti che si appoggiano
          solo su
          internetera diretto ai "giornalisti" iscritti al famoso "ordine dei giornalisti" ennesima baronia, manovrata dai partiti che decide chi possa far sentire la propria voce e chi no.L'ordine dei giornalisti sarebbe la prima cosa da abolire in Italia per liberare veramente l'informazione, oltre naturalmente alla gang mafiosa della siae.
      • Valeren scrive:
        Re: ... e l'informazione
        Si, ma non sono *tele*giornalisti!
        • Q LO scrive:
          Re: ... e l'informazione
          ora come ora ci sono notizie più importanti... sarebbe stato insabbiato comunque, intendiamoci, ma un po' la capisco come cosa
          • Ast scrive:
            Re: ... e l'informazione
            Ora si, posso ben capirlo..ma il silenzio degi ultimi 2 mesi è stato frastornante..pochi sanno cosa sia il pacchetto telecom, perchè nessuno ne ha parlato.
      • Sathack scrive:
        Re: ... e l'informazione
        - Scritto da: dunderbagh
        - Scritto da: Diogene

        che qualche telegiornale avesse dato la notizia,

        veramente un branco di servi del

        potere.

        giornalisti VERGOGNA

        quelli di PI sono giornalisti. Dunque?hahahahahahaha
  • Alessio scrive:
    Ma che bravi...
    ...però quando fa comodo a loro (vedi sentenza sulle pensioni delle donne della PA) tutti a sbracciarsi che "le sentenze della Corte UE) si applicano e basta".
    • bubba scrive:
      Re: Ma che bravi...
      - Scritto da: Alessio
      ...però quando fa comodo a loro (vedi sentenza
      sulle pensioni delle donne della PA) tutti a
      sbracciarsi che "le sentenze della Corte UE) si
      applicano e
      basta".eh.. dovresti sapere che il nostro amico Nanetto considera tutte le questioni sull'audiovisivo come "roba sua", quindi che vanno sempre difese (dai cittadini malvagi)
    • 01234 scrive:
      Re: Ma che bravi...
      che schifo, signori....questa è davvero l'ennesima XXXXXta...
Chiudi i commenti