OpenAI: 1,6 miliardi di dollari di ricavi nel 2023

OpenAI: 1,6 miliardi di dollari di ricavi nel 2023

Grazie al successo di ChatGPT, OpenAI potrebbe presto diventare la seconda startup di maggior valore negli Stati Uniti, dopo SpaceX.
OpenAI: 1,6 miliardi di dollari di ricavi nel 2023
Grazie al successo di ChatGPT, OpenAI potrebbe presto diventare la seconda startup di maggior valore negli Stati Uniti, dopo SpaceX.

OpenAI ha ampiamente superato le previsioni di ricavi per il 2023, con un anno di anticipo rispetto alle stime. Secondo fonti vicine all’azienda citate da The Information, la società dietro ChatGPT avrebbe fatturato oltre 1,6 miliardi di dollari quest’anno. Vale a dire ben 1,4 miliardi in più rispetto a quanto previsto dall’azienda a gennaio 2023.

Si tratta di un risultato straordinario, trainato dall’incredibile successo del suo chatbot, che ha ampiamente sorpassato gli obiettivi finanziari fissati dalla società. Un boom di ricavi che attesta la rapida ascesa di OpenAI come leader nell’intelligenza artificiale conversazionale.

Inizialmente Reuters aveva riportato previsioni di ricavi molto più contenute per OpenAI: 200 milioni di dollari per il 2023 e 1 miliardo per il 2024. Le stime riflettevano i dati del 2022, quando, prima del boom di ChatGPT, OpenAI aveva fatturato solo 28 milioni, fornendo i propri servizi principalmente agli sviluppatori e non avendo ancora un’offerta per il grande pubblico. La commercializzazione dell’offerta ChatGPT Plus anche per gli utenti comuni, ha completamente stravolto le prospettive finanziarie della società, portandola a superare di oltre 10 volte le previsioni per il 2023.

La società sarà presto valutata 100 miliardi di dollari?

I sorprendenti risultati finanziari permettono a OpenAI, con base a San Francisco, di guardare con ottimismo al futuro, nonostante alcune criticità. All’inizio dell’anno l’azienda ha firmato una partnership multimiliardaria con Microsoft, tuttavia deve affrontare divergenze interne, la rapida ascesa di numerosi concorrenti che sviluppano soluzioni alternative e le recenti azioni legali per violazione del copyright intentate dal New York Times.

Secondo Bloomberg, OpenAI ha avviato colloqui preliminari con potenziali investitori per raccogliere nuovi fondi che le consentirebbero di superare i 100 miliardi di valutazione. Si tratterebbe di un balzo di 71 miliardi rispetto a gennaio 2023. Questa operazione consoliderebbe la sua posizione, come una delle startup di maggior valore al mondo, seconda solo a SpaceX.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 3 gen 2024
Link copiato negli appunti