OpenAI pronta al lancio del GPT store la prossima settimana

OpenAI pronta al lancio del GPT store la prossima settimana

OpenAI prevede di lanciare il GPT store, con i chatbot personalizzati basati sui suoi modelli AI nel corso della prossima settimana.
OpenAI pronta al lancio del GPT store la prossima settimana
OpenAI prevede di lanciare il GPT store, con i chatbot personalizzati basati sui suoi modelli AI nel corso della prossima settimana.

Il GPT Store era stato annunciato l’anno scorso durante la prima conferenza annuale degli sviluppatori di OpenAI, il DevDay. Il lancio stato posticipato a dicembre, quasi certamente a causa del cambio di leadership avvenuto a novembre (con la cacciata dal “paradiso” di Sam Altman). Ma l’attesa è finita.

Il GPT Store di OpenAI si prepara al debutto

L’inaugurazione ufficiale del negozio online, dove gli utenti potranno condividere agenti AI personalizzati basati sui modelli linguistici di OpenAI, è prevista per la prossima settimana. OpenAI l’ha comunicato tramite e-mail ai GPT Builders, ovvero agli sviluppatori registrati sulla piattaforma. Nella e-mail, OpenAI ricorda agli sviluppatori di verificare la conformità dei loro GPT alle linee guida, e a pubblicarli sul GPT Store, dove potranno essere venduti e condivisi con altri utenti.

I GPT dunque, consentono di realizzare con facilità agenti conversazionali customizzati, senza bisogno di competenze tecniche particolari.

Creare i GPT store sarà facile come bere un bicchier d’acqua

I GPT non richiedono alcuna competenza di programmazione e possono essere realizzati in modalità basic o avanzata, in base alle esigenze dello sviluppatore. Ad esempio, si può addestrare un bot su libri di cucina in modo che risponda a domande sugli ingredienti di ricette specifiche. Oppure, si può caricare il codice proprietario di un’azienda per generare codice coerente con gli standard interni.

La creazione è semplice: basta descrivere in linguaggio naturale le funzionalità desiderate per il proprio GPT e lo strumento OpenAI GPT Builder si occuperà di generare il corrispondente chatbot alimentato da intelligenza artificiale.

Ci sarà un piano di monetizzazione?

Non è ancora noto se il GPT Store includerà fin da subito un sistema di revenue sharing per gli sviluppatori. Lo scorso novembre, Altman e il CTO Mira Murati avevano dichiarato a TechCrunch che non c’era ancora un piano definito per la monetizzazione dei GPT. Inoltre, l’email che annuncia l’imminente lancio del negozio online non fa alcun riferimento a eventuali guadagni per gli sviluppatori.

Al momento quindi non è chiaro se e in che misura i creatori di GPT potranno trarre profitto dalla vendita dei loro agenti AI sulla piattaforma OpenAI. Bisognerà attendere il lancio ufficiale per capire se verranno introdotte forme di compenso e condivisione dei ricavi con gli sviluppatori registrati.

Velocità di esecuzione, precisione e pulizia. Queste sono le doti del nuovo Spazzolino Elettrico Ricaricabile Oral-B. Acquistalo su Amazon e ricevilo direttamente a casa tua!

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 5 gen 2024
Link copiato negli appunti