Opera Mini, un altro giro su iOS

La sesta versione del mini browser norvegese diventa universale per non sfigurare sul Retina Display del nuovo iPhone e sullo schermo extralarge dell'iPad
La sesta versione del mini browser norvegese diventa universale per non sfigurare sul Retina Display del nuovo iPhone e sullo schermo extralarge dell'iPad

Il mini browser di Opera Software si aggiorna alla versione 6.0 e torna in gran forma su smartphone e tablet Apple. Per l’occasione il noto software di navigazione “alternativo” decide infatti di rifarsi il trucco: la versione universale dell’app aggiunge il supporto alla definizione retina di iPhone 4 e si adatta perfettamente al maxi schermo di iPad.

Tra le nuove funzionalità aggiunte dalla compagnia norvegese troviamo scorrimento delle pagine e pinch-and-zoom fluidificati, una migliore gestione delle schede aperte in background, una maggiore integrazione con i modaioli social network e l’aggiunta di ulteriori lingue. La funzione Opera Link permette inoltre di sincronizzare i propri segnalibri con altri dispositivi.

Diversamente dal “vero” Opera Mobile, disponibile su Android , Opera Mini non può accedere al web senza intermediari ma visualizza pagine pre-digerite da un server proxy. Il sistema, nato per soccorrere i limitati cellulari che navigavano in GPRS, velocizza i tempi di caricamento a discapito di alcune funzionalità e torna utile anche per risparmiare traffico nella navigazione in 3G.

Opera Mini 6 per terminali iOS è disponibile gratuitamente passando dall’ App Store ufficiale. L’installazione richiede il firmware 3.0 o successivo. Per segnalare eventuali “problemi” è possibile utilizzare il form della pagina Opera Mini Bug Report Wizard .

Roberto Pulito

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

25 05 2011
Link copiato negli appunti