Operation Remaster, sequestrati 350 mila CD pirata

In California e Texas è scattata la più vasta operazione condotta negli USA contro un'organizzazione dedita alla massiva riproduzione illegale di supporti ottici. Già catturati tre californiani dotati di macchinari avanzati


San Francisco (USA) – La Procura di San Francisco ha dichiarato alla stampa che tre cittadini californiani, arrestati qualche giorno fa, sono accusati di aver infranto il diritto d’autore dando vita, grazie ad un laboratorio ben attrezzato, a 325 mila CD contenenti musica e software illegalmente riprodotti.

Secondo alcune aziende discografiche, si tratterebbe del più grande sequestro mai registrato negli Stati Uniti. “L’incredibile mole di materiale piratato indica teoricamente la perdita di milioni di dollari per gli editori e gli artisti che legittimamente ne possiedono i diritti. Questi individui non solo hanno contraffatto le etichette, ma anche gli adesivi FBI che sottolineano che il reato di copia non autorizzata riguarda la legge federale”, ha dichiarato il procuratore Kevin Ryan.

Il ritrovamento del materiale contraffatto e la cattura dei malviventi è il frutto di un’accurata indagine, che ha visto le forze di polizia californiane e texane impegnate in numerose perquisizioni. “Operation Remaster” è un’operazione sotto-copertura nata per rispondere ai grandi traffici di supporti digitali piratati.

L’obiettivo è quello di individuare gli specialisti della masterizzazione su grande scala, quindi persone ma anche società dotate di macchinari avanzati in grado realizzare centinaia di migliaia di copie di film, software e album musicali in poco tempo.

Le accuse per Michael Wen, Kevin He e Yaobin Zhai sono di associazione criminale per la violazione dei diritti di copyright e traffico di etichette contraffatte. La prima udienza è stata fissata per il 27 ottobre; gli accusati sono stati rilasciati su cauzione.

Dario d’Elia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Perche' volere l'anonimato?
    Personalmente non sono alla ricerca dell'anonimato. Ritengo che le ricerche produttive e innovative (che come tutti i risultati della tecnica e della scienza non sono ne' buone ne' cattive, ma e' solo l'uso che se ne fa ad attriburgli l'aggettivo) dei due signori siano il terreno fertile per azione che per necessita' richiedono l'ombra: tipicamente attivita' illecite.I cosiddetti dati sensibili (dove abito, la mia religione, per chi voto, il mio stato di salute, che siti frequento) e anche cosa scrivo per email ai miei amici, sono cosi' poco importanti rispetto alla salvaguardia della mia Vita (intesa non solamente come tutela "fisica" contro eventuali atti terroristici, ma anche rispetto della etica e della dignita' del genere umano, al quale appartengo) che non avendo nulla da nascondere a nessuno (nemmeno allo Stato ed alle sue intercettazioni telefoniche...) mi importa poco se qualcuno - che oltretutto non mi conosce nemmeno di persona - ha la mia identita' digitale piu' intima.
  • Anonimo scrive:
    "la gente" usa quello che gli danno
    perche` e` quello che usano tutti e perche` se lo trova nel pcse volete la crittografia e l'anonimato per la massa dovete infilarlo nei pc venduti (facendo in modo che entro pochi mesi lo stiano usando tutti, un po' come accade di volta in volta per le versioni di windows) questo significa modificare i programmi di microsoft sfortunatamente dato che la massa usa quelli... ma anche modificare in generale molti protocolli, usanze e convenzioni della rete(a cominciare dal fatto che per default e` tutto trasmesso in chiaro con tutte le piu` comuni applicazioni..)fintanto che essere anonimi e crittografati significa "installa tor"/"installa pgp", nessuno lo fara` a parte i soliti pochi illuminati.e comunque sarebbero inculati dal primo che passa perche` con la situazione ridicola della sicurezza odierna serve ben di piu` che installare 4 programmini per stare un minimo sicuri.
  • Anonimo scrive:
    A cosa serve la privacy?
    come da titolo
  • Rex1997 scrive:
    Re: sono COM-PLI-CA-TI
    - Scritto da: Anonimo
    Caro Marco,cut
    ho letto le istruzioni di enigmail ...
    ma ho provato a seguirle e sono talmente
    macchinose e lunghe che se IO che amo la linea di
    comando e l'informatica fine-a-se-stessa mi sono
    *annoiato* ... immaginiamoci un utente qualsiasi.

    per 3/4 delle operazioni necessarie, sarebbe
    bastato uno script ben fatto. E avrebbe
    velocizzato moltissimo i processi all'utente,
    SENZA creare falsi sensi di sicurezza o
    insegnandogli qualcosa di sbagliato.Il bello della filosofia Open Source è che se ti accorgi che qualcosa è migliorabile puoi contribuire...allora oltre che a criticare la mancanza dello script, visto che ne sei capace, perché non hai contribuito scrivendolo ?Certamente molti altri, oltre che essertene grati, non si annoierebbero: d'altronde se usi certe cose senza annoiarti non è forse perché qualcuno si è annoiato per te ? :)==================================Modificato dall'autore il 14/10/2005 14.30.35
    • Anonimo scrive:
      Re: sono COM-PLI-CA-TI
      - Scritto da: Rex1997
      - Scritto da: Anonimo

      Caro Marco,
      cut

      ho letto le istruzioni di enigmail ...

      ma ho provato a seguirle e sono talmente

      macchinose e lunghe che se IO che amo la linea
      di

      comando e l'informatica fine-a-se-stessa mi sono

      *annoiato* ... immaginiamoci un utente
      qualsiasi.



      per 3/4 delle operazioni necessarie, sarebbe

      bastato uno script ben fatto. E avrebbe

      velocizzato moltissimo i processi all'utente,

      SENZA creare falsi sensi di sicurezza o

      insegnandogli qualcosa di sbagliato.

      Il bello della filosofia Open Source è che se ti
      accorgi che qualcosa è migliorabile puoi
      contribuire...allora oltre che a criticare la
      mancanza dello script, visto che ne sei capace,
      perché non hai contribuito scrivendolo?
      Certamente molti altri, oltre che essertene
      grati, non si annoierebbero: d'altronde se usi
      certe cose senza annoiarti non è forse perché
      qualcuno si è annoiato per te?
      :)se sei Marco: ecco, questo è quelo che succede a wikipediani e altri linari convinti.Gli dici: tu SAI esattamente come fare, allora per favore, spiegalo ma in modo FACILISSIMO, oppure, dato che SAI, fai qualcosa di facile.ora, io magari vedo qualcosa, capisco qualcosa ... ma meno di te...e tu invece di rivedere te stesso migliorare per il progetto in cui TU maggiormente credi ... punti il dito su di me ... questo giova alla tua causa?non credo.io mi sono rotto le palle PRIMA di terminare la sfilza di roba che serviva.mentre ero impegnato mi sono scritto degli appunti e non c'è alcun dubbio che SE MAI ricomincierò, mi farò uno script. e una volta fatto cercherò di renderlo universale.ma mi sono rotto PRIMA.e quindi NON ho usato la crittografia.chi ci crede e la vuol promuovere tanto, però, per sé e per tutti gli altri, potrebbe abbassarsi un attimo ... per loro scrivere due righe di codice è facile, mentre per noi altri è molto molto difficile.per loro però è difficile fare qualcosa che sia semplice da usare.
      • Anonimo scrive:
        Re: sono COM-PLI-CA-TI
        non capisco...1) scarico e installo thunderbird in italiano2) scarico enigmail e lo metto sul desktop3) scarico enigmail in italiano (si e' un plugin separato)3) scarico e installo gnupgp (non serve metterlo nella path come dice il tutorial)4) apro thunderbird e carico l'estensione enigmail5) carico l'estensione enigmail in italiano6) chiudo e riapro thunderbird7) vado nel menu "openpgp" su preferenze e gli dico dove ho installato gnupgp8) mi creo la chiaveforse il problema che molti manifestano e' nella comprensione dell'inglese : )se vuoi una cosa, ottienila! e per favore, cerchiamo di essere meno pigri..ascii
  • an0nim0 scrive:
    Re: sono COM-PLI-CA-TI
    Non tutti sono complicati. Hushmail.com, webmail gratuita con PGP e filtri anti-spam, non e' poi cosi' complicata da usare (occhio che purtroppo adblock, non correttamente configurato, ne impedisce l'utilizzo). ANts, programma p2p anonimo, ha un'interfaccia abbastanza intuitiva e sta crescendo. Skype, VoIP cifrato, e' una realta' solida.E' un peccato che certi strumenti open-source non promuovano la cifratura e la privacy a sufficienza. I tanti instant-messaging open-source supportano la cifratura solo adottando plug-in open-source da installare a parte: perche' non installarli di default? ThunderBird ha il supporto S/Mime incorporato ma per il PGP/GPG occorre un plug-in esterno, Enigmail: perche' non e' incluso in TB da subito?Discorso a parte per FreeNet, TOR, I2P e i client p2p anonimi: li' la lentezza e i pochi utenti e' un deterrente per quelli nuovi, che provano e lasciano. In Italia in molti stanno usando energie importanti per promuovere ANts: ci riusciranno?
  • samu scrive:
    a Marco A. Calamari
    sicuramente la privacy non e' argomento molto gettonatoin questo periodo: sia perche' non tutti la pensano come te e preferiscono perdere la privacy pur di avere una qualche forma di controllo che prevenga eventuali atti di terrorismo, sia perche' potrebbe essere usata per altri fini.Ora supponiamo che qualcuno abbia qualche progetto nel cassetto per la libera informazione/circolazione anonima di contenuti nella rete.Per realizzarlo ha bisogno di tempo e di finanziatori ..Il primo si trova, ma il secondo ? Quanti sono disposti a investire dei soldi in questo campo ? i due citati nell'articolo sono ricercatori, e chi non e' tale ma deve lavorare per portare a casa la pagnotta, come fa ?
    • Anonimo scrive:
      Re: a Marco A. Calamari
      - Scritto da: samu
      sicuramente la privacy non e' argomento molto
      gettonato
      in questo periodo: sia perche' non tutti la
      pensano come te
      e preferiscono perdere la privacy pur di avere
      una qualche forma di controllo che prevenga
      eventuali atti di terrorismo,
      sia perche' potrebbe essere usata per altri fini.

      Ora supponiamo che qualcuno abbia qualche
      progetto nel cassetto per la libera
      informazione/circolazione anonima di contenuti
      nella rete.
      Per realizzarlo ha bisogno di tempo e di
      finanziatori ..
      Il primo si trova, ma il secondo ? Quanti sono
      disposti a investire dei soldi in questo campo ?
      i due citati nell'articolo sono ricercatori, e
      chi non e' tale ma deve lavorare per portare a
      casa la pagnotta, come fa ?Non fa nulla! e lavora sempre di piu' per le "tasche altrui" che di pagnotta ne anno gia' a sufficenza! ;-)Il modo piu' semplice per pensare "solo alla pagnotta" e a niente altro si chiama schiavitu' ... e per oggi basta! adesso vai a raccogliere il cotone!
    • an0nim0 scrive:
      Re: a Marco A. Calamari
      Il punto e' che ormai che usiamo solo quello che ci dice la pubblicita', a meno che non ci serve. A parte la diffusione dei client p2p (scaricare gratis) e delle immagini pornografiche non vedo questa gran vitalita' in internet. Conosco tanti laureati che usano internet e non sanno cos'e' Firefox. E oggi ben 2 professionisti mi hanno confessato di ignorare che domenica ci fossero le primarie dell'Unione.Chiaro che la privacy e' un discorso per pochi, non adatto alla massa. L'unica speranza di vederla emergere e' proprio la chiusura di software p2p ufficiali che costringano gli utenti a svegliarsi e ad adottare quelli ancora funzionanti, ovvero quelli che tutelano la privacy.
      • Anonimo scrive:
        Re: a Marco A. Calamari
        - Scritto da: an0nim0
        Il punto e' che ormai che usiamo solo quello che
        ci dice la pubblicita', a meno che non ci serve.
        A parte la diffusione dei client p2p (scaricare
        gratis) e delle immagini pornografiche non vedo
        questa gran vitalita' in internet. Conosco tanti
        laureati che usano internet e non sanno cos'e'
        Firefox. E oggi ben 2 professionisti mi hanno
        confessato di ignorare che domenica ci fossero le
        primarie dell'Unione.

        Chiaro che la privacy e' un discorso per pochi,
        non adatto alla massa. L'unica speranza di
        vederla emergere e' proprio la chiusura di
        software p2p ufficiali che costringano gli utenti
        a svegliarsi e ad adottare quelli ancora
        funzionanti, ovvero quelli che tutelano la
        privacy.Io lo sapevo che c'erano, ma non ci vado perchè per esprimere la tua preferenza devi sborsare 1 euro.Ovviamente non è la cifra, che è irrisoria, a fare inca**are, ma il fatto che chiedano dei soldi a me per qualcosa che serve a loro. Ok i costi di organizzazione ci sono, ma avrei preferito un banchetto dove fare donazioni spontanee, di euro ce ne avrei messi anche 10 (neanche questi un cifrone).
      • Anonimo scrive:
        Re: a Marco A. Calamari
        - Scritto da: an0nim0
        Il punto e' che ormai che usiamo solo quello che
        ci dice la pubblicita', a meno che non ci serve.
        A parte la diffusione dei client p2p (scaricare
        gratis) e delle immagini pornografiche non vedo
        questa gran vitalita' in internet. Conosco tanti
        laureati che usano internet e non sanno cos'e'
        Firefox. E oggi ben 2 professionisti mi hanno
        confessato di ignorare che domenica ci fossero le
        primarie dell'Unione.

        Chiaro che la privacy e' un discorso per pochi,
        non adatto alla massa. L'unica speranza di
        vederla emergere e' proprio la chiusura di
        software p2p ufficiali che costringano gli utenti
        a svegliarsi e ad adottare quelli ancora
        funzionanti, ovvero quelli che tutelano la
        privacy.ma che!se funzionassero bene, tutti userebbero quelli.perchè preferisco skype? perchè è crittato, tutto qui.gli altri non lo sono.ma skype è FACILE!ants e mute non rendono, altrimenti la gente li avrebbe usati.kademlia non è male, no? non so se sia crittata/anonima, ma quantomeno è decentrata quando a nessuno fregava nulla, prima, del decentramento... eppure è alla base delle idee (militari) su cui dovrebbe essere basata internet stessa, no?ora torno a sparare cazzate in terrazzo
    • Anonimo scrive:
      Re: a Marco A. Calamari
      - Scritto da: samu
      Per realizzarlo ha bisogno di tempo e di
      finanziatori ..
      Il primo si trova, Io invece ho grosse difficolta' in questo.
      ma il secondo ? Quanti sono
      disposti a investire dei soldi in questo campo ?
      i due citati nell'articolo sono ricercatori, e
      chi non e' tale ma deve lavorare per portare a
      casa la pagnotta, come fa ?Non so io devo lavorare ma lo faccio.JM2C. Marco
  • Anonimo scrive:
    Entropy
    Nessuno cita mai Entropy, nata come alternativa leggera e compatibile a Freenet, che essendo sviluppata in Java è spaventosamente pesante. Questo solo fatto potrebbe essere uno stimolo per più gente ad usarla.Questo tipo di reti ha però un problema insito nella tecnologia adottata: funzionano bene solo se si è connessi 24 ore su 24 e credo che siano ancora pochi quelli che tengono il computer sempre acceso...
    • Anonimo scrive:
      Re: Entropy
      - Scritto da: Anonimo
      Nessuno cita mai Entropy, nata come alternativa
      leggera e compatibile a Freenet, che essendo
      sviluppata in Java è spaventosamente pesante.
      Questo solo fatto potrebbe essere uno stimolo per
      più gente ad usarla.

      Questo tipo di reti ha però un problema insito
      nella tecnologia adottata: funzionano bene solo
      se si è connessi 24 ore su 24 e credo che siano
      ancora pochi quelli che tengono il computer
      sempre acceso...Se fossero davvero in pochi non ci sarebbe spam! :-)
    • Anonimo scrive:
      Re: Entropy
      - Scritto da: Anonimo
      Nessuno cita mai Entropy, nata come alternativa
      leggera e compatibile a Freenet, che essendo
      sviluppata in Java è spaventosamente pesante.
      Questo solo fatto potrebbe essere uno stimolo
      per più gente ad usarla.Entropy non lo conosco, ma Freenet e' spaventosamente lento, difficoltoso da usare (e non solo dall'utente comune ... si configura, si avvia, bene, e poi??), ma la cosa piu' grave e' che si basa sulla java di Sun, e quello e' un errore imperdonabile ... che senso ha fare una rete anonimizzata, con contenuti liberi, con licenza libera, quando poi tutto si appoggia su un prodotto proprietario di cui non si puo' vedere ne' il codice, ne' il comportamento complessivo, mi sembra molto incoerente ...L.
  • Anonimo scrive:
    preparare materiali e corsi gratuiti
    usare l'e-learning (gratuito!!!)preparare materiali audiovisiviroba FACILE perchè tutti possano capire.vai al seminario? VIDEOREGISTRALO E DOPPIALO!e se una volta doppiato correttamente NON SI CAPISCE NULLA, allora servirà un intervento integrativo.e una volta fatto?dai i link ED2K e Bittorrent (questi si che la gente li usa, si informa, si fanno i tutorial a vicenda, si aiutano , scrivono sui forum, sulle chat ... ) e se hai tempo (SE hai tempo) renditi disponibile su skype ... è gratis, è a disposizione di tutti , è FACILE ed è crittato.Serve CULTURA GRATUITA anche su roba complicata.Sei sufficientemente appassionato ... ti prego, se non vuoi che si scenda a compromessi con la privacy, scendi a compromessi con la pappa_pronta!ciao!
  • Anonimo scrive:
    Re: sono COM-PLI-CA-TI
    quale parte di "da 10 a 20 persone lavorano su questi progetti" non ti e' chiara ???se vuoi la privacy devi essere pronto a fare qualche piccolo sacrificio , anche in campo intellettuale .
    • Anonimo scrive:
      Re: sono COM-PLI-CA-TI
      e allora non c'è soluzione.Mancano risorse e quindi il progetto non si fa.E forse è anche un bene..UN BENE?immaginiamo un mondo nel quale si naviga solo usando TOR, si scarica dal p2p solo usando Ants, si scrivono solo email cifrate, tutti i dischi sono criptati con Blowfish e password 512 bit, e contengono tutti un secondo disco nascosto del quale non è possibile provare l'esistenza. Per me sarebbe senz'altro un mondo migliore, ma lo permetterebbero?
      • Anonimo scrive:
        Re: sono COM-PLI-CA-TI
        - Scritto da: Anonimo
        e allora non c'è soluzione.
        Mancano risorse e quindi il progetto non si fa.
        E forse è anche un bene..
        UN BENE?
        immaginiamo un mondo nel quale si naviga solo
        usando TOR, si scarica dal p2p solo usando Ants,
        si scrivono solo email cifrate, tutti i dischi
        sono criptati con Blowfish e password 512 bit, e
        contengono tutti un secondo disco nascosto del
        quale non è possibile provare l'esistenza.
        Per me sarebbe senz'altro un mondo migliore, ma
        lo permetterebbero?Vedi... e' proprio per non dovere aspetare "permessi" e non averne bisogno che queste cose servono.Ti saluto ora devo andare a fare un bisognino... tu che dici me lo permetteranno? :D
        • Anonimo scrive:
          Re: sono COM-PLI-CA-TI

          Vedi... e' proprio per non dovere aspetare
          "permessi" e non averne bisogno che queste cose
          servono.

          Ti saluto ora devo andare a fare un bisognino...
          tu che dici me lo permetteranno? :Dnon so, lo critterai o lo farai in chiaro?
    • Anonimo scrive:
      Re: sono COM-PLI-CA-TI
      - Scritto da: Anonimo

      quale parte di "da 10 a 20 persone lavorano su
      questi progetti" non ti e' chiara ???
      se vuoi la privacy devi essere pronto a fare
      qualche piccolo sacrificio , anche in campo
      intellettuale .a me è stata chiara.evidentemente a te non è stato chiaro tutto il resto che ho scritto.altrimenti non avresti parlato di cose che non ho scritto.ci sono livelli differenti.il livello di cui parli è molto alto; mi rendo conto che l'articolo parlava essenzialmente di questo.ma io mi voglio riferire di più alla diffusione di massa.di gente che sa usare pgp ce n'èdi gente che sa usare enigmail ce n'èforse di tutorial facili ce ne sono ... ma quando ti metti a seguirli ti rendi conto che tu, che ami l'informatica, magari lo segui ... ma un utente base qualsiasi, non si affezionerà MAI alla crittografia delle comunicazioni se deve seguire una cosa del genere.e allora servono strumetni più semplici. non sono i guru ad avere la capacità di crearli, ma altri comunque dotati ma non geniali. Eppure MOLTO utili a tutti. ... ovvero POTREBBERO essere molto utili a tutti.inspiegabilmente non esiste un solo plugin di gnuPG per OE.nulla di nulla.invece pare che con K-qualcosa in linux siano due cazzate, click, click, click e hai finito.Significa solo "io per windows non lo faccio, fatevelo voi se vi piace quella merda". non dichiarato, ma chiaro lo stesso.io NON so programmare.
      • Anonimo scrive:
        Re: sono COM-PLI-CA-TI
        - Scritto da: Anonimo
        inspiegabilmente non esiste un solo plugin di
        gnuPG per OE.
        nulla di nulla.30 luglio 2001:http://lists.gnupg.org/pipermail/gnupg-users/2001-July/009420.htmlE da allora la situazione si e` evoluta.Quindi, per piacere, prima di fare interventi su un argomento come questo sarebbe meglio informarsi.
  • Anonimo scrive:
    E le carte fedelta' e carte di credito ?
    Quelle vanno sempre alla grande.E chi ha una carta fedelta', o una carta di credito, non ha il diritto di lamentarsi per la mancanza di privacy.I dati personali sono svenduti in cambio di uno sconto del 5% su una confezione di banane che ha un ricarico medio del 150%. Bell' affare, complimenti.Vale l'ormai ritrito detto di B.Franklyn:"Chi rinuncia alla libertà per raggiungere la sicurezza non merita né la libertà né la sicurezza." La liberta', in questo caso, e' la privacy, e la sicurezza e' una confezione di banane coltivate in Congo al costo di 1 centesimo di euro da poveri bambini malati e malnutriti ;-)I frequentatori dello SMAU hanno tutti piu' carte fedelta' e carte di credito in tasca. Ed e' ben per questo che e' una fiera costantemente disertata.Qualcuno dovrebbe avvertire Ian Clarke che razza di fauna ha frequentato lo SMAU negli ultimi 10 anni.E che sta per parlare ad una platea di sordi.Va a parlare di corda in casa dell'impiccato.In bocca al lupo, grande Ian."Mi preoccupo continuamente di mia figlia e di Internet, anche se lei è troppo giovane per collegarsi. Mi preoccupo che tra 10 o 15 anni lei venga da me a chiedermi: Papà, dov'eri quando hanno eliminato la libertà di informazione da Internet?".Mike Godwin, Electronic Frontier FoundationS.
    • Anonimo scrive:
      Re: E le carte fedelta' e carte di credi

      "Mi preoccupo continuamente di mia figlia e di
      Internet, anche se lei è troppo giovane per
      collegarsi. Mi preoccupo che tra 10 o 15 anni lei
      venga da me a chiedermi: Papà, dov'eri quando
      hanno eliminato la libertà di informazione da
      Internet?".
      Mike Godwin, Electronic Frontier Foundationtesorino papà era a lavorare per poterti comperare tutte quelle minchiate assurde che voi ragazzini piagnucolosi continuamente chiedete dopo aver visto la pubblicità in tv......quindi sei pregata di non rompere i maroni....grazie!!
      • Rex1997 scrive:
        Re: E le carte fedelta' e carte di credi
        - Scritto da: Anonimo

        "Mi preoccupo continuamente di mia figlia e di

        Internet, anche se lei è troppo giovane per

        collegarsi. Mi preoccupo che tra 10 o 15 anni
        lei

        venga da me a chiedermi: Papà, dov'eri quando

        hanno eliminato la libertà di informazione da

        Internet?".

        Mike Godwin, Electronic Frontier Foundation

        tesorino papà era a lavorare per poterti
        comperare tutte quelle minchiate assurde che voi
        ragazzini piagnucolosi continuamente chiedete
        dopo aver visto la pubblicità in tv......quindi
        sei pregata di non rompere i maroni....grazie!!E la figlia a ragione può dirti:" Invece di comperarmi tutte le minchiatine della pubblicità, perché non mi hai insegnato a difendermi dalla pubblicità e a far meno della gabbia dorata in cui mi hai racchiuso?"Mi piacerebbe sapere cosa gli risponderesti.... :s :@
        • Anonimo scrive:
          Re: E le carte fedelta' e carte di credi
          - Scritto da: Rex1997
          E la figlia a ragione può dirti:
          " Invece di comperarmi tutte le minchiatine della
          pubblicità, perché non mi hai insegnato a
          difendermi dalla pubblicità e a far meno della
          gabbia dorata in cui mi hai racchiuso?"
          Mi piacerebbe sapere cosa gli risponderesti....

          :s :@tesorino papà era a lavorare per poterti comperare da mangiare e permetterti di studiare.
          • Anonimo scrive:
            Re: E le carte fedelta' e carte di credi
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Rex1997


            E la figlia a ragione può dirti:

            " Invece di comperarmi tutte le minchiatine
            della

            pubblicità, perché non mi hai insegnato a

            difendermi dalla pubblicità e a far meno della

            gabbia dorata in cui mi hai racchiuso?"

            Mi piacerebbe sapere cosa gli risponderesti....



            :s :@

            tesorino papà era a lavorare per poterti
            comperare da mangiare e permetterti di studiare.Ma papa' perche' per mangiare e studiare bisogna rinunciare alla privacy ? :D
          • Anonimo scrive:
            Re: E le carte fedelta' e carte di credi
            - Scritto da: Anonimo
            Ma papa' perche' per mangiare e studiare bisogna
            rinunciare alla privacy ?
            :DPerchè se non sei figlio di papa, c'è caso che non puoi permetterti tante cose, tra cui avere tempo libero o mezzi anche minimi.Ma se non l'hai capito da solo evidentemente questa mi risposta è inutile...
          • Rex1997 scrive:
            Re: E le carte fedelta' e carte di credi
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            Ma papa' perche' per mangiare e studiare bisogna

            rinunciare alla privacy ?

            :D

            Perchè se non sei figlio di papa, c'è caso che
            non puoi permetterti tante cose, tra cui avere
            tempo libero o mezzi anche minimi.
            Ma se non l'hai capito da solo evidentemente
            questa mi risposta è inutile...
            Invece a maggior ragione perché non sei figlio di un "papà" puoi permetterti di non farti rompere de p@773 dal mondo, basta sapersi difendere...:)
          • Anonimo scrive:
            Re: E le carte fedelta' e carte di credi
            - Scritto da: Rex1997
            Invece a maggior ragione perché non sei figlio di
            un "papà" puoi permetterti di non farti rompere
            de p@773 dal mondo, basta sapersi difendere...:)Questo lo dici tu.Ma visto che hai tanto tempo per rispondere non sei nella situazione di cui affermi di sapere tutto...
          • Rex1997 scrive:
            Re: E le carte fedelta' e carte di credi
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Rex1997


            Invece a maggior ragione perché non sei figlio
            di

            un "papà" puoi permetterti di non farti rompere

            de p@773 dal mondo, basta sapersi difendere...:)

            Questo lo dici tu.
            Ma visto che hai tanto tempo per rispondere non
            sei nella situazione di cui affermi di sapere
            tutto...Tempo ne ho a disposizione come tutti gli altri, in quanto a sapere tutto non l'ho mai affermato: la mia massima è, citando un antico filosofo greco, che l'unica cosa che so è di non sapere :) , e questo mi fa studiare ciò che mi circonda....
          • Rex1997 scrive:
            Re: E le carte fedelta' e carte di credi
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Rex1997


            E la figlia a ragione può dirti:

            " Invece di comperarmi tutte le minchiatine
            della

            pubblicità, perché non mi hai insegnato a

            difendermi dalla pubblicità e a far meno della

            gabbia dorata in cui mi hai racchiuso?"

            Mi piacerebbe sapere cosa gli risponderesti....



            :s :@

            tesorino papà era a lavorare per poterti
            comperare da mangiare e permetterti di studiare.E la figlia può replicare con ragione:"Ma questo non ti impedisce di insegnarmi a difendermi dal male del mondo: è un tuo dovere morale!"
          • Anonimo scrive:
            Re: E le carte fedelta' e carte di credi
            - Scritto da: Rex1997
            "Ma questo non ti impedisce di insegnarmi a
            difendermi dal male del mondo: è un tuo dovere
            morale!"Questo lo dici tu.Non conoscendo le situzioni individuali, per cui parli senza sapere... per cui lasci il tempo che trovi.Inotlre di mali nel mondo ce ne sono tanti e di peggiori su cui istruire e difendere.Addio.
          • Rex1997 scrive:
            Re: E le carte fedelta' e carte di credi
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Rex1997


            "Ma questo non ti impedisce di insegnarmi a

            difendermi dal male del mondo: è un tuo dovere

            morale!"

            Questo lo dici tu.
            Non conoscendo le situzioni individuali, per cui
            parli senza sapere... per cui lasci il tempo che
            trovi.

            Inotlre di mali nel mondo ce ne sono tanti e di
            peggiori su cui istruire e difendere.

            Addio.Appunto perché nel mondo esistono mali ben peggiori da cui difendersi, occorre in primis insegnare ai figli a difendersi dalle scemenze senza sprecare tempo, in modo da averne per difendersi dei mali di cui sopra.Un genitore.Addio.
          • Anonimo scrive:
            Re: E le carte fedelta' e carte di credi

            Appunto perché nel mondo esistono mali ben
            peggiori da cui difendersi, occorre in primis
            insegnare ai figli a difendersi dalle scemenze
            senza sprecare tempo, in modo da averne per
            difendersi dei mali di cui sopra.Ti sfugge un concetto abbastanza importante: priorità.Appunto perchè esistono mali ben peggiori da cui difendersi E' TOTALMENTE ASSURDO SPENDERE IL POCO DI TEMPO LIBERO E SOLDI CHE AVANZANO PER DIFENDERSI DAI MALI MINORI.Priorità... si chiama priorità... chi ha tanto tempo e mezzi faccia tutto cxontro tutti i mali... ma è assurdo spingere chi non ne ha a farsi il culo quando i problemi sono BEN ALTRI.
  • Anonimo scrive:
    LoSMAU non è + quello di una volta
    Peccato.Non mi va di andare allo SMAU per vedere cazzatine, pubblicità, scosciate annoiate in collant nero fumè rasparente, ......e il DRAGA invitato che spande la solita aria fritta ad una platea di TONTOLONI plaudenti a 32 denti.ORRORE!!
    • Anonimo scrive:
      Re: LoSMAU non è + quello di una volta
      L'importante è che ci sia la gnocca, tutto il resto non conta :D
      • Anonimo scrive:
        Re: LoSMAU non è + quello di una volta
        infatti, l'unica cosa decente rimasta dello smau dopo almeno 6-7 anni di declino sono proprio le standiste... anche quest'anno mi sa che ci saranno le REL di upskirt alle gnoccone, consoliamoci sullo stato del mercato informatico in italia :)
    • Anonimo scrive:
      Re: LoSMAU non è + quello di una volta
      Cose è il draga?
      • Anonimo scrive:
        Re: LoSMAU non è + quello di una volta
        - Scritto da: Anonimo
        Cose è il draga?Quello che paga le gnoccone coi tuoi soldi! :)
        • Anonimo scrive:
          Re: LoSMAU non è + quello di una volta
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          Cose è il draga?

          Quello che paga le gnoccone coi tuoi soldi! :)Qualcuno con un neurone può rispondere in modo chiaro?
          • Anonimo scrive:
            Re: LoSMAU non è + quello di una volta
            - Scritto da: Anonimo
            Qualcuno con un neurone può rispondere in
            modo chiaro?Presumo ci si possa verosimilmente riferire al "salvatore della patria con le sue mirabolanti invenzioni" Mr. William Gates III alias Bill Gates, che spesso e volentieri qualcuno invita gioiosamente in Italia, e che oviamente non manchera' allo SMAU per propinare perle di alta saggezza commerciale, come fa di solito ... ;)
    • Rex1997 scrive:
      Re: LoSMAU non è + quello di una volta
      - Scritto da: Anonimo
      Peccato.
      Non mi va di andare allo SMAU per vedere
      cazzatine, pubblicità, scosciate annoiate in
      collant nero fumè rasparente, ......Scusa la curiosità, ma mi manca proprio la conoscenza in merito:cosa sono essere "collant nero fumè rasparente"??:) :)
    • Anonimo scrive:
      Re: LoSMAU non è + quello di una volta
      - Scritto da: Anonimo
      Peccato.
      Non mi va di andare allo SMAU per vedere
      cazzatine, pubblicità, scosciate annoiate in
      collant nero fumè rasparente, ......e il DRAGA
      invitato che spande la solita aria fritta ad una
      platea di TONTOLONI plaudenti a 32 denti.
      ORRORE!!alien!!! :)ciao!!!!
Chiudi i commenti