P2P, chieste le dimissioni di Masi

Ci pensa il senatore dei Verdi Cortiana mentre AIIP sottolinea: preoccupante lo stop impresso alla riforma del diritto d'autore. In ballo le penalità per chi condivide e scarica musica da Internet


Roma – Si sta alzando un polverone sul caso raccontato ieri da Punto Informatico , quello del brusco stop imposto dalla presidenza del Consiglio dei ministri al lavoro di riforma del diritto d’autore, un lavoro che avrebbe potuto portare a una revisione delle regole che oggi hanno nel mirino gli utenti che condividono e scaricano file protetti via Internet. Dopo la particolareggiata denuncia di ALCEI , la storica associazione che si batte per le libertà digitali, è arrivato ieri un durissimo intervento del senatore dei Verdi Fiorello Cortiana che riprende i contenuti di una interrogazione parlamentare al Governo sull’argomento.

Cortiana ha sottolineato come il fax trasmesso dal segretario generale della Presidenza del Consiglio, Mauro Masi , al presidente del Comitato consultivo che stava lavorando sul diritto d’autore, il prof. Corasaniti, chiarisca come alla Presidenza “non erano graditi suggerimenti di riforma alla contestata norma sul diritto d’autore che il Governo ha da poco modificato con il famigerato Decreto Urbani, che prevede il reato penale di download di canzonette”. Dunque, si chiede Cortina: “A cosa serve un Comitato Consultivo sul diritto d’autore presso il Ministero dei Beni Culturali se non è d’accordo con il Governo? A nulla, deve avere pensato Mauro Masi”.

“Cosa stava facendo questo manipolo insediatosi al Comitato? – continua Cortiana – Cercava, prima con la presidenza di Corrado Calabrò, magistrato e nuovo Presidente della Autorità per le garanzie nelle comunicazioni ed oggi con Giuseppe Corasaniti, magistrato ordinario ed esperto del settore, una via equilibrata e non repressiva per trovare un punto di equilibrio tra le esigenze delle major e delle multinazionali del settore e i nuovi sistemi della distribuzione nati attraverso Internet, compreso il famigerato peer to peer”. “L’unica risposta del Governo al fatto che alcuni milioni del cittadini si scambiano contenuti culturali – attacca Cortiana – è la galera, e coerentemente Masi, senza alcun senso del ridicolo, liquida un organo consultivo del Governo con un fax nel quale spiega che fantomatiche tendenze internazionali vanno in direzione opposta e che il Comitato Consultivo non ha il diritto/dovere di fornire consigli e suggerimenti al Governo. Il Segretario Generale, l’ex-supercommissario della Siae, in palese conflitto di interesse, dovrebbe avere la dignità di dimettersi, come ho scritto nell’interrogazione che ho inviato al Presidente del Consiglio”.

Ma, oltre all’aspetto politico della questione Masi, a non essere riformate come sperato sono anche le procedure tecniche legate ai reati commessi da chi condivide musica, un punto sul quale non a caso è intervenuta ieri l’associazione dei provider AIIP che ha “espresso preoccupazione per lo stop” impresso ai lavori di revisione del diritto d’autore.

Nella nota diffusa dall’Associazione, AIIP contesta le motivazioni addotte da Masi per interrompere il lavoro del Comitato sottolineando di ritenere che “tale comitato possa, al pari di qualsiasi altro Ente o cittadino avanzare proposte di variazione delle norme in essere, fermo restando che un Comitato non è un legislatore”.

AIIP ricorda come la proposta messa a punto dal Comitato e rigettata evidentemente con quel fax dalla Presidenza del Consiglio “prevedeva la depenalizzazione del reato di copia abusiva di opere e brani ad uso privato ed avrebbe permesso ai fornitori di accesso ad Internet di contribuire alla sensibilizzazione degli utenti attraverso il cosiddetto notice, notice & take down , ovvero la possibilità, oggi preclusa, di invitare, in seguito alla segnalazione del titolare dei diritti, l’utente interessato a desistere da qualsiasi pratica di violazione del diritto d’autore”.

Quella della lettera di “notifica e cessazione” è al centro di una polemica che già si alimentò ai tempi del passaggio della più contestata legge di questa legislatura in materia di Internet, la Legge Urbani . “In Italia – ha spiegato il vicepresidente di AIIP e responsabile del gruppo di lavoro AIIP sul diritto d’autore Paolo Nuti – il diritto d’autore è ancora regolato da una legge del 1941 e, nonostante le successive modificazioni, non è mai stato affrontato in modo organico il problema, portando l’Italia ad essere la nazione più restrittiva d’Europa . La normativa attualmente in vigore impone agli ISP che ricevano una segnalazione qualificata da un titolare di diritti di proprietà intellettuale di trasmetterla alle autorità alle quali poi spetta ogni valutazione circa la segnalazione e l’eventuale apertura di un procedimento penale. Tutto questo si traduce in una disapplicazione del dettato della norma penale”. Secondo Nuti “sarebbe assai più efficace girare tali segnalazioni ai clienti interessati, ma tale pratica di notice, notice&take down (…) in Italia sarebbe illegale in quanto di ostacolo ad una eventuale azione penale”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Una stranezza Italiana.
    Ringrazio Punto Informatico per darmi modo di dire la mia opinione, riguardo alla flat di telecom, flat fortemente voluta da alcune associazioni di consumatori che appunto trovavano assurdo che in italia l'ADSL 24 ore costi meno di una flat analogica 24 ore. Dove abito io non arriva l'ADSL e per forza di cose devo usare la linea analogica. Mi costava 24 euro e non era una flat 24 ore, potevo collegarmi dalle 21 alle ore 8 del mattino del giorno dopo e sabato e domenica dalle ore 16 fino alle ore 8 del giorno successivo. Una cosa vergognosa e ingiusta che io e altri milioni di italiani pagassimo per una linea analogica non di 24 ore più di una linea ADSL 24 ore.
    • Anonimo scrive:
      Re: Una stranezza Italiana.
      - Scritto da: Anonimo
      Ringrazio Punto Informatico per darmi modo di
      dire la mia opinione, riguardo alla flat di
      telecom, flat fortemente voluta da alcune
      associazioni di consumatori che appunto trovavano
      assurdo che in italia l'ADSL 24 ore costi meno di
      una flat analogica 24 ore. Dove abito io non
      arriva l'ADSL e per forza di cose devo usare la
      linea analogica. Mi costava 24 euro e non era una
      flat 24 ore, potevo collegarmi dalle 21 alle ore
      8 del mattino del giorno dopo e sabato e domenica
      dalle ore 16 fino alle ore 8 del giorno
      successivo. Una cosa vergognosa e ingiusta che io
      e altri milioni di italiani pagassimo per una
      linea analogica non di 24 ore più di una linea
      ADSL 24 ore.è esattamente quello che penso anch'iose qualcuno è abituato a prendere due calci in culo ogni giorno, quando gliene dai solo uno questo ti ringrazia pureGRAZIE TELECOM !!!
  • Anonimo scrive:
    Ma se...
    Se come è stato detto, una linea flat costa a un provider normale 14 euro (invece dei 10+iva di telecom)...perchè per tutto questo tempo questi provider non hanno proposto una bella flat a 20-25 euro always on (avrebbero potuto farlo, se a loro la linea costa 14-15 euro)?Hanno voluto fare i furbi, mettendo idiozie tipo la disconnessione, il monte ore giornaliero e cazzate varie, e adesso le pagano tutte.
    • trevi55 scrive:
      Re: Ma se...
      - Scritto da: Anonimo
      Se come è stato detto, una linea flat costa a un
      provider normale 14 euro (invece dei 10+iva di
      telecom)...perchè per tutto questo tempo questi
      provider non hanno proposto una bella flat a
      20-25 euro always on (avrebbero potuto farlo, se
      a loro la linea costa 14-15 euro)?

      Hanno voluto fare i furbi, mettendo idiozie tipo
      la disconnessione, il monte ore giornaliero e
      cazzate varie, e adesso le pagano tutte.QUOTO in TUTTO. Ora si lamentano che non vendono più, ma avrebbero potuto vendere parecchio, ma parecchio di più fino ad agosto proponendo flat always-on a quel prezzo. Invece disconnessioni e dialup mediocri erano all'ordine del giorno.I provider non hanno troppe scuse. Va bene fare le cose secondo regola, ma poi non si lamentino se gli utenti scelgono servizi migliori a prezzi inferiori.
  • Anonimo scrive:
    Teleconomy Internet funziona
    Salve!Navigavo da 3 anni fino all'inizio di ottobre con Wind-Infostrada, con una vecchia opzione "Tempo Zero", Ho scoperto questa opzione della telecom, "Teleconomy Internet" e ho pensato subito di ordinare questa offerta. Bene, l'ho ordinata una quindicina di giorni fa, e ancora sul sito della Telecom 187.it non mi appariva questa opzione. Ho chiamato al 187 dove mi ha risposto un certo Domenico, ho chiesto informazioni e mi ha detto che l'opzione sopracitata mi era stata attivata esattamente cinque giorni dopo (propio come dicono le "Condizioni generali di contratto")... Infatti, chiamando al Chiarotel (www.info412.it) , non mi risultava un aumento della bolletta... Quindi sono sicuro che Teleconomy Internet non è la solita bufala..In attesa di risposte e opinioniW. Venneri.
    • trevi55 scrive:
      Re: Teleconomy Internet funziona
      Che non lo sia, si sa...:- http://antidigitaldivide.org/index.php?name=MDForum&file=viewforum&f=4- http://groups.google.it/group/it.tlc.gestori.telecom?lnk=srgIl problema è sapere se continuerà a rimanere quella che è adesso e temo proprio di no... :(
      • Anonimo scrive:
        Re: Teleconomy Internet funziona
        (ghost) Non capisco quale sia il problema di questa discussione...? Il costo troppo elevato dell'offerta?? Probabilemente la abrogheranno?? Non funziona?? C'è troppa concorrenza?? Telecom Incompetente? WilliamV.
  • Anonimo scrive:
    non ci capisco più niente
    salve a tutti, io sono uno che ha sottoscritto la nuova flat economica di alice, e sono soddisfatto. quello di cui non sono soddisfatto invece è il modo in cui vengono fatte le cose in italia, prima gli altri operatori denunciano la telecom perchè non sono in grado di replicare l'offerta, adesso fanno tutti offerte più basse(sia pure di poco), e tanti vorrebbero una concorrenza dove la telecom è sempre e comunque dalla parte del torto. volete sapere quale è il vero problema in italia? il vero problema in italia è la mancanza di una vera classe di manager(non so come chiamarli) che abbiano davvero senso degli affari, si limitano semplicemente a fare offerte appena inferiori alla telecom, quando il problema non sarebbe questo, il vero successo sarebbe arrivare prima della telecom, avere cioè prima della telecom l'idea di una adsl economica, per esempio, o magari proporre tariffe a consumo a prezzi più interessanti, differeziare le esigenze(utenti domestici, professionali, aziende, ecc.)a forza di fare un euro meno, è chiaro che prima o poi si tocca il fondo. illustrato questo mio sfogo mi permetto una frase storica: FORSE LA TELECOM E MEGLIO DI TUTTE non tanto per i prezzi(come ho già detto tutti li fanno più bassi, anche se al garante dicono il contrario, chissa perchè) quanto perchè è stata la prima a capire le nostre esigenze ciao a tutti
  • Anonimo scrive:
    Politica = fare scelte: governare
    Credo che uno Stato abbia il diritto di decidere riguardo alle proprie infrastrutture essenziali.Telecom deve essere divisa come la Bell.Gli incentivi statali, casualmente rivolti al DTT, dovrebbero essere rivolti a "imprese" che connettano a banda larga un nuovo utente, stabilendo altresì che, trascorsi x anni, ogni utente telefonico collegabile ma non collegato costi (Y*anni) euro di sanzione.Un ulteriore idea potrebbe essere un contributo per ogni km di nuova fibra ottica stesa o centralina realizzata o convertita "a banda larga", con penalità per centraline esistenti e non convertite entro x anni.E' evidente cosa significa governare con beneficio di tutti e a costo zero.Invece abbiamo questa tariffa di 12 euro che ha come corollario due altri (oltre a quelli che avete già evidenziato) aspetti favorevoli a telecom:1) Non ti levi più il canone passando a voip su adsl;2) Magari per telefonare e navigare contemporaneamente, ti prendi una seconda linea o, peggio che peggio, una ISDN che più telecom non si può ;-)Cosa dite, me li danno 100000 euro per la consulenza?Si, + iva!!!Ciao,Maxita
  • Neptune scrive:
    è vero che costa poco...
    ...ma funziona bene? Io attualmente sto ancora usando un abbonamento messo a disposizione anni fa da Infostrada che permette il collegamento dial-up con un semplice modem a 56 KBPS e stavo progettando di passare proprio all'offerta Teleconomy Internet di Telecom però il mio dubbio rigurda la qualità del servizio quello che sto usando in questo momento lo trovo più che soddisfacente ma non vorrei una volta passato al suddetto abbonamento Telecom ritrovarmi con la fregatura anche perchè per esperienza credo di sapere che raramente prezzo basso è sinonimo di buona qualità più spesso per ottenere un servizio decente si deve sganciare il grano no?
    • trevi55 scrive:
      Re: è vero che costa poco...
      Direi proprio di no.Ossia i tuoi timori sono infondati. Qualità ottima, sempre a piena banda con isdn 128 e sempre connesso con un router che stacca e riattacca le connessioni in base alle chiamate in arrivo ed in uscita (call bumping ;))CIAO!
    • bandg4p scrive:
      Re: è vero che costa poco...
      Ti ocnviene ordinarla on-line, così puoi sfruttare il diritto di recesso entro i soliti 10gg e provarla per bene. Se non sbaglio, se disdici entro questo periodo, non ti dovrebbero addebitare i 12 euro.
  • Anonimo scrive:
    12 ? per un 56k? Prezzo troppo elevato
    Data la velocità di connessione 17 volte inferiore a quella di una normale linea ADSL un prezzo ragionevole per una connessione a 56k dovrebbe essere 17 volte inferiore.Quindi supponendo un prezzo di 20 euro per l'ADSL (a 640kbps, la più infima attualmente), il prezzo giusto per una linea a 56k dovrebbe essere di 1 euro e 20 centesimi circa al mese.Altro che 12 euro! Sono troppi. Cosa vogliono i "piccoli provider" che il loro posto di lavoro lo paghino i più poveri? Che si trovino un altro mestiere se non sono competitivi ma per favore che non dicano che il prezzo proposto è basso. Quanto al fatto che Telecom sia in torto, lo è da quasi sempre per ogni sua offerta, ma non bisogna spostare il problema facendolo pesare sui più deboli della catena (e cioè i consumatori).Che razza di soluzione è quella di sospendere il servizio?? Semmai la soluzione potrebbe essere quella di imporre a Telecom un prezzo più basso per i provider.
    • trevi55 scrive:
      Re: 12 ? per un 56k? Prezzo troppo eleva
      Non si può fare questo discorso!!! L'ADSL è una tecnologia completamente diversa. Costa molto meno al provider di una connessione dial-up permettendo velocità assai più elevati.Qui la calcolatrice usata con le velocità non vale.12? sono un prezzo buono direi... Non si trova molto altro a meno per il pstn e 24? per isdn (128k) mi pare ottimo!I paragoni di tecnologie non reggono, se guardate la "storia" di queste connessioni non possiamo che essere felici così!
      • Anonimo scrive:
        Re: 12 ? per un 56k? Prezzo troppo eleva
        Tu, parli così, vedendola nell'ottica del provider. Per contro, si potrebbe dire la cosa diametralmente opposta, guardandola con gli occhi del consumatore, che non vede cosa sta sotto all'infima 56k, bensì, la cosa più evidente: paga in maniera salatissima un servizio decine di volte più scadente rispetto a chi può avere l'adsl. E (il consumatore) s'imbestialisce ancora di più, quando ogni giorno si vede passare davanti agli occhi pubblicità di offerte adsl sempre più vantaggiose.Insomma: vogliono coprire con adsl solo le zone che piacciono più a loro, e per di più far pagare prezzi salati a chi non può avere adsl? Non si può avere la botte piena e la moglie ubriaca. :@ .
        • MiFAn scrive:
          Re: 12 ? per un 56k? Prezzo troppo eleva
          - Scritto da: Anonimo
          Tu, parli così, vedendola nell'ottica del
          provider. Per contro, si potrebbe dire la cosa
          diametralmente opposta, guardandola con gli occhi
          del consumatore, che non vede cosa sta sotto
          all'infima 56k, bensì, la cosa più evidente: paga
          in maniera salatissima un servizio decine di
          volte più scadente rispetto a chi può avere
          l'adsl. E (il consumatore) s'imbestialisce ancora
          di più, quando ogni giorno si vede passare
          davanti agli occhi pubblicità di offerte adsl
          sempre più vantaggiose.

          Insomma: vogliono coprire con adsl solo le zone
          che piacciono più a loro, e per di più far pagare
          prezzi salati a chi non può avere adsl?
          Non si può avere la botte piena e la moglie
          ubriaca. :@ .ai 12 euro ricordate che vanno OBBLIGATORIAMENTE aggiunti i 12-13 di canone voce, che gli utenti ADSL possono anche fare a meno di attivare quindi 12 euro + canone sono una bella cifra, tant'è vero che io a casa mia spendo più di telefono che di enel, e non telefono quasi mai, ma per connettermi devo avere il fisso
  • Anonimo scrive:
    Benvenuti nel paese dei balocchi
    Telecom. Fa quello che gli pare in barba al garanteRete 4. Non e' sul satellite fregandosene del garanteSky. Non segue la legge sul decoder unico alla faccia delle leggi e del garanteE sono solo le prime che mi sono venute in mente...Ma possibile che noi cittadini ed utenti comuni dobbiamo subire tutto questo ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Benvenuti nel paese dei balocchi
      hai dimenticato la RAI!!!!!!Referendum sulla privatizzazione della RAI, vinto daisi.....mi ricorda vagamente il referendum sulla responsabilità civile dei magistrati ( 2 referendum entrambi vinti a favore della responsabilità civile).....tutto sparito nel dimenticatoio credo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Benvenuti nel paese dei balocchi
      - Scritto da: Anonimo
      Telecom. Fa quello che gli pare in barba al
      garante
      Rete 4. Non e' sul satellite fregandosene del
      garante
      Sky. Non segue la legge sul decoder unico alla
      faccia delle leggi e del garante

      E sono solo le prime che mi sono venute in
      mente...

      Ma possibile che noi cittadini ed utenti comuni
      dobbiamo subire tutto questo ?Finché ci si ostinerà a votare alle elezioni i soliti noti, magari solo per fede di partito, le cose in Italia non cambieranno mai. :(
  • Anonimo scrive:
    Basterebbe semplicemente il WiMax
    In questo modo, darebbero la possibilità a tutti i provider di offrire all'utente finale servizi a prezzo concorrenziale, senza dover sottostare a telecozza e varie.Comunque, sia, spero bene che non chiudano Teleconomy, perchè, è l'unica mia speranza di poter avere una flat 56k decente e soprattutto 24h su 24h. Visto che qui, l'adsl, non c'è. Fatalità.
    • Anonimo scrive:
      Re: Basterebbe semplicemente il WiMax
      Potrebbe essere salto epocale.E io aspetto, forse troppo fiducioso di ciò che sarebbe in grado di fare, questo nuovo standard, sulla carta
  • Anonimo scrive:
    Ben gli sta
    Gli altri operatori , soprattutto l' active network , che di active ha proprio niente , ha quello che si merita ,ha speculato su noi poveracci non coperti da adsl e ora dice che non guadagnerebbe nulla offrendo il servizio come telecom ed addirittura che ha perso una buona percentuale di utenti...Ma tutti li doveti perdere gli utenti...Siete dei gradassiCampate sulle disgrazie altruiBen vi sta
  • Anonimo scrive:
    Riprendiamoci il nostro Rame
    .......................scendiamo per le strade e portiamoci a casa il rame che ci è stato sottratto!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Riprendiamoci il nostro Rame
      Se prima l'abbiamo venduta, con quale faccia ce la riprendiamo?Io 10 anni fa ho costruito una casa e l'anno scorso l'ho venduta.Con che faccia vado dall'attuale proprietario e gli dico che me la riprendo?
      • Virgio scrive:
        Re: Riprendiamoci il nostro Rame
        Se l'hai venduta tu, no. Me se l'ha venduta tuo fratello ad un decimo del valore di mercato, mentre tu eri in coma, direi che al risveglio una qualche azione legale la puoi intraprendere.
  • Anonimo scrive:
    Adsl paga e 56K ringrazia!
    C'è qualcuno che diceva che teleconomy internet era una mossa per eliminare i piccoli provider... così dopo il prezzo sarebbe potuto salire vertiginosamente (altro che 12 euro)...Io non lo credo, anch'io sono passato a teleconomy e non credo che il Garante permetterà l'aumento del prezzo ... e poi il 56K attrae relativamente poco... cioè la telecom ci guadagna molto di più sull'adsl... 4Mbit te li scordi intanto ti tocca pagare le tariffe più alte d'europa!!!! (rotfl) Quindi si può permettere di risparmiare con noi poveri 56K tanto pagate voi dell'Adsl! ;)
  • Anonimo scrive:
    La rete è della telecom!
    Poichè la rete è della telecom e che gliel'ha data lo stato italiano qualche anno fa anche l'Autority non ha molto da garantire... Inoltre gli altri provider dovrebbero stare zitti e fare invece come Fastweb che piano piano si stà espandendo su tutta Italia costruendosi la sua rete ottica cavo su cavo! E' ovvio a tutti che è impossibile che pratichino i prezzi della telecom, se poi devono pagare lo sfruttamento della rete (cosa che costa molto)...
    • Anonimo scrive:
      Re: La rete è della telecom!
      .........riprendiamoci la nostra rete!Riprendiamoci il rame che è alla base del capitale di telecom italia, apparteneva a noi tutti e ce l'hanno rubata!!!
  • Anonimo scrive:
    12 euro... OK il prezzo è giusto!
    Sono appena passato a Teleconomy Internet... e penso sia una delle poche cose buone che abbia fatto la telecom!Mettetevi nei panni di un povero ragazzo costretto a vivere in un posto dove l'adsl non la vedrà praticamente mai, figuriamoci il wi-fi... spero proprio che non intervengano sul canone d'abbonamento...
    • Anonimo scrive:
      Re: 12 euro... OK il prezzo è giusto!
      Hai ragione grazie a ciò posso giocare interottamente a Final Fanatasy Online! Per i miei scopi va bene tuttavia è terribilmente lenta quando si usa internet explorer! Qulcuno sa spiegare il perchè? (ghost) Chissa se va bene per il P2P... qualcuno l'ha provata? come sono i tempi di download (es 3MB)? (rotfl)
      • Anonimo scrive:
        Re: 12 euro... OK il prezzo è giusto!
        - Scritto da: Anonimo
        Hai ragione grazie a ciò posso giocare
        interottamente a Final Fanatasy Online! Per i
        miei scopi va bene tuttavia è terribilmente lenta
        quando si usa internet explorer!
        Qulcuno sa spiegare il perchè? (ghost)
        Chissa se va bene per il P2P... qualcuno l'ha
        provata? come sono i tempi di download (es 3MB)?
        (rotfl)Lenti ovviamente, ho scaricato da un sitoun brano di 6 mega 20-25 minuti, poi dipendeanche da dove scarichi, se limita la velocità indownload anche peggio
        • Anonimo scrive:
          Re: 12 euro... OK il prezzo è giusto!
          Per favore... non fate questi discorsi in pubblico... i possessori di adsl staranno ridendo alle nostre spalle... :'( ..
          • Anonimo scrive:
            Re: 12 euro... OK il prezzo è giusto!
            - Scritto da: Anonimo
            Per favore... non fate questi discorsi in
            pubblico... i possessori di adsl staranno ridendo
            alle nostre spalle... :'( ..Quelli ridono comunque anche se non facciamoquesti discorsi. Anche loro comunque non sono veramente felici di pagare una adsl il doppioo il triplo di quella che c'è in Francia, di averevelocità in upload (quella che serve per il P2P) basse velocità in download (4 mega) praticamente teoriche.Insomma è una gara a chi piange di più o di meno.Sigh!!!!!!!!!!!!!
      • trevi55 scrive:
        Re: 12 euro... OK il prezzo è giusto!
        - Scritto da: Anonimo
        Chissa se va bene per il P2P... qualcuno l'ha
        provata? come sono i tempi di download (es 3MB)?Con isdn doppio canale sono sul giga al giorno in down e poco meno in up... Di solito il traffico totale è sopra ai 2gb, quindi mi pare ottimo!
  • Anonimo scrive:
    Telecom ha il prezzo giusto...
    ...per avere una flat a 56k. Il problema non e` smettere di fargliela commercializzare ma di vendere la connessione agli altri provider in modo che possano rispondere in maniera concorrenziale all'offerta di telecom.12 euro al mese per una 56k 24 ore su 24 sono accettabili.
  • trevi55 scrive:
    A rimetterci saremo sempre e solo noi!
    Come dire... Spero che la Telcom abbia ragione questa volta, o per noi sarà di nuovo il ritorno al "buio". Non c'è verso.O Telecom abbassa i prezzi per gli altri operatori e permette una minima concorrenza, oppure gli unici a rimetterci saremo noi.Ma mi chiedo, com'è possibile che TI ci dia questo servizio che è OTTIMO (i problemi ci sono stati per alcuni, la larga maggioranza ha avuto un ottimo servizio), a prezzi così bassi e che non riesca a rivendere lo stesso agli altri operatori?Vado a 128 tutto il giorno, mai una disconnessione, mai un problema... Il router è acceso da mesi!Spero che la "concorrenza all'italiana" (ossia, invece che abbassare i prezzi, elimina l'avversario) non ci riporti tutti sul lastrico. :==================================Modificato dall'autore il 14/10/2005 16.23.11
    • The_GEZ scrive:
      Re: A rimetterci saremo sempre e solo no
      Ciao trevi55 !
      Ma mi chiedo, com'è possibile che TI ci dia
      questo servizio che è OTTIMO (i problemi ci sono
      stati per alcuni, la larga maggioranza ha avuto
      un ottimo servizio), a prezzi così bassi e che
      non riesca a rivendere lo stesso agli altri
      operatori?
      Vado a 128 tutto il giorno, mai una
      disconnessione, mai un problema... Il router è
      acceso da mesi!Ottimo ... oddio ...Certo per uno che muore di fame una fetta di prsciutto racida è OTIIMA, certo tutti quelli in fanco a te stanno mngiando una fiorentina, ma tu di che ti lamenti, hai la tua fetta di prosciutto rancido ...Vai a 128K quindi paghi la FOLLIA ASSOLUTA di 24 euro al mese ... bè che dire chi si accontenta gode !http://rejoignez.club-internet.fr/site_under/site_under_voip.phtmlQualcuno godei di più ...Ah come sono gli stipendi medi francesi ?==================================Modificato dall'autore il 14/10/2005 18.55.08
      • trevi55 scrive:
        Re: A rimetterci saremo sempre e solo no
        - Scritto da: The_GEZ
        Ottimo ... oddio ...
        Certo per uno che muore di fame una fetta di
        prsciutto racida è OTTIMA, certo tutti quelli in
        fanco a te stanno mngiando una fiorentina, ma tu
        di che ti lamenti, hai la tua fetta di prosciutto
        rancido ...
        Vai a 128K quindi paghi la FOLLIA ASSOLUTA di 24
        euro al mese ... bè che dire chi si accontenta
        gode !L'ho detto nel messaggio, non stiamo a fare paragoni con l'ADSL, che è tutta un altra tecnologia, sia come costi che come prestazioni. Rimanendo nel Dial-Up/ISDN la flat è OTTIMA e lo ribadisco, per quello che offre non ne esistono altre in Italia.Avere prestazioni maggiori a prezzi inferiori non penso sia fattibile senza cambiare tecnologie, ma questo è un altro discorso!CIAO!
      • Anonimo scrive:
        Re: A rimetterci saremo sempre e solo no
        - Scritto da: The_GEZ
        Ciao trevi55 !


        Ma mi chiedo, com'è possibile che TI ci dia

        questo servizio che è OTTIMO (i problemi ci sono

        stati per alcuni, la larga maggioranza ha avuto

        un ottimo servizio), a prezzi così bassi e che

        non riesca a rivendere lo stesso agli altri

        operatori?

        Vado a 128 tutto il giorno, mai una

        disconnessione, mai un problema... Il router è

        acceso da mesi!

        Ottimo ... oddio ...
        Certo per uno che muore di fame una fetta di
        prsciutto racida è OTIIMA, certo tutti quelli in
        fanco a te stanno mngiando una fiorentina, ma tu
        di che ti lamenti, hai la tua fetta di prosciutto
        rancido ...
        Vai a 128K quindi paghi la FOLLIA ASSOLUTA di 24
        euro al mese ... bè che dire chi si accontenta
        gode !è proprio questo il punto, si paga come l'adsl per avere un servizio minimo.cmq, per chi non è raggiunto dall'adsl (come me) non ci sono alternative, 10 ? + iva al mese sono molto ragionevoli.però nessuno si è mai lamentato del fatto che le flat 56k sono state pochissime ed a prezzi fuori di testa, tipo le flat proposte da "CLICK.IT", che tra l'altro di flat non avevano niente, visto il limite delle ore imposte.adesso ci state a rompere i maroni? rivoglio la SIP!!!
  • Anonimo scrive:
    Punto Informatico da che parte sta?
    E' già la seconda volta che Punto Informatico attacca la Flat di Telecom, la prima volta adducendo problemi coi clienti sollevati da AntidigitalDivide, adesso finalmente gettando la maschera e dicendo che da che parte state.AMICI DI PI: per anni avete lamentato il fatto che la Telecom non offriva una flat ben prima che nascesse il boom dell'adsl.Nata l'adsl avete SMESSO DI PARLARE DELLE FLAT non ve ne siete più interessati. Tanto il problema era risolto?Perchè non avete detto che le flat analogiche attuali a colpi di 60/90 al mese per una connessione 56K a singhiozzo ( leggasi BOIATE strozzinare come l'AUP et simili) NON SONO CHE UNA FREGATURA?Adesso che la Telecom bontà sua lancia l'offerta FINALE che dopo anni risolve il problema, siete i primi a raccogliere la voce degli AVVOLTOI delle Flat che lanciano fuoco e fiamme.EH NO, non si fa così.Per una volta che al pubblico viene fatta un'offerta decente la CHIUDIAMO?
    • Faus74 scrive:
      Re: Punto Informatico da che parte sta?
      Non mi pare che PI stia dalla parte di qualcuno,leggo notizie pro e contro tutti,quindi come vedi mi sembra inutile la tua polemica,se di polemica si tratta.
      • Anonimo scrive:
        Re: Punto Informatico da che parte sta?
        ...ma stai zitto agente del marketing telecom anonimo!!!!!!
        • MiFAn scrive:
          Re: Punto Informatico da che parte sta?
          - Scritto da: Anonimo
          ...ma stai zitto agente del marketing telecom
          anonimo!!!!!!
          chi ?Faust 74 ??questa è la boiata del secolo (rotfl)
          • Faus74 scrive:
            Re: Punto Informatico da che parte sta?
            Ma no,penso si riferisse all'altro anonimo...Se si riferiva a me,forse non mi conosce,o non mi legge,ehehehe
    • Anonimo scrive:
      Re: Punto Informatico da che parte sta?
      Hai parlato come un libro stampato! :) Concordo appieno!
      • Anonimo scrive:
        Re: Punto Informatico da che parte sta?
        - Scritto da: Anonimo
        Hai parlato come un libro stampato! Si, stampato male però.Teleconomy è un'offerta senza concorrenza. :s
    • Sandro kensan scrive:
      Re: Punto Informatico da che parte sta?
      - Scritto da: Anonimo
      E' già la seconda volta che Punto Informatico
      attacca la Flat di Telecom, la prima volta
      adducendo problemi coi clienti sollevati da
      AntidigitalDivide, adesso finalmente gettando la
      maschera e dicendo che da che parte state.No, l'offerta di Telecom non va bene, l'offerta deve essere replicabile e Teleconomy non è replicabile, mi pare evidente.A me può pure fare comodo questa tariffa ma so bene che è un modo per mettere sul lastrico i concorrenti, una volta fallite le varie Ngi, Tele2, ecc Telecom ha campo libero per fare le tariffe che vuole.Mi dispiace ma questi trucchi sono vecchi come il cucco.
      • Marckuzio scrive:
        Re: Punto Informatico da che parte sta?
        è sbagliato il concetto ke i provider x risparmiare sul breve periodo affittino le lineevolete ke finisca il monopolio? investite i soldi ke avete, magari invece di dare disponibilita in tutta italia all'inizio la date a pochi capoluoghi ingrandendovi con calma, e fatevi le vostre lineeLa telecom è una societa privata ha tutto il diritto di fare una flat coi prezzi ke vuole....libero mercato lo ricordate il termine no?Alla difesa del consumatore...ricordate anke questo motto no? Ora c'è una tariffa a vantaggio del consumatore...ma la concorrenza, si proprio quella ke deve fare abbassare i prezzi, vuole ke stiano piu altiMa a sto punto xkè non facciamo come nella fonia mobile, tutti d'accordo con tariffe identiche rivolte verso l'alto e non se ne parla piu???In italia la situazione vergognosa non è il monopolio telecom(ke cmq non è bello) ma quello ke si fa, ops non si fa x farlo cessare
        • Anonimo scrive:
          Re: Punto Informatico da che parte sta?
          Yep..Quoto Really Very
        • Anonimo scrive:
          Re: Punto Informatico da che parte sta?
          E' vergognoso il tuo post, ke kazzo ti kosta a usare un ch invece delle k?
          • Anonimo scrive:
            Re: Punto Informatico da che parte sta?
            - Scritto da: Anonimo
            E' vergognoso il tuo post, ke kazzo ti kosta a
            usare un ch invece delle k?Di cosa ti stupisci, tutti i dodicenni scrivono cosi :D
          • Marckuzio scrive:
            Re: Punto Informatico da che parte sta?
            - Scritto da: Anonimo
            E' vergognoso il tuo post, ke kazzo ti kosta a
            usare un ch invece delle k?e il tuo è un commento inutile, fatto da uno che non ha nemmeno un nickPerchè invece non dici la tua riguardo la questione? Criticare è facile pensare un po meno??
          • Anonimo scrive:
            Re: Punto Informatico da che parte sta?

            Perchè invece non dici la tua riguardo la
            questione? Criticare è facile pensare un po
            meno??
            A leggere i tuoi post sembra di si.
          • Marckuzio scrive:
            Re: Punto Informatico da che parte sta?
            io la mia l'ho detta...tu?
    • Anonimo scrive:
      Re: Punto Informatico da che parte sta?
      - Scritto da: Anonimo
      E' già la seconda volta che Punto Informatico
      attacca la Flat di Telecom, la prima volta
      adducendo problemi coi clienti sollevati da
      AntidigitalDivide, adesso finalmente gettando la
      maschera e dicendo che da che parte state.
      AMICI DI PI: per anni avete lamentato il fatto
      che la Telecom non offriva una flat ben prima che
      nascesse il boom dell'adsl.
      Nata l'adsl avete SMESSO DI PARLARE DELLE FLAT
      non ve ne siete più interessati.
      Tanto il problema era risolto?
      Perchè non avete detto che le flat analogiche
      attuali a colpi di 60/90 al mese per una
      connessione 56K a singhiozzo ( leggasi BOIATE
      strozzinare come l'AUP et simili) NON SONO CHE
      UNA FREGATURA?
      Adesso che la Telecom bontà sua lancia l'offerta
      FINALE che dopo anni risolve il problema, siete i
      primi a raccogliere la voce degli AVVOLTOI delle
      Flat che lanciano fuoco e fiamme.
      EH NO, non si fa così.
      Per una volta che al pubblico viene fatta
      un'offerta decente la CHIUDIAMO?Ma ti sei accorto solo adesso da che parte sta punto P.I.? Vai a leggere l'articolo che hanno scritto appena Telecom aveva portato l'adsl a 19 euro e non avrai più dubbi.
      • Northwind scrive:
        Re: Punto Informatico da che parte sta?
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        E' già la seconda volta che Punto Informatico

        attacca la Flat di Telecom, la prima volta

        adducendo problemi coi clienti sollevati da

        AntidigitalDivide, adesso finalmente gettando la

        maschera e dicendo che da che parte state.

        AMICI DI PI: per anni avete lamentato il fatto

        che la Telecom non offriva una flat ben prima
        che

        nascesse il boom dell'adsl.

        Nata l'adsl avete SMESSO DI PARLARE DELLE FLAT

        non ve ne siete più interessati.

        Tanto il problema era risolto?

        Perchè non avete detto che le flat analogiche

        attuali a colpi di 60/90 al mese per una

        connessione 56K a singhiozzo ( leggasi BOIATE

        strozzinare come l'AUP et simili) NON SONO CHE

        UNA FREGATURA?

        Adesso che la Telecom bontà sua lancia l'offerta

        FINALE che dopo anni risolve il problema, siete
        i

        primi a raccogliere la voce degli AVVOLTOI delle

        Flat che lanciano fuoco e fiamme.

        EH NO, non si fa così.

        Per una volta che al pubblico viene fatta

        un'offerta decente la CHIUDIAMO?



        Ma ti sei accorto solo adesso da che parte sta
        punto P.I.? Vai a leggere l'articolo che hanno
        scritto appena Telecom aveva portato l'adsl a 19
        euro e non avrai più dubbi. :| ...é incredibile come certa gente al posto del cervello utilizzi i piedi per pensare ...Ma almeno Vi rendete conto delle stupidaggini che scrivete ??? Nel caso di Telecom stiamo parlando di quello che in gergo tecnico si chiama "Dumping" !!!!Qui il problema non é il vantaggio MOMENTANEO dell'utente finale, cioé di Te e Me che paghiamo meno IN QUESTO MOMENTO, ma é il FUTURO che conterà ... possibile che tutti i casi di "posizione dominante o monopolista" come p.e. Microsoft, tanto per citarne una, oppure quello che stà succedendo con la Cina non Vi ha insegnato proprio niente ??????Forse é meglio fare qualche esempio per quelli che proprio non ci arrivano:mettiamo che io sia uno dei, diciamo, venti fornitori di acqua, ma a differenza degli altri oltre a vendere l'acqua sono anche il proprietario esclusivo dei tubi che portano l'acqua alle case, quindi gli altri fornitori di acqua mio devono pagare un dazio per poter usare le mie tubazioni.Mettiamo quindi il caso che tutti e venti fornitori abbiano un costo base dell'acqua di 1 Euro, poi ci sono i costi di gestione, questi costi di gestione possono essere variabili in base all'efficienza delle società, ma mettiamo che il costo sia mediamente di 1 altro Euro, a questo punto subentra il dazio che le altre società mi devono pagare per il trasporto (l'uso dei tubi), diciamo 2 Euro, quindi TUTTI hanno un costo medio di 4 Euro,benissimo ora mettiamoci il guadagno, (nessuna società lavora per la gloria ...ma per guadagnare) quindi ci sarà qualcuno che chiede un euro, qualcun altro 0,98 e via dicendoQuindi l'tente finale paga una media di 5 EuroOra scatta ovviamente il meccanismo della concorrenza, cioé tutti e venti operatori vogliono espandersi, quindi devono "Fregare " clienti alle altre società, come fare ? be riduciamo il guadagno quindi qualcuno comincia a chiedere anche soltanto 10 centesimi di utile, vendendo quindi l'acqua all'utente finale a 4,10 Euro. A questo punto, io, detentore dei tubi, decido di non calcolare per un certo periodo il MIO costo dei tubi (i tubi sono miei e quindi chi me lo impedisce???), e quindi posso vendere l'acqua al privato anche a 3 Euro, cosa che le altre 19 società non potranno mai fare, visto che hanno costi fissi di 4 Euro.Secondo Te cosa succederà???? In meno di un anno le altre 19 società chiuderanno baracca e burattini ed io resto unico fornitore, senza concorrenti, quindi ...aumenterò il prezzo dell'acqua a .. 5, e poi 6 e poi 7 Euro, tanto non ci sarà più nessuno a rompermi le scatole ...ed é esattamente quello che stà facendo la Telecom ... loro sono i proprietari delle linee (i cavi e le centraline) e loro stanno vendendo la flat ad un prezzo inferiore di quello che loro stanno facendo pagare come affitto delle linee agli altri provider, che quindi non potranno MAI concorrere ......e così in breve tempo torneremo ad avere un unica compagnia telefonica, come ai "bei" (????) vecchi tempi del monopolio Sip-Telecom Stato ...Usatelo ... il cervello ogni tanto ...Christian
        • Anonimo scrive:
          Re: Punto Informatico da che parte sta?
          - Scritto da: Northwind

          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: Anonimo


          E' già la seconda volta che Punto Informatico


          attacca la Flat di Telecom, la prima volta


          adducendo problemi coi clienti sollevati da


          AntidigitalDivide, adesso finalmente gettando
          la


          maschera e dicendo che da che parte state.


          AMICI DI PI: per anni avete lamentato il fatto


          che la Telecom non offriva una flat ben prima

          che


          nascesse il boom dell'adsl.


          Nata l'adsl avete SMESSO DI PARLARE DELLE FLAT


          non ve ne siete più interessati.


          Tanto il problema era risolto?


          Perchè non avete detto che le flat analogiche


          attuali a colpi di 60/90 al mese per una


          connessione 56K a singhiozzo ( leggasi BOIATE


          strozzinare come l'AUP et simili) NON SONO
          CHE


          UNA FREGATURA?


          Adesso che la Telecom bontà sua lancia
          l'offerta


          FINALE che dopo anni risolve il problema,
          siete

          i


          primi a raccogliere la voce degli AVVOLTOI
          delle


          Flat che lanciano fuoco e fiamme.


          EH NO, non si fa così.


          Per una volta che al pubblico viene fatta


          un'offerta decente la CHIUDIAMO?







          Ma ti sei accorto solo adesso da che parte sta

          punto P.I.? Vai a leggere l'articolo che hanno

          scritto appena Telecom aveva portato l'adsl a 19

          euro e non avrai più dubbi.


          :| ...é incredibile come certa gente al posto
          del cervello utilizzi i piedi per pensare ...

          Ma almeno Vi rendete conto delle stupidaggini che
          scrivete ???
          Nel caso di Telecom stiamo parlando di quello che
          in gergo tecnico si chiama "Dumping" !!!!

          Qui il problema non é il vantaggio MOMENTANEO
          dell'utente finale, cioé di Te e Me che paghiamo
          meno IN QUESTO MOMENTO, ma é il FUTURO che
          conterà ... possibile che tutti i casi di
          "posizione dominante o monopolista" come p.e.
          Microsoft, tanto per citarne una, oppure quello
          che stà succedendo con la Cina non Vi ha
          insegnato proprio niente ??????

          Forse é meglio fare qualche esempio per quelli
          che proprio non ci arrivano:

          mettiamo che io sia uno dei, diciamo, venti
          fornitori di acqua, ma a differenza degli altri
          oltre a vendere l'acqua sono anche il
          proprietario esclusivo dei tubi che portano
          l'acqua alle case, quindi gli altri fornitori di
          acqua mio devono pagare un dazio per poter usare
          le mie tubazioni.
          Mettiamo quindi il caso che tutti e venti
          fornitori abbiano un costo base dell'acqua di 1
          Euro, poi ci sono i costi di gestione, questi
          costi di gestione possono essere variabili in
          base all'efficienza delle società, ma mettiamo
          che il costo sia mediamente di 1 altro Euro, a
          questo punto subentra il dazio che le altre
          società mi devono pagare per il trasporto (l'uso
          dei tubi), diciamo 2 Euro, quindi TUTTI hanno un
          costo medio di 4 Euro,
          benissimo ora mettiamoci il guadagno, (nessuna
          società lavora per la gloria ...ma per
          guadagnare) quindi ci sarà qualcuno che chiede un
          euro, qualcun altro 0,98 e via dicendo
          Quindi l'tente finale paga una media di 5 Euro
          Ora scatta ovviamente il meccanismo della
          concorrenza, cioé tutti e venti operatori
          vogliono espandersi, quindi devono "Fregare "
          clienti alle altre società, come fare ? be
          riduciamo il guadagno quindi qualcuno comincia a
          chiedere anche soltanto 10 centesimi di utile,
          vendendo quindi l'acqua all'utente finale a 4,10
          Euro.
          A questo punto, io, detentore dei tubi, decido di
          non calcolare per un certo periodo il MIO costo
          dei tubi (i tubi sono miei e quindi chi me lo
          impedisce???), e quindi posso vendere l'acqua al
          privato anche a 3 Euro, cosa che le altre 19
          società non potranno mai fare, visto che hanno
          costi fissi di 4 Euro.
          Secondo Te cosa succederà???? In meno di un anno
          le altre 19 società chiuderanno baracca e
          burattini ed io resto unico fornitore, senza
          concorrenti, quindi ...
          aumenterò il prezzo dell'acqua a .. 5, e poi 6 e
          poi 7 Euro, tanto non ci sarà più nessuno a
          rompermi le scatole ...

          ed é esattamente quello che stà facendo la
          Telecom ... loro sono i proprietari delle linee
          (i cavi e le centraline) e loro stanno vendendo
          la flat ad un prezzo inferiore di quello che loro
          stanno facendo pagare come affitto delle linee
          agli altri provider, che quindi non potranno MAI
          concorrere ...

          ...e così in breve tempo torneremo ad avere un
          unica compagnia telefonica, come ai "bei" (????)
          vecchi tempi del monopolio Sip-Telecom Stato ...

          Usatelo ... il cervello ogni tanto ...

          Christian




          Questo si chiama vedere aldiladelproprionaso ;) cosa poco diffusa.Pensi che qualcuno abbia capito? Spero proprio di si ma ho seri dubbi...
      • Luca Schiavoni scrive:
        Re: Punto Informatico da che parte sta?
        - Scritto da: Anonimo
        Ma ti sei accorto solo adesso da che parte sta
        punto P.I.? Vai a leggere l'articolo che hanno
        scritto appena Telecom aveva portato l'adsl a 19
        euro e non avrai più dubbi.oooh siiii vaiii FACCI SOGNAREEEEEEEeeee ! :Dgrande grande mitico LucaS
  • Anonimo scrive:
    Non c'è peggior sordo...
    Mi sembra che molti non afferrino il contenuto della protesta dei Provider.Esiste un regolamento per il mercato TLC? SILe offerte di Telecom Italia devono essere replicabili? SIEsiste un authority? SITelecom Italia ha fatto un offerta replicabile? NOHa rispettato le indicazioni dell'authority? NOTutte le solite storie del dovete fallire, adesso ci fate togliere l'offerta, etc. Non c'entrano niente con l'articolo e con le richieste dei provider. Se esce un offerta di Telecom deve essere replicabile perchè questo è quanto stabilito dalle norme che regolano il mercato TLC.
  • Anonimo scrive:
    LA soluzione c'è ma nessuno la vuole...
    Si fa tanto parlare di garante, antitrust e blablabla.Come può esserci libero mercato e concorrenza nel momento in cui l'azienda che possiede e vende l'unica infrastruttura esistente in Italia, vende anche il servizio basato su essa? Lo capisce anche un bambino che se io sono l'unico produttore di uova e produco anche torte, quando vendo le uova agli altri alzo il prezzo a sproposito per far sì che le mie torte abbiano il prezzo più basso pur guadagnandoci mostruosamente!E' possibile che nessuno l'abbia capito lassù nelle stanze dei bottoni? O l'hanno capito e ne stanno semplicemente aprofittando?Non voglio essere malizioso, ma questa situazione che va ormai avanti da anni (e si ripete anche in altri settori) mi da solo l'idea che ci sia un ammiccamento da parte del potere politico nei confronti di quelli che godono del potere di monopolio telefonico (& co).
    • Faus74 scrive:
      Re: LA soluzione c'è ma nessuno la vuole
      Concordo in pieno con il tuo discorso ma soprattutto con questo:- Scritto da: Anonimo
      E' possibile che nessuno l'abbia capito lassù
      nelle stanze dei bottoni? O l'hanno capito e ne
      stanno semplicemente aprofittando?Ne stanno approfittando,ormai è lampante agli occhi di tutti.
    • Anonimo scrive:
      Re: LA soluzione c'è ma nessuno la vuole
      Non per farci pubblicita', ma noi Verdi, nel nostro programma (www.sapereliberatutti.it) proponiamo di tornare ad una infrastruttura pubblica. poi Telecom vendera' tutti i servizi che vuole, ma l'infrastruttura su cui viaggioano i servzi, essendo monopolio devono essere dello Stato.
      • Anonimo scrive:
        Re: LA soluzione c'è ma nessuno la vuole
        E dove li prendete i soldi per ricomprarvi la rete?
        • Anonimo scrive:
          Re: LA soluzione c'è ma nessuno la vuole
          - Scritto da: Anonimo
          E dove li prendete i soldi per ricomprarvi la
          rete?ma che razza di domanda...e ti aspetti una risposta dai verdi ??
          • Anonimo scrive:
            Re: LA soluzione c'è ma nessuno la vuole
            Se vogliono ricomprarsi la rete devono trovare i soldi da qualche parte...
          • Anonimo scrive:
            Re: LA soluzione c'è ma nessuno la vuole
            Sono perfettamente d'accordo.Dimentichi però una cosa: nel contratto in cui lo Stato ha venduto rete e clienti, non c'era da nessuna parte una clausola che imponeva la separazione dell'azienda in due parti: rete e clienti.E' ovvio che mettendoli insieme si ha un valore aggiunto.Secondo me, se lo Stato ordinasse uno split azionario a Telecom Italia, quest'ultima potrebbe fare ricorso alla UE... E molto probabilmente lo vincerebbe e lo Stato dovrebe anche risarcirla...
          • Anonimo scrive:
            Re: LA soluzione c'è ma nessuno la vuole
            - Scritto da: Anonimo
            Sono perfettamente d'accordo.
            Dimentichi però una cosa: nel contratto in cui lo
            Stato ha venduto rete e clienti, non c'era da
            nessuna parte una clausola che imponeva la
            separazione dell'azienda in due parti: rete e clienti.
            E' ovvio che mettendoli insieme si ha un valore aggiunto.Ormai Telecom è stata acquistata e lo stato non ha alcun obbligo verso di essa, non penso potrebbero esserci problemi legali a farla dividere se si da un adeguato preavviso
          • Anonimo scrive:
            Re: LA soluzione c'è ma nessuno la vuole
            Per colpa del centrosinistra, che decise di vendere il tutto ad una sola società!Se invece avesse venduto rete e clienti a due società diverse... oggi non aremmo questo problema.Ormai non si può più tornare indietro.Complimenti centrosinistra!
          • Alessandrox scrive:
            E' bene che sappiano quelli del CSX...
            - Scritto da: Anonimo
            Per colpa del centrosinistra, che decise di
            vendere il tutto ad una sola società!
            Se invece avesse venduto rete e clienti a due
            società diverse... oggi non aremmo questo
            problema.
            Ormai non si può più tornare indietro.
            Complimenti centrosinistra!Che la privatizzazione Telecom e' stata patrocinata e gestita dalla passata legislatura "progressista" tramite D' Alema, ***PRODI*** ecc.Ecco il progresso.... il progresso degli eventi.Non e' per far polemica anche perche' non si puo' certo parlare di "progresso" nemmeno con il CDX.... per quanto almeno piu' onestamente evitino di richiamarsi a vaghe idee di "avanzamento, miglioramento".....Si dicono semplicemente Liberi ... di far cosa (in pratica un po' quel che gli pare) poi e' un' altra questione....
          • Anonimo scrive:
            Re: LA soluzione c'è ma nessuno la vuole
            Bella soluzione!Così Telecomwire può fare il prezzo alto per tutti, evitando così il conflitto di interessi che (nel breve) avvantaggia i clienti (es: flat a 12 euro). :(
        • Anonimo scrive:
          Re: LA soluzione c'è ma nessuno la vuole
          - Scritto da: Anonimo
          E dove li prendete i soldi per ricomprarvi la
          rete?Basterebbe restituire alla Telecom merda la cifra che sborsò all'epoca del Governo Prodi (di cui facevano parte anche i Verdi, mi sembra) per assicurarsi la rete stessa: poca roba, te l'assicuro, all'epoca le venne letteralmente regalata.P.S. Non ho nulla a che fare coi Verdi, ma la necessità di cui si parla rimane inderogabile: riportare le infrastrutture nel settore pubblico per poi affittarle AD EFFETTIVA PARITA' DI CONDIZIONI ai vari ISP, che si giocano le rispettive fette di mercato sul piano delle tariffe. Per ora abbiamo solo i difetti del monopolio uniti a quelli del privato.
          • Northwind scrive:
            Re: LA soluzione c'è ma nessuno la vuole
            Non c'é nessuna necessità che lo stato rimetta le sue manine voraci sulle reti, come già scritto da altri basterebbe una netta divisione tra chi vende servizi agli utenti finali e chi fornisce servizi di base (cioé la rete) Vi ricordate il caso Bell negli Stati Uniti ?? Basterebbe replicarlo e l'Antitrust ed il Governo potrebbero farlo benissimo, peraltro con il pieno appoggio proprio dell'Unione Europea.In sostanza basterebbe obbligare Telecom a cedere la rete ad un soggetto terzo, ad un prezzo equo, quindi anche tenendo conto di un utile, mettendo poi il vincolo che i provider dei servizi agli utenti finali non possano detenere quote delle o della società che detiene la o le reti infrastrutturali. Peraltro non sarebbe nemmeno una novità in Italia ma semplicemente la replica di quanto stà succedendo con l'Enel, che hanno spaccato in due: Enel che vende la corrente e Terna che detiene la rete ...La proposta dei Verdi ovviamente é assurda, a parte il fatto che l'UE si opporrebbe immediatamente, lo stato non ha ne i soldi ne la capacità d'investimento futuro per la gestione ... mi sembra che 50 anni di statalismo l'abbiano ormai reso più che evidente ... non esiste un unica azienda gestita dallo stato negli anni, che non abbia prodotto disastri ... Ma non é giusto neanche addossare al governo Prodi la responsabilità di questa situazione, perché loro non avevano una grande scelta (e a scanso di equivoci NON sono di sinistra, anzi), ai tempi c'era una direttiva dell'UE che andava rispettata (eravamo già stati condannati 3 volte per non averla recepita) e chiunque sarebbe stato al governo avrebbe dovuto privatizzare la Telecom. Ma il problema a suo tempo era che la RETE era completamente obsoleta. Per vendere separatamente Rete e Telecom, lo stato avrebbe dovuto investire ingenti somme per sanare la società che avrebbe detenuto soltanto la rete, cosa che, con la prevista imminente entrata nell'Euro ed il rispetto dei criteri di Maastricht a quei tempi, sarebbe stato impensabile, dato che già allora raschiavamo il fondo del barile, e per entrare nell'Euro sono stati fatti artifizi contabili, operazioni di swapping, cartolarizzazioni, fiscalizzazioni, ecc. per non parlare apertamente di peggio... Se gli amministratori di un'azienda privata avessero fatto anche solo un decimo di quello che combina lo stato tutti gli anni con il proprio bilancio, sarebbero tutti in galera per qualche centinaio di anni ....:-)))Come detto a quei tempi il governo non aveva grandi scelte, aveva bisogno di liquidità e velocemente, e per vendere qualcosa serve renderlo appetibile, ... é una semplice legge di mercato, la Telecom senza rete sarebbe stato praticamente invendibile ( o avete dimenticato i casi Lancia, Alfa Romeo, Fincantieri, Italsider, ecc......).Inoltre, pur non essendo ovviamente un amante della Telecom, bisogna comunque rendere onore alla stessa, che in meno di cinque anni ha modernizzato e portato a standard ormai vicini (quasi ...vicini) a quelli di altri paesi europei avanzati, una rete infrastrutturale che era obsoleta e allo sfascio, vecchia in gran parte anche di 25 anni, con certe zone d'Italia che in larga misura utilizzavano ancora i cablaggi costruiti ai tempi di Mussolini ..., con centraline analogiche in larga parte addirittura ancora a rotelle scattanti ....Tornando comunque al tema principale, oggi, se ci fosse la volontà politica, obbligare Telecom a vendere la rete, lo si potrebbe fare benissimo, il problema reale é che allo stato non gliene frega nulla, e nessuno (ne di sinistra ne di destra) ha realmente voglia di alienarsi l'establishment finanziario ed economico del nostro bel paese.Christian
          • Alessandrox scrive:
            Incumbent o Monopolista?
            Premetto che sono comunque daccordo con la tua proposta, probabilmente rimettere anche una parte della societa' nelle mani dello stato ci costerebbe di piu' (ora e a causa del pasticcio comunque creato dallo stato STESSO, o meglio dei MINISTRI dello Stato e dai politici di allora).- Scritto da: Northwind
            Non c'é nessuna necessità che lo stato rimetta le
            sue manine voraci sulle reti, come già scritto da
            altri basterebbe una netta divisione tra chi
            vende servizi agli utenti finali e chi fornisce
            servizi di base (cioé la rete) Vi ricordate il
            caso Bell negli Stati Uniti ??
            Basterebbe replicarlo e l'Antitrust ed il
            Governo potrebbero farlo benissimo, peraltro con
            il pieno appoggio proprio dell'Unione Europea.
            In sostanza basterebbe obbligare Telecom a cedere
            la rete ad un soggetto terzo, ad un prezzo equo,
            quindi anche tenendo conto di un utile, mettendo
            poi il vincolo che i provider dei servizi agli
            utenti finali non possano detenere quote delle o
            della società che detiene la o le reti
            infrastrutturali. Non basterebbe.... come qualcuno ha gia' osservato occorrerebbe anche una leggina ad hoc che vietasse la vendita diretta al dettaglio di offerte commerciali a chi possiede oltre una X% delle infrastrutture nazionali.
            Peraltro non sarebbe nemmeno una novità in Italia
            ma semplicemente la replica di quanto stà
            succedendo con l'Enel, che hanno spaccato in due:
            Enel che vende la corrente e Terna che detiene la
            rete ...Esatto , purtroppo le decisioni sono prese per convenienze e pressioni e non per giustizia,casualmente le pressioni e le convenienze nel caso Enel coincidevano con delle istanze di giustizia...
            La proposta dei Verdi ovviamente é assurda, a
            parte il fatto che l'UE si opporrebbe
            immediatamente, lo stato non ha ne i soldi ne la
            capacità d'investimento futuro per la gestione
            ... mi sembra che 50 anni di statalismo l'abbiano
            ormai reso più che evidente ... non esiste un
            unica azienda gestita dallo stato negli anni, che
            non abbia prodotto disastri ... Mah... questo discordo delle "mani voraci dello stato" mi lascia un po' perplesso... perche' stando a questo principio allora TUTTO ma proprio TUTTO andrebbe privatizzato dato che non ha alcun senso dire che lo stato e' vorace con certi enti, aziende istituti e non con il resto... insomma mettiamoci daccordo: lo stato siamo NOI + le persone alle quali abbiamo delegato il compito di fare da amministratori... se i secondi non hanno dimostrato di far bene il ooro lavoro i PRIMI (non in qualita' di cittadini lavoratori e paganti ma in qualita' di Deleganti e VOtanti) che hanno fatto?Piuttosto c'e' da capire Bene COME questa privatizzazione e' stata gestita e perche'... e che uso ne e' stato fatto dei soldi ricavati....
            Ma non é giusto neanche addossare al governo
            Prodi la responsabilità di questa situazione,
            perché loro non avevano una grande scelta (e a
            scanso di equivoci NON sono di sinistra, anzi),
            ai tempi c'era una direttiva dell'UE che andava
            rispettata (eravamo già stati condannati 3 volte
            per non averla recepita) e chiunque sarebbe stato
            al governo avrebbe dovuto privatizzare la
            Telecom. Ma il problema a suo tempo era che la
            RETE era completamente obsoleta. Per vendere
            separatamente Rete e Telecom, lo stato avrebbe
            dovuto investire ingenti somme per sanare la
            società che avrebbe detenuto soltanto la rete,
            cosa che, con la prevista imminente entrata
            nell'Euro ed il rispetto dei criteri di[...]
            Come detto a quei tempi il governo non aveva
            grandi scelte, aveva bisogno di liquidità e
            velocemente, e per vendere qualcosa serve
            renderlo appetibile, ... é una semplice legge di
            mercato, la Telecom senza rete sarebbe stato
            praticamente invendibile ( o avete dimenticato i
            casi Lancia, Alfa Romeo, Fincantieri, Italsider,
            ecc......).No no.... nessuno con buon senso contesterebbe la privatizzazione della SIP-Telecom in se, semmai il modo in cui e' stata pensata e gestita: si poteva benissimo rispettare gli obblighi di Maastricht suddividendola da subito in 2 tronconi e stabilendo dei paletti legislativi per chi aveva il mercato delle infrastrutture.... senza contare poi che spesso le cose fatte in fretta e furia sono piu' una perdita che un guadagno.... No le cose vanno fatte perbene, specialmente se si tratta delle cose di TUTTI.la rete era obsoleta? Una volta ceduta sarebbe stato affar loro....l' azienda e' privata che si dia da fare con i propri sforzi no? Anzi visto che molti lavori infrastrutturali erano ancora DA FARE ci sarebbe stato MOLTO piu' spazio per una concorrenza EUROPEA e invece, come al solito, hanno BLINDATO un mercato ritardandone la liberalizzazione e distorcendola ad hoc per poi accollare alla collettivita' l' onere di "AIUTARE" e favorire un' azienda PRIVATA (unica e monopolista) a modernizzarsi.....
            Inoltre, pur non essendo ovviamente un amante
            della Telecom, bisogna comunque rendere onore
            alla stessa, che in meno di cinque anni ha
            modernizzato e portato a standard ormai vicini
            (quasi ...vicini) a quelli di altri paesi europei
            avanzati, una rete infrastrutturale che era
            obsoleta e allo sfascio, vecchia in gran parte
            anche di 25 anni, con certe zone d'Italia che in
            larga misura utilizzavano ancora i cablaggi
            costruiti ai tempi di Mussolini ..., con
            centraline analogiche in larga parte addirittura
            ancora a rotelle scattanti ....Guarda che la stessa cosa sarebbe avvenuta anche in un sistema di mercato liberalizzato.....Forse, e questo posso capirlo e in una certa misura concederlo, c' era il timore di poter perdere un' importante azienda nazionale con tanto di know How (che nonostante l' arretratezza di una parte delle infrastrutture, non mancava ed era d' eccellenza) ma, ripeto, si potevano fare le cose in altro modo,...che problemi avrebbe creato alla modernizzazione delle infrastrutture il dividere l' azienda in due entita?Spiegalo meglio....
            Tornando comunque al tema principale, oggi, se ci
            fosse la volontà politica, obbligare Telecom a
            vendere la rete, lo si potrebbe fare benissimo,
            il problema reale é che allo stato non gliene
            frega nulla, e nessuno (ne di sinistra ne di
            destra) ha realmente voglia di alienarsi
            l'establishment finanziario ed economico del
            nostro bel paese.Ohhhh ecco le paroline magiche che spiegano tutto... "establishment finanziario ed economico"; tu parli di ORA ma credi che allora gli fregasse qualcosa delle gente? Credi davvero che non furono le scelte di allora "guidate" dagli interessi dell' "establishment finanziario ed economico"?Ora si che i conti tornano......
      • Anonimo scrive:
        Re: LA soluzione c'è ma nessuno la vuole
        leggasi "basta vedere le tariffe dell'Enel"
    • Anonimo scrive:
      Re: LA soluzione c'è ma nessuno la vuole
      - Scritto da: Anonimo
      Si fa tanto parlare di garante, antitrust e
      blablabla.

      Come può esserci libero mercato e concorrenza nel
      momento in cui l'azienda che possiede e vende
      l'unica infrastruttura esistente in Italia, vende
      anche il servizio basato su essa?
      Lo capisce anche un bambino che se io sono
      l'unico produttore di uova e produco anche torte,
      quando vendo le uova agli altri alzo il prezzo a
      sproposito per far sì che le mie torte abbiano il
      prezzo più basso pur guadagnandoci
      mostruosamente!

      E' possibile che nessuno l'abbia capito lassù
      nelle stanze dei bottoni? O l'hanno capito e ne
      stanno semplicemente aprofittando?

      Non voglio essere malizioso, ma questa situazione
      che va ormai avanti da anni (e si ripete anche in
      altri settori) mi da solo l'idea che ci sia un
      ammiccamento da parte del potere politico nei
      confronti di quelli che godono del potere di
      monopolio telefonico (& co).Il Tronky ti sta alzando alle spalle il dito medio della mano destra, non te ne sei accorto? :p
    • Anonimo scrive:
      Re: LA soluzione c'è ma nessuno la vuole
      una volta che telecom fa una ottima offerta non lamentiamoci sempre.....o che come cittadini e/o come stato la ricompriamo , poi la riprivatizziamo dividendola prima in 2 parti, la telecom cavi/linea e la telecom servizio telefonico, oppure cosa pretendiamo ? che da padrona dei cavi perda tutti i suoi clienti ? autolesionismo allo stato puro...... e per l'etica del garante, da padrona dei cavi subisca il famoso : perchè pagare di più.....forse i concorrenti dovrebbero svegliarsi con tecnologie nuove, non con pochi investimenti mendicare da parassiti........almeno cosi mi sembra la ( criticabile..ecc ecc ) la realtàEsistono altre tecnologie non da parassita, quali internet sul cavo elettrico, umts, e altre tecnologie senza fili, scusa non sono esperto ma esistono, basta investire e non fare i parassiti, e da subito ci sono 3 ( + quella di tim/telecom che fan 4 ) licenze umts che non sarebbe un brutto andare, e l'umts pagato fin troppo come concessione non lo usa quasi nessuno.......un non parassita potrebbe competere da li
      • Alessandrox scrive:
        Re: LA soluzione c'è ma nessuno la vuole
        - Scritto da: Anonimo
        una volta che telecom fa una ottima offerta non
        lamentiamoci sempre.....o che come cittadini e/o
        come stato la ricompriamo , poi la
        riprivatizziamo dividendola prima in 2 parti, la
        telecom cavi/linea e la telecom servizio
        telefonico, Per fare questo non ci sarebbe bisogno di ricomprarla e privatizzarla... anzi dato che per 50 e passa anni e' stata finanziata con le tasse della popolazione italiana e che e' stata privatizzata concedendole il monopolio delle infrastrutture si potrebbe nazionalizzare e rimettere sul mercato ma ripeto, non e' strettamente necessario. Basterebbe fare delle leggi ad hoc.
        oppure cosa pretendiamo ? che da
        padrona dei cavi perda tutti i suoi clienti ?
        autolesionismo allo stato puro...... e per
        l'etica del garante, da padrona dei cavi subisca
        il famoso : perchè pagare di più.....forse i
        concorrenti dovrebbero svegliarsi con tecnologie
        nuove, non con pochi investimenti mendicare da
        parassiti........almeno cosi mi sembra la (
        criticabile..ecc ecc ) la realtà
        Esistono altre tecnologie non da parassita, quali
        internet sul cavo elettrico, Ancora non ottimale ne concorrenziale con l' ADSL, stanno preparando nuovi protocolli ma e' ancora presto.
        umts,
        e altre
        tecnologie senza fili, A parte il WiMax, per il quale siamo ancora agli inizi, le altre non sono paragonabili all' ADSL su cavo telefonico.
        scusa non sono esperto ma
        esistono, basta investire e non fare i parassiti,
        e da subito ci sono 3 ( + quella di tim/telecom
        che fan 4 ) licenze umts che non sarebbe un
        brutto andare, e l'umts pagato fin troppo come
        concessione non lo usa quasi nessuno.......un non
        parassita potrebbe competere da liScusa ma quando sei nato?TUTTA la struttura industriale e l' infrastruttura nazionale targata Telecom e' TUTTA quella derivata da SIP, lo sai chi era SIP vero? E' stata l' azienda telefonica PUBBLICA per oltre 50 anni (finanziata con le tasse degli italiani) poi cambiato lo statuto in SPA ma sempre pubblica e il nome in Telecom (senza ancora liberalizzare il mercato), POI ceduta in blocco (senza nemmeno un minino di spirito critico sull' effetto nel mercato) ad una cordata di BANCHE con a capo un certo Provera (l' uomo di facciata)...Praticamente hanno creato un monopolio privato, poi hanno liberalizzato a pezzi e bocconi ma intanto hanno dato un vantaggio insormontabile a telecom....A parte il fatto che tanti dubbi sorgono sulle modalita' di questi passaggi e sul prezzo pagato per l' acquisto (probabilmente assai scontato)....non e' cosi' che si liberalizza un mercato.... come fanno le altre aziende a colmare uno svantaggio di oltre 50 anni? Che fanno ricablano tutta l' Italia? Paghi tu vero???==================================Modificato dall'autore il 15/10/2005 18.19.07
    • Anonimo scrive:
      Re: LA soluzione c'è ma nessuno la vuole
      - Scritto da: Anonimo
      Si fa tanto parlare di garante, antitrust e
      blablabla.

      Come può esserci libero mercato e concorrenza nel
      momento in cui l'azienda che possiede e vende
      l'unica infrastruttura esistente in Italia, vende
      anche il servizio basato su essa?
      Lo capisce anche un bambino che se io sono
      l'unico produttore di uova e produco anche torte,
      quando vendo le uova agli altri alzo il prezzo a
      sproposito per far sì che le mie torte abbiano il
      prezzo più basso pur guadagnandoci
      mostruosamente!

      E' possibile che nessuno l'abbia capito lassù
      nelle stanze dei bottoni? O l'hanno capito e ne
      stanno semplicemente aprofittando?

      Non voglio essere malizioso, ma questa situazione
      che va ormai avanti da anni (e si ripete anche in
      altri settori) mi da solo l'idea che ci sia un
      ammiccamento da parte del potere politico nei
      confronti di quelli che godono del potere di
      monopolio telefonico (& co).

      una volta che telecom fa una ottima offerta non lamentiamoci sempre.....o che come cittadini e/o come stato la ricompriamo , poi la riprivatizziamo dividendola prima in 2 parti, la telecom cavi/linea e la telecom servizio telefonico, oppure cosa pretendiamo ? che da padrona dei cavi perda tutti i suoi clienti ? autolesionismo allo stato puro...... e per l'etica del garante, da padrona dei cavi subisca il famoso : perchè pagare di più.....forse i concorrenti dovrebbero svegliarsi con tecnologie nuove, non con pochi investimenti mendicare da parassiti........almeno cosi mi sembra la ( criticabile..ecc ecc ) la realtàEsistono altre tecnologie non da parassita, quali internet sul cavo elettrico, umts, e altre tecnologie senza fili, scusa non sono esperto ma esistono, basta investire e non fare i parassiti, e da subito ci sono 3 ( + quella di tim/telecom che fan 4 ) licenze umts che non sarebbe un brutto andare, e l'umts pagato fin troppo come concessione non lo usa quasi nessuno.......un non parassita potrebbe competere da li
    • Anonimo scrive:
      Re: LA soluzione c'è ma nessuno la vuole
      - Scritto da: Anonimo
      Si fa tanto parlare di garante, antitrust e
      blablabla.

      Come può esserci libero mercato e concorrenza nel
      momento in cui l'azienda che possiede e vende
      l'unica infrastruttura esistente in Italia, vende
      anche il servizio basato su essa?
      Lo capisce anche un bambino che se io sono
      l'unico produttore di uova e produco anche torte,
      quando vendo le uova agli altri alzo il prezzo a
      sproposito per far sì che le mie torte abbiano il
      prezzo più basso pur guadagnandoci
      mostruosamente!

      E' possibile che nessuno l'abbia capito lassù
      nelle stanze dei bottoni? O l'hanno capito e ne
      stanno semplicemente aprofittando?

      Non voglio essere malizioso, ma questa situazione
      che va ormai avanti da anni (e si ripete anche in
      altri settori) mi da solo l'idea che ci sia un
      ammiccamento da parte del potere politico nei
      confronti di quelli che godono del potere di
      monopolio telefonico (& co).


      Mi sembra che tu sia dannatamente interessato alla flat di telecom , quanto mi riguarda (visto che non ho ADSL) dico viva telecom .Non dico altro perchè potrei offfendere chi scrive stronzate come queste , mi ripeto per me utente finale va bene cosi posso finalmente connetermi in rete per ore ore ore al giorno (senza il bosogno di scsricsre film o altro ) ma per fare altro .ciaooooo
  • Anonimo scrive:
    L'offerta è replicabile SE ...
    "Secondo Fogli "è replicabile, ma soltanto da grandi operatori, quelli infrastrutturati.""Quindi, l'offerta è replicabile; ma solo se ...tadah! ... sei un operatore telefonico che abusa della sua posizione dominante.In pratica la puoi replicare solo se non lo fai in Italia.O se ti chiami Telecom Italia.E con questo il Garante è servito!
  • Anonimo scrive:
    ma allora conviene attivarla ora o no ?
    aiuto io ne pago due ora, notte e giorno... mi converrebbe mica poco
  • Anonimo scrive:
    9 --
    Che cazzo dobbiamo fare per averlo?
  • Anonimo scrive:
    Il diritto di spennarci...
    In pratica si lamentano del diritto di spennarci... mi garba come posizione, la loro.Non voglio assolutamente essere polemico, ma se i prezzi da Telecom a ISP non sono variati, ed ora un'azienda come Securetel va quasi in pari (o leggermente in perdita) con prezzi come quelli da lei proposti, significa che le varie flat precedenti (che poi non erano flat reali, ed e' bene che i lettori lo sappiano: c'era un monte ore sforato il quale ci si collegava ai numeri a pagamento) erano in pratica un furto. C'era quantomeno un ricarico altissimo.Non sono simpatizzante Telecom (anzi, direi tutt'altro), ma non avere l'ADSL è gia' un problema molto grande (e dopo tutto vivo a 15 km dalla tangenziale di Milano). Dover fare i conti con la bolletta per via dei collegamenti e' ancora peggio.Vedere, infine, che un utente in ADSL oltre ad avere piu' banda di me spendeva molto meno mi faceva davvero imbestialire.Se gli ISP iniziano a coprire con il WiFi (ne ho contattati parecchi, senza nessun esito), possono star certi che una grossa parte delle persone in dialup passeranno sotto di loro (certo se coprono, come avviene, zone gia' coperte dall'ADSL... si resta solo senza parole). Se funziona bene, possiamo anche pensare di abbandonare la Telecom adottando VoIP. Io lo farei.Ma che si lamentino perché non paghiamo più cifre esorbitanti per collegarci mi sembra DAVVERO ASSURDO.Se invece chiedono una tariffa per la flat più conveniente a Telecom, mi chiedo, ingenuamente, come mai prima non esisteva una flat reale (ad esempio ISDN) ad un prezzo contenuto, come 50-60 euro al mese, senza monte ore.
  • nattu_panno_dam scrive:
    Altri "artisti" per il circo...
    Se confrontiamo gli attuali prezzi dei "poveri" provider con quelli che spendono (i calcoli li hanno fatti loro adirittura), oltre a non poter competere con un prezzo abbastanza decente per una 56kbps, si puo' capire come ladravano per bene i cittadini col digital divide, o quelli che non volevano pagare troppo per una connessione.LADRI!!!!!! Se non avete manco voglia di investire in qualcosa che non sia già precotto, cambiate attività (dove cazzo sarebbe la concorrenza??).Per una volta la mannaia telecoma non cade sulle teste dei poveri utenti 56 castrati.
  • Anonimo scrive:
    Il Minore dei Mali
    In un mercato delle telecomunicazioni che giustifica lo sviluppo territoriale della banda larga esclusivamente attraverso motivazioni di convenienza commerciale, lasciate che uno dei "POCHI" poveri ragazzi non ancora raggiunto da una connessione ADSL (e che sarà costretto a convivere con un modem 56k per molto tempo ancora), possa operare finalmente una piccola e apparentemente allettante scelta commerciale (se possiamo chiamarla scelta...), su un terreno che gli è - e gli è stato sempre precluso. :s   :(
    • Anonimo scrive:
      Re: Il Minore dei Mali
      ma alla fine la domanda è... chissenefrega? io l'adsl ce l'ho ahahaahhahahaah. Dai che scherzo. 8)
    • Faus74 scrive:
      Re: Il Minore dei Mali
      - Scritto da: Anonimo
      In un mercato delle telecomunicazioni che
      giustifica lo sviluppo territoriale della banda
      larga esclusivamente attraverso motivazioni di
      convenienza commerciale, lasciate che uno dei
      "POCHI" poveri ragazzi non ancora raggiunto da
      una connessione ADSL (e che sarà costretto a
      convivere con un modem 56k per molto tempo
      ancora), possa operare finalmente una piccola e
      apparentemente allettante scelta commerciale (se
      possiamo chiamarla scelta...), su un terreno che
      gli è - e gli è stato sempre precluso. :s :(Ok,ma evidentemente non sei informato abbastanza su cosa c'è in rete.E poi scusa,smetti di "lottare" perchè LUI ti ha offerto una flat 56K? °-°
      • Anonimo scrive:
        Re: Il Minore dei Mali

        Ok,ma evidentemente non sei informato abbastanza
        su cosa c'è in rete.Prima di risponderti... cosa c'è in rete di cui non sono abbastanza informato??Non ho mica capito cosa vuoi dire.
        E poi scusa,smetti di "lottare" perchè LUI ti ha
        offerto una flat 56K? °-°Dopo aver scritto lettere ed interpellato amministrazioni pubbliche... beh, io sinceramente non ho voglia di apparire in televisione per far valere i miei diritti, non ha senso che le cose si facciano così.
  • Anonimo scrive:
    La rete l'abbiamo pagata noi, ma...
    La rete l'abbiamo pagata noi, è vero, però una decina di anni fa abbiamo deciso, tramite i nostri rappresentanti in parlamento, di venderla al miglior offerente. E i soldini li abbiamo incassati noi, per ridurre il debito pubblico.Quindi adesso la rete è di proprietà di Telecom Italia.
    • Anonimo scrive:
      Re: La rete l'abbiamo pagata noi, ma...
      ....esatto , riprendiamoci quello che ci è stato sottratto!Uscite dal vostro ruolo di servi che vi siete costruiti!!!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: La rete l'abbiamo pagata noi, ma...
        Non ci hanno sottratto nulla...L'abbiamo venduta!
        • The_GEZ scrive:
          Re: La rete l'abbiamo pagata noi, ma...
          Ciao Anonimo !
          Non ci hanno sottratto nulla...
          L'abbiamo venduta!Solo sulla carta.Vendere dalle mie parti vule dire che io ti do una cosa e tu la paghi con i TUOI soldi ... qui le cose sono andte leggermente in manier differente.Certo poi c'è sata a monte la colossale cazzata di vendrla "in blocco" senza dividere la gestione del cavo dalla fornitura di servizi.
  • Anonimo scrive:
    Ma scusatemi, una buona volta che...
    Telecom và incontro a tutti quei poveri cristi che non hanno la fortuna di essere raggiunti dall'adsl, gli altri provider (ma poi chi è che offre una flat su analogico?) subito a dargli contro!Telecom almeno per quel che riguarda la linea normale telefonica raggiunge tutti davvero (vabbè lo potrebbe fare anche su ADSL...visto che viaggia sullo stesso cavo...)e ha dato un possibilità per navigare...con il 56K senza rimanere in mutande.Stesso discorso lo si potrebbe fare per L'adsl: Da Tiscali a Libero...offrono un 4 mega....ma chi li vede??Se va bene viaggiano a 1.2...se va male quanto un 56 K e la colpa sarebbe di Telecom????????A me non sembra visto che la linea è la stessa...tranne in rari casi e nelle città più grandi in Italia.Secondo me...se Telecom fosse ancora l'unica compagnia telefonica in Italia, i prezzi scenderebbero e la qualità sarebbe migliore e per tutti!!Suvvia, anch'io stavo cadendo nel tranello di passare ad altro operatore...ma onestamente non vi era alcuna convenienza (vabbè canone a parte forse)...per il resto era un terno al lotto.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma scusatemi, una buona volta che..
      non per essere polemico ma dire che tu le leggi di mercato non sai neanche cosa siano non mi pare fuoriluogo.Un bambino di 5 anni capirebbe che se sei in regime di monopolio non hai nessun interesse a migliorare la tua offerta.un esempio: cellulari nel 1997 fare una telefonata costava l'ira di dio (mi pare un minuto 5000 lire) dal 2001 un continuo abbassare di prezzi fino alla soglia psicologica di 5 lire al secondo (300 lire al minuto) che tutti scalfiscono ma nessuno oltrepassa.offerta internet adsl dove telecom, e basta togliersi il paraocchi e il paraorecchie è ancora monopolista:4 mbit falsi a 35? mesein Francia telecom italia stessa a 30?/mese vende una 20mbit, come lo spieghi?
    • Faus74 scrive:
      Re: Ma scusatemi, una buona volta che..
      - Scritto da: Anonimo
      Telecom và incontro a tutti quei poveri cristi
      che non hanno la fortuna di essere raggiunti
      dall'adsl, gli altri provider (ma poi chi è che
      offre una flat su analogico?) subito a dargli
      contro!Che ha fatto la telecom? Ahahahaah,ma per favore,ma non diciamo baggianate,dai,un po' di senso della realtà usalo.E non difendo nemmeno gli altri provider,che fanno anche peggio,sia chiaro.Ma da qui a dire che la telecom viene incontro a noi,ce ne passa,ahahahhaha.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma scusatemi, una buona volta che..
        ....maledetto agente del marketing telecom, la dannata telecom dovrebbe dare l'adsl a tutti, punto e basta!!!
        • Faus74 scrive:
          Re: Ma scusatemi, una buona volta che..
          - Scritto da: Anonimo
          ....maledetto agente del marketing telecom, la
          dannata telecom dovrebbe dare l'adsl a tutti,
          punto e basta!!!E pensi che loro daranno la banda larga a 10-15 miliono di digital divisi? Ahahahahha....
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma scusatemi, una buona volta che..

      Stesso discorso lo si potrebbe fare per L'adsl:
      Da Tiscali a Libero...offrono un 4 mega....ma chi
      li vede??

      Se va bene viaggiano a 1.2...se va male quanto un
      56 K e la colpa sarebbe di Telecom????????
      A me non sembra visto che la linea è la
      stessa...tranne in rari casi e nelle città più
      grandi in Italia.Guarda che devi informarti meglio.. La mia Flat Tiscali dat meno di 30 euri è da 6Mb/s e viaggia a 6MB/s. Punto.Nonostante questo i due o 3 down che ho subito in 6 mesi sono stati sempre a causa della centrale telecom e non di tiscali.Chi stacca telecom del tutto, va forse ancora un pelo meglio, ma riuscire a disdire la linea telecom, un tuo diritto, a quanto pare è difficilino... :
  • Anonimo scrive:
    E per la Flat ADSL 640 di Telecom??
    Se non erro anche questa ha suscitato le stesse lamentele a Luglio....tanto che lo stesso PI ne ha parlato, quando disse che era sperimentale!Che hanno deciso?Io l'ho fatta e devo dire che è ottima, anzi stratosferica visto che non va a 640 ma a più del doppio!!Si sa qualcosa?
  • AnyFile scrive:
    Il problema e'
    Il problema sta alla base: nel fatto che gli altri provider devono comprare la banda da Telecom.Secondo me si dovrebbe obbligare Telecom a vendere la rete di interconnessione (che e' stata pagata con finanziamenti pubblici o con i soldi dei clienti) ad una societa' indipendente. Anche Telecom dovrebbe comprare da auesta societa' le linee esattamente come fanno gli altri.Altra possibilita' e' che i piccoli si associno e posino loro una loro rete, pagando loro i costi e svincolandosi da Telecom (eccetto per l'ultimo miglio)
    • Anonimo scrive:
      Re: Il problema e'
      - Scritto da: AnyFile
      Il problema sta alla base: nel fatto che gli
      altri provider devono comprare la banda da
      Telecom.

      Secondo me si dovrebbe obbligare Telecom a
      vendere la rete di interconnessione (che e' stata
      pagata con finanziamenti pubblici o con i soldi
      dei clienti) ad una societa' indipendente. Anche
      Telecom dovrebbe comprare da auesta societa' le
      linee esattamente come fanno gli altri.
      La rete telecom l'ha pagata....
      Altra possibilita' e' che i piccoli si associno e
      posino loro una loro rete, pagando loro i costi e
      svincolandosi da Telecom (eccetto per l'ultimo
      miglio)vuoi mettere il vantaggio di dir sempre che è colpa di telecom...
      • Anonimo scrive:
        Re: Il problema e'
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: AnyFile

        Il problema sta alla base: nel fatto che gli

        altri provider devono comprare la banda da

        Telecom.



        Secondo me si dovrebbe obbligare Telecom a

        vendere la rete di interconnessione (che e'
        stata

        pagata con finanziamenti pubblici o con i soldi

        dei clienti) ad una societa' indipendente. Anche

        Telecom dovrebbe comprare da auesta societa' le

        linee esattamente come fanno gli altri.



        La rete telecom l'ha pagata....
        NO CARO! Non ha pagato proprio un accidente!I contribuenti han pagato quella rete, e il signor Tronchetti Provera ci ha messo le mani sopra senza cacciare un soldo ma semplicemente INDEBITANDOLA. E adesso tanto per cambiare gioca sporco.
        • Anonimo scrive:
          Re: Il problema e'

          NO CARO! Non ha pagato proprio un accidente!
          I contribuenti han pagato quella rete, e il
          signor Tronchetti Provera ci ha messo le mani
          sopra senza cacciare un soldo ma semplicemente
          INDEBITANDOLA.
          E adesso tanto per cambiare gioca sporco.I contribuenti pagavano alla Sip che era statale e pure in perdita. Colanninno che compro la Telecom Italia privatizzata con una maxi scalata pago la cifra di 110 mila miliardi di lire allo stato per tutta la Telecom infrastrutture comprese. Puoi capire che se la Fiat valeva 15 mila miliardi in totale compresi gli stabilimenti all'estero la Telecom è stata comprata a carissimo prezzo.Se los tato non ha capito o ha sbagliato a vendere tutto insieme e non a dividere in due l'azienda, resta il fatto che Colanninno la pagò tutta facendo certamente debiti.In seguito Tronchetti Proverà fece una nuova scalata, diventò azionista di maggioranza, fece fuori Colanninno e la storie prosegui come la conosciamo oggi.Dire però che non hanno pagato l'infrastruttura non è esatto. Hannos trapagato una azienda che non valeva certamente quella cifra.
          • Anonimo scrive:
            Re: Il problema e'
            - Scritto da: Anonimo
            I contribuenti pagavano alla Sip che era statale
            e pure in perdita. Colanninno che compro la
            Telecom Italia privatizzata con una maxi scalata
            pago la cifra di 110 mila miliardi di lire allo
            stato per tutta la Telecom infrastrutture comprese. Ti è scappato uno zero
          • AnyFile scrive:
            Re: Il problema e'
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo

            I contribuenti pagavano alla Sip che era statale

            e pure in perdita. Colanninno che compro la

            Telecom Italia privatizzata con una maxi scalata

            pago la cifra di 110 mila miliardi di lire allo

            stato per tutta la Telecom infrastrutture
            comprese.

            Ti è scappato uno zeroSe si tratta di 10 mila milardi allora e' dell'ordine di grandezza di quanto la Sip/Telecom incassava in un anno di soli canoni.facendo un conto a spanne (sto parlando di ordini di grandezza, anzi approssimo per difetto pertanto forse i canoni ammontano a parecchio di piu') 30 milioni di linee telefoniche, 30 mila lire al mese, 12 mesi all'anno vine fuori proprio 10 mila miliardi di lire all'annoe poi sara' che li ha dati alo Stato .. io non lo ho mica visti ... (eppure io dovrei far parte dello Stato)
        • Anonimo scrive:
          Re: Il problema e'
          - Scritto da: Anonimo
          NO CARO! Non ha pagato proprio un
          accidente!
          I contribuenti han pagato quella rete, e il
          signor Tronchetti Provera ci ha messo le mani
          sopra senza cacciare un soldo ma
          semplicemente INDEBITANDOLA. L'ennesima fesseria di cui paghiamo lo scotto per colpa di chi ci ha governato da '95 al 2001 (*) Il fatto e' che quei "luminari" del centro-sinistra che hanno privatizzato la ex-SIP non hanno pensato (siiiicurameeeeeeente in buona fede ... sisisisisi
          ;
          ) di trattenere in proprieta' all'ente pubblico per mezzo di un organo di controllo la rete delle infrastrutture: e questo vale per la rete telefonica, quella elettrica, le condotte dell'acqua e del gas.E' ovvio che se chi e' proprietario delle infrastrutture diventa pure concorrente commerciale i fornitori/provider alternativi non potranno _mai_ prevalere con offerte commerciali convenienti per i consumatori.(*) ovviamente non lesino certo parole dure sul governo attuale quando se le merita di buon grado, anzi ... ma la storia e' questa.
          • Anonimo scrive:
            Re: Il problema e'
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            NO CARO! Non ha pagato proprio un

            accidente!

            I contribuenti han pagato quella rete, e il

            signor Tronchetti Provera ci ha messo le mani

            sopra senza cacciare un soldo ma

            semplicemente INDEBITANDOLA.

            L'ennesima fesseria di cui paghiamo lo scotto
            per colpa di chi ci ha governato da '95 al 2001
            (*)
            Il fatto e' che quei "luminari" del
            centro-sinistra che hanno privatizzato la ex-SIP
            non hanno pensato (siiiicurameeeeeeente in buona
            fede ... sisisisisi
            ;
            ) di trattenere in
            proprieta' all'ente pubblico per mezzo di un
            organo di controllo la rete delle infrastrutture:
            e questo vale per la rete telefonica, quella
            elettrica, le condotte dell'acqua e del gas.
            E' ovvio che se chi e' proprietario delle
            infrastrutture diventa pure concorrente
            commerciale i fornitori/provider alternativi non
            potranno _mai_ prevalere con offerte commerciali
            convenienti per i consumatori.

            (*) ovviamente non lesino certo parole dure sul
            governo attuale quando se le merita di buon
            grado, anzi ... ma la storia e' questa.Premesso che la privatizzazione di Telecom fu pianificata nel 94 (Governo Berlusconi) hanno fatto benissimo a venderla era un buco nero nei conti pubblici ed un macigno sul mercato, a difendere la SIP ci vuol coraggio i prezzi dei servizi erano improponibili....Chi vuol stare sul mercato si faccia la rete come fastweb...
          • Anonimo scrive:
            Re: Il problema e'
            - Scritto da: Anonimo
            Premesso che la privatizzazione di Telecom fu
            pianificata nel 94 (Governo Berlusconi) hanno
            fatto benissimo a venderla era un buco nero nei
            conti pubblici ed un macigno sul mercato,Il macigno sul mercato lo è diventata quando è stata venduta, tra parentesi prima non c'era nemmeno il mercato
            a difendere la SIP ci vuol coraggio i prezzi dei
            servizi erano improponibili....Non si difende la SIP, era da mantenere l'infrastruttura allo stato, non i dirigenti e dipendenti succhiasoldi
            Chi vuol stare sul mercato si faccia la rete come fastweb...Che ha smesso di farsela
          • Anonimo scrive:
            Re: Il problema e'
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo

            Premesso che la privatizzazione di Telecom fu

            pianificata nel 94 (Governo Berlusconi) hanno

            fatto benissimo a venderla era un buco nero nei

            conti pubblici ed un macigno sul mercato,

            Il macigno sul mercato lo è diventata quando è
            stata venduta, tra parentesi prima non c'era
            nemmeno il mercatoNel senso che prima della privatizzazione si pensava alle infrastrutture e poi si è pensato di appoggiarsi a quelle telecom sfruttando le condizioni di privatizzazione. chi si ricorda della prima infostrada quella "gemellata" a omnitel ?il macigno era SIp altro che storie.Poi Telecom è diventata una comoda scusa. l'unico paese al mondo dove gli operatori di fonia non investono in infrastrutture fatte pochissime eccezioni.


            a difendere la SIP ci vuol coraggio i prezzi dei

            servizi erano improponibili....

            Non si difende la SIP, era da mantenere
            l'infrastruttura allo stato, non i dirigenti e
            dipendenti succhiasoldi


            Chi vuol stare sul mercato si faccia la rete
            come fastweb...

            Che ha smesso di farselaE chi lo dice ? La rete fastweb è in continua espansione.
        • Anonimo scrive:
          Re: Il problema e'
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: AnyFile


          Il problema sta alla base: nel fatto che gli


          altri provider devono comprare la banda da


          Telecom.





          Secondo me si dovrebbe obbligare Telecom a


          vendere la rete di interconnessione (che e'

          stata


          pagata con finanziamenti pubblici o con i
          soldi


          dei clienti) ad una societa' indipendente.
          Anche


          Telecom dovrebbe comprare da auesta societa'
          le


          linee esattamente come fanno gli altri.






          La rete telecom l'ha pagata....



          NO CARO! Non ha pagato proprio un accidente!
          I contribuenti han pagato quella rete, e il
          signor Tronchetti Provera ci ha messo le mani
          sopra senza cacciare un soldo ma semplicemente
          INDEBITANDOLA.
          E adesso tanto per cambiare gioca sporco.Mai sentito parlare di privatizzazione .... La telecom non è stata regalata...
          • Anonimo scrive:
            Re: Il problema e'
            - Scritto da: Anonimo
            Mai sentito parlare di privatizzazione .... La telecom non è stata regalata...Non è stata regalata ma è stata data a una cifra simbolica...
          • Anonimo scrive:
            Re: Il problema e'
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo

            Mai sentito parlare di privatizzazione .... La
            telecom non è stata regalata...

            Non è stata regalata ma è stata data a una cifra
            simbolica...Ma quale simbolica ? Chi si è beccato telecom si è baccato tutto il baraccone che ci girava attorno : strutture sovradimensionate ,personale con contratti a tempo indeterminato, obblighi vari legati alla peculiarità del servizio. L'hanno abbondantemente sopravvalutata.
          • Anonimo scrive:
            Re: Il problema e'
            - Scritto da: Anonimo

            Non è stata regalata ma è stata data a una cifra simbolica...

            Ma quale simbolica ? Chi si è beccato telecom si
            è baccato tutto il baraccone che ci girava
            attorno : strutture sovradimensionate ,personale
            con contratti a tempo indeterminato, obblighi
            vari legati alla peculiarità del servizio.
            L'hanno abbondantemente sopravvalutata.Certo, che fortuna che la Telecom è stata venduta, non la voleva proprio nessuno... :(
          • Anonimo scrive:
            Re: Il problema e'
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo


            Non è stata regalata ma è stata data a una
            cifra simbolica...



            Ma quale simbolica ? Chi si è beccato telecom si

            è baccato tutto il baraccone che ci girava

            attorno : strutture sovradimensionate ,personale

            con contratti a tempo indeterminato, obblighi

            vari legati alla peculiarità del servizio.

            L'hanno abbondantemente sopravvalutata.

            Certo, che fortuna che la Telecom è stata
            venduta, non la voleva proprio nessuno... :(chi la voleva l'ha presa ....Ps. sia stata :-)
          • Anonimo scrive:
            Re: Il problema e'
            - Scritto da: Anonimo

            Certo, che fortuna che la Telecom è stata

            venduta, non la voleva proprio nessuno... :(

            chi la voleva l'ha presa ....Solo uno dei 50 milioni che la volevano, purtroppo
            Ps. sia stata :-)Ma no
          • Anonimo scrive:
            Re: Il problema e'
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo


            Certo, che fortuna che la Telecom è stata


            venduta, non la voleva proprio nessuno... :(



            chi la voleva l'ha presa ....

            Solo uno dei 50 milioni che la volevano, purtropposai com'è alla fine qualcuno deve vincere...


            Ps. sia stata :-)

            Ma noMa si :-)
          • Anonimo scrive:
            Re: Il problema e'
            - Scritto da: Anonimo



            Certo, che fortuna che la Telecom è stata venduta, non la voleva proprio nessuno... :(





            chi la voleva l'ha presa ....



            Solo uno dei 50 milioni che la volevano, purtroppo

            sai com'è alla fine qualcuno deve vincere...Se non veniva messa in vendita no...
      • Anonimo scrive:
        Re: Il problema e'
        Come molti, ho avuto un'esperienza quarantennale con Telecom che prima si chiamava SIP. Ho potuto verificare che hanno una potitica di furti sistematifci, addebitando chiamate mai effettuate. Cercano solo di fare attenzione, senza sempre riuscirci, a non esagerare per non fare saltare fuori l'inghippo. Dopo aver resistito a lungo alla richiesta di dettagliare il traffico, hanno inventato l'ultima nicchia delle chiamate al di sotto di una certa durata in cui mettono ciò che non si può controllare. Anche qui ho potuto verificare quanto il lupo perde il pelo ma non il vizio. Risparmio il lettore di tante altre magagne, tutte che confermano l'abitudine alla poca trasparenza di codesta organizzazione. Perciò, accetterei di pagare di più purché si possa avere a che fare con provider corretti.
      • Anonimo scrive:
        Re: Il problema e'
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: AnyFile

        Il problema sta alla base: nel fatto che gli

        altri provider devono comprare la banda da

        Telecom.



        Secondo me si dovrebbe obbligare Telecom a

        vendere la rete di interconnessione (che e'
        stata

        pagata con finanziamenti pubblici o con i soldi

        dei clienti) ad una societa' indipendente. Anche

        Telecom dovrebbe comprare da auesta societa' le

        linee esattamente come fanno gli altri.



        La rete telecom l'ha pagata....NO, la rete l'abbiamo pagata noi!




        Altra possibilita' e' che i piccoli si associno
        e

        posino loro una loro rete, pagando loro i costi
        e

        svincolandosi da Telecom (eccetto per l'ultimo

        miglio)

        vuoi mettere il vantaggio di dir sempre che è
        colpa di telecom...
        • Anonimo scrive:
          Re: Il problema e'
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: AnyFile


          Il problema sta alla base: nel fatto che gli


          altri provider devono comprare la banda da


          Telecom.





          Secondo me si dovrebbe obbligare Telecom a


          vendere la rete di interconnessione (che e'

          stata


          pagata con finanziamenti pubblici o con i
          soldi


          dei clienti) ad una societa' indipendente.
          Anche


          Telecom dovrebbe comprare da auesta societa'
          le


          linee esattamente come fanno gli altri.






          La rete telecom l'ha pagata....

          NO, la rete l'abbiamo pagata noi!e la Telecom l'ha pagata a noi....









          Altra possibilita' e' che i piccoli si
          associno

          e


          posino loro una loro rete, pagando loro i
          costi

          e


          svincolandosi da Telecom (eccetto per l'ultimo


          miglio)



          vuoi mettere il vantaggio di dir sempre che è

          colpa di telecom...
          • Anonimo scrive:
            Re: Il problema e'
            - Scritto da: Anonimo


            La rete telecom l'ha pagata....



            NO, la rete l'abbiamo pagata noi!



            e la Telecom l'ha pagata a noi....Beati voi, io dovevo pagare di tasca mia invece!
    • Anonimo scrive:
      Re: Il problema e'
      non per farci pubblicita', ma noi verdi, nel nostro programma www.sapereliberatutti.it, proponiamo di far tornare l'infrastruttura pubblica. E' un monopolio, non puo' essere diversamente, quindi deve essere pubblico!
      • Anonimo scrive:
        Re: Il problema e'
        - Scritto da: Anonimo
        non per farci pubblicita', ma noi verdi, nel
        nostro programma www.sapereliberatutti.it,
        proponiamo di far tornare l'infrastruttura
        pubblica. E' un monopolio, non puo' essere
        diversamente, quindi deve essere pubblico!
        Un buon metodo sarebbe se tiraste fuori più soldi per comprarla e faceste meno spam qui.
      • Anonimo scrive:
        Re: Il problema e'
        - Scritto da: Anonimo
        non per farci pubblicita', ma noi verdi, nel
        nostro programma www.sapereliberatutti.it,
        proponiamo di far tornare l'infrastruttura
        pubblica. E' un monopolio, non puo' essere
        diversamente, quindi deve essere pubblico!L'esproprio proletario è passato di moda se proprio non ne potete fare a meno costruitene una.
  • Anonimo scrive:
    Il garante? L'autority?
    Mi chiedo e vi chiedo: Vivo in un paese in collina. Non ho la copertura adsl ma neppure quella ISDN. Non sono coperto neppure dal segnale dei ripetitori TV . Ho sempre pagato il canone telefonico e della RAI pur non avendo i servizi che hanno altri utenti. E pago gli stessi importi di canone di chi vive in città e può aderire ad servizi più evoluti. Per una connessione flat decente mi servivano altri 40/50 euro al mese oltre al canone per una connessione max 56 K cioè 4 volte rispetto il prezzo dell'adsl. Non ho mai visto nessun garante o nessuna autority che sia sia preoccupato di risolvere questo eneorme problema che riguarda tante parti d'italia. I cittadini di serie B che pagano il canone alla telecom o alla RAI senza avere adeguati servizi a chi devono rivolgersi? In chi devono sperare?CHE PENA!!!!
  • Anonimo scrive:
    i picolli e indifesi provider
    la smettano di frignare, e comincino ad investire soldi in infrastrutture e ad ottenere ricavi grazie ai loro mezzi. Se non si danno da fare spero che falliscano tutti, visto che non fanno altro che rivendere. Ovvio che non possono fare concorrenza con la Telecom se ne dipendono!
    • Anonimo scrive:
      Re: i picolli e indifesi provider
      - Scritto da: Anonimo
      la smettano di frignare, e comincino ad investire
      soldi in infrastrutture e ad ottenere ricavi
      grazie ai loro mezzi. Se non si danno da fare
      spero che falliscano tutti, visto che non fanno
      altro che rivendere. Ovvio che non possono fare
      concorrenza con la Telecom se ne dipendono!Ovvio visto che la telecom ha (da sempre) una infrastruttura "privatizzata" (cioe' pagata coi nostri soldi)!Quello che non e' ovvio e' che tale infrastruttura (che telecom rivende) produca ricavi solo per il tronchetto!La domanda sorge spontanea... ma se l'infrastruttura la abbiamo pagata noi in anni passati (e presenti) di monopolio come mai il soldino finisce solo nelle tasche del tronchettino?...Ai posteri l'ardua sentenza!
      • Anonimo scrive:
        Re: i picolli e indifesi provider
        - Scritto da: Anonimo

        La domanda sorge spontanea... ma se
        l'infrastruttura la abbiamo pagata noi in anni
        passati (e presenti) di monopolio come mai il
        soldino finisce solo nelle tasche del
        tronchettino?...

        Ai posteri l'ardua sentenza!A me la telecom non sta simpatica, però se un'azienda la vendi ai privati per ridurre il debito pubblico. Poi dopo non puoi andare dagli stessi privati e chiedere loro di gestirla come un'azienda statale.I piccoli dovrebbero semplicemente unirsi e investire insieme in nuove infrastrutture.
        • Anonimo scrive:
          Re: i picolli e indifesi provider
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo



          La domanda sorge spontanea... ma se

          l'infrastruttura la abbiamo pagata noi in anni

          passati (e presenti) di monopolio come mai il

          soldino finisce solo nelle tasche del

          tronchettino?...



          Ai posteri l'ardua sentenza!

          A me la telecom non sta simpatica, però se
          un'azienda la vendi ai privati per ridurre il
          debito pubblico. Poi dopo non puoi andare dagli
          stessi privati e chiedere loro di gestirla come
          un'azienda statale.
          Caaroo piccolo tronchettino!La telecom non e' stata venduta per ridurre il debito (non andava malissimo) ma per aprire alla concorrenza il mercato ... peccato che:1) invece di "aprire il mercato" si e' privatizzato un monopolio.2) la telecom e' stata comprata coi propri (i nostri) soldi ovvero comprata a "credito" (col credito delle bancuccie compiacenti) e ripagata (forse) "a rate" (con comodo e a babbo morto) con i propri introiti!3) la telecom e' attualmente la azienda piu' indebitata d'italia sia con le banche che coi suoi azionisti.
          I piccoli dovrebbero semplicemente unirsi e
          investire insieme in nuove infrastrutture.Come quelle che i ministri compiacenti alla Gasparri gli impediscono di fare?Saluti tronchetto! ;)
          • Anonimo scrive:
            Re: i picolli e indifesi provider

            Caaroo piccolo tronchettino!
            La telecom non e' stata venduta per ridurre il
            debito (non andava malissimo) ma per aprire alla
            concorrenza il mercato ... peccato che:
            1) invece di "aprire il mercato" si e'
            privatizzato un monopolio.Una boiata, che ormai è stata fatta.
            2) la telecom e' stata comprata coi propri (i
            nostri) soldi ovvero comprata a "credito" (col
            credito delle bancuccie compiacenti) e ripagata
            (forse) "a rate" (con comodo e a babbo morto) con
            i propri introiti!Una boiata, che ormai è stata fatta.
            3) la telecom e' attualmente la azienda piu'
            indebitata d'italia sia con le banche che coi
            suoi azionisti.Tutto questo c'entra poco con il thread. Il problema era in origine l'ultimo miglio ora è il fatto che le aziende italiane (Telecom compresa, ovviamente) non investono e SOPRATTUTTO non spingono Telecom alla copertura del territorio. Guardano le tariffe, ma guarda se alzano un dito per la copertura del territorio.Ti offrono sempre e solo quello che offre Telecom. Hanno aperto il WiFi libero. Dimmi se qualcuna delle grandi (Tiscali, Wind, Tele2), rispetto ad altri ISP più marginali, si sta muovendo.No aspettano in finestra (prova a fare una serie di telefonate esplorative a scopo di informazione), fanno rischiare i piccoli ISP. Poi semmai la cosa frutta entrano in massa rilevando, chiedendo leggi che avvantaggino solo loro, battendo i piedi per i LORO diritti e non per queli dll'utente.In questo caso io dovrei sentirmi in diritto di attaccare il tronchettino perché una volta tanto ne traggo un vantaggio (diversi fogli da dieci euro che mi restano in tasca al mese)?Scusa ma cadi nel ridicolo... tu non sei dalla parte di tronchetto con i tuoi discorsi, ma sei pur sempre contro gli utenti "poveri cristi" quindi assimilabile al tronchetto.

            I piccoli dovrebbero semplicemente unirsi e

            investire insieme in nuove infrastrutture.
            Come quelle che i ministri compiacenti alla
            Gasparri gli impediscono di fare?Si ma la boiata della privatizzazione (che oserei chiamare svendita fallimentare) non l'ha fatta Gasparri. Quindi qualsiasi schieramento politico guardi, i nostri interessi sono sempre ben lontani dall'essere presi in considerazione. Non ne fare un discorso politico, perché di barche che galleggiano, in vari anni, non ve ne sono mai state.Aggiungo che per una grossa azienda una copertura WiFi di zone attualmente non raggiunte dall'ADSL non è un passo impossibile o gravoso dal punto di vista economico. Ma lungi da loro l'idea di rischiare dei soldi se non sanno gia' quanto sarà il ricavo. Comportamento standard, assimilabile a quella del Tronchetto.
      • Anonimo scrive:
        Re: i picolli e indifesi provider
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        la smettano di frignare, e comincino ad
        investire

        soldi in infrastrutture e ad ottenere ricavi

        grazie ai loro mezzi. Se non si danno da fare

        spero che falliscano tutti, visto che non fanno

        altro che rivendere. Ovvio che non possono fare

        concorrenza con la Telecom se ne dipendono!
        Ovvio visto che la telecom ha (da sempre) una
        infrastruttura "privatizzata" (cioe' pagata coi
        nostri soldi)!
        Quello che non e' ovvio e' che tale
        infrastruttura (che telecom rivende) produca
        ricavi solo per il tronchetto!

        La domanda sorge spontanea... ma se
        l'infrastruttura la abbiamo pagata noi in anni
        passati (e presenti) di monopolio come mai il
        soldino finisce solo nelle tasche del
        tronchettino?...

        Ai posteri l'ardua sentenza!se lo stato ha venduto tutta la telecom compresa l'infrastruttura a 110 mila miliardi di esuro non credi che chi compra abbia il diritto di tenersi una rete tra l'altro veramente decrepita e piena di rogne?continuate a dire che è stata pagata da noi, ma quando lo stato ha venduto chi ha comprato ha pagato non gliela hanno mica regalata. 110 mila miliardi non sono noccioline, e una azienda statale pensate che valesse tutto quello?
        • Anonimo scrive:
          Re: i picolli e indifesi provider


          continuate a dire che è stata pagata da noi, ma
          quando lo stato ha venduto chi ha comprato ha
          pagato non gliela hanno mica regalata. 110 mila
          miliardi non sono noccioline, e una azienda
          statale pensate che valesse tutto quello?

          ma tu sei proprio suonato...Te la faccio semplice:I soldi per manutenere la rete sono una cosa (e quelli in teoria vengono dai nostri canoni), i soldi per pagare i debiti sono un'altra cosa (anche se li paghiamo sempre noi). 110mila e cazzi vari di stronzate che dici caro dipendente telecom
        • Anonimo scrive:
          Re: i picolli e indifesi provider
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: Anonimo


          la smettano di frignare, e comincino ad

          investire


          soldi in infrastrutture e ad ottenere ricavi


          grazie ai loro mezzi. Se non si danno da fare


          spero che falliscano tutti, visto che non
          fanno


          altro che rivendere. Ovvio che non possono
          fare


          concorrenza con la Telecom se ne dipendono!

          Ovvio visto che la telecom ha (da sempre) una

          infrastruttura "privatizzata" (cioe' pagata coi

          nostri soldi)!

          Quello che non e' ovvio e' che tale

          infrastruttura (che telecom rivende) produca

          ricavi solo per il tronchetto!



          La domanda sorge spontanea... ma se

          l'infrastruttura la abbiamo pagata noi in anni

          passati (e presenti) di monopolio come mai il

          soldino finisce solo nelle tasche del

          tronchettino?...



          Ai posteri l'ardua sentenza!

          se lo stato ha venduto tutta la telecom compresa
          l'infrastruttura a 110 mila miliardi di esuro non
          credi che chi compra abbia il diritto di tenersi
          una rete tra l'altro veramente decrepita e piena
          di rogne?
          Ma DI MONOPOLIO! che sia vecchia e piena di rogne e' comunque sempre e solo responsabilita' loro e dei soldi (sempre nostri buttati) vogliamo parlare di "fido" ? vogliamo parlare di reti dal nome "grecizzante" ma profumati di spreco a tutti i livelli e oggi lasciate in stato di assoluto abbandono e inutilizzo?Il punto e' che si tratta comunque di MONOPOLIO (non hai scelta) la rete e' quella e'...quello (monopolio) e' lo scandalo vecchia o nuova efficiente o inefficiente che sia!
          continuate a dire che è stata pagata da noi, ma
          quando lo stato ha venduto chi ha comprato ha
          pagato non gliela hanno mica regalata. 110 mila
          miliardi non sono noccioline, e una azienda
          statale pensate che valesse tutto quello?No valeva di piu' ! tanto e' che non "e' stata pagata" bensi' comprata a "credito" e quel poco che e' pagato e' pagato con gli introiti (vera vacca da mungere) che noi versiamo al solo e unico gestore!Il resto sono debiti con le banche e gli azionisti!e Parmalat in confronto erano BRUSCOLINI!L'imprenditore cosi' lo sai fare anche tu! non occore essere dei "maghi" della finanza!
    • Anonimo scrive:
      Re: i picolli e indifesi provider
      - Scritto da: Anonimo
      la smettano di frignare, e comincino ad investire
      soldi in infrastrutture e ad ottenere ricavi
      grazie ai loro mezzi. Se non si danno da fare
      spero che falliscano tutti, visto che non fanno
      altro che rivendere. Ovvio che non possono fare
      concorrenza con la Telecom se ne dipendono!Dipendente telecom che si guadagna la giornata.Ogni post vale 10 punti, a 1000 punti riceve un mese di ferie (nel senso che per un mese non lo obbligano a postare pro telecom e contro tutti gli altri).
      • Anonimo scrive:
        Re: i picolli e indifesi provider
        guarda che non ha fatto altro che definire (e in modo chiaro) la lurida figura dell'intermediario ed il suo sporcoinutile ruolo di rivenditore.se non afferri questi concetti di base ma che posti a fà?mah...
    • Anonimo scrive:
      Re: i picolli e indifesi provider
      - Scritto da: Anonimo
      la smettano di frignare, e comincino ad investire
      soldi in infrastrutture e ad ottenere ricavi
      grazie ai loro mezzi. Se non si danno da fare
      spero che falliscano tutti, visto che non fanno
      altro che rivendere. Ovvio che non possono fare
      concorrenza con la Telecom se ne dipendono!mai sentito parlare di ABUSO DI POSIZIONE DOMINANTE?In piu mettici che i vari governi hanno sempre aiutato telecom (che senno minaccia licenziamenti...) ed ecco che ottieni la famosa ricetta della "privatizzazione all'italiana"
      • Anonimo scrive:
        Re: i picolli e indifesi provider
        ma sti soldi la telecom li ha pagati ho no?se non li ha pagati con chi ha il debito? probabilmente se ha dei debiti dovrà pagare degli interessi... a chi vanno? alle banche? allo stato?Spiegatemi per bene.
        • Anonimo scrive:
          Re: i picolli e indifesi provider
          - Scritto da: Anonimo
          ma sti soldi la telecom li ha pagati ho no?
          se non li ha pagati con chi ha il debito?
          probabilmente se ha dei debiti dovrà pagare degli
          interessi... a chi vanno? alle banche? allo
          stato?
          Spiegatemi per bene.Indovina un pochettino... con chi ha i debiti il tronchettino?Banche e banchette e poll... ahem azionisti!In caso di "pericolo" le banchette si auto-travasano tutti i restanti debiti in azioni per poll.. ahem azionisti secondo il modello cirio-parmalat e il gioco e' fatto!peccato che in confronto parmalat erano bruscolini! E noi rimborsiamo (quel poco che si puo') a "pie' di lista" con la finanziaria successiva ai polli!Mica male ehe?Che manager! che imprenditori! .... una vera "manna dal cielo" ;-)Che paese "fortunato" l'italia!Cosa rimane "al netto" di tutto questo "frulla frulla" di miliardoni?Ma e' ovvio! il soldino che si fermato "per attrito" in tangentine e quello che "per attrito" (niente si muove senza produrre attrito) si e' fermato nella tasca del tronchettino!Con tutti questi "attriti" io comincio a sentire un certo "doloretto" ... sapete dove!
  • Anonimo scrive:
    Caro piccolo provider,
    sono un povero cittadino che come tanti e' senza adsl e probabilmente non sara' mai coperto. Finalmente con questa flat mi trovo bene (se viaggiare a 56k si puo' definire 'bene') senza spendere un patrimonio. E tu vieni a lamentarti e vuoi togliermelo? Perche' invece non muovi il c**o e non porti l'adsl nel mio comune? Troppo facile, caro provider, aspettare sempre che mamma Telecom faccia gli impianti sui quali poi attaccarsi. Prova invece a portare l'adsl nella mia zona: vedrai che i contratti li troverai.Firmato: un forzato a 56k.
    • Anonimo scrive:
      Re: Caro piccolo provider,
      ??Scusa ma per te un piccolo provider ha la struttura per mettere cavi e portarli nel tuo paesino sperduto di montanari? Che razza di ragionamento è?Tutti i provider si appoggiano alla rete Telecom, tranne rare eccezioni sulle città più grandi (Milano, Roma...) dove il costo di mettere cavi può avere un ritorno anche per chi non è Telecom.Poi perché deve essere l'ADSL ad arrivare a te? Non potresti essere tu ad andare da lei? :-DTrasferisciti in un posto coperto, italiani baffo nero sempre lamentare, questo no questo no, una cosa dice altra fa, cantare sempre, suonare mandolino...Sei proprio un povero... cittadino. :-D
      • Anonimo scrive:
        Re: Caro piccolo provider,


        Poi perché deve essere l'ADSL ad arrivare a te?
        Non potresti essere tu ad andare da lei? :-D
        Trasferisciti in un posto coperto, italiani baffo
        nero sempre lamentare, questo no questo no, una
        cosa dice altra fa, cantare sempre, suonare
        mandolino...

        Sei proprio un povero... cittadino. :-D
        Magari perchè ha speso un bel cifrone per farsi una casa, si è sistemato con moglie e figli e ora non ha voglia di buttare tutto all'aria solamente perchè Tronchetti non ritiene conveniente tirare un cavo fin lì.Saluti, intelligentone.
      • Anonimo scrive:
        Re: Caro piccolo provider,
        - Scritto da: Anonimo
        ??
        Scusa ma per te un piccolo provider ha la
        struttura per mettere cavi e portarli nel tuo
        paesino sperduto di montanari? Che razza di
        ragionamento è?

        Tutti i provider si appoggiano alla rete Telecom,
        tranne rare eccezioni sulle città più grandi
        (Milano, Roma...) dove il costo di mettere cavi
        può avere un ritorno anche per chi
        non è Telecom.

        Poi perché deve essere l'ADSL ad arrivare a te?
        Non potresti essere tu ad andare da lei? :-D
        Trasferisciti in un posto coperto, italiani baffo
        nero sempre lamentare, questo no questo no, una
        cosa dice altra fa, cantare sempre, suonare
        mandolino...

        Sei proprio un povero... cittadino. :-D


        Wow!!!! Sei un fenomeno........Quindi perchè portare acqua, corrente, telefono e fare l'asfalto a quei 4 deficienti che abitano in quei comuni di merda al di sotto dei 10.000 abitanti.Ciao.
        • Anonimo scrive:
          Re: Caro piccolo provider,

          Quindi perchè portare acqua, corrente, telefono e
          fare l'asfalto a quei 4 deficienti che abitano in
          quei comuni di merda al di sotto dei 10.000
          abitanti.Ottima domanda! Me lo sono sempre chiesto anch'io. Che spreco per quattro campagnini buzziconi... Ma venite in città, siamo nel XXI secolo!
      • Anonimo scrive:
        Re: Caro piccolo provider,
        - Scritto da: Anonimo
        ??
        Scusa ma per te un piccolo provider ha la
        struttura per mettere cavi e portarli nel tuo
        paesino sperduto di montanari? Che razza di
        ragionamento è?Il ragionamento alla base di ogni azienda: ci si METTONO dei soldi, ci si RISCHIANO dei soldi in speranza di futuri ritorni. L'azienda in cui non rischi soldi e ti da profitti sicuri non esiste. O me la sai indicare?
        • gottama scrive:
          Re: Caro piccolo provider,
          Una c'è :DTelecom Italia 8)
        • Anonimo scrive:
          Re: Caro piccolo provider,
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          ??

          Scusa ma per te un piccolo provider ha la

          struttura per mettere cavi e portarli nel tuo

          paesino sperduto di montanari? Che razza di

          ragionamento è?

          Il ragionamento alla base di ogni azienda: ci si
          METTONO dei soldi, ci si RISCHIANO dei soldi in
          speranza di futuri ritorni. L'azienda in cui non
          rischi soldi e ti da profitti sicuri non esiste.
          O me la sai indicare?E no, troppo facile. Non possiamo giudicare in base alle regole del libero mercato se libero mercato non è. Lo sarebbe se io, altro povero cittadino senza ADSL, potessi tirarmi il cavo a mie spese fino alla centrale più vicina senza che questo sia vietato dallo stato perchè "attraversa area pubblica". Lo sarebbe se potessi fare legalmente un ponte Wi-fi con il vicino all'angolo che invece è raggiunto, altra cosa vietata.Troppo facile lmitare la libertà in modo da impedire di far da se, e poi dire che le aziende possono fregarsene di quello che è marginalmente profittevole.Delle due l'una: o mercato libero o servizio obbligatorio.
          • Anonimo scrive:
            Re: Caro piccolo provider,
            I piccoli provider volendo hanno l'autorizzazione di portare la banda via WIFI nelle zone non servite
          • Anonimo scrive:
            Re: Caro piccolo provider,
            - Scritto da: Anonimo
            I piccoli provider volendo hanno l'autorizzazione
            di portare la banda via WIFI nelle zone non
            servite
            Hai detto bene...volendo.
      • jojob scrive:
        Re: Caro piccolo provider,
        - Scritto da: Anonimo
        ??
        Scusa ma per te un piccolo provider ha la
        struttura per mettere cavi e portarli nel tuo
        paesino sperduto di montanari? Che razza di
        ragionamento è?Non ci vuole tanto a capirlo, e' lo sfogo di uno che si sente cittadino di serie B e anche se sbaglia mira, visto che gli altri operatori non chiedono che Telecom alzi le tariffe ma che vengano messi in grado di poterle applicare anche loro, dovresti essere meno offensivo e piu' comprensivo.
        Tutti i provider si appoggiano alla rete Telecom,
        tranne rare eccezioni sulle città più grandi
        (Milano, Roma...) dove il costo di mettere cavi
        può avere un ritorno anche per chi
        non è Telecom.Vero, ma ci sono un sacco di motivi per cui non tutti possono (tralasciando il "vogliono") abitare nelle grandi citta'.Magari dal punto di vista Telecom non e' un'operazione vantaggiosa portare la banda larga in posti poco popolati ma e' perlomeno auspicabile che qualcuno lo faccia. I soldi messi in bilancio dal Governo per finanziare l'acquisto dei decoder per il DTT si sarebbero potuti spendere ad esempio per iniziare un'operazione di questo tipo.
        Poi perché deve essere l'ADSL ad arrivare a te?
        Non potresti essere tu ad andare da lei? :-D
        Trasferisciti in un posto coperto, italiani baffo
        nero sempre lamentare, questo no questo no, una
        cosa dice altra fa, cantare sempre, suonare
        mandolino...

        Sei proprio un povero... cittadino. :-DAd affermazioni del genere occorrerebbe rispondere malamente ma probabilmente non servirebbe e quindi mi astengo.
      • Anonimo scrive:
        Re: Caro piccolo provider,
        Il problema è di semplice soluzione: Telecom deve passare ad una società che sarà appositamemte costituita le dorsali, Sarà opportunamente indennizzata.A questo punto tutti i gestori opereranno nelle stesse condizioni.Telecom avrà comunque il vantaggio di potere contare su un consistente vantaggio nel numero di clienti, la maggior patrte di questi non sono sensibili alle offerte vantaggiose di pochi euro rispetto a Telecom.Se non si fa così non se ne viene fuori.
      • trevi55 scrive:
        Re: Caro piccolo provider,
        - Scritto da: Anonimo
        ??
        Scusa ma per te un piccolo provider ha la
        struttura per mettere cavi e portarli nel tuo
        paesino sperduto di montanari? Che razza di
        ragionamento è?Mai sentito parlare di SharedAccess???? 8)Basta che un provider fornisca la centrale di zona con un suo DSLam che tutto cambia... :)E non serve buttare giù un cavo!
        Poi perché deve essere l'ADSL ad arrivare a te?
        Non potresti essere tu ad andare da lei? :-DPerché probabilmente la spesa dell'acquisto delle infrastrutture necessarie per un'azienda incidono nel suo bilancio molto meno di quanto può incidere in quello di un normale cittadino... Ma che sto a rispondere a fa'. La tua frase non merita repliche!
        Sei proprio un povero... cittadino. :-DNon sarebbe il posto giusto per flammare questo...
  • Anonimo scrive:
    Ma non era sempre occupato il numero ?
    ma come..io ho sempre letto che il numero della flat di telecom era sempre occupato e non si poteva navigare..ma allora se non funzia come mai cosi tanti la fanno ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma non era sempre occupato il numero
      probabilmente l'hai letto sul sito della tele2 o wooow...
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma non era sempre occupato il numero
        Io ho fatto il contratto a Settembre.....da allora non mi sono più disconnesso....
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma non era sempre occupato il numero
          beh..allora se davvero fuinziona bene la provoe possible provarla per un solo mese per vedere come va ?
          • liquidsky scrive:
            Re: Ma non era sempre occupato il numero
            Non penso si possa x un mese..
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma non era sempre occupato il numero
            L'abbonamento, stando a quanto dicono quelli del call center, poi vedete voi se crederci o no, richiede da 1 a 5 giorni per l'attivazione e può essere disattivato in qualsiasi momento con una telefonata al call center stesso. La disattivazione ha decorrenza quasi immediata, insomma nell'arco della giornata. In questo caso si paga solamente la frazione di mensilità di cui si è effettivamente usufruito. Quindi in teoria è possibile provarla solamente per un mese.Ribadisco: informazioni provenienti dal call center Telecom.
          • trevi55 scrive:
            Re: Ma non era sempre occupato il numero
            Esatto, può essere attivato anche per un giorno, e paghi solo quello che hai effettivamente consumato (ossia 1 giorno di flat = 12(24)/30(31) :)A me è successo ad Agosto, ho attivato l'offerta il 25 ed ho pagato solo 6 giorni di flat :)Cmq, il numero è stato occupato solo per pochissime persone... Il 90% (o più) non ha mai avuto problemi.Io tengo il router acceso (e quindi connesso a 128) dal 25 agosto, e solo una disconnessione. Poi sempre velocità ottime!
  • Anonimo scrive:
    Come la Legge elettorale...
    Il Governo fa una specie di "Golpe" (perche' questo e') per pararsi il culetto con la nuova legge elettorale e noi ci scandalizziamo se il Garante e' un fantoccio senza poteri che fa fare come gli pare e piace a Telecom...Se le cose vanno a rotoli e' perche' questa gente qualcuno l'ha votata!Pensateci la prossima volta che votaterete!
    • Anonimo scrive:
      Re: Come la Legge elettorale...
      - Scritto da: Anonimo


      Il Governo fa una specie di "Golpe" (perche'
      questo e') per pararsi il culetto con la nuova
      legge elettorale e noi ci scandalizziamo se il
      Garante e' un fantoccio senza poteri che fa fare
      come gli pare e piace a Telecom...

      Se le cose vanno a rotoli e' perche' questa gente
      qualcuno l'ha votata!

      Pensateci la prossima volta che votaterete!

      sei OT Kompagno
      • Anonimo scrive:
        Re: Come la Legge elettorale...
        Qualsiasi cosa tu voti ora in Italia è connessa in qualche modo al potere economico più meschino e cieco. Nulla a che vedere con la ricchezza del paese. Più a che vedere con la ricchezza di pochi.No way!Rassegnarsi non è bello, ma farsi venire il mal di stomaco per quattro furboni che si giocano la poltrona per interesse prettamente personale è anche peggio.
  • Alessandrox scrive:
    Ma se sono cosi' tanti...
    Cioe'... se ho capito bene la telecom sta distogliendo una fetta significativa di introiti da altri operatori... quindi gli utenti costretti ad un modem analogico per mancanza di adsl non sono poi un numero cosi' marginale....O sbaglio?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma se sono cosi' tanti...
      - Scritto da: Alessandrox
      Cioe'... se ho capito bene la telecom sta
      distogliendo una fetta significativa di introiti
      da altri operatori... quindi gli utenti costretti
      ad un modem analogico per mancanza di adsl non
      sono poi un numero cosi' marginale....
      O sbaglio?
      sono tanti relativamente a questo segmento di mercato dove vivacchiano tanti piccoli ISP indipendenti.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma se sono cosi' tanti...
        Basta leggere con attenzione l'articolo: sono circa il 50% del plateu. C'è scritto.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma se sono cosi' tanti...
          C'è poco da lagnarsi, invece era ora che Telecom proponesse una flat ad una cifra ragionevole.Ho provato tutte le altre flat e sono tutte mediocri perché dopo 2-3 ore/giorno di connessione diventano inutilizzabili.Utilizzo la flat di Telecom con ISDN 128K e riesce "quasi" a farmi dimenticare l'ADSL...
          • Alessandrox scrive:
            Re: Ma se sono cosi' tanti...
            - Scritto da: Anonimo
            C'è poco da lagnarsi, invece era ora che Telecom
            proponesse una flat ad una cifra ragionevole.
            Ho provato tutte le altre flat e sono tutte
            mediocri perché dopo 2-3 ore/giorno di
            connessione diventano inutilizzabili.
            Utilizzo la flat di Telecom con ISDN 128K e
            riesce "quasi" a farmi dimenticare l'ADSL...Scusa ma chi si lagna?Facevo sollo notare che non e' possibile che telecon ritenga commercialmente irrilevante il 50% di tutte le connessioni internet (quindi Adsl, analogiche e ISDN) Italiane.... Quindi altro che Flat analogica.... DOVREBBE darvi almeno Alice ADSL flat 640... oltretutto ci guadagnerebbe di piu'.
    • Faus74 scrive:
      Re: Ma se sono cosi' tanti...
      - Scritto da: Alessandrox
      Cioe'... se ho capito bene la telecom sta
      distogliendo una fetta significativa di introiti
      da altri operatori... quindi gli utenti costretti
      ad un modem analogico per mancanza di adsl non
      sono poi un numero cosi' marginale....
      O sbaglio?
      Noooooo,siamo solo in 15 milioni,milione più,milione meno...
  • Anonimo scrive:
    Eh ? Il mondo gira al contrario ?

    Già, il Garante. L'istituzione che dovrebbe
    vigilare sul fatto che le offerte di Telecom siano
    replicabili dalla concorrenza questa volta ha
    preso una posizione netta. Ha detto a Telecom
    di non commercializzare Teleconomy Internet
    fino a nuovo ordine, "ma Telecom l'ha
    commercializzata lo stesso", come spiega un
    portavoce del Garante a Punto Informatico. Ehhhh ? Come ?E perche' mai il garante dovrebbe proibire la commercializzazione del servizio di collegamento flat piu' economico e con piu' copertura (quindi piu' democratico) del paese?? Sono anni che la aspettiamo, addirittura siamo passati alla fibra ottica, alla ADSL, al collegamento satellitare, senza pero' avere MAI AVUTO modo di avere (per gli interessi di pochissimi svergognati) un collegamento costante a internet con il mezzo piu' diffuso e piu' economico oggi disponibile: il telefono.Ma garante di che ? Delle dittature e delle tirannie ?Boh, io telecom la smembrerei in mille pezzi, ma in questo caso (forse l' unico), se le cose stanno davvero cosi', evviva telecom.Cioe', per 12 Euro al mese si ha una connessione dedicata, con IP pubblico, registrabile come dominio presso i servizi di DNS dinamico, senza NAT, con tutte le porte di comunicazione disponibili. Lenta ma economica, e' sempre una presenza in rete. Mi sembra forse la prima offerta sensata di Telecom Italia, leggermente in ritardo di almeno 15 anni, ma vabbe'.....Succedera' questo: la concorrenza, messa li apposta per rendere concorrenziali i prezzi, si rivolge al garante (!) perche' il monopolista (!!) fa i prezzi troppo bassi (!!!), e il garante gli dara' pure ragione (!!!!) imponendo al monopolista di alzare i prezzi (!!!!!) ..... dio mio, viene il vomito solo a pensarci ..... :| :| :| :| :| :| :| :| :| :| :| :| :| :| :| Che mercato balordo abbiamo, ragazzi.S.
    • Anonimo scrive:
      Re: Eh ? Il mondo gira al contrario ?
      E' colpa di spada che si fa le spade... :|
    • Anonimo scrive:
      Re: Eh ? Il mondo gira al contrario ?
      non hai capito il succo del discorso... telecom che è padrona anche delle infrastrutture fa concorrenza sleale con quel prezzo... tra qualche mese avrà ucciso centinaia di piccoli ISP (con tanta gente a spasso) e poi scommetto che rialzerà i prezzi... quello che vuole fare il garante è assicurarsi che se telecom piazza la flat a 12? al mese, un piccolo ISP possa piazzarla a 10-11? al mese, guadagnandoci quel tanto per sopravvivere...ovviamente se al piccolo ISP, affittare la linea da telecom gli costa (come si è letto nell'articolo) circa 14? al mese... mi spieghi sto poveraccio come fa a fare concorrenza? Non vi fate incantare dagli specchietti per le allodole, che telecom "superdotata" minaccia le vostre natiche...
      • Anonimo scrive:
        Re: Eh ? Il mondo gira al contrario ?
        Sarà anche vero, ma per la prima volta da quando uso internet posso finalmente avere una connessione attiva 24 ore su 24 senza vendermi la casa e , se permetti, per me non è poco.Credo che il garante dovrebbe obbligare telecom a lanciare una friaco più abbordabile per i competitori ma non bloccare la teleconomy internet nel frattempo.Io ho lo stesso diritto a connettermi ad un prezzo accessibile che hanno tutti i fortunati coperti dalle varie DSL.Se poi in futuro saltasse fuori una flat competitiva con telecom che mi garantisca ping decenti cambierei subito (se non s'è capito gioco come un bambinello :D ) ma per ora...- Scritto da: Anonimo
        non hai capito il succo del discorso... telecom
        che è padrona anche delle infrastrutture fa
        concorrenza sleale con quel prezzo... tra qualche
        mese avrà ucciso centinaia di piccoli ISP (con
        tanta gente a spasso) e poi scommetto che
        rialzerà i prezzi... quello che vuole fare il
        garante è assicurarsi che se telecom piazza la
        flat a 12? al mese, un piccolo ISP possa
        piazzarla a 10-11? al mese, guadagnandoci quel
        tanto per sopravvivere...ovviamente se al piccolo
        ISP, affittare la linea da telecom gli costa
        (come si è letto nell'articolo) circa 14? al
        mese... mi spieghi sto poveraccio come fa a fare
        concorrenza? Non vi fate incantare dagli
        specchietti per le allodole, che telecom
        "superdotata" minaccia le vostre natiche...
        • Anonimo scrive:
          Re: Eh ? Il mondo gira al contrario ?
          - Scritto da: Anonimo
          Sarà anche vero, ma per la prima volta da quando
          uso internet posso finalmente avere una
          connessione attiva 24 ore su 24 senza vendermi la
          casa e , se permetti, per me non è poco.
          Credo che il garante dovrebbe obbligare telecom a
          lanciare una friaco più abbordabile per i
          competitori ma non bloccare la teleconomy
          internet nel frattempo.
          Io ho lo stesso diritto a connettermi ad un
          prezzo accessibile che hanno tutti i fortunati
          coperti dalle varie DSL.
          Se poi in futuro saltasse fuori una flat
          competitiva con telecom che mi garantisca ping
          decenti cambierei subito (se non s'è capito gioco
          come un bambinello :D ) ma per ora...
          Bravo bambinello che non vedi oltre la punta del naso.E' proprio grazie a quelli come te che la Telecom ci marcia.Tu sei contento di pagare 12 euro al mese oggi, per quanto tempo? Un anno? Poi, quando tutta la concorrenza sara' morta, ecco che Telecom trasformera' quei 12 in 13, poi in 14 poi apparira' uno scatto alla risposta, e contemporaneamente la linea cadra' con una certa frequenza, poi il numero comincera' a tornare occupato un po' troppo spesso, poi il numero non funzionera' piu', tu telefonerai all'assistenza e diranno che e' colpa tua...Poi anche l'assistenza smettera' di rispondere...Ma le bollette continueranno ad arrivare lo stesso.E tu rimpiangerai il tuo vecchio, piccolo, affidabile provider, che hai mandato a morire per poter pagare qualche centesimo in meno.Torna a giocare che e' meglio.
          • Anonimo scrive:
            Re: Eh ? Il mondo gira al contrario ?

            E' proprio grazie a quelli come te che la Telecom
            ci marcia.
            Tu sei contento di pagare 12 euro al mese oggi,
            per quanto tempo? Un anno? Poi, quando tutta la
            concorrenza sara' morta, ecco che Telecom
            trasformera' quei 12 in 13, poi in 14 poi
            apparira' uno scatto alla risposta, e
            contemporaneamente la linea cadra' con una certa
            frequenza, poi il numero comincera' a tornare
            occupato un po' troppo spesso, poi il numero non
            funzionera' piu', tu telefonerai all'assistenza e
            diranno che e' colpa tua...
            Poi anche l'assistenza smettera' di rispondere...
            Ma le bollette continueranno ad arrivare lo
            stesso.E poi il cielo si oscurerà, e comincierà a piovere, fino a quando tutte le terre saranno sommerse.Ma è possibile che il nostro efficientissimo garante riesca solamente a garantire che l'utente finale se lo prenda regolarmente in quel posto? E' possibile che l'unica soluzione a questa manovra "criminale" di Telecom sia la sospensione dell'offerta "fino a nuovo ordine", ordine che, conoscendo il garante, non arriverà mai, obbligando gli utenti a mettere nuovamente mano al portafogli per pagare le esorbitanti tariffe a consumo? Danneggiare economicamente il consumatore non mi sembra certo un buon metodo per frenare la tanto lamentata "emorragia di clienti".
          • Anonimo scrive:
            Re: Eh ? Il mondo gira al contrario ?
            - Scritto da: Anonimo
            Bravo bambinello che non vedi oltre la punta del
            naso.
            E' proprio grazie a quelli come te che la Telecom
            ci marcia.
            Tu sei contento di pagare 12 euro al mese oggi,
            per quanto tempo? Un anno? Poi, quando tutta la
            concorrenza sara' morta, ecco che Telecom
            trasformera' quei 12 in 13, poi in 14 poi
            apparira' uno scatto alla risposta, e
            contemporaneamente la linea cadra' con una certa
            frequenza, poi il numero comincera' a tornare
            occupato un po' troppo spesso, poi il numero non
            funzionera' piu', tu telefonerai all'assistenza e
            diranno che e' colpa tua...Carissimo. I cosiddetti "piccoli provider" non ci hanno messo un euro di investimento. Semplicemente rivendono. Ergo se vengono sbattuti fuori dal mercato non ci perdono niente. I prezzi risaliranno perche' Telecom e' di nuovo il monopolista? Allora avranno margine e si metteranno a rivendere. Ma nel frattempo non hanno investino e continuano a non investire un euro in reti.
          • trevi55 scrive:
            Re: Eh ? Il mondo gira al contrario ?

            Carissimo. I cosiddetti "piccoli provider" non ci
            hanno messo un euro di investimento.
            Semplicemente rivendono. Ergo se vengono sbattuti
            fuori dal mercato non ci perdono niente. I prezzi
            risaliranno perche' Telecom e' di nuovo il
            monopolista? Allora avranno margine e si
            metteranno a rivendere. Ma nel frattempo non
            hanno investino e continuano a non investire un
            euro in reti.Esatto... Telecom non può permettersi di rialzare il prezzo, non credo proprio che i piccoli provider poi sparirebbero, anzi!Considerate poi che anche i così detti piccoli ISP, ora guadagnano davvero poco dalle flat... Penso che oltre a tiscali ce ne siano poche che abbiano fatto parecchi affari ultimamente.Nell'articolo si parla di Wooow, ma che minchiata eh!? L'avete mai provato? E' ed è sempre stata una flat a prezzi alti e con servizi balordi. Solo CheapNet, NGI e Tiscali hanno sempre dato servizi ottimi, e ricordate che le TiscaliFlat erano davvero economiche prima dell'uscita di Teleconomy Internet, quindi in fondo la tariffa di telecom per certi provider non è poi impossibile (tiscali flat day + night con isdn a doppio canale non danno 24 ore, ma cmq hanno un prezzo piuttosto basso, simile a TI).
          • Anonimo scrive:
            Re: Eh ? Il mondo gira al contrario ?
            Non so cosa succederà un giono, ma so solo che qui sono escluso ad libitum dalla ADSL, mi sono dovuto arrangiare sino a ieri con una vecchissima semi-flat qual'era Libero@Sogno (e che vi siete scordati troppo presto che i furboni di Infowind han tagliato in ore di utilizzo e che una causa legale ha dato ragione a LORO) regalando DECINE e DECINE in + di ? a IW perchè non potevo sempre aspettare le 21 per collegarmi o non potevo staccarmi alle 8 precise.Per me questa dial-up flat (che qui a MO va davvero bene) e'come l'uovo di Colombo per me escluso dalla ADSL, ma che scherziamo!! Io VIVO di Internet...L'aumenteranno? Boh, sappiate che sino a 2 settimane fa dovevo pagare 21 ? al mese per un servizio parziale...io ho ancora PARECCHIO margine...Ciao FC
    • Anonimo scrive:
      Re: Eh ? Il mondo gira al contrario ?
      Caro amico fuori dal mondo,Ti faccio sapere che gli ISP non chiedono che Telecom Italia aumenti i prezzi.Gli ISP stanno chiedendo semplicemente che Telecom Italia faccia agli ISP delle condizioni economiche con cui ANCHE LORO possano offrire a te, amico fuori dal mondo, un'offerta alternativa.
  • Anonimo scrive:
    non lamentiamoci sempre
    una volta che telecom fa una ottima offerta non lamentiamoci sempre.....o che come cittadini e/o come stato la ricompriamo , poi la riprivatizziamo dividendola prima in 2 parti, la telecom cavi/linea e la telecom servizio telefonico, oppure cosa pretendiamo ? che da padrona dei cavi perda tutti i suoi clienti ? autolesionismo allo stato puro...... e per l'etica del garante, da padrona dei cavi subisca il famoso : perchè pagare di più.....forse i concorrenti dovrebbero svegliarsi con tecnologie nuove, non con pochi investimenti mendicare da parassiti........almeno cosi mi sembra la ( criticabile..ecc ecc ) ma realtà
    • Anonimo scrive:
      Re: non lamentiamoci sempre
      vero, ormai tutti vogliono guadagnare sulle spalle diqualcun altro. in effetti con telecom sarà molto difficile :D
    • Anonimo scrive:
      Re: non lamentiamoci sempre
      Non hai capito il problema...http://punto-informatico.it/forum/pols.asp?mid=1164435&tid=1164435&p=1&r=PI
    • Anonimo scrive:
      Re: non lamentiamoci sempre
      - Scritto da: Anonimo
      una volta che telecom fa una ottima offerta non
      lamentiamoci sempre.....o che come cittadini e/o
      come stato la ricompriamo , poi la
      riprivatizziamo dividendola prima in 2 parti, la
      telecom cavi/linea e la telecom servizio
      telefonico, oppure cosa pretendiamo ? che da
      padrona dei cavi perda tutti i suoi clienti ?
      autolesionismo allo stato puro...... e per
      l'etica del garante, da padrona dei cavi subisca
      il famoso : perchè pagare di più.....forse i
      concorrenti dovrebbero svegliarsi con tecnologie
      nuove, non con pochi investimenti mendicare da
      parassiti........almeno cosi mi sembra la (
      criticabile..ecc ecc ) ma realtàDa padrona dei cavi la T. fa quel che vuole se la legge glilo permette. Quando i piccoli saranno morti, nella migliore delle ipotesi (ma è facile immaginare che i prezzi verrebero rialzati da 12 euro attuali) ti ritroverai con una connessione flat praticamente inutilazzibile perchè sovraffollata e di conseguenza con la linea quasi sempre occupata. Se questo ti sembra progresso!!!Nessun monopolista o tendenzialmente tale regala nulla a nessuno. Non fatevi illusioni.
      • Anonimo scrive:
        Re: non lamentiamoci sempre
        esistono altre tecnologie non da parassita, quali internet sul cavo elettrico, umts, e altre tecnologie senza fili, scusa non sono esperto ma esistono, basta investire e non fare i parassiti, e da subito ci sono 3 ( + quella di tim/telecom che fan 4 ) licenze umts che non sarebbe un brutto andare, e l'umts pagato fin troppo come concessione non lo usa quasi nessuno.......un non parassita potrebbe competere da li
  • Anonimo scrive:
    Aiuto!!!
    Da una vita combatto con i simpaticoni di mamma telecom.L'ultima cosa fantastica è successa quando ho aperto i nuovi uffici in una zona apparentemente coperta da ADSL. Solo una volta a costruzione finita i meravigliosi tecnici mi hanno saputo dire che in realtà la zona rimane coperta fino a qualche metro prima del nostro edificio.Sono stato costretto a fare un abbonamento ISDN e chiedendo gentilmente al 191 quale fosse la tariffa più economica per rimanere connessi il più possibile alla Rete (avevo sentito parlare di una flat per chi non aveva adsl) mi hanno gentilmente risposto che bastava attivare teleconomy24 (senza nessun costo aggiuntivo) e poi attivare 5 giorni dopo l'"opzione internet". Aspetto 5 giorni ritelefono e gentilmente mi dicono che l'OFFERTA E' ATTIVABILE SOLO DAL SITO.In seguito scopro che come al solito si tratta di una presa per il culo: sul sito il servizio è TEMPORANEAMENTE NON DISPONIBILE. Ad 1 mese e mezzo di distanza le cose non sono cambiate.Chi può darmi un saggio consiglio? Io ho perso ogni speranza: la flat tiscali non mi serve a niente e NGI sembra cara? Ho alternative?
    • Anonimo scrive:
      Re: Aiuto!!!

      finita i meravigliosi tecnici mi hanno saputo
      dire che in realtà la zona rimane coperta fino a
      qualche metro prima del nostro edificio.Cavolo!! E ti fermi per questo? Se son pochi metri (intesi come una decina) trova un'accordo con quelche vicino e stendi un pò di cavo..oppure apparato wireless.
      • Anonimo scrive:
        Re: Aiuto!!!
        Tra i 100 e i 200 metri. Come potrei fare? con il wireless significa far arrivare al soffitto il cavo di rete in entrambi i posti e connettere i due punti a vista tramite una antenna.Sempre che trovi qualche personcina ammodo a 200 metri di distanza che mi assecondi nell'impresa.Purtroppo non ho nè il tempo nè l'esperienza per fare una cosa del genere con il rischio che poi non funzioni lo stesso.Io avrei preferito qualche soluzione preconfezionata...cmq se c'è qualcosa che ignoro che mi potrebbe semplificare la vita dimmi pure sono tutto orecchi...Hai già fatto cose simili?
        • Alabamasmith scrive:
          Re: Aiuto!!!
          potresti farti mandare solo il cavo dati, non c'è problema fino a 1/2 km di distanza. Chiedi a NGI, che vuole per l'attivazione 75euro, non so però se vale per le aziende.
  • Anonimo scrive:
    e mo' ce la tolgono...
    quanto ci scommettete? e io lo prendo di nuovo in .... avendo disdetto una semiflat non piu' attivabile con albacom.....sempre noi a rimetterci, che pallleeee :@
    • Anonimo scrive:
      Re: e mo' ce la tolgono...
      Dopodiche' dovrai ringraziare Luca Spada.
      • Anonimo scrive:
        Re: e mo' ce la tolgono...
        Che va in giro col suo BMW tutto infighettato, diciamocelo pure... :'(
        • Anonimo scrive:
          Re: e mo' ce la tolgono...
          A parte che mi sembrate un po' idioti o invidiosi.. giusto un attimo. I concetti di concorrenza vi sono cosi' estranei che vi va' bene un sistema di monopolio purche' TEMPORANEAMENET si paghi di meno. Bah.
          • Anonimo scrive:
            Re: e mo' ce la tolgono...
            - Scritto da: Anonimo
            A parte che mi sembrate un po' idioti o
            invidiosi.. giusto un attimo. I concetti di
            concorrenza vi sono cosi' estranei che vi va'
            bene un sistema di monopolio purche'
            TEMPORANEAMENET si paghi di meno. Bah.Il tuo bah evidentemente non tocca il tuo portafogli.Il mio lo tocca e quindi, pur con schifo e ribrezzo, preferisco tenermi la flat telecom piuttosto che avere di nuovo le finte flat di prima a costi esorbitanti.Se il concetto di concorrenza deve essere sempre a mio scapito, scusa se me ne frego altamente delle lamentele estemporanee degli altri provider.Loro guardano il loro portafogli io il mio.Invece di lamentarsi perche' ora non prendono più soldi dai collegamenti flat ma SOPRATTUTTO dai collegamenti a pagamento (dove si spendeva davvero un'ira di Dio) pensassero che col WiFi hanno l'occasione giusta per riscattarsi dall'ultimo miglio e per prendere clienti in zone con 10000 abitanti, facilmente raggiungibili (ad esempio guarda la provincia di Pavia o di Torino).Se la concorrenza deve invece essere un litigarsi l'arancia per poi spremerla ben bene, mi tengo lo schifo, la nause e la flat Telecom.
    • Anonimo scrive:
      Re: e mo' ce la tolgono...
      - Scritto da: Anonimo
      Ricordiamoci che se in italia c'e' gente che non
      puo avere l'adsl e' ANCHE merito di Telecom. E' SOLO di Telecom (e cioe' del garante/governo che gli fa fare come cavolo gli pare e piace).Ma basta guardare la legge elettorale per capire che chi dovrebbe controllare Telecom... e' anche peggio!
      • Anonimo scrive:
        Re: e mo' ce la tolgono...
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo


        Ricordiamoci che se in italia c'e' gente che non

        puo avere l'adsl e' ANCHE merito di Telecom.

        E' SOLO di Telecom (e cioe' del garante/governo
        che gli fa fare come cavolo gli pare e piace).

        Ma basta guardare la legge elettorale per capire
        che chi dovrebbe controllare Telecom... e' anche
        peggio!E che palle 'sta legge elettorale! Vogliamo parlare di tecnologia sì o no? PI sta per Punto Informatico, non per Parlamento Italiano.
  • Anonimo scrive:
    L'unico garante che potrà salvare questi
    provider sarà qualche clan mafioso che di notte andrà a far saltare le centraline a telecom a bastonate... se aspettano quello "regolare" e ""super partes"" possono riciclarsi a vendere mutande al mercato...
    • Anonimo scrive:
      Re: L'unico garante che potrà salvare qu
      Io spero che qualcuno invece imbavagli Luca Spada. Non vorrei augurare il fallimento di nessuno, ma quando la concorrenza comincia a giocare con i miei soldi allora mi viene da pensare se non fosse meglio che scomparisse del tutto. NGI, stimata e apprezzata perche' e' stata per anni il punto di riferimento dei videogamers italiani, ma purtroppo ormai e' diventata un'azienda che tira a campare come tutte le altre... ma se questo tirare a campare deve diventare deleterio per l'utente, allora e' meglio che scompaia.
      • Anonimo scrive:
        Re: L'unico garante che potrà salvare qu
        Non ho mai provato i servizi di ngi però mi ricordo che quando usavo la BBB appena trasformata in Alice 256 di Telecom (ora viaggio in fibra MITICOOOOO :D ) non riuscivo più a giocare a niente perchè i furbacchioni sovracaricavano le centraline. Ora non so se le cose sono ancora così ma certo è che preferisco pagare qualcosa di più ma avere un servizio migliore
      • Anonimo scrive:
        Re: L'unico garante che potrà salvare qu

        Io spero che qualcuno invece imbavagli Luca
        Spada.Non serve Spada, da sempre, quando si scontra con telecom perde sempre. Poi ci sarebbe molto da dire di Spada ..dai tempi di Fidonet in su.
Chiudi i commenti