P2P-Next, il BitTorrent europeo è già allo streaming

Proseguono i lavori in seno alla UE per creare una piattaforma di condivisione dei contenuti audiovisivi di nuova generazione. Il protocollo BT acquista capacità live. Nasce SwarmPlayer

Roma – I partner del consorzio europeo P2P-Next , che hanno investito 22 milioni di dollari per lo sviluppo di una piattaforma di condivisione dei contenuti di nuova generazione, cominciano a raccogliere i primi frutti del lavoro dei ricercatori: SwarmPlayer è un software in grado di trasferire a un numero teoricamente illimitato di utenti un flusso di dati audiovisivi, adottando il protocollo BitTorrent a trasmissioni di tipo “live” .

Addio al multicasting , il futuro della distribuzione video in rete passa ancora una volta per il rivoluzionario protocollo di condivisione creato da Bram Cohen. Con SwarmPlayer, P2P-Next introduce un nuovo formato di file .torrent , denominato .tstream e pensato appunto per fornire capacità in tempo reale ai normali scambi sul network BitTorrent.

La promettente tecnologia interessa un gran numero di soggetti europei, in primis l’emittente inglese BBC. Partner convinti del fatto che il successo del progetto P2P-Next sarebbe la risposta più efficace all’attuale difficoltà di distribuzione degli audiovisivi in rete , da veicolare a un numero di client-spettatori in aumento vertiginoso.

“Una sorta di YouTube 2.0”, sintetizza TorrentFreak , che evidenzia come al contrario di progetti con obiettivi similari come Joost , il risultato del lavoro di ricerca condotto da P2P-Next verrà rilasciato sotto licenza open source a beneficio dell’intera comunità di rete.

“Per essere adeguati, rimaniamo compatibili con BitTorrent”, dice il direttore scientifico del progetto Johan Pouwelse, “ma il BitTorrent tradizionale non è compatibile con i flussi in streaming”. La soluzione sta, secondo Pouwelse, nell’abbandonare “il protocollo da pan-per-focaccia e sviluppare qualcosa di più generico, che noi chiamiamo Give-to-Get”.

Give-to-Get reingegnerizza lo scambio dei pacchetti di dati, provando a ottenere in locale i blocchi video “giusto in tempo per la visualizzazione”. Non è infatti possibile, quando si prova a mettere insieme BitTorrent con i contenuti live, fare affidamento su concetti come la “share ratio”, vale a dire la percentuale di condivisione assegnata a ogni client BT proporzionalmente agli upload verso gli altri utenti.

Quello che SwarmPlayer fa è scaricare un primo minuto di flusso, mandarlo in trasmissione sullo schermo e contemporaneamente cominciare a scambiare attivamente il quantitativo di flusso già ottenuto con gli utenti connessi allo stesso feed . Un concetto a ben guardare non molto dissimile dal lavoro già compiuto dal team a cui si deve la piattaforma Coolstreaming .

Sia il lettore che la tecnologia BT “live” sono ad ogni modo ancora un “work in progress”, avverte Pouwelse, che spera di riuscire a rendere il codice “solido e stabile” entro un mese. Il prossimo obiettivo è reintrodurre una forma di “share ratio” negli scambi live, in grado di fornire un’esperienza multimediale migliore – più fluida? – a chi vuole – può? – condividere di più.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Abramo Giordano scrive:
    Ubisoft sbaglia con i DRM
    Questa notizia È STUPEFACENTE.La Ubisoft usa un crack per aggirare le sue stesse protezioni e far funzionare i giochi. Incredibile!! Non riesco a smettere di ridere!!Se la Ubisoft non la smette con questa storia delle protezioni, molto presto finirà sul lastrico.Avevo acquistato qualche anno fa Chessmaster XI. Appena rilasciato il gioco aveva già una marea di problemi. Hanno rilasciato delle patch solo nei primi mesi dopo l'uscita, ma attualmente, a circa tre anni dalla sua uscita, sono presenti ancora dei bug e dei problemi nel gioco online.Secondo me il problema è sempre lo stesso. Perdono tempo con le protezioni e dedicano poco tempo a debaggare il gioco prima di meterlo in vendita. Tutto questo per denaro. Per avere i soldi subito.Io ho sempre comprato giochi originali. SEMPRE!Quelli che ci tengono al gioco lo comprano originale!Gli altri riescono comunque a trovare dei crack per scavalcare le protezioni quindi perché perdere tempo con i DRM.Gli unici giochi che non ho pagato sono quelli del MAME e del WinUAE perché non sapevo chi dovevo pagare.Le rom dell'Amiga, però, le ho acquistate regolarmente dal sito della Cloanto.
    • angros scrive:
      Re: Ubisoft sbaglia con i DRM
      Quelli che comprano il gioco originale sono puniti. Quelli che scaricano, no.Quindi, perchè comprare? E se il venditore è cretino, è un problema suo.
  • Enjoy with Us scrive:
    stupefacente
    Premetto che non sono un videogiocatore,da quello che ho letto nei vari post è incredibile che ancora qualcuno compri giochi originali!Ma coma compro un gioco originale e poi lo devo craccare per farlo funzionare? E questi si lamentano pure di vendere meno giochi per PC?Per forza solo un masochista potrebbe comprarli!
    • Navathe scrive:
      Re: stupefacente
      Non fare mala informazione, i giochi sono stato scritti per essere acquistati , non per essere piratati. Il fatto che Ubi abbia usato un crack non vuole dire nulla, loro sono i proprietari del codice, non hanno infranto alcun copyright. E i giocatori che hanno pagato, grazie a quella crack possono giocare e quindi avere ciò che si spetta. Inutile dire che non è una cosa di cui vantarsi (mi riferisco ad UbiSoft), ma di illecito non c'è nulla. Acquistate se volete giocare sul pc, altrimenti veramente questo settore scomparirà
      • kattle87 scrive:
        Re: stupefacente
        solo per fartelo notare: ho un CD originale di W3 the Frozen Throne e ho avuto la mia CD Key bannata a causa di un crack. Perchè sennò sotto wine non girava.Le crack di Ubisoft invece sono ok? No, non lo hanno scritto loro, è violazione di Copyright, e se un giorno prendono la crew li denunciano pure.Semplicemente sono degli idioti. E per fortuna che il lavoro sporco glielo aveva già fatto qualcun altro, altrimenti ci stava bene un commando di giocatori di Rainbow Six per andare a prendere il CEO :P
        • Burp scrive:
          Re: stupefacente
          - Scritto da: kattle87
          Semplicemente sono degli idioti. E per fortuna
          che il lavoro sporco glielo aveva già fatto
          qualcun altro, altrimenti ci stava bene un
          commando di giocatori di Rainbow Six per andare a
          prendere il CEONon e' che "siano idioti", puo' darsi ma non lo sai.E' probabile che l'idea sia stata di un singolo, che ha fatto di testa sua, non dell' Ubisoft.OK ?E' giusto comunque che la figura di merda si rispecchi sull'azienda, che ha avuto la sfortuna e la dabbenaggine di assumere l'inetto individuo (sempre che sia cosi').
          • kattle87 scrive:
            Re: stupefacente
            ok intendevo, "alcuni individui" si comportano da idioti.In effetti è anche probabile che l'intelligenza media in quell'azienda sia maggiore della mia quindi dovrei stare zitto.
  • Van scrive:
    E' capitato anche a me
    E' capitato anche a me con l'ultimo Civilization.L'ho comprato originale,ma per farlo funzionare dovevo usare un CRACK.I nuovi sistemi di protezione verificano se hai installato tool tipo Alcohol o NeroDriveImage per emulare CD e in tal caso bloccano tutto, anche se non li stai usando per far andare il gioco!!!
    • pentolino scrive:
      Re: E' capitato anche a me
      a me era capitato con un gioco che non mi girava in macchina virtuale, perchè la protezione pensava che fosse in esecuzione un "kernel debugger" che, inutile dirlo, prima di allora non avevo mai nemmeno sentito!Inutile dire che per quanto la serie mi piacesse molto ho rinunciato per principio ad acquistare i titoli successivi, per quanto esistano nativi per il mio nuovo computer (il capitolo in questione lo avevo acquistato tempo prima per windows, da qui la necessità di lanciarlo in macchina virtuale)
    • Burp scrive:
      Re: E' capitato anche a me
      Si', e' vero, questo e' incredibile.Uno ora non puo' avere daemon tools installato per montare delle immagini iso perche' "loro" ne hanno paura.Ma scherziamo ? Fate quel che volete, controllate quel che volete ma non potete chiedermi di disinstallare un programma che non vi fa comodo. Saranno cazzi vostri se non vi fidate.Al tuo posto avrei riportato indietro il gioco (dopo averlo copiato quale risarcimento per il disturbo e la scocciatura arrecata, come il dover pure tornare dal negoziante).
    • Dr. House scrive:
      Re: E' capitato anche a me
      successo pure a meSuperbike riding challenge, originale che chiede di inserire il disco originale :-D
  • Raptor scrive:
    multiplayer che fà pena
    Faccio parte di un clan di gioco dove alcuni di noi giocano in multiplayer con Vegas 2, anche io l'ho provato e vi posso assicurare che è pietoso ...se non fosse per altri titoli come GRAW2 non avrei mai più comprato giochi marchiati Ubi.
  • TazmanianDevil scrive:
    baggianate
    ho iniziato a giocare col pc nel 93 e gia allora le testate giornalistiche dicevano che la pirateria in pochi anni avrebbe ucciso le software house.Sono passati 15 anni e i giochi per pc sono passati da 49000 lire a 62 euro nei negozi. Allora c' erano i twilight oggi c' è la banda larga ed il p2p e ancora si parla di pirateria che uccide il videogioco. Spero di non sentire ste caxxate anche quando saro' nonno. Quando sono usciti i primi registratori di cassette musicali dicevano che l' industria della musica avrebbe avuto le ore contate,idem coi masterizzatori...Le software house, le major musicali ecc ecc hanno gia previsto nei loro conteggi le copie piratate e sanno benissimo di poter guadagnare dei bei soldoni anche solo con le copie vendute. Inoltre molta gente lo scarica ma poi si compra la copia originale quando dopo pochi mesi è gia sceso il prezzo di parecchio.E finiamola con sta bufala della pirateria che non ci crede piu' nessuno...
    • msdead scrive:
      Re: baggianate
      Bravo pampino... :DQuoto!
    • chojin scrive:
      Re: baggianate
      - Scritto da: TazmanianDevil
      ho iniziato a giocare col pc nel 93 e gia allora
      le testate giornalistiche dicevano che la
      pirateria in pochi anni avrebbe ucciso le
      software house.Sono passati 15 anni e i giochi
      per pc sono passati da 49000 lire a 62 euro nei
      negozi. Allora c' erano i twilight oggi c' è la
      banda larga ed il p2p e ancora si parla di
      pirateria che uccide il videogioco. Spero di non
      sentire ste caxxate anche quando saro' nonno.Già. Hai perfettamente ragione. Ma non si devono dire 'ste cose, eh! Il mito della pirateria brutta e cattiva che uccide l'industria fa troppo comodo ai markettari, legali ed avvocati con le varie associazioni che lucrano sul cliente e sui produttori. Fra 15 anni di questo passo un gioco costerà 200euro minimo ed i programmi professionali che ora costano 500-1000euro supereranno i 15000euro
      • msdead scrive:
        Re: baggianate
        - Scritto da: chojin
        - Scritto da: TazmanianDevil

        ho iniziato a giocare col pc nel 93 e gia allora

        le testate giornalistiche dicevano che la

        pirateria in pochi anni avrebbe ucciso le

        software house.Sono passati 15 anni e i giochi

        per pc sono passati da 49000 lire a 62 euro nei

        negozi. Allora c' erano i twilight oggi c' è la

        banda larga ed il p2p e ancora si parla di

        pirateria che uccide il videogioco. Spero di non

        sentire ste caxxate anche quando saro' nonno.

        Già. Hai perfettamente ragione. Ma non si devono
        dire 'ste cose, eh! Il mito della pirateria
        brutta e cattiva che uccide l'industria fa troppo
        comodo ai markettari, legali ed avvocati con le
        varie associazioni che lucrano sul cliente e sui
        produttori.

        Fra 15 anni di questo passo un gioco costerà
        200euro minimo ed i programmi professionali che
        ora costano 500-1000euro supereranno i
        15000euroEcco allora la "pirateria" ci sarà ancora al passo coi tempi... :)
    • mario scrive:
      Re: baggianate
      Amen
  • Dr. House scrive:
    Dov'è quello che diceva che i cracker
    Non esistono e sono gli stessi sviluppatori a rilasciare i crack....Oddio aspetta in questo caso è davvero così(rotfl)anche se il crack non l'hanno scritto loro
  • wathrog scrive:
    GG Ubisoft
    Beh una mossa veramente ingengosa.Complimenti UbiSoft... Date anche voi il vostro contributo ad uccidere il gioco su PC...La pirateria è una scusa, il pc ha molte potenzialità in più di gameplay rispetto ad una console.Fra poco non usciranno più giochi per pc :(
    • dlrm9m scrive:
      Re: GG Ubisoft
      Poco male. Telefono per chiamare, macchina digitale per far foto, console per giocare e pc per lavorare... mi sembra coerente
      • LOL scrive:
        Re: GG Ubisoft
        CONFERMO
      • wathrog scrive:
        Re: GG Ubisoft
        Si vede che non sei un informatico (o che sei un informatico ignorante)Le potenzialità del pc non si fermano al "lavoro". Soprattutto se per lavoro intendi scrivere documenti o fare presentazioni....
        • LOL scrive:
          Re: GG Ubisoft
          per giocare ci sono le consolle, ed è la scelta più intelligente perché costano poco rispetto al pc che ci vuole per giocare, offrono più giochi e certe esclusive da paura, senza contare che i bug sono molto ma molto di meno rispetto al pc.
          • Tonino scrive:
            Re: GG Ubisoft
            Forse perchè aggiornare l'HW della console è un pò più difficile.P.s. un pc medio costa sui 300-400 euro.. ma non ditelo in giro.. sarà un pò di più di una console ma lavoraci te con la play3 ;)
          • chojin scrive:
            Re: GG Ubisoft
            - Scritto da: Tonino
            Forse perchè aggiornare l'HW della console è un
            pò più
            difficile.

            P.s. un pc medio costa sui 300-400 euro.. ma non
            ditelo in giro.. sarà un pò di più di una console
            ma lavoraci te con la play3
            ;)Sulla PS3 puoi installare Linux senza problemi.. dentro Linux puoi mettere una macchina virtuale VMWare con XP o Vista... e funziona.
          • Tonino scrive:
            Re: GG Ubisoft
            Si ma concorderai con me che scrivere un documento alla tv e magari con il joypad è un pò complicato
          • scorpioprise scrive:
            Re: GG Ubisoft
            Esistono le tastiere per diverse console... Ma non è questa la questione: il pc è fatto per far girare un sistema operativo, su cui girano le applicazioni, che sono le più disparate dalla videoscrittura al database al gioco, che usano in maniera intensiva una parte differente del pc (ram, hd, gpu)Le console sono fatte per spremere le GPU, perché su quello è principalmente basato il funzionamento del gioco.Si, puoi usare entrambi per fare le stesse cose.E sì, sono d'accordo che gira meglio i giochi su console e il resto su Pc. Tuttavia, non essendo un hardcore gamer, mi accontento di quello che offre il pc ;)
          • Un Sacco Bella scrive:
            Re: GG Ubisoft
            Puoi collegarci perfettamente una tastiera usb o wireless.
          • MyrddinEmrys scrive:
            Re: GG Ubisoft
            si spendo centinaia di euro per una consolepasso due giorni a installarci linux e poi qemu con vista ...spendo x-euro per comprarmi la tastiera, un video decente che non sia la tv, il mouse..ma.. non faccio prima a comprare direttamente il pc che è fatto apposta?
          • Avion scrive:
            Re: GG Ubisoft
            Sì, ma il "pc medio", almeno attualmente, non ha la potenza di una console (che viene venduta sottocosto per formare una base d'utenza che permetta di recuperare le perdite con la vendita dei giochi).Inoltre, quando prendi un gioco su console puoi stare tranquillo che funzionerà al massimo delle sue possibilità senza dover eventualmente potenziare l'hardware, e che non avrà problemi di strane incompatibilità, di driver, di aggiornamenti da installare...Quanto alla questione della notizia, il problema è che il D2D non è una piattaforma che può anche gestire il DRM come fa Steam, ma solo un modo di scaricare a pagamento. Quindi rilasciare un gioco con DRM attraverso questa piattaforma è una cavolata epocale e chi lo ha acquistato dovrebbe pretendere un rimborso o l'invio a casa del disco di gioco senza ulteriori spese.
          • LOL scrive:
            Re: GG Ubisoft
            col pc di 300-400 euro col cacchio che ci puoi giocare, le richieste in termini di scheda video sono davvero molto altela consolle una se la compra per giocare, se uno ci vuole lavorare allora c'è qualcosa che non vail prezzo delle consolle è molto ma molto più basso rispetto a quello necessario per costruirsi un pc per giocare, i giochi su pc richiedono un hardware ed una scheda video potenti, altrimenti o non puoi proprio giocare al gioco oppure ci devi giocare come uno sfigato al dettaglio basso
          • Tonino scrive:
            Re: GG Ubisoft
            Scusate mi sono espresso male:mettiate che dobbiate lavorare e giocare, avete a disposizione 2 soluzioni:1) PC (400 euro) + console (250 euro) = 650 euro2) PC (650 euro) =650 euroOgnuno avrà le sure preferenze poichè entrambe hanno pregi e difetti.
        • dlrm9m scrive:
          Re: GG Ubisoft
          Bè informatico... si guarda col computer ci programmo visto che faccio il programmatore e continuo a sostenere la testi che ogni ha il suo compito!!!
    • eeee scrive:
      Re: GG Ubisoft
      - Scritto da: wathrog
      Beh una mossa veramente ingengosa.

      Complimenti UbiSoft...

      Date anche voi il vostro contributo ad uccidere
      il gioco su
      PC...
      La pirateria è una scusa, il pc ha molte
      potenzialità in più di gameplay rispetto ad una
      console.

      Fra poco non usciranno più giochi per pc :(forse perchè i giochi singleplayer a meno che non sia di avventura stanno facendo un po' skifo..roba da console insomma ^^io vi consiglio di provare Perfect World..va sia su windows che su linux (con wine e i parametri opengl), è gratis (items a pagamento trovabili anche con soldi virtuali)..e veramente coinvolgente come MMORPG..merita almeno di essere provato ^^ShiJiiEgira Commander^^
    • Alfonso Maruccia scrive:
      Re: GG Ubisoft
      Io sono convinto ZERO della morte del PC come piattaforma videoludica, anzi, con Diablo III in vista credo che non sia mai stata tanto in forma :-P E' cattiva propaganda di società a cui col business non gli è andata bene, e la mancanza di una "forza" di PR in grado di promuovere la "piattaforma" in quanto tale...E se queste cose le dice Valve, io direi che bisogna ascoltarla e "ascoltare" un pò la realtà oltre che i livorosi e queruli discorsi anti-"pirateria" di qualcuno...http://www.eurogamer.net/article.php?article_id=160866&page=1
      • MyrddinEmrys scrive:
        Re: GG Ubisoft
        la penso piu' o meno come te..con l'aggiunta che spesso (non sempre) fare porting da una piattaforma all'altra non è questo lavoro immenso (cfr windows, xbox).per cui.. perchè tagliarsi il mercato videoludico dei pc quando puoi essere presente senza radicali cambiamenti al codice che hai sviluppato per la console?
        • Alfonso Maruccia scrive:
          Re: GG Ubisoft
          - Scritto da: MyrddinEmrys
          la penso piu' o meno come te..
          con l'aggiunta che spesso (non sempre) fare
          porting da una piattaforma all'altra non è questo
          lavoro immenso (cfr windows,
          xbox).
          No, il lavoro sul codice si è ridotto in maniera sconcertante, a parte le esagerazioni che dicono i PR. Capcom dice che i suoi titoli già li sviluppa tutti su PC, siano essi arcade, titoli per PS3 e Xbox 360, e non per niente Street Fighter IV uscirà in contemporanea per tutte le piattaforme PC incluso...Certo, se poi uno si vuole fare del male e sviluppare nativamente per Cell di PS3, allora è un altro paio di maniche. Lì, se non ti chiami Kojima, ben difficilmente avrai fatto una scelta molto intelligente :-P
  • pentolino scrive:
    Re: Basta con le protezioni!
    quoto, come ho scritto in passato io il gioco su PC lo ho abbandonato da tempo, per tutta una serie di motivi tra cui questo: la protezione che impedisce a chi ha pagato di giocare... ma dove siamo?
    • Robba scrive:
      Re: Basta con le protezioni!
      Appoggio la protesta...Se la protezione serve ad incasinare la vita a chi il gioco lo compra direi che l'attrazione di un gioco pirata senza menate diventa "interessante"...ma come cavolo ragionano i manager delle software house?
      • pentolino scrive:
        Re: Basta con le protezioni!
        sì guarda è sempre così, anche con i CD di musica; ha meno problemi chi scarica dal mulo / acquista dalla bancarella... misteri della vita!
        • AtariLover scrive:
          Re: Basta con le protezioni!
          Secondo me la verità sta nel mezzo... Levare la protezione porta a vendere meno, lasciarla porta a infastidire gli utenti.Io sono per i giochi di qualità da pagare il giusto, magari con contenuti online solo per chi ha il seriale.ES: Unreal Tournament 2004 se non avevi il seriale valido non potevi giocare in internet o nemmeno in LAN se in qualche modo il gioco si connetteva ai server Atari (es: lan fatta con un router che accede anche a internet), mentre il gioco singleplayer andava.Questo può essere un buon compromesso.(atari)
          • pentolino scrive:
            Re: Basta con le protezioni!
            - Scritto da: AtariLover

            Questo può essere un buon compromesso.

            (atari)sì può darsi, anche se il problema si porrebbe lo stesso; ovvero compri un gioco che ha nel multiplayer online la sua forza (tipo quake arena e successori) e la protezione te lo inchioda per chissà quale motivo. Bel pacco eh?Per come la vedo io le protezioni usate nei giochi per PC sono tendenzialmente inaffidabili (vedi il caso della notizia), potenzialmente pericolose dal punto di vista della sicurezza (come il caso di safedisc un po' di tempo fa), dannose nei confronti di altre applicazioni (tipo non mi ricordo quale era che installava un driver che interferiva con il funzionamento del masterizzatore)... capisci perchè mi è passata la voglia di giocare sul PC?
    • Msdead scrive:
      Re: Basta con le protezioni!
      E ma a loro non gliene fotte niente...a loro interessa proteggere il gioco, il cd audio, il film, se poi non riesci a fruirne sono problemi tuoi.A loro intanto arriva il bottino perchè hai comprato il loro prodotto.Questo è uno degli innumerevoli casi in cui la pirateria serve a qualcosa,cioè a dare il diritto di utilizzare un prodotto acquistato legalmente ma che, per serie limitazioni o problemi dovuti alle protezioni, ti consentono di scavalcare il muro e poter usare il prodotto pagato .Basta con le protezioni, basta demonizzare il filesharing, basta con leggi che tutto fanno tranne che essere utili.L'industria sta pagando il prezzo della sua stoltezza anche se, giustamente, tenta di proteggere i prodotti dagli usi commerciali illeciti ma che spesso si rivelano un danno per tutti e che, vuoi per gratuità o per comodità, porta ad usare i sistemi P2P.Ci sono troppe limitazioni sia nell'uso dei prodotti, nel girare per strada, ormai non si può fare niente se non sotto gli occhi elettronici di videocamere, qualcuno che spia cosa fai in internet, è come vivere in un carcere.A chi sta in alto è facile predicare, incolpare, criminalizzare le cose che non gli stanno bene e far passare poi quelle attività per reati, dovrebbe essere che chi sta al potere sia neutro e pensi seriamente per il bene di tutti mentre si stanno facendo leggi, invece si stanno facendo operazioni che volgono solo agli interessi dei potenti per predicare la novella del "scaricare è illegale, è un furto" ma in contemporanea i fatti dimostrano che non è affatto così, anzi uno compra e si ritrova protezioni che gli impediscono di usare le cose originali, ovvero i prodotti legali.A questo punto è inevitabile appoggiarsi alla pirateria e rivendicare il diritto di utilizzare internet senza alcun controllo, che i contenuti debbano essere utilizzabili e protetti allo stesso tempo, ricompensando gli autori e consentendo agli utenti di usufruirne.Non posso copiare il disco originale?Prendo il crack per usarlo senza il cd, se un cd musicale me lo rippo su pc o su un lettore mp3, se un film me lo trasformo in divx o uso i software per eludere le protezioni e farmi la mia copia per conservare il disco originale.L'industria e i politici temono internet più del terrorismo e ora non sanno fare niente di meglio che distruggere i consumatori e incolpare l'evoluzione della tecnologia, della diffusione dei contenuti e della loro mancanza di inventare nuove forme di business. Proteggete i contenuti ma fatelo con più responsabilità e meno accuse .Gli autori e artisti meritano un compenso e sono d'accordo perchè fra i diritti umani vi è anche quello della retribuzione per il proprio lavoro ma non si può criminalizzare le attività personali senza profitto con quelle commerciali e soprattutto fare leggi come quella francese o simili ad essa.Il P2P è diffusione di cultura, informazioni, contenuti e lo fa più rapidamente ed è giusto sfruttarlo a scopo di mercato piuttosto che reprimerlo.Tutte le volte che si fanno protezioni arrivano puntualmente i sistemi per sbranarle, eludere i controlli.L'industria e il mondo politico devono trovare una soluzione che trasformi il P2P in soluzione di mercato.Lo ribadisco e lo ripeterò sempre: basta perseguitare il P2P e internet .
      • pentolino scrive:
        Re: Basta con le protezioni!
        quoto in pieno
      • MyrddinEmrys scrive:
        Re: Basta con le protezioni!
        io non quoto per niente.Non vedo perchè si debba prelevare gratis il lavoro altrui?Mettetevi nei panni di una piccola software house, che vantaggio avrebbe a investire soldi e risorse se poi nessuno compra il loro prodotto ma tutti lo scaricano a sbafo? sarebbe la sua morte.La verità è che i prezzi di molti prodotti sw sono alti e tanti non possono permettersi di comprarli, ma dall'altro lato c'è chi investe denaro e tempo per produrli.Per me il p2p su materiale protetto non è giustificabile moralmente, non c'è nessuna nobiltà d'animo a scaricare illegalmente nè tantomento volontà di lotta contro le major.Si lotta boicottando un prodotto, non usufruendone ugualmente in modo illegale. Rispetto molto di piu' chi dice "si scarico perchè non voglio pagare il prezzo" piuttosto chi si maschera da robin hood e ruba ai ricchi per dare a se stesso, anche perchè diciamoci la verità.. al giorno d'oggi chi è che non puo' permettersi qualche decina d'euro per un videogame? suppongo la stessa persona che non puo' permettersi l'adsl per scaricare, no?per cui.. stringendo la gente scarica per accaparrarsi tutti i giochi disponibili attualmente sul mercanto( rivelandosi ingorda e menefreghista degli sforzi di chi produce grande o piccolo che sia) e non certo per avere l'unico gioco che gli piace e che non puo' acquistare.. perchè probabilmente l'unico gioco che gli piace potrebbe acquistarlo tranquillamente..un'altra cosa...guardiamo l'età di chi si accaparra giochi in modo non lecito..scommetto che sono in maggioranza ragazzi e ragazzini, che preferiscono scaricare piuttosto che chiedere a mamma e papà i soldi per un videogame... che magari non gli negherebbero nemmeno. La stragrande maggioranza delle persone che conosco hanno un tenore di vita tale da potersi permettere l'acquisto del film o del gioco, ma non lo fanno.Non c'è nulla di ideologico in questo, c'è solo un grado di civiltà e coscienza civica veramente basso.Ora naturalmente tutti i robin hood del caso mi linceranno ... ma va bene cosi'.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 21 luglio 2008 13.54-----------------------------------------------------------
        • pentolino scrive:
          Re: Basta con le protezioni!
          io vorrei che ti sforzassi di capire ilo nostro punto di vista; io sono uno che i giochi per PC non li compra, non se li scarica e non se li fa masterizzare dagli amici; semplicemente sono passato ad altre piattaforme dove almeno le protezioni se ci sono non fanno danni, spegni la console e tutto torna come prima.Storie come questa di ubisoft incoraggiano la pirateria per il semplice motivo che il prodotto che uno acquista nei negozi (o online) è peggiore di quello che scarica dal mulo, perchè ha delle protezioni che lo rendono meno fruibile della copia non originale.Poi c'è chi come me boicotta il prodotto "gioco su PC" e passa alla console e chi invece prende la scusa per piratare a tutta canna; io sto con i primi, non con i secondi, condivido che se uno ha 20 euro o più al mese da spendere in un adsl flat può benissimo comprare un gioco ogni due mesi, che è quanto io riesco a consumare dato che ho un lavoro e per fortuna degli interessi oltre ai videogiochi.
          • pentolino scrive:
            Re: Basta con le protezioni!
            qui ti quoto, anch' io spesso mi trovo nella stessa situazione; figurati che vengo definito come "l' unico informatico che sa come fare ma si rifiuta di craccare i programmi". Sul software sono assolutamente intransigente, ho scaricato dal p2p solo dei giochi vecchissimi assolutamente introvabili perchè fuori mercato da svariati anni.Il p2p è semplicemente il mezzo che permette di mettere in pratica la filosofia del "se posso averlo gratis perchè no" che ha fatto tanti di quei danni all' informatica, che non saprei calcolarli (come l' imposizione grazie alla pirateria di standard chiusi)
  • Enjoy with Us scrive:
    Ubi maior minor cessat
    Una grande azienda può permettersi tutto, anche di usare un Crack se combina una stronzata.L'unica cosa che mi chiedo è: ma se l'azienda era a conoscenza di un crack per la nuova protezione DRM, perchè mai ha proceduto all'implementazione della stessa protezione, visto che non avrebbe impedito la proliferazione di copie illegali e potenzialmente avrebbe potuto causare, come poi è accaduto, problemi alla fruibilità del gioco?Altra domanda, ma avendo UBI il codice sorgente dell'eseguibile protetto non poteva semplicemente ricompilarlo ottenendo così un file privo di protezioni e soprattutto sicuramente privo di eventuali bachi introdotti magari dal reverse Enginering necessario alla produzione del Crack e sicuramente dai riferimenti imbarazzanti alla banda di pirati che lo aveva realizzato?Misteri informatici.....
    • Cell scrive:
      Re: Ubi maior minor cessat

      Una grande azienda può permettersi tutto, anche
      di usare un Crack se combina una
      stronzata.Mah, usare il crack però li ha tolti da un imbarazzo da loro creato, azienda grande o piccola che sia.
      L'unica cosa che mi chiedo è: ma se l'azienda era
      a conoscenza di un crack per la nuova protezione
      DRM, perchè mai ha proceduto all'implementazione
      della stessa protezione, visto che non avrebbe
      impedito la proliferazione di copie illegali e
      potenzialmente avrebbe potuto causare, come poi è
      accaduto, problemi alla fruibilità del
      gioco?Per mandare agli azionisti (e al mercato) il messaggio che sono contro la pirateria?
      Altra domanda, ma avendo UBI il codice sorgente
      dell'eseguibile protetto non poteva semplicemente
      ricompilarlo ottenendo così un file privo di
      protezioni e soprattutto sicuramente privo di
      eventuali bachi introdotti magari dal reverse
      Enginering necessario alla produzione del Crack e
      sicuramente dai riferimenti imbarazzanti alla
      banda di pirati che lo aveva
      realizzato?Così qualcuno prova a fare le differenze binarie con gli eseguibili, magari per trovare le chiamate "mancanti"? E passare informazioni aggiuntive non necessarie? Meno dannoso il crack, a questo punto.
      Misteri informatici.....Cose che penso io, eh ..Ciao
      • Enjoy with Us scrive:
        Re: Ubi maior minor cessat


        Altra domanda, ma avendo UBI il codice sorgente

        dell'eseguibile protetto non poteva
        semplicemente

        ricompilarlo ottenendo così un file privo di

        protezioni e soprattutto sicuramente privo di

        eventuali bachi introdotti magari dal reverse

        Enginering necessario alla produzione del Crack
        e

        sicuramente dai riferimenti imbarazzanti alla

        banda di pirati che lo aveva

        realizzato?
        Così qualcuno prova a fare le differenze binarie
        con gli eseguibili, magari per trovare le
        chiamate "mancanti"? E passare informazioni
        aggiuntive non necessarie? Meno dannoso il crack,
        a questo
        punto.

        Misteri informatici.....

        Cose che penso io, eh ..

        CiaoMah meglio quel rischio che la figuraccia di usare un crack scritto da altri, tra l'altro con il crack espongono i loro legittimi utenti ad un eseguibile probabilmente non perfettamente stabile/funzionale!
  • Nathaniel Hornblower scrive:
    Aggirare un DRM
    non è cosa da tutti i programmers e spesso (quasi sempre) le protezioni applicate ai videogiochi sono prodotte da ditte specializzate che niente hanno a che vedere con la software house. IMHO era l'unico modo per togliere velocemente le castagne dal fuoco.
  • Pippo scrive:
    Ipocriti
    Linari siete i primi a violare il diritto d'autore altrui, e vi lamentate che qualcuno ha violato il vostro copyright? (rotfl)Ipocriti.
    • rockroll scrive:
      Re: Ipocriti
      Linari siete i primi a violare il diritto d'autore Pippo..., ma che caxxo dici...?????
    • Mamma Preoccupat a scrive:
      Re: Ipocriti
      - Scritto da: Pippo
      Linari siete i primi a violare il diritto
      d'autore altrui, e vi lamentate che qualcuno ha
      violato il vostro copyright?
      (rotfl)
      Ipocriti.ciao, Pippohai ragione: le protezioni servono per proteggerti, ed aggirarle e' cosa brutta, come raccontar bugie ai genitori.quando sarete grandi capirete...ciao a tutti!! "La" Mamma Preoccupat a
      • Cell scrive:
        Re: Ipocriti

        hai ragione: le protezioni servono per
        proteggerti, ed aggirarle e' cosa brutta, come
        raccontar bugie ai
        genitori.
        quando sarete grandi capirete...Volevo dire, tu non sei ancora tra i grandi. Tu pensi di farne parte, ma non è vero.

        ciao a tutti!!
        "La" Mamma Preoccupat a
    • logan scrive:
      Re: Ipocriti
      - Scritto da: Pippo
      Linari siete i primi a violare il diritto
      d'autore altrui, e vi lamentate che qualcuno ha
      violato il vostro copyright?
      (rotfl)
      Ipocriti.Ma dove si parla di linux su quest'articolo?Il gioco e' per windows.La protezione e' per windows.Il crack e' per windows.Che centrano i Linari e il copyright DI CHI sarebbe stato violato? Non mi risulta che la ubisoft programmi su linux...
      • eeee scrive:
        Re: Ipocriti
        - Scritto da: logan
        - Scritto da: Pippo

        Linari siete i primi a violare il diritto

        d'autore altrui, e vi lamentate che qualcuno ha

        violato il vostro copyright?

        (rotfl)

        Ipocriti.

        Ma dove si parla di linux su quest'articolo?
        Il gioco e' per windows.
        La protezione e' per windows.
        Il crack e' per windows.

        Che centrano i Linari e il copyright DI CHI
        sarebbe stato violato? Non mi risulta che la
        ubisoft programmi su
        linux...abboccate tutti eh
    • pierottolo scrive:
      Re: Ipocriti
      Mi si è attivato il rilevatore...(troll) (troll1) (troll2) TROOOOLL!! (troll2) (troll1) (troll)
  • anonimo scrive:
    Qualcuno...
    ...li deve denunciare per violazione del copyright della crack! :D
  • Den Lord Troll scrive:
    palesi differenze
    una software house nata per dire una cosa e farne un'altrasempre meglio cheun pseudo-stato nato per dire inutilità e non fare NULLA !
    • Gauss scrive:
      Re: palesi differenze
      Bhè vedo che in questa descrizione tu ci entri di diritto!
      • Den Lord Troll scrive:
        Re: palesi differenze
        certo, io a differenza d'altri NON lo nego....w l'anarchismo-nichilismo (ma qua manco la rivoluzione è stata fatta .... non x la bravura della Chiesa a contenere il tutto, ma per abnorme ignoranza globale)
        • ndr scrive:
          Re: palesi differenze

          w l'anarchismo-nichilismo Stai usando un mezzo di comunicazione di massa, strumento dell'industria, addirittura per sostenere la tua causa (tipica pulsione del nichilismo, vero?!).Magari prima vai a studiare il significato delle parole che usi, così eviti queste figure...
          • Den Lord Troll scrive:
            Re: palesi differenze
            regola #1: ogni mezzo è lecito in guerra, specie contro la specie più odiata della via lattea....se credi che i veri attivisti si basino solo sulla teoria ideologia stai fresco, il mondo d'oggi è ben diverso (e pure il sottoscritto ahr ahr ahr)
          • ndr scrive:
            Re: palesi differenze
            - Scritto da: Den Lord Troll
            regola #1: ogni mezzo è lecito in guerra, specie
            contro la specie più odiata della via
            lattea....

            se credi che i veri attivisti si basino solo
            sulla teoria ideologia stai fresco, il mondo
            d'oggi è ben diverso (e pure il sottoscritto ahr
            ahr
            ahr)Non basta dichiararsi diverso per nascondere le proprie contraddizioni, date peraltro da una scarsa conoscenza della materia, come continui a dimostrare predicando nichilismo e guerra al contempo.Ma lo sai almeno chi è Nietzsche?Stai rigurgitando una marea di farfuglianti vaneggiamenti, in quello che sembra un conato onomatopeico che suona un po' così..."trolll...trollll". Se non altro questo Forum, come ogni corte, ha il suo giullare.
          • Den Lord Troll scrive:
            Re: palesi differenze
            certo che lo so chi era ^^forse tu stai dimenticando che ci fu pure un'ala estrema del 'nichilismo distruttore' (Alessandro II ti dice niente?) .... da quella prendo ispirazione.
  • carobeppe scrive:
    Fossi in quelli di Reloaded...
    ...se non fosse che un crack non è protetto da copyright farei una bella denuncia ad Ubisoft per aver diffuso illegalmente un software (il crack in sé, appunto). Il cracker che denuncia lo sviluppatore originale per aver diffuso una crack sarebbe il massimo!
    • cracker scrive:
      Re: Fossi in quelli di Reloaded...
      Il codice del crack è coperto da copyright (a meno che chi lo abbia scritto non abbia rinunciato esplicitamente ai propri diritti), ma anche chi ha fatto il crack ha incluso del codice Ubisoft (si tratta infatti del file eseguibile del gioco modificato), per cui al posto loro non andrei in giro a vantarmene...
      • carobeppe scrive:
        Re: Fossi in quelli di Reloaded...
        - Scritto da: cracker
        Il codice del crack è coperto da copyright (a
        meno che chi lo abbia scritto non abbia
        rinunciato esplicitamente ai propri diritti), ma
        anche chi ha fatto il crack ha incluso del codice
        Ubisoft (si tratta infatti del file eseguibile
        del gioco modificato), per cui al posto loro non
        andrei in giro a
        vantarmene...ci vuole del coraggio a rivendicare il diritto d'autore su una crack, infatti il mio post era semplicemente ironico...
    • Gauss scrive:
      Re: Fossi in quelli di Reloaded...
      A me non stupirebbe...assassini che chiedono i danni ai parenti delle vittime, consumatori che fanno causa per aver bevuto la candeggina (perchè non vi era scritto che non si poteva bere), ladri d'appartamento che citano in causa i derubati per essersi infortunati in casa loro, etc.etc.
    • chojin scrive:
      Re: Fossi in quelli di Reloaded...
      - Scritto da: carobeppe
      ...se non fosse che un crack non è protetto da
      copyright farei una bella denuncia ad Ubisoft per
      aver diffuso illegalmente un software (il crack
      in sé, appunto). Il cracker che denuncia lo
      sviluppatore originale per aver diffuso una crack
      sarebbe il
      massimo!E chi pensi che abbia fatto il crack ? Ehh!Questa storia mostra semplicemente che dietro i gruppi di cracking ci sono le stesse software house.
      • Complotti For Dummies scrive:
        Re: Fossi in quelli di Reloaded...
        Scusa se vado OT, ma posso sapere quanti anni hai?Possibile che ogni tuo intervento in qualunque discussione su qualunque argomento sia così abissalmente ignorante e presuntuoso allo stesso tempo?Tornando IT invece non vedo cosa dimostri questa storia, se il crack fosse fatto da loro (da "loro" chi, poi? gli sviluppatori del gioco fanno il gioco, le protezioni le aggiungono i distributori) che motivo avrebbero avuto di rimuoverlo dal server?
        • chojin scrive:
          Re: Fossi in quelli di Reloaded...
          - Scritto da: Complotti For Dummies
          Scusa se vado OT, ma posso sapere quanti anni hai?
          Possibile che ogni tuo intervento in qualunque
          discussione su qualunque argomento sia così
          abissalmente ignorante e presuntuoso allo stesso
          tempo?La tua risposta è quella di un bambino dell'asilo. E poi sarei io ignorante e presuntuoso? Sicuramente sono più vecchio di te, ma l'età non conta.
          Tornando IT invece non vedo cosa dimostri questa
          storia, se il crack fosse fatto da loro (da
          "loro" chi, poi? gli sviluppatori del gioco fanno
          il gioco, le protezioni le aggiungono i
          distributori) che motivo avrebbero avuto di
          rimuoverlo dal
          server?Rivelarsi come quelli dietro ad un gruppo formalmente bollato come pirata e teoricamente perseguitato da BSA,RIAA,MPAA e FBI direi che è stata una mossa sbagliata. E' come se Nintendo, Sony e Microsoft "per errore" mettessero in vendita sui loro siti i modchip ed i firmware "hackati" che tolgono le protezioni dalle loro console... Certo che dietro a quei prodotti ci sono loro, è palese. O pensate, ad esempio, che un firmware hackato della PSP con molte funzionalità aggiuntive che esce 24/72 ore dopo l'uscita della versione ufficiale sia normale e semplice da realizzare per chi non ha semplicemente i codici sorgente? Come se il reverse engineering di codice criptato e protetto con sistemi DRM fosse una cosa banale e bastassero poche ore o giorni o settimane che siano per anche solo decriptarlo...ehh!
          • Dr. House scrive:
            Re: Fossi in quelli di Reloaded...
            Ah giusto e i bambini li porta la cicogna :-DE giustamente anzichè modificare il codice del LORO gioco per togliere il check rilasciano una cosa dove "per sbaglio" compare il nome di uno dei più grandi gruppi di cracker della scena attuale...Poi credi a quel che vuoi, io li ho visti dei cracker in azione, e non mi risulta lavorino per le software houseChe magari "per interesse" qualcosa trapeli e acceleri i lavori può essere pure vero, ma dire che hacker&cracker non esistono scusa me è una grossa baggianata
          • chojin scrive:
            Re: Fossi in quelli di Reloaded...
            - Scritto da: Dr. House
            Ah giusto e i bambini li porta la cicogna :-D
            E giustamente anzichè modificare il codice del
            LORO gioco per togliere il check rilasciano una
            cosa dove "per sbaglio" compare il nome di uno
            dei più grandi gruppi di cracker della scena
            attuale...Visto che il crack lo fanno loro stessi.. lo hanno usato per risparmiare tempo.. invece di creare un'altra patch "ufficiale" senza le stringhe usate per la facciata del gruppo, ovviamente. Ma i concorrenti hanno reso pubblico il disassemblato tirando fuori la stringa, è un'ovvia abile mossa commerciale di attacco, dietro cui è ovvio vi siano software house concorrenti, che di loro faranno la stessa cosa ma che così hanno colpito l'avversario che ha fatto una cavolata pensando di non essere scoperto...
            Poi credi a quel che vuoi, io li ho visti dei
            cracker in azione, e non mi risulta lavorino per
            le software
            houseChe hai visto tu, qualche noglobal che fa il fighetto nelle mostre Linux in Italia? Ma per favore! Quella gente con l' IT e la professionalità non c'entra nulla, ne è l'antitesi.
            Che magari "per interesse" qualcosa trapeli e
            acceleri i lavori può essere pure vero, ma dire
            che hacker&cracker non esistono scusa me è una
            grossa
            baggianataGli unici veri cracker/hacker rientrano in questi 4 casi:1) Agenti dei servizi segreti2) Terroristi con esperienza nei servizi segreti 3) Spionaggio industriale4) Dipendenti di multinazionali che si fingono su internet gruppi di pirati, hacker e cracker per marketing--perchè senza copie "pirata" le vendite di hardware e supporti vergini sarebbero bassissime e perchè di mettere il software a prezzi onesti e non gonfiati non c'è verso.
          • MyrddinEmrys scrive:
            Re: Fossi in quelli di Reloaded...
            ahahahahahahahahahahanon c'è altro da aggiungere
          • zomg scrive:
            Re: Fossi in quelli di Reloaded...
            omg...ti esprimi a sentenze...tu sai tutto, non hai prova di niente però.Quelle che tu dici sono leggende metropolitane, hai dimenticato di dire che i virus sono fatti dalle stese case antivirus!!!Chi lo sà..magari è vero...ma darlo per scontato è una fesseria. Esprimersi in questo modo saccente non ti da molto credito, eh....
          • chojin scrive:
            Re: Fossi in quelli di Reloaded...
            - Scritto da: zomg
            omg...ti esprimi a sentenze...tu sai tutto, non
            hai prova di niente
            però.

            Quelle che tu dici sono leggende metropolitane,
            hai dimenticato di dire che i virus sono fatti
            dalle stese case
            antivirus!!!

            Chi lo sà..magari è vero...ma darlo per scontato
            è una fesseria. Esprimersi in questo modo
            saccente non ti da molto credito,
            eh....Ed il saccente sarei io ? Chi crede al mito del marketing è un ingenuo, un fesso, un pollo. Continuate pure a farvi spennare se è quello che vi piace. Tanto l'idota è quello come me che cerca di farvi capire la complessità delle cose e che dietro questi fatti vi sono strategie studiate a tavolino.
          • Deboroh La Roccia scrive:
            Re: Fossi in quelli di Reloaded...
            - Scritto da: chojin

            Tanto l'idota è quello come me
            Ah ecco mi pareva!Fletto i muscoli e sono nel forum!
          • Dr. House scrive:
            Re: Fossi in quelli di Reloaded...
            - Scritto da: chojin
            Gli unici veri cracker/hacker rientrano in questi
            4
            casi:

            1) Agenti dei servizi segreti
            2) Terroristi con esperienza nei servizi segreti
            3) Spionaggio industriale
            4) Dipendenti di multinazionali che si fingono su
            internet gruppi di pirati, hacker e cracker per
            marketing--perchè senza copie "pirata" le vendite
            di hardware e supporti vergini sarebbero
            bassissime e perchè di mettere il software a
            prezzi onesti e non gonfiati non c'è
            verso.Tu sei quello che sa tutto quindi mi inchino e non oso piu contraddirti, hai ragione...Però quelli che conosco io non appartengono a nessuna di queste categorie... specie l'ultima, altrimenti mi sarei già fatto regalare fior di hardware che invece mi sono dovuto comprare :-D
      • Max scrive:
        Re: Fossi in quelli di Reloaded...
        - Scritto da: chojin
        E chi pensi che abbia fatto il crack ? Ehh!
        Questa storia mostra semplicemente che dietro i
        gruppi di cracking ci sono le stesse software
        house.E i virus li fanno le società di antivirus... ma LOL! :D :D :DChe scempiaggini! Hehehehe!
        • chojin scrive:
          Re: Fossi in quelli di Reloaded...
          - Scritto da: Max
          - Scritto da: chojin

          E chi pensi che abbia fatto il crack ? Ehh!

          Questa storia mostra semplicemente che dietro i

          gruppi di cracking ci sono le stesse software

          house.

          E i virus li fanno le società di antivirus... ma
          LOL!
          :D :D :D
          Che scempiaggini! Hehehehe!No, certo, li fanno i bambini di 5 anni durante l'ora della merenda.. sono tutti geni.. che ci vuole? Ehh! Continua a credere che le mucche volino ed al mito dei virus creati dai bambini, mi raccomando.
      • mura scrive:
        Re: Fossi in quelli di Reloaded...
        - Scritto da: chojin
        E chi pensi che abbia fatto il crack ? Ehh!
        Questa storia mostra semplicemente che dietro i
        gruppi di cracking ci sono le stesse software
        house.Francamente a volte mi chiedo con che coraggio ti metti a scrivere queste vaccate visto che su questo forum di gente che di informatica ne capisce veramente (a differenza di te) ce n'è e anche tanta.Questa volta però una dritta voglio dartela, mai sentito parlare di cose assurde come deassembly di un eseguibile o di reverse engineering (che poi sono praticamente la stessa cosa) ?Ora torna a studiare va che domani si va a scuola.
        • msdead scrive:
          Re: Fossi in quelli di Reloaded...
          Chojin ha ragione mura.Quale interesse ho di pubblicare il crack del mio stesso prodotto?Mi pare una mossa alquanto idiota...delle due lo lancio senza nessuna protezione o posso fornire un tool tramite il supporto per superare l'ostacolo targato col nome dell'azienda, fare delle patch o altre cose ma di sicuro non un crack che bypassa la protezione o cancellare la protezione del tutto.In questo caso, se la casa distribuisce un crack del suo prodotto, non vuol dire che lo abbia fatto lei, mi pare sia stato uno che ha messo il crack senza il consenso di nessuno, tramutandosi a sua volta in pirata del suo stesso prodotto cui ha partecipato per la realizzazione.Se fosse stata la UBISOFT non vedo perchè allora il motivo della sua rimozione e del nome di un gruppo di cracker chiamato "Reloaded".Quanto alle tue affermazioni sui virus fatte dalle softwarehouse produttrici di antivirus è sbagliato, per quanto i virus siano maledettamente avanzati e pericolosi.I pirati preferiscono di più il reverse engineering, disassemblare i programmi, anche perchè conviene anche a loro in un certo senso...imparano e aumentano il loro sapere, alimenta la loro curiosità e soddisfazione.Ormai trovi tools per fare anche un virus come il temuto gpcode.ak in 30 secondi.Più che altro ricordo quando Microsoft lanciò la nuova versione del DRM e uscì praticamente nello stesso momento il suo crack, lì la cosa è sospetta ma non so com'è finita...L'unica cosa è che la Ubisoft ha saputo l'esistenza di un problema del gioco e che dovrà risolvere con i suoi mezzi ufficiali.
          • msdead scrive:
            Re: Fossi in quelli di Reloaded...
            Una soluzione che per ora è un crack che risolve agli utenti il problema della fruzione, aggiornamento e utilizzo del gioco.
          • chojin scrive:
            Re: Fossi in quelli di Reloaded...
            - Scritto da: msdead
            Quanto alle tue affermazioni sui virus fatte
            dalle softwarehouse produttrici di antivirus è
            sbagliato, per quanto i virus siano
            maledettamente avanzati e
            pericolosi.
            I pirati preferiscono di più il reverse
            engineering, disassemblare i programmi, anche
            perchè conviene anche a loro in un certo
            senso...imparano e aumentano il loro sapere,
            alimenta la loro curiosità e
            soddisfazione.
            Ormai trovi tools per fare anche un virus come il
            temuto gpcode.ak in 30
            secondi.E pensi che li facciano dei ragazzini? Che reverse engineering e disassemblazione possano farlo persone che non abbiano mai lavorato per anni nel settore IT ? Tu credi davvero che solo mettendosi lì uno "per aumentare il proprio sapere" possa riuscire a crackare codici protetti? Codici protetti dal DRM e criptati? Ehh! Sogna, sogna. La realtà è molto diversa. Se avessi una minima idea di quanto sono complessi quei sistemi ti renderesti conto che non è possibile crackarli senza averne una perfetta conoscenza che implica esperienza ed accesso alla documentazione, al codice sorgente. Il resto è un mito del marketing, esistono solo nei film, la realtà non è quella che i markettari vogliono far credere alle persone comuni.
          • msdead scrive:
            Re: Fossi in quelli di Reloaded...
            - Scritto da: chojin
            E pensi che li facciano dei ragazzini? Che
            reverse engineering e disassemblazione possano
            farlo persone che non abbiano mai lavorato per
            anni nel settore IT ?Per caso ho detto che i crack lì fanno dei ragazzini?Non credo proprio!(e neanche lo penso)I crack lì fa chi ha esperienza, chi sa programmare e le tecniche per "smontare" un programma e questo non necessariamente deve essere uno che sta nel settore IT!


            Tu credi davvero che solo mettendosi lì uno "per
            aumentare il proprio sapere" possa riuscire a
            crackare codici protetti? Codici protetti dal DRM
            e criptati?A quanto pare non sai cosa sia il reverseengineering e cosa vuol dire "disassemblare" un programma.Chi ha esperienza e le conoscenze per effettuare queste operazioni, chi sa programmare in assembly, C, C++ e altri linguaggi e che fa questo da anni, senza per altro essere nel settore, lo sa fare.C'è gente che sa programmare, codificare e decodificare senza lavorare in una softwarehouse.(e io ne conosco un bel po' e sono amici miei)
            Ehh! Sogna, sogna. La realtà è molto diversa. Se
            avessi una minima idea di quanto sono complessi
            quei sistemi ti renderesti conto che non è
            possibile crackarli senza averne una perfetta
            conoscenza che implica esperienza ed accesso alla
            documentazione, al codice sorgente.Io sono sveglio, forse sei tu che stai sognando...e per altro si vede la tua ignoranza ma vuoi dimostrare di essere quello che ne sa di più quando non sa neanche di cosa si sta parlando...o se lo sa sta dicendo delle gran cavolate.
            Il resto è un mito del marketing, esistono solo
            nei film, la realtà non è quella che i markettari
            vogliono far credere alle persone
            comuni.Io sono un tecnico informatico di professione, che ha studiato la programmazione in completa autonomia e che attualmente costruisce software per pura passione e sta continuando a studiare, uso svariati editor di sviluppo sia open che closedsource,uso compilatori, decompilatori e software che fanno il reverseenginering.So molto bene come funzionano le cose, ho lavorato in negozi e continuo a collaborare e fare tools per loro.Forse sei tu che hai 12 anni e credi di essere un grande hacker...ma è evidentissimo da quello che dici che non sai nulla o, come ho detto prima, stai sparando idiozzie a raffica.
          • chojin scrive:
            Re: Fossi in quelli di Reloaded...
            - Scritto da: msdead
            A quanto pare non sai cosa sia il
            reverseengineering e cosa vuol dire
            "disassemblare" un
            programma.
            Chi ha esperienza e le conoscenze per effettuare
            queste operazioni, chi sa programmare in
            assembly, C, C++ e altri linguaggi e che fa
            questo da anni, senza per altro essere nel
            settore, lo sa
            fare.
            C'è gente che sa programmare, codificare e
            decodificare senza lavorare in una
            softwarehouse.(e io ne conosco un bel po' e sono
            amici
            miei)Sei tu che evidentemente non sai di che parli. Un conto è programmare ed un conto è crackare un codice criptato. Il fare debugging su codice non criptato è di suo già estremamente difficile e non tutti ne sono in grado, decriptare codice criptato, disassemblarlo, fare reverse engineering... pensare che sia una cosa fattibile a chi non è nel settore e non ha accesso alla documentazione del produttore ed al codice sorgente è assolutamente fantasioso. La realtà non è quella dei film come War Games. La realtà è ben diversa.Finchè crederai ai miti non ti renderai mai conto della complessità delle cose. Programmare in C/C++ non vuole niente poi, sai quanti programmatori non hanno la minima nozione di assembly ne sono in grado di usarlo correttamente all'interno di sorgenti C/C++ ?
            Io sono sveglio, forse sei tu che stai
            sognando...e per altro si vede la tua ignoranza
            ma vuoi dimostrare di essere quello che ne sa di
            più quando non sa neanche di cosa si sta
            parlando...o se lo sa sta dicendo delle gran
            cavolate.Qui chi vuole dimostrare qualcosa sei tu, non io. Io ti sto dicendo le cose per come sono, tu insulti e fantastichi difendendo un mito inculcato dal marketing e dai film.
            Io sono un tecnico informatico di professione,
            che ha studiato la programmazione in completa
            autonomia e che attualmente costruisce software
            per pura passione e sta continuando a studiare,
            uso svariati editor di sviluppo sia open che
            closedsource,uso compilatori, decompilatori e
            software che fanno il
            reverseenginering.
            So molto bene come funzionano le cose, ho
            lavorato in negozi e continuo a collaborare e
            fare tools per
            loro.Sì, vabbè, e lavori alla NASA... ma per favore! E poi il gradasso sarei io? Dimmi che sviluppi CPU .. che lavori per Intel, AMD, Nvidia, Transmeta, IBM .. dimmi che scrivi firmware per controller RAID e cose del genere.. ma non dirmelo tanto per dire, dimmelo che sia vero ed allora dovrei riconoscere che hai esperienza e sei un professionista--anche se comunque lavorare in un progetto importante poi dipende a che livello uno ci lavora.La tua sparata altrimenti è quella di uno dei tanti che qui su questi forum fa lo spaccone decantando chissà quali esperienze e professionalità.
            Forse sei tu che hai 12 anni e credi di essere un
            grande hacker...ma è evidentissimo da quello che
            dici che non sai nulla o, come ho detto prima,
            stai sparando idiozzie a
            raffica.E per fortuna... Guardati allo specchio ogni tanto. Comunque sono sicuramente più vecchio di te.
          • msdead scrive:
            Re: Fossi in quelli di Reloaded...
            - Scritto da: chojin
            Sì, vabbè, e lavori alla NASA... ma per favore! E poi il
            gradasso sarei io?Cosa c'entra?
            Dimmi che sviluppi CPU .. che lavori per Intel, AMD,
            Nvidia, Transmeta, IBM .. dimmi che scrivi firmware per
            controller RAID e cose del genere.. ma non dirmelo tanto
            per dire, dimmelo che sia vero ed allora dovrei riconoscere
            che hai esperienza e sei un professionista--anche se
            comunque lavorare in un progetto importante poi dipende a
            che livello uno ci lavora.Cosa c'entra?La CPU è un pezzo hardware non software...e poi potrei benissimo programmare ma non fare alcun firmware e sono molti, anche professionisti, che lo fanno!Chojin io non sto insultando proprio nessuno...non era mia intenzione offenderti o insultarti se lo ho fatto...Per il resto sei libero di pensare quello che vuoi, io la penso in un modo e tu in un'altro.
          • grigio scrive:
            Re: Fossi in quelli di Reloaded...
            - Scritto da: chojin

            Forse sei tu che hai 12 anni e credi di essere
            un

            grande hacker...ma è evidentissimo da quello che

            dici che non sai nulla o, come ho detto prima,

            stai sparando idiozzie a

            raffica.

            E per fortuna... Guardati allo specchio ogni
            tanto. Comunque sono sicuramente più vecchio di
            te.vediamo: maschio, meridionale, 24/26 anni, cultura media (diploma/laurea triennale), a scuola aveva un punteggio basso (che gustificava come "colpa dei professori"), nessun lavoro o un lavoro dipendente che richiede poche competenze e comunque scarsamente retribuito; vive ancora con i genitori e prova un forte risentimento nei confronti del resto del mondo che a suo parere non riconosce le sue incredibili capacita' per favorire "gli altri". non sa quotare.Ecco il profilo di chojin.
          • chojin scrive:
            Re: Fossi in quelli di Reloaded...
            - Scritto da: grigio
            - Scritto da: chojin



            Forse sei tu che hai 12 anni e credi di essere

            un


            grande hacker...ma è evidentissimo da quello
            che


            dici che non sai nulla o, come ho detto prima,


            stai sparando idiozzie a


            raffica.



            E per fortuna... Guardati allo specchio ogni

            tanto. Comunque sono sicuramente più vecchio di

            te.

            vediamo: maschio, Corretto.
            meridionale, 24/26 anni,acqua. sbagliato.
            cultura media (diploma/laurea triennale), a
            scuola aveva un punteggio basso (che gustificava
            come "colpa dei professori"), acqua. sbagliato.
            nessun lavoro o un
            lavoro dipendente che richiede poche competenze e
            comunque scarsamente retribuito; acqua. sbagliato.
            vive ancora con
            i genitori e prova un forte risentimento nei
            confronti del resto del mondo che a suo parere
            non riconosce le sue incredibili capacita' per
            favorire "gli altri". non sa
            quotare.acqua. sbagliato. E la solita frasetta sul quoting che chi non la pensa come te farebbe errato dimostra la tua puerilità. Non sapendo che criticare, mentre insulti butti lì la cosa come ennesima fantomatica accusa perchè fa figo, eh?
            Ecco il profilo di chojin.Come psicologo/psicanalista fai schifo. Riprova.
          • grigio scrive:
            Re: Fossi in quelli di Reloaded...
            - Scritto da: chojin
            Come psicologo/psicanalista fai schifo. Riprova.la risposta stizzita fa capire che e' stato punto sul vivo, devo aggiungere al profilo anche un atteggiamento di negazione della realta' e la non accettazione delle critiche, financo quelle costruttive. L'eta' stimata probabilmente va abbassata di uno o due anni.
        • chojin scrive:
          Re: Fossi in quelli di Reloaded...
          - Scritto da: mura
          - Scritto da: chojin

          E chi pensi che abbia fatto il crack ? Ehh!

          Questa storia mostra semplicemente che dietro i

          gruppi di cracking ci sono le stesse software

          house.

          Francamente a volte mi chiedo con che coraggio ti
          metti a scrivere queste vaccate visto che su
          questo forum di gente che di informatica ne
          capisce veramente (a differenza di te) ce n'è e
          anche
          tanta.Sì, come no. Si vede infatti, credere al mito dell'hacker 12enne è grande indice di professionalità ed esperienza nel settore..ehh!
          Questa volta però una dritta voglio dartela, mai
          sentito parlare di cose assurde come deassembly
          di un eseguibile o di reverse engineering (che
          poi sono praticamente la stessa cosa)
          ?

          Ora torna a studiare va che domani si va a scuola.Tu dovresti studiare, ne hai davvero bisogno visto che usi i termini a sproposito per fare il fighetto senza evidentemente capire di cosa parli. Reverse engineering... disassemblare un binario... e secondo te è roba semplice e documentata su libri pubblici,vero ? E poi prova a farlo su un binario criptato e protetto da sistemi DRM... se non sei a conoscenza di qualche backdoor, di errori nell'algoritmo o comunque di punti deboli o appunto stratagemmi lasciati di proposito dal produttore per bypassare la protezione... non c'è alcun modo per superarla. E se e quando vi è qualche bug che effettivamente permette di penetrare una protezione ed ottenere la decriptazione del codice.. non lo trovi per caso, puoi essere bravo ed esperto quanto vuoi ma non lo trovi per caso. I sistemi DRM sono molto più complessi di quello che credi, senza dei trucchi non li disabiliti e solo chi lavora al progetto conosce i trucchi.
          • zomg scrive:
            Re: Fossi in quelli di Reloaded...
            ma bastaaaaaaa!!!Come fai a sapere che non c'è alcun modo di superarla?? Sei un cracker????E poi chi ha parlato di hacker di 12 anni? Qui si parla di Reloaded una crew con i CONTROCAXXI che naviga nel torbido da anni e ANNI!Un conto è avere opinioni, un conto è essere ciechi a tutto quello che ti circonda tranne alle tue idee MOLTO discutibili!Ma forse stai scherzamdo, non sai come passare il tempo e fai un pò di flame...lo spero veramente per te.
          • chojin scrive:
            Re: Fossi in quelli di Reloaded...
            - Scritto da: zomg
            ma bastaaaaaaa!!!

            Come fai a sapere che non c'è alcun modo di
            superarla?? Sei un
            cracker????

            E poi chi ha parlato di hacker di 12 anni? Qui si
            parla di Reloaded una crew con i CONTROCAXXI che
            naviga nel torbido da anni e
            ANNI!

            Un conto è avere opinioni, un conto è essere
            ciechi a tutto quello che ti circonda tranne alle
            tue idee MOLTO
            discutibili!

            Ma forse stai scherzamdo, non sai come passare il
            tempo e fai un pò di flame...lo spero veramente
            per
            te.Continua a credere che le mucche volano, mi raccomando.
          • Dr. House scrive:
            Re: Fossi in quelli di Reloaded...
            - Scritto da: chojin
            - Scritto da: zomg

            ma bastaaaaaaa!!!



            Come fai a sapere che non c'è alcun modo di

            superarla?? Sei un

            cracker????



            E poi chi ha parlato di hacker di 12 anni? Qui
            si

            parla di Reloaded una crew con i CONTROCAXXI che

            naviga nel torbido da anni e

            ANNI!



            Un conto è avere opinioni, un conto è essere

            ciechi a tutto quello che ti circonda tranne
            alle

            tue idee MOLTO

            discutibili!



            Ma forse stai scherzamdo, non sai come passare
            il

            tempo e fai un pò di flame...lo spero veramente

            per

            te.

            Continua a credere che le mucche volano, mi
            raccomando.Se c'è gente come te mi sa che è meglio che guardi in alto, sia mai che me ne cade una sulla testa... (rotfl)
          • MyrddinEmrys scrive:
            Re: Fossi in quelli di Reloaded...
            Che mondo di complotti,sara' mica... com'è che si chiama? paranoia?... e c'era la marmotta che incartava la cioccolata!
          • chojin scrive:
            Re: Fossi in quelli di Reloaded...
            - Scritto da: MyrddinEmrys
            Che mondo di complotti,
            sara' mica... com'è che si chiama? paranoia?

            ... e c'era la marmotta che incartava la
            cioccolata!Ma no.. certo.. nessuno nasconde nulla in questo mondo,eh! E' tutto bello, perfetto, tutti buoni, i soldi non interessano a nessuno, il potere non interessa a nessuno, le raccomandazioni non esistono. Ehh!
Chiudi i commenti