PA digitale? No, grazie

di G. Scorza - Secondo la Commissione Europea l'Italia vince nell'e-gov. Ma la realtà è bifronte: prima a rendere disponibili online i servizi, l'Italia è tra i fanalini di coda per l'uso che ne fanno i cittadini

Roma – “No, grazie” sembrano rispondere gli italiani all’idea che la pubblica amministrazione si apra ai cittadini attraverso le nuove tecnologie digitali e telematiche. È questa una delle possibili letture dei dati relativi allo stato di attuazione dell’agenda digitale, resi noti , nei giorni scorsi, dalla Commissione Europea.

Secondo Bruxelles, infatti, l’Italia è una delle prime della classe in termini di messa a disposizione online di servizi pubblici mentre è tra le ultime in termini di utilizzo, da parte dei cittadini, di tali servizi. Per quanto possa essere difficile da credere per chi, quotidianamente, si confronta con l’elefantiaca burocrazia italiana, secondo la Commissione UE la nostra pubblica amministrazione renderebbe disponibili online ai cittadini il 100% dei servizi pubblici online, il che la collocherebbe al primo posto della classifica europea a pari merito con Austria ed Irlanda.
Allo stesso modo, il nostro Paese sarebbe primo in classifica – anche se, in questo caso, in compagnia di un più folto elenco di altri Paesi quali Austria, Repubblica Ceca, Germania, Danimarca, Estonia, Spagna, Finlandia e Irlanda – in termini di servizi pubblici messi a disposizione, online, alle imprese.

Si tratta, peraltro, di dati che negli ultimi mesi il Ministero dell’Innovazione non ha mancato di pubblicizzare per sottolineare l’efficacia della propria azione.

Ciò che, tuttavia, il Ministro Brunetta non dice è che il nostro Paese è, per contro, in fondo alle classifiche europee in termini di uso dei servizi della PA digitale da parte dei cittadini. Agli italiani, in altre parole, i servizi pubblici online o, almeno, le modalità con le quali questi ultimi sono resi disponibili sembrano non piacere affatto.

Secondo i dati resi disponibili da Bruxelles, infatti, solo il 22% degli italiani utilizza Internet per interagire con la pubblica amministrazione il che ci vale il quintultimo posto nella classifica dell’Europa a 27. Peggio di noi, solo Croazia, Grecia, Turchia e Romania.

La musica non cambia ed anzi il ritmo diviene addirittura più preoccupante se si prendono in esame i dati relativi all’utilizzo da parte dei cittadini italiani della Rete come strumento per il semplice invio di moduli alla Pubblica amministrazione. Nonostante la straordinaria invenzione della CEC PAC regalata – si fa per dire – dal Ministro Brunetta a tutti i cittadini, solo il 7,5% della popolazione utilizza Internet per inviare moduli compilati alla pubblica amministrazione il che ci vale – ancora una volta – il quintultimo posto in classifica davanti alle solite Grecia, Croazia, Repubblica Ceca, Turchia e Romania.

Si tratta di dati allarmanti che rappresentano una situazione astrattamente imputabile ad una molteplicità di fattori.
È tuttavia evidente che la politica di digitalizzazione dell’amministrazione in atto è fallimentare e che occorre cambiare rotta senza perdere altro tempo e sperperare altre risorse.
Stiamo infatti spendendo milioni di euro in programmi e progetti di digitalizzazione della Pubblica Amministrazione (CEC PAC, PEC, Emoticons, certificati medici online, piani straordinari per la digitalizzazione della giustizia ecc) senza riuscire ad intercettare i reali bisogni e le vere esigenze dei cittadini che, per tutta risposta, continuano preferire – o forse sono costretti dall’inefficienza delle soluzioni informatiche sin qui elaborate a – mettersi in fila negli uffici pubblici e compilare pile di carta.

C’è da augurarsi che i dati pubblicati dalla Commissione Europea ricevano, a Palazzo Vidoni – sede del Ministero dell’Innovazione – l’attenzione che meritano e che nelle prossime settimane al Ministero anziché continuare a autoincensarsi per gli straordinari progressi fatti nella digitalizzazione della PA, inizino ad interrogarsi sull’opportunità di cambiare rotta. Provando, magari, ad andare incontro alle esigenze dei cittadini anziché interpretare la politica dell’innovazione come un eterno spot elettorale o, piuttosto, come un modo per soddisfare gli appetiti dei soliti noti ormai divenuti multimilionari grazie all’informatica pubblica.

Guido Scorza
Presidente Istituto per le politiche dell’innovazione
www.guidoscorza.it

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • paoloholzl scrive:
    Ottima idea, strepitosa opportunità
    Aggiungo di più allo strepitoso premio.Se siete pieni di soldi e trovate il logo di Google da qualche parte (anche se non é proprio quello giusto), avrete l'onore di potermi regalare un milione di Euro.Cosa aspettate! Subito a cercare il logo ...
    • gioca90 scrive:
      Re: Ottima idea, strepitosa opportunità
      - Scritto da: paoloholzl
      Aggiungo di più allo strepitoso premio.

      Se siete pieni di soldi e trovate il logo di
      Google da qualche parte (anche se non é proprio
      quello giusto), avrete l'onore di potermi
      regalare un milione di
      Euro.

      Cosa aspettate! Subito a cercare il logo ...Trovato! o cacchio...
  • hp sucks scrive:
    hanno copiato
    nonstante sia un fan sfegatato di google ... stavolta mi sembra che abbiano copiato alla grande, e per di più da una vecchia iniziativa italiana! trovare il logo google girovagando nelle pagine web?qualcuno si ricorda dei beenz? era lo stesso principio .. girovagando nelle pagine web di republica kataweb e collegati .. alcune volte appariva un beenz ovvero un fagiolo rosso (era un applet java) cliccando si riceveva un beenz nel proprio account .. e accumulati abbastanza fagioli si potevano acquistare dvd riviste e altri ricchi premi!io mi presi 4 dvd e 2 penne, bei tempi
    • zerobyte scrive:
      Re: hanno copiato
      - Scritto da: hp sucks
      trovare il logo google girovagando nelle pagine
      web?

      qualcuno si ricorda dei beenz? era lo stesso
      principio .. girovagando nelle pagine web di
      republica kataweb e collegati .. alcune volte
      appariva un beenz ovvero un fagiolo rosso (era
      un applet java) cliccando si riceveva un beenz
      nel proprio account .. e accumulati abbastanza
      fagioli si potevano acquistare dvd riviste e
      altri ricchi
      premi!

      io mi presi 4 dvd e 2 penne, bei tempiQuella era una SIGNOR raccolta punti...Google questa volta IMHO ha toppato alla grande, perche' non solo dovro' cercare in rete degli indizi, dei siti etc.etc., ma poi dovro' ACQUISTARE con i miei soldi un qualcosa che tra qualche giorno potro' ACQUISTARE senza troppi sbattimenti....Se qualcuno è interessato, potrei anche iniziare io la ricerca, non garantisco il sucXXXXX, ma accetto solo pagamenti ad inizio lavoro :D
    • Funz scrive:
      Re: hanno copiato
      - Scritto da: hp sucks
      qualcuno si ricorda dei beenz? era lo stesso
      principio .. girovagando nelle pagine web di
      republica kataweb e collegati .. alcune volte
      appariva un beenz ovvero un fagiolo rosso (era
      un applet java) cliccando si riceveva un beenz
      nel proprio account .. e accumulati abbastanza
      fagioli si potevano acquistare dvd riviste e
      altri ricchi
      premi!

      io mi presi 4 dvd e 2 penne, bei tempiFigo, quanto ci si metteva a farsi uno script? :D
  • Andrea scrive:
    GRANDIOSA caccia al tesoro
    Io sono un google fan quindi mi astengo dal giudizio.Chiedo una opinione a chi è più esperto di me.D: "grande capo Google lancia una caccia al tesoro che permetterà al vincitore di ACQUISTARE in anteprima un suo prodotto, cosa ne pensa?!?"R: "Estiqaatsi!!! Estiqaatsi pensa che è buona cosa che Google impieghi il suo tempo per giocare mentre Apple (smartphone) e Facebook (social network) serpeggiano! Estiqaatsi ha detto!"
    • Al3xI98O scrive:
      Re: GRANDIOSA caccia al tesoro
      - Scritto da: Andrea
      Io sono un google fan quindi mi astengo dal
      giudizio.
      Chiedo una opinione a chi è più esperto di me.Non credo di esserlo ma te le do lo stesso.Secondo me è una grande idea di marketing come lo è stato il lancio di GMail (ricordiamo che era ad invito ma di inviti ce n'erano a tonnellate (ne ho ancora 97!)). La miglior pubblicità è avere gente ce l'ha e altri che bramano per averlo...
      • Andrea scrive:
        Re: GRANDIOSA caccia al tesoro
        Volevo solo fare un po' di ironia e parafrasare il grande capo. Anche io sono google-utente da quando gmail era ad inviti, sui mie siti utilizzo google app, ho un cellulare Android ecc ecc (tutto da manuale) o quasi!! Non prendo un giorno di ferie per celebrare i compleanni di Page e Brin, ma non penso che se ne avranno a male!Se avessi fatto ironia su altre marche mi avrebbero spellato vivo e messo nel sale per far piacere al signore! (Signore con la minuscola, perché sto scrivendo di lui, non di Lui)
      • Andrea scrive:
        Re: GRANDIOSA caccia al tesoro
        Dimenticavo un "piccolo" particolare: gmail era ed è (virtualmente) gratis. I chromebook no. BigG è bravissima a farsi pagare in "pubblicità", un po' meno a convincerci a scucire euro dalla tasca.
      • zerobyte scrive:
        Re: GRANDIOSA caccia al tesoro
        Se avesse proposto un acquisto ad un prezzo inferiore a quello di lancio, poteva essere una grande mossa strategica.Se devo perder tempo per acquistare "per primo" un prodotto che domani potranno acquistare tutti allo stesso prezzo che andrei a pagare io, io sarei il XXXXXXXXXX che avra' speso di piu' ( prezzo del prodotto + tempo perso ).Pertanto non e' una genialata di Google ma un modo di farsi pubblicità gratuita sul lancio del loro nuovo dispositivo.Tutto strettamente IMHO.
        • gioca90 scrive:
          Re: GRANDIOSA caccia al tesoro

          Se devo perder tempo per acquistare "per primo"
          un prodotto che domani potranno acquistare tutti
          allo stesso prezzo che andrei a pagare io, io
          sarei il XXXXXXXXXX che avra' speso di piu' (
          prezzo del prodotto + tempo perso
          ).Eppure con Apple funziona cosi...Senza polemica, beninteso! intanto domani saremo tutti ricchi come oggi.
  • bertuccia scrive:
    io lo so dov'è!
    ...vicino....[img]http://i.imgur.com/ceBvn.png[/img]
Chiudi i commenti