Paesi Bassi, il blocco della Baia si estende

Un giudice de L'Aia coinvolge altri provider nel blocco degli accessi a The Pirate Bay. BREIN ottiene un nuovo successo in aula. La corte obbliga la divisione locale del Partito Pirata a rimuovere il suo proxy

Roma – La guerra era iniziata nel maggio 2010, quando l’attivissima organizzazione anti-pirateria olandese BREIN chiamava in causa i provider locali Ziggo e XS4ALL. Nel gennaio 2012, un giudice de L’Aia obbligava i due fornitori di connettività a bloccare tutti gli accessi a quella che un tempo era la Baia più famosa del torrentismo .

Inutile la resistenza dei due ISP, preoccupati per le disastrose conseguenze sulla libera navigazione dei netizen d’Olanda. La stessa corte locale ha ora esteso l’ordinanza di blocco a tutti i principali provider dei Paesi Bassi. Da T-Mobile a UPC, da KPN a Tele2 , gli abbonati non potranno usufruire dei link magnetici per i download su The Pirate Bay.

La lista nera stilata da BREIN è stata così approvata dalla corte de L’Aia, che ha ordinato il blocco di domini come thepiratebay.se e themusicbay.net . I provider citati dovranno implementare apposite tecnologie di filtraggio DNS entro un massimo di 10 giorni lavorativi, pena il pagamento di una multa compresa tra 10mila e 250mila euro per ciascun giorno d’inadempienza.

Ma i colpi mortali di BREIN alla Baia dei pirati non sono finiti qui. Lo stesso giudice olandese ha infatti diramato una diversa ordinanza nei confronti della divisione locale del Partito Pirata, accusata di aver messo in piedi una piattaforma proxy ad hoc per aggirare i blocchi imposti – inizialmente – ai provider Ziggo e XS4ALL.

Il servizio proxy offerto dal Piratenpartij era infatti rimasto online, con il chairman Dirk Poot a puntare il dito contro BREIN e i suoi metodi “draconiani”. Secondo il partito, un soggetto privato – comunque supportato da una lobby come quella dell’ entertainment – non potrebbe avere il diritto di imporre una forma di censura alla rete olandese.

I vertici di BREIN sono però riusciti a dimostrare che le piattaforme proxy per la Baia – ne sono spuntate a centinaia a parte quella del Partito Pirata – rendano effettivamente nulla l’ordinanza di blocco imposta dal giudice . Il Piratenpartij rischia ora una multa fino a 250mila euro per ciascun giorno d’inadempienza.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Filippo Rocchi scrive:
    Risposta
    FlipBoard permette di visualizzare feed, notizie e tweet provenienti dalle fonti online più disparate in un unico, funzionale, aggregato.Un'applicazione estremamente semplice, comoda e ben fatta che ho già installato sul mio HTC HD2 rootato xD veramente stabile, utile e con un occhio alla grafica.
    • FinalCut scrive:
      Re: Risposta
      - Scritto da: Filippo Rocchi
      FlipBoard permette di visualizzare feed, notizie
      e tweet provenienti dalle fonti online più
      disparate in un unico, funzionale,
      aggregato.
      Un'applicazione estremamente semplice, comoda e
      ben fatta che ho già installato sul mio HTC HD2
      rootato xD veramente stabile, utile e con un
      occhio alla
      grafica.Si era carino, sull'iPad 1, cioè due anni fa.... :-oadesso uso Early Edition 2 ed è tutt'altra cosa. 8)(apple)(linux)
      • Funz scrive:
        Re: Risposta
        - Scritto da: FinalCut
        adesso uso Early Edition 2 ed è tutt'altra cosa.
        8)IOS5 only, quindi non esiste :-o
        • FinalCut scrive:
          Re: Risposta
          - Scritto da: Funz
          - Scritto da: FinalCut


          adesso uso Early Edition 2 ed è tutt'altra
          cosa.


          8)

          IOS5 only, quindi non esiste :-oSecondo quale logica bacata?http://thenextweb.com/apple/2012/03/23/apples-ota-upgrade-process-and-focused-hardware-lets-ios-5-1-hit-61-adoption-in-15-days/Io lo uso da tempo immemore e con buon profitto rispetto ai tanti robottini monchi di un sistema decente.....(apple)(linux)
          • Funz scrive:
            Re: Risposta
            - Scritto da: FinalCut
            - Scritto da: Funz

            - Scritto da: FinalCut




            adesso uso Early Edition 2 ed è
            tutt'altra

            cosa.




            8)



            IOS5 only, quindi non esiste :-o

            Secondo quale logica bacata?

            http://thenextweb.com/apple/2012/03/23/apples-ota-voi non esistete, siete solo una fastidiosa illusione :p
            Io lo uso da tempo immemore e con buon profitto
            rispetto ai tanti robottini monchi di un sistema
            decente.....e chi ca**o se ne frega? :p
          • FinalCut scrive:
            Re: Risposta
            - Scritto da: Funz

            voi non esistete, siete solo una fastidiosa
            illusionequi di fastidioso ci sono solo i tuoi post....
          • Funz scrive:
            Re: Risposta
            - Scritto da: FinalCut
            - Scritto da: Funz



            voi non esistete, siete solo una fastidiosa

            illusione

            qui di fastidioso ci sono solo i tuoi post....ne sono felice.Se riuscissi a farvi levare dai piedi, lo sarei ancora di più. :p
    • Shu scrive:
      Re: Risposta
      - Scritto da: Filippo Rocchi
      FlipBoard permette di visualizzare feed, notizie
      e tweet provenienti dalle fonti online più
      disparate in un unico, funzionale,
      aggregato.Io ritengo Flipboard una delle app più sopravvalutate della storia di Android (come buona parte di quelle che arrivano da iOS).L'ho provata sull'iPad di un collega, ed è di una scomodità assurda. A meno che non leggi determinati feed (quelli preimpostati o al massimo qualche quotidiano), le immagini (che occupano gran parte dello spazio) non indicano niente.Il doppio scrolling (verticale per le categorie, orizzontale per le news della categoria) è scomodissimo.Insomma, tanto figo esteticamente quanto inusabile.Trovo molto più usabile anche il semplice GoogleReader, pur essendo molto migliorabile.Bye.
  • andrea chiariello scrive:
    cosa vorrei in un articolo
    Un giornalista dovrebbe sempre rispettare la famosa regola delle 5W: WHO («Chi») WHAT («Cosa») WHEN («Quando») WHERE («Dove») WHY («Perché»)In questo caso manca il WHAT («Cosa») ... Cosa è FlipBoard? dobbiamo cercare in giro per capire di che si tratta? in tal caso che utilità ha questo articolo?
    • Luca Annunziata scrive:
      Re: cosa vorrei in un articolo
      ciao troll, c'è scritto nel primo paragrafociao angelo
      • Mux scrive:
        Re: cosa vorrei in un articolo
        - Scritto da: Luca Annunziata
        ciao troll, c'è scritto nel primo paragrafo
        ciao angeloNon mi sembra tanto troll.Devo dire che anch'io non ci ho capito una mazza dalla descrizione "nota app per la fruizione di notizie su iOS"...Saluti
        • Luca Annunziata scrive:
          Re: cosa vorrei in un articolo
          beh, non c'è una virgola sul "contenuto" dell'articolo: solo l'appunto a come è scrittoper me è trollingdetto questo, c'è il link e una succinta descrizione: cosa dovrei fare, lo spieghino di qualunque cosa? allora dovrei anche dire che cosa è ios, che cos'è il galaxy S3, cos'è un pacchetto apk ecc non si finirebbe mail'appunto era sulle quattro W (il perché non sempre sta nel primo paragrafo): WHO («Chi») Flipboard, WHAT («Cosa») nota app per la fruizione di notizie su iOS,WHEN («Quando») installarlo già oggiWHERE («Dove») sul Galaxy SIIIe ti ci metto pureWHY («Perché») il suo debutto Android in esclusivami pare di aver rispettato le "regole"che poi regole non sono, sono "best practice" ma non c'è un obbligo: dipende da come strutturi l'articolo, dal taglio della rivista, da tante cose
          • Mux scrive:
            Re: cosa vorrei in un articolo
            L'articolo va benissimo solo che cosi' di primo acchito, per chi non conosce flipboard, la descrizione non ti dice niente. Appunto bisogna andare sul sito quindi ti toglie l'attenzione dall'articolo che stai leggengo.Se leggevo qualcosa del tipo "FlipBoard aggregatore di notizie,tweet..etc" capivo subito di cosa si trattava, poi se volevo qualcosa più in dettaglio andavo sul loro sito e mi informavo.Comunque ripeto, l'articolo va più che bene.Ciao e buon lavoro.
          • Luca Annunziata scrive:
            Re: cosa vorrei in un articolo
            anche a te!
Chiudi i commenti