Passaporto controllato, via scanner

L'aeroporto di Sidney ha appena attivato SmartGate, un chioschetto capace di confrontare la fotografia sul passaporto con le fattezze del passeggero. Al bando i funzionari di confine


Sidney (Australia) – La tecnologia biometrica è così sviluppata e affidabile da consentire di esentare i funzionari di confine dal controllo dei passaporti dei passeggeri che si imbarcano su voli internazionali. Ne sono convinti i manager dell’aeroporto di Sidney, uno dei più importanti scali della regione, che stanno sostituendo gli umani addetti alle verifiche con macchine ritenute più efficienti.

Dopo una sperimentazione che ha coinvolto alcune compagnie aeree, l’aeroporto ha infatti installato i suoi SmartGate, dei chioschetti hi-tech presso i quali i passeggeri possono ottenere la necessaria identificazione. Un progettone da 1,2 milioni di dollari australiani che verrà presto esteso a tutte le aerostazioni australiane.

Ponendo il passaporto e la fotografia su di uno scanner e avvicinando il proprio volto ad un dispositivo capace di effettuarne una scansione, SmartGate in meno di 10 secondi dà il suo responso. Secondo l’aeroporto, la tecnologia è del tutto funzionale e riesce a tenere conto di eventuali cambiamenti nell’immagine del passeggero, dal taglio dei capelli agli occhiali, nonché di elementi come l’età, l’espressione del viso, la razza e altro ancora.

Il ministro per la Giustizia e le Frontiere ha sostenuto che questa tecnologia pone l’Australia all’avanguardia tra i paesi che vogliono garantire la sicurezza nei cieli: “Criminali, terroristi e clandestini utilizzano passaporti falsi”. A suo dire questi sistemi saranno adottati su scala internazionale in breve tempo.

Va detto che da lungo tempo negli aeroporti di mezzo mondo si stanno sperimentando su scala sempre più larga sistemi di riconoscimento del volto o, più spesso, di scansione dell’iride. Ma è la prima volta che viene proposto in uno scalo così importante un apparato che mette a confronto il volto del passeggero con la foto sul passaporto, anziché con un database pre-costituito. Va da sé che questo apre tutto un nuovo fronte di polemiche sulla sicurezza di questi sistemi, già ampiamente criticati e oggetto di ricorsi .

Sul tema vedi anche:
Nella US Army entra lo scanner del volto
Statua Libertà protetta dalla biometria

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Soluzione (Funziona!!!)
    Salve a tutti,Ho la soluzione: bere ALMENO 2 litri di bibite (meglio acqua naturale) al giorno.Semplice, in questo modo, dovrete assolutamente assentarvi per andare ad urinare, nel mio caso cio' vuol dire fare due rampe di scale.Inoltre:1) Controllerete meglio eventuali problemi di ipertensione.2) Nel caso di problemi di coliche renali dovuti a calcoli o sabbia sara' piu' semplice e veloce l'espulsione....Meditate gente, meditate....
  • Itero scrive:
    Si ma l'indirizzo e-mail degli esperti?
    La sedentarietà è la fonte di questo tipo di problemi,non il pc che di problemi puo' provocarne agli organipiù esposti :-gli occhi! Quindi se usate il pc e siete sedentari è meglio cominciarea fare qualcosa per cambiare abitudini di vita continuando a usare il pc naturalmente.P.S. Salutatemi gli esperti...!
  • Anonimo scrive:
    consiglio: sesso.
    re molto sesso e molto spesso.
  • Anonimo scrive:
    18 ore?
    ma sto tipo aveva ancora le game o gli si erano atrofizzate?
  • Anonimo scrive:
    Magari !
    Rimanere seduti lunghe ore davanti al computer è una diffusa abitudine negli heavy users delle nuove tecnologie. Ma è una abitudine che potrebbe addirittura uccidereMAGARI !
  • Anonimo scrive:
    Sono le sedie ad essere sbagliate
    E' l'impostazione della cosidetta "seduta", tipica delle sedie di uso comune in casa e in ufficio, a mio avviso, a provocare questi danni. Nel migliore dei casi e' soprattutto causa di insofferenza verso il lavoro, che comincia (esperienza personale) a manifestarsi dopo un certo numero di anni.Personalmente ho rimediato cambiando letteralmente tipo di sedia. Non potendo, per ragioni di portafoglio, acquistare uno sgabello di una nota casa svedese (il prezzo e' decisamente un po' altino, pur non discutendone la qualita'), ho ripiegato su un modello similare ma molto piu' economico (e tutto sommato valido, inoltre credo sia di produzione italiana) che ha una volta per tutte risolto i problemi, anche a livello di circolazione, che in efffetti stavano insorgendo (tanto per intendersi, la classica "gamba addormentata").Lo sgabello in questione non ha schienale, ma ha un cuscino per sedersi e un altro per appoggiare comodamente la parte frontale del ginocchio e parte dello stinco. La posizione che si ha e' incredibilmente molto comoda, nonostante sia all'apparenza insolita. Oltretutto e' di grande giovamento anceh per il mal di schiena (altro grosso inconveniente di chi sta spesso seduto), che a me personalmente e' completamente sparito.Anche uno sgabello da tecnigrafo, in mancanza di meglio, puo' andare.Io sono convinto che alla fine questo tipo di sgabello verra' imposto per legge in tutti quei casi di operatori al computer, per gli indubbi benefici in termini non solo di salute, ma anche di produttivita' lavorativa.
    • Anonimo scrive:
      Re: Sono le sedie ad essere sbagliate
      - Scritto da: Anonimo
      Io sono convinto che alla fine questo tipo
      di sgabelloMa per caso è quello un po' basso, imbottito con due specie di pattine all'altezza delle ginocchia, solitamente in legno e di colore rosso, per le imbottiture, nelle pubblicità??
      • MaurizioB scrive:
        Re: Sono le sedie ad essere sbagliate
        - Scritto da: Anonimo

        Io sono convinto che alla fine questo tipo

        di sgabello

        Ma per caso è quello un po' basso, imbottito
        con due specie di pattine all'altezza delle
        ginocchia, solitamente in legno e di colore
        rosso, per le imbottiture, nelle
        pubblicità??Precisamente... Comodissimi!Saluti
        • Anonimo scrive:
          Re: Sono le sedie ad essere sbagliate
          Confermo, sono il massimo, ma sono difficili da trovare e costano un patrimonio.Li ho visti, saltuariamente, in posti tipo MrBrico o OBI sui 60euro.Quelli italiani sono della Tecnostyl, ma sono molto piu' costosi... e poi il loro sito non funziona...I piu' belli e raffinati non sono Svedesi, ma NORVEGESI... sto parlando della Stokke, che produce oggetti di design e di elevata qualita'... ma si parla di prezzi da 600 euro in su.
          • Anonimo scrive:
            Re: Sono le sedie ad essere sbagliate
            - Scritto da: Anonimo
            I piu' belli e raffinati non sono Svedesi,
            ma NORVEGESI... sto parlando della Stokke,
            che produce oggetti di design e di elevata
            qualita'... ma si parla di prezzi da 600
            euro in su.Ecco, io ce l'ho con te. Manco ti conosco, ma ti darei volentieri un frontino a tutto palmo. Perchè hai scritto il nome della ditta (Stokke) ??? Perchè, dimmelo. Perchè hai scritto che produce oggetti di design di elevata qualità ?Io SBAVO per gli oggetti di design di elevata qualità.Ho speso cifre folli per gli oggetti di design, a cominciare da tutta la gamma di telefoni della Bang & Olufsen.Prima che tu postassi, vivevo nella mia beata ignoranza della Stokke.Adesso la conosco.......ho visto il sito.......... maledizione!Che peste ti colga! :D
          • Anonimo scrive:
            Re: Sono le sedie ad essere sbagliate
            Okkio alla misura.Mi spiego meglio. Anch'io son un acquirente di quella sedia, ma la prima che ho comprato non mi andava bene, per "motivi dimensionali".Se si prende il modello economico non regolabile, una volta seduti curate che:-La pressione del cuscino sul deretano si uniforme e che il bordo anteriore non vi prema contro la parte inferiore delle cosce.-Assumendo la posizione che rende uniforme la pressione sul sedere, curate che sui cuscinetti appoggino non solo la parte superiore degli stinchi ma anche le ginocchia. In caso contrario vi troverete con altri tipi di affaticamento/fastidio (esperienza personale). Se prendete invece il modello regolabile non avete di questi problemi ed è veramente efficace.Ciao
          • TeX scrive:
            Re: Sono le sedie ad essere sbagliate
            - Scritto da: Anonimo....
            Se prendete invece il modello regolabile non
            avete di questi problemi ed è veramente
            efficace.Probabilmente ha dei grossi vantaggi per la prevenzione del mal di schiena. La schiena infatti assume una curvatura più naturale. Ma cosa centra con la trombosi, provocata (tra le altre cose) dalla difficoltà del riflusso del sangue a causa della sedentarietà unita alla posizione bassa delle gambe ?
          • Anonimo scrive:
            Re: Sono le sedie ad essere sbagliate
            E allora lavoriamo al pc sulla cyclette...- Scritto da: TeX

            - Scritto da: Anonimo
            ....

            Se prendete invece il modello regolabile
            non

            avete di questi problemi ed è veramente

            efficace.

            Probabilmente ha dei grossi vantaggi per la
            prevenzione del mal di schiena. La schiena
            infatti assume una curvatura più naturale.
            Ma cosa centra con la trombosi, provocata
            (tra le altre cose) dalla difficoltà del
            riflusso del sangue a causa della
            sedentarietà unita alla posizione bassa
            delle gambe ?
          • TeX scrive:
            Re: Sono le sedie ad essere sbagliate
            - Scritto da: Anonimo
            E allora lavoriamo al pc sulla cyclette...E' un'idea....Magari si potrebbe anche pensare ad un software che visualizzi sullo sfondo del desktop la ripresa di una tappa del giro d'Italia....Sai che figata ?Inoltre con una dinamo puoi anche prevenire qualsiasi calo di tensione. Meglio di qualsiasi gruppo di continuità...Adesso brevetto l'idea....
          • Anonimo scrive:
            Re: Sono le sedie ad essere sbagliate

            Se prendete invece il modello regolabile non
            avete di questi problemi ed è veramente
            efficace.quella con cui mi trovo meglio io è quella NON regolabile, e uso due tipi di Stokke:tipo 1. lo uso a casa: è il modello economico senza nessuna regolazione (http://www.stokke.com/Products.asp?la=1&n=Variable) , ed è comodissima: costa molto ma ne è valsa la pena: se si sta seduti molte ore al giorno secondo me vale la pena spendere un bel po' di soldi se poi si sta veramente comodi!tipo 2: lo uso in ufficio: con lo schienale e qualche regolazione: http://www.stokke.com/Products.asp?la=1&n=Thatsit . Scomodissimo: non sono riuscito a trovare le regolazioni giuste, e poi lo schienale non serve a niente... anzi, direi piuttosto che è dannoso: mi fa assumere una seduta piu' "normale"ho provato anche questa:http://www.stokke.com/Products.asp?la=1&n=Multima devo dire che non mi piace molto perche' non ci si puo' dondolare :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Sono le sedie ad essere sbagliate
      Io quello sgabello l'ho comprato almeno 10 anni fa, ma non mi sono mai trovato bene: non riuscivo a starci su per più di 1 ora.Sarà che avendolo pagato 60mila lire sarà stato una bruta imitazione... boh
      • Anonimo scrive:
        Re: Sono le sedie ad essere sbagliate
        Personalmente quel tipo di sedia/sgabello ce l'ho da molti anni anche io, molto bello, con i cuscini in pelle scamosciata (tipo quelli alcantara per intenderci), è regolabile sia la seduta che il poggia gambe, ma devo dire che se da una parte è perfetto per la schiena, dall'altra dopo qualche ora di seduta mi provocava (era un periodo che stavo molte ore sul pc) delle fitte alle ginocchia, stancavaproprio le gambe insomma. Adesso ho preso una poltrona in pelle dirigenziale ;) completamente regolabile, è talmente comoda e rilassante che oltre alle 8-12H che ci siedo quotidianamente ci potrei anche dormire;)
    • Akiro scrive:
      Re: Sono le sedie ad essere sbagliate
      uhm... dubito che possa risolvere il problema... se stai molte ore seduto anke lì insorgono problemi...
  • Anonimo scrive:
    ma cosa centrano i pc?
    da sempre ci sono lavori, per esempio negli uffici, catene di montaggio, etc, che si fanno da seduti.. impiegati, centraliniste etc. etc. da quando ancora i pc non esistevano neppure...perchè allora tirare in ballo i pc?
    • Anonimo scrive:
      Re: ma cosa centrano i pc?
      - Scritto da: Anonimo
      perchè allora tirare in ballo i pc?Probabilmente perchè questa è una rivista che tratta di informatica?Si chiama "Punto Informatico" o "Punto Siderurgico" ?
      • Anonimo scrive:
        Re: ma cosa centrano i pc?
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo


        perchè allora tirare in ballo i pc?

        Probabilmente perchè questa è una rivista
        che tratta di informatica?Essendo punto "informatico" dice pc. Su tg5 stasera diranno che e' internette a fare venire le trombosi
      • Anonimo scrive:
        Re: ma cosa centrano i pc?
        mi pare ovvio che io non mi riferivo a punto-informatico ma agli scienziati neozelandesi che hanno pubblicato la questione nell'ultimo numero dello European Respiratory Journal....Prima di impegnarti a fare dell'umorismo cerca di assicurati di saper leggere...bah..
    • vegeta scrive:
      Re: ma cosa centrano i pc?
      bhoal limite bruciano gli occhi dopo 5 ore di tomb raider
  • Anonimo scrive:
    Una bella grattata di cojoni...
    ...è quello che ci vuole! :-)
    • godzilla scrive:
      Re: Una bella grattata di cojoni...
      - Scritto da: Anonimo
      ...è quello che ci vuole! :-)leggo confermo e sottoscrivo!godzilla*** questo commento l'ho scritto in piedi ***
Chiudi i commenti