Patch Tuesday, pezze anche per Windows 8

I prossimi aggiornamenti Microsoft riguarderanno tutti i sistemi operativi supportati, incluse le versioni x86 e ARM dell'ultimo nato, Windows 8. Vulnerabilità critiche per tutti

Roma – Si avvicina il Patch Tuesday di novembre, e Microsoft preannuncia quanti e quali prodotti verranno coinvolti nella nuova tornata di aggiornamenti mensili. Questa volta i sistemi Windows fanno la parte del leone, inclusi i recentemente commercializzati Windows 8 e Windows RT (ARM).

Saranno ben sei i bollettini distribuiti dai server di Redmond, con un totale di 19 vulnerabilità da tappare classificate con livelli di pericolosità compresi fra il “critico” e il moderato. I prodotti interessati dall’upgrade includono Windows XP (SP3), Windows Vista, Windows 7, Windows Server 2008, Office (2003, 2007, 2010), Internet Explorer 9, Windows 8 e Windows RT.

Per i nuovi Windows “a piastrelle” si tratta del primo contatto con il Patch Tuesday mensile. Un’altra importante novità è l’annunciata sincronizzazione nella distribuzione di aggiornamenti per il player Flash da parte di Adobe assieme a quelli Microsoft. Si tratta di una scelta obbligata, in questo caso, visto che le nuove politiche di Redmond prevedono la distribuzione “in casa” di aggiornamenti per il plug-in multimediale integrato nella versione “Metro” di Internet Explorer 10.

Microsoft chiude le falle dei nuovi Windows, gli esperti pubblicizzano l’esistenza di falle zero-day per i sistemi appena commercializzati ma per le società di sicurezza Windows 8 è molto resistente ai malware: stando a quanto sostiene BitDefender, messo a confronto con i codici malevoli più popolari e diffusi degli ultimi tempi, Windows 8 si comporta egregiamente “respingendone” l’85 per cento. Con il solo Windows Defender abilitato di default e nessun software di terze parti installato.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti