Pegatron, esplosione nella fabbrica Apple

20 operai cinesi sono finiti in ospedale in seguito alla violenta esplosione nel centro di produzione gestito dal fornitore della Mela. Si punta il dito contro la polvere d'alluminio necessaria allo scintillio dei tablet iPad
20 operai cinesi sono finiti in ospedale in seguito alla violenta esplosione nel centro di produzione gestito dal fornitore della Mela. Si punta il dito contro la polvere d'alluminio necessaria allo scintillio dei tablet iPad

Sono intervenute le autorità di Shanghai nel tentativo di capire meglio cosa abbia provocato la violenta esplosione in una fabbrica locale controllata da Pegatron, azienda produttrice di dispositivi Apple. Fonti asiatiche hanno infatti parlato di 20 operati finiti in ospedale, sui circa 60 coinvolti nell’incidente .

“I nostri cuori sono per le persone ferite a Songjiang – ha spiegato un portavoce in Cina del colosso di Cupertino – Stiamo lavorando con Pegatron per capire quali siano le cause dell’incidente”. Stando alle prime indiscrezioni, l’esplosione sarebbe stata causata dalla polvere d’alluminio necessaria per lo scintillante involucro dei tablet iPad .

Una sostanza altamente combustibile, come sottolineato dalla U.S. Occupational Health & Safety Administration . Nuove critiche sono state rivolte alla Mela, già finita nel mirino per la tragedia di Foxconn . Nessuno degli operai di Pegatron sembra in condizioni critiche. L’azienda di Cupertino non ha voluto rilasciare altre dichiarazioni. (M.V.)

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

20 12 2011
Link copiato negli appunti