Perché dovrei comprare i CD Sony?

Se lo chiede un lettore che vuole acquistare una colonna sonora che costa più che in passato e si può fruire di meno. Che succede al mondo della musica?


Roma – Buongiorno a voi in redazione, innanzitutto vi faccio i complimenti per il vostro sito e il lavoro che ne deriva. Mi chiamo Luca, ho 21 anni, e scrivo della provincia di Ancona per mettervi alla luce o perlomeno evidenziare il trattamento offerto dalla Sony appunto a riguardo di noi onesti consumatori di cd audio…

L’altro giorno sono andato a comprare il CD con la colonna sonora di EPISODIO II (STAR WARS). Entrato nel negozio ho chiesto del suddetto CD e prima di terminare l’acquisto mi sono assicurato quale forma anti copia fosse stata adottata dalla casa di distribuzione. So infatti che le tecnologie di protezione sono sempre più diffuse.

Avevo notato che il CD era etichettato Sony e ho compreso subito che non avrei potuto leggerlo liberamente sul mio PC, come già accaduto in altre occasioni di cui ha parlato anche Punto Informatico.
Allora ho immaginato, e credo sia logico, che le restrizioni all’uso almeno avrebbero indotto Sony a ridurre il prezzo del CD. Vana speranza: il prezzo è salito rispetto alla colonna sonora di EPISODIO I!

A questo punto mi sono arrabbiato perché ritengo ingiusto questo trattamento riservato a chi vuole fare la persona onesta e per questo ci deve rimettere. Ditemi voi che stimolo possa avere io ad andare ad acquistare un CD audio sapendo che devo pagare di più e non essere libero di utilizzare quello che regolarmente acquisto.

Quello che ho comprato è sicuramente l’ultimo CD audio. E segnalo già che la protezione con cui ho dovuto fare i conti di fatto non impedisce il trasferimento della musica sul PC ma ne rallenta e ostacola il processo.

Vi ho scritto perché credo sia importante che queste cose non passino sotto silenzio. Cosa sta accadendo al mondo della musica?
Vi ringrazio della disponibilità prestatami.

Lettera firmata

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    ORA CAPISCO!
    Ora capisco! E se chiamo da un telefono fisso?Il 119 per esempio si puo' chiamare gratuitamente anche dai numeri fissi, e visto che io l'ho fatto talvolta per evitare di scaricare il cellulare viste le lunghe attese, ora che ci penso se chiami dal fisso la segreteria automatica ti mette una preselezione per sapere se sei gia' cliente e in quel caso qual'e' il tuo numero di telefono!Allora la soluzione "all'italiana" e' bell'e pronta: chiedo al mio caro amico o familiare professionista che ha un abbonamento business e usa moltissimo il cell. per lavoro di dichiarare il suo numero chiamando il 119 dal fisso, e quelli mi tratteranno coi guanti qualsiasi domanda io voglia porre! :)))Certo, non e' eticamente correttissimo, ma in Italia... chi la fa l'aspetti! :)
    • Anonimo scrive:
      Re: ORA CAPISCO!
      d'accordo. però se esponi un problema specifico riguardo un contratto dovrai ben dirgli qual'è il tuo numero. d'altronde nella lettera viene evidenziato che gli operatori hanno diverse competenze. l'operatore addetto ai clienti business potrebbe non rispondere alle tue domande riguardo all'utenza familiare e allora ecco che ti passa (forse) il collega. ops. è caduta la linea.
  • Anonimo scrive:
    Bella schifezza...
    Avrei preferito non leggerlo.Che il customar care Omnitel fosse peggiorato (e nemmeno di poco) dopo l'avvento di Vodafone l'avevo notato subito, ed adesso, sapere di essere considerato anche un BRONZO mi riempe davvero di gioia.Ho un contratto Omnitel (NB: contratto, non prepagata) dal '97, ma le mie bollette non superano quasi mai i 50 euro.Lo so... 25 euro al mese non sono una cifra. Ma che ci posso fare se mi frega una pippa degli MMS, del WAP, dell'oroscopo e del cervizio "cercamitu'chefacciamoamiciziaemagaridopositromba"...Potrei trasformalo in prepagata, mi converrebbe, ma voglio permettermi il "lusso" di evitare la seccatura delle ricariche.Ok, spendo poco, (vorrei avere anche io 2 fidanzate da chiamare come il bigamo felice della pubblicita' Wind, giuro!), ma anche io ogni tanto ho qualche problema! Avro' o no il porco diritto di avere una assistenza in tempi ragionevoli, dal momento che i soldi me li puppano direttamente dal conto in banca?Fossi uno di quelli che chiama il 190 per ogni minima cavolata... quante chiamate avro' fatto in 5 anni? 7...8? E tutte chiuse nel piu' rapido tempo possibile...Invece cosa succede un mese fa? Li chiamo verso l'una di notte perche' non riesco a telefonare in Messico...Rispondono dopo 15/20 minuti... (li capisco... in effetti di notte il personale viene giustamente ridotto, e poi chi se ne frega, non ho mica fretta, aspetto...)Mi rispondono (invero un po' scazzati, ma vabe'... e' normale vista l'ora...), ed espongo il problema:IO - "Se chiamo su un tel. "mobile" messicano mi risponde una signorina che non conosco e che ha un'altro numero (e io pago!), se invece chiamo un tel fisso messicano mi risponde la registrazione che mi avverte che sto chiamando un "cellulare" spento o non disponibile.I due telefoni appartengono alla stessa persona ma i due servizi ("fisso" e "mobile") in messico vengono gestiti da due compagnie separate quindi credo che il problema sia locale."Comincia la cascata di domande:OPERATORE - "e' sicuro che i numeri che sta chiamando siano esatti?"IO - "certo"OPERATORE - "e' sicuro che il cellulare in messico sia acceso e che non abbia attivato nessun trasferimento di chiamata su altri numeri?"IO - "si"OPERATORE - "non puo' percaso aver digitato male i numeri?"IO - "certamente"OPERATORE - "Come fa ad esere cosi' sicuro?"("sara' il mio dopobarba" stavo dicendo, poi ho preferito evitare l'inutile sarcasmo...)IO - "Senta, la persona che sto cercando di chiamare, in questo momento e' al lavoro nel suo ufficio, stiamo parlando via ICQ, ha il cellulare acceso senza nessuna deviazione attivata, sono sicuro dei suoi numeri di telefono, non posso digitarli male perche' sono salvati nella memoria del mio cellulare (e la settimana scorsa funzionavano benissimo). Tra l'altro e' una persona quantomeno affidabile dal momento che e' il direttore del customer care del piu' grosso internet provider Messicano!"(3 secondi di gelo...)OPERATORE - "...ed ha provato a vedere se il problema si presenta anche chiamando da un fisso? Potrebbe essere un problema di roaming in messico..."IO - "...no, non ho provato! (porca la zozza, penso, m'ha fregato! quelli del customer care notturno ne sanno una piu' del demonio!) ok ok... tiro giu' la connessione e provo dal fisso... nel frattempo potete verificare se si tratta di un vostro problema? Grazie."Chiamo col telefono di casa (chiedendomi poi perche' debba essere io a fare il test e non loro, manco fosse mia la Omnitel). Poi mi ricollego ad internet e sempre con via ICQ, dal Messico, mi confermano di aver ricevuto squilli sia sul cell. che sul telefono fisso! Il problema a questo punto e' certamente Voda-Omnitel.Richiamo, mi tengono in attesa per altri 15 minuti (poco male, per fortuna non hanno piu' i Gazosa come testimonial), poi rispondono:IO - "Avevo chiamato prima per un problema con il Massico... (faccio un "resume" della puntata precedente) ...adesso ho provato con il telefono fisso ed il problema non si verifica, potete fare qualcosa?"OPERATRICE - "un secondo... (appoggia la cornetta senza mettermi in attesa)(SOTTOFONDO: sento che l'operatrice spiega "qualcosa" a "qualcuno". Qualcuno risponde dicendo: "Ancora? E che palle, ma chi ca%%o deve chiamare questo in Messico? Speedy Gonzales")OPERATRICE - "Beh... non abbiamo tecnici di notte, puo' richiamare domani?"IO - "Domani lavoro, non posso stare al tel 15 minuti ad ascoltare i jingle della pubblicita'... non puo' lasciare un appunto? (sapete com'e', dopo un po' mi stava passando la simpatia)"OPERATRICE - "sarebbe meglio se richiamasse..."IO - "ma non puo' lasciare una nota, scrivere una mail al tecnico?"OPERATRICE - "Ma il tecnico non ha una mail"IO - "un appunto cartaceo... qualcosa..."OPERATRICE - "...lo sto scrivendo"IO - "Grazie..."Questo e' il trattamento del tipo BRONZO... ok... sono disposto anche ad aspettare 15 minuti ogni volta.Spero che almeno che le battute in stile "Bagaglino" su Speedy Gongales siano comprese "gratuitamente" nel servizio :)Terra2 "Ma con che cosa fa' rima Bronzo?""Con te' fa' rima!"
  • Anonimo scrive:
    Re: Esatto
    E allora se ti e' piaciuto quel giudizio, io da collega, te ne do un'altro molto... "soggettivo":
    • Anonimo scrive:
      Re: Esatto
      Le uniche differenze che gli operatori possono dare sono in termine di tariffe e di customer care.Non si puo' parlare di differenze di qualità, visto che quasi tutte le compagnie si appoggiano comunque, in un modo o nell'altro (linee, interconnessione, SGU e/o SGT, flussi, etc) su infrastrutture di Telecom Italia.Questo perche' nessuno avrà mai voglia (o concederà mai le necessarie autorizzazioni) per mettersi a riscavare l'italia per posare i propri cavi.Quindi, i risultati sono due:-La qualità di servizio (linee, affidabilità) di qualsiasi operatore dipende comunque da Telecom.-Telecom, comunque sia, intasca l'obolo dall'operatore che si appoggia alle sue infrastruttute.Ciao
  • Anonimo scrive:
    Cerchiamo di intenderci.
    Allora proviamo senza polemica.Capisco tutti i perchè di questi favoritismi che fanno gli operatori, lo capirebbe anche un bambino.Quello che mi da fastidio è che questo fatto non viene mai menzionato dagli operatori telefonici, ovvero non trovo una clausola nè un avviso contrattuale in cui mi si avverte che potrei subire una discriminazione riguardo la qualità dell'assistenza nel caso non spenda una somma ignota di traffico telefonico.Naturalmente questo comportamento è scorretto.Come capisco il perchè di questo sistema, capisco allo stesso modo che gli operatori tendano a tenere in sordina questa modalità di intervento (badate bene non ho detto che lo negano).Paragonando la cosa potrei passare davanti ad una ventina di persona in fila alla posta per pagare un bollettino poichè io ho molti più bollettini da pagare e quindi fornisco maggiore contante.Oppure al solito pignolo che obietterà che il contante per le poste è solo di passaggio potrei fare l'esempio di raccomandata AR invece di raccomandata semplice.Allo stesso modo potrei sorpassare impunenemente la fila al semaforo poichè la mia macchina essendo + potente paga una tassa maggiore di circolazione rispetto ad una panda.Se poi mi devo aspettare che qualcuno difenda ancora questo sistema, arrivo anche a capire che la propria carta sia già nell'archivio gold.Magari rientro anch'io in questa categoria e sinceramente me ne frega poco che niente, ma sicuramente rafforza l'idea che viviamo del paese dei furbi, dove alternativamente l'ingenuo di turno deve sottostare al furbo del momento.Saluti
    • Anonimo scrive:
      Re: Cerchiamo di intenderci.
      ricordiamoci che le aziende private possono, nel rispetto della legge, trattare come meglio credeno i proprio clienti. sopratutto in un regime di non monopolio. se i conccorenti offrono un servizio migliore a parità di prezzo è chiaro il rischio di perdita di parte della clientela. in questo modo tutelano meglio i clienti il cui abbandono è più dannoso di quello di uno studente morto di fame che usa il cellulare all' 80% per fare squilletti agli amici.
      • Anonimo scrive:
        Re: Cerchiamo di intenderci.
        Ricordiamoci anche che una azienda seria che agisca in un libero mercato senza vizi, tratta tutti i clienti BENE, che siano clienti da 1 euro all'anno o da miliardi di euro.Se il gruppo telecom non fosse l'entità domininante del mercato italiano sarebbe stata mandata a quel paese da molto tempo....
      • Anonimo scrive:
        Re: Cerchiamo di intenderci.
        gli squillini non li sopporto. quelli che avranno da 3 anni lo stesso credito sulla scheda. che non ti chiamano mai che si fanno sempre chiamare.infami! io dovrei essere un cliente non gold, non platinum, PETROLIUM con tutti i soldi che spendo a chiamare stì barboni. mò non li chiamo più.più seriamente vi posso dire che ho idea che questa notizia arriverà agli orecchi dei responsabili relazioni esterne di telecom.staremo a vedere.non è la prima volta che punto informatico smuove qualcosa.un bacio ai pupi.
  • Anonimo scrive:
    E se chiamassi con numero privato?
    ....se chiamassi il customer care (190,119,192193,158 etc etc) in modalità privata, cioè senza far comparire il mio numero?dove verrei dirottato? tra gli "unlucky"??Attendo lumiciaoAngelo
    • Anonimo scrive:
      Re: E se chiamassi con numero privato?
      Per motivi di sicurezza e *legali* i sistemi che filtrano le chiamate dei clienti permettono cmq di verificare l'ID del chiamante in quanto i call center sono considerati un servizio pubblico.Per ipotesi estrema: se mi chiama un tipo che si sta suicidando è possibile risalire alla sua posizione. E così via...Ciò detto pensa che vediamo anke i numeri di rete fissa associati alle cabine telefonike :)Piuttosto capita raramente di non visualizzare veramente il numero, ma in questi casi propendo per una ipotesi di anomalia tecnica.ciau
      • Anonimo scrive:
        Re: E se chiamassi con numero privato?
        Ops...scusate, ho dato una risposta che sembra scopiazzata da questa che ha dato "op" prima di me. Non l'avevo letta, comunque ho detto pressapoco le stesse cose.Mr.Wolf
      • Anonimo scrive:
        Re: E se chiamassi con numero privato?
        Ciao, grazie per la rispostacmq io attualmente ho omnitel (con number portability da wind) e se chiamo qualche servizio automatico antecendendo al numero #31# (tipo quelli dove automaticamente ti dice quanto traffico ti rimborseranno con il piano autoricaricabile) mi dice che il servizio non è possibile x chi ha scelto di non rendere pubblico il proprio numero. Non so esattamente cosa succeda chiamando il call center.......sono curioso!Cmq sono abbonato a fastweb....e stai sicuro che manco gesù cristo riesce a vedere il mio numero se chiamo dal telefono fisso.....:)Ciao ciao:)Angelo
        • Anonimo scrive:
          Re: E se chiamassi con numero privato?
          - Scritto da: Angelo
          Cmq sono abbonato a fastweb....e stai sicuro
          che manco gesù cristo riesce a vedere il mio
          numero se chiamo dal telefono fisso.....:)
          Ciao ciao:)
          Angelopurtroppo per te Gesù Cristo è più potente di quanto tu creda... ricordati che è SEMPRE possibile risalire ad una comunicazione fatta fra 2 persone... la differenza sta nei tempi (tecnici e burocratici) per effettuare l'"intercettazione"... non sto parlando di "grande fratello" ma di semplice e banale necessità tecnica dei gestori di sapere chi chiama e dove chiama... ps anche se chiami via internet è lo stesso... puoi avere tutti i filtri che vuoi ma chi ti fornisce il servizio stanne certo che sa chi sei e chi hai chiamato... o per lo meno se interessato può saperlo...
          • Anonimo scrive:
            Re: E se chiamassi con numero privato?
            Ciao, intendevo dire che non è semplice come vedere il numero attraverso il "chi è " o "merlino"....capito?E' logico che se vogliono possono vedere tutto..ma tu credi che se io chiamo da casa con fastweb che non ha ancora implementato il CLI il customer care della tim loro riescono a vedere il numero? ti assicuro (ho parlato con un responsabile) che neanche al customer care fastweb (192193) riescono a vederlo il numero!Angelo
          • Anonimo scrive:
            Re: E se chiamassi con numero privato?
            povero illuso credi di essere furbo è logico che il tuo numero è sempre identificabile e poi lascia stare i santi
    • Anonimo scrive:
      Re: E se chiamassi con numero privato?
      Per prima cosa ti dico che alla TIM non puoi rendere il numero privato...non trovi sia un po' assurdo?E comunque, anche se riuscissi, tipo chiamando da una cabina (in questo caso arriva il numero della cabina credo), vieni dirottato su quelli che hanno la priorità minore.Mr.Wolf
    • Anonimo scrive:
      Re: E se chiamassi con numero privato?
      ti chiederanno bene per quale numero chiedi assistenza no?
  • Anonimo scrive:
    Bravo, nulal da dire!
    Un ottimo intervento che al di la delle idee personali in merito a Telecom o altre aziende... dimostra che le cose si possono spiegare in modo preciso e diciamo "più che soddisfacente".Ora mi chiedo: sarò un gold, un copper o un silver? ;-)
  • Anonimo scrive:
    quindi è per questo che ...
    dato che io ho attivato la linea telefonica FISSA solo per la ADSL e NON uso il telefono, quando chiamo il 187 passano anche 5 minuti (tenete voi l'orecchio alla cornetta per 5 minuti INUTILI) e a volte alla fine delle musichette mi mettono pure giù o non so sente addirittura nulla ... forse è per lo stesso genere di trattamento?ALTRA cosa.il 190 è gratuito vero?:)speriamo ...altrimenti ascoltare la musichetta ti costa parecchio caro.
    • Anonimo scrive:
      Re: quindi è per questo che ...
      - Scritto da: Action Level 3
      speriamo ...
      altrimenti ascoltare la musichetta ti costa
      parecchio caro.Strano che la nostra cara (nel senso di costosa) SIAE non ci faccia pagare pure queste melodie.
      • Anonimo scrive:
        Re: quindi è per questo che ...
        - Scritto da: Peppe Purga
        - Scritto da: Action Level 3

        speriamo ...

        altrimenti ascoltare la musichetta ti
        costa

        parecchio caro.

        Strano che la nostra cara (nel senso di
        costosa) SIAE non ci faccia pagare pure
        queste melodie.Gredo proprio che se le faccia pagare, invece.
    • Anonimo scrive:
      Re: quindi è per questo che ...
      - Scritto da: Action Level 3
      il 190 è gratuito vero? :)
      speriamo ...c'e' scritto anche sui muri che il 190 e' grtis dai telefoni Telecom Italia e dai cellulari Omnitel...
Chiudi i commenti