Photoshop ha un nuovo fratello: Lightroom

Alla famiglia di software Adobe dedicati ai professionisti della grafica si è appena aggiunto un rivale di Apple Aperture che consente di gestire ed elaborare le fotografie digitali. Rilasciato anche il Reader in italiano

Milano – Dopo oltre un anno di testing, che ha coinvolto circa mezzo milione di fotografi, Adobe ha finalmente terminato lo sviluppo di Photoshop Lightroom, un software dedicato agli hobbisti più ambiziosi e ai professionisti della fotografia digitale.

Lightroom rivaleggia con Apple Aperture e, come quest’ultimo, permette ai fotografi di gestire i flussi di lavoro della fotografia digitale , inclusi ritocco, catalogazione, visualizzazione, stampa e pubblicazione.

“È così strano vedere fotografi professionisti comportarsi da sviluppatori software”, ha commentato John Loiacono, senior vice president della Creative Solutions Business Unit di Adobe. “Per nostra fortuna è esattamente quello che è successo: tutto, dai tool per la valutazione e visualizzazione delle immagini fino alle funzioni di ritocco, è stato realizzato con il contributo dei fotografi”.

Una delle caratteristiche indispensabili per software di questa categoria è il supporto ai formati d’immagine RAW , anche chiamati “negativi digitali”, che sono tipicamente offerti dalle reflex digitali ma che si stanno diffondendo sempre più anche nel settore delle fotocamere compatte di fascia alta. Lightroom è in grado di gestire oltre 150 formati RAW , inclusi quelli di fotocamere di recente commercializzazione come le Nikon D40 e D80 e la Pentax K10D.

Per l’importazione e l’elaborazione delle immagini RAW, Lightroom si avvale della propria tecnologia Camera RAW e di quella sviluppata da Pixmantec , società olandese recentemente acquisita da Adobe e nota per RawShooter. Lo sviluppo di quest’ultimo software è stato abbandonato, ma Adobe offre il download gratuito di RawShooter Essentials per Windows , che fornisce funzionalità base per l’importazione, la conversione e l’editing dei file RAW.

Sebbene Lightroom non offra il ricco insieme di strumenti per il fotoritocco integrato in Photoshop, permette di modificare tutti i parametri di ripresa delle foto , quali esposizione, bilanciamento del bianco, luci e ombre, curve, livelli ecc. Grazie al fatto che le immagini RAW contengono solo i dati grezzi ricevuti dal sensore della fotocamera, senza successive elaborazioni, il fotografo può intervenire su quasi ogni aspetto della fotografia conservando la massima qualità dell’immagine. Il programma supporta tuttavia anche le immagini in formato JPEG e TIFF.

Dopo l’importazione delle fotografie, Lightroom permette la conversione dei file nel formato RAW “universale” proposto da Adobe, Digital Negative ( DNG ), o di archiviarli così come sono in album e cartelle ordinate secondo certi criteri.

Le immagini possono essere altresì presentate sotto forma di slide con effetti quali ombreggiatura, bordatura e sfondi in diverse tonalità. Le dimensioni e la posizione delle immagini possono essere modificate e salvate in formato PDF o HTML .

Rispetto alle più recenti versioni beta, Lightroom 1.0 ha aggiunto nuove caratteristiche, con cambiamenti significativi apportati ai moduli Library e Develop e miglioramenti introdotti nei componenti Slideshow , Print e Web . Nel modulo Library nuovi tool avanzati per la ricerca di parole chiave aiutano a filtrare immagini residenti all’interno di raccolte di grandi dimensioni; il pannello di dialogo per l’importazione dei file è stato reso più flessibile con maggiori possibilità di scelta circa la collocazione dei file stessi. Il nuovo Key Metadata Browser fornisce accesso rapido alle tag con un rinnovato sistema di classificazione e valutazione dotato di label colorate e di un sistema accetta/rifiuta che ordina e recupera le fotografie ancora più velocemente. Tra le novità del modulo Develop , gli strumenti Virtual Copies e Snapshot permettono di presentare più versioni della medesima immagine ovviando alla necessità di salvare più copie fisiche della stessa fotografia.

Come il fratellone Photoshop, Lightroom supporta sia Mac OS X che Windows e poggia su un’architettura modulare che permette di estendere le funzionalità dell’applicazione per mezzo di plug-in.

Photoshop Lightroom sarà commercializzato a partire da metà febbraio al prezzo di lancio di 174 euro più IVA, ma dal 30 aprile il suo prezzo passerà a 249 euro. Per confronto, Apple Aperture viene attualmente venduto a 319 euro.

Negli scorsi giorni Adobe ha reso disponibile la versione in italiano di Adobe Reader 8 , scaricabile da qui .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • giovanni gentile scrive:
    tasse automobbilistiche per invalidi
    da un anno circa sono stato dichiarato dalla apposita commissione invalido al 100% e non sono riuscito a sapere con certezza se sono esentato dal pagamento del bollo auto.Voi potreste darmi questa risposta ?
  • Anonimo scrive:
    Accessibile il sito o l'agenzia?
    http://www.anti-phishing.it/news/articoli/news.160120074.php
    • Anonimo scrive:
      Re: Accessibile il sito o l'agenzia?
      Non si trattava di accessi dall'esterno ai pc dell'Agenzia, ma dell'utilizzo fraudolento da parte dei suoi dipendenti...
      • Anonimo scrive:
        Re: Accessibile il sito o l'agenzia?
        - Scritto da:
        Non si trattava di accessi dall'esterno ai pc
        dell'Agenzia, ma dell'utilizzo fraudolento da
        parte dei suoi
        dipendenti...infatti, non mi preoccupavo della violazione di sistemi informatici ma dell'operato delittuoso dell'agenzia che non è un qualunque privato e potrebbe creare problemi considerevoliil sito inaccessibile è l'ultimo problema che hanno anzi meglio che sia così, stonerebbe
        • Anonimo scrive:
          Re: Accessibile il sito o l'agenzia?
          Senza voler accusare/discolpare nessuno, faccio appena notare che le mele marce ci sono in ogni famiglia.L'Agenzia delle Entrate è fatta soprattutto di tanti uomini e donne che lavorano con spirito di grande servizio e dedizione verso i colleghi e l'utenza tutta.
          • Anonimo scrive:
            Re: Accessibile il sito o l'agenzia?
            - Scritto da:
            Senza voler accusare/discolpare nessuno, faccio
            appena notare che le mele marce ci sono in ogni
            famiglia.
            L'Agenzia delle Entrate è fatta soprattutto di
            tanti uomini e donne che lavorano con spirito di
            grande servizio e dedizione verso i colleghi e
            l'utenza
            tutta.confesso che sono prevenuto a causa del nome che evoca altre agenzie note per operare nel torbidonon metto in dubbio che come nella maggior parte dei casi ci siano uomini e donne che svolgono il loro lavoro in modo ammirevoleil problema è che quello è un organismo pubblico che ha molte più responsabilità nell'insieme del suo operare di uno privato anche se il marcio è circoscrittoconsidera che ci sarebbero solo due dipendenti dell'agenzia finora raggiunti da provvedimenti ma operavano insieme ad altri esterni all'agenzia il cui scopo era trovare qualcuno da beneficare con proposte indecentiqualcuno potrebbe anche essere stato aiutato ad accumulare un debito per raggiungere il giusto punto per il prelievosoprattutto, quel tipo di agenzia può operare legittimamente solo se specchiata, tutto il suo operato deve essere riesaminato se si scoprono deviazioninon solo c'è il problema che non riscuotevano quanto dovevano ma tutto il riscosso ora è dubbioconsidera poi che l'indagine è stata avviata per una fluttuazione enorme delle entrate e quindi se non il fenomeno di certo l'effetto era tutt'altro che marginale e circoscrittocredo che quel tipo di agenzia non si possa permettere non due ma nemmeno una mela marciaspecie se in combutta con vere e proprie organizzazioni che operavano come settesaranno pure poche mele marce dell'agenzia ma che partecipavano a un'organizzazione che non è chiaro quanto e cosa hanno combinato e perchè siano stati scoperti solo per l'enormità della manovranon vedo proprio come l'agenzia possa operare di nuovo senza una revisione da cima a fondopreferibile alla chiusura solo per portare meglio alla luce il suo operato e poi chiuderla e aprire qualcos'altro
          • Anonimo scrive:
            Re: Accessibile il sito o l'agenzia?
            A quanto ne so io, l'indagine non è partita dall'esterno bensì dall'interno e cioè da una serie di controlli di routine, fatti su queste procedure insitamente rischiose.Posso anche dirti che queste attività sono costantemente sotto la lente dell'agenzia da diversi punti, con controlli a cascata da parte di tutta la catena di comando e visite periodiche da parte dell'audit interno.
  • Anonimo scrive:
    sicilia...
    ..................................
    • Anonimo scrive:
      Re: sicilia...
      - Scritto da:
      ..................................Valle d'Aosta, Piemonte, Lombardia, Veneto, Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Emilia Romagna, Toscana, Umbria, Lazio, Marche, Abruzzo, Molise, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sardegna ..................................Spero per te che non sia uno di quei buzzurri terroni emigrati al nord e più razzisti di quelli del nord, oppure uno di quei sottosviluppati zappaterra del nord, razzisti per ignoranza, in confronto alle fasce urbane di molto più colte di quelle stesse regioni.Sono orgogliosamente siciliano, mio padre è nato nel 1927 a Milano e ben ricorda il sottosviluppo del Veneto dove si moriva letteralmente di fame e principale serbatoio delle mondine.
  • Anonimo scrive:
    VERGOGNA
    Assolutamente non accessibile, non viene validato neanche dal parser w3c, figuriamoci poi per il WAI.Il menu in JavaScript non funziona disabilitando JavaScript, rendendo quelle pagine inaccessibili, e se si clicca sul titolo si viene mandati qui:http://sicilia.agenziaentrate.it/site.php?id=121E cioe' una pagina con questi contenuti:"ti trovi in: Home - Struttura - Nome ElementoNome Elemento"...e basta!Ma vergognatevi...
  • grillotalpa69 scrive:
    Accessibilità Agenzia Entrate?
    Salve a tutti.Scusate, ma non ho compreso dove sta la notizia, o meglio ho capito dove sta questa, ma non capisco dove stanno tutte le altre...Dove sono finiti gli annunci in cui si dice che tutti gli altri siti regionali sono diventati accessibili?Io lavoro in Sardegna e posso tranquillamente affermare che il sito della Sardegna era accessibile già prima del 31/12 e non mi sembra di aver sentito fanfare suonare né mi sembra di aver visto annunci su Punto Informatico...Perdonate lo sfogo.
  • Anonimo scrive:
    Ma scherziamo?!?!?!
    Posso solo pensare ad un pesce di aprile in anticipo da parte della redazione di Punto Informatico.Stendiamo un velo pietoso sui criteri (giustamente restrittivi) della legge Stanca non rispettati, stendiamo un velo pietoso su tanti requisiti WAI W3C analogamente non rispettati, ma questo sito non solo non è accessibile per parecchi requisiti più avanzati, ma persino su quelli di base.Vado a validare la home page, dico solo la home page , ed ecco a voi il risultato:http://validator.w3.org/check?uri=http%3A%2F%2Fsicilia.agenziaentrate.it%2Fsite.php%3Fid%3Dhome&charset=%28detect+automatically%29&doctype=Inline&ss=1&outline=1&No200=1&verbose=1 NOVE errori così gravi che il parser del validator va totalmente in palla e non si accorge nemmeno di attributi come style non consentiti dal XHTML 1.0 Strict, peggio il valore degli attributi in maiuscolo che non valida nemmeno in XHTML 1.0 Transitional! Disattivo i Javascript ed il menu a tendina non funziona più, peggio mi porta in una pagina priva di significato.Alcuni contenuti del sito erogati SOLO in formato PDF non accessibile e peraltro, vista la natura testuale, comodamente replicabili in normali pagine HTML.Il link alla home del logo che non indica nemmeno che non porta alla home della Direzione Regionale, ma quello della Direzione Nazionale.Da una qualsiasi pagina interna non è semplice trovare il link alla home della Direzione Regionale e si può essere indotti a cliccare sul link alla Home della Direzione Nazionale.Insomma se la struttura del sito non è nemmeno usabile e crea confusione in un utente normale, cosa succede ad un disabile cognitivo?O per ignoranza si crede che i disabili del web siano solo quelli visivi?Lasciando perdere la perla dei disabili tecnici...Insomma Punto Informatico voleva fare:a) Pubblicità, propaganda immeritata?b) Cattiva e fuorviante informazione sulla cultura dell'accessibilitàc) Uno scherzo di aprile in anticipo?Spero proprio nell'ultima. Oppure in una doverosa ed ampiamente visibile rettifica della redazione di Punto Informatico per la palese incompetenza relativa ai contenuti dell'articolo. PS: tempo complessivo del mio test superficiale: meno di due minuti.
  • Anonimo scrive:
    Disabilità tecniche????
    No ma dico... li rileggono i testi che scrivono?"Il restyling del sito nasce dall'esigenza di garantire l'utilizzo di Internet anche a chi presenta disabilità fisico-cognitive (non vedenti, ipovedenti, audiolesi, epilettici) o tecniche (utilizzo di browser diversi da Internet Explorer o di sistemi operativi diversi da Windows) attraverso l'adozione di alcuni [...]"Adesso chi non usa Windows e Internet Explorer è un disabile tecnico? Cos'è un neologismo? O sono loro ad essere dei disabili linguistici?Mah... :|
    • Anonimo scrive:
      Re: Disabilità tecniche????
      ROTFL! (rotfl)
    • Anonimo scrive:
      Re: Disabilità tecniche????

      Adesso chi non usa Windows e Internet Explorer è
      un disabile tecnico? Cos'è un neologismo? O sono
      loro ad essere dei disabili
      linguistici?Muahahahaha, con questa fanno due: sono fiero di essere COGLIONE e DISABILE TECNICO allora...LOLSarà pure accessibile, ma graficamente il sito fa c****e, almeno secondo i miei gusti (sono un webmaster). Potevano impegnarsi un po' di più... Non è che per favorire i disabili (con problemi di vista) hanno lasciato perdere chi invece ci vede benissimo??? LOL Scherzo ovviamente.
      • Anonimo scrive:
        Re: Disabilità tecniche????

        Sarà pure accessibile, ma graficamente il sito fa
        c****e, almeno secondo i miei gusti (sono un
        webmaster). Potevano impegnarsi un po' di più...
        Non è che per favorire i disabili (con problemi
        di vista) hanno lasciato perdere chi invece ci
        vede benissimo??? LOL Scherzo
        ovviamente.La cosa grave è che accessibile NON E'.Passi la veste grafica è la mancanza di professionalità in questo campo che risalta ancora di più all'occhio, visto che ci sono ormai nel mondo e da tempo siti accessibili, senza nulla sacrificare all'aspetto grafico.Questo è ESATTAMENTE un cattivo esempio di propaganda all'accessibilità, ovvero: "sito accessibile=sito bruttino".Anche se fosse accessibile (e accessibile non è) farebbe solo male alla diffusione della cultura dell'accessibilità.
      • Anonimo scrive:
        Re: Disabilità tecniche????
        - Scritto da:
        Sarà pure accessibile, ma graficamente il sito fa
        c****eLa cosa grave e' che non e' ASSOLUTAMENTE accessibile.
        • Anonimo scrive:
          Re: Disabilità tecniche????
          Io faccio parte dell'Agenzia e questa cosa l'ho fatta notare ieri nei nostri newsgroup.L'affermazione è grave e discriminante ed ho invitato gli autori a voler rettificare subito. Non so se mi ascolteranno.In effetti il sito NON è accessibile. Non supera neanche la validazione dell'XHTML e, di conseguenza, dei CSS.What a shame!
          • Anonimo scrive:
            Re: Disabilità tecniche????
            Ci hanno dato un contentino:ora sono diventate difficoltà tecniche. :s
    • Anonimo scrive:
      Re: Disabilità tecniche????
      La seconda che hai dettoC'è grossa grisi...
Chiudi i commenti