Physical Web, la visione di Google per la Internet delle Cose

Anche Google vuole dire la sua in ambito IoT, sebbene il colosso di Mountain View pensi soprattutto a diffondere il "verbo" degli standard Web anche sui sensori e gli elettrodomestici interconnessi
Anche Google vuole dire la sua in ambito IoT, sebbene il colosso di Mountain View pensi soprattutto a diffondere il "verbo" degli standard Web anche sui sensori e gli elettrodomestici interconnessi

Tutti vogliono semplificare la tecnologia alla base della Internet delle Cose (IoT) per favorire la diffusione del nuovo mantra tecnologico sulle lavatrici TCP/IP e il frigorifero che fa la spesa da solo, un tentativo a cui ovviamente partecipa anche Google con una soluzione definita The Physical Web .

La tecnologia alla base di The Physical Web è la stessa che costituisce gli odierni standard del Web “virtuale”: si tratta in sostanza un sistema di “broadcasting” di indirizzi URL accessibile da tutti i dispositivi intelligenti presenti nelle vicinanze e capace di fornire nuovi modi di interazione tra i suddetti dispositivi.

The Physical Web vorrebbe realizzare una piattaforma IoT universale e “app-less”, spiega Google, perché “le persone dovrebbero poter avvicinarsi a ogni dispositivo smart” senza la necessità di scaricare prima una applicazione appositamente realizzata prima di poterlo usare.

Con la soluzione di Mountain View, invece, l’interazione tra terminali, sensori, servizi e dispositivi avviene tramite le comuni tecnologie Web con vari livelli di complessità – dalla visualizzazione di una pagina informativa al caricamento di una app Web con funzionalità complete – e al semplice tocco di un tasto o un display touch.

The Physical Web segue dunque una strada diversa da quella tratteggiata, ad esempio, da ARM con il suo nuovo sistema operativo per IoT , una strada che in parte ricorda gli iBeacon di Apple e che vuole garantire una possibilità di interazione “nelle occasioni in cui le app native non solo una soluzione pratica”.

Alfonso Maruccia

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

06 10 2014
Link copiato negli appunti