Pietrosanti: regole per Internet

Dichiarazione


Roma – L’esponente radicale Paolo Pietrosanti ha diffuso un comunicato nelle scorse ore in cui afferma, tra le altre cose, che “la rete ha creato nuovi ambiti, enormi, giganteschi, che stanno tendenzialmente coincidendo con il tutto dell’umanità. Pensare che questo ambito possa essere sottratto a norme e regole è non soltanto illegittimo, ma soprattutto sciocco”.

Il riferimento diretto è al caso Yahoo-Cina e al fatto, spiega Pietrosanti, che se rimangono parole cose come “libertà, conoscenza, quindi vita, cultura” come fatti garantiti dalla rete allora “sono scemenze”, e lo dimostrerebbe proprio il fatto che – sostiene l’esponente radicale – a “fare la spia ai Cinesi” è stato uno dei giganti americani.

Secondo Pietrosanti è necessario che si pensi ad una sorta di “tribunale internazionale” dedicato alla rete, qualcosa sulla scorta del Tribunale sulla exYugoslavia o della Corte Penale Internazionale.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

03 10 2005
Link copiato negli appunti