Pirateria, blitz a Napoli, un arresto

Lo comunica la FPM


Roma – Due distinte operazioni contro la commercializzazione di cd pirata hanno portato al sequestro di un magazzino nell’area della stazione di Napoli e di un impianto di riproduzione nella zona di Poggioreale. Lo si legge in una nota diffusa dalla F.P.M., Federazione contro la pirateria musicale.

Più di undicimila cd musicali e per Playstation contraffatti sono stati sequestrati dalla polizia in un terraneo di via Bologna, nella zona della stazione centrale, nel corso di un’operazione di prevenzione contro la pirateria audiovisiva. Il locale era usato da R.C., 34 anni. L’uomo è stato denunciato.

In un’altra operazione gli agenti del commissariato Poggioreale hanno arrestato un pregiudicato, Nunzio Di Giovanni, 26 anni, che è stato bloccato nella sua abitazione in via Monfalcone. In casa aveva 16 videoregistratori, 10 masterizzatori, un computer, migliaia di locandine a colori e un migliaio tra cd e cassette vhs illegalmente riprodotte.

Il sito della FPM è qui

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    ma vuò verè cà...
    comm mò se pav' licie e chetè stà novità...ma quando mai si è pagato qualcosa di diverso dal pizzo a Napoli,non prendete in giro la gente,già le tase si evadono abbastanza se ci arriva internet a Napoli sono capaci di entrare nell'archivio dello stato per dare le pensioni d'invaliditaà ai soliti "mimmo esposito" o "giovanni caracciolo",per cartesia rettificate :da oggi a Napoli l'ici si evade anche on-line.
  • Anonimo scrive:
    ICI e Poste, precisiamo!
    Vorrei specificare che:1) sono moltissimi i comuni che hanno preso accordi con le poste per pagare l'ICI multe ed altra fiscalità localevedi l'elenco:https://bollettino.poste.it/2) C'è uno assurdo limite per il pagamento dei bollettini on line di 1000 Euro, e cioè chi deve pagare 1001 Euro di ICI deve andare per forza allo sportello, e anche se sono d'accordo che se paga molto vuol dire che ha molte proprietà immobiliari e anche vero che non andrà mai lui personalmente ma pensate sempre al giovane del ragioniere che materialmente deve andare allo sportello carico di denaro contante.3) Nell'ipotetico caso limite di un bollettino di 1000 Euro c'è una commissione di 20 Euro (2%) che mi sembra un po eccessiva per risparmiarsi una fila allo sportello.4) In particolare l'Assessore delle Risorse Strategiche del Comune di Napoli Enrico CARDILLO pubblicizza ampiamente che il servizio di pèagamento ICI on line con le poste è del tutto gratuito! ebbene questi 20 Euro di Commissione ce li mette lui?
  • Anonimo scrive:
    Dove sta la novita?
    L'ICI si paga da un pezzo via internet tramite poste.it (cosi' come metano, luce, canone, ecc...)Il problema e' che se si paga in posta il costo e' quasi sempre 0, se si paga in rete via Carta di Credito il costo e' pari al 2% con un minimo di 2 euro.Non proprio economico.E' possibile che per Napoli sia una novita', ma dov'e' la notizia?
    • Anonimo scrive:
      Re: Dove sta la novita? LOL

      E' possibile che per Napoli sia una novita',
      ma dov'e' la notizia?LOL, La novita' e' che a Napoli si paghi l'ICI :-)))
    • Anonimo scrive:
      Re: Dove sta la novita?
      Perchè, sai di altri comuni che fanno pagare l'ICI a mezzo Poste Italiane?Se lo sai perchè non ce lo fai sapere anche a noi?
Chiudi i commenti