Pixel Qi sfida il display Retina

Nuovi schermi a basso impatto energetico, con risoluzione pari al Retina del nuovo iPad, e nuove soluzioni che non temono la luce diretta del sole
Nuovi schermi a basso impatto energetico, con risoluzione pari al Retina del nuovo iPad, e nuove soluzioni che non temono la luce diretta del sole

Il 90 per cento della batteria utilizzata dal nuovo iPad serve a mantenere in vita lo schermo. La statunitense Pixel Qi lavora a pannelli mobile di nuova generazione, in grado di consumare molto meno, pur lavorando con una risoluzione pari a quella offerta dal noto Retina display.

Il nuovo schermo, praticamente ultimato, riduce di circa 100 volte il picco massimo di dispendio energetico, rispetto al nuovo tablet Apple, senza rinunciare a contrasto, saturazione del colore o angolo di visione. Il confronto tecnico proposto da Pixel Qi si basa sempre su display intorno ai 10 pollici di diagonale, capaci di gestire 2048 x 1536 pixel.

Nei giorni scorsi l’azienda ha anche iniziato a spedire ai costruttori di tablet e notebook i nuovi LCD transflettivi con leggibilità da E-Ink, che non temono la luce diretta del sole e consumano pochissimo. Il primo a scommettere su una soluzione del genere è stato Adam Notion Ink .

Pixel Qi si è specializzata in monitor pubblici da utilizzare all’esterno, ma fino ad ora è rimasta confinata in una nicchia . Le nuove versioni a colori da 7 pollici (1024 x 600) e 10 pollici (1280 x 800), iniziano però a proporre risoluzioni interessanti anche per i modaioli dispositivi consumer.

Roberto Pulito

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

24 04 2012
Link copiato negli appunti