Privacy, l'Europa da Google vuole di più

I garanti europei mettono alle corde il colosso californiano, che avrà pochi mesi per rivedere la spremuta di policy per il trattamento dei dati personali. Negli Stati Uniti, l'antitrust minaccia

Roma – Dalla privacy all’antitrust, un autunno caldissimo per il gigante Google, pressato tra le due sponde dell’Atlantico per la sua leadership nel mercato dei servizi web, che coinvolge milioni di utenti tra Europa e Stati Uniti. Nel Vecchio Continente, la transalpina Commission Nationale de l’Informatique et des Libertes (CNIL) è tornata alla carica sulla spremuta di oltre 60 policy per il trattamento dei dati personali.

Armati dal gruppo europeo Article 29 Data Protection Working Party , i vertici della CNIL avevano avviato un’inchiesta sul nuovo pacchetto di policy semplificate, adottato da BigG agli inizi dello scorso marzo. Al presidente Isabelle Falque-Pierrotin erano giunte solo alcune risposte agli interrogativi francesi, posti per capire meglio come sarebbe cambiato il trattamento dei dati personali di milioni di cittadini comunitari .

In sostanza , l’esito del quiz spedito alla Grande G non ha soddisfatto i garanti d’Europa. L’azienda di Mountain View non avrebbe ancora fornito ai suoi utenti un meccanismo chiaro e semplice per slegarsi (opt-out) dal nuovo pacchetto di policy condensate , che tratterà in un’unica modalità le informazioni provenienti dai più svariati servizi online, dalla posta elettronica alle mappe.

Nel recente intervento della CNIL a Bruxelles, Google avrà dai tre ai quattro mesi di tempo per rivedere le sue policy, seguendo alla lettera le raccomandazioni della privacy europea . Agli utenti comunitari dovranno essere comunicate in maniera chiara e trasparente le modalità di gestione dei dati personali, in particolare quelli legati a carte di credito o a posizioni geolocalizzate tramite Maps o il social network Plus.

In altre parole, il gruppo europeo crede che l’ambito di trattamento proposto da Google dallo scorso primo marzo sia “troppo ampio”. In risposta, l’attuale global privacy counsel di BigG Peter Fleischer ha sottolineato come la spremuta di policy resti in perfetta armonia con le leggi comunitarie in materia di protezione dei dati personali. E che le informazioni geolocalizzate verranno sfruttate solo con il consenso (opt-in) degli utenti .

Alle raccomandazioni europee ha aderito anche il Garante italiano per la protezione dei dati personali: “Google usa i dati degli utenti raccogliendoli in maniera massiva e su larghissima scala, in alcuni casi senza il loro consenso, conservandoli a tempo indeterminato, non informando adeguatamente gli utenti su quali dati personali vengono usati e per quali scopi, e non consentendo quindi di capire quali informazioni siano trattate specificamente per il servizio di cui si sta usufruendo”, si legge in una nota ufficiale .

E ancora: “Google dovrebbe chiarire agli utenti le finalità e le modalità di combinazione dei dati tratti dai vari servizi forniti e mettere quindi a punto strumenti per consentire agli utenti un più stretto controllo sui propri dati personali. A tale scopo, i Garanti raccomandano alla società di adottare meccanismi semplificati di opt out (opposizione al trattamento dei loro dati), sia che l’utente sia iscritto o meno ad un servizio, e di ottenere il consenso espresso degli utenti all’incrocio dei dati”. Dall’Europa agli Stati Uniti, dove i vertici della Federal Trade Commission (FTC) sembrano compatti nel lanciare un’inchiesta antitrust sul presunto abuso di posizione dominante nel mercato del search online. Google avrebbe sfruttato la sua leadership nel settore per far fuori la concorrenza , in particolare nella comparazione dei prezzi, come già sottolineato dall’assalto legale sferrato da Microsoft in Europa.

In un recente intervento al Congresso, il democratico Jared Polis ha chiesto al chairman di FTC Jon Leibowitz di “lasciare in pace Google”, data la sua fondamentale importanza nella crescita economica del paese a stelle e strisce. Il mercato attuale – specie quello legato al web – risulterebbe già ampiamente competitivo, segnato dalle scelte quotidiane di milioni di utenti .

“In un’epoca in cui l’economia nazionale continua a stagnare, non è chiaro il motivo per cui la FTC dovrebbe concentrarsi su un prodotto, il motore di ricerca, che sembra piacere moltissimo ai consumatori”, ha continuato Polis. Piacerà ai consumatori statunitensi, non ai rivali di Google, capitanati dall’organizzazione FairSearch.org in cui è entrato anni fa il colosso Microsoft.

Con oltre il 66 per cento delle ricerche effettuate dagli statunitensi sul suo motore di ricerca, Google si è messa a disposizione delle autorità antitrust per chiarire ogni dubbio. Nel settore dei viaggi, BigG è stata accusata di aver declassato i rivali nel ranking, mettendoli in basso nei risultati di ricerca o addirittura eliminandoli . Secondo il New York Times , la FTC starebbe preparando un memorandum di 100 pagine per avviare la battaglia antitrust.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Alessandrox scrive:
    Ma alla fine cosa aveva trovato...
    sugli UFO? (newbie)
  • Montinegro scrive:
    Il titolo è obbligatorio
    W laXXXXX
  • Nome e cognome scrive:
    .....
    Una volta sgamati dalle autorità ci si inventa sempre qualche malattia inaspettata o la temporanea infermità mentale. Accade tutti i giorni nei tribunali. E' di oggi la notizia di uno che qui in Italia ha assassinato la moglie e che a causa della temporanea incapacità di intendere e di volere (!) dopo due anni se ne può uscire tranquillamente di galera.Il McKinnon ha danneggiato la difesa americana per centinaia di milioni di dollari e deve pagare per questo, nel proprio paese di origine , ma deve pagare.Basta tutelare i delinquenti, soprattutto qui nel belpaese.Chi commette reati deve scontare la propria pena!
    • Giambo scrive:
      Re: .....
      - Scritto da: Nome e cognome
      E' di oggi la notizia di
      uno che qui in Italia ha assassinato la moglie e
      che a causa della temporanea incapacità di
      intendere e di volere (!) dopo due anni se ne può
      uscire tranquillamente di
      galera.Qui dicono a causa dell'indulto.E la storia e' molto piu' triste :(http://www.cdt.ch/mondo/cronaca/71588/gli-uccidono-la-figlia-maxi-tassa.html
      Il McKinnon ha danneggiato la difesa americana
      per centinaia di milioni di dollari e deve pagare
      per questo, <u
      nel proprio paese di origine </u
      ,
      ma deve pagare.Deve ?Se io commetto un crimine contro l'Iran ("Khomeini e' un babbuino !"), devo essere impiccato nel mio paese :( ?
      • Osvy scrive:
        Re: .....
        - Scritto da: Giambo
        - Scritto da: Nome e cognome

        E' di oggi la notizia di

        uno che qui in Italia ha assassinato la
        moglie e che a causa della temporanea incapacità di

        intendere e di volere (!)volevo farci sopra una battuta...
        E la storia e' molto piu' triste :(... ma non è il caso... :-(
        http://www.cdt.ch/mondo/cronaca/71588/gli-uccidonola notizia del fisco è "terrificante", però ho dei dubbi: se si tratta di "tasse" sul risarcimento danni (in teoria 1milione e 600mila euro), altro che 27mila euro gli chiederebbero, temo... o è una "rata" delle tasse, o riguarda qualche altra cosa, forse deve anticipare le spese di giustizia, non so, ma non mi torna tanto
        • Osvy scrive:
          Re: .....
          - Scritto da: Osvy
          la notizia del fisco è "terrificante", però ho
          dei dubbi: se si tratta di "tasse" sul
          risarcimento danniecco, questa mi pare la tesi giusta: dovrebbe essere l'imposta di registro:http://notizie.tiscali.it/articoli/cronaca/12/10/17/tassa-su-risarcimento-figlia-morta.html"Lassurda tassa - L'uomo si è rivolto agli avvocati Enza Mainini di Morbegno (Sondrio) e Andrea Turconi di Milano per opporsi a questa nuova ingiustizia. Si tratta dellimposta di registro - spiega lavvocato Turconi dalle pagine del Giorno di Sondio - ossia una tassa che lo Stato esige dai cittadini che hanno ottenuto dallautorità giudiziaria un provvedimento esecutivo. Limporto, calcolato sul valore del risarcimento a cui si ha diritto, è da versare a prescindere dallesito dellesecuzione. Una legge iniqua simile a quella che obbliga gli imprenditori a versare in anticipo lIva sulle fatture emesse."
    • vuoto scrive:
      Re: .....
      basterebbe una leggina di due righe: se hai problemi di salute mentale e precedenti seri resti dentro, curato nei limiti del possibile. Puoi farti certificare la guarigione e uscire solo per cose non legate al crimine organizzato, chi ti certifica si becca il doppio della pena che ti appioppano in caso di recidiva.
    • TifHqOkAX scrive:
      Re: .....
      0, http://cheapryorollingtobacco.info/#8089 buy tobacco online,
    • tmnYKCvePAo NHTN scrive:
      Re: .....
      http://cigarettes-n-cigars.com/buy-kent-cigarettes-online/kent#1950 kent fine cut menthol,
    • lLRFBwVLUzN oAwFRF scrive:
      Re: .....
      http://neurontin.in/#4344 neurontin gabapentin,
  • Giambo scrive:
    Tanto rumore per nulla
    Poteva anche lui rifugiarsi nell'ambasciata Ecuadoriana, no (newbie) ?
    • Leguleio scrive:
      Re: Tanto rumore per nulla
      - Scritto da: Giambo
      Poteva anche lui rifugiarsi nell'ambasciata
      Ecuadoriana, no (newbie)
      ?Eh sì, già è piccola di suo, con un numero incontrollabile di richiedenti asilo sarebbe stato educativo per chi ci vive giorno e notte. Avrebbe stimolato riflessioni su cosa significa essere davvero un perseguitato politico.
  • ... scrive:
    sussulto di dignita'?
    toh che strano, da qualche parte gli inglesi hanno ritrovato un pezzo di colonna vertebrale... giusto due vertebre, ma sembrano bastare. Vediamo se ne hanno anche i Neozelandesi.
    • panda rossa scrive:
      Re: sussulto di dignita'?
      - Scritto da: ...
      toh che strano, da qualche parte gli inglesi
      hanno ritrovato un pezzo di colonna vertebrale...
      giusto due vertebre, ma sembrano bastare. Vediamo
      se ne hanno anche i
      Neozelandesi.Sussulto di dignita' un par di balle.Questo tizio che ha violato siti governativi resta a casa.Quest'altrohttp://punto-informatico.it/3559319/PI/Brevi/uk-link-pirata-verranno-estradati.aspxche ha indicizzato quattro canzonette, invece no.
      • Izio01 scrive:
        Re: sussulto di dignita'?
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: ...

        toh che strano, da qualche parte gli inglesi

        hanno ritrovato un pezzo di colonna
        vertebrale...

        giusto due vertebre, ma sembrano bastare.
        Vediamo

        se ne hanno anche i

        Neozelandesi.

        Sussulto di dignita' un par di balle.
        Questo tizio che ha violato siti governativi
        resta a
        casa.

        Quest'altro
        http://punto-informatico.it/3559319/PI/Brevi/uk-li
        che ha indicizzato quattro canzonette, invece no.Meglio che niente, però, no? Se li avessero estradati entrambi, per conto mio sarebbe stato peggio. Certo che è comunque triste :-(
      • Leguleio scrive:
        Re: sussulto di dignita'?
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: ...

        toh che strano, da qualche parte gli inglesi

        hanno ritrovato un pezzo di colonna
        vertebrale...

        giusto due vertebre, ma sembrano bastare.
        Vediamo

        se ne hanno anche i

        Neozelandesi.

        Sussulto di dignita' un par di balle.
        Questo tizio che ha violato siti governativi
        resta a
        casa.

        Quest'altro
        http://punto-informatico.it/3559319/PI/Brevi/uk-li
        che ha indicizzato quattro canzonette, invece no.Aspetta a gridare allo scandalo. Anche per lui ci saranno i tre gradi di giudizio dei tribunali britannici. Il sì del ministero della giustizia é solo il primo passo.
        • panda rossa scrive:
          Re: sussulto di dignita'?
          - Scritto da: Leguleio
          - Scritto da: panda rossa

          - Scritto da: ...


          toh che strano, da qualche parte gli
          inglesi


          hanno ritrovato un pezzo di colonna

          vertebrale...


          giusto due vertebre, ma sembrano bastare.

          Vediamo


          se ne hanno anche i


          Neozelandesi.



          Sussulto di dignita' un par di balle.

          Questo tizio che ha violato siti governativi

          resta a

          casa.



          Quest'altro


          http://punto-informatico.it/3559319/PI/Brevi/uk-li

          che ha indicizzato quattro canzonette, invece
          no.


          Aspetta a gridare allo scandalo. Anche per lui ci
          saranno i tre gradi di giudizio dei tribunali
          britannici. Il sì del ministero della giustizia é
          solo il primo
          passo.Quale parte di "NON HA COMMESSO ALCUN REATO PER LE LEGGI BRITANNICHE" non ti e' chiara?
    • Osvy scrive:
      Re: sussulto di dignita'?
      - Scritto da: ...
      toh che strano, da qualche parte gli inglesi
      hanno ritrovato un pezzo di colonna vertebrale...
      giusto due vertebre, ma sembrano bastare. Vediamo
      se ne hanno anche i Neozelandesi.Si, ma la parte fondamentale è: insomma, ma gli UFO esistono o no?... ;-)
Chiudi i commenti