Profili business di Google: recensioni esterne per rispettare DMA

Profili business di Google con recensioni esterne per rispettare DMA

Google mostra ora le recensioni aziendali da più fonti sulle pagine dei profili business, adeguandosi così al Digital Markets Act (DMA).
Profili business di Google con recensioni esterne per rispettare DMA
Google mostra ora le recensioni aziendali da più fonti sulle pagine dei profili business, adeguandosi così al Digital Markets Act (DMA).

Google ha introdotto recentemente alcune modifiche al modo in cui vengono visualizzate le recensioni sulle pagine dei profili aziendali (ex Google My Business). Ora, quando si fa clic sulla sezione Recensioni, si viene reindirizzati a una nuova ricerca che combina il nome dell’azienda con la parola “recensioni”. Questa ricerca mostra le recensioni provenienti da diverse piattaforme, come Google, Tripadvisor, Uber Eats e TrustPilot. In passato, si apriva una nuova scheda con solo le recensioni di Google. La novità è stata notata da Daniel Roch, fondatore dell’agenzia Seomix.

Il motivo del cambiamento: il Digital Markets Act

Google ha apportato questa modifica alle recensioni sui profili business per conformarsi al Digital Markets Act (DMA), la nuova normativa europea che mira a limitare il potere dei colossi tecnologici e promuovere una maggiore concorrenza.

Mostrare solo le recensioni presenti su Google poteva essere interpretato come un comportamento anti-competitivo nel settore della referenziazione locale, data la posizione di assoluto dominio dell’azienda nel mercato dei motori di ricerca. Integrando recensioni da fonti diverse, Google vuole dimostrare di agire in modo trasparente e non monopolistico, adeguandosi così ai principi del DMA voluti dall’Unione Europea.

Il DMA è stato approvato dal Parlamento europeo nel luglio 2022. Lo scopo è consentire all’UE di intervenire preventivamente, imponendo una serie di regole da rispettare, sotto pena di multe dissuasive fino al 10% del fatturato. In questo modo, si vuole limitare e prevenire le pratiche anticoncorrenziali dei giganti tecnologici, definiti “gatekeeper” per il loro peso in mercati chiave come quello delle vendite online, dei motori di ricerca, dei social network e dei sistemi operativi.

Il DMA riguarda Google, Amazon, Meta, Apple e Microsoft, oltre a Samsung e ByteDance, editore di TikTok, che hanno un valore di oltre 75 miliardi di euro in borsa, un fatturato in Europa di oltre 7,5 miliardi di euro, almeno 45 milioni di utenti attivi e 10.000 utenti business nell’UE.

Come adattarsi a questo cambiamento?

Quando si cerca il nome di un’azienda, il suo profilo Google mostra ancora il rating calcolato solo sulle recensioni presenti su Google. Le modifiche alle recensioni non influiscono quindi sul rating del profilo. Tuttavia, con questo cambiamento le recensioni su altre piattaforme acquistano più visibilità e importanza. È consigliabile quindi integrare attivamente la gestione delle recensioni su più canali nella propria strategia.

Inoltre, creare una sezione recensioni sul proprio sito web può aiutare ad avere un ruolo più attivo nella valutazione online della propria attività. Questo approccio proattivo può migliorare il posizionamento del sito stesso nelle SERP relative alle ricerche di recensioni sull’azienda.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 29 gen 2024
Link copiato negli appunti