ProtonMail blocca i tracker nascosti nelle email

ProtonMail blocca i tracker nascosti nelle email

ProtonMail permette di bloccare gli spy pixel che vengono nascosti nelle email per raccogliere varie informazioni, spesso a scopo pubblicitario.
ProtonMail permette di bloccare gli spy pixel che vengono nascosti nelle email per raccogliere varie informazioni, spesso a scopo pubblicitario.

ProtonMail ha annunciato una nuova funzionalità che permette di bloccare i tracker nascosti nelle email. Grazie alla protezione anti-tracciamento, i mittenti non possono sapere quando l’utente apre il messaggio, né raccogliere altre informazioni a scopo pubblicitario. La novità è disponibile nella versione web del noto servizio di posta elettronica con crittografia end-to-end.

Blocco del tracciamento via email

Il cosiddetto “email tracking” è diventata una forma di sorveglianza digitale molto diffusa. Quasi due terzi delle email inviate agli account personali contengono uno “spy pixel“. Ogni volta che il destinatario apre il messaggio di posta, questi pixel spioni registrano quando l’email viene aperta, quante volte è stata aperta, quale dispositivo è stato usato e la posizione geografica dedotta dall’indirizzo IP.

ProtonMail tracker block

I dati vengono inviati al mittente, senza il consenso dell’utente. Le informazioni raccolte possono essere utilizzate per valutare l’impatto di una campagna pubblicitaria o creare un profilo sulla base delle attività online. I tracker sono immagini PNG o GIF grandi 1×1 pixel, trasparenti e quindi invisibili ad occhio nudo, nascosti nell’intestazione, nel piè di pagina o nel corpo dell’email.

ProtonMail blocca gli spy pixel nella versione web del servizio (anche quella gratuita) e nasconde l’indirizzo IP. La funzionalità è attiva per impostazione predefinita. Il blocco dei tracker viene segnalato con una piccola icona in alto a destra. Chi non usa ProtonMail può bloccare il caricamento delle immagini e/o disattivare la visualizzazione HTML.

Fonte: ProtonMail
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 24 gen 2022
Link copiato negli appunti