PS3, Sony tira le somme

Il colosso nipponico dichiara di aver venduto 50 milioni di PlayStation e 8 milioni di periferiche PS Move. Ma la guerra delle console non finisce qui

Roma – Sony Computer Entertainment comunica di aver raggiunto un importante traguardo con PS3: sono 50 milioni le console vendute fino a questo momento. La console di nuova generazione, lanciata in Giappone alla fine del 2006, ha dovuto penare più delle altre PlayStation per entrare nelle case dei videogiocatori ma i ritocchi al prezzo apportati negli anni, le nuove funzioni introdotte dagli aggiornamenti firmware e le applicazioni capaci di distinguere la console dalla concorrenza hanno dato i loro frutti.

Lo storico sorpasso della Xbox 360 Microsoft era già avvenuto alla fine dello scorso anno. Sony punta ora a raggiungere la diffusione di Nintendo Wii che, dopo aver oltrepassato gli 80 milioni di unità vendute, sta iniziando a rallentare.

La periferica PlayStation Move lanciata da Sony nel settembre del 2010, che punta proprio ad infastidire Wii, ha già totalizzato un ottimo risultato con 8 milioni di pezzi venduti.
Come noto, Move viene venduto in differenti pacchetti e i dati riferiti al suo successo mondiale non includono le spedizioni della sola webcam “PlayStation Eye” o del solo “Navigation controller” aggiuntivo.

Sul fronte software la situazione non è altrettanto rosea. Secondo gli analisti di NPD le vendite dei videogiochi sarebbero scese del 16 per cento, passando dagli 875,7 milioni di dollari dello scorso anno a 735,4 milioni. La flessione viene attribuita soprattutto alla mancanza di titoli forti, rispetto a quelli disponibili nel marzo del 2010.

La ricerca incentrata sul software videoludico si basa soltanto sui game stampati su supporto fisico, non tiene quindi conto dei titoli venduti online tramite download digitale e non menziona il crescente successo del gaming mobile.

Roberto Pulito

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ninjaverde scrive:
    Già sucXXXXX
    Era già sucXXXXX un fatto similare mi pare negli USA Non ricordo più i dettagli, ma si trattava di un documento con le tipiche censure fatte con l'evidenziatore.Insomma pare che non riescano ad istruire un dattilografo/a sui concetti informatici di base. Del resto sanno usare solo Windos Office word 2010 (rotfl)
  • Blast el Kamm scrive:
    C'erano dubbi ?
    i sottomarini nucleari spesso per il minimo problema hanno la tendenza ad inabissarsi e ad uccidere l'equipaggio, uranio estremamente arricchito come combustibile, nessun posto dove fuggire al primo problema, semplicemento morire e non rompere i c.......Trappole mortali, estremamente costose.
  • unaDuraLezione scrive:
    Re: Perché i nemici non lo sanno
    contenuto non disponibile
    • andy61 scrive:
      Re: Perché i nemici non lo sanno
      piccola precisazione:le stelle 'funzionano' grazie alla FUSIONE nucleare, e non alla FISSIONE, che è alla base dei reattori e delle bombe nucleari.
  • un utente scrive:
    qui
    http://cryptome.org/0003/mod-nuke-leak.htmin rosso le parti interessanti
  • Funz scrive:
    Non hanno imparato niente
    Era già sucXXXXX con il rapporto USA sull'incidente Calipari, col PDF pecettato che poteva essere letto integralmente con il minimo sforzo. Se non fosse tragico sarebbe stato da morire dal ridere... intanto adesso sappiamo i nomi dei militari USA coinvolti, e pure dell'agente italiano sopravvissuto che doveva restare segreto.Evidentemente al governo UK qualcuno non ha imparato niente.
  • hp sucks scrive:
    a che serve wikileaks
    se poi cancellano le informazioni sensibili con l'evidenziatore nero?
    • Legione scrive:
      Re: a che serve wikileaks
      - Scritto da: hp sucks
      se poi cancellano le informazioni sensibili con
      l'evidenziatore
      nero?Tu capito niente vero? Cosa centra wikileaks ... su torna all'asilo
Chiudi i commenti