Qualcomm Snapdragon 675: gaming, imaging e IA

Il chipmaker presenta un nuovo SoC per l'universo mobile: Qualcomm Snapdragon 675 arriverà sul mercato con i primi smartphone all'inizio del 2019.

Qualcomm Snapdragon 675: gaming, imaging e IA

Focus su gaming, performance del comparto fotografico e applicazioni di intelligenza artificiale: questi i tre aspetti sui quali il chipmaker di San Diego si è concentrato maggiormente nella progettazione di Qualcomm Snapdragon 675, presentato oggi a Hong Kong. Il nuovo system-on-a-chip arriverà sul mercato integrato nei primi smartphone all’inizio del 2019.

Qualcomm Snapdragon 675

Successore dello Snapdragon 670 svelato solo poco più di due mesi fa, il nuovo 675 è sempre indirizzato alla fascia media del segmento consumer. Come già detto, Qualcomm ha lavorato all’ottimizzazione delle componenti al fine di assicurare un’esperienza di gaming all’altezza delle aspettative, anche in collaborazione con alcuni sviluppatori e con i team che si occupano di perfezionare i motori di gioco (Unity, Unreal, Messiah, NeoX). Garantito inoltre il pieno supporto a tool e API come Vulkan, OpenGL 3.2 e OpenCL.

Integrato inoltre un ISP (Image Signal Processor) della serie Spectra 200 per l’acquisizione di immagini e video (anche slow motion) con performance elevate persino in condizioni di illuminazione non ottimali, grazie all’impiego di algoritmi IA. Lo Snapdragon 675 è in grado di gestire una tripla fotocamera frontale o posteriore, così come configurazioni di ottiche che vanno dal grandangolo al teleobiettivo, simulando l’effetto bokeh nei ritratti e lo sblocco tramite riconoscimento facciale 3D.

In merito all’intelligenza artificiale, il SoC dispone di un AI Engine multi-core per l’esecuzione di applicazioni legate all’ambito imaging, all’interpretazione dei comandi vocali e alla sicurezza. A livello hardware sono inoltre presenti un Hexagon DSP (Digital Signal Processor), una Adreno GPU per gli elementi grafici, la CPU Kryo e il modem X12 in grado di raggiungere i 600 Mbps di velocità nella gestione del traffico dati.

A questo si aggiunge la compatibilità con la tecnologia Quick Charge 4+ per la ricarica rapida della batteria (da 0% a 50% in circa 15 minuti), così come con i sistemi Aqstic e aptX per l’audio. Queste le parole di Kedar Kondap, Vice President, Product Management di Qualcomm Technologies.

Lo Snapdragon 675 gioca un ruolo importante nel consentire agli OEM di progettare le feature di prossima generazione, grazie alle sue incredibili performance che saranno integrate negli smartphone in arrivo sul mercato. Con capacità avanzate in termini di gaming, notevoli prestazioni della fotocamera e un AI Engine multi-core, gli smartphone basati su Snapdragon 675 offriranno nuove esperienze agli utenti di tutto il mondo.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Fabio scrive:
    Con il Pocophone F1 (oggi in offerta su Gearbesta a 270 euro!!!!!), Xiaomi ha dimostrato come sia possibile coniugare un SOC top di gamma a prezzi umani. A che pro allora utilizzare questo 675?
Chiudi i commenti