Qualcomm presenterà Snapdragon 8150 (e non 855)

Il prossimo SoC Qualcomm destinato ai dispositivi mobile top di gamma, successore dello Snapdragon 845, potrebbe chiamarsi Snapdragon 8150 (non 855).

Qualcomm presenterà Snapdragon 8150 (e non 855)

Gli smartphone Pixel 3 di Google presentati ieri, così come altri dispositivi top di gamma del settore mobile, sono oggi equipaggiati con il chip Snapdragon 845 di Qualcomm. Il suo successore, anziché chiamarsi Snapdragon 855 come ipotizzato da più parti e più volte (da non confondere con lo Snapdragon 850 svelato al Computex e destinato al segmento PC), potrebbe essere battezzato Snapdragon 8150 e disporre ancora una volta di otto core.

Qualcomm Snapdragon 8150

L’indiscrezione è stata pubblicata sulle pagine del sito WinFuture e in attesa di conferme o smentite ufficiali è ovviamente da prendere con le pinze. Al momento sono poche le informazioni in merito alle specifiche della componente, che come ad ogni salto generazionale garantirà comunque un passo in avanti in termini di prestazioni: si parla di una frequenza di clock pari a 1,70 GHz per i quattro core definiti “silver” e da 2,60 GHz per gli altri quattro “gold”. L’annuncio è atteso entro la fine dell’anno.

La grande novità di questo system-on-a-chip, caratterizzato da un processo produttivo a 7 nm, dovrebbe essere costituita dall’aggiunta di una Neural Processing Unit dedicata all’esecuzione delle operazioni riconducibili all’intelligenza artificiale e agli algoritmi di machine learning. A questo si aggiungerà presumibilmente un’ottimizzazione dei consumi così da garantire una migliore gestione della batteria, un fattore di fondamentale importanza quando si parla di dispositivi mobile come gli smartphone.

Troveranno posto in S8150 la CPU Kryo per processare le informazioni, la GPU Adreno dedicata all’elaborazione degli elementi grafici, l’ISP Spectra per quanto concerne fotografia e immagini e infine il DSP Hexagon che gestisce operazioni seriali e sensori. Possibile anche l’integrazione di un modem per la connessione ai network 5G di nuova generazione. Il tutto con dimensioni invariate rispetto al predecessore (12,4×12,4 mm) e senza alcun incremento nei costi di realizzazione.

Il chipmaker di San Diego dovrebbe inoltre annunciare lo Snapdragon 8180, parente stretto dell’8150 con architettura ARM e destinato prevalentemente ai laptop con sistema operativo Windows 10, segmento di mercato che già fa leva delle potenzialità dello Snapdragon 835 e del più recente Snapdragon 850 citato in apertura.

Fonte: SlashGear

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti