Quando il social network tradisce

Conversava con i suoi studenti a mezzo MySpace, si è lasciato trascinare dal tono informale delle chiacchierate. La scuola presso cui insegnava non gli ha rinnovato il contratto

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • spada rossella scrive:
    recuperare password msn
    rivoglio la mia password........ come posso fare
    ?
  • hexeea scrive:
    non vale un tubo
    il kernel linux non vale un tubo, in quanto ha pezzi di codice che risalgono agli anni '70 ed è molto più pesante del kernel di windows.
    • silmio scrive:
      Re: non vale un tubo
      - Scritto da: hexeea
      il kernel linux non vale un tubo, in quanto ha
      pezzi di codice che risalgono agli anni '70 ed è
      molto più pesante del kernel di
      windows.- Si stava meglio quando si stava peggio- non ci sono più le mezze stagioni- una volta qui era tutta campagna- ecc.., ecc..
    • Marco Marcoaldi scrive:
      Re: non vale un tubo
      Immagino che non conosci la differenza tra monolitico e modulare !!!!!E non tirarmi in ballo il discorso della clava e di Wilma ... li parliamo casomai del paleolitico !Detto in parole povere : TACI !
    • panda rossa scrive:
      Re: non vale un tubo
      - Scritto da: hexeea
      il kernel linux non vale un tubo, in quanto ha
      pezzi di codice che risalgono agli anni '70 ed è
      molto più pesante del kernel di
      windows.Invece il kernel windows contiene codice che risale agli anni '80 e puoi verificarlo tu stesso constatando l'impossibilita' di creare una directory con nome AUX.
      • He Man scrive:
        Re: non vale un tubo
        Ciao! Potresti dirmi il significato del tuo post? Che significa AUX e come mai non posso crearla? Grazie Ciao!
        • panda rossa scrive:
          Re: non vale un tubo
          - Scritto da: He Man
          Ciao! Potresti dirmi il significato del tuo post?
          Che significa AUX e come mai non posso crearla?
          Grazie
          Ciao!Aux non significa niente di particolare.Non puoi crearla perche' hai un sistema operativo M$ ed e' lui che decide che cosa tu puoi o non puoi fare.E in questo caso lui decide che tu non puoi creare quella directory.Domani forse decidera' che non puoi fare altre cose.Potrebbe perfino, al prossimo boot, farti apparire un popup che richiede il tuo numero di carta di credito, altrimenti non si riavvia.Alcuni virus hanno copiato l'idea, ma windows ce l'ha integrata nel kernel questa opzione.Solo che a noi linari con le infradito, nel buio delle nostre cantine, nessuno ci fila.Basta che poi non veniate a lamentarvi da noi.Noi ve lo avevamo detto. Noi ve lo stiamo dicendo. Noi continueremo a dirvelo.
      • THe_ZiPMaN scrive:
        Re: non vale un tubo
        - Scritto da: panda rossa
        constatando l'impossibilita' di creare una
        directory con nome AUX.Si può creare senza problemi, basta sapere come farlo.
        • panda rossa scrive:
          Re: non vale un tubo
          - Scritto da: THe_ZiPMaN
          - Scritto da: panda rossa

          constatando l'impossibilita' di creare una

          directory con nome AUX.

          Si può creare senza problemi, basta sapere come
          farlo.Peccato che l'utonto medio, utilizzatore di windows, e supino accettatore della licenza medesima, non lo sa.E subisce!
        • krane scrive:
          Re: non vale un tubo
          - Scritto da: THe_ZiPMaN
          - Scritto da: panda rossa

          constatando l'impossibilita' di creare una

          directory con nome AUX.
          Si può creare senza problemi, basta sapere come
          farlo.Diccelo diccelo...
          • xyz scrive:
            Re: non vale un tubo
            basta scriversi un programma che la crea...però poi ce ne vuole uno che la cancelli =_=
    • Faber scrive:
      Re: non vale un tubo
      - Scritto da: hexeea
      il kernel linux non vale un tubo, in quanto ha
      pezzi di codice che risalgono agli anni '70 ed è
      molto più pesante del kernel di
      windows.Ne gira di "robaccia" dalle tue parti !! :-)
      • giuseppe scrive:
        Re: non vale un tubo
        non capisco che senso ha monetizzare una cosa che nasce come gratuita .poi comunque il prezzo lo stabilisce il mercato se ci sono dei compratori, poi credo che nessuno spenderrebbe cosi tanti soldi per una cosa che adesso è completamente gratuita.
    • Bastard Inside scrive:
      Re: non vale un tubo
      Winaro rosicone? No Alpitour? Fra la crisi e il pizzo a Redmond al massimo ti rimane per farti una gita dei venditori di pentole? Prova col Maalox. :p
    • Andreabont scrive:
      Re: non vale un tubo
      certi dispositivi hardware (pochi) non sono supportati e bisogna attendere che il modulo sia programmato.Io, tra i due, preferisco quello che non mi richiede di mandare il pc in assistenza ogni 2 giorni perche si riempie di bsod!
      • xyz scrive:
        Re: non vale un tubo
        - Scritto da: Andreabont
        certi dispositivi hardware (pochi) non sono supportati
        e bisogna attendere che il modulo sia
        programmato.beh, per le schede wifi basta l'ndis wrapper
    • James scrive:
      Re: non vale un tubo
      Un discorso così non lo farebbe nemmeno un mentecatto...
    • mr.mambo scrive:
      Re: non vale un tubo
      - Scritto da: hexeea
      il kernel linux non vale un tubo, in quanto ha
      pezzi di codice che risalgono agli anni '70 ed è
      molto più pesante del kernel di
      windows.Ammazza che analisi raffinata...
  • test scrive:
    test
    test
  • Giambo scrive:
    Re: La verità su Linux
    - Scritto da: TonyJay
    SONO DACCORDO, IL PRIMO PERICOLO PER LE INFEZIONI
    DA VIRUS E QUANT'ALTRO E' L'UTENTE DEL PC,Sono curioso di sapere quale virus ti ha inchiodato il tasto Caps-Lock :( ...
    • TonyJay scrive:
      Re: La verità su Linux
      - Scritto da: Giambo
      - Scritto da: TonyJay


      SONO DACCORDO, IL PRIMO PERICOLO PER LE
      INFEZIONI

      DA VIRUS E QUANT'ALTRO E' L'UTENTE DEL PC,

      Sono curioso di sapere quale virus ti ha
      inchiodato il tasto Caps-Lock :(
      ...LO SO CHE VOI "PURISTI" ODIATE QUESTE COSE.. MA A ME PIACE COSI'.. COME PIACE PERDERE ORE A COMMENTARE IL CODICE CHE SCRIVO... E PENSA LO COMMENTO IN MAIUSCOLO, A NO SCUSA, CON IL "Caps-Lock ON" :-D
      • policy scrive:
        Re: La verità su Linux
        Leggi qui: http://punto-informatico.it/policy.asp
        • TonyJay scrive:
          Re: La verità su Linux
          - Scritto da: policy
          Leggi qui: http://punto-informatico.it/policy.aspPUNTO 1 DEL CONTENUTO DEL TUO LINK: "il commento sia sempre attinente all'argomento di cui si sta parlando (in topic)"ULTIMO PUNTO: "evitare di usare il maiuscolo: non è mai leggere chi grida"PREMETTENDO CHE NON HO CAPITO IL SIGNIFICATO DI "non è mai leggere chi grida" PERO' SUPPONGO CHE LE REGOLE VADANO "ATTIVATE" NELL'ORDINE IN CUI SONO SCRITTE.. QUINDI PREVALE LA REGOLA NUMERO UNO, SIAMO FUORI TOPIC! :-P
          • policy scrive:
            Re: La verità su Linux
            - Scritto da: TonyJay
            PUNTO 1 DEL CONTENUTO DEL TUO LINK: "il commento
            sia sempre attinente all'argomento di cui si sta
            parlando (in
            topic)"

            ULTIMO PUNTO: "evitare di usare il maiuscolo: non
            è mai leggere chi
            grida"


            PREMETTENDO CHE NON HO CAPITO IL SIGNIFICATO DI
            "non è mai leggere chi grida" PERO' SUPPONGO CHE"evitare di usare il maiuscolo" mi sembra chiaro
            LE REGOLE VADANO "ATTIVATE" NELL'ORDINE IN CUI
            SONO SCRITTE.. non vedo numerazioni o classificazioni di sorta, ne consegue che le tue conclusioni sono frutto di una intepretazione forzata e quindi opinabile del regolamentoIndipendentemente da questo l'attenersi alla netiquette garantisce una migliore fruizione della conversazioneQUINDI PREVALE LA REGOLA NUMERO
            UNO, SIAMO FUORI TOPIC!
            :-Pok
          • Uby scrive:
            Re: La verità su Linux
            - Scritto da: TonyJay
            PREMETTENDO CHE NON HO CAPITO IL SIGNIFICATO DI
            "non è mai leggere chi grida" PERO' SUPPONGO CHE
            LE REGOLE VADANO "ATTIVATE" NELL'ORDINE IN CUI
            SONO SCRITTE.. QUINDI PREVALE LA REGOLA NUMERO
            UNO, SIAMO FUORI TOPIC!
            :-PNessuna regola prevale sull'altra, vanno rispettate tutte.E quindi tu ne hai "violate" 2 con questo tuo post.(Anche io sono OT, mea culpa :P)
    • netbsd scrive:
      Re: La verità su Linux
      Mitico!no fast mem... questi piccoli e giovani scellerati ragazzini per esempio non sanno cosa rappresenta quella tua icona...Potranno mai capire che grazie a "molti" oggi hanno scelta?Viviamo nel periodo più bello del mondo informaticoI sistemi operativi! Non il sistema operativo...I commenti su "quanto vale il kernel linux?"mi aspettavo altro..Scellerati!
  • krane scrive:
    Re: La verità su Linux
    - Scritto da: TonyJay
    - Scritto da: H5N1
    SONO DACCORDO, IL PRIMO PERICOLO PER LE INFEZIONI
    DA VIRUS E QUANT'ALTRO E' L'UTENTE DEL PC, SE
    FOSSE CORRETTAMENTE ISTRUITO TUTTO SAREBEB
    DIVERSO...Cioe' nel caso del baco corretto oggi da M$ che puo' fare l'utente per proteggersi ? Staccare il pc dalla rete FORSE...
    • TonyJay scrive:
      Re: La verità su Linux
      - Scritto da: krane
      - Scritto da: TonyJay

      - Scritto da: H5N1


      SONO DACCORDO, IL PRIMO PERICOLO PER LE
      INFEZIONI

      DA VIRUS E QUANT'ALTRO E' L'UTENTE DEL PC, SE

      FOSSE CORRETTAMENTE ISTRUITO TUTTO SAREBEB

      DIVERSO...

      Cioe' nel caso del baco corretto oggi da M$ che
      puo' fare l'utente per proteggersi ? Staccare il
      pc dalla rete
      FORSE...ANCHE... :P...
  • Michele G scrive:
    Potrebbe valere molto di più....
    Se non fosse Open...Il problema di LinuX è che è un software comunista, e quindi il suo valore non è quello di mercato ma quello insito nel suo sviluppo inteso nelle ore/uomo necessraio per svilupparlo.Ma se fosse un software commercilie - profit driven - valerebbe molto di +. Se prendiamo Microsoft e i suoi 200 miliarid di bigliettoni verdi di capitalizzazione. Certo non tutta la msft è windows ma senza che mi sbatto a vedere bilanci etc il sistema operativo - i vari windows - valgono un sacco. Insomma ad occhio linux avrebbe un valore di mercato sui 50 miliardi di dollari se ci fosse dietro un business come microsoft. Quindi linuxari e non baciate il sedere idealmente a Linus Torvald ogni giorno che usate Linux o accedete ad un sito che gira sdu linux.
    • 0x00 scrive:
      Re: Potrebbe valere molto di più....
      - Scritto da: Michele G
      Se non fosse Open...
      Il problema di LinuX è che è un software
      comunista,[cut]...mmmhhh comunismo e free software non sono la stessa cosa... i linari non ti sparano alla nuca e soprattutto non addebitano le pallottole alle famiglie... per ora :D
    • Nick350 scrive:
      Re: Potrebbe valere molto di più....
      il free-sofware è liberale e democratico... altro che comunisti.Il comunismo è una dittura, che obbilga alla condivisione forzata.Nessuno ti obblica a condividere niente.Se decidi di utilizzare il modello economico di sviluppo "open-souce" è solo e semplicemente perchè ti conviene in termini di investimenti, di manuntenzione...Aziende come IBM, Goole, ecc. usano software libero/open-source e mi pare che col comunismo non centrino niente.Quando si opera nel mondo dei servizi, ovvero quando il software non è piu un prodotto da vendere ma un mezzo per vendere dei servizi, il software open-source è una manna dal cielo... e lo stanno capendo in molti.software libero è liberalismo e democrazia. No comunismo.
    • Giambo scrive:
      Re: Potrebbe valere molto di più....
      - Scritto da: Michele G
      Il problema di LinuX è che è un software
      comunista,Ma quanta ignoranza che c'e' in giro :( ...Linux e' Marxista-Leninista :D !BTW, non male come trollata il resto del mesaggio ;)
    • ... scrive:
      Re: Potrebbe valere molto di più....
      - Scritto da: Michele G
      Se non fosse Open...
      Il problema di LinuX è che è un software
      comunistaQuindi per te:linux =
      gratis =
      software comunistamentre:windows =
      costoso =
      crack =
      libertà?La cosa buffa è che per molti linux coincide con hacker, dunque cattivi, dunque gente che cracka il software. Beh ti dico una cosa, la pratica del cracking danneggia linux più di windows perché intensifica la diffusione di quest'ultimo, se windows non si potesse crackare quanti sarebbero realmente i suoi utenti? E quanti quelli dei sistemi operativi "comunisti" come li hai definiti tu?Se ci fossero più utenti linux avremmo maggiore attenzione da parte delle case produttrici di hardware e, dunque, la maggior parte dei problemi legati ai driver verrebbero risolti.Quindi maggiore stabilità, affidabilità e infine attenzione da parte dei produttori di software. Su linux si può installare anche software a pagamento eh, mica sono banditi, è che devi comprartelo tu, mica ce lo trovi già dentro.Dalle mie parti altruismo non coincide affatto con comunismo, e avere la possibilità di scegliere, nemmeno, e neanche la condivisione delle conoscenze coincide con qualche forma di totalitarismo. Ci si avvicina più al liberalismo, al libero mercato, che a qualunque altra dottrina politica. C'è chi vende la licenza d'uso e chi invece vende il servizio, l'assistenza, la formazione. Questa è la differenza fra closed e open.Ti prego di non accostare la politica al software. Io, comunisti e fascisti, non vi capirò mai. Il pallone è comunista o fascista? E i biscotti sono comunisti o fascisti? Medici senza frontiere è comunista o fascista? Che diavolo di senso ha vedere il mondo in questo modo?!La domanda che devi farti è: Linux è utile o non è utile ai tuoi fini? Lo è? Bravo, hai vinto mappamondo! Se invece per te non è utile, pazienza, avrai altre pretese e, per fortuna di tutti, puoi scegliere quale sistema operativo usare.
  • Dti Revenge scrive:
    Per chi dice che linux è semplice
    Perchè un utente deve trovarsi di fronte a robe come questa, che su Win richiedono un attimo?Installare OpenOffice.org 3.0 su Ubuntu 8.04 e 8.10(da Pettinix.org)Avevamo già dato notizia dell'uscita di OpenOffice.org 3.0. Adesso vediamo come installarlo su Ubuntu 8.04 e 8.10.Premesso che smanettare con dpkg anziché apt-get non è banale, riporto i passi da seguire per l?installazione vediamo subito: 1. Scaricate la versione DEB da qui: è circa 150 MB; 2. Scompattate l?archivio in una cartella, otterrete così i pacchetti .deb; 3. Spostatevi nella cartella che contiene i pacchetti e date un bel ?sudo dpkg -i *.deb? 4. Se il nuovo OpenOffice.org vi soddisfa potete rimuover il vecchio con: sudo apt-get remove openoffice.org openoffice.org-base openoffice.org-base-core openoffice.org-calc openoffice.org-common openoffice.org-core openoffice.org-draw openoffice.org-evolution openoffice.org-filter-mobiledev openoffice.org-gnome openoffice.org-gtk openoffice.org-help-en-us openoffice.org-impress openoffice.org-java-common openoffice.org-l10n-common openoffice.org-l10n-en-gb openoffice.org-l10n-en-za openoffice.org-math openoffice.org-style-human openoffice.org-writerAttenzione però: con questa operazione rimuoverete anche le voci dal menu, per ripristinarle sudo dpkg -i desktop-integration/openoffice.org3.0-debian-menus_3.0-9354_all.deb se invece volete mantenere le due versioni bisogna che si inseriscano a mano le voci di menu, il programma da eseguire è: /opt/openoffice.org3/program/soffice 5. Per assegnare poi i documenti alla nuova suite cliccate con il tasto destro su un documento del tipo desiderato, scegliete ?Apri con altra applicazione??, e poi in ?Usare un comando personalizzato? inserite il nome del programma da utilizzare (comprensivo di path).Se, dopo averlo provato, voleste eliminare OpenOffice.org 3.0 il comando è:sudo apt-get remove ooobasis3.0-base ooobasis3.0-binfilter ooobasis3.0-calc ooobasis3.0-core01 ooobasis3.0-core02 ooobasis3.0-core03 ooobasis3.0-core04 ooobasis3.0-core05 ooobasis3.0-core06 ooobasis3.0-core07 ooobasis3.0-draw ooobasis3.0-en-us ooobasis3.0-en-us-base ooobasis3.0-en-us-binfilter ooobasis3.0-en-us-calc ooobasis3.0-en-us-draw ooobasis3.0-en-us-help ooobasis3.0-en-us-impress ooobasis3.0-en-us-math ooobasis3.0-en-us-res ooobasis3.0-en-us-writer ooobasis3.0-gnome-integration ooobasis3.0-graphicfilter ooobasis3.0-images ooobasis3.0-impress ooobasis3.0-javafilter ooobasis3.0-kde-integration ooobasis3.0-math ooobasis3.0-onlineupdate ooobasis3.0-ooofonts ooobasis3.0-ooolinguistic ooobasis3.0-pyuno ooobasis3.0-testtool ooobasis3.0-writer ooobasis3.0-xsltfilter openoffice.org3 openoffice.org3-base openoffice.org3-calc openoffice.org3-dict-en openoffice.org3-dict-es openoffice.org3-dict-fr openoffice.org3-draw openoffice.org3-en-us openoffice.org3-impress openoffice.org3-math openoffice.org3-writer openoffice.org-ure
    • Risposta al commento scrive:
      Re: Per chi dice che linux è semplice
      E' per questo che ho lasciato perdere Linux, purtroppo. Non ho ne il tempo ne la voglia di imparare tutti quei comandi e anche se li conoscessi non ne avrei proprio la voglia. Possibile che non si riesca ad automatizzare una semplice installazione? Questo sta alla base dell'insuccesso di linux, e lo dico con amarezza, perchè mi sarebbe davvero piaciuto poterlo usare, cosi come tantissime altre persone che ci hanno provato. Ma l'ostilità di questo sistema è veramente assurda.
      • AL TAPPETO scrive:
        Re: Per chi dice che linux è semplice
        il 30 esce ubuntu 8.10, ti consiglio di approfittare di questa occasione per fare questa prova1) scarica il live cd2) avvialo e scarica openoffice 33) installalo esattamente nella stessa maniera in cui installi i programmi su windowsin aggiunta devi sapere che, se non hai fretta di averlo immediatamente, openoffice 3 sarà a breve nei repository di ubuntu, che ti notificherà in automatico l'aggiornamento. a te basterà confermare, e te lo trovi installato in automatico
      • gcf scrive:
        Re: Per chi dice che linux è semplice
        seee...prova bsd
      • krane scrive:
        Re: Per chi dice che linux è semplice
        - Scritto da: Risposta al commento
        E' per questo che ho lasciato perdere Linux,
        purtroppo. Non ho ne il tempo ne la voglia di
        imparare tutti quei comandi e anche se li
        conoscessi non ne avrei proprio la voglia.Ma se non hai voglia chi te lo fa fare di installare le beta non ancora impacchettate prima che escano ufficialmente ?Aspetta che esca la versione ufficiale e lascia che si aggiorni da solo.
      • Ferdinando III di Svezia detto il Porco scrive:
        Re: Per chi dice che linux è semplice
        - Scritto da: Risposta al commento
        E' per questo che ho lasciato perdere Linux,
        purtroppo. [...]Una volta scaricato il deb, ci fai doppio click sopra e s'installa da sè.Dimentica le botte di apt-get che t'ha riportato quell'altro. Si vede che voleva passare per un Grande Smanettone.
      • picard12 scrive:
        Re: Per chi dice che linux è semplice
        - Scritto da: Risposta al commento
        E' per questo che ho lasciato perdere Linux,
        purtroppo. Non ho ne il tempo ne la voglia di
        imparare tutti quei comandi e anche se li
        conoscessi non ne avrei proprio la voglia.il tuo atteggiamento base è quello di una persona che è abituato ad avere la pappa pronta e che per quanti problemi uno possa avere, il tuo non aver voglia di imparare qualsiasi cosa, difficilmente ti porta a migliorare. La tua scelta è quella di un sistema che pensa tutto lui anche alla tua privacy e sicurezza e sappiamo con che risultati, oppure l'amico smanettone di turno e a maggior ragione la tua scelta non è Linux ma ben altro.
        Possibile che non si riesca ad automatizzare una
        semplice installazione? Ma di cosa stai parlando?lo so che se leggi le guide di ubuntu sembra che per installare un pacchetto lo si debba farlo da console dimenticandosi di synaptic non scordando questa pessima abitudine delle riviste specializzate, ma esiste la via più semplice ovvero l'apposito strumento synaptic o quello è..
        Questo sta alla base
        dell'insuccesso di linux, e lo dico con amarezza,Insuccesso?Se su scala globale un sistema ha raddoppiato la sua presenza in 1 anno (sul lato desktop) senza che venga preinstallato massicciamente, pubblicizzato e chissà quale altro strumento di marketing vorrà pure dire qualcosa, se nonostante i noti monopoli & Co (ignoranza di base della massa in materia informatica), per questo alla M$ fa molta più paura Linux che MacOS perchè questo ha un suo preciso target e quest'anno è cresciuto del circa 15% spinto da l'iphone e aggeggi correlati.Non parliamo di altri fattori che dimostrano il crescente apprezzamento vs Linux ad esempio la provincia di bolzano.
        perchè mi sarebbe davvero piaciuto poterlo usare,
        cosi come tantissime altre persone che ci hanno
        provato. Ma l'ostilità di questo sistema è
        veramente
        assurda.Allora sei messo male e senza voler offendere nessuno sei messo anche peggio di alcune ragazze-donne che hanno la loro bella ubuntu sul loro portatile che stanno usando amabilmente senza tante cose.Pensa che addirittura una è riuscita ad installarsela!!E come tutti alle prime armi, hanno bisogno di questo, nei forum o nei Lug, ma se tu manco fai una ricerca su internet non è colpa di nessuno, tanto meno se non vuoi applicarti un pochino.Loro sono venute al Lug e hanno risolto i loro problemi iniziali ed imparato qualcosa.Le tue difficoltà ed il tuo atteggiamento non disegnano il fallimento di Linux ma il tuo personale.ciao-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 26 ottobre 2008 11.16-----------------------------------------------------------
    • Flavio Rossi scrive:
      Re: Per chi dice che linux è semplice
      Coraggioso il tuo tentativo di far credere un inferno l'installazione di OpenOffice3 su Ubuntu, ma... c'è un ma:1) è uscito da qualche giorno, solo poco tempo e verrà inserito nei repository... ciò vuol dire che la procedura di installazione verrà resa MOLTO più semplice di quando non lo è su winzozz (basterà aprire il gestore di pacchetti e selezionare openoffice per scaricare il programma, spacchettarlo e configurarlo)2) io non ho dovuto fare tutto quell'ambaradan per installare openoffice, ho dovuto solo scaricare il tar.gz, spacchettarlo e poi dare UN comando :)
      • AL TAPPETO scrive:
        Re: Per chi dice che linux è semplice
        - Scritto da: Flavio Rossi
        Coraggioso il tuo tentativo di far credere un
        inferno l'installazione di OpenOffice3 su Ubuntu,
        ma... c'è un ma:aveva già postato questa buffonata, gli avevamo pure già detto come in realtà sarebbe stato semplice, e di provare lui stesso se non ci credeva...eccolo invece di nuovo qui con questo misero tentativo di FUD
        2) io non ho dovuto fare tutto quell'ambaradan
        per installare openoffice, ho dovuto solo
        scaricare il tar.gz, spacchettarlo e poi dare UN
        comando
        :)comando che in realtà può benissimo essere sostituito da un doppio click sul file scompattato, per chi è allergico al terminale
    • uno scrive:
      Re: Per chi dice che linux è semplice
      Applications-
      Add/RemoveSelezioni OpenOffice e dai apply.Finito.
    • UbuPinguino scrive:
      Re: Per chi dice che linux è semplice
      Hai ragione: installare OOo_3 su una distribuzione che prevede solo OOo_2.x facendo in modo che coesistano è un inferno!Ti consiglio di passare a Windows e provare a far coesistere (sai, se sviluppi sul web ti potrebbe servire) IE6 con IE7 senza che si pestino i calli e funzioni tutto senza installarti un'intera immagine di un altro Windows in una macchina virtuale...
      • 200 OK scrive:
        Re: Per chi dice che linux è semplice
        Ma chi lo vuole IE6 (rotfl) sarebbe bello far uscire un messaggio a chi lo usa:"Il vostro browser non è supportato dato che ha molti difetti e rischi per la sicurezza. Un elenco di alternative sono..."-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 24 ottobre 2008 08.42-----------------------------------------------------------
        • Goodspeed scrive:
          Re: Per chi dice che linux è semplice
          Modificato dall' autore il 24 ottobre 2008 08.42
          --------------------------------------------------Più che altro IE6 è stao per anni, e tuttora lo è purtroppo, la maledizione di chi sviluppa per il web. Fai una cosa secondo gli standard, ti sforzi che venga bene, ti applichi, studi migliaia di libri ma poi alla fine dividi il mondo in IE6 e non-IE6 (FF, Safari, IE7, Opera, etc...) facendo migliaia di script solo per far funzionare il sito con IE6.Si perchè IE6 non rispetta neanche uno degli standard del web. Fa semplicemente schifo...Il problema è che è il browser di default su windows xp e di conseguenza il più usato e ogni cliente ti dirà: "Deve funzionare sui browser più usati".
          • 200 OK scrive:
            Re: Per chi dice che linux è semplice
            Mmh.... io (lo so che è dura) li farei notare che siamo nel 2008, e che IE7 su XP viene installato automaticamente (rotfl) (quasi... gliela giri un po' su).Tenere la compatibilità con IE6 significa anche rendere il sito più lento e peggiore (dovrebbe convincerlo).Qualche anno fa era impossibile staccarsi da sta maledizione, ma perdiamine... non possiamo trascinarci dietro rottami per tutta la vita!
          • AL TAPPETO scrive:
            Re: Per chi dice che linux è semplice
            fidati chi sviluppa per il web deve tenerne conto...non ho le percentuali, ma quella di ie6 penso sia ancora importanteper fortuna su linux non è affatto un problema far convivere ie6 e ie7 installate contemporaneamente
          • Punisher scrive:
            Re: Per chi dice che linux è semplice
            - Scritto da: 200 OK
            Mmh.... io (lo so che è dura) li farei notare che
            siamo nel 2008, e che IE7 su XP viene installato
            automaticamente (rotfl) (quasi... gliela giri un
            po'
            su).

            Tenere la compatibilità con IE6 significa anche
            rendere il sito più lento e peggiore (dovrebbe
            convincerlo).


            Qualche anno fa era impossibile staccarsi da sta
            maledizione, ma perdiamine... non possiamo
            trascinarci dietro rottami per tutta la
            vita!Giusto, cosa dire dei poveri utenti Mosaic e Lynx?! (rotfl)
          • panda rossa scrive:
            Re: Per chi dice che linux è semplice
            - Scritto da: Goodspeed
            Il problema è che è il browser di default su
            windows xp e di conseguenza il più usato e ogni
            cliente ti dirà: "Deve funzionare sui browser più
            usati".Io ho risolto! IE6 non e' un browser.Se il cliente chiede che deve funzionare con un browser, io glielo faccio funzionare con un browser.Se non funziona su IE6, e' perche' IE6 non e' un browser.
          • Uby scrive:
            Re: Per chi dice che linux è semplice
            - Scritto da: panda rossa
            Io ho risolto!
            IE6 non e' un browser.
            Se il cliente chiede che deve funzionare con un
            browser, io glielo faccio funzionare con un
            browser.

            Se non funziona su IE6, e' perche' IE6 non e' un
            browser.Questo non mi sembra "risolvere". È nascondere la testa sotto la sabbia.IE6 è ancora usato dal 20% degli utenti, un cliente che rinuncia al 20% degli utenti è abbastanza raro (oltre che poco furbo)
          • 200 OK scrive:
            Re: Per chi dice che linux è semplice
            Ma è anche poco furbo perdere tanto tempo per far funzionare il sito su un browser in particolare, rischiando di compromettere il codice o rendendolo molto più complicato.Per IE6 basta un semplice messaggio che informa del fatto che esiste l'aggiornamento al 7 (che peraltro sotto xp è AUTOMATICO).IMHO dal 2009 bisognerebbe smettere di guardare a IE6.
          • Uby scrive:
            Re: Per chi dice che linux è semplice
            - Scritto da: 200 OK
            Ma è anche poco furbo perdere tanto tempo per far
            funzionare il sito su un browser in particolare,Non credo, se un cliente chiede compatibilità con tutti i maggiori browser non puoi ignorare IE6.Poi il "tanto tempo" è relativo, dopo un po' ci fai il callo :PResta cmq il fatto che si rallenta lo sviluppo.
            rischiando di compromettere il codice o
            rendendolo molto più
            complicato.Mah, il problema di IE6 sta tutto nei CSS e in parte in JS.Per il CSS si risolve con un banale file appositamente scritto per IE6, che tutti gli altri browser ignoreranno; per JS fai i dovuti controlli sul browser (che cmq vanno fatti anche per gli altri browser) e riesci a risolvere.
            Per IE6 basta un semplice messaggio che informa
            del fatto che esiste l'aggiornamento al 7 (che
            peraltro sotto xp è
            AUTOMATICO).Non sempre l'utente può aggiornare, specie in ambito aziendale.

            IMHO dal 2009 bisognerebbe smettere di guardare a
            IE6.IE6 è senza dubbio una piaga, ma al momento non credo si possa ignorare.Dobbiamo soffrire ancora qualche tempo :PMa tanto poi ci sarà il problema del passaggio da IE7 a IE8... quindi saremo allo stesso punto di prima :D
    • 200 OK scrive:
      Re: Per chi dice che linux è semplice

      Ma ad essere oggettivi, linux non ti lascia mai a piedi e se lo fa è per colpa tua !!!!!ಠ_ಠ
    • Funz scrive:
      Re: Per chi dice che linux è semplice
      Fesserie.Non devi installare niente, OO è già installato di default e si aggiorna automaticamente.Non hai bisogno di nient'altro che Adept, e se sai quello che fai e vuoi farlo più velocemente di apt-get.Al massimo ti puoi lamentare perché i repository della tua distribuzione non includono la nuova versione immediatamente.Se proprio non puoi aspettare qualche giorno o settimana per avere l'ultimissima versione, smanetti col .deb. Ma a questo punto devi sapere quello che fai.Ma io mi rifiuto di credere che l'utente Windows sia tanto stupido da non saper copiare e incollare *un* comando:sudo dpkg -i *.debChe poi è l'unico che serva ad installare OO3...Gli altri 3 comandi che citi servono a rimuovere l'OO vecchio (lo puoi fare con calma quando sarà uscito il pacchetto ufficiale, senza sventrare inutilmente la distro), e a rimuovere l'OO3 installato con dpkg.Se aspetti i rilascio nel repository, installare e disinstallare è banale come mettere una spunta in una casellina.
    • kenny scrive:
      Re: Per chi dice che linux è semplice
      - Scritto da: Dti Revenge
      4. Se il nuovo OpenOffice.org vi soddisfa
      potete rimuover il vecchio
      con:
      sudo apt-get remove openoffice.org
      openoffice.org-base openoffice.org-base-core
      openoffice.org-calc openoffice.org-common
      openoffice.org-core openoffice.org-draw
      openoffice.org-evolution
      openoffice.org-filter-mobiledev
      openoffice.org-gnome openoffice.org-gtk
      openoffice.org-help-en-us openoffice.org-impress
      openoffice.org-java-common
      openoffice.org-l10n-common
      openoffice.org-l10n-en-gb
      openoffice.org-l10n-en-za openoffice.org-math
      openoffice.org-style-human
      openoffice.org-writer[...]
      Se, dopo averlo provato, voleste eliminare
      OpenOffice.org 3.0 il comando
      è:

      sudo apt-get remove ooobasis3.0-base
      ooobasis3.0-binfilter ooobasis3.0-calc
      ooobasis3.0-core01 ooobasis3.0-core02
      ooobasis3.0-core03 ooobasis3.0-core04
      ooobasis3.0-core05 ooobasis3.0-core06
      ooobasis3.0-core07 ooobasis3.0-draw
      ooobasis3.0-en-us ooobasis3.0-en-us-base
      ooobasis3.0-en-us-binfilter
      ooobasis3.0-en-us-calc ooobasis3.0-en-us-draw
      ooobasis3.0-en-us-help ooobasis3.0-en-us-impress
      ooobasis3.0-en-us-math ooobasis3.0-en-us-res
      ooobasis3.0-en-us-writer
      ooobasis3.0-gnome-integration
      ooobasis3.0-graphicfilter ooobasis3.0-images
      ooobasis3.0-impress ooobasis3.0-javafilter
      ooobasis3.0-kde-integration ooobasis3.0-math
      ooobasis3.0-onlineupdate ooobasis3.0-ooofonts
      ooobasis3.0-ooolinguistic ooobasis3.0-pyuno
      ooobasis3.0-testtool ooobasis3.0-writer
      ooobasis3.0-xsltfilter openoffice.org3
      openoffice.org3-base openoffice.org3-calc
      openoffice.org3-dict-en openoffice.org3-dict-es
      openoffice.org3-dict-fr openoffice.org3-draw
      openoffice.org3-en-us openoffice.org3-impress
      openoffice.org3-math openoffice.org3-writer
      openoffice.org-urema bravo puzzone! Ovvio che se vuoi fare un passo a destra passando da sinistra fai il giro del mondo!tiè, un comado solo: sudo apt-get remove openoffice-base-core && sudo apt-get autoremove copia & incolla (rotfl)
    • Ferdinando III di Svezia detto il Porco scrive:
      Re: Per chi dice che linux è semplice
      Su Ubunut, una volta che hai scaricato il file .deb, ci fai doppio click sopra e s'installa da sè.Non scrivere minchiate.
    • gentoo scrive:
      Re: Per chi dice che linux è semplice
      su gentoo invece:emerge sync emerge openofficefatto!
    • www.aleksfalcone.org scrive:
      Re: Per chi dice che linux è semplice
      - Scritto da: Dti Revenge
      Perchè un utente deve trovarsi di fronte a robe
      come questa, che su Win richiedono un attimo?La procedura riportata è un'assurdità. Scaricato il pacchetto .deb basta un doppio click sull'icona. Provare per credere.
    • Riccardo Galli scrive:
      Re: Per chi dice che linux è semplice
      Perchè per l'installazione conosci il carattere jolli "*" e per la disinstallazione no?sudo apt-get -remove openoffice.org*Inoltre, la versione 3 non è inclusa su ubuntu 8.10, quindi non puoi fare un paragone con qualcosa che è pacchettizato per un SO e qualcosa che non è pacchettizzato.Adesso che dici che windows è più semplice, mi provi a fare questa semplice operazioni su windows poi fammi sapere:salvare l'elenco delle cartelle : ls
      cartelle.txt
  • fussy scrive:
    e quindi figurarsi windows e ms office.
    lo stesso vale per tanto codice closed.
    • Risposta al commento scrive:
      Re: e quindi figurarsi windows e ms office.
      - Scritto da: fussy
      lo stesso vale per tanto codice closed.credo che il soft M$ abbia dei tomi cartacei a parte dove ogni singola riga di codice è commentata nei minimi dettagli, è scontato.
      • panda rossa scrive:
        Re: e quindi figurarsi windows e ms office.
        - Scritto da: Risposta al commento
        - Scritto da: fussy

        lo stesso vale per tanto codice closed.

        credo che il soft M$ abbia dei tomi cartacei a
        parte dove ogni singola riga di codice è
        commentata nei minimi dettagli, è
        scontato.In base a che cosa credi cio'?O fai parte del team di sviluppo m$ e hai accesso ai codici, oppure la tua e' una semplice opinione confutata dall'evidenza delle cose.
    • Dti Revenge scrive:
      Re: e quindi figurarsi windows e ms office.
      Ogni qualvolta si critica linux, il solito cantinaro tira in ballo windows e fa i paragoni.Ma possibile che vedete microsoft da tutte le parti?Esci dalla cantina va', vai a vivere la vita...
      • Flavio Rossi scrive:
        Re: e quindi figurarsi windows e ms office.
        Curioso il tuo modo di vedere un utente GNU/Linux come una persona che sta segregata in cantina a ricompilare il kernel...Per quel che ti posso dire, sono 4 anni che uso GNU/Linux e non ho MAI compilato un kernel, a parte due volte in cui si trattava di server e non di personal computer.Un utente GNU/Linux non è un "cantinaro" come lo definisci tu, ma una persona che si vuole bene dato che usa un software - oltre che gratuito - MIGLIORE.Io ho una partizione con windows che non tocco da mesi, uso solo GNU/Linux e vivo bene così, e nonostante io usi GNU/Linux la maggior parte del mio tempo la dedico alla mia ragazza. Dato che tu stai qui a criticare tutto e tutti, suppongo che anche tu abbia bisogno di trovartene una.Saluti.
        • un passante scrive:
          Re: e quindi figurarsi windows e ms office.
          Oramai quando mi voglio fare quattro risate... apro punto informatico... cerco Linux e mi leggo i commenti :-D..e' assurdo... provateci!
          • Dti Revenge scrive:
            Re: e quindi figurarsi windows e ms office.
            - Scritto da: un passante
            Oramai quando mi voglio fare quattro risate...
            apro punto informatico... cerco Linux e mi leggo
            i commenti
            :-D

            ..e' assurdo... provateci!Molto più divertente di Zelig. I più giocherelloni però sono i fanboy macachi
        • Alessandro scrive:
          Re: e quindi figurarsi windows e ms office.
          - Scritto da: Flavio Rossi
          Curioso il tuo modo di vedere un utente GNU/Linux
          come una persona che sta segregata in cantina a
          ricompilare il
          kernel...
          Per quel che ti posso dire, sono 4 anni che uso
          GNU/Linux e non ho MAI compilato un kernel, a
          parte due volte in cui si trattava di server e
          non di personal
          computer.
          Un utente GNU/Linux non è un "cantinaro" come lo
          definisci tu, ma una persona che si vuole bene
          dato che usa un software - oltre che gratuito -
          MIGLIORE.
          Io ho una partizione con windows che non tocco da
          mesi, uso solo GNU/Linux e vivo bene così, e
          nonostante io usi GNU/Linux la maggior parte del
          mio tempo la dedico alla mia ragazza. Dato che tu
          stai qui a criticare tutto e tutti, suppongo che
          anche tu abbia bisogno di trovartene
          una.
          Saluti.Quotone, anche se è solo da un anno che uso Linux non ho mai compilato un kernel né ho avuto bisogno di farlo.L'impressione che ho avuto nel passare a Linux e di risparmiare un sacco di tempo! Esempio stupido: con Windows ho l'abitudine di lanciare una deframmentazione e una routine di ricerca errori (di quelle automatiche di programmi come Glary Utilities) per sistemare il sistema quando ho finito di lavorare, e magari pure una scansione virus del sistema saltuariamente. Quando sono passato a Linux dopo aver lavorato... non avevo nulla da fare! Quindi chiudevo tutto e avevo una manciata di minuti in più per leggere, studiare, o da passare con la mia ragazza!Questo però, è ovvio, non è a costo zero. Una migrazione richiede un dispendio di tempo inizialmente cospicuo per abituarsi al nuovo sistema e al nuovo parco software. Per le applicazioni che uso però è stato molto semplice, e tutt'ora preferisco molte applicazioni open scoperte sul pinguino di applicazioni closed o free (ma piene di ad) che uso su Win.Quindi Dti Revenge, io non generalizzerei né darei una simile visione totalitaria. Tra l'altro, riferito ad OpenOffice, io trovo molto più comodo scrivere#sudo dpkg -i *.debche dover perdere tempo a premere "avanti", "avanti", "Accetto", "avanti"...Poi per chi odia la riga di comando, e immagino che sia più o meno il 99% delle persone (quelle che non usano Linux? :p), come è stato detto basta aggiornare il sistema quando le nuove versioni arrivano in repository.
          • Flavio Rossi scrive:
            Re: e quindi figurarsi windows e ms office.
            I miei figli useranno GNU/Linux fin dal primo PC che toccheranno, così non avranno bisogno di doversi abituare al nuovo sistema :D
          • Get Real scrive:
            Re: e quindi figurarsi windows e ms office.
            - Scritto da: Flavio Rossi
            I miei figli useranno GNU/Linux fin dal primo PC
            che toccheranno, così non avranno bisogno di
            doversi abituare al nuovo sistema
            :DQuando avrai dei figli GNU/Linux sarà scomparso da tempo, e i sistemi operativi saranno stati regolamentati per legge.
      • gcf scrive:
        Re: e quindi figurarsi windows e ms office.
        - Scritto da: Dti Revenge
        Ogni qualvolta si critica linux, il solito
        cantinaro tira in ballo windows e fa i
        paragoni.

        Ma possibile che vedete microsoft da tutte le
        parti?
        Esci dalla cantina va', vai a vivere la vita...AAHAHAH QUOTO IN PIENO, saranno solo un po' gelosi, poveri comuni mortali
  • FIlippo scrive:
    Classifica
    Nella classifica dei componenti più complessi mancano X,Gnome,KDE
  • Fabio scrive:
    1 miliardo?
    non spenderei neanche un centesimo per quello schifo..non vale sicuramente quella cifra..
    • FIlippo scrive:
      Re: 1 miliardo?
      Forse ne vale almeno il doppio....
    • pepp scrive:
      Re: 1 miliardo?
      il solito supercoglionazzowinarotroll che non ha niente da fare, invece di andare a sc**are....e mi raccomando, se cancellate questo messaggio, cancellate anche quello su ;)
    • viralex scrive:
      Re: 1 miliardo?
      chi ne parla male non lo ha mai provato realmente e non è capace in campo informatico.ho usato per anni win, ed adesso uso felicemente linux da due anni
  • sax scrive:
    Commentare il codice?
    [...]commentare il codice e renderlo più leggibile possibile è una buona abitudine che garantisce di non dover impazzire nella manutenzione futura di quanto scritto da altri...[...] il codice si autocommenta da solo, solo i nerds commentano il codice ;)(win)
    • AL TAPPETO scrive:
      Re: Commentare il codice?
      i nerd e i mangiatori di quiches!
      • Bastard Inside scrive:
        Re: Commentare il codice?
        - Scritto da: AL TAPPETO
        i nerd e i mangiatori di quiches!Quindi anche il fu Wojtyla, ma non Margareth Thatcher! :-D
    • BlackHat scrive:
      Re: Commentare il codice?
      se chiedi ad un qualsiasi programmatore serio ti dirà che hai detto una scemenza ;)
      • claudio scrive:
        Re: Commentare il codice?
        su un codice non commentato le mani ce le rimetti solo te;-)mi sa che non hai mai dovuto programmare su codice scritto da altri!
      • Mattia scrive:
        Re: Commentare il codice?
        Ma nessuno ha mai sentito parlare del Vero Programmatore?
        • Ferdinando III di Svezia detto il Porco scrive:
          Re: Commentare il codice?
          - Scritto da: Mattia
          Ma nessuno ha mai sentito parlare del Vero
          Programmatore?Il Vero Programmatore non mette mai commenti perche' a suo parere ilcodice e' autodocumentante. Questo vale anche per i dump esadecimali di codice assembly. Il Vero Programmatore non usa commenti: se e` stato difficile dascrivere, deve essere difficile da leggere. Ma se e` un VEROPROGRAMMATORE lo legge ugualmente con facilita`.
      • GoldBunny scrive:
        Re: Commentare il codice?
        direi se chiedi a qualunque programmatore...
    • pabloski scrive:
      Re: Commentare il codice?
      auguri allora, semmai avrai a che fare con codice non commentato, ti auguro di non impazzire
    • anonimo scrive:
      Re: Commentare il codice?

      il codice si autocommenta da soloNO COMMENT! ;-)
    • Darshan scrive:
      Re: Commentare il codice?
      ti sei mai trovato a mettere mano a uno script non commentato scritto da te un anno fà?(se poi era una citazione a "IL VERO PROGRAMMATORE NON USA IL PASCAL" ti faccio le mie scuse)
      • RAA scrive:
        Re: Commentare il codice?
        Il vero programmatore usa il FORTRAN! O forse dovremmo dire che ormai i veri programmatori usano il C? :D
        • Risposta al commento scrive:
          Re: Commentare il codice?
          - Scritto da: RAA
          Il vero programmatore usa il FORTRAN! O forse
          dovremmo dire che ormai i veri programmatori
          usano il C?
          :DOh si, il vero programmatore scrive in C++, sopra di esso c'è DIO che scrive in ASM.Peccato che la maggior parte di chi dice di essere un programmatore C o ASM prende i sorgenti idi routine gia belle e pronte in giro su internet e le assembla alla meno peggio.Il bravo programmatore commenta sempre il codice, chi non lo fà è perchè molto semplicemente ha copiato e non ha capito un c@zzo di come funziona lo spezzone di codice che ha copiato. Il vero programmatore! (rotfl)
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: Commentare il codice?
            - Scritto da: Risposta al commento
            Peccato che la maggior parte di chi dice di
            essere un programmatore C o ASM prende i sorgenti
            idi routine gia belle e pronte in giro su
            internet e le assembla alla meno
            peggio.
            Il bravo programmatore commenta sempre il codice,
            chi non lo fà è perchè molto semplicemente ha
            copiato e non ha capito un c@zzo di come funziona
            lo spezzone di codice che ha copiato. Il vero
            programmatore!Spesso cerco in giro qualche funzione già pronta e distribuita in rete, oppure che ho già scritto in passato. Quasi sempre mi capita di modificarla per le mie esigenze o solo perché è scritta in un linguaggio diverso da quello che sto usando al momento. In ogni caso inserisco dei commenti dettagliati.
          • precisatore scrive:
            Re: Commentare il codice?
            se hai copiato una porzione di codice vuol dire che almeno sai quello che fa!
    • Baffo scrive:
      Re: Commentare il codice?
      si si commenta da solo ....poi devi modificare una riga e devi rileggerti l'intero lostato per capire quello che un commento ti direbbe in 2 righe ....poi ovviamente avere una variabile che si chiama intContatoreDelleBoiateCheScrivoSuiForum non ha prezzo ^^
      • La Reazione scrive:
        Re: Commentare il codice?
        - Scritto da: Baffo
        si si commenta da solo ....
        poi devi modificare una riga e devi rileggerti
        l'intero lostato per capire quello che un
        commento ti direbbe in 2 righe
        ....

        poi ovviamente avere una variabile che si chiama
        intContatoreDelleBoiateCheScrivoSuiForum non ha
        prezzo
        ^^Nella mia esperienza di modificatore di codice altrui (commentato e non) chi ha scritto il codice originale non stava pensando a fare la modifica che vuoi fare tu e per tanto e` difficile che i suoi commenti dicano cose che ti possano essere utili.E leggere tutto "il listato" non serve a nulla.
        • www.aleksfalcone.org scrive:
          Re: Commentare il codice?
          - Scritto da: La Reazione
          Nella mia esperienza di modificatore di codice
          altrui (commentato e non) chi ha scritto il
          codice originale non stava pensando a fare la
          modifica che vuoi fare tu e per tanto e`
          difficile che i suoi commenti dicano cose che ti
          possano essere utili.I commenti spiegano cosa fa quel codice. Non mi pare sia un aiuto da poco.
        • Luigi Trabacchin scrive:
          Re: Commentare il codice?
          Di solito io individuo la parte di codice che mi interessa partendo da supposizioni/intuizioni e poi procedo a ritroso... cercando dichiarazioni di funzioni e variabili
        • precisatore scrive:
          Re: Commentare il codice?
          certo chi scrive codice, non può predire le modifiche future, ma può aiutarti a comprendere meglio il comportamento del codice stesso... è così difficile come concetto?
    • Alessandro scrive:
      Re: Commentare il codice?
      Direi che più che il codice è la tua affermazione che si commenta da sola... (rotfl)Fai ingegneria informatica dove la studio io? Perché da me i professori lo ripetono come un sermone di chiesa che bisogna commentare, ma proprio per questo nessuno li ascolta più! :s
    • 123 scrive:
      Re: Commentare il codice?
      - Scritto da: sax
      [...]commentare il codice e renderlo più
      leggibile possibile è una buona abitudine che
      garantisce di non dover impazzire nella
      manutenzione futura di quanto scritto da
      altri...[...]

      il codice si autocommenta da solo, solo i nerds
      commentano il codice
      ;)

      (win)[code]#define _ -F
      • emongoceemo n scrive:
        Re: Commentare il codice?
        - Scritto da: 123
        - Scritto da: sax

        [...]commentare il codice e renderlo più

        leggibile possibile è una buona abitudine che

        garantisce di non dover impazzire nella

        manutenzione futura di quanto scritto da

        altri...[...]



        il codice si autocommenta da solo, solo i nerds

        commentano il codice

        ;)



        (win)
        [code]
        #define _ -F int
        F=00,OO=00;main(){F_OO();printf("%1.3fn",4.*-F/OO
        {
        _-_-_-_
        _-_-_-_-_-_-_-_-_
        _-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_
        _-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_
        _-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_
        _-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_
        _-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_
        _-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_
        _-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_
        _-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_
        _-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_
        _-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_
        _-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_
        _-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_-_
        _-_-_-_-_-_-_-_
        _-_-_-_
        }
        [/code]Uhm.. uhm... da un'occhiata fugace mi sembra che quel codice calcoli un'approssimazione di pigreco.. Non c'è bisogno di commentarlo, è già chiaro così com'è!!
    • nome_cognom e scrive:
      Re: Commentare il codice?
      Non si commenta?continua pure a fare i tuoi hello world...
      • Marco Marcoaldi scrive:
        Re: Commentare il codice?
        /* Questo programma mi stampa ciao mondo */#include /* STandarD Input Output */ int main() { /* entro nel main */ printf("Hello, World!"); /* Chiamo la funzione printf */ return 0; /* Ritorno 0 come valore (nessun errore) */}
        • 200 OK scrive:
          Re: Commentare il codice?
          Il peggiore modo per commentare il codice (rotfl) ma sono sicuro che l'hai fatto apposta.Infatti si commenta cosa serve un certo pezzo di codice, NON cosa fa (basta vedere il codice per capirlo).
    • Debugger scrive:
      Re: Commentare il codice?
      - Scritto da: sax
      [...]commentare il codice e renderlo più
      leggibile possibile è una buona abitudine che
      garantisce di non dover impazzire nella
      manutenzione futura di quanto scritto da
      altri...[...]

      il codice si autocommenta da solo, solo i nerds
      commentano il codice
      ;)Ha scritto una pesante scemenza, se fossi un mio alunno ti defenestrerei in tempo zero (e siamo al 3° piano) :)
      (win)Ah, ecco.(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
    • panda rossa scrive:
      Re: Commentare il codice?
      - Scritto da: sax
      [...]commentare il codice e renderlo più
      leggibile possibile è una buona abitudine che
      garantisce di non dover impazzire nella
      manutenzione futura di quanto scritto da
      altri...[...]

      il codice si autocommenta da solo, solo i nerds
      commentano il codice
      ;)

      (win)Ora capisco tante cose sul mondo windows!
    • www.aleksfalcone.org scrive:
      Re: Commentare il codice?
      - Scritto da: sax
      [...]commentare il codice e renderlo più
      leggibile possibile è una buona abitudine che
      garantisce di non dover impazzire nella
      manutenzione futura di quanto scritto da
      altri...[...]

      il codice si autocommenta da solo, solo i nerds
      commentano il codice ;)Solo un pessimo programmatore può trascurare i commenti. Ogni programmatore con un minimo di serietà commenta ogni singola funzione implementata. La presenza di commenti nel codice è indice di buona programmazione: se non ci sono commenti, il codice è stato scritto da un dilettante.
    • TUNNAZ scrive:
      Re: Commentare il codice?
      - Scritto da: sax
      il codice si autocommenta da solo, solo i nerds
      commentano il codice
      ;)si, se il codice è iperblindato e sviluppato in segreto da gente che pensa di avere fra le mani il top ed invece sono i soliti win e macos.Il kernel (non cè bisogno di specicare quale, il 99% delle persone che sanno che il kernel si chiama kernel lo hanno scoperto grazie a Torvalds) è aperto agli sviluppatori, un "team" sparso nel "mondo" a cui tutti in qualsiasi momento posso accedere e scrivere parti di codice.vai al media world è meglio.
      • precisatore scrive:
        Re: Commentare il codice?
        - Scritto da: TUNNAZ

        vai al media world è meglio.(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
    • Flavio Rossi scrive:
      Re: Commentare il codice?
      L'unica cosa che si commenta da sola è la stronzata che hai sparato
Chiudi i commenti