Quando la pirateria è l'unica strada

Dopo aver comprato un software via Internet è legittimo che vengano chieste manciate di dollari per ogni successivo download? Ecco quanto è facile passare dall'acquisto al pirataggio
Dopo aver comprato un software via Internet è legittimo che vengano chieste manciate di dollari per ogni successivo download? Ecco quanto è facile passare dall'acquisto al pirataggio


Roma – Spett. Redazione di Punto Informatico,

sono a scrivervi per raccontarvi una truffa (a mio parere) di cui sono stato vittima effettuando acquisti in rete.

Un paio di mesi fa acquistai ICUII (un software di videoconferenza www.icuii.com) presso il sito omonimo per effettuare dei test di videoconferenza.

Il tutto sembrava funzionare correttamente sino a quando il backup che avevo effettuato del file di installazione (che avevo potuto scaricare all’atto dell’acquisto) non è andato per sbaglio distrutto qualche giorno fa.

Avendo io bisogno di installare nuovamente il software, sono tornato sul sito del produttore munito del mio numero d’ordine convinto di poter scaricare nuovamente copia del prodotto stesso (pagato 39$) ma il programma di verifica non me lo permetteva più.

Ho quindi scritto alla e-mail fornita sul sito stesso per richiedere di essere abilitato al download del file CHE AVEVO GIA PAGATO. Bene, questi signori mi hanno risposto con alcuni spezzoni del contratto di licenza in cui facevano presente che per downloadare più di una volta dovevo pagare ulteriori 7$ (A VOLTA!!!!) e chiamare ad un numero negli States per richiedere l’abilitazione.

Secondo voi è regolare? Non sono obbligati per legge a fornirti il download di un programma quante volte vuoi una volta che lo hai pagato? Io personalmente penso me ne andrò a cercare in rete una copia PIRATA del programma stesso, e sono sempre più convinto che la pirateria sia l’unica cosa che gente così si meriti… Infatti anche quando uno decide di mettersi in regola gli succedono queste cose…

Grazie per l’attenzione

Daniele Ricciardi

PS. Successivamente, dopo due o tre e-mail in cui ci insultavamo a vicenda con l’operatore:-), mi ha scritto il loro diretto responsabile dicendomi che “per questa volta” mi avrebbero riattivato il download (cosa che poi hanno fatto in effetti), ma che dalla prossima volta avrebbero applicato la tariffa dei famosi 7$ a download.

Penso che sia una cosa per cui valga la pena avvisare i naviganti:-), non tanto per ICUII in se stessa ma quanto perché molte aziende che vendono software online si comportano in maniera similare, scrivendolo però moooolto in piccolo nelle clausole contrattuali. Questo secondo me lede molto l’immagine dell’e-commerce, dato che quando acquisti un software online non ti rimane niente di fisico in mano, se non il file che hai downloadato e che ti aspetti (proprio per la comodità di effettuare il download direttamente da internet) di poter dowloadare quando vuoi senza portarti in giro un supporto fisico.

Con questi presupposti come si pretende di combattere la pirateria, quando anche se paghi vieni gabbato?:-(

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

07 06 2001
Link copiato negli appunti