Quinta beta per Firefox 4

Con questa nuova versione intermedia il browser Mozilla abbraccia HTML5, Direct2D e HSTS. Ponendo l'accento su video, audio e sicurezza
Con questa nuova versione intermedia il browser Mozilla abbraccia HTML5, Direct2D e HSTS. Ponendo l'accento su video, audio e sicurezza

Firefox 4.0 è disponibile in versione Beta 5. Una release intermedia che ritocca l’interfaccia, ancora più minimalista, e si focalizza sull’integrazione dei contenuti multimediali con il web. Senza dimenticare la protezione dei dati sensibili che finiscono a rischio durante l’ordinaria navigazione.

Il browser del panda rosso spinge ora forte sulla grafica con l’accelerazione hardware Direct2D (per Windows Vista e Seven) attivata di default e guarda al futuro introducendo anche una API che permette agli sviluppatori di giocare con i dati audio contenuti negli elementi HTML5. Se l’internet di domani renderà il suono un vero e proprio “effetto visivo” e la colonna sonora del web surfing diventerà una protagonista molto più interattiva Firefox sarà pronto ad accogliere la sfida.

Dal punto di vista prettamente estetico ritroviamo il nuovo approccio alla gestione delle schede visto nella beta precedente ma tutte le voci che comparivano nella barra menù classica sono ora raccolte nel Firefox Button Menu (strizzando l’occhio al look altrettanto essenziale di Chrome e Opera). L’atteso rinforzo alla sicurezza passa invece attraverso il protocollo HSTS (HTTP Strict Transport Security) che richiede il caricamento delle pagine web solo attraverso una connessione SSL veramente sicura.

La lunga road map pianificata da Mozilla indica che mancano ancora un paio di update prima della release finale, fissata per il 15 ottobre. Nel frattempo, con la consapevolezza di non poter contare su un browser esente da crash improvvisi, si potrà comunque girare per la rete con questa intrigante versione provvisoria che, come sempre nelle beta Firefox, raccoglierà feedback anonimi sfruttando il componente interno “Test Pilot”.

Per gli utenti che preferiscono continuare a navigare con la versione stabile di Firefox, si segnalano invece gli update 3.5.12 e 3.6.9 che, fondamentalmente, implementano le X-Frame-Options negli header della pagina per bloccare una volta per tutte eventuali attacchi clickjacking , la famigerata tecnica, molto in voga nelle truffe online, che dirotta la navigazione posizionando un link invisibile tra il pulsante del sito e la freccia del mouse.

Roberto Pulito

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

08 09 2010
Link copiato negli appunti