Radeon 5000 sulla rampa di lancio

La prossima settimana AMD lancerà sul mercato la sua nuova generazione di schede grafiche, le prime a supportare DirectX 11. Fioccano le indiscrezioni sulle novità

Roma – Tutto è pronto per il lancio, da parte di AMD, della nuova generazione di schede grafiche ATI Radeon HD della serie 5000, le prime a introdurre sul mercato il supporto alle librerie DirectX 11.

DigiTimes riporta che i primi due modelli di Radeon 5000 a giungere nei negozi saranno la 5850 e la 5870, entrambe attese il 22 settembre. Il mese successivo sarà il turno delle più economiche schede 5770 e 5750, mentre a novembre si attende il debutto del modello 5870 X2 a doppia GPU.

Tutti i nuovi processori grafici di AMD sono prodotti con un processo a 40 nanometri e, oltre alle librerie DirectX 11, supportano la specifica OpenGL 3.2 e le tecnologie Unified Video Decoder (UVD) 2 e PowerPlay.

Stando alle indiscrezioni, non sempre concordanti, il processore Radeon 5850 conterrà circa 1400 unità di shading, supporterà da 1 a 2GB di memoria GDDR5, avrà un bus a 256 bit e adotterà frequenze di clock intorno a 700MHz per il core ed a 1000MHz per la memoria. La sua potenza nominale sarà di circa 2000GFLOPS. Il modello 5870 avrà frequenze di clock più elevate, probabilmente di circa 850MHz per il core e di 1200-1300MHz per la memoria, e potrà contare su un numero di unità di shading compreso tra 1300 e 1600: la sua potenza nominale sarà superiore ai 2600 GFLOPS.

Questi due processori grafici si caratterizzeranno anche per il supporto all’appena annunciata tecnologia multi-display Ati Eyefinity . Altre indiscrezioni sono state raccolte in questo articolo di PC Games Hardware , che riporta anche le prime foto di una presunta Radeon 5870, smontata.

Le GPU 5770 e 5750 integreranno entrambe 800 unità di shading, supporteranno 1GB di memoria GDDR5 e adotteranno un bus a 128bit. Si differenzieranno soltanto per le frequenze operative, che dovrebbero essere di 675 MHz per il core e 850MHz per le memorie nel modello 5750 e di 825MHz per il core e 1100MHz per il modello superiore. In questo caso le potenze di calcolo nominali sono rispettivamente di circa 1000 e 1300 GFLOPS.

La Radeon 5870 X2 , come suggerisce il nome, aggregherà la potenza di due processori 5870, superando dunque i 5000 GFLOPS.

Della serie Radeon 5000 si attendono anche i modelli entry-level e mainstream 5350, 5550, 5650 e 5670, che secondo alcune fonti potrebbero essere rilasciate in contemporanea ai modelli 58xx, dunque tra meno di due settimane.

L’introduzione dei modelli Mobility , indirizzati ai notebook, è invece attesa per l’inizio del prossimo anno. In questo comparto AMD seguirà l’ormai tradizionale suddivisione per serie in base alla rispettiva fascia di mercato: la serie 5800 sarà per i notebook high-end, la 5700 per quelli focalizzati sulle performance, la 5600 per i sistemi mainstream e la 5400 per i portatili entry-level.

Rimanendo in tema di notebook, ormai diventati la più importante categoria di personal computer sul mercato, AMD ha recentemente annunciato il brand Vision Technology , con il quale intende semplificare ai consumatori la scelta del PC portatile più adatto alle loro esigenze.

Il prossimo anno AMD fornirà ai produttori di PC i primi campioni di Fusion , una soluzione che integrerà CPU e GPU nello stesso package. Nigel Dessau, chief marketing officer di AMD, ha recentemente ribadito che i primi prodotti ad integrare tali chip arriveranno sul mercato nel corso del 2011, dunque con almeno un anno di ritardo rispetto alle prime soluzioni CPU+GPU di Intel.

Alessandro Del Rosso

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Josafat scrive:
    Grande PI!
    in azienda impediscono di accedere alle url che contengono parole tipo "XXXXX", "dick" eccetera. Ho provato a sostituire nel titolo dell'articolo la parola incriminata... e il link ha funzionato!
  • lol asd scrive:
    mountain view
    Mountain view sono i quartieri generali di Google, mentre Microsoft sta a Redmond :) piccola svista
Chiudi i commenti