Radeon R9 290, AMD colpisce ancora

Sunnyvale continua a scompaginare le carte sul mercato delle GPU discrete con il suo nuovo prodotto, una sorta di R9 290X depotenziata ma caratterizzata da un rapporto prezzo/prestazioni a dir poco invitante

Roma – A breve distanza dal debutto ufficiale dell’architettura GCN 1.1 (Graphics Core Next) con Radeon R9 290X, AMD lancia ora la sua nuova unità discreta basata su GPU Hawaii, Radeon R9 290. Il livello di performance è ancora molto elevato, mentre quello che salta subito all’occhio è il prezzo estremamente competitivo con cui la società statunitense ha scelto di commercializzare la nuova soluzione per il gioco ad alte prestazioni su PC.

Radeon R9 290

La GPU Radeon R9 290 include 2560 stream processor (contro i 2816 della Radeon R9 290X), 160 texture unit (contro 176), 64 ROP (idem per la R9 290X) ed è caratterizzata da un clock base di 662MHz (727MHz) che aumenta fino a 947MHz (1000MHz) in modalità turbo. Anche qui la memoria è di 4 Gigabyte con ampiezza di bus a 512 bit, così come invariati restano il processo produttivo (28 nm), il numero complessivo di transistor del processore (6,2 miliardi) e il supporto garantito alle nuove API evolute di AMD meglio note come Mantle (per l’accesso a basso livello dell’hardware grafico) e TrueAudio.

Radeon R9 290

AMD sottolinea le qualità della sua nuova Radeon che permettono all’azienda di “cementare la propria posizione come fornitore di esperienze videoludiche definitive”, qualità che comprendono anche il livello di prezzo (400 dollari) come diretta risposta alle riduzioni di prezzo decise da NVIDIA per le GeForce GTX 7X0 in seguito al debutto di Hawaii/GCN 1.1.

Le recensioni in laboratorio delle caratteristiche di Radeon R9 290 sottolineano le suddette qualità e rimarcano la brevissima distanza che intercorre, in quanto a prestazioni, tra la nuova GPU e la precedentemente commercializzata Radeon R9 290X.

Radeon R9 290

La nuova Radeon è capace di offrire il 97 per cento delle prestazioni di Radeon R9 290X con un costo inferiore di 150 dollari, sostengono le suddette recensioni, senza considerare che le performance sono superiori alla GeForce GTX 780 di NVIDIA (100 dollari in più).

Una scheda così potente e appetibile ha in sostanza la capacità di ridefinire il mercato delle GPU discrete, con l’unico, evidente difetto di essere molto più rumorosa rispetto alla concorrenza. E se le performance non bastassero , ad aggiungere valore alla proposta di AMD ci pensa la possibilità di avere in regalo tre videogiochi di primaria importanza assieme all’acquisto della scheda nei negozi.

Alfonso Maruccia

fonte immagini: 1 , 2 , 3

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • logan scrive:
    L'elio è un gas nobile..
    non fa un XXXXX a nessuno non lega con niente...
  • realtebo scrive:
    6 anni per passare da 1 a 6 Terabyte
    Era l'8 gennaio 2007 quando (qui: http://punto-informatico.it/1837758/PI/News/hard-disk-si-apre-era-del-terabyte.aspx) punto informatico annunciava l'arrivo previsto dei primi HDD da 1 TB.Secondo voi, 6 anni per questo salto sono tanti, pochi, o normali?
    • Joe Tornado scrive:
      Re: 6 anni per passare da 1 a 6 Terabyte
      Mah ... probabilmente, sono tecnologie rimaste nel "cassetto" per un po'. Ora, formandosi pian piano una domanda, arriva l'offerta. Ovviamente a prezzi salati.
      • Sg@bbio scrive:
        Re: 6 anni per passare da 1 a 6 Terabyte
        - Scritto da: Joe Tornado
        Mah ... probabilmente, sono tecnologie rimaste
        nel "cassetto" per un po'. Ora, formandosi pian
        piano una domanda, arriva l'offerta. Ovviamente a
        prezzi
        salati.Non c'è da stupirci, della velocità con cui cresce lo storage degli Hard disk, nel 2008/9 presi due HD a 1 TB della WD, scontati erano 77 euro l'uno, ed ora in giro li vedi sotto a quel prezzo (parlando dei Cavier black) mentre gli hd da 2 tb costavano 200 l'uno.In pochi anni le cose sono cambiate, ora producono HD da 4TB che costano 200 euro, mentre quelli da 2 o 3 scendono di prezzo rapidamente, vista poi la concorrenza degli SSD, credo che si punti molto alle dimensioni.
        • Joe Tornado scrive:
          Re: 6 anni per passare da 1 a 6 Terabyte
          Senza dubbio. Certo, per un utente domestico un disco da 6 TBytes (che poi saranno 5 e mezzo) lo vedo ancora difficile da riempire. Solo chi ha accumulato per anni e/o particolari tipi di dati (film in alta definizione, ecc.) può trovarlo "stretto" ! Pertanto, non credo che, almeno ora, se ne venderanno molti in tale segmento di mercato. Ma la sua introduzione, come di consueto, spingerà in basso i prezzi dei dischi da 2, 3 e 4 TBytes !
          • Sg@bbio scrive:
            Re: 6 anni per passare da 1 a 6 Terabyte
            - Scritto da: Joe Tornado
            Senza dubbio. Certo, per un utente domestico un
            disco da 6 TBytes (che poi saranno 5 e mezzo) lo
            vedo ancora difficile da riempire. Solo chi ha
            accumulato per anni e/o particolari tipi di dati
            (film in alta definizione, ecc.) può trovarlo
            "stretto" ! Pertanto, non credo che, almeno ora,
            se ne venderanno molti in tale segmento di
            mercato. Ma la sua introduzione, come di
            consueto, spingerà in basso i prezzi dei dischi
            da 2, 3 e 4 TBytes
            !Considerando il p2p e non solo, un HD del genere è una manna, anche come disco di backup.
  • .poz scrive:
    pieno di Elio ?
    Cioè te lo mandano con memorizzato sopra tutti i Cd, Brulè video etc degli Elii ? bella iniziativa !
  • Davide Alessandri scrive:
    Soluzioni per il mercato enterprise...
    ..ovvero il target di cotanta meraviglia tecnologica sono i soliti idio..opss smanettoni domestici ?
    • Joe Tornado scrive:
      Re: Soluzioni per il mercato enterprise...
      ... e se anche fosse ?
    • bubba scrive:
      Re: Soluzioni per il mercato enterprise...
      - Scritto da: Davide Alessandri
      ..ovvero il target di cotanta meraviglia
      tecnologica sono i soliti idio..opss smanettoni
      domestici
      ?non chiamerei Netflix "smanettone domestico"...
      • krane scrive:
        Re: Soluzioni per il mercato enterprise...
        - Scritto da: bubba
        - Scritto da: Davide Alessandri

        ..ovvero il target di cotanta meraviglia

        tecnologica sono i soliti idio..opss smanettoni

        domestici ?
        non chiamerei Netflix "smanettone domestico"...Ma son sempre li' a sharare film dai.... Sembrano ragazzini :D
        • bubba scrive:
          Re: Soluzioni per il mercato enterprise...
          - Scritto da: krane
          - Scritto da: bubba

          - Scritto da: Davide Alessandri


          ..ovvero il target di cotanta meraviglia


          tecnologica sono i soliti idio..opss
          smanettoni


          domestici ?


          non chiamerei Netflix "smanettone
          domestico"...

          Ma son sempre li' a sharare film dai.... Sembrano
          ragazzini
          :Dehehheheh :) beh vedevo che citavano anche HP e il CERN... ma non ho seguito la faccenda.....
  • ephestione scrive:
    Ok ma il prezzo?
    Un 3TB si trova a 100, già con case USB e alimentatore... se il prezzo di un 6TB "bare" è maggiore di 190, allora non ha senso comprarlo, salvo esigenze particolari.
    • collione scrive:
      Re: Ok ma il prezzo?
      l'attuale modalità LBA usa 48 bit d'indirizzo, quindi siamo sui 256 TB
      • Sg@bbio scrive:
        Re: Ok ma il prezzo?
        - Scritto da: collione
        l'attuale modalità LBA usa 48 bit d'indirizzo,
        quindi siamo sui 256
        TBQuali schede madri supportano tale cosa ? Scusa l'ignoranza :D
        • collione scrive:
          Re: Ok ma il prezzo?
          - Scritto da: Sg@bbio
          - Scritto da: collione

          l'attuale modalità LBA usa 48 bit d'indirizzo,

          quindi siamo sui 256

          TB

          Quali schede madri supportano tale cosa ? Scusa
          l'ignoranza
          :Dtutti quelle che supportano il SATAconsidera che nel 2003 fu imposto l'uso di 48 bit per indirizzare i settoril'unico problema è che MBR non supera i 2 TB, per cui si deve partizionare il disco con GPT
          • Sg@bbio scrive:
            Re: Ok ma il prezzo?
            Infatti la mia scheda madre (ma790x-ud4) supporta il mio nuovo HD da 2 tb nonostante fosse un prodotto del 2008. Mi domando come si possa particionare in GPT, visto che di questa cosa sono un pò a digiuno.
          • collione scrive:
            Re: Ok ma il prezzo?
            linux supporta gpt da un bel pò di anni, fdisk da qualche anno, parted e compagni da parecchiowindows dovrebbe essere da 7 in poi che supporta gptin sostanza usi gli stessi tool che usavi prima, ad esempio gparted, solo che crei una tabella delle partizioni gpt
          • Sg@bbio scrive:
            Re: Ok ma il prezzo?
            Su alcune distrio vedevo tale opzione ma non seppi mai a cosa serviva effetivamente :D Grazie per il chiarimento.
    • ephestione scrive:
      Re: Ok ma il prezzo?
      - Scritto da: Sg@bbio
      a 100 euro trovi hd da 4tblink, per favore?
      • realtebo scrive:
        Re: Ok ma il prezzo?
        si, questo link interessa anche a me
        • Sg@bbio scrive:
          Re: Ok ma il prezzo?
          - Scritto da: realtebo
          si, questo link interessa anche a meSu un sito internet era in offerta a 100 euro. Però si trovano al di sotto dei 200, almeno oggi ho visto un Caiver green dell WD da 4 tb che sta sui 140.
    • krane scrive:
      Re: Ok ma il prezzo?
      - Scritto da: Dr Doom
      - Scritto da: krane

      - Scritto da: iRoby


      E poi anche uscisse sarebbe in quantità

      minima.

      Ma l'elio esplode ?
      Stai scherzando vero?No, ho un lapsus, vabe' guardo su wiky la storia dell'Hindenburg che mi ricorda sempre qual'e' quello che esplode e qual e' quello neutro :D
      • Dr Doom scrive:
        Re: Ok ma il prezzo?
        - Scritto da: krane
        - Scritto da: Dr Doom

        - Scritto da: krane


        - Scritto da: iRoby




        E poi anche uscisse sarebbe in
        quantità


        minima.



        Ma l'elio esplode ?

        Stai scherzando vero?

        No, ho un lapsus, vabe' guardo su wiky la storia
        dell'Hindenburg che mi ricorda sempre qual'e'
        quello che esplode e qual e' quello neutro
        :DBravo ;)p.s. quello che esplode è l'altro
        • Dario Gai scrive:
          Re: Ok ma il prezzo?




          Ma l'elio esplode ?


          Stai scherzando vero?



          No, ho un lapsus, vabe' guardo su wiky la
          storia

          dell'Hindenburg che mi ricorda sempre qual'e'

          quello che esplode e qual e' quello neutro

          :D
          Bravo ;)
          p.s. quello che esplode è l'altroIn realtà non è che l'idrogeno sia TNT. Esplode solo a certe condizioni, in genere si limita a bruciare, come qualsiasi gas infiammabile. E nell'Hinderburg non ci fu un'esplosione in senso stretto: furono i racconti emotivi dei testimoni della prima ora a descriverla così. Non molti sanno che ben 62 delle 97 persone a bordo sopravvissero, circostanza incompatibile con un'esplosione.
          • arvaro er macellaro ignaro scrive:
            Re: Ok ma il prezzo?
            - Scritto da: Dario Gai




            Ma l'elio esplode ?



            Stai scherzando vero?





            No, ho un lapsus, vabe' guardo su wiky
            la

            storia


            dell'Hindenburg che mi ricorda sempre
            qual'e'


            quello che esplode e qual e' quello
            neutro


            :D

            Bravo ;)

            p.s. quello che esplode è l'altro

            In realtà non è che l'idrogeno sia TNT. Esplode
            solo a certe condizioni, in genere si limita a
            bruciare, come qualsiasi gas infiammabile. E
            nell'Hinderburg non ci fu un'esplosione in senso
            stretto: furono i racconti emotivi dei testimoni
            della prima ora a descriverla così. Non molti
            sanno che ben 62 delle 97 persone a bordo
            sopravvissero, circostanza incompatibile con
            un'esplosione.L'idrogeno esplode eccome basta che si trovi in presenza della giusta quantità di ossigeno, In quel caso esplode spontaneamente ricombinandosi con l'ossigeno e e trasformando si in acqua. Questo è il motivo per il quale in natura non trovi idrogeno libero.
          • Dario Gai scrive:
            Re: Ok ma il prezzo?

            L'idrogeno esplode eccome basta che si trovi in
            presenza della giusta quantità di ossigeno,Allora esploderebbe sempre, visto che nell'aria di ossigeno ce n'è a sufficienza.Ecco la risposta appropriata:http://answers.yahoo.com/question/index?qid=20110707220711AAEL68P
          • ginfitz69 scrive:
            Re: Ok ma il prezzo?
            Off topic.Chi non ha visto l'incendio ? http://www.youtube.com/watch?v=CgWHbpMVQ1U
    • ottomano scrive:
      Re: Ok ma il prezzo?
      E' uno scherzo, vero?La gente usa l'elio per gonfiare i palloncini delle feste dei bambini, per fare la vocina stridula... l'elio è uno dei gas più inerti che ci siano... non esplode, non è tossico...Il problema, semmai, è il suo costo, ma in un HD non credo ce ne sia più di quanto ce ne può essere in un palloncino da 2 .Nicola
    • Sg@bbio scrive:
      Re: Ok ma il prezzo?
      Vero, i gas che hanno i frigoriferi non sono salutari, se non li buchi, il problema non si pone, ma io pensavo a questo: Visto che HD e un elemento che ha sempre tante sollecitazioni, pensavo che un eventuale rottura accidentale dell'involucro, possa dar problemi.
    • logan scrive:
      Re: Ok ma il prezzo?
      L'elio è un gas nobile, inerte..
Chiudi i commenti