Raspberry Pi, le prime unità

Il micro-computer britannico si appresta a entrare nelle case dei primi che si sono prenotati. La produzione sarà lenta, almeno all'inizio. Intanto in India il tablet super-economico si aggiorna

Roma – La problematica “avventura” di Raspberry Pi giunge finalmente a una svolta: la prima partita del micro-computer da 25-35 dollari voluto dal game designer David Braben è pronta per la spedizione, dopo un paio di incidenti di percorso che ne hanno ritardato l’uscita in questi mesi.

A febbraio, all’avvio della produzione, la richiesta di Raspberry Pi era stata tale da esaurire in poco tempo tutte le unità previste per la prima tornata di vendite. In seguito ci si è messo un problema nella produzione – componente errato saldato sulla scheda – e poi una fase di testing fallimentare per spingere la società a rimandare le consegne fino a oggi.

Ora però Raspberry Pi annuncia di aver ricevuto i primi ordinativi pienamente testati e funzionanti, e la spedizione ai primi acquirenti avverrà quanto prima. Le quantità sono ancora limitate, quindi non tutti quelli che attendevano il proprio micro-computer ARM da 35 dollari saranno soddisfatti, per ora.

Uno dei target commerciali di Raspberry Pi è l’utenza giovane ancora impegnata a scuola, un mercato a cui dovrebbe fare gola il bassissimo prezzo del dispositivo e la possibilità di sperimentare la programmazione e attività informatiche affini.

Lo stesso target “educativo” è d’altronde quello a cui si rivolge Aakash 2, nuova versione del tablet indiano da 35 dollari aggiornata nella dotazione tecnica: il nuovo tablet con schermo touch da 7″ monterà una CPU ARM Cortex-A8 da 800 MHz (contro la CPU da 366 MHz della prima versione) e verrà distribuito con l’OS Android 2.3. Nel giro di pochi mesi ci sarà l’aggiornamento software ad Android 4.0, promette la società produttrice, ed entro la fine dell’anno si passerà a un’architettura hardware dual-core (Cortex-A9).

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • iFart scrive:
    Re: incredibile spudoratezza
    Panda Rossa...un inglese che da lezioni di morale è credibile come Calderoli che moralizza la Lega.
  • Nome e cognome scrive:
    E te fregali
    Basta che ti fai un account in cui ci metti un paio di provlami della FIOM o dell'ARCIGAY.Non ti assumono? Li denunci per comportamento anti sindavale e discriminazione perche' ti hanno chiesto la password e quindi li hanno giardati :)
    • shevathas scrive:
      Re: E te fregali
      - Scritto da: Nome e cognome
      Basta che ti fai un account in cui ci metti un
      paio di provlami della FIOM o
      dell'ARCIGAY.

      Non ti assumono? Li denunci per comportamento
      anti sindavale e discriminazione perche' ti hanno
      chiesto la password e quindi li hanno giardati
      :)e se l'amministratore delegato di fa l'occhiolino mentre mette su un disco dei village people ;)
  • AxAx scrive:
    Dargli la password...
    sbagliata e dopo denunziarli per tentato hackeraggio dell'account e chedere i danni. vediamo se la finiscono...
  • harvey scrive:
    Ma dire che non ce l'hai no?
    Onestamente capisco la prima volta. Ma mettere subito come anonimo l'account e dire sempre che non ce l'hai e' troppo difficile?Comunque giustissimo questa legge, anche se poco applicabile
    • panda rossa scrive:
      Re: Ma dire che non ce l'hai no?
      - Scritto da: harvey
      Onestamente capisco la prima volta. Ma mettere
      subito come anonimo l'account e dire sempre che
      non ce l'hai e' troppo
      difficile?Evidentemente per il fessbuk addict non e' concepibile che esistano infiniti universi al di fuori di quell'aiuola recintata.
      Comunque giustissimo questa legge, anche se poco
      applicabileIo sono ancora sorpreso di come sia stata necessaria una legge per regolamentare una simile ovvieta'.
      • harvey scrive:
        Re: Ma dire che non ce l'hai no?
        - Scritto da: panda rossa
        Io sono ancora sorpreso di come sia stata
        necessaria una legge per regolamentare una simile
        ovvieta'.Di ovvietà magari sono per chi ha un lavoro. Ma per chi non ha un lavoro e' facile mettere i piedi in testa. Infatti in italia e' piano di gente che firma le dimissioni in bianco, ha contratti a progetto o a partita iva e invece fa del lavoro subordinato , ecc ecc
        • panda rossa scrive:
          Re: Ma dire che non ce l'hai no?
          - Scritto da: harvey
          - Scritto da: panda rossa

          Io sono ancora sorpreso di come sia stata

          necessaria una legge per regolamentare una
          simile

          ovvieta'.

          Di ovvietà magari sono per chi ha un lavoro. Chi non ha un lavoro, non dovrebbe cazzeggiare su fessbuk ma sbattersi per trovare una occupazione.A me tutti quelli che dicono di non avere lavoro, ma poi girano in macchina, esibiscono l'iphone, fumano, e cazzeggiano su fessbuk, non hanno mai convinto.
          Ma
          per chi non ha un lavoro e' facile mettere i
          piedi in testa.
          Infatti in italia e' piano di
          gente che firma le dimissioni in bianco, ha
          contratti a progetto o a partita iva e invece fa
          del lavoro subordinato , ecc
          eccVero.Ma tutta questa gente che ha cosi' bisogno di un lavoro per mantenersi, come fa ad avere un account su fessbuk?
          • harvey scrive:
            Re: Ma dire che non ce l'hai no?
            - Scritto da: panda rossa
            Ma tutta questa gente che ha cosi' bisogno di un
            lavoro per mantenersi, come fa ad avere un
            account su
            fessbuk?Io considero che il primo lavoro lo cerchi quando sei ancora da mamma e papa'. E queste proposte ci sono solo in quell'occasioneSe hai 40 anni e ti chiedono l'account di facebook mi sa che non hai proprio un buon curriculum ....Se con il curriculum che mi ritrovo mi fanno una proposta del genere mi metto a ridere e gli chiedo di parlare con qualcuno di competente :D
        • uno qualsiasi scrive:
          Re: Ma dire che non ce l'hai no?

          Di ovvietà magari sono per chi ha un lavoro. Ma
          per chi non ha un lavoro e' facile mettere i
          piedi in testa. Infatti in italia e' piano di
          gente che firma le dimissioni in biancoPer la cronaca: tali dimissioni non sono legalmente valide (si chiama "patto leonino")
  • prova123 scrive:
    Avere lavoro ...
    da qualcuno che ti chiede la password di feisbuc, lo prenderei solo per fame, ma tanta ... e comunque alla prima occasione lo manderei a XXXXXX dopo ovviamente aver cambiato la password :D
    • ingiurioso scrive:
      Re: Avere lavoro ...
      - Scritto da: prova123
      da qualcuno che ti chiede la password di feisbuc,
      lo prenderei solo per fame, ma tanta ...Guarda, che andare a lavorare da uno che mi chiede la password di FB a un colloquio vado a pulire la me**a dei maiali.
      • ingiurioso scrive:
        Re: Avere lavoro ...
        - Scritto da: ingiurioso
        - Scritto da: prova123

        da qualcuno che ti chiede la password di
        feisbuc,

        lo prenderei solo per fame, ma tanta ...

        Guarda, che andare a lavorare da uno che mi
        chiede la password di FB a un colloquio vado a
        pulire la me**a dei
        maiali."PIUTTOSTO che"
        • prova123 scrive:
          Re: Avere lavoro ...
          Non ho escluso il lavorare per un'azienda simile, quello che ho detto è che sicuramente dopo l'eventuale contratto non mi fermerei con la ricerca. Per un'azienda che si comporta così non sarebbe troppo strano non trovare in busta quanto concordato o trovare all'improvviso una mattina il cancello chiuso...
          • prova123 scrive:
            Re: Avere lavoro ...
            Viviamo in un mondo dove non ci sono garanzie, io non posso garantire di più di quello che mi viene conXXXXX: si chiama Reciprocità.
          • ingiurioso scrive:
            Re: Avere lavoro ...
            - Scritto da: prova123
            Non ho escluso il lavorare per un'azienda simile,
            quello che ho detto è che sicuramente dopo
            l'eventuale contratto non mi fermerei con la
            ricerca. Per un'azienda che si comporta così non
            sarebbe troppo strano non trovare in busta quanto
            concordato o trovare all'improvviso una mattina
            il cancello
            chiuso...Appunto, da un'azienda che fa richieste simili ci si può aspettare di tutto... pure che ti assumano per poter scaricare su di te delle magagne con la legge. Perché di certo un'azienda che fa richieste simili non potrebbe essere mai un'azienda seria.
      • prova123 scrive:
        Re: Avere lavoro ...
        Gli allevatori pagano bene e stai tranquillo che con tutto il lavoro che c'è da fare non perdono il tempo con feisbuc.
  • iome scrive:
    non ho niente da nascondere
    dove sono gli XXXXXXXXX del "non ho niente da nascondere"?
    • nononiented anasconder e alla deriva scrive:
      Re: non ho niente da nascondere
      se ci fosse l'obbligo di fornire le cretenziali di fecebook al datore di lavoro, come farei io che non ce le ho????
      • iome scrive:
        Re: non ho niente da nascondere
        - Scritto da: nononiented anasconder e alla deriva
        se ci fosse l'obbligo di fornire le cretenziali
        di fecebook al datore di lavoro, come farei io
        che non ce le
        ho????non ti assumerebbero: dipendenti troppo intelligenti danno solo grane, meglio quelli "si padrone".
        • panda rossa scrive:
          Re: non ho niente da nascondere
          - Scritto da: iome
          - Scritto da: nononiented anasconder e alla deriva

          se ci fosse l'obbligo di fornire le cretenziali

          di fecebook al datore di lavoro, come farei io

          che non ce le

          ho????

          non ti assumerebbero: dipendenti troppo
          intelligenti danno solo grane, meglio quelli "si
          padrone".Peccato che in una qualunque azienda oggi serva almeno un sistemista, e i sistemisti non puoi sceglierli tra quelli "si padrone", a meno che tu non abbia basato il tuo business su un winsozz 2003 server, nel qual caso e' meglio non essere clienti di tale azienda.
Chiudi i commenti