Intel, una tavoletta per lo studio

Si alzano i veli su StudyBook: il chipmaker si mostra attento alle funzionalità ma anche alla capacità della batteria. Il tablet sarà più economico del previsto
Si alzano i veli su StudyBook: il chipmaker si mostra attento alle funzionalità ma anche alla capacità della batteria. Il tablet sarà più economico del previsto

Già svelato al mondo con le indiscrezioni circolate dalla settimana scorsa , il tablet “educativo” di Intel viene ora presentato ufficialmente dal chipmaker: StudyBook è un reference design di “tavoletta” pensata per l’uso intensivo a scuola, che ha il vantaggio della compatibilità software propria delle CPU Intel e soprattutto di un prezzo molto più avvicinabile del previsto.

Nel suo StudyBook Intel ha infilato un processore SoC Atom Z650 (single core+hyperthreading a 1,2 GHz, architettura 32-bit, GPU integrata, 3 Watt di TDP e processo produttivo a 45 nm), 1 Gigabyte di RAM DDR2, SSD da 4, 8, 16 o 32 GB, uno schermo capacitivo da 7 pollici (1024×600 pixel) e un paio di videocamere sul fronte (2 Megapixel) e sul retro (300mila pixel).

Completano la dotazione del tablet resistente all’uso e all’abuso StudyBook una serie di porte di connessione (USB 2,0, microSD, HDMI), connettività WiFi, una porta per SIM opzionale e 3G opzionale, Bluetooth, e una durata della batteria stimata in 5,5 ore. StudyBook è infine pensato per far girare due sistemi operativi a esclusione (Windows 7 e Android 3.0), e Intel consiglia un prezzo di vendita di 200 dollari o meno.

StudyBook è la nuova offerta di Chipzilla per il segmento educational, lo stesso che in questi anni ha accolto il convertibile Classmate PC con interesse moderato (Intel parla di 7 milioni di unità vendute). Le caratteristiche vincenti per sfondare sembrano esserci tutte, almeno sulla carta.

Alfonso Maruccia

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

12 04 2012
Link copiato negli appunti