RAZR i, Motorola monta Intel

Motorola ha presentato il suo nuovo RAZR, vale a dire il primo smartphone (prossimamente) in commercio a montare un processore Intel. Caratteristiche rilevanti: velocità, fotocamera e batteria

Roma – Dopo tanto discorrere e comunicare è finalmente venuto il tempo di toccare con mano il primo smartphone basato su CPU x86 di Intel. A offrire l’occasione è Motorola con la presentazione ufficiale del nuovo RAZRi , “il più grande lancio dal RAZR originale” secondo quanto comunica la stessa società.

RAZRi RAZRi va idealmente ad aggiungersi al trio di telefonini della serie già presentati di recente , monta Android (la versione 4.0.4) e ha una processore SoC Atom con un clock da ben 2 GHz. Motorola sottolinea come un simile livello di velocità sia stato raggiunto per la prima volta nel mercato smartphone, e rimarca le performance che caratterizzano l’uso quotidiano dello smartphone nella navigazione web, nell’uso delle app e via dicendo.

CPU a parte, RAZRi è dotato di uno schermo AMOLED (Gorilla Glass) da 4,3″, 1 GB di RAM e una batteria ad alte prestazioni (2.000 mAh) – capace di durare il 40 per cento in più della concorrenza attualmente presente sul mercato (iPhone 4S), dice Motorola.

Notevole anche la dotazione dal punto di vista della fotocamera integrata, con risoluzione da 8 Megapixel e capace di scattare 10 foto in meno di un secondo (dopo 1 secondo necessario all’avvio). Disponibile in versione bianca o nera, RAZRi è inoltre dotato di un chip per le comunicazioni NFC. Nulla si sa ancora per quanto riguarda il prezzo, mentre i mercati inizialmente interessati dal lancio dello smartphone saranno alcuni paesi europei, il Messico e l’America Latina.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Tom scrive:
    Lingue supportate
    Volevo segnalare che oltre l'italiano sono supportate anche l'inglese, il francese, il tedesco, lo spagnolo e il giapponese!
Chiudi i commenti