Rdio, streaming musicale per il Belpaese

Anche la piattaforma dei padri di Skype e Kazaa a disposizione degli ascoltatori tricolore. Al prezzo mensile di 4,99 euro per lo streaming illimitato via web. O 9,99 euro per scaricare i brani su dispositivi mobile

Roma – Dopo lo sbarco di Spotify e Google Play Music, la piattaforma di streaming musicale Rdio sarà a disposizione degli utenti tricolore con il suo catalogo di oltre 18 milioni di brani. All’ultima edizione del ciclo di conferenze statunitense SXSW , il CEO Drew Larner ha annunciato l’apertura del servizio in altri sei paesi del mondo, tra cui Messico, Lituania, Irlanda e Austria .

Gli ascoltatori del Belpaese potranno usufruire di un primo accesso gratuito per un periodo di prova pari a sei mesi. Alla scadenza della versione free – che non sarà supportata da alcuna interruzione pubblicitaria – gli utenti di Rdio potranno scegliere tra due modalità di sottoscrizione premium, al prezzo mensile di 4,99 euro per lo streaming illimitato via web o 9,99 euro con la possibilità di scaricare musica sui dispositivi mobile .

Proprio su smartphone e tablet Rdio ha rilasciato un significativo aggiornamento della sua applicazione iOS, con la funzione d’ascolto social per la condivisione di playlist personalizzate su Facebook o Twitter . Ci sarà anche una modalità a schermo intero per la visualizzazione di copertine e altre informazioni relative agli album per l’eventuale ascolto in modalità offline con la seconda tipologia d’abbonamento.

“Rdio è il miglior prodotto sul mercato per scoprire musica, e continueremo a migliorare tale esperienza di scoperta sviluppando strumenti più intelligenti che facciano emergere gli artisti e le canzoni amate dai nostri utenti – ha spiegato Drew Larner – Aprendo il nostro circolo sociale a sette nuovi mercati internazionali facciamo di Rdio un sistema sempre più globale per riprodurre, scoprire e condividere musica”.

In attesa di Vdio – che dovrebbe risultare come la versione video dello streaming musicale offerto da Rdio – la piattaforma fondata da Niklas Zennstrom e Janus Friss sembra ormai pronta alla definitiva esplosione nel mercato sonico in formato digitale. Da Spotify a Pandora, la corsa all’oro dello streaming (legale) è musica per le orecchie attente delle major discografiche, ora trascinate da un mercato che avanza grazie alle nuove abitudini di consumo in mobilità.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • certo certo scrive:
    ma per favore...
    Se mi date una moneta, un insieme di soggetti e una scelta fra due opzioni posso predire, su un campione sufficientemente denso, quale delle due opzioni è quella corretta con un'accuratezza del 50%.Se questi universitari incrociando quattro dati hanno ottenuto un risultato del 65%, a occhio direi che non valeva la pena sforzarsi, contando che probabilmente quel 15% in più è rappresentato proprio da gente che ha fra i "like" esattamente una delle due opzioni.
    • armstrong scrive:
      Re: ma per favore...
      - Scritto da: certo certo
      Se mi date una moneta, un insieme di soggetti e
      una scelta fra due opzioni posso predire, su un
      campione sufficientemente denso, quale delle due
      opzioni è quella corretta con un'accuratezza del
      50%.
      Se questi universitari incrociando quattro dati
      hanno ottenuto un risultato del 65%, a occhio
      direi che non valeva la pena sforzarsi, contando
      che probabilmente quel 15% in più è rappresentato
      proprio da gente che ha fra i "like" esattamente
      una delle due
      opzioni.hai tirato la moneta ed è uscito: scrivo prima di leggere l'articolo? :D
      • nome scrive:
        Re: ma per favore...
        - Scritto da: armstrong
        - Scritto da: certo certo

        Se mi date una moneta, un insieme di
        soggetti
        e

        una scelta fra due opzioni posso predire, su
        un

        campione sufficientemente denso, quale delle
        due

        opzioni è quella corretta con un'accuratezza
        del

        50%.

        Se questi universitari incrociando quattro
        dati

        hanno ottenuto un risultato del 65%, a occhio

        direi che non valeva la pena sforzarsi,
        contando

        che probabilmente quel 15% in più è
        rappresentato

        proprio da gente che ha fra i "like"
        esattamente

        una delle due

        opzioni.
        hai tirato la moneta ed è uscito: scrivo prima di
        leggere l'articolo?
        :DPer me è uscito "scrivo prima di accendere il cervello"
  • vituzzo scrive:
    Tecnocontrollo
    Ma sono l'unica persona alla quale una notizia del genere fa venire l'ansia?Adesso qualunque persona con sufficiente denaro sarà in grado di avere una risposta immediata su come le persone vengono condizionate dagli eventi.Facebook comincia a farmi veramente paura.
    • densetsu scrive:
      Re: Tecnocontrollo
      Questo è quello che spesso non capiamo dell'affidare completamente la nostra vita privata ad internet.Io sono seriamente preoccupato.
      • armstrong scrive:
        Re: Tecnocontrollo
        - Scritto da: densetsu
        Questo è quello che spesso non capiamo
        dell'affidare completamente la nostra vita
        privata ad
        internet.
        Io sono seriamente preoccupato.io l'ho capito benissimo, cercami pure su fessbuk :D
    • non solo scrive:
      Re: Tecnocontrollo
      - Scritto da: vituzzo
      Ma sono l'unica persona alla quale una notizia
      del genere fa venire l'ansia?non sei l'unico/a
      Adesso qualunque persona con sufficiente denaro
      sarà in grado di avere una risposta immediata su
      come le persone vengono condizionate dagli eventi.beh... mi sa che è già ora molto peggio di così...
      Facebook comincia a farmi veramente paura.solo fb?
      • bubba scrive:
        Re: Tecnocontrollo
        - Scritto da: non solo
        - Scritto da: vituzzo

        Ma sono l'unica persona alla quale una notizia

        del genere fa venire l'ansia?

        non sei l'unico/a


        Adesso qualunque persona con sufficiente denaro

        sarà in grado di avere una risposta immediata su

        come le persone vengono condizionate dagli
        eventi.

        beh... mi sa che è già ora molto peggio di così...In effetti siamo gia abbastanza "avanti" su questo...mai letto articoli tipo http://betabeat.com/2012/11/nate-silver-predicton-sweep-presidential-election-huge-win-big-data/ ?Nate Silver e' http://en.wikipedia.org/wiki/Nate_Silver

        Facebook comincia a farmi veramente paura.

        solo fb?giusto. solo che fb e twitter hanno molte info "profonde e qualificate"... ma vale per tutti.
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: Tecnocontrollo
      Paura di cosa? Chi ti ha costretto a cliccare su "mi piace"?Se vai in giro a spiattellare i fatti tuoi, poi non prendertela se qualcuno ti ascolta.
      • armstrong scrive:
        Re: Tecnocontrollo
        - Scritto da: uno qualsiasi
        Paura di cosa? Chi ti ha costretto a cliccare su
        "mi
        piace"?

        Se vai in giro a spiattellare i fatti tuoi, poi
        non prendertela se qualcuno ti
        ascolta.e soprattutto se qualcuno che non dimentica mai sta prendendo nota...
    • il padrone delle ferriere scrive:
      Re: Tecnocontrollo
      - Scritto da: vituzzo
      Ma sono l'unica persona alla quale una notizia
      del genere fa venire l'ansia?a me no. Anzi, e' un grosso vantaggio.Basta farsi dire dal candidato il suo profilo facebook, girarlo ad apposito servizio on line e ottenere a bassissimo prezzo informazioni e profilo della persona. E il Responsabile Del Personale ringrazia.
      Adesso qualunque persona con sufficiente denaro
      sarà in grado di avere una risposta immediata su
      come le persone vengono condizionate dagli
      eventi.ma anche, mogli, fidanzati, futuri suoceri, amici, banca, etc etc.
      Facebook comincia a farmi veramente paura.nessuno ti ha obbligato ad iscriverti, nessuno ti ha impedito di leggere il contatto scritto in piccolo dove era evidente il concetto del "dopo che hai premuto invio, i tuoi dati diventano nostri", nessuno di ha obbligato a postare foto, link, idee, tag, etc etc.Stupido e' chi stupido fa (cit.)E mo so XXXXX tua. (cit.)
    • Ultraman82 scrive:
      Re: Tecnocontrollo
      Sempre più felice di non essere su Schiappalibro :)
    • ... scrive:
      Re: Tecnocontrollo
      - Scritto da: vituzzo
      Ma sono l'unica persona alla quale una notizia
      del genere fa venire
      l'ansia?
      Adesso qualunque persona con sufficiente denaro
      sarà in grado di avere una risposta immediata su
      come le persone vengono condizionate dagli
      eventi.
      Facebook comincia a farmi veramente paura.mi ricordi la barzelletta della checcha tutta contenta perche' aveva trovato 12 negri che le rompevano il XXXX senza voler essere pagati ma che poi si lamentava perche ogni volta che si sedeva si ritrovava ricordino nelle mutande...Hai consegnato la tua anima elettronica a facebook e ora ti lamenti? ma sono tutti XXXXX tuoi, ingenuotto! Tra l'altro, te lo meriti pure.
    • Mela avvelenata scrive:
      Re: Tecnocontrollo
      - Scritto da: vituzzo
      Ma sono l'unica persona alla quale una notizia
      del genere fa venire
      l'ansia?
      Adesso qualunque persona con sufficiente denaro
      sarà in grado di avere una risposta immediata su
      come le persone vengono condizionate dagli
      eventi.
      Facebook comincia a farmi veramente paura.e pensa che è solo l'inizio!
    • attonito scrive:
      Re: Tecnocontrollo
      - Scritto da: vituzzo
      Facebook comincia a farmi veramente paura.disse quello che si fece volontariamente possedere da cavallo per poi lamentarsi del bruciore...
    • attonito scrive:
      Re: Tecnocontrollo
      - Scritto da: vituzzo
      Ma sono l'unica persona alla quale una notizia
      del genere fa venire
      l'ansia?
      Adesso qualunque persona con sufficiente denaro
      sarà in grado di avere una risposta immediata su
      come le persone vengono condizionate dagli
      eventi.
      Facebook comincia a farmi veramente paura.se ti diverti a dare testate al muro, poi non lamentarti di suture, punti e cicatrici.
Chiudi i commenti