REACT-EU: 4,7 miliardi all'Italia per l'occupazione

REACT-EU: 4,7 miliardi all'Italia per l'occupazione

La Commissione europea ha concesso all'Italia un finanziamento di 4,7 miliardi di euro nell'ambito del programma REACT-EU, parte di Next Generation EU.
La Commissione europea ha concesso all'Italia un finanziamento di 4,7 miliardi di euro nell'ambito del programma REACT-EU, parte di Next Generation EU.

La Commissione europea ha concesso 4,7 miliardi di euro all'Italia nell'ambito del programma REACT-EU, parte di Next Generation EU, che prevede finanziamenti per sostenere la ripresa economica, verde e digitale post COVID-19. La maggior parte delle risorse verranno utilizzare per sostenere l'occupazione nelle zone più colpite dalla pandemia.

REACT-EU: 4,7 miliardi per la ripresa economica

Il Fondo Sociale Europeo (FSE) dell'Italia, dedicato alle “Politiche attive per l'occupazione“, riceverà 4,5 miliardi. Questi fondi verranno utilizzati per aumentare le assunzioni di giovani e donne, consentire ai lavoratori di partecipare alla formazione e per offrire servizi su misura per le persone in cerca di lavoro. Contribuiranno inoltre a proteggere i posti di lavoro nelle PMI di Abruzzo, Molise, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia e Sardegna.

In dettaglio, l'Italia utilizzerà 2,7 miliardi di euro per ridurre del 30% le imposte versate dai datori di lavoro sui contributi previdenziali. La riduzione verrà applicata nelle suddette regioni, se il lavoratore conserverà l'occupazione per almeno nove mesi dopo il periodo per il quale è richiesta l'agevolazione. Per promuovere l'occupazione giovanile, attraverso la riduzione dei contributi previdenziali, verranno investiti 200 milioni di euro. Un importo aggiuntivo di 37,5 milioni di euro servirà per l'assunzione di donne.

L'Italia utilizzerà inoltre 1 miliardo di euro per la formazione dei lavoratori attraverso il “Fondo nuove competenze”; 500 milioni di euro per modernizzare i centri per l'impiego e facilitare la ricerca di lavoro da parte dei disoccupati; 81,7 milioni di euro per la gestione, controllo e valutazione dei nuovi programmi.

I rimanenti 190 milioni di euro verranno utilizzati per fornire aiuti alimentari alle persone bisognose attraverso il Fondo di aiuti europei agli indigenti (FEAD). Circa 10.000 organizzazioni consegneranno pacchi alimentari di migliore qualità ad almeno 2,5 milioni di persone.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

18 09 2021
Link copiato negli appunti