Realtà aumentata contro i molestatori

App disponibile per Android e iOS. Ma il testimonial non permette di affrontare seriamente il discorso

Roma – BeenVerified , già fornitore di un servizio di controllo di precedenti penali e ricerca di background, ha sviluppato un’applicazione per iPhone e Android, chiamata Sex Offender Tracker , che indica se e dove abitano nelle vicinanze molestatori sessuali. Per ognuno di essi permette all’utente di ottenere informazioni precise sui reati commessi e visualizzare una foto .

I dati, presenti negli archivi federali e disponibili sui siti delle autorità, sono poi mostrati agli utilizzatori tramite un sistema di realtà aumentata che li marchia con un grande punto esclamativo rosso. Al momento l’app si trova nei primi posti della classifica di vendita di App Store.

Senza arrivare alle prospettive più estreme, come fanno vari osservatori pensando alle tecnologie di riconoscimento facciale o ai registri relativi ai protestati bancari, l’applicazione rende d’attualità alcune problematiche.

Da un lato le crescenti questioni relative alla privacy, che diventano ancora più profonde (e controverse) quando si parla di reati che toccano sul vivo. Dall’altro il fatto che come testimonial Been Verified utilizza Antoine Dodson: un personaggio peculiare che, nonostante la drammatica vicenda a cui è legato, non è altro che un meme di YouTube che non contribuisce a conferire un alone di serietà e credibilità all’app.

Dodson, infatti, è il fratello di una delle vittime del “bed intruder”, un molestatore sessuale, una sorta di celebrità della Rete dopo che l’ intervista con cui un telegiornale gli chiedeva dell’aggressione sessuale notturna subita dalla sorella è rimbalzata di schermo in schermo ed è stata remixata in un rap .

Il 5 per cento degli introiti derivanti dalla vendita dell’app saranno devoluti alla Rape, Abuse and Incest National Network (RAINN).

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Super Sasquatch scrive:
    Digg é...
    Digg é un covo di feccia e malvagità, Digg é il rifugio di tutti i perdenti giustamente rifiutati dalla società, Digg é una lurida fogna popolata da esseri subumani.Perché Digg dovrebbe continuare a esistere? Fosse almeno un portale decente, un sito di social bookmarking popolato da membri seri e capaci di usare la grammatica. Ma non é così: Digg é XXXXX, defecazione.Lo si chiuda, si gettino tutti gli hard disk con il suo database in un altoforno, si licenzino tutti i dipendenti e si faccia in modo che non si avvicinino più a un computer in vita loro, si traducano tutti i suoi utenti in prigione o in clinica psichiatrica.Digg delendo est.
  • Super Sasquatch scrive:
    Digg é...
    Digg é un covo di feccia e malvagità, Digg é il rifugio di tutti i perdenti giustamente rifiutati dalla società, Digg é una lurida fogna popolata da esseri subumani.Perché Digg dovrebbe continuare a esistere? Fosse almeno un portale decente, un sito di social bookmarking popolato da membri seri e capaci di usare la grammatica. Ma non é così: Digg é XXXXX, defecazione.Lo si chiuda, si gettino tutti gli hard disk con il suo database in un altoforno, si licenzino tutti i dipendenti e si faccia in modo che non si avvicinino più a un computer in vita loro, si traducano tutti i suoi utenti in prigione o in clinica psichiatrica.Digg delendo est.
  • anonimo scrive:
    Kevin Rose non era e non è il CEO
    http://about.digg.com/teamE' Matt Williams il CEO
    • anonimo scrive:
      Re: Kevin Rose non era e non è il CEO
      - Scritto da: anonimo
      http://about.digg.com/team

      E' Matt Williams il CEOAnzi no ritiro tutto
  • asd scrive:
    cosa????
    "Alcuni dati statistici mostrano come nel solo mese di settembre vi sia stato un calo di oltre due milioni di utenti. "Si,chissà perchè proprio negli stessi mesi quando hanno cambiato il sito c'è stata quella mega perdita di utenti...Facebook e twitter li non centrano nulla,centra una società che non riesce nemmeno a capire che quando si gestisce un servizio così grande ,gli utenti vogliono sempre di più e non di meno come invece loro hanno allegramente fatto togliendo centinaia di categorie e raggruppando tutto il minestrone in una decina di thread,per non parlare delle api che sono state down per quasi un mese ed ora,mentre la versione 1 torna a funzionare malissimo rispetto a prima, si ha una versione 2 con moltissime feature in meno.Ridicoli.Se falliranno sarà solo colpa loro e di nessun altro.
  • bertuccia scrive:
    ..la società possa raggiungere la reddit
    ivitàhaha LOL :)
  • Luther_Blissett scrive:
    La metà del 2010....
    è passata da un pezzo.Forse metà del 2011?
Chiudi i commenti