Il Regno Unito ha la sua Digital Tax al 2%

Il Regno Unito ha deciso: dall'1 aprile applicherà una tassa al 2% sul fatturato prodotto nel territorio dai colossi del mondo hi-tech e online.
Il Regno Unito ha deciso: dall'1 aprile applicherà una tassa al 2% sul fatturato prodotto nel territorio dai colossi del mondo hi-tech e online.

Il Regno Unito ha la sua Digital Tax. Battezzata Digital Services Tax, entrerà in vigore a partire dall’1 aprile 2020 e tratterrà il 2% dei proventi generati all’interno del proprio territorio dai colossi del mondo online e hi-tech. Nelle pieghe del documento pubblicato sul sito ufficiale del governo britannico si apprende che “non ci si aspetta la misura abbia alcun impatto significativo a livello macroeconomico”, almeno nel breve termine.

Digital Services Tax al 2% per il Regno Unito

La norma è rivolta (citiamo testualmente) a “grandi aziende multinazionali con profitti derivati da provvigioni di un servizio di tipo social media, motore di ricerca o marketplace online rivolto agli utenti del Regno Unito”. Andrà ad applicarsi a società con fatturato globale superiore a 500 milioni di sterline (circa 566 milioni di euro) e con oltre 25 milioni di sterline (circa 28 milioni di euro) generati attraverso gli utenti UK. Manca un riferimento diretto, ma è impossibile non pensare a Google, Amazon, Facebook e agli altri player più importanti del settore con sede oltreoceano.

Per quanto riguarda l’Europa, che anche in conseguenza alla Brexit sta cercando di muoversi compatta sul tema, una decisione dovrebbe essere presa entro la fine dell’anno (altre priorità permettendo). Tra i paesi che vorrebbero accelerare i tempi, la Francia è in prima linea.

Fonte: Gov.UK
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti