Regno Unito, la lista di Mandelson

Diramato un documento provvisorio per stabilire un codice di comportamento contro il P2P. I colpevoli verranno schedati, mentre anche caffetterie e biblioteche faranno da vigilantes. Gli ISP più grandi dovranno iniziare a monitorare

Roma – Una lunga bozza , a far luce su principi che dovranno costituire le fondamenta del prossimo Digital Economy Act (DEA). Una legge che potrebbe iniziare a mostrare i propri effetti all’alba del 2011, supportata da un codice di comportamento recentemente presentato dall’ Office of Communications (Ofcom) britannico.

Un codice in via di definizione , la cui prima stesura è stata pubblicata online appunto dall’organo indipendente di regolamentazione per le telecomunicazioni nel Regno Unito. I sudditi di Sua Maestà dovranno perciò iniziare a familiarizzare con la più o meno imminente introduzione della versione d’Albione della cosiddetta dottrina Sarkozy , ovvero del regime a tutela del copyright noto come three strike .

Nel documento si è fatto accenno a un elenco speciale, una lista dei cattivi del file sharing selvaggio. I detentori dei diritti potranno quindi attingere ad una serie di utenze schedate , per poi colpire a suon di citazioni i più determinati alfieri del P2P. Ma solo coloro che ignoreranno per tre volte di seguito gli avvisi di avvenuta violazione diramati dai provider d’Albione.

I fornitori di connettività britannici si trasformeranno – come già noto durante il travagliato iter della cura Mandelson alla malattia del P2P – in vigilantes, pronti ad abbinare un titolare di connessione a un indirizzo IP. I netizen verranno avvisati, nei casi estremi verrà loro concesso di ricorrere in appello per dimostrare la propria estraneità, la propria innocenza. Dal momento che un comune titolare di connettività potrebbe non essere per forza di cose un reo del torrentismo .

E qui sorge una domanda: chi verrebbe identificato come provider e chi come abbonato? Secondo il documento di Ofcom, anche una caffetteria risulterebbe arruolabile nella schiera dei provider-vigilantes, in quanto fornitrice di connessioni WiFi .
Stesso discorso per le biblioteche pubbliche, che dovrebbero raccogliere indirizzi email e postali degli utenti prima del loro accesso alla Rete. Mentre un’azienda risulterebbe presente nella lista degli abbonati, potenzialmente responsabile di certe navigazioni all’interno del suo network.

Al paragrafo 3.30, il documento di Ofcom recita: “Alcune aziende forniscono accesso nelle rispettive aree pubbliche, così come alcuni clienti gestiscono reti WiFi non protette che permettono ad altri all’interno della comunità di avere accesso ad Internet. Tutti quelli che desiderino continuare a garantire accesso ai loro servizi dovrebbero approntare misure speciali per proteggere le proprie reti, in modo da evitare le conseguenze derivanti dall’avvenuta violazione del copyright”.

Si tratta di regole che avranno un’introduzione graduale , a cui dovranno rispondere in primis i grandi ISP d’Albione. Per la precisione, quelli con più di 400mila abbonati , tra cui British Telecom, O2, Orange e TalkTalk. Esclusi dunque sia gli operatori mobile che i provider più piccoli. Almeno all’inizio.

Ofcom infatti non ha alcuna intenzione di permettere che avvenga una migrazione di massa dei netizen, dai fornitori più grandi a quelli più piccoli. Anche questi ultimi arriveranno in seguito a ricadere nel nuovo regime a tutela della proprietà intellettuale, aggiungendosi a biblioteche e caffè.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • lxlxlx scrive:
    sai la novità..
    considerando che Wind, Vodafone, e credo anche TIM escludono dal costo della navigazione il traffico VOIP
    • kaiserxol scrive:
      Re: sai la novità..
      Negli USA c'è stata una class action su questo che ha permesso agli utenti di vedersi eliminare il blocco voip, in quanto non sia possibile discriminare il traffico dati, o tutto o nulla.Speriamo che anche nella UE si arrivi presto ad una soluzione simile
      • dariocaruso scrive:
        Re: sai la novità..
        - Scritto da: kaiserxol
        Negli USA c'è stata una class action su questo
        che ha permesso agli utenti di vedersi eliminare
        il blocco voip, in quanto non sia possibile
        discriminare il traffico dati, o tutto o
        nulla.
        Speriamo che anche nella UE si arrivi presto ad
        una soluzione
        similenel frattempo posso confermare che vodafone filtra il traffico voip da qualche mese, rendendo inutilizzabile il voip sui cellulari (ovviamente su linea 3g). ABBANDONATE VODAFONE!
        • rpell scrive:
          Re: sai la novità..
          Ovvio, VODAFONE e' pessima. Molto meglio 3, con l'unico handicap della copertura 3G nn cosi' capillare....
          • ruppolo scrive:
            Re: sai la novità..
            - Scritto da: rpell
            Ovvio, VODAFONE e' pessima. Molto meglio 3, con
            l'unico handicap della copertura 3G nn cosi'
            capillareMa come si fa a dire "meglio 3" che ha una copertura a macchia di leopardo?
          • melamarcia scrive:
            Re: sai la novità..
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: rpell

            Ovvio, VODAFONE e' pessima. Molto meglio 3, con

            l'unico handicap della copertura 3G nn cosi'

            capillare

            Ma come si fa a dire "meglio 3" che ha una
            copertura a macchia di
            leopardo?io uso il 3g di 3 e non ho mai problemi di vuoti, almeno in zone urbanizzate, se vado in montagna la situazione cambia, ma in contesti normali la copertura 3g la trovo buona, tra l'altro tornando IT ho testato oggi una chiamata skype/skype 3g e devo dire che la qualitá era davvero notevole, molto meglio di quanto provato fino ad ora con fring o simili, un delay attorno al mezzo secondo, tutto sommato accettabile, e qualitá vocale ottima, non vedo l'ora di avere iphone os 4 settimana prossima per avere skype sempre attivo in background quando non sono al computer.
          • lol scrive:
            Re: sai la novità..

            vocale ottima, non vedo l'ora di avere iphone os
            4 settimana prossima per avere skype sempre
            attivo in background quando non sono al
            computer.multitasking inutile :D
          • ruppolo scrive:
            Re: sai la novità..
            - Scritto da: lol

            vocale ottima, non vedo l'ora di avere iphone os

            4 settimana prossima per avere skype sempre

            attivo in background quando non sono al

            computer.

            multitasking inutile :DOh no, utilissimo per far fuori la batteria.
          • melamarcia scrive:
            Re: sai la novità..
            Il cosiddetto multitasking (multiapp) per certe applicazioni, come skype, non solo é utile ma fondamentale.Ben venga il metodo studiato da apple per iphone os 4 con cui si dovrebbe ridurre al minimo il peso sulla batteria del multiappz
          • ruppolo scrive:
            Re: sai la novità..
            - Scritto da: melamarcia
            Il cosiddetto multitasking (multiapp) per certe
            applicazioni, come skype, non solo é utile ma
            fondamentale.Ma anche no.Basta una notifica push quando qualcuno ti chiama...
            Ben venga il metodo studiato da apple per iphone
            os 4 con cui si dovrebbe ridurre al minimo il
            peso sulla batteria del
            multiappzNon è solo questione di batteria, ma anche di prestazioni e stabilità. Avere un terminale, come Symbian, che si riavvia da solo mentre telefoni "per mantenere buone le prestazioni" non serve se non a irritare la gente.
          • rpell scrive:
            Re: sai la novità..
            Penso che alla fine ognuno debba scegliere l'operatore a seconda del servizio nella propria zona. Questo disservizio della 3 intorno a Milano mi pare curioso, ma nn ci vivo. Io sto in zona Bologna, ed e' alquanto coperta: adesso sono al mare nel Conero (zona molto collinare e nn molto abitata) e la copertura e' decente.E cmq, in ogni caso, anche con roaming TIM si puo' chiamare, ricevere e mandare sms. OK, nn ci sono i dati, e a volte e' seccante, ma, come in quasi tutte le cose al mondo, e' una questione di compromessi.Di certo nn bloccano il traffico VoIP 3G come fa Vodafone: questo si' che e' vergognoso, secondo me!!!!
          • syntaris scrive:
            Re: sai la novità..
            Ben detto.Anche perché non si è detta la cosa più importante: le tariffe di TRE sono MOLTO più basse degli altri carriers (si dice così?) e comunque, grossi centri un corno... in Umbria ok nelle principali città, e anche il roaming con Tim è eccellente.Non ho MAI, e dico MAI in 5 anni di utilizzo, trovato un buco in Italia dove non avessi potuto fare/ricevere una chiamata o un sms/mms.Il problema è, purtoppo, il traffico dati... che in roaming è un bagno di sangue e pertanto va disattivato... ma a 5 euro al mese chi ve lo da?Ah, dimenticavo... se andate a Londra con 3UK avete le stesse (più o meno) tariffe che in Italia, con traffico dati gratuito.Pare poco?
          • ruppolo scrive:
            Re: sai la novità..
            - Scritto da: syntaris
            Ben detto.
            Anche perché non si è detta la cosa più
            importante: le tariffe di TRE sono MOLTO più
            basse degli altri carriers (si dice così?) e
            comunque, grossi centri un corno... in Umbria ok
            nelle principali città, e anche il roaming con
            Tim è
            eccellente.
            Non ho MAI, e dico MAI in 5 anni di utilizzo,
            trovato un buco in Italia dove non avessi potuto
            fare/ricevere una chiamata o un
            sms/mms.L'iPhone serve ad altro.
            Il problema è, purtoppo, il traffico dati... che
            in roaming è un bagno di sangue e pertanto va
            disattivato... ma a 5 euro al mese chi ve lo
            da?E cosa me ne faccio? Non è questione di soldi, potrebbe essere anche gratis: è inutile.
            Ah, dimenticavo... se andate a Londra con 3UK
            avete le stesse (più o meno) tariffe che in
            Italia, con traffico dati
            gratuito.

            Pare poco?E chi se frega? La maggior parte della vita la vivo in Italia. Per me sapere che in Uganda posso telefonare gratis, non me ne può XXXXXXX di meno.
          • syntaris scrive:
            Re: sai la novità..
            Scusa, non per polemica, ma non ho capito il senso della tua risposta al mio messaggio.Io rispondevo ad un utente per alcune considerazioni sui pro e contro delle tariffe H3g e tu rispondi a me dicendo che:1)Hai un iPhone2)Ritieni inutile il traffico dati3)Vivi in Italia e non ti interessa l'Inghilterra.Ne prendo atto, ma sei sicuro che era proprio a me che volevi rispondere?
          • melamarcia scrive:
            Re: sai la novità..
            - Scritto da: urrr
            bah,ho un telefono 3 e il 3g nella mia zona non
            lo prende
            mai!Io sto non troppo lontano da Milano e faccio mediamente 50.000 km annui per lavoro, quindi mi sposto spesso nel centro nord e il roaming tim lo vedró si e no 2/3 volte al mese, per il resto sempre in 3g e i dati vanno decentemente bene, certo ho provato tempo fa vodafone e devo dire che ha piú velocitá, ma se la fa pagare, quindi mi sta bene 3.Magari é il tuo tel ad avere problemi a collegarsi a reti 3g, puó capitare.
    • Luca Picello scrive:
      Re: sai la novità..
      ciao, scusate ma sono poco aggiornato su queste tecnologie ma mi pare di capire che il blocco di skype (o per meglio dire di un traffico a velocitä minima decente) si applichi anche alle chiavette usb.Mi viene il dubbio xché ho provato la chiavetta vodafone ed in navigazione viaggia come un missile mentre avere una conversazione skype/messenger é altresí un'impresa.Vi risulta?
Chiudi i commenti